Pagina facebook
NihilScio         Home
 

Educational search engine
©2009-2017

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

Inglese

á     é     è     ì     í     ò
ó     ù     ú     ü     ñ     ç
Latin version Latino

sinonimi di encender
Cerca  frasi:
Italiano
Vocabolario e frasi
Don Lisi andò ad accendere il lume nella cameretta, a sinistra dell'entrata; volse intorno uno sguardo per vedere se tutto era in ordine, e rimase un po' incerto se andare o aspettare che la sposa si lasciasse persuadere dalla madre a entrare.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Vuoi che t'accenda il lumino da notte? - Dio, me lo domandi ogni sera! La vecchia madre, come sferzata da questa risposta alla domanda superflua, corse, curva, trascinando un po' una gamba, ad accendergli in camera il lumino da notte e a preparargli il letto.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Simone Lampo s'accostò a un fornelletto per accendere il fuoco e fare il caffè; ma Nàzzaro lo trasse di furia per un braccio.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Sai che mi piace veder morire il giorno ai vetri d'una finestra e lasciarmi prendere e avviluppare a poco a poco dalla tenebra, e pensare: - "Non ci sono piú!" pensare: - "Se ci fosse uno in questa stanza, si alzerebbe e accenderebbe un lume.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Ora comincia a far freddo; accenderemo, una di queste sere, un po' di fuoco...(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Intanto in quella stanzetta umida e buja, a pian terreno, certi giorni, alle quattro, ci si vedeva a mala pena: si dovevano accendere i lumi.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Il lampionajo andava in giro, con la scala in collo, per accendere i rari lampioncini a petrolio, che rendevano piú triste col loro scarso lume piagnucoloso la vista malcerta e il silenzio di quelle viuzze abbandonate.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
E poi, ancora un po' di pazienza: bisognava che si facesse tutto da sé: lui accendersi il fuoco, lui andar per la spesa, lui apparecchiar da mangiare...(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Ma Dolfino è ancora al buio, in camera, con colei; e il professore Corvara va per accendere la candela.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Per conto suo, stimò da ciarlatano e peggio la seconda visita, quel venire proprio nel giorno che la marchesa era morta a manifestare un dubbio, ad accendere una speranza di quella sorta.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Aver potuto scoprire in sé, nei silenzii infiniti della sua anima, un brulichío cosí vivo di sentimenti, non come una ricchezza propriamente sua, ma del mondo come ella lo avrebbe dato a godere a una creaturina sua; ed esser rimasta nell'angoscia di quella solitudine, cosí staccata per sempre da ogni vita! S'accorse che s'era fatto bujo nella cameretta e si recò ad accendere il lumetto bianco a petrolio sulla scrivania.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
CERTI OBBLIGHI Quando la civiltà, ancora in ritardo, condanna un uomo a portare una lunga scala in collo da un lampione all'altro e a salire e a scendere questa scala a ogni lampione tre volte al giorno, la mattina per spengerlo, il dopo pranzo per rigovernarlo, la sera per accenderlo; quest'uomo, per forza, quantunque duro di mente e dedito al vino, deve contrarre la cattiva abitudine di ragionar con se stesso, assorgendo anche a considerazioni alte per lo meno quanto quella sua scala.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
