Pagina facebook
NihilScio         Home
 

Educational search engine
©2009-2017

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

Inglese

á     è   é     ì     í     ò 
ó      ù    ú     ü    ñ     ç   Cerca  frasi:
Italiano
Vocabolario e frasi
* Confidare a Renzo l'occorrente , e cercar con lui qualche mezzo . . .Dio liberi ! - Non si lasci scappar parola . . .altrimenti . . .ehm !- aveva detto un di que' bravi ; e , al sentirsi rimbombar quell'ehm ! nella mente , don Abbondio , non che pensare a trasgredire una tal legge , si pentiva anche dell'aver ciarlato con Perpetua .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si va dal curato: il punto sta di chiapparlo all'improvviso , che non abbia tempo di scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il buon conduttore delle due donne ha detto che il padre ddla signora era il primo in Monza: e , accozzando questa qualsisia testimonianza con alcune altre indicazioni che l'anonimo lascia scappare sbadatamente qua e là , noi potremmo anche asserire che fosse il feudatario di quel paese .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quelli di dentro , vedendo la mala parata , scapparono in soffitta: il capitano , gli alabardieri , e alcuni della casa stettero lì rannicchiati ne' cantucci ; altri , uscendo per gli abbaini , andavano su pe' tetti , come i gatti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Il meschino girava di stanza in stanza , pallido , senza fiato , battendo palma a palma , raccomandandosi a Dio , e a' suoi servitori , che tenessero fermo , che trovassero la maniera di farlo scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Chi è che non vuole che si dica: viva Ferrer ? Tu non vorresti eh , che il pane fosse a buon mercato ? Son birboni che non vogliono una giustizia da cristiani: e c'è di quelli che schiamazzano più degli altri , per fare scappare il vicario .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Dunque avete molta gente . . .Basta ; badate a non lasciarlo scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Però , di tante belle parole Renzo , non ne credette una: né che il notaio volesse più bene a lui che a' birri , né che prendesse tanto a cuore la sua riputazione , né che avesse intenzion d'aiutarlo: capì benissimo che il galantuomo , temendo che si presentasse per la strada qualche buona occasione di scappargli dalle mani , metteva innanzi que' bei motivi , per istornar lui dallo starci attento e da approfittarne .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* In quanto allo scappare , pensate se aveva bisogno di consigli .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Trovò però il verso d'accomodarla con un piccolo stralcio: raccontò del matrimonio concertato , del rifiuto di don Abbondio , non lasciò fuori il pretesto de' superiori che lui aveva messo in campo (ah , Agnese !) ; e saltò all'attentato di don Rodrigo , e come , essendo stati avvertiti , avevano potuto scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Ma sì , - soggiunse e concluse: - scappare per inciamparci di nuovo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'aprì il lazzeretto , si licenziaron tutti i poveri non ammalati che ci rimanevano , e che scapparon fuori con una gioia furibonda .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dopo aver sospirato e risospirato , e poi lasciato scappar qualche interiezione , don Abbondio cominciò a brontolare più di seguito .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Se lascio scappare una occasion così bella , - (La peste ! Vedete un poco come ci fa qualche volta adoprar le parole quel benedetto istinto di riferire e di subordinar tutto a noi medesimi !) - non ne ritorna più una simile ! "
---------------
* Mise piede sulla soglia d'una delle due stanze che c'era a terreno: al rumore de' suoi passi , al suo affacciarsi , uno scompiglìo , uno scappare incrocicchiato di topacci , un cacciarsi dentro il sudiciume che copriva tutto il pavimento: era ancora il letto de' lanzichenecchi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Che diamine . . . ? - cominciava Renzo , alzando anche lui le mani verso la donna ; ma questa , perduta la speranza di poterlo far cogliere all'improvviso , lasciò scappare il grido che aveva rattenuto fin allora: - l'untore ! dàgli ! dàgli ! dàgli all'untore !
