NihilScio

  Home

NS www.nscio.com - ©2009-2016 Iuppiter 

Nihil Scio, Sed Unum Scio, Nihil Scire

  Educational search engine - contact


Continua la ricerca nella categoria Arte
sul web in siti selezionati da NihilScio:


Eugène Delacroix

 Pittore francese (Charenton-Saint-Maurice 1798 - Parigi 1863)

 
 

La sua prima formazione avvenne nello studio di P. Guèrin;; si confrontò con il pittore ed amico Th. Géricault. con A. J. Gros.

 Particolarmente importante per la sua formazione fu lo studio delle opere di Michelangelo e di Rubens, inoltre si dedicò anche allo studio e alla sperimentazione dell'acquerello.

Nel 1822 con "La barca di Dante" fa la prima comparsa nei salons suscitando scalpore, nel 1824 espose "Il massacro di Scio" che a sua volta provocò un profondo interesse. Nel 1825 dipinse una serie di "Odalische", ma un' opera che descrive perfettamente le caratteristiche del primo periodo della sua attività è "La morte di Sardapalo" del 1827. Tre anni dopo realizza "La libertà che guida il popolo".

Nel 1832 Delacroix va in Marocco e si può dire che con questo viaggio si apre il secondo periodo della sua attività. Tornando dal Marocco attraversò la Spagna dove poté vedere il mondo di Goya. In questa seconda fase nascono opere come l'"Incontro di cavalieri maori" del 1833, la "Donne d'Algeri" del 1834, la "Festa di nozze ebraiche in Marocco" del 1839.

Dal 1840 fa un passo nel passato ritornando al mondo antico e produce opere come "Medea furiosa", la "Giustizia di Traiano" del 1840, "Morte di Marco Aurelio" del 1841.

L'attività artistica di questo artista è documentata anche da un' opera letteraria scritta dall'artista stesso tra il 1822 e il 1824 e poi dal 1847 fino alla morte, il "Journal".