- M'insultano, Eccellenza, quando illumino la città, quando sto su la scala appoggiata al lampione e sfrego al muro il fiammifero per accendere il lume, cioè, quando sanno che non posso lasciare al bujo la città, per correre a casa a vedere che fa e con chi è mia moglie e, all'occorrenza, fare un macello, signor Cavaliere! Sottolinea le parole fare un macello con un sorriso quasi di mesta rassegnazione, perché riconosce che anche quest'obbligo avrebbe, come marito offeso, e proprio non vorrebbe averlo, ma lo ha.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Donde la sua frase misteriosa, che sembra una minaccia gridata dall'alto della scala nell'atto di accendere il lampione, e che non è altro, invece, che la conclusione d'un suo ragionamento: - Aspetta là, aspetta là, che t'appiccico la morte dietro! Infine Quaquèo pensa, che una certa importanza d'ordine davvero superiore la ha, quel suo mestiere, in quanto ripara a una mancanza della natura, e che mancanza! Quella della luce.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Ma che deve accendere, se non c'è petrolio? Il paese questa sera rischia di restare al bujo.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
Poc'anzi, aveva ordinato alla moglie di accendere il fuoco e di metter sú il caldajo grosso a bollire.(Pirandello - Novelle per un anno)<>
---------------
I cani abbaiavano , un velo triste circondava tutta la pianura umida , e la pioggia e il vento smorzavano il fuocherello che Efix tentava di accendere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Passato un po' di tempo in quest'aspettazione, si rimise a pensare alla sua lettera e ci pensò tanto, rifece l'esordio tante volte e procedette anche poi tanto adagio, con tanti pentimenti, che la lettera non era ancora finita quando gli convenne accendere il lume. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Costui recò in soccorso del Puttini la lunga pertica col cerino acceso sulla punta, che serve per accender le candele degli altari. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Aveva sperato invano una felicità simile a quella dell'amico suo! Franco intese, s'imbarazzò, non seppe dirgli nulla, e ne seguì un silenzio così significativo che il Gilardoni non poté sopportarlo e si mise ad accendere un po' di fuoco per riscaldare il caffè che aveva preparato. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Andò in cucina, si fece accendere la lanterna perché la notte era molto scura, e partì. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«El mè Carlo el baia un poo ma l'è on bon omasc; quell'alter là, el baia minga, mah, neh!… » Per esempio, ella non sapeva niente, non aveva udito niente, ma se quel signor avvocato e quell'altro signore fossero venuti per qualche altra cosa invece che per la musica e il Commissario venisse a saperlo, misericordia! La luna trascinava i suoi splendori per il lago verso le acque di ponente; il giuoco finì e il signor Giacomo si dispose a far accendere il suo lanternino, malgrado le esclamazioni di Pasotti. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
A lei pareva di non aver fantasia perché non se la sentiva muovere, accendere così facilmente. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Si alzava tardi, non potendo riscaldare la stanza e non volendo, per economia, accendere il fuoco nel salottino troppo per tempo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Luisa fece il miracolo di accender la stufa in Siberia, come lo zio chiamava la sala, e vi si trovarono insieme donna Ester, i due indivisibili Paoli di Loggio, il Paolin e il Paolon, il professor Gilardoni che vi sofferse di una trepidazione, di una inquietudine continua perché Luisa, non avendo ancora allestito il bagaglio di Franco, andava e veniva dalla camera dell'alcova, chiamava Ester ogni momento ed Ester era quindi sempre in moto, quando passava dietro al professore, quando gli passava davanti, quando a destra, quando a sinistra. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Luisa prese un'altra candela sul suo tavolino da notte, volle accenderla e non le riusciva, tanto le tremavano le mani. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Avevan dovuto accendere il lume perché nell'alcova, causa la pioggia, faceva scuro. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Vengo su.» Il prefetto? A quell'ora? Che poteva essere accaduto? Franco andò in cucina ad accendere un lume e discese le scale in fretta. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Meno male che uno dei tre villini è stato acquistato da un vecchio prelato molto ricco che vi abita con tre nipoti, zitelle appassite, le quali a turno sul far della sera montano su una scaletta a mano per accendere un lampadina innanzi alla Madonnina di porcellana azzurra e bianca, collocata da circa un mese a uno spigolo del villino.