---------------
Tino Làbiso, lungo lungo, rinfichito, tirava dalla tasca dei calzoni un pezzolone a dadi rossi e neri, vi strombettava dentro col naso che pareva una buccina marina; poi ripiegava diligentemente il pezzolone, se lo ripassava, cosí ripiegato, parecchie volte sotto il naso, e se lo rimetteva in tasca; infine, da uomo prudente, che non si lascia mai scappar giudizii avventati, diceva: - Può essere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quante volte lo Scala, per chiasso, non lo aveva minacciato di chiamare i cani per farlo scappare! Quantunque di domenica lo Scelzi non ricevesse per affari, si affrettò a lasciar passare nello studio l'insolito visitatore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Di qua e di là, divergenti quasi per lo spavento di quel naso, gli occhi lucidi, neri, pareva volessero scappargli dalla faccia gialla, disfatta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La tensione dei nervi per costringersi a star lí ferma a rappresentare la sua parte mentre irresistibilmente le veniva di seguir con gli occhi, spaventata, lo svolazzío di quella bestia schifosa, per guardarsene, o, non potendone piú, di scappar via dal palcoscenico per andare a chiudersi nel suo camerino, la esasperava fino a farle dichiarare ch'ella ormai, con quel pipistrello lí, se non si trovava il rimedio d'impedirgli che venisse a svolazzar sul palcoscenico durante la rappresentazione, non era piú sicura di sé, di quel che avrebbe fatto una di quelle sere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Accorremmo tutti; anch'io; ma uno dei miei padrini mi consigliò d'allontanarmi, di salire in vettura e scappare per la via di Chiusi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lui, di solito cosí timido, cosí ossequente, cosí misurato nelle espressioni, si lasciò scappare parole di fuoco contro la burocrazia, contro l'amministrazione dello Stato, anche contro il Ministro, contro tutto il Governo, che gli mandava a monte il viaggio di nozze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Due, Serafina e Carlotta, scapparono via nella loro camera senza neanche volgersi a guardare il cognato; Zoe fu piú coraggiosa: gli mostrò gli occhi rossi di pianto e, alzando il pugno in cui teneva il fazzoletto, gli disse tra due singhiozzi: - Cattivo! IV Ma era destino che Iduccia non dovesse godere della distinzione che il Tempini, finalmente, aveva dovuto fare tra lei e le sorelle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quarto piano, è vero? Una signora e una signorina, madre e figlia, scapparono sú di corsa per la scala con un grido d'orrore, e, poco dopo, s'intesero le grida disperate di Adriana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nel vederlo scappar via cosí, ripensando al modo con cui la aveva guardata sottraendosi alle sue premure materne, alle sue carezze, zia Michelina si vide a un tratto assalire da un sospetto che le fece orrore; cadde a sedere su una seggiola, e rimase lí per un pezzo, pallida, con gli occhi sbarrati, a grattarsi con le dita la fronte: - Possibile? Possibile? Non osò mandare nessuno a prender notizie di lui, al podere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ciò che i nuovi sacerdoti vi avrebbero fatto, don Bartolo veniva ogni giorno a spiegarlo a don Nuccio D'Alagna, il quale era pure il solo che, almeno in apparenza, stesse a sentirlo senza ribellarsi o scappar via con le mani agli orecchi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Qualche bella ragazza gli aveva sorriso per via? - All'erta, sentinellàaa! - All'erta stòòò! Qualche amico gli aveva proposto di scappar via con lui in America? - All'erta, sentinellàaa! - All'erta stòòò! E chi era piú lui, adesso? Ecco qua: uno che faceva schifo, propriamente schifo, a se stesso, se si paragonava a quello che avrebbe potuto e dovuto essere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ho forse sbagliato strada? Sono caduto per caso nel mondo della Luna? Ma che razza di scrittore è lei, scusi? Ma dunque sul serio lei non comprende l'orrore della tragedia mia? Avere il privilegio inestimabile di esser nato personaggio, oggi come oggi, voglio dire oggi che la vita materiale è cosí irta di vili difficoltà che ostacolano, deformano, immiseriscono ogni esistenza; avere il privilegio di esser nato personaggio vivo, ordinato dunque, anche nella mia piccolezza, all'immortalità, e sissignore, esser caduto in quelle mani, esser condannato a perire iniquamente, a soffocare in quel mondo d'artifizio, dove non posso né respirare né dare un passo, perché è tutto finto, falso, combinato, arzigogolato! Parole e carta! Carta e parole! Un uomo, se si trova avviluppato in condizioni di vita a cui non possa o non sappia adattarsi, può scapparsene, fuggire; ma un povero personaggio, no: è lí fissato, inchiodato a un martirio senza fine! Aria! aria! vita! Ma guardi...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non potendo per la scala, aveva pensato per un momento di scappare buttandosi dalla finestra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Costretto a bere, a quell'ora insolita, tropp'oltre la sua sete, Carlandrea Sciaramè s'era lasciata scappare a sua volta la proposta che, per il momento, la nuova Società avrebbe potuto aver sede nella stanza a terreno nel suo casalino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli li vedeva scappar via come razzi, e sospirava, tentennando sulle povere gambe piegate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
