Buena navegación con NihilScio!  Página de Facebook
NihilScio                Home

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

á   è   é   ì   í   ò
ó   ù   ú   ü   ñ   ç
Inglese
sinonimi di aterrizar

  Cerca  frasi:
Vocabulario y frases
aterrizar
= intr. atterrare .
---------------
Vocabulario y frases
atterrare
= verbo trans. gettare , stendere , far cadere a terra
---------------
* Il dottore , vedendo il nuovo cliente più attento che atterrito , si maravigliava .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Può adirarsi che tu mostri sospetto di lui , e , nello stesso tempo , farti sentire che quello di che tu sospetti è certo: può insultare e chiamarsi offeso , schernire e chieder ragione , atterrire e lagnarsi , essere sfacciato e irreprensibile .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* È risoluta , m'ha fatto intendere che è risoluta . . .- A questo passo , alzò essa verso il padre uno sguardo tra atterrito e supplichevole , come per chiedergli che sospendesse , ma egli proseguì francamente: - che è risoluta di prendere il velo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Costui , da una sua finestrina che dominava un cortiletto di quel quartiere , avendo veduta Gertrude qualche volta passare o girandolar lì , per ozio , allettato anzi che atterrito dai pericoli e dall'empietà dell'impresa , un giorno osò rivolgerle il discorso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Era per perdersi affatto ; ma atterrito , più che d'ogni altra cosa , del suo terrore , richiamò al cuore gli antichi spiriti , e gli comandò che reggesse .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Lucia fu atterrita d'una tale richiesta ; e con quella sua suggezione , ma senza nascondere una gran maraviglia , addusse subito , per disimpegnarsene , le ragioni che la signora doveva intendere , che avrebbe dovute prevedere: senza la madre , senza nessuno , per una strada solitaria , in un paese sconosciuto . . .Ma Gertrude , ammaestrata a una scola infernale , mostrò tanta maraviglia anche lei , e tanto dispiacere di trovare una tal ritrosia nella persona di cui credeva poter far più conto , figurò di trovar così vane quelle scuse ! di giorno chiaro , quattro passi , una strada che Lucia aveva fatta pochi giorni prima , e che , quand'anche non l'avesse mai veduta , a insegnargliela , non la poteva sbagliare ! . . .Tanto disse , che la poverina , commossa e punta a un tempo , si lasciò sfuggir di bocca: - e bene ; cosa devo fare ?
---------------
* Lucia girò la testa indietro atterrita , e cacciò un urlo ; il malandrino la mise per forza nella carrozza: uno che stava a sedere davanti , la prese e la cacciò , per quanto lei si divincolasse e stridesse , a sedere dirimpetto a sé: un altro , mettendole un fazzoletto alla bocca , le chiuse il grido in gola .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Accorata , affannata , atterrita sempre più nel vedere che le sue parole non facevano nessun colpo , Lucia si rivolse a Colui che tiene in mano il cuore degli uomini , e può , quando voglia , intenerire i più duri .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si riscosse quando sentì picchiare ; e , alzando la faccia atterrita , gridò: - chi è ? chi è ? Non venga nessuno !
---------------
* Lucia alzò la testa , guardò l'innominato , e , vedendo bassa quella fronte , atterrato e confuso quello sguardo , presa da un misto sentimento di conforto , di riconoscenza e di pietà , disse: - oh , il mio signore ! Dio le renda merito della sua misericordia !