---------------
E tra la sua pena e la sua maraviglia, tra la sua paura e la sua speranza, tra il suo ricordo e il suo presentimento s'insinuava una specie di piacere vendicativo quando ella vedeva negli occhi lionati accendersi un bagliore di fosforo e brillare i piccoli denti bianchi nel fulvo della barba simile al rame dorato che si sdora. E soltanto quel piacere era certo, ché tutto il resto era confuso. Ed ella sentiva in sé la sua giovinezza come una immortalità. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Oh, io no — disse Dorothy Hamilton voltandosi per accendere la sigaretta a una candela del leggìo ove la pagina dell'ultima canzone portava il segno del pollice che l'aveva calcata. — È tardi, vergini folli, è tardi. E certo io sarò tanto picchiata che il mio naso diventerà camuso o aquilino, con grande rammarico del mio flebile Willie Willow. Dovevo scortare a pranzo le famose spalle della genitrice, dagli Aieta!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ripartirono lasciando su la strada la carcassa inànime. Dal Covigliaio mandarono buoi a tirarla. Filarono su Firenze senz'altri indugi. La montagna era tutta violacea. Faceva freddo. La compagnia si rattristava, serrata e silenziosa. Paolo sentiva che ogni minuto aveva un'importanza incalcolabile e ch'egli correva verso una catastrofe oscura. Certo, ogni minuto aveva il suo peso; e nei pressi di Pratolino ne andaron perduti dieci per accendere i fanali mal pronti. Eran passate le otto quando entrarono in città. Paolo fu deposto alla porta del suo rifugio d'amore. Ringraziò breve: aprì il primo cancello, fece per entrare. Ma un domestico dell'appartamento di sopra venne giù per le scale come se lo aspettasse e dovesse dirgli qualcosa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Rientrò nella casa vera, in quella dove l'imagine di Giulio Cambiaso era chiusa nella custodia di lutto. «I minuti di Pratolino, la sosta per accendere i fanali! Ecco i giochi della vita. Ma, dal momento in cui la vettura col triste carico si mosse, dove fu condotta la povera creatura? dove fu trascinata, sino al momento in cui forse disse il suo vero nome e diede l'indirizzo della sua casa vera e vi fu deposta?»
---------------
* È ben chiaro che questo Monsignore dovette conoscer poco l’indole e le abitudini de’ suoi concittadini; o forse sperò che il suo lascito dovesse col tempo e con la comodità accendere nel loro animo l’amore per lo studio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il nostro Comune, in certe notti segnate nel calendario, non fa accendere i lampioni, e spesso – se è nuvolo – ci lascia al buio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– Buio? Buio per lei! Provi ad accendervi una lampadina di fede, con l’olio puro dell’anima. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Guardi, io provo anche, certe sere, ad accendere un certo lanternino col vetro rosso; bisogna ingegnarsi in tutti i modi, tentar comunque di vedere. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Lo accenderan da me. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Oh perché dunque il signor Anselmo Paleari, pur dicendo, e con ragione, tanto male del lanternino che ciascuno di noi porta in sé acceso, ne voleva accendere ora un altro col vetro rosso, là in camera mia, pe’ suoi esperimenti spiritici? Non era già di troppo quell’uno?
---------------