"Paf!" Una gran risata della gente, che si trovava a passare, accolse quel volo e quello scoppio, per la faccia che fece Papa-re nel vedersi scappar di mano il fido compagno delle sue fredde notti e per l'ingenuità della bimba che gli era corsa dietro, istintivamente, come se avesse voluto acchiapparlo per aria.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tirasse almeno avanti ancora un pajo di giorni! Ma mi par proprio ch'accenni d'andarsene e non mi mancherebbe altro! Ah che bei guadagni, che bei guadagni mi dà la Norvegia! Basta: lasciatemi scappare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le due donne si strinsero vieppiú tra loro; poi, vedendogli sollevare una mano e far cenno di parlare, scapparono via con un grido, a richiudersi in cucina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
All'improvviso si diede a girare per la stanza come se cercasse la via per scappare e, agitando per aria le manacce spalmate: - Che asino! - gridò.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Con quella porcheria che gli avevano cacciato nello stomaco, a bordo, se lo lasciò scappare, don Paranza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Pensò alla prossima lettura della sua commedia, mentre il vecchio dormiva; pensò al detto di un celebre commediografo francese: che durante la lettura o la rappresentazione d'un dramma, il sonno debba esser considerato come un'opinione, e si lasciò scappare dalle labbra: - Oh Dio! E allora? La Venanzi, a questo ingenuo sospiro, scoppiò a ridere, proprio di cuore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Come possono capirla la mia pena? - Ih! Io non so perché tante lagrime e tanta pena, - riprese Ninfarosa, - quando voi stessa, a quel che dicono, li faceste scappar via per disperati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ha perduto il treno? - Per un minuto, sa? Arrivo alla stazione, e me lo vedo scappare davanti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- si lasciò scappare il Righi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dio, no! Le toccò ripeterla piú volte quest'esclamazione e fu quasi tentata di scapparsene di là a un certo punto, quando parve che lui e l'Aricò si volessero azzuffare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- guardami negli occhi! - lo comprendi, è vero? che se ti lasci scappare questo momento, tu sei perduta? Come resti, senza piú il posto, senza piú nessuno? Vuoi dar colpa a tua madre della tua rovina? Non sospirò tanto, povera donna, questo tuo matrimonio? E vuoi ora che, per causa sua, vada a monte? Che fai tu di male? Coraggio, Cesara! Ci sono qua io: lascia a me la responsabilità di quello che fai! Va', va' a vestirti, va' a vestirti, figliuola mia, senza perder tempo...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Va', dammi un bacio, e scappa, caro! Il Righi si chinò a baciarla appassionatamente; ma prima di scappare a casa, volle veder la bambina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non vedendo nulla, e udendo invece una risata larga, allegra, della mamma, diventò di nuovo furente, piú furente, e la costrinse a scappar via dalla stanza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se avesse potuto lui, invece, scappar via di lí e andarle a trovare! Si propose di provarcisi; e, quando fu la sera, cheto e chinato, s'accostò all'angolo ove era il mattone e, guardando cauto e timoroso la finestra, tirò all'indietro una prima zampata per rimuoverlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dov'era il gallo? Oh Dio, eccolo là! tentava di scappare da quell'altra buca della porticina, e non poteva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tanto che, come Giglione lo trasse fuori e lo alzò sú le braccia a dosso della mula e gli diede in mano la fune della cavezza, gridandogli: - Scappa! - adirato da quella violenza, gli rispose col viso sbiancato e senza muoversi: - E se non volessi scappare? - Scappa, in nome di Dio! Dici sul serio? E Giglione spinse a due mani per di dietro la mula e le allungò un calcio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma era anche la disperazione di dover finire tra poco, in una poltrona, perso da una parte e scemo, tra quelle tre donne che lo seccavano e che gli mettevano addosso la smania di scapparsene, finché era in tempo, come un pazzo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il cavallo, allungando il muso e strappando l'erba che cresceva liberamente sulle prode, doveva essersi allontanato da sé, un passo dopo l'altro, dalle tre casette perdute nella nebbia in fondo alla traversa; il lattajo, che