Buena navegación con NihilScio!  Página de Facebook
NihilScio                Home

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

á   è   é   ì   í   ò
ó   ù   ú   ü   ñ   ç
Inglese
sinonimi di asomar

  Cerca  frasi:
Vocabulario y frases
asomar
= mostrare , sporgere .
---------------
Vocabulario y frases
mostrare
= verbo trans. che o colui che mostra.
---------------
* Il buon secentista ha voluto sul principio mettere in mostra la sua virtù ; ma poi , nel corso della narrazione , e talvolta per lunghi tratti , lo stile cammina ben più naturale e più piano .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Spesso anche , mettendo due critiche alle mani tra loro , le facevam battere l'una dall'altra ; o , esaminandole ben a fondo , riscontrandole attentamente , riuscivamo a scoprire e a mostrare che , così opposte in apparenza , eran però d'uno stesso genere , nascevan tutt'e due dal non badare ai fatti e ai principi su cui il giudizio doveva esser fondato ; e , messele , con loro gran sorpresa , insieme , le mandavamo insieme a spasso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* I bravi le presero , o mostraron di prenderle nel significato più serio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Eh ! le schioppettate non si dànno via come confetti: e guai se questi cani dovessero mordere tutte le volte che abbaiano ! E io ho sempre veduto che a chi sa mostrare i denti , e farsi stimare , gli si porta rispetto ; e , appunto perché lei non vuol mai dir la sua ragione , siam ridotti a segno che tutti vengono , con licenza , a . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'immaginò che sarebbero amiche e comari , venute a far corteggio a Lucia ; e non si volle mostrare a quel mercato , con quella nuova in corpo e sul volto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Oltre a questo , ch'era l'ornamento particolare del giorno delle nozze , Lucia aveva quello quotidiano d'una modesta bellezza , rilevata allora e accresciuta dalle varie affezioni che le si dipingevan sul viso: una gioia temperata da un turbamento leggiero , quel placido accoramento che si mostra di quand'in quando sul volto delle spose , e , senza scompor la bellezza , le dà un carattere particolare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - E cominciando dagli atti tirannici , mostrando l'esperienza che molti , così nelle Città , come nelle Ville . . .sentite ? di questo Stato , con tirannide esercitano concussioni et opprimono i più deboli in varii modi , come in operare che si facciano contratti violenti di compre , d'affitti . . .eccetera: dove sei ? ah ! ecco ; sentite: che seguano o non seguano matrimonii .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Permettetemi , padre , - disse , - che , prima di partir da questa città , dove ho sparso il sangue d'un uomo , dove lascio una famiglia crudelmente offesa , io la ristori almeno dell'affronto , ch'io mostri almeno il mio rammarico di non poter risarcire il danno , col chiedere scusa al fratello dell'ucciso , e gli levi , se Dio benedice la mia intenzione , il rancore dall'animo - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Può adirarsi che tu mostri sospetto di lui , e , nello stesso tempo , farti sentire che quello di che tu sospetti è certo: può insultare e chiamarsi offeso , schernire e chieder ragione , atterrire e lagnarsi , essere sfacciato e irreprensibile .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Al picchiare sommesso di Renzo , Lucia fu assalita da tanto terrore , che risolvette , in quel momento , di soffrire ogni cosa , di star sempre divisa da lui , piùttosto ch'eseguire quella risoluzione ; ma quando si fu fatto vedere , ed ebbe detto: - son qui , andiamo - ; quando tutti si mostraron pronti ad avviarsi , senza esitazione , come a cosa stabilita , irrevocabile ; Lucia non ebbe tempo né forza di far difficoltà , e , come strascinata , prese tremando un braccio della madre , un braccio del promesso sposo , e si mosse con la brigata avventuriera .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Eppure era tutta gente provata e avvezza a mostrare il viso ; ma non poterono star saldi contro un pericolo indeterminato , e che non s'era fatto vedere un po' da lontano , prima di venir loro addosso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Mostrava di darle molta udienza , e , ogni tanto , per far vedere che stava attenta , o per ravviare il cicalìo , diceva: - sicuro: adesso capisco: va benissimo: è chiara: e poi ? e lui ? e voi ? - Ma intanto , faceva un altro discorso con sé stessa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dietro questa idea però , ne compariva sempre infallibilmente un'altra: che quel consenso si trattava di negarlo al principe padre , il quale lo teneva già , o mostrava di tenerlo per dato ; e , a questa idea , l'animo della figlia era ben lontano dalla sicurezza che ostentavano le sue parole .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando poi voleva mostrarsi benigna , prendeva un tono di protezione , più odioso ancora dell'insulto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'alzò di lì , andò a un tavolino , riprese quella penna fatale , e scrisse al padre una lettera piena d'entusiasmo e d'abbattimento , d'afflizione e di speranza , implorando il perdono , e mostrandosi indeterminatamente pronta a tutto ciò che potesse piacere a chi doveva accordarlo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Con tutti questi pensieri , non le era però cessato affatto il terrore di quel cipiglio del padre ; talché , quando , con un'occhiata datagli alla sfuggita , poté chiarirsi che sul volto di lui non c'era più alcun vestigio di collera , quando anzi vide che si mostrava soddisfattissimo di lei , le parve una bella cosa , e fu , per un istante , tutta contenta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Pare che Gertrude avrebbe dovuto sentire una certa propensione per l'altre suore , che non avevano avuto parte in quegl'intrighi , e che , senza averla desiderata per compagna , l'amavano come tale ; e pie , occupate e ilari , le mostravano col loro esempio come anche là dentro si potesse non solo vivere , ma starci bene .