* Ma non ci sono anche le anime delicate ? Non ci sono anche gli spiriti che si sentono unicamente e puramente spiriti e si sentono offesi e insudiciati da codesta adorazione di pinzochere ? Quello che in me vale , se qualcosa vale , è l'anima : e perchè ricopiate ed eternate il mio corpo ? Se son grande gli è che ho avuto la forza d'esser solitario : perchè vi pigiate intorno a me e mi turbate co' vostri fiati e coi vostri sguardi di bestie curiose ? Se ho dato un esempio vi ho insegnato che la più grande cosa che l'uomo può fare è quella di aggiungere natura alla natura , vita alla vita , spirito allo spirito , e non già di rosicchiare , rimasticare e biascicare le opere degli altri : perchè dunque vi affaticate a far capire quel eh' io ho detto invece di sentirvi accendere l'anima per superarmi e distruggermi con altre creazioni ? — 2l8 — Se ho detto bene quel che ho detto perchè lo ridite peggio ? Se gli altri non capiscon le mie parole vai la pena che qualcuno le faccia capire ? E le farà comprendere quali veramente T ho segnate ed incise nelle serate più spumeggianti della mia ispirazione ? Certo questi lamenti son ridicoli , specie in bocca mia . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Invece di accendersi di più all'aspetto dell'amato cade e sparisce ; invece di manifestarsi in atti amorosi , in parole cordiali , prende le forme della rampogna e la frusta dell' invettiva . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ricordai persino un consiglio strano che m’era stato dato per liberarmi dall’abitudine del fumo e che poteva valere in quell’occasione: talvolta , per contentarsi , bastava accendere il cerino e gettare poi via e sigaretta e cerino .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
accaldarsi
= verbo rifl. prendere molto caldo accendersi in volto per la fatica accalorarsi , infiammarsi
---------------
accendisigaro o accendisigari
= apparecchio con fiamma a benzina o a gas di petrolio liquefatto per accendere sigarette o sigari .
---------------
accenditoio
= canna con in cima uno stoppino , usata per accendere candele o lumi .
---------------
accenditore
= colui che accende dispositivo che serve per accendere .
---------------
acceso
= participio passato di accendere
= che brucia
---------------
acciarino
= piccolo strumento d'acciaio che si batte sulla pietra focaia per accendere l'esca nelle armi da fuoco a pietra focaia
---------------
allumare
= verbo trans. conciare le pelli con l'allume - verbo trans. guardare con interesse , adocchiare - verbo trans. illuminare , rischiarare , accendere allumarsi
= verbo rifl. illuminarsi , accendersi .
---------------
appicciare
= verbo trans. accendere accoppiare , unire
---------------
avvampare
= avampare , verbo intr. accendersi , bruciare divampando
---------------
cerino
= fiammifero con fusto di cotone o in carta ritorta intriso di cera e capocchia incendiariacandela o stoppino incerato usati per accendere i ceri in chiesa.
---------------
colombina
= dim. di colomba donna innocente e puradolce pasquale a forma di piccola colomba 4 razzo a forma di colomba, usato per accendere i fuochi d'artificio.
---------------
divampare
= verbo intr . accendersi e ardere con fiamma grande e improvvisa
---------------
infiammare
= verbo transitivo , accendere con una fiamma in modo che si sviluppi una combustione , un incendio
---------------
innamorare
= verbo transitivo , accendere d'amore
---------------
luminaio
= negli antichi teatri con illuminazione a candele , colui che era incaricato di accendere i lumi .
---------------
riaccendere lett. raccendere
= verbo trans. accendere di nuovo
---------------
soffietto
= piccolo mantice a mano per accendere e ravvivare il fuoco
---------------
stoppinare
= verbo transitivo accendere con lo stopp ,
---------------
Spagnolo
Vocabolario e frasi
* — Con todo eso —replicó el caminante—, me queda un escrúpulo, y es que muchas veces he leído que se traban palabras entre dos andantes caballeros, y, de una en otra, se les viene a encender la cólera, y a volver los caballos y tomar una buena pieza del campo, y luego, sin más ni más, a todo el correr dellos, se vuelven a encontrar, y en mitad de la corrida se encomiendan a sus damas; y lo que suele suceder del encuentro es que el uno cae por las ancas del caballo pasado con la lanza del contrario de parte a parte, y al otro le viene también, que, a no tenerse a las crines del suyo, no pudiera dejar de venir al suelo.( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* Acabó en esto de encender el candil el cuadrillero, y entró a ver el que pensaba que era muerto, y, así como le vio entrar Sancho, viéndole venir en camisa y con su paño de cabeza y candil en la mano, y con una muy mala cara, preguntó a su amo: —Señor, ¿si será este a dicha el moro encantado que nos vuelve a castigar, si se dejó algo en el tintero? —No puede ser el moro —respondió don Quijote—, porque los encantados no se dejan ver de nadie( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* Y, para encenderle más el deseo, que a mí me celaba y al cielo a solas descubría, quiso la fortuna que hallase un día un billete suyo pidiéndome que la pidiese a su padre por esposa, tan discreto, tan honesto y tan enamorado, que, en leyéndolo, me dijo que en sola Luscinda se encerraban todas las gracias de hermosura y de entendimiento que en las demás mujeres del mundo estaban repartidas.( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* En esto, con unas estopas ligeras de encenderse y apagarse, desde lejos, pendientes de una caña, les calentaban los rostros.( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* Digo, en fin, señora doña Rodríguez, que como vuesa merced salve y deje a una parte todo recado amoroso, puede volver a encender su vela, y vuelva, y departiremos de todo lo que más mandare y más en gusto le viniere, salvando, como digo, todo incitativo melindre( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* Mal me conoce vuesa merced; sí, que aún no estoy en edad tan prolongada, que me acoja a semejantes niñerías, pues, Dios loado, mi alma me tengo en las carnes, y todos mis dientes y muelas en la boca, amén de unos pocos que me han usurpado unos catarros que en esta tierra de Aragón son tan ordinarios; pero espéreme vuesa merced un poco; saldré a encender mi vela, y volveré en un instante a contar mis cuitas, como a remediador de todas las del mundo( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* Cuando oía decir que corrían toros y jugaban cañas y se representaban comedias, preguntaba a mi hermano, que es un año menor que yo, que me dijese qué cosas eran aquellas y otras muchas que yo no he visto; él me lo declaraba por los mejores modos que sabía, pero todo era encenderme más el deseo de verlo.( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
* Halláronle, dieron aviso al duque, el cual, ya prevenido de todo lo que había de hacer, así como tuvo noticia de su llegada, mandó encender las hachas y las luminarias del patio y poner a Altisidora sobre el túmulo con todos los aparatos que se han contado, tan al vivo y tan bien hechos que de la verdad a ellos había bien poca diferencia.( Cervantes - Don Quijote)<>
---------------
Coniugazione:2 - accendere
Ausiliare:essere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io mi accendo
tu ti accendi
egli si accende
noi ci accendiamo
voi vi accendete
essi si accendono
Imperfetto
io mi accendevo
tu ti accendevi
egli si accendeva
noi ci accendevamo
voi vi accendevate
essi si accendevano
Passato remoto
io mi accesi
tu ti accendésti
egli si accese
noi ci accendémmo
voi vi accendéste
essi si accesero
Passato prossimo
io mi sono acceso
tu ti sei acceso
egli si é acceso
noi ci siamo accesi
voi vi siete accesi
essi si sono accesi
Trapassato prossimo
io mi ero acceso
tu ti eri acceso
egli era acceso
noi ci eravamo accesi
voi vi eravate accesi
essi si erano accesi
Trapassato remoto
io mi fui acceso
tu ti fosti acceso
egli si fu acceso
noi ci fummo accesi
voi vi foste accesi
essi si furono accesi
Futuro semplice
io mi accenderò
tu ti accenderai
egli si accenderà
noi ci accenderemo
voi vi accenderete
essi si accenderanno
Futuro anteriore
io mi sarò acceso
tu ti sarai acceso
egli si sarà acceso
noi ci saremo accesi
voi vi sarete accesi
essi si saranno accesi
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io mi accenda
che tu ti accenda
che egli si accenda
che noi ci accendiamo
che voi vi accendiate
che essi si accendano
Passato
che io mi sia acceso
che tu ti sia acceso
che egli si sia acceso
che noi ci siamo accesi
che voi vi siate accesi
che essi si siano accesi