a ogni posta s'indugiava al solito a chiacchierar con le donne, sicuro che la bestia abituata lo stesse ad aspettare paziente davanti la porta, ora, uscendo con le bottiglie vuote e non trovandolo piú, si sarebbe dato a correre e a gridare: bisognava far presto; e il signor Bareggi, col brio di quell'improvvisa pazzia che gli schizzava dagli occhi, ansante e tutt'un tremito di contentezza e di paura, ormai senza che gli importasse piú di rendersi conto di ciò che sarebbe avvenuto e di lui e del lattajo e delle sue donne, nello scompiglio di tutte le immagini che già gli turbinava nell'animo stravolto, dette una gran frustata al cavallo e via! Non s'aspettava il salto a montone di quella bestiaccia, che pareva vecchia e non era; non s'aspettava, al rimbalzo, il fracasso di tutti i bidoni e gli orci del latte dietro il sediolo; gli scapparono di mano le redini, per sorreggersi, mentre, a quel salto del cavallo, coi piedi sobbalzati dalle stanghe e la frusta per aria, stava per arrovesciarsi all'indietro su quei bidoni e quegli orci; e non aveva ancora finito di sentirsi scampato a quel primo pericolo, che subito la minaccia di nuovi, imminenti, lo tenne senza fiato e sospeso, con quella bestia dannata sfrenata lanciata a una corsa pazza in mezzo alla nebbia che si faceva sempre piú fitta col calar della sera.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Aveva preso gusto a quel saporino di sale, e non se ne lasciava scappar via neppur una.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando, a sera chiusa, scese dal biroccino davanti alla chiesetta attaccata alla cura, là, a uno svolto dello stradone, si sentí il braccio intormentito dallo sforzo di reggersi in capo il nicchio buono, felpato, che se ne voleva scappar via con quel ventaccio maledetto, il quale urlava cosí forte, e cosí forte faceva stormir gli alberi, qua, del viale, e là del poggio incontro alla chiesetta, che la Marianna ecco, non aveva sentito il bubbolo della somara e non era accorsa come le altre volte a dargli subito una mano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
che di ballare ! — Zuannantò ! Vieni a mangiare ! Non vedi che il tuo suono è come il vento ? Fa scappar la gente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ho gridato , ho sudato: ma poi all'alba mi accorsi che era una lepre ferita: sí , presa al laccio era riuscita a scappare e stava lí con la zampetta rotta e mi guardava con due occhi da cristiana .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Aspettate, verrà un movimento grande, noi daremo il colpo, ci sarà un poco di strepito e di sbatacchiamento e lo tireremo su, il nostro pesciatello, non ce lo lasceremo scappare più, quel porcellino bianco, rosso e verde!» Il Biancòn ci aveva fatto una gran risata e spesso, mettendosi a pescare, si ruminava, per il proprio innocente piacere, la graziosa similitudine, da cui gli nascevano per solito altri sottili e profondi pensamenti politici. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il curato di Castello, Introini, quando incontrava don Giuseppe Costabarbieri, gli ricordava la canzone del 1796 che don Giuseppe aveva tirata fuori nel 1848 e poi nascosta da capo: Stare nostre crante ulane Qua fenute d'Ungheria, Ma franzose crante… ! Fato tuti scappar fia! E don Giuseppe, tutto spaventato: «Citto, citto, citto!» Intanto sui pendii di Valsolda fiorivano pacificamente le viole come se nulla fosse. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
– E tu me lo lasci scappare di casa? E non me ne dici niente? Ma che sono diventato io qua? Si rispettano così, adesso, le mie idee, i miei sentimenti? Lo dico a te e lo dico a tutti! Ah sì? Viva il Belgio, viva la Francia...(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Diventa pallidissimo, poi, tutt’a un tratto, paonazzo; si scaglia addosso al Fongi, come se Fongi se ne volesse scappare:
---------------
* Il Pantogada non avrebbe voluto lasciarsela scappare; ma poi, costretto da una impellente necessità di denaro, aveva ceduto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La signorina Pantogada e la governante scapparono via dalla camera, mentre il Paleari gridava irritatissimo:
---------------
* Sentii scappare la vecchia strega, certo atterrita, e subito immaginai che cosa in quel momento accadeva di là. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – E già, me n’ero scappato, hai sentito? Come se non m’avessero fatto scappar loro... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Pensavo , insieme ai pochi a' quali m''ero accostato , a un colpo di mano per impadronirci della città ; mi preparavo alla rivolta universale ; avevo voglia di scappare , di viaggiare ogni paese , di urtarmi coi corpi di tutti i popoli , di stomacarmi nelle esalazioni d'oriente , di sperdermi tra i fumi del nord . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Già lassù c’è sempre della gente e lei farebbe una bella figura se tentasse di scappare .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
riscappare
= verbo intr. scappare di nuovo.