---------------
* Già sul principio stesso del suo pontificato , nel primo solenne ingresso in duomo , la calca e l'impeto della gente addosso a lui era stato tale , da far temere della sua vita ; e alcuni gentiluomini che gli eran più vicini , avevano sfoderate le spade , per atterrire e respinger la folla .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* I birboni che la peste risparmiava e non atterriva , trovarono nella confusion comune , nel rilasciamento d'ogni forza pubblica , una nuova occasione d'attività , e una nuova sicurezza d'impunità a un tempo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Ma che poteva voler da lei quel bruto? Ella era già esausta: un altro colpo, anche lieve, l'avrebbe atterrata.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Con le mani tra i capelli, si voltò a guardare verso la casa campestre; ma fu colpito negli occhi improvvisamente dall'ampia faccia pallida della Luna sorta appena dal folto degli olivi lassú; e rimase atterrito a mirarla, come se quella dal cielo avesse veduto e lo accusasse.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Mattia e i quattro contadini lo mirarono un pezzo, atterriti; a un tratto, trabalzarono tutt'e cinque, a un rumore che venne di sotto al letto: si guardarono negli occhi; poi, uno di loro si chinò a guardare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Flavia, smarrita, atterrita, chiamò ajuto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Allora Faustino Perres, atterrito per le sorti della sua nuova commedia, pregò, scongiurò l'impresario e il capocomico di far salire sul tetto due, tre, quattro operai, magari a sue spese, per scovare il nido e dar la caccia a quella insolentissima bestia; ma si sentí dare del matto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Scoppiato il colera, atterrita dalla grande moría e convinta fermamente che dovessimo tutti morire, io sopra tutti, ch'ero, secondo lei, in peccato mortale, per placare l'ira divina, pretese da me il sacrifizio che sposassi, almeno in chiesa solamente, quella ragazza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ricordava ancora le angosce che gli avevano strizzato il coricino atterrito nelle terribili insonnie di quelle notti lontane.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma ecco qua: l'anima immortale, i signori spiriti che fanno? vengono a bussare alla porta del mio studio: "Ehi, signor avvocato, ci siamo anche noi, sa? Vogliamo ficcare anche noi il naso nel suo codice civile! Voi, gente positiva, non volete curarvi di noi? Non volete piú darvi pensiero della morte? E noi, allegramente, dal regno della morte, veniamo a bussare alle porte dei vivi, a sghignazzar dentro gli armadii, a far rotolare sotto gli occhi vostri le seggiole, come se fossero tanti monellacci, ad atterrir la povera gente e a mettere in imbarazzo, oggi, un avvocato che passa per dotto; domani, un tribunale chiamato a dar su noi una novissima sentenza...".(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Zummo, convulso, coi capelli irti su la fronte, atterrito e beato, poté assistere a tutte, o quasi, le manifestazioni piú stupefacenti registrate e descritte nei libri da lui letti con tanta passione.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E qui l'avvocato Zummo, con drammaticissima eloquenza, entrò a parlare delle piú meravigliose manifestazioni spiritiche, attestate, controllate, accettate dai piú grandi luminari della scienza: fisici, chimici, psicologi, fisiologi, antropologi, psichiatri; soggiogando e spesso atterrendo addirittura il pubblico che ascoltava a bocca aperta e con gli occhi spalancati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cosí pensò il Lori, per spiegarsi quella violenza; pensò che il dolore può diversamente su gli animi: certi, li atterra; certi altri li arrabbia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mutilare la montagna; atterrare gli alberi, per costruire case.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Paroni, atterrito, con le mani innanzi al volto, cercò di sottrarsi alla mira, gridando: - Sei pazzo?...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cosí egli la vedrà bene! Ma per poco Clementina non precipita giú in istrada, nell'accorgersi che quel giovine, vedendola lí, s'è levato in piedi e gesticola furiosamente, spaventato, e le accenna di smontare, giú di lí, giú di lí, per carità: incrocia le mani sul petto, si prende il capo tra le mani e grida, ora, grida! Clementina scende dal tavolino quanto piú presto può, sgomenta, anzi atterrita; lo guarda, tutta tremante, con gli occhi sbarrati; egli le tende le braccia, le invia baci; e allora: "è matto...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il professor Carmelo Sabato, ancora sorretto per le ascelle, ansimante, guardò un pezzo la morta, quasi atterrito, in silenzio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Io stavo ad ascoltarlo, sbalordito; no, che dico sbalordito? quasi atterrito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Sí? - disse, e ammutolí subito dopo, piegandosi indietro, atterrito, a sedere sui talloni, con le braccia conserte al petto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Esco io, piú tardi, - poi disse, facendosi davanti allo specchio sul cassettone, e ravviandosi dopo tanti giorni i capelli con un tale gesto, che la madre dalla poltrona rimase a mirarla per un lungo pezzo, atterrita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il bujo, il silenzio, vi atterriscono.