Imperfetto
che io mi accendéssi
che tu ti accendéssi
che egli si accendésse
che noi ci accendéssimo
che voi vi accendéste
che essi si accendéssero
Trapassato
che io mi fossi acceso
che tu ti fossi acceso
che egli si fosse acceso
che noi ci fossimo accesi
che voi vi foste accesi
che essi si fossero accesi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io mi accenderei
tu ti accenderesti
egli si accenderebbe
noi ci accenderemmo
voi vi accendereste
essi si accenderebbero
Passato
io mi sarei acceso
tu ti saresti acceso
egli si sarebbe acceso
noi ci saremmo accesi
voi vi sareste accesi
essi si sarebbero accesi
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
accenditi
si accenda
accendiamoci
accendetevi
si accendano
Futuro
-
ti accenderai
si accenderà
ci accenderemo
vi accenderete
si accenderanno
INFINITO - attivo
Presente
accender
Passato
essersi acceso
PARTICIPIO - attivo
Presente
accendente
Passato
accesosi
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
accendendo
Passato
essendo acceso
Conjugacíon: 2 - encender
auxiliar: haber - transitivo
INDICATIVO activo
Presente
yo me enciendo
te enciendes
él/ella se enciende
nosotros nos encendemos
nosotros os encendéis
ellos/ellas se encienden
Imperfecto
yo me encendía
te encendías
él/ella se encendía
nosotros nos encendíamos
vosotros os encendíais
ellos/ellas se encendían
Pretérito indefinito
yo me encendí
te encendiste
él/ella se encendió
nosotros nos encendimos
vosotros os encendisteis
ellos/ellas se encendieron
Preterito perfecto
yo me he encendido
te has encendido
él/ella se ha encendido
nosotros nos hemos encendido
vosotros os habéis encendido
ellos/ellas se han encendido
Preterito pluscuamperfecto
yo me había encendido
te habías encendido
él/ella había encendido
nosotros nos habíamos encendido
vosotros os habíais encendido
ellos/ellas se habían encendido
Preterito anterior
yo me hube encendido
te hubiste encendido
él/ella se hubo encendido
nosotros nos hubimos encendido
vosotros os hubisteis encendido
ellos/ellas se hubieron encendido
Futuro
yo me encenderé
te encenderas
él/ella se encenderá
nosotros nos encenderemos
vosotros os encendereis
ellos/ellas se encenderán
Futuro perfecto
yo me habré encendido
te habrás encendido
él/ella se habrá encendido
nosotros nos habremos encendido
vosotros os habréis encendido
ellos/ellas se habrán encendido
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo me encienda
te enciendas
él/ella se encienda
nosotros nos encendamos
nosotros os encendáis
ellos/ellas se enciendan
Pretérito perfecto
yo me haya encendido
te hayas encendido
él/ella se haya encendido
nosotros nos hayamos encendido
nosotros os hayáis encendido
ellos/ellas se hayan encendido
Pretérito imperfetto I
yo me encendiera
te encendieras
él/ella se encendiera
nosotros nos encendiéramos
nosotros os encendierais
ellos/ellas se encendieran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo me hubiera encendido
te hubieras encendido
él/ella se hubiera encendido
nosotros nos hubiéramos encendido
nosotros os hubierais encendido
ellos/ellas se hubieran encendido
Pretérito pluscuamperfecto II
yo me hubiese encendido
te hubieses encendido
él/ella se hubiese encendido
nosotros nos hubiésemos encendido
nosotros os hubieseis encendido
ellos/ellas se hubiesen encendido
Pretérito imperfetto II
Futuro
yo me encendiere
te encendieres
él/ella se encendiere
nosotros nos encendiéremos
nosotros os encendiereis
ellos/ellas se encendieren
Futuro perfecto
yo me hubiere encendido
te hubieres encendido
él/ella se hubiere encendido
nosotros nos hubiéremos encendido
nosotros os hubiereis encendido
ellos/ellas se hubieren encendido
POTENCIAL - activo
Presente
yo me encendería
te encenderías
él/ella se encendería
nosotros nos encenderíamos
vosotros os encenderíais
ellos/ellas se encenderían
Perfecto
yo me habría encendido
te habrías encendido
él/ella se habría encendido
nosotros nos habríamos encendido
vosotros os habríais encendido
ellos/ellas se habrían encendido
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
enciendete
se encienda
encendamosnos
encendedos
se enciendan
 