---------------
scappato
= participio passato di scappare - uccelli scappati , involtini di carne che si infilano su spiedini , spesso alternati con altri ingredienti , e che si cuociono come la cacciagione .
---------------
Spagnolo
Vocabolario e frasi
* Mas, aunque sobre el cuerno de la luna siempre se vio encumbrada mi ventura, tus proezas envidio, ¡oh, gran Quijote! LA SEÑORA ORIANA A DULCINEA DEL TOBOSO Soneto ¡Oh, quién tuviera, hermosa Dulcinea, por más comodidad y más reposo, a Miraflores puesto en el Toboso, y trocara sus Londres con tu aldea! ¡Oh, quién de tus deseos y librea alma y cuerpo adornara, y del famoso caballero, que hiciste venturoso, mirara alguna desigual pelea! ¡Oh, quién tan castamente se escapara del señor Amadís, como tú hiciste del comedido hidalgo don Quijote! Que así envidiada fuera y no envidiara, y fuera alegre el tiempo que fue triste, y gozara los gustos sin escote( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Cuando Sancho oyó las palabras de su amo, comenzó a llorar con la mayor ternura del mundo y a decirle: —Señor, yo no sé por qué quiere vuestra merced acometer esta tan temerosa aventura; ahora es de noche, aquí no nos ve nadie, bien podemos torcer el camino y desviarnos del peligro, aunque no bebamos en tres días; y, pues no hay quien nos vea, menos habrá quien nos note de cobardes; cuanto más que yo he oído predicar al cura de nuestro lugar, que vuestra merced bien conoce, que quien busca el peligro, perece en él; así que no es bien tentar a Dios acometiendo tan desaforado hecho, donde no se puede escapar sino por milagro, y basta los que ha hecho el cielo con vuestra merced en librarle de ser manteado, como yo lo fui, y en sacarle vencedor, libre y salvo de entre tantos enemigos como acompañaban al difunto.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* A Sancho le quitaron el gabán y, dejándole en pelota, repartiendo entre sí los demás despojos de la batalla, se fueron cada uno por su parte, con más cuidado de escaparse de la Hermandad que temían que de cargarse de la cadena e ir a presentarse ante la señora Dulcinea del Toboso( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Animole a esto haber visto que de la refriega de los galeotes se había escapado libre la despensa que sobre su asno venía, 159 cosa que la juzgó a milagro, según fue lo que llevaron y buscaron los galeotes3322 ( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Pero la suerte fatal, que, según opinión de los que no tienen lumbre de la verdadera fe, todo lo guía, guisa y compone a su modo, ordenó que Ginés de Pasamonte, el famoso embustero y ladrón que de la cadena, por virtud y locura de Don Quijote, se había escapado, llevado del miedo de la Santa Hermandad, de quien con justa razón temía, acordó de esconderse en aquellas montañas; y llevole su suerte y su miedo a la misma parte donde había llevado a don Quijote y a Sancho Panza, a hora y tiempo que los pudo conocer, y a punto que los dejó dormir.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Con esto se escapan de aquel primer ímpetu y se reconcilian con la Iglesia, sin que se les haga daño, y cuando veen la suya, se vuelven a Berbería a ser lo que antes eran( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Pero él respondió que no convenía, a causa que, si allí los dejaban, apellidarían luego la tierra y alborotarían la ciudad, y serían causa que saliesen a buscallos con algunas fragatas ligeras, y les tomasen la tierra y la mar, de manera, que no pudiésemos escaparnos; que lo que se podría hacer era darles libertad en llegando a la primera tierra de cristianos( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* No sé con qué intención viene, ni cómo ha podido escaparse de su padre, que le quiere extraordinariamente, porque no tiene otro heredero y porque él lo merece, como lo verá vuestra merced cuando le vea.