NihilScio

  Home

NS www.nscio.com - ©2009-2016 Iuppiter 

Nihil Scio, Sed Unum Scio, Nihil Scire

  Educational search engine -  contact


Continua la ricerca nella categoria Arte
sul web in siti selezionati da NihilScio:


Pollaiolo

 Antonio Benci (Firenze 1431 ca - Roma 1498)

 
 

Pittore, scultore ed orafo fiorentino.

 Cominciò la sua attività come orafo. Può essere considerato un maestro del disegno, infatti è proprio sul disegno che fondò la sua arte sia come orafo, sia come scultore che come incisore e pittore. In pittura puntò al risultato plastico della linea, voleva creare un senso intenso di movimento.

 Il Pollaiolo riscoprì il dinamismo dell'arte classica, studiò attentamente le forme del corpo umano, la disposizione delle ossa e dei muscoli. La dimostrazione di questi suoi studi la ritroviamo nella "Battaglia dei nudi" (1471 - 1472, incisione su rame a bulino).

Come scultore preferiva creare delle piccole composizioni in bronzo, oppure sculture di maggiori dimensioni in bronzo o terracotta ma mai in marmo. Importante è il gruppo di sculture di Ercole e Anteo commissionato dai Medici.
Nella tavola "Apollo e Dafne" di Londra sono raffigurati personaggi in costume quattrocentesco, mentre in tre pannelli con le "Storie di Ercole" si ritrovano le stesse caratteristiche proprie delle immagini tridimensionali e quindi torna il carattere classico delle sculture anche nelle rappresentazioni bidimensionali.

Durante gli ultimi anni di vita, a Roma, Antonio Pollaiolo si occupò di due grandi progetti per due monumenti funerari: la tomba di Sisto IV dei 1493 e la tomba di Innocenzo VIII del 1497.