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non si resse piú sul gomito, ricadde a giacere e si mise per un pezzo come a grufare, per non sentire il silenzio della campagna, che lo atterriva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tanto piú che per distruggere e atterrare quel fantastico edificio di cartapesta (sic), ch'era il progetto della Giunta, poche parole sarebbero bastate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah, quel sibilo terribile, prima del tonfo! Carponi, con le reni aperte dai brividi, aveva tentato di allontanarsi; ma invano; ed era rimasto lí, tra il grandinare delle palle, atterrito, basito, vedendo la morte con gli occhi, a ogni tonfo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Papa-re, atterrito dagli urli, dalle imprecazioni, dal tremendo scompiglio dietro il chiosco, si curvò sulla piccina che aveva dato un balzo allo sparo, e si restrinse tutto in sé, tremando.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La vecchia tornò a guardarlo, quasi atterrita, e ripeté: - Ma come! Che dice? E allora che voto è? Se non do quello che ho promesso, che vale? Ma scusi, a chi parlo? Non parlo forse a un sacerdote? E perché allora mi tratta cosí? O che forse crede che non do a San Calògero miracoloso con tutto il cuore quello che gli ho promesso? Oh Dio! oh Dio! Forse perché le ho parlato di quanto ho penato per raccoglierlo? E cosí dicendo, si mise a piangere perdutamente, con quegli orribili occhi insanguati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- balbettò, piú incuriosito quasi sulle prime, che atterrito da quella vista, stringendosi nelle spalle e protendendo il collo a guardare come fanno i miopi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Perché mi avete nascosto che avevate qua quest'altro figlio? Maragrazia lo guardò, dapprima smarrita, poi quasi atterrita; si passò le mani tremanti su la fronte e sui capelli, e disse: - Ah, signorino: io sudo freddo, se vossignoria mi parla di quel figlio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se non che, la balia che lo aveva allevato e che, rimasta vedova e sola, era venuta a trovarlo per star con lui, da governante ora e da serva rientrando in casa con la spesa giornaliera, s'era scagliata addosso a quella femmina, le aveva strappato il ragazzo dalle braccia; e il povero Dolfino, atterrito, aveva sentito ripetere dalla sua balia a colei che si diceva sua madre turpi parole, per cui le due donne eran venute alle mani, e n'era seguita una scena orribile, dopo la quale egli aveva dovuto mettersi a letto assalito da una violentissima febbre.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il povero Dolfino n'era atterrito, e lui non trovava piú modo a confortarlo con qualche parolina, perché quel mugolo del vento, piú che il fragore del mare, gli toglieva, non che la voce, ma finanche il respiro, gli torceva dentro le viscere, gli dava un'angoscia rabbiosa e muta, che trovava solo, di tanto in tanto, un po' di sfogo involontario nella gola della povera balia, la quale, per compir l'opera, s'era ammalata d'angina e doveva starsene a letto, anche lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Che vuoi? - gli chiede il ragazzo, tremando, atterrito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
D'improvviso s'inginocchiò davanti alla sbiobbina atterrita; le prese le braccia e le gridò: - Sputami! Sputami! sputami in faccia! Sopravvennero alle grida due donne, svegliate di soprassalto, mezzo discinte: la signora Nàccheri, cognata del Righi, vedova, e la figliuola Giuditta, con un bambino in braccio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non s'aspettava di sentirsi afferrare per le braccia e scrollare e gridare dal professore, piú che mai concitato: - No! no! no! Non piangere, ora! Abbi pazienza, figliuola! Da' ascolto a me! Tornò a guardarlo, quasi atterrita questa volta, col pianto arrestato negli occhi, e disse: - Ma come vuole che non pianga? - Non devi piangere, perché non è ora di piangere, questa, per te! - tagliò corto il professore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E difatti mi consta che non lo chiamano, se non proprio all'ultimo momento, cioè quando finiscono di essere Milocchesi e sono soltanto povere bestie atterrite dalla morte imminente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Oh, no, no: egli, nella sciagura che lo aveva atterrato, messo in guerra con tutti e con se stesso, non poteva piú fare a meno di quella donna fervida e forte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Arrivò appena a girar la maniglia: un ruglio aspro, roco, come di belva sorpresa nel giaccio, l'arrestò di botto, la fece voltare, atterrita, a guardar nella