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* El cura encargó a la sobrina tuviese gran cuenta con regalar a su tío, y que estuviesen alerta de que otra vez no se les escapase, contando lo que había sido menester para traelle a su casa.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Maese Pedro, que vio que don Quijote izquierdeaba y que volvía a su primer tema, no quiso que se le escapase, y así, le dijo: —Esta no debe de ser Melisendra, sino alguna de las doncellas que la servían, y, así, con sesenta maravedís que me den por ella, quedaré contento y bien pagado( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* ¡Bonitos eran ellos para sufrir semejantes cosquillas! Para mi santiguada que tengo por cierto que si Reinaldos de Montalbán hubiera oído estas razones al hombrecito, tapaboca le hubiera dado que no hablara más en tres años; ¡no sino tomárase con ellos, y viera cómo escapaba de sus manos! Perecía de risa la duquesa en oyendo hablar a Sancho, y en su opinión le tenía por más gracioso y por más loco que a su amo, y muchos hubo en aquel tiempo que fueron deste mismo parecer.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* —Bien puede ser todo eso —dijo Sancho Panza—, y agora quiero creer lo que mi amo cuenta de lo que vio en la cueva de Montesinos, donde dice que vio a la señora Dulcinea del Toboso en el mesmo traje y hábito que yo dije que la había visto cuando la encanté por sólo mi gusto; y todo debió de ser al revés, como vuesa merced, señora mía, dice, porque de mi ruin ingenio no se puede ni debe presumir que fabricase en un instante tan agudo embuste, ni creo yo que mi amo es tan loco que con tan flaca y magra persuasión como la mía creyese una cosa tan fuera de todo término; pero, señora, no por esto será bien que vuestra bondad me tenga por malévolo, pues no esta obligado un porro como yo a taladrar los pensamientos y malicias de los pésimos encantadores; yo fingí aquello por escaparme de las riñas de mi señor don Quijote, y no con intención de ofenderle; y si ha salido al revés, Dios está en el cielo, que juzga los corazones( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Apagaron las velas que en el aposento ardían, y andaban buscando por do escaparse; el descolgar y subir del cordel de los grandes cencerros no cesaba; la mayor parte de la gente del castillo, que no sabía la verdad del caso, estaba suspensa y admirada( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Mandó el general que las dos saliesen a la mar, y él con la otra iría tierra a tierra, porque ansí el bajel no se les escaparía.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Las que salieron a la mar, a obra de dos millas, descubrieron un bajel que con la vista le marcaron por de hasta catorce o quince bancos, y así era la verdad; el cual bajel, cuando descubrió las galeras, se puso en caza con intención y esperanza de escaparse por su ligereza; pero avínole mal, porque la galera capitana era de los más ligeros bajeles que en la mar navegaban, y así, le fue entrando, que claramente los del bergantín conocieron que no podían escaparse, y así, el arráez quisiera que dejaran los remos y se entregaran, por no irritar a enojo al capitán que nuestras galeras regía.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Preguntole el general: —Dime, mal aconsejado perro, ¿quién te movió a matarme mis soldados, pues veías ser imposible el escaparte? ¿Ese respeto se guarda a las capitanas? ¿No sabes tú que no es valentía la temeridad? Las esperanzas dudosas han de hacer a los hombres atrevidos pero no temerarios( Cervantes - Don Quijote)
---------------
Coniugazione:1 - scappare
Ausiliare:essere intransitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io scappo
tu scappi
egli scappa
noi scappiamo
voi scappate
essi scappano
Imperfetto
io scappavo
tu scappavi
egli scappava
noi scappavamo
voi scappavate
essi scappavano
Passato remoto
io scappai
tu scappasti
egli scappò
noi scappammo
voi scappaste
essi scapparono
Passato prossimo
io sono scappato
tu sei scappato
egli é scappato