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Non già che mostrasse di non credere , o combattesse l'opinion comune , con sue ragioni particolari: se ne aveva , certo , ragioni non furono mai così ben dissimulate ; né c'era cosa da cui s'astenesse più volentieri che da rimestar quella storia , cosa di cui si curasse meno che di toccare il fondo di quel mistero .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma che ? essi medesimi poi , chiacchierando con la gente del paese , e senza voler mostrar di saperne più di loro , quando si veniva a quel punto oscuro della fuga de' nostri tre poveretti , e del come , e del perché , e del dove , aggiungevano , come cosa conosciuta , che s'eran rifugiati a Pescarenico .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ho visto più volte un caro fanciullo , vispo , per dire il vero , più del bisogno , ma che , a tutti i segnali , mostra di voler riuscire un galantuomo ; l'ho visto , dico , più volte affaccendato sulla sera a mandare al coperto un suo gregge di porcellini d'India , che aveva lasciati scorrer liberi il giorno , in un giardinetto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quel ragazzotto , che , a dire il vero , mostrava d'esser molto sveglio , mostrava però d'essere anche più malizioso ; e probabilmente avrebbe avuto un gusto matto a far andare un povero contadino dalla parte opposta a quella che desiderava .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Per tutta la strada , e più ancora nelle terre e ne' borghi , incontrava a ogni passo poveri , che non eran poveri di mestiere , e mostravan la miseria più nel viso che nel vestiario: contadini , montanari , artigiani , famiglie intere ; e un misto ronzìo di preghiere , di lamenti e di vagiti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Don Abbondio , a quelle dimostrazioni , stava come un ragazzo pauroso , che veda uno accarezzar con sicurezza un suo cagnaccio grosso , rabbuffato , con gli occhi rossi , con un nomaccio famoso per morsi e per ispaventi , e senta dire al padrone che il suo cane è un buon bestione , quieto , quieto: guarda il padrone , e non contraddice né approva ; guarda il cane , e non ardisce accostarglisi , per timore che il buon bestione non gli mostri i denti , fosse anche per fargli le feste ; non ardisce allontanarsi , per non farsi scorgere ; e dice in cuor suo: oh se fossi a casa mia !
---------------
* Col dottor Azzecca-garbugli , che non aveva se non chiacchiere e cabale , e con altri cortigianelli suoi pari , non s'usava tanti riguardi: eran mostrati a dito , e guardati con occhi torti ; di maniera che , per qualche tempo , stimaron bene di non farsi veder per le strade .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si sarebbe apertamente accusato , avrebbe pianto , se non fosse stato il pensiero di don Rodrigo ; ma tuttavia si mostrava abbastanza commosso , perché il cardinale dovesse accorgersi che le sue parole non erano state senza effetto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma don Gonzalo , o per ripugnanza a far cosa che mostrasse timore , o per timore di render con questo più ardita la moltitudine , o perché fosse in effetto un po' sbalordito , non dava nessun ordine .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quel coraggio che altre volte aveva mostrato nell'offendere e nel difendersi , ora lo mostrava nel non fare né l'una cosa né l'altra .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* C'era , dico , un rimasuglio di tizzi e tizzoni spenti , i quali mostravano d'essere stati , un bracciolo di seggiola , un piede di tavola , uno sportello d'armadio , una panca di letto , una doga della botticina , dove ci stava il vino che rimetteva lo stomaco a don Abbondio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* V'andarono , e riportarono: aver lui di tali nuove provato molto dispiacere , mostratone un gran sentimento ; ma i pensieri della guerra esser più pressanti: sed belli graviores esse curas .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tutta la strada era parata a festa ; i ricchi avevan cavate fuori le suppellettili più preziose ; le facciate delle case povere erano state ornate da de' vicini benestanti , o a pubbliche spese ; dove in luogo di parati , dove sopra i parati , c'eran de' rami fronzuti ; da ogni parte pendevano quadri , iscrizioni , imprese ; su' davanzali delle finestre stavano in mostra vasi , anticaglie , rarità diverse ; per tutto lumi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Passando per Monza , davanti a una bottega aperta , dove c'era de' pani in mostra , ne chiese due , per non rimanere sprovvisto , in ogni caso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Eran que' cadaveri , la più parte ignudi , alcuni mal involtati in qualche cencio , ammonticchiati , intrecciati insieme , come un gruppo di serpi che lentamente si svolgano al tepore della primavera ; ché , a ogni intoppo , a ogni scossa , si vedevan que' mucchi funesti tremolare e scompaginarsi bruttamente , e ciondolar teste , e chiome verginali arrovesciarsi , e braccia svincolarsi , e batter sulle rote , mostrando all'occhio già inorridito come un tale spettacolo poteva divenire più doloroso e più sconcio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma quella , tirandosi indietro , senza però mostrare sdegno né disprezzo , - no ! - disse: - non me la toccate per ora ; devo metterla io su quel carro: prendete - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Erano ammalati che venivan condotti al lazzeretto ; alcuni , spinti a forza , resistevano in vano , in vano gridavano che volevan morire sul loro letto , e rispondevano con inutili imprecazioni alle bestemmie e ai comandi de' monatti che li guidavano ; altri camminavano in silenzio , senza mostrar dolore , né alcun altro sentimento , come insensati ; donne co' bambini in collo ; fanciulli spaventati dalle grida , da quegli ordini , da quella compagnia , più che dal pensiero confuso della morte , i quali ad alte strida imploravano la madre e le sue braccia fidate , e la casa loro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Non le raccomando questa giovine: già vedo che è come sua: non c'è che da lodare il Signore , il quale sa mostrarsi padre anche ne' flagelli , e che , col farle trovare insieme , ha dato un così chiaro segno d'amore all'una e all'altra .