stanza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma non quella presenza la atterriva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La atterriva il fatto, che avesse potuto dimenticare per un momento che lí in quel bujo degli scuri sempre accostati, ci fosse il nonno e che ella avesse potuto trasgredire, senza punto pensarci, all'ordine severissimo dei genitori, da tanto tempo espresso e sempre osservato da tutti, di non entrare cioè in quella stanza se non dopo aver picchiato all'uscio e chiestane licenza (come si dice?): -Permetti nonnino? - ecco, cosí, e poi pian pianino, in punta di piedi, senza fare il minimo rumore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A mano a mano che questo era cresciuto fino ad assumere quelle proporzioni mostruose, l'anima atterrita si doveva certo esser fatta dentro di lei piccina piccina, con certe voglie timide e angosciose di toccare le piccole cose gentili e delicate, ma pur non osando toccarle per non vederle quasi sparire al contatto delle schiaccianti mani.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dionisio Vernoni non diede tempo agli altri di sorridere di questa considerazione; incalzò: - Organo e arpe? - Arpe? Arpe, non so, - rispose quella, atterrita dal modo con cui il Vernoni la guardava.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutti i picconieri e i carusi erano accorsi sul luogo dello scoppio; egli solo, Ciàula, atterrito, era scappato a ripararsi in un antro noto soltanto a lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sidora accorse atterrita; ma egli l'arrestò con un cenno delle braccia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sbalordito e indignato, domandai: - Ma come? E la madre ci crede davvero? Quelle brave comari erano ancora cosí tutte accorate e atterrite, che del mio sbalordimento e della mia indignazione s'offesero.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La morte quasi improvvisa del professor De Vitti venne a strappare violentemente Marco Perla da quell'ibrido e atterrito stato d'animo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La zia, dapprima sbalordita, poi quasi atterrita, cercò di calmarlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Troppo chiaramente però, infine, parlò lo sguardo di lui, quando, disfatto, curvo sul letto a spiare l'ultimo respiro del moribondo, si rialzò e si volse verso di lei, che gli stava accanto convulsa, atterrita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lasciai Lione abbattuta, e quasi atterrita: ma quella città senza gioie parve imbellire agli occhi miei, dacché ci lasciavo persona che non mi avrebbe dimenticata mai, e che poteva pensarmi senza rimorso.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Rosa atterrita di pietà, domandava: ella che non aveva parole né voce, le mostrò l’ultima lettera di Giovanni. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Poi la mente stanca e atterrita fuggiva, poi ritornava con impeto confidente; e il pentimento del così divagarsi era anch’esso preghiera.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Leggevano le iscrizioni o semplici e pie, o vantatrici e senza cuore, o gravi d’affannoso amore umano senza pensiero a Dio: vedevano i lagrimoni grossi dipinti in bianco sul legno; d’alcuni monumenti le lagrime e le lettere già mangiate dal tempo breve; d’altri i fior secchi, d’altri atterrate o stroncate le croci: vedevano le annaffiatrici che per un soldo al dì fanno vivere quelle gracili memorie, e campan de’ fiori, del dolore altrui, della morte. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Il maligno uomo si preparava un divertimento squisito; dire al signor Giacomo e a don Giuseppe che sua moglie desiderava rimediare al mal fatto e metter pace, farli trovare tutti e tre insieme a casa sua, star ad ascoltare dietro un uscio la deliziosa scena che seguirebbe fra il signor Giacomo irritato, don Giuseppe atterrito, la Barborin addolorata e sorda. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Dio, le veniva in mente adesso! Se anche lo zio l'avesse dimenticata! Se non l'avesse consegnata nel '48, dopo la guerra; quando tutte le armi si dovevano consegnare, pena la vita! Avrà pensato, lo zio, nella sua semplicità patriarcale, che quel ricordo di famiglia, giacente da trentasei anni nel fondo d'un cassettone, era pure diventato un arnese pericoloso e proibito? E Franco, Franco che non sapeva niente! Luisa teneva le mani sulla spalliera d'una seggiola; la seggiola scricchiolò tutta sotto una stretta convulsa; ell'alzò le mani, atterrita come se avesse parlato. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Gli passò anzi nel cervello, come una lama rapida e fredda, il pensiero che questo latente antagonismo fra le idee di sua moglie e le sue avesse un giorno o l'altro a scoppiare in qualche doloroso modo e se la strinse atterrito nelle braccia come per difender sé e lei contro i fantasmi della propria mente. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Egli che aveva sperato una smentita violenta, sussurrò atterrito: «Dio mio!». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Allora fu lei che si atterrì, fu lei che lo strinse disperatamente fra le braccia singhiozzando «ma no! ma no! ma no!». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Atterrita all'idea di indugiarsi troppo, Luisa chiuse in fretta e in furia, passò correndo per la sala, tolse l'ombrello, uscì senz'avvertir nessuno, senza chiuder la porta di casa e prese la via di Albogasio Inferiore. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Non c'è mica stata malattia.» Egli si rizzò in piedi, esclamò atterrito: «Come? Non c'è stata malattia?» La persona che Franco aveva udito dormire, la Leu, entrò in quel momento per far suffumigi, vide Franco, rimase sbalordita. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non si può sapere.» «Ma e le altre comunicazioni, dunque? Non vi è certezza mai?» «Mai.» Ella tacque, atterrita. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Costruendole la vacca infame, assegnò al toro quello d'intrattenerla. Ed egli, che praticava il volo basso come Henry Farman, andò ad atterrarsi in Sicilia, immune dalla panna figliale. Ammirabile esempio!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Isa, Isa, mandalo via, mandalo via! — gridò gettandosi perdutamente al collo della sorella e stringendola in una stretta convulsa che la soffocava, come atterrita dall'apparizione subitanea d'un fantasma. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Con gli occhi sbarrati ella fu cieca un'altra volta, fu senza lume come chi sta per perdere i sensi e per piombare a terra. Il mondo roteò intorno a lei come il vortice intorno al naufrago sommerso. — Qual'era, qual'era quella sola parola? la medesima ch'ella aveva osato proferire? — Il baleno dell'illusione bastò ad atterrarla. La paura della felicità fu infinitamente più grande che la paura dello strazio e della morte. Ella attese che la gioia la folgorasse. La voce si tacque. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Non temo di mostrarvi la mia verità. A chi mi confesserò se non a colui che amo? Questo è un sacramento. «Che cosa hai tu fatto dell'anima tua?» E bisogna rispondere. Non si perdona a chi abbia vissuto invano. Io ho dato tutto. La mia anima disperata io l'ho sostenuta con la speranza, per l'amore dell'amore. Udite questo. La notte che seguì il vostro arrivo a Volterra, io e mia sorella fummo l'una di fronte all'altra, così come nostra madre ci fece, senza freno e senza maschera. Ella era smarrita, ella era atterrita dinanzi a quel che il mio cuore poteva. Tre volte, disse: «Fa dunque ch'egli t'ami». Era una sfida superba? La raccolsi? M'illusi di poter vincere? E che ho mai fatto io per vincere? di quali seduzioni mi sono armata? Udite questo ancóra. Quella notte, nel combattimento, ella mi domandò: «Credi tu che l'ami di più?» Io risposi: «Non di più. L'amo io sola». Avevo già guardato la morte, mi ero già inclinata verso l'abisso. E volli vivere. Non io volli vivere, ma il mio amore volle vivere in me. Non ero nata se non per portarlo.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
D'improvviso nell'oscurità un grido si levò, un grido di terrore; a cui un altro grido rispose, ché anche la misera nella confusione del sonno era atterrita sentendo le mani di Lunella aggrapparsi al suo collo, e tutto il corpo sobbalzare convulso. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella indietreggiava, ma egli non si levò. Una parola vituperosa, quella che svergogna la femmina da conio, risonò cruda fra le quattro pareti. E poi si fece una pausa, come dopo un colpo che atterra. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Atterrata ella non era ancóra; ma certo qualcosa di lei era piombata a terra, se bene ella restasse in piedi. Le sue gambe s'agghiacciavano; il suo cuore pareva come retrocesso verso la schiena, come aderente alle vertebre, vuotato di sangue. Aveva traudito?
---------------
L'addio le restò tra i denti. Il maschio già s'era precipitato sopra lei, l'aveva atterrata, era caduto in un viluppo. E col pugno la percoteva sul viso, su le braccia, sul petto, ruggendo la parola vituperosa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella non cessava di piangere. Egli s'alzò in piedi, brancolò su la parete. Uno sprazzo di luce rischiarò la stanza. E allora egli vide la donna atterrata e devastata raggrupparsi in sé stessa, rannicchiarsi come una povera bestia sbigottita, incrociare le braccia sul volto, nascondersi. E il cuore gli si divise. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Paolo udiva la parola di vituperio risonare nella stanza, una volta, due volte, tre volte; e, dopo ciascuna volta, una pausa come dopo un colpo che atterra. Rivedeva quella faccia distrutta, simile a un pugno di cenere. Poi risentiva soffiare su sé la feroce insània, rivedeva sé nell'atto di percuotere l'atterrata sul viso su le braccia sul petto, ruggendo l'ingiuria. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Per ciò egli aveva atteso a rinforzare i suoi congegni: aveva mutato il motore, il serbatoio, l'elica; con molta industria aveva sospesa sul suo capo, nel suo posto di timoniere, lontana dalla perturbazione del ferro e corretta, una bussola rovescia fornita d'una carta marina su cui era segnata la giacitura degli atterraggi utili, costantemente orientata dall'ago. In fine aveva detto al capo dei suoi uomini, a quel Giovanni artiere prediletto da Giulio Cambiaso: «Domattina, alla diana, farò un altro volo di prova.» (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Lottò, contrastò, assalto per assalto. Scorse e traverso l'onda eguale, sotto di lui, una flottiglia di battelli sottomarini che navigavano con lo scafo immerso, in manovra di battaglia. Comprese che Terranova, il Capo Figari, Porto Cervo, Caprera, la Maddalena gli erano a tramontana e ch'egli aveva tenuta la rotta più verso libeccio. Ma non virò, non la mutò. Anche una volta egli aveva tracciato con l'animo una linea più diritta di quella che le maestranze segnano col filo della sinopia. La costa era là, deserta sterile e dorata; nella sua bassura, propizia all'atterraggio. Scorse una muraglia informe di fichidindia; scorse più lungi in un seno verdiccio un armento presso una capanna conica. Scoprì in una calanca una lista di sabbione, contro una macchia cupa forse di ginepri, forse di lentischi. La scelse per atterrarsi. S'atterrò nel sogno e nel prodigio, sicuro e lieve, dismemorato e inconsapevole, quasi al frangente dell'onda. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Balzai in piedi, reggendomi al tavolino per non cadere, nell’improvviso smarrimento angoscioso: stupefatto, quasi atterrito, tesi l’orecchio, con l’idea di fuggire non appena quei due – Papiano e lo Spagnuolo (era lui, non c’era dubbio: lo avevo veduto nella sua voce) – avessero attraversato il corridoio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La Caporale, livida, tremante, atterrita, venne a nascondere la faccia sul mio petto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E io? che potevo far io? Denunziarlo? E come? Ma niente, niente, niente! io non potevo far niente! ancora una volta, niente! Mi sentii atterrato, annichilito. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Egli abbassò gli occhi, come atterrito, e si lasciò cader dalle mani la giacca del fratello. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Sentii scappare la vecchia strega, certo atterrita, e subito immaginai che cosa in quel momento accadeva di là. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non c'è forza che non possa esser vinta da una forza più grande ; non c'è nemico che non possa esser atterrato da uno più vigoroso di lui ; non c'è miseria che tolga l'acquisto di meravigliose ricchezze ; non c'è ghiaccio che non si possa sciogliere , scaldare e far bollire . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Tutti i tentativi e le prove e gli sforzi non sono stati inutili: molte pareti son cadute , molti muri sono stati atterrati e squarciati , alcuni pian piano , come rena che si sfascia , altri con gran rumore , come se una nuova terra scoppiasse fuor dell' antica . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Giovanni descriveva con un poco di esagerazione la sua ansia all’accorgersi che quella donna s’apprestava a fare quel salto e in modo tale che era evidente sarebbe stata atterrata e forse travolta .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
abbattere
= verbo trans. far cadere , gettare giù , atterrare
---------------
abbattuta
= zona di bosco in cui sono stati abbattuti gli alberi insieme di alberi abbattuti , spec . per ostacolare il passaggio di truppe nemiche movimento di rotazione che una nave a vela compie lasciando l'ormeggio per prendere il vento contatto al suolo di un aereo sul carrello anteriore , che nella fase di atterraggio è successivo al contatto sul carrello posteriore .
---------------
aeroplano
= velivolo a motore costituito da un elemento portante , da un corpo centrale per il trasporto del carico utile , dagli impennaggi o piani di coda , dagli organi di decollo e atterraggio e dal gruppo motopropulsore .
---------------
allunaggio
= atterraggio sul suolo lunare .
---------------
allunare
= verbo intr. atterrare sul suolo lunare .
---------------
altiporto
= aeroporto di montagna per piccoli aeromobili , dotato di piste brevi e inclinate per favorire l'arresto in atterraggio e lo slancio in decollo .
---------------
atterramento
= l'atterrare , l'essere atterrato , sia in seguito ad azione consentita , sia in seguito ad azione fallosa .
---------------
atterrimento
= l'atterrire , l'essere atterrito
---------------
atterrito
= participio passato di atterrire , fortemente impaurito
---------------
eliporto
= campo di decollo e di atterraggio per elicotteri .
---------------
esterrefatto
= atterrito
---------------
spaurire
= verbo transitivo impaurire , spaventare , atterrire ,
---------------
sternere
= verbo transitivo stendere a terra , atterrare , rendere piano - appianare , chiarire ,
---------------
stremire
= verbo transitivo sgomentare , atterrire .
---------------
sumo
= in giappone , tipo di lotta in cui ciascuno dei due contendenti deve atterrare l'avversario o sospingerlo fuori dall'area di combattimento .