noi siamo scappati
voi siete scappati
essi sono scappati
Trapassato prossimo
io ero scappato
tu eri scappato
egli era scappato
noi eravamo scappati
voi eravate scappati
essi erano scappati
Trapassato remoto
io fui scappato
tu fosti scappato
egli fu scappato
noi fummo scappati
voi foste scappati
essi furono scappati
Futuro semplice
io scapperò
tu scapperai
egli scapperà
noi scapperemo
voi scapperete
essi scapperanno
Futuro anteriore
io sarò scappato
tu sarai scappato
egli sarà scappato
noi saremo scappati
voi sarete scappati
essi saranno scappati
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io scappi
che tu scappi
che egli scappi
che noi scappiamo
che voi scappiate
che essi scappino
Passato
che io sia scappato
che tu sia scappato
che egli sia scappato
che noi siamo scappati
che voi siate scappati
che essi siano scappati
Imperfetto
che io scappassi
che tu scappassi
che egli scappasse
che noi scappassimo
che voi scappaste
che essi scappassero
Trapassato
che io fossi scappato
che tu fossi scappato
che egli fosse scappato
che noi fossimo scappati
che voi foste scappati
che essi fossero scappati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io scapperei
tu scapperesti
egli scapperebbe
noi scapperemmo
voi scappereste
essi scapperebbero
Passato
io sarei scappato
tu saresti scappato
egli sarebbe scappato
noi saremmo scappati
voi sareste scappati
essi sarebbero scappati
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
scappa
scappi
scappiamo
scappate
scappino
Futuro
-
scapperai
scapperà
scapperemo
scapperete
scapperanno
INFINITO - attivo
Presente
scappare
Passato
essere scappato
PARTICIPIO - attivo
Presente
scappante
Passato
scappato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
scappando
Passato
essendo scappato
Conjugacíon: 1 - escapar
auxiliar: haber - transitivo
INDICATIVO activo
Presente
yo escapo
escapas
él/ella escapa
nosotros escapamos
nosotros escapáis
ellos/ellas escapan
Imperfecto
yo escapaba
escapabas
él/ella escapaba
nosotros escapabamos
vosotros escapabais
ellos/ellas escapaban
Pretérito indefinito
yo escapé
escapaste
él/ella escapó
nosotros escapamos
vosotros escapasteis
ellos/ellas escaparon
Preterito perfecto
yo he escapado
has escapado
él/ella ha escapado
nosotros hemos escapado
vosotros habéis escapado
ellos/ellas han escapado
Preterito pluscuamperfecto
yo había escapado
habías escapado
él/ella había escapado
nosotros habíamos escapado
vosotros habíais escapado
ellos/ellas habían escapado
Preterito anterior
yo hube escapado
hubiste escapado
él/ella hubo escapado
nosotros hubimos escapado
vosotros hubisteis escapado
ellos/ellas hubieron escapado
Futuro
yo escaparé
escaparas
él/ella escapará
nosotros escaparemos
vosotros escapareis
ellos/ellas escaparán
Futuro perfecto
yo habré escapado
habrás escapado
él/ella habrá escapado
nosotros habremos escapado
vosotros habréis escapado
ellos/ellas habrán escapado
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo escape
escapes
él/ella escape
nosotros escapemos
nosotros escapéis
ellos/ellas escapen
Pretérito perfecto
yo haya escapado
hayas escapado
él/ella haya escapado
nosotros hayamos escapado
nosotros hayáis escapado
ellos/ellas hayan escapado
Pretérito imperfetto I
yo escapara
escaparas
él/ella escapara
nosotros escapáramos
nosotros escaparais
ellos/ellas escaparan
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiera escapado
hubieras escapado
él/ella hubiera escapado
nosotros hubiéramos escapado
nosotros hubierais escapado
ellos/ellas hubieran escapado
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese escapado
hubieses escapado
él/ella hubiese escapado
nosotros hubiésemos escapado
nosotros hubieseis escapado
ellos/ellas hubiesen escapado
Pretérito imperfetto II
Futuro
yo escapare
escapares
él/ella escapare
nosotros escapáremos
nosotros escapareis
ellos/ellas escaparen
Futuro perfecto
yo hubiere escapado
hubieres escapado
él/ella hubiere escapado
nosotros hubiéremos escapado
nosotros hubiereis escapado