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
E la tristezza taciturna della loro indole si mostrava chiaramente nello squallore dei volti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah, lí, cosí vicina alla terra, si sarebbe presto rifatta un'altr'anima, un altro modo di pensare e di sentire; sarebbe divenuta come quella buona moglie del mezzadro che si mostrava cosí lieta di tenerle compagnia e che già le aveva insegnato tante cose della campagna, tante cose pur cosí semplici della vita e che ne rivelano tuttavia un nuovo senso profondo, insospettato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- e Gerlando mostrava le braccia nerborute, con certi occhi teneri e un sorriso di denti bianchi e forti...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gerlando, che a notte inoltrata s'era tratto dal balcone tutto indurito dall'umido a dormire sul divano della sala da pranzo, ora, cosí sorpreso nel sonno, con una gran voglia di stropicciarsi gli occhi coi pugni, aprendo la bocca per lo sforzo d'aggrottar le ciglia, perché voleva mostrare non tanto di capire, quanto d'esser convinto, disse a tutto di sí, di sí, col capo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E quel corredo della figliuola, messo sú, un filo oggi, un filo domani, con la pazienza d'un ragno, non si stancava di mostrarlo alle vicine.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non voleva mostrare agli estranei la miseria del suo cuore, l'inganno in cui sentiva il bisogno di persistere ancora: che il figlio, cioè, fosse là, in America, in qualche luogo remoto, e che dovesse un giorno o l'altro ritornare, venendo a sapere ch'egli s'era adattato alla nuova condizione e possedeva una campagna, dove viveva tranquillo, aspettandolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Filippino giaceva sul letto col capo rovesciato indietro, affondato nel guanciale, come per uno stiramento spasmodico, e mostrava la gola squarciata e sanguinante: teneva ancora alzate le mani, quelle manine che non gli parevano nemmeno, orrende ora a vederle, cosí scompostamente irrigidite e livide.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quantunque non avesse ancora quarant'anni, ne mostrava piú di cinquanta, la faccia gialla, itterica, i capelli grigi, fitti, aridi che gli si allungavano come a un malato su le tempie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il Ciancarella, proprio nel giorno che Spatolino doveva mostrargli il tabernacolo bell'e finito, un colpo apoplettico, di quelli genuini, e in capo a tre ore, morto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La curiosità, con cui il vicinato stava a spiare, faceva nascere veramente il sospetto che quelle visite avessero un significato o, piuttosto, un intento ben diverso da quello che volevano mostrare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli si vietava assolutamente di fondar la ragione di tal cambiamento su una impressione avuta durante l'ultima malattia d'uno dei suoi bambini: che il Sarti cioè avesse mostrato esagerate premure per sua moglie: impressione e null'altro, conoscendo a prova la rigidissima onestà dell'amico e della moglie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Spettacolo d'anime ignude, gracili e sudicette, vergognose di mostrarsi in pubblico, come i tisici alla leva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Me, no! me, no! Son troppo bel giovine, per l'anima di tutti i diavoli! Su, Gigione, poiché hai codesta debolezza, mostrami adesso le tue miserie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E procura che Nicolino Respi, mostrando i denti, non vada a far visita a quel nasino all'insú.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E allora io vi domando, per la realtà stessa che voi volete creare, se vi sembri naturale che ella, con la paura che ha dei pipistrelli, col ribrezzo che la fa contorcere e gridare al solo pensiero d'un possibile contatto, se ne stia lí come se nulla fosse, con un pipistrello che le svolazza attorno alla faccia, e mostri di non farne caso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il pipistrello girava in alto, attorno al lampadario che pendeva dal tetto con otto globi di luce, e la Gàstina non mostrava d'accorgersene, lusingata certo dal gran silenzio d'attesa, con cui il pubblico aveva accolto il suo apparire sulla scena.