 
 
 
 
 
 
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber encendido
PARTICIPIO - activo
Presente
que enciende
Compuesto
encendidose
GERUNDIO activo
Presente
encendiendose
Compuesto
habiendo encendido
INDICATIVO pasivo
Presente
yo me soy encendido
te eres encendido
él/ella se es encendido
nosotros nos somos encendidos
nosotros os seis encendidos
ellos/ellas se son encendidos
Imperfecto
yo me era encendido
te eras encendido
él/ella se era encendido
nosotros nos èramos encendidos
vosotros os erais encendidos
ellos/ellas se eran encendidos
Pretérito indefinito
yo me fui encendido
te fuiste encendido
él/ella se fue encendido
nosotros nos fuimos encendidos
vosotros os fuisteis encendidos
ellos/ellas se fueron encendidos
Preterito perfecto
yo me he sido encendido
te has sido encendido
él/ella se ha sido encendido
nosotros nos hemos sido encendidos
vosotros os habèis sido encendidos
ellos/ellas se han sido encendidos
Preterito pluscuamperfecto
yo me había sido encendido
te habías sido encendido
él/ella había sido encendido
nosotros nos habíamos sido encendidos
vosotros os habías sido encendidos
ellos/ellas se habían sido encendidos
Preterito anterior
yo me hube sido encendido
te hubiste sido encendido
él/ella se hubo sido encendido
nosotros nos hubimos sido encendidos
vosotros os hubisteis sido encendidos
ellos/ellas se hubieron sido encendidos
Futuro
yo me seré encendido
te serás encendido
él/ella se será encendido
nosotros nos seremos encendidos
vosotros os sereis encendidos
ellos/ellas se serán encendidos
Futuro perfecto
yo me habrè sido encendido
te habrás sido encendido
él/ella se habrá sido encendido
nosotros nos habremos sido encendidos
vosotros os habreis sido encendidos
ellos/ellas se habrán sido encendidos
CONJUNTIVO - pasivo
Presente
yo me sea encendido
te seas encendido
él/ella se sea encendido
nosotros nos seamos encendidos
nosotros os seáis encendidos
ellos/ellas se sean encendidos
Pretérito perfecto
yo me haya sido encendido
te hayas sido encendido
él/ella se haya sido encendido
nosotros nos hayamos sido encendido
nosotros os hayáis sido encendido
ellos/ellas se hayan sido encendido
Pretérito imperfetto I
yo me fuere encendido
te fueres encendido
él/ella se fuere encendido
nosotros nos fuéremos encendidos
nosotros os fuereis encendidos
ellos/ellas se fueren encendidos
Pretérito pluscuamperfecto I
yo me hubiere sido encendido
te hubieres sido encendido
él/ella se hubiere sido encendido
nosotros nos hubiéremos sido encendidos
nosotros os hubierei sido encendidos
ellos/ellas se hubieren sido encendidos
Pretérito pluscuamperfecto II
yo me hubiese sido encendido
te hubieses sido encendido
él/ella se hubiese sido encendido
nosotros nos hubiésemos sido encendidos
nosotros os hubieseis sido encendidos
ellos/ellas se hubiesen sido encendidos
Pretérito imperfetto II
Futuro
yo me fuere encendido
te fueres encendido
él/ella se fuere encendido
nosotros nos fuéremos encendidos
nosotros os fuereis encendidos
ellos/ellas se fueren encendidos
Futuro perfecto
yo me hubiere sido encendido
te hubieres sido encendido
él/ella se hubiere sido encendido
nosotros nos hubiéremos sido encendidos
nosotros os hubiereis sido encendidos
ellos/ellas se hubieren sido encendidos
POTENCIAL - pasivo
Presente
yo me sería encendido
te serías encendido
él/ella se sería encendido
nosotros nos seríamos encendidos
vosotros os seríais encendidos
ellos/ellas se serían encendidos
Perfecto
yo me habría sido encendido
te habrías sido encendido
él/ella se habría sido encendidos
nosotros nos habríamos sido encendidos
vosotros os habríais sido encendidos
ellos/ellas se habrían sido encendidos
IMPERATIVO - pasivo
Positivo
-
sé encendidote
se sea encendido
seamos encendidosnos
sed encendidosos
se sean encendidos
 
 
 
 
 
 
 
INFINITO pasivo
Presente
ser encendido
Compuesto
haber sido encendido
PARTICIPIO - pasivo
Presente
que es encendido
Compuesto
encendidose
GERUNDIO pasivo
Presente
siendo encendido
Compuesto
habiendo sido encendido