ellos/ellas hubieren escapado
POTENCIAL - activo
Presente
yo escaparía
escaparías
él/ella escaparía
nosotros escaparíamos
vosotros escaparíais
ellos/ellas escaparían
Perfecto
yo habría escapado
habrías escapado
él/ella habría escapado
nosotros habríamos escapado
vosotros habríais escapado
ellos/ellas habrían escapado
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
escapa
escape
escapemos
escapad
escapen
 
 
 
 
 
 
 
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber escapado
PARTICIPIO - activo
Presente
que escapa
Compuesto
escapado
GERUNDIO activo
Presente
escapando
Compuesto
habiendo escapado
INDICATIVO pasivo
Presente
yo soy escapado
eres escapado
él/ella es escapado
nosotros somos escapados
nosotros seis escapados
ellos/ellas son escapados
Imperfecto
yo era escapado
eras escapado
él/ella era escapado
nosotros èramos escapados
vosotros erais escapados
ellos/ellas eran escapados
Pretérito indefinito
yo fui escapado
fuiste escapado
él/ella fue escapado
nosotros fuimos escapados
vosotros fuisteis escapados
ellos/ellas fueron escapados
Preterito perfecto
yo he sido escapado
has sido escapado
él/ella ha sido escapado
nosotros hemos sido escapados
vosotros habèis sido escapados
ellos/ellas han sido escapados
Preterito pluscuamperfecto
yo había sido escapado
habías sido escapado
él/ella había sido escapado
nosotros habíamos sido escapados
vosotros habías sido escapados
ellos/ellas habían sido escapados
Preterito anterior
yo hube sido escapado
hubiste sido escapado
él/ella hubo sido escapado
nosotros hubimos sido escapados
vosotros hubisteis sido escapados
ellos/ellas hubieron sido escapados
Futuro
yo seré escapado
serás escapado
él/ella será escapado
nosotros seremos escapados
vosotros sereis escapados
ellos/ellas serán escapados
Futuro perfecto
yo habrè sido escapado
habrás sido escapado
él/ella habrá sido escapado
nosotros habremos sido escapados
vosotros habreis sido escapados
ellos/ellas habrán sido escapados
CONJUNTIVO - pasivo
Presente
yo sea escapado
seas escapado
él/ella sea escapado
nosotros seamos escapados
nosotros seáis escapados
ellos/ellas sean escapados
Pretérito perfecto
yo haya sido escapado
hayas sido escapado
él/ella haya sido escapado
nosotros hayamos sido escapado
nosotros hayáis sido escapado
ellos/ellas hayan sido escapado
Pretérito imperfetto I
yo fuere escapado
fueres escapado
él/ella fuere escapado
nosotros fuéremos escapados
nosotros fuereis escapados
ellos/ellas fueren escapados
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiere sido escapado
hubieres sido escapado
él/ella hubiere sido escapado
nosotros hubiéremos sido escapados
nosotros hubierei sido escapados
ellos/ellas hubieren sido escapados
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese sido escapado
hubieses sido escapado
él/ella hubiese sido escapado
nosotros hubiésemos sido escapados
nosotros hubieseis sido escapados
ellos/ellas hubiesen sido escapados
Pretérito imperfetto II
Futuro
yo fuere escapado
fueres escapado
él/ella fuere escapado
nosotros fuéremos escapados
nosotros fuereis escapados
ellos/ellas fueren escapados
Futuro perfecto
yo hubiere sido escapado
hubieres sido escapado
él/ella hubiere sido escapado
nosotros hubiéremos sido escapados
nosotros hubiereis sido escapados
ellos/ellas hubieren sido escapados
POTENCIAL - pasivo
Presente
yo sería escapado
serías escapado
él/ella sería escapado
nosotros seríamos escapados
vosotros seríais escapados
ellos/ellas serían escapados
Perfecto
yo habría sido escapado
habrías sido escapado
él/ella habría sido escapados
nosotros habríamos sido escapados
vosotros habríais sido escapados
ellos/ellas habrían sido escapados
IMPERATIVO - pasivo
Positivo
-
sé escapado
sea escapado
seamos escapados
sed escapados
sean escapados
 
 
 
 
 
 
 
INFINITO pasivo
Presente
ser escapado
Compuesto
haber sido escapado
PARTICIPIO - pasivo
Presente
que es escapado
Compuesto
escapado
GERUNDIO pasivo
Presente
siendo escapado
Compuesto
habiendo sido escapado