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si struggeva dalla stizza il Pogliani nel vederlo sdrajato lí, mentr'egli s'affannava tanto a rassettar lo studio, disponendo i gessi in modo che facessero bella figura, buttando indietro i bozzettacci ingialliti e polverosi, che gli eran ritornati sconfitti dai concorsi, portando avanti con precauzione i cavalletti coi lavori che avrebbe potuto mostrare, nascosti ora da pezze bagnate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Eccole! E adesso? - disse al Colli, mostrandogli le pugna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ti piacerebbe che la gente, vedendoci per via, dicesse: "Oh guarda un po' che moglie è andata a scegliersi quel pover'uomo"? E il marito, che - gliel'assicuro - non è piú uomo, si sta zitto; quand'invece dovrebbe gridare: - Ma me lo dico io da me, cara, che moglie sono andato a scegliermi, nel vederti cosí, adesso, accanto a me! Ah, tu mi ti mostri brutta per casa e a letto, perché gli altri poi, per via, possano esclamare: "Oh guarda che bella moglie ha quel pover'uomo"? E mi debbono invidiare per giunta? Ma grazie, grazie cara, di quest'invidia per me, che si traduce, naturalmente, in un desiderio di te.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Signor mio, la donna, invece, è tal quale come noi, ma non può né mostrarlo, né dirlo, perché sa, prima di tutto, che la società non glielo consente, recando a colpa a lei quel che invece reputa naturale per l'uomo; e poi perché sa che non farebbe piacere agli uomini, se lo mostrasse e lo dicesse.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli lo sapeva e si mostrava sdegnoso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Di che genere fossero questi affari, non lo diceva; aveva molto viaggiato e mostrava di conoscer bene Londra e Parigi e d'aver molte aderenze nel mondo giornalistico romano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma quelli della Pensione Ronchi assicuravano che l'avventura era proprio finita, tanto vero che miss Galley non era scesa quel giorno in sala a desinare e che il Gori s'era mostrato a tavola molto turbato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- No? Nannina, sua vicina di letto, uscita il giorno avanti dall'ospedale, le aveva mostrato, appena rientrata in corsia dopo la lezione là nella sala in fondo, il corpo tutto segnato come una carta geografica; segnati i polmoni, il cuore, il fegato, la milza, col lapis dermografico.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando però, dopo circa mezz'ora, Nannina era ritornata al suo lettuccio e le aveva spiegato che cosa le avevano fatto di là e mostrato il corpo tutto segnato, Raffaella improvvisamente aveva cangiato idea; ed ecco, fremeva d'impazienza, ora, aspettando l'arrivo degli studenti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Meritereste la forca, don Simo'! - gli gridò quello mostrandogli le pugna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
D'improvviso si rizzò sulla vita e disse scrollando il capo: - Ma no, via, non è possibile! Donna Giannetta si voltò sorridente a guardarlo, con le belle braccia levate e le mani tra i capelli, come donna che non tema di mostrar troppo del proprio corpo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Già! Ma non s'era egli messo scioccamente con una donna che valeva senza dubbio molto meno di sua moglie? Ecco allora perché Lulú Sacchi mostrava di curarsi cosí poco del tradimento di donna Giannetta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ella era stata stranissima tutto quel mese; di fosche maniere; e aveva finanche mostrato un'acerba ripugnanza per lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il Lori, però, per quanto il Verona non avesse mai fatto pesar su lui il proprio grado e la propria dignità e lo trattasse ora con la massima confidenza, con la massima cordialità, fino a dargli e a farsi dare del tu, si mostrava timido e un po' impacciato, vedeva sempre nell'amico il superiore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nel ricevere la visita di condoglianza dei due sposi, ella aveva voluto perciò mostrarsi, non tanto a Lina quanto a Bartolino, inconsolabile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Bartolino si avvilí; tanto piú che Lina mostrava di riprender gusto a quelle scapataggini.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le sorelle dapprima si mostrarono incredule; tanto che Iduccia si stizzí e dichiarò finanche che non voleva saperne, perché le era antipatico, ecco, antipaticissimo quel...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E lo conoscevano appena le sorelle Margheri! Zoe finanche si ricordò che il Tempini aveva tenuto una volta una conferenza al Circolo Giuridico: sí, una conferenza con projezioni, in cui si mostravano le impronte digitali dei delinquenti - ricordava benissimo - anzi la conferenza era intitolata: Segnalamenti dactiloscopici col rilievo delle impronte digitali.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
V Ma potevano mai pensare sul serio le tre sorelle superstiti di prendere il posto della sorellina morta, che aveva lasciato un cosí gran vuoto nel loro cuore e nella casa? Come sospettarlo? Ma nessuna delle tre! Ecco, faceva male Zoe, anzi, a mostrar troppo il compianto e la tenerezza per la povera piccina orfana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Eh via, disgraziato! Come mai tutt'a un tratto, quell'omiciattolo sbricio, brutto, scialbo, dall'anima apatica, attediata, che si trascinava nella vita senza alcuna voglia, senz'alcun affetto, e che da tant'anni si sapeva spudoratamente ingannato dalla moglie e non se ne curava, a cui pareva costasse pena e fatica guardare o trar fuori quella sua voce molle miagolante; come mai, tutt'a un tratto, s'era sentito muovere il sangue e per lui soltanto? Non sapeva che donna fosse sua moglie? e non sentiva ch'era una cosa ridicola e pazza e infame nello stesso tempo difender a quel modo ancora l'onor suo affidato a colei, che ne aveva fatto strazio tant'anni, senza che egli avesse mai mostrato d'accorgersene? Ma aveva pure assistito - sí, sí - a tante scene familiari, in cui ella, proprio sotto gli occhi di lui, sotto gli occhi stessi d'Adriana, aveva cercato di sedurlo con quei suoi lezii da scimmietta patita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quest'ultima c'era da pochi giorni; si era mostrata premurosa nella sventura; pareva una buona vecchina; ma poteva fidarsene? No.