---------------
Conjugacíon: 1 - aterrizar
auxiliar: haber - intransitivo
INDICATIVO activo
Presente
yo aterrizo
aterrizas
él/ella aterriza
nosotros aterrizamos
vosotros aterrizáis
ellos/ellas aterrizan
Imperfecto
yo aterrizaba
aterrizabas
él/ella aterrizaba
nosotros aterrizabamos
vosotros aterrizabais
ellos/ellas aterrizaban
Pretérito indefinito
yo aterricé
aterrizaste
él/ella aterrizó
nosotros aterrizamos
vosotros aterrizasteis
ellos/ellas aterrizaron
Preterito perfecto
yo he aterrizado
has aterrizado
él/ella ha aterrizado
nosotros hemos aterrizado
vosotros habéis aterrizado
ellos/ellas han aterrizado
Preterito pluscuamperfecto
yo había aterrizado
habías aterrizado
él/ella había aterrizado
nosotros habíamos aterrizado
vosotros habíais aterrizado
ellos/ellas habían aterrizado
Preterito anterior
yo hube aterrizado
hubiste aterrizado
él/ella hubo aterrizado
nosotros hubimos aterrizado
vosotros hubisteis aterrizado
ellos/ellas hubieron aterrizado
Futuro
yo aterrizaré
aterrizaras
él/ella aterrizará
nosotros aterrizaremos
vosotros aterrizareis
ellos/ellas aterrizarán
Futuro perfecto
yo habré aterrizado
habrás aterrizado
él/ella habrá aterrizado
nosotros habremos aterrizado
vosotros habréis aterrizado
ellos/ellas habrán aterrizado
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo aterrice
aterrices
él/ella aterrice
nosotros aterricemos
nosotros aterricéis
ellos/ellas aterricen
Pretérito perfecto
yo haya aterrizado
hayas aterrizado
él/ella haya aterrizado
nosotros hayamos aterrizado
nosotros hayáis aterrizado
ellos/ellas hayan aterrizado
Pretérito imperfetto I
yo aterrizara
aterrizaras
él/ella aterrizara
nosotros aterrizáramos
nosotros aterrizarais
ellos/ellas aterrizaran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiera aterrizado
hubieras aterrizado
él/ella hubiera aterrizado
nosotros hubiéramos aterrizado
nosotros hubierais aterrizado
ellos/ellas hubieran aterrizado
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese aterrizado
hubieses aterrizado
él/ella hubiese aterrizado
nosotros hubiésemos aterrizado
nosotros hubieseis aterrizado
ellos/ellas hubiesen aterrizado
Pretérito imperfetto II
yo aterrizase
aterrizases
él/ella aterrizase
nosotros aterrizásemos
nosotros aterrizaseis
ellos/ellas aterrizasen
Futuro
yo aterrizare
aterrizares
él/ella aterrizare
nosotros aterrizáremos
nosotros aterrizareis
ellos/ellas aterrizaren
Futuro perfecto
yo hubiere aterrizado
hubieres aterrizado
él/ella hubiere aterrizado
nosotros hubiéremos aterrizado
nosotros hubiereis aterrizado
ellos/ellas hubieren aterrizado
POTENCIAL - activo
Presente
yo aterrizaría
aterrizarías
él/ella aterrizaría
nosotros aterrizaríamos
vosotros aterrizaríais
ellos/ellas aterrizarían
Perfecto
yo habría aterrizado
habrías aterrizado
él/ella habría aterrizado
nosotros habríamos aterrizado
vosotros habríais aterrizado
ellos/ellas habrían aterrizado
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
aterriza
aterrice
aterricemos
aterrizad
aterricen
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber aterrizado
PARTICIPIO - activo
Presente
que aterriza
Compuesto
aterrizado
GERUNDIO activo
Presente
aterrizando
Compuesto
habiendo aterrizado
Coniugazione:1 - atterrare
Ausiliare:avere transitivo/intransitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io atterro
tu atterri
egli atterra
noi atterriamo
voi atterrate
essi atterrano
Imperfetto
io atterravo
tu atterravi
egli atterrava
noi atterravamo
voi atterravate
essi atterravano
Passato remoto
io atterrai
tu atterrasti
egli atterrò
noi atterrammo
voi atterraste
essi atterrarono
Passato prossimo
io ho atterrato
tu hai atterrato
egli ha atterrato
noi abbiamo atterrato
voi avete atterrato
essi hanno atterrato
Trapassato prossimo
io avevo atterrato
tu avevi atterrato
egli aveva atterrato
noi avevamo atterrato
voi avevate atterrato
essi avevano atterrato
Trapassato remoto
io ebbi atterrato
tu avesti atterrato
egli ebbe atterrato
noi avemmo atterrato
voi eveste atterrato
essi ebbero atterrato
Futuro semplice
io atterrerò
tu atterrerai
egli atterrerà
noi atterreremo
voi atterrerete
essi atterreranno
Futuro anteriore
io avrò atterrato
tu avrai atterrato
