NihilScio

  Home

NS www.nscio.com - ©2009-2016 Iuppiter 

Nihil Scio, Sed Unum Scio, Nihil Scire

  Educational search engine -  contact


Continua la ricerca nella categoria Arte
sul web in siti selezionati da NihilScio:


Edouard Manet

 Pittore francese (Parigi 1832 - 1883)

 
 

Seguì gli studi classici, scegliendo poi la carriera di ufficiale di marina (sotto il volere del padre).

Successivamente convinse il padre a lasciargli coltivare la passione per l'arte, così gli fu imposto di frequentare lo studio dell'artista T. Couture, dove rimase dal 1850 al 1856 anche se non condivideva del tutto l'arte e lo stile del suo maestro.

 Studiò con particolare attenzione le opere dei grandi maestri conservate al Louvre, viaggiò in Italia, in Germania, in Austria e in Spagna.

Tra le prime opere dell'artista ricordiamo il "Bevitore d'assenzio" del 1858 e la "Musica alle Tuileries" del 1860, in cui sono raffigurate scende di vita quotidiana.

 Nel 1861 il "Chitarrista spagnolo" fu esposto al Salon di Parigi. Molte volte Manet allestì delle mostre private nel suo studio. Nel 1862 eseguì dei dipinti per i quali fu ispirato da un gruppo di ballerini spagnoli "Lola di Valenza", mentre l'anno successivo eseguì due grandi dipinti "Le déjeuner sur l'herbe" e l' "Olympia", opere fondamentali che sono considerate come riferimenti per indicare l'inizio della pittura moderna. Successivamente cominciò a dipingere nature morte e dopo il viaggio in Spagna cominciò a dipingere corride utilizzando corpose macchie di colore.

Dal 1863 frequentò un gruppo di giovani artisti, suoi sostenitori, con cui cui costituì un gruppo impressionista, partecipando ad incontri e discussioni al Caffè Guerbois e alla Nouvelle Athènes. Una serie di opere, inoltre, nacque da osservazioni di momenti di vite quotidiane, prima immortalate tramite schizzi e poi trasformate in dipinti: "Nanà" del 1877, "Cameriera di birreria" del 1879, "Coppia al Père Lathuille" del 1879, "Il bar delle Folies-Bergère" del 1881.