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E intendeva forse significare con questo che, oltre i limiti della memoria, vi sono percezioni e azioni che ci rimangono ignote, perché veramente non sono piú nostre, ma di noi quali fummo in altro tempo, con pensieri e affetti già da un lungo oblío oscurati in noi, cancellati, spenti; ma che al richiamo improvviso d'una sensazione, sia sapore, sia colore o suono, possono ancora dar prova di vita, mostrando ancor vivo in noi un altro essere insospettato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Una pungente vergogna di riconoscere, prima di tutto, il fatto che lui, come una feminuccia, aveva potuto recitare l'avemaria, e che poi, veramente, dopo l'avemaria il mal di denti gli era passato, lo irritava e lo sconcertava; e poi il rimorso di riconoscere anche, nello stesso tempo, che si mostrava ingrato non credendo, non potendo credere, che si fosse liberato dal male per quella preghiera, ora che aveva ottenuto la grazia; e infine un segreto timore che, per questa ingratitudine, subito il male lo potesse riassalire.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora, come un leone in gabbia, il commendator Zegretti nella magna sala del Municipio, ripensando all'impegno di quel deputato a Roma, perché lui e non altri fosse mandato quale Regio Commissario a Costanova; ripensando alla grande soddisfazione che egli per quell'impegno aveva provato, fremeva di rabbia, s'arrotolava i baffoni fino a storcersi il labbro di qua e di là, si stirava il gran pizzo, si affondava le unghie nelle palme delle mani, vedeva rosso! Come fare il Regio Commissario in quel paese, a cui non poteva mostrarsi, senza promuover subito uno scoppio di risa? Se non ci fosse stato quell'altro, egli avrebbe certo ispirato maggior reverenza col suo aspetto, che attestava devozione alla monarchia, culto anche fanatico della memoria del Gran Re.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Appena si mostrava per via, due, tre lo chiamavano forte: - Cavaliere! Signor sindaco! Tirava via di lungo; e un quarto, ecco, lo raggiungeva di corsa, gli batteva amichevolmente una mano su la spalla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Perché mostra di non credere alla mia potenza! Ma per fortuna ci credono gli altri, sa? Tutti, tutti ci credono! E ci son tante case da giuoco in questo paese! Basterà che io mi presenti; non ci sarà bisogno di dir nulla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
D'indole mitissima, di poche parole e ritegnosa, Melina si era mostrata amica a tutt'e due, senz'ombra di preferenza né per l'uno né per l'altro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Capo per capo volle che la vecchia vicina lo mostrasse loro: le cuffiette, ecco...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- No! no! - gridarono a un tempo alla vecchia, impedendo che lo mostrasse loro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma nelle ore che lui, sempre coi guanti di filo di Scozia, insegnava il francese ai ragazzi delle scuole tecniche, che scuola facevano quelle vicine là, e segnatamente la signora Ninfa con la figliuola Romilda e il figlio Toto, a Nenè e Niní? che prevenzioni, che sospetti insinuavano nelle loro animucce? e che paure? Già Nenè, che s'era fatta una bella bamboccetta vispa e tosta, con le fossette alle guance, la boccuccia appuntita, gli occhietti sfavillanti, acuti e furbi, tutta scatti tra risatine nervose, coi capelli neri, irrequieti, sempre davanti agli occhi, per quanto di tratto in tratto se li mandasse via con rapide, rabbiose scrollatine, s'impostava fieramente incontro alle minacce immaginarie, ai maltrattamenti, ai soprusi della futura matrigna, che le vicine le facevano balenare; e mostrando il piccolo pugno chiuso, gridava: - E io l'ammazzo! Subito, all'atto, quelle le si precipitavano addosso, se la strappavano, per soffocarla di baci e di carezze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
dove siete? mostratevi! ecco: a queste due donne qua sta per morire il padre, che è il padre di tutti noi, il nostro capo, il fondatore della nostra borgata! Or son piú di sessant'anni, quest'uomo, ora moribondo, salí alle terre di Màrgari e sul dorso roccioso della montagna levò con le sue mani la prima casa di canne e creta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
S'era mostrata paga del marito, pur di tant'anni maggiore di lei, e amorosissima del nipotino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per vedere, per vedere se fosse tale davvero, tali le sue fattezze, tale il suo aspetto, che il nipote si fosse potuto accecare per lei fino al punto di non pensar piú di quale amore lei finora lo aveva amato; e che gli altri lo potessero cosí facilmente scusare! No, brutta non era; non mostrava certo ancora gli anni che aveva; ma non era, no, non poteva esser bella per quel ragazzo! Già sotto i capelli biondi sulle tempie, ne aveva tanti appassiti, quasi bianchi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si vide allora, per parecchi mesi, zia Michelina uscir di casa e andare in chiesa e poi a spasso, tutta attillata, benché vestita di nero, con la spagnoletta di pizzo e il ventaglio, le scarpine lucide dai tacchetti alti, ben pettinata e con quell'impaccio particolare delle donne che non vogliono mostrare il desiderio d'esser guardate, e che è pure un'arte per farsi guardare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora tutti, quasi capissero ch'era uscita di casa non per bisogno ma per mettersi in mostra, si fermavano per vederla passare; si scambiavano occhiate; qualcuno anche per chiasso la chiamava: - Ps! Ps! - come si fa con le donne di mal affare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