egli avrà atterrato
noi avremo atterrato
voi avrete atterrato
essi avranno atterrato
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io atterri
che tu atterri
che egli atterri
che noi atterriamo
che voi atterriate
che essi atterrino
Passato
che io abbia atterrato
che tu abbia atterrato
che egli abbia atterrato
che noi abbiamo atterrato
che voi abbiate atterrato
che essi abbiano atterrato
Imperfetto
che io atterrassi
che tu atterrassi
che egli atterrasse
che noi atterrassimo
che voi atterraste
che essi atterrassero
Trapassato
che io avessi atterrato
che tu avessi atterrato
che egli avesse atterrato
che noi avessimo atterrato
che voi aveste atterrato
che essi avessero atterrato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io atterrerei
tu atterreresti
egli atterrerebbe
noi atterreremmo
voi atterrereste
essi atterrerebbero
Passato
io avrei atterrato
tu avresti atterrato
egli avrebbe atterrato
noi avremmo atterrato
voi avreste atterrato
essi avrebbero atterrato
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
atterra
atterri
atterriamo
atterrate
atterrino
Futuro
-
atterrerai
atterrerà
atterreremo
atterrerete
atterreranno
INFINITO - attivo
Presente
atterrare
Passato
avere atterrato
PARTICIPIO - attivo
Presente
atterrante
Passato
atterrato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
atterrando
Passato
avendo atterrato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono atterrato
tu sei atterrato
egli é atterrato
noi siamo atterrati
voi siete atterrati
essi sono atterrati
Imperfetto
io ero atterrato
tu eri atterrato
egli era atterrato
noi eravamo atterrati
voi eravate atterrati
essi erano atterrati
Passato remoto
io fui atterrato
tu fosti atterrato
egli fu atterrato
noi fummo atterrati
voi foste atterrati
essi furono atterrati
Passato prossimo
io sono stato atterrato
tu sei stato atterrato
egli é stato atterrato
noi siamo stati atterrati
voi siete stati atterrati
essi sono stati atterrati
Trapassato prossimo
io ero stato atterrato
tu eri stato atterrato
egli era stato atterrato
noi eravamo stati atterrati
voi eravate stati atterrati
essi erano statiatterrati
Trapassato remoto
io fui stato atterrato
tu fosti stato atterrato
egli fu stato atterrato
noi fummo stati atterrati
voi foste stati atterrati
essi furono stati atterrati
Futuro semplice
io sarò atterrato
tu sarai atterrato
egli sarà atterrato
noi saremo atterrati
voi sarete atterrati
essi saranno atterrati
Futuro anteriore
io sarò stato atterrato
tu sarai stato atterrato
egli sarà stato atterrato
noi saremo stati atterrati
voi sarete stati atterrati
essi saranno stati atterrati
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia atterrato
che tu sia atterrato
che egli sia atterrato
che noi siamo atterrati
che voi siate atterrati
che essi siano atterrati
Passato
che io sia stato atterrato
che tu sia stato atterrato
che egli sia stato atterrato
che noi siamo stati atterrati
che voi siate stati atterrati
che essi siano stati atterrati
Imperfetto
che io fossi atterrato
che tu fossi atterrato
che egli fosse atterrato
che noi fossimo atterrati
che voi foste atterrati
che essi fossero atterrati
Trapassato
che io fossi stato atterrato
che tu fossi stato atterrato
che egli fosse stato atterrato
che noi fossimo stati atterrati
che voi foste stati atterrati
che essi fossero stati atterrati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei atterrato
tu saresti atterrato
egli sarebbe atterrato
noi saremmo atterrati
voi sareste atterrati
essi sarebbero atterrati
Passato
io sarei stato atterrato
tu saresti stato atterrato
egli sarebbe stato atterrato
noi saremmo stati atterrati
voi sareste stati atterrati
essi sarebbero stati atterrati
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii atterrato
sia atterrato
siamo atterrati
siate atterrati
siano atterrati
Futuro
-
sarai atterrato
sarà atterrato
saremo atterrati
sarete atterrati
saranno atterrati
INFINITO - passivo
Presente
essere atterrato
Passato
essere stato atterrato
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
atterrato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo atterrato
Passato
essendo stato atterrato