NihilScio

  Home

NS www.nscio.com - ©2009-2016 Iuppiter 

Nihil Scio, Sed Unum Scio, Nihil Scire

  Educational search engine - contatti


Continua la ricerca  nella categoria Arte
sul web in siti selezionati da NihilScio:


Domenico Veneziano

Domenico di Bartolomeo (Venezia, inizi del sec. XV - Firenze 1461)

  Si disse che Venziano fu il primo pittore italiano a portare nel paese la pittura ad olio, inventata nelle Fiandre.
Riguardo questa affermazione non ci sono notizie certe, di sicuro, da quanto attestato dalle sue opere, conobbe la pittura fiamminga.
 La sua produzione artistica fu influenzata da Gentile da Fabriano di cui fu allievo a Firenze nel 1422 - 1423, e da Pisanello, col quale lavorò a Roma  tra il secondo e il terzo decennio del secolo.

I due riferimenti della sua formazione sono la pittura rinascimentale fiorentina e la tradizione tardogotica. Chiari esempi li abbiamo con la "Madonna col Bambino" un tempo inserita in un tabernacolo presso il canto de' Carnesecchi a Firenze e la tavola avente lo stesso soggetto presso la villa ai tatti di Settignano.
Con quest'ultima opera c'è un evoluzione e un accentuazione del ritmo e dell'espressione del sentimento; sembra forte la comunicazione tra la madre e il figlio che culmina nella posizione delle loro mani che si incontrano. La sintesi delle opere del Veneziano è recchiusa nella Pala dei Magnoli la "Madonna e santi" dipinta tra il 1445 - 1447. per la chiesa fiorentina di Santa Lucia de' Magnoli.

Come Angelico, anche Domenico riunì la raffigurazione in uno spazio unitario.

Per ulteriori immagini visitare il sito www.linktour.it