C'era, in quello scompartimento di prima classe, un signore barbuto, il quale in particolar modo al racconto degli atti eroici mostrava di prestare ascolto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Cocò, mi fai schifo! Ecco: schifo! - gli aveva allora gridato Didí, tutta fremente, mostrandogli le pugna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E allora Cocò s'era messo a rabbonirla, carezzandola e parlandole di tutto il bene che egli avrebbe potuto fare a quella poveretta, gracile come un'ostia, pallida come la cera, la quale già, nei quindici giorni ch'egli s'era trattenuto a Zúnica, aveva mostrato, pur con la timidezza che le era propria, di vedere in lui il suo salvatore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi s'era tirata su la veste davanti per rivedersi quel tanto, pochino pochino, delle gambe che aveva finora mostrato, e subito aveva pensato alle gambe di Rorò Campi, morta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si poteva dare ufficio piú ridicolo del suo? far la guardia alla cognata che, nel vederlo cosí vigile e sospettoso e costretto a usar prudenza, pareva glielo facesse apposta? Piú d'una volta, non potendone piú, era stato sul punto di piantarlesi di faccia e di gridarle: "Bada, Dora, son tomo da rompergli il grugno io, a quel tuo spasimante! E se non ne sei persuasa, te ne faccio subito la prova." Ma piú le mostrava stizza, e piú lei gli sorrideva sfacciatamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
No? E perché dunque piú tardi, cioè quando finalmente arrivarono a Roccia Balda e tutti, dall'alto, si misero ad ammirare la vista maravigliosa della Valsarnia, perché la Generalessa volle saper da lui, come si chiamassero quei due picchi cinerulei, di là dall'ampia vallata? Ma per fargli vedere che gli facevano le corna, là, da lontano, anche i due picchi di Monte Merlo! No? E perché dunque, dopo colazione, quel bravo signor Bortolo Raspi cavò di tasca il fazzoletto, vi fece quattro nodini a gli angoli e se lo pose sul testone sudato? Ma per mostrargli anche lui due bei cornetti su la fronte...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che stupide, miserabili e incoscienti creature sono tutte le femmine! Si parano, s'infronzolano, volgono gli occhi ridenti di qua e di là, mostrano quanto piú possono le loro forme provocanti; e non pensano che sono nella trappola anch'esse, fissate anch'esse per la morte, e che pur l'hanno in sé la trappola, per quelli che verranno! La trappola, per noi uomini, è in loro, nelle donne.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Io me n'andavo perché, mio malgrado, sentivo d'ammirar quella femmina, non già per la sua bellezza (era bellissima, e tanto piú seducente, quanto piú mostrava per modestia di non tenere in alcun pregio la sua bellezza); la ammiravo, perché non dava al marito la soddisfazione di mettere in trappola un altro infelice.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah, se avessi visto come si mostrava afflitto della lettera di tua moglie: afflittissimo! E siccome non la finiva piú, a un certo punto, per consolarlo, gli ho detto: - Senta, caro signor Postella, lei ha non so se la disgrazia o la fortuna di possedere uno stile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli aprí subito le braccia mostrandomi le palme delle mani e fece col capo una mossettina e sorrise come per confermare le parole di tua moglie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma posso mai fingere di non capire, come tanti fanno, la vera ragione per cui quello ora piange e grida ajuto, e mostrare d'esser cieco anch'io, quando l'ho preveduta? Tu dici: - L'hai preveduta, perché tu non senti nulla! Ma come e che potrei vedere e prevedere veramente, se non sentissi nulla, Momino? E come aver questo riso che par tanto crudele? Questa crudeltà di riso, anzi, tanto piú è sincera, quanto e dove piú sembra voluta, perché appunto strazia prima degli altri me stesso là dove esteriormente si scopre come un giuoco ch'io voglia fare, crudele.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Davanti a questo ritratto egli si recava ora, ciabattando; gli mostrava i denti in un ghigno aggraziato, s'inchinava e gli presentava la figliuola malata, allungando le braccia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
S.) una mastodontica monografia di Hans von Grobler su l'Eresia Catara, messa dalla critica ai sette cieli, e che su lo stesso argomento, tre anni prima, Bernardino Lamis aveva scritto due poderosi volumi, di cui il von Grobler mostrava di non aver tenuto conto, se non solo una volta, e di passata, citando que' due volumi, in una breve nota; per dirne male.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
LE SORPRESE DELLA SCIENZA Avevo ben capito che l'amico Tucci, nell'invitarmi con quelle sue calorose e pressanti lettere a passare l'estate a Milocca, in fondo non desiderava tanto di procurare un piacere a me, quanto a se stesso il gusto di farmi restare a bocca aperta mostrandomi ciò che aveva saputo fare, con molto coraggio, in tanti anni d'infaticabile operosità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E sorrisi anche quando, piú morto che vivo, rientrai in villa e mi vidi venire incontro la tribú dei marmocchi in processione, i quali, mostrandomi rotti i giocattoli che avevo loro donati la sera avanti, mi domandavano con un lungo, strascicato lamento, uno dopo l'altro, tra lagrime senza fine: - Peeerché queeesto m'hai portaaato? - Peeerché queeesto m'hai portaaato? Carini! carini! carini! E sorrisi anche al suocero, mio ammiratore, il quale - sissignori - era cieco, cieco da circa dieci anni e del mio libro non conosceva che qualche paginetta che il genero gli aveva potuto leggere di sera, dopo cena.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- A me? - fece questi, come se cascasse dalle nuvole, voltandosi e mostrando la bella barba quadra e i baffoni in sú.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
li hai mostrati tu...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutte le polizzine poi, la domenica, erano raccolte arrotolate in un'urna di cristallo; il padre beneficiale Fioríca vi affondava una mano, rimestava un po' tra il silenzio ansioso di tutti i fedeli inginocchiati, ne estraeva una, la mostrava, la svolgeva e, attraverso le lenti insellate sulla punta del naso, ne leggeva il nome.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Marcuccio La Vela sapeva di quel suo nomignolo e se ne stizziva molto; ma per quanto poi si sforzasse di fare il cattivo e di mostrarsi corrivo a riavere il suo, non solo non gli veniva mai fatto, ma ogni volta alla fine era una giunta al danno perché, impietosendosi alle finte lagrime dei debitori maltrattati, per compensarli dei maltrattamenti, oltre la berretta ci perdeva qualche pezzo di dodici tarí porto sottomano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ella non riuscí a comprendere perché le mostrasse quella veduta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma come rifiutare quel benefizio, dopo le tante cure e le premure affettuose di lei? quel benefizio offerto in quel modo, che non lo legava ancora per nulla, che lo lasciava libero di scegliere, libero di mostrarsi, o no, grato di quanto gli era stato fatto? Ora, ogni mattina, levandosi dal divanaccio con le ossa indolenzite, don Pietro si esortava cosí: - Coraggio, don Paranza! alla doppia pesca! E preparava gli attrezzi: le due canne con le lenze, una per sé, l'altra per L'arso, i barattoli dell'esca, gli ami di ricambio: ecco, sí, per i pesci era ben munito; ma dove trovare l'occorrente per l'altra pesca: quella al marito per la nipote? chi glielo dava l'amo per tirarlo a parlare? Si fermava in mezzo alla stanza, con le labbra strette, gli occhi sbarrati; poi scoteva in aria le mani ed esclamava: - L'amo francese! Eh già! Perché gli toccava per giunta di muovergliene il discorso in francese, quando non avrebbe saputo dirglielo neppure in siciliano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Venerina era cosí lieta e impaziente, quella mattina, di mostrare al fidanzato la loro nuova casetta già messa in ordine! Ma, poco dopo, quando il vaporetto finalmente si fu ormeggiato nel Molo e il Cleen poté scenderne, quella sua gioja fu improvvisamente turbata dalla stizza, udendo il saluto che gli altri marinaj rivolgevano, quasi miagolando, al suo fidanzato: - Bon cion! Bon cion! - Brutti imbecilli! - disse tra i denti, voltandosi a fulminarli con gli occhi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Pochi, dieci giorni? Ma bastano, caro mio! - disse a don Pietro che se ne mostrava malcontento.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Non si riconosce piú, figlio mio! Sorrideva, non perché non ne sentisse pena, ma per non mostrare la propria afflizione mentre i padroni erano in festa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo vedeva da per tutto, il sole, e specialmente negli occhi e nelle labbra ardenti e succhiose di Venerina, che rideva di quelle sue meraviglie e lo trascinava via, per mostrargli altre cose che le parevano piú degne d'esser vedute: la grotta del Cioccafa, per esempio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E pareva che gli uomini, tra le brighe continue e le diffidenze di quella guerra di lucro, non avessero neanche tempo di badare all'amore, se le donne si mostravano cosí svogliate, neghittose.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non voleva mostrare il tenerissimo affetto che gli era nato per quel bimbo, ch'egli chiamava gattino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Reggeva in una mano due galletti per le zampe, e mostrava nel palmo dell'altra mano tre lire d'argento, chi sa da quanto tempo conservate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Vittore Brivio trattava la moglie come una bambina non d'altro capace che di quell'amore ingenuo e quasi puerile di cui si sentiva circondato, spesso con fastidio, e al quale si era proposto di prestar solo attenzione di tempo in tempo, mostrando anche allora una condiscendenza quasi soffusa di lieve ironia, come se volesse dire: "Ebbene, via! per un po' diventerò anch'io bambino con te: bisogna fare anche questo, ma non perdiamo troppo tempo!".(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Giuro che non a me soltanto, ma a quanti passavano quel giorno per il viale Nomentano sembrava incredibile che quell'omino là potesse mostrarsi cosí soddisfatto di portarsi a spasso quella moglie in quello stato; e piú incredibile che quella moglie si lasciasse portare, con un'ostinazione che tanto piú appariva crudele contro se stessa, quanto piú lei sembrava rassegnata allo sforzo insopportabile che doveva costarle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non lo richiamava, perché era anzi contenta che avesse il coraggio di mostrarla lui, quella soddisfazione, mentre a lei toccava di mostrarne vergogna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ha mostrato le lettere di mia madre.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non volendo un'altra volta mostrarsi stupito, per nascondere il turbamento crescente il dottore s'accigliò e disse: - Forse l'avrà trattata male, codesto figlio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le voglio mostrare il letto pronto sempre e apparecchiato per quella...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Guarda, guarda! - mi diceva, mostrandomi i passerotti che dalle grondaje spiccavano il volo e si tenevano sospesi su le ali gridando quasi per esortar piú da vicino l'albero a rizzarsi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- E questo mio bambinello? - disse, mostrandolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
da guerra, là! Questa qui faceva ancora l'ingenua: mostrava di credere d'aver compreso che lui la volesse soltanto per serva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gli altri figliuoli, destinati alle fatiche della campagna, esposti lí alla morte, non avevano invidiato per nulla la sorte di quel loro fratello, s'erano anzi mostrati orgogliosi di lui, lustro della famiglia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'Aricò l'aveva investito irritatissimo gridandogli di non far scenate, d'alzarsi e star tranquillo e composto; e lui l'aveva respinto con una furiosa bracciata per mostrarsi a lei in tutta la sua disperazione e abiezione; voleva alzare la faccia disfatta da terra e guardarla, e non poteva; e restava lí, Dio, restava lí, certo con la vergogna, ora, del suo atto teatrale mancato, che pur avrebbe voluto sostenere fino all'ultimo perché vi era stato trascinato dalla foga d'un sentimento sincero, dalla speranza forse che lei se ne sarebbe lasciata commuovere, intenerire fino a posargli la mano sui capelli in atto di perdono, non per carezza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La zia s'ostina a mostrare di non comprendere il male che la nipote fa; e questa allora lo fa per costringerla a comprenderlo e a smettere quella fintaggine insopportabile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma chi l'ha consigliata e indotta, fin dove vuole che arrivi la carità di lei, scendendo a contatto di tanta nascosta vergogna? Vergogna di tutti, e piú forse di quanti mostrano d'esserne immuni perché meglio degli altri riescono a tenerla nascosta anche a se stessi, che d'un che se la porti scritta in faccia, come quel povero mostro là.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'avvocatino Aricò sbarra tanto d'occhi in faccia al signor parroco, e si stizzisce notando che questi mostra di comprendere il riposto senso della domanda della signora Lèuca e di trovarsi di fronte a un caso di coscienza che non gli s'era affacciato alla mente venendo a proporre alla signora d'accogliere in casa quelle tre orfane come la piú grande delle concessioni che potesse fare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ha il cuore grosso; grossa la voce; e mostra una gran fretta, forse per nascondere il turbamento e la commozione; forse per non dar tempo alla moglie d'osservare intorno la miseria della casa, il disordine di quella sua vergognosa intimità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi mostra loro i tavolinetti, dove studieranno, e ne assegna uno a ciascuna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Intanto, le ripulisce ben bene, le ripettina; mostra loro tutta la casa; dove dormirà il babbo; dove dorme lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cerca soltanto di far parlare Lauretta, che sta a guardar sempre in bocca Sandrina, la quale, per esser stata già una volta con lei, vuol mostrare alla sorellina che ha già preso una certa confidenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E poi, dopo cena, quella sua bocca divenuta brutta, quasi nera sotto i baffi neri un po' brizzolati nel mezzo, che sorriso bello, di paterna tenerezza, aveva saputo trovare nel mostrarle la bimba che gli s'era addormentata sulle ginocchia! E le aveva domandato sottovoce se non sarebbe stato bene provarsi a svestirla pian piano, per andarla a deporre sul suo lettino, là in camera, dove già erano andate a dormire le sorelline maggiori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Può mai confidare la signora Lèuca a quell'avvocatino Aricò, che tutt'a un tratto, appena saputo della fuga di lui, sparito come per incanto il piacere, ella si è sentito gravare enormemente sulle braccia il peso di quelle tre bambine non sue, e diventate subito totalmente estranee a lei, alla casa? Non lo vuol confidare neanche a se stessa, la signora Lèuca, e si mostra piú premurosa e piú affettuosa che mai verso quelle tre orfane abbandonate, perché non abbiano minimamente ad accorgersi del suo animo mutato, specie le due maggiori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nessuno, conoscendo la Baronessa, le prove date in dieci anni della sua incredibile tolleranza, non solo per l'amore sviscerato e la devozione al marito, ma anche per la coscienza ch'ella aveva, e dava agli altri, che fosse naturale quanto le era accaduto, data la sua rozzezza, la sua bruttezza e il suo gran cuore; nessuno rimase offeso di quello spettacolo, e tutti si commossero, anzi, fino alle lagrime, quand'ella si voltò a scongiurare Nicolina d'allontanarsi e, prendendole il bimbo e mostrandolo al morto, gli giurò che lo avrebbe tenuto come suo e lo avrebbe fatto crescere signore come lui, dandogli tutte le sue ricchezze, come già gli aveva dato tutto il suo cuore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quelle non le dissero che proprio per questo desideravano che si maritasse; ma si mostrarono cosí fredde con lei e cosí scontente del rifiuto, che alla fine, a poco a poco, la indussero a cedere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Voleva che il suo sguardo, il suo mostrarsi a ogni bisogno fossero tacito ammonimento o muta riprensione; specchio, sostegno, intoppo, consiglio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La vecchia signora sollevò le pàlpebre gravi sonnolente, mostrando, uno piú aperto e l'altro meno, gli occhi torbidi, ovati, quasi senza sguardo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Era andata; e quella zia, squadrandola da capo a piedi, s'era mostrata dolente di non poterla accogliere in casa perché c'era Giorgio - e qui consigli di prudenza - una lunga predica, che ella, interpretando (com'era facile) il sospetto che moveva la zia a parlare, aveva ascoltato col volto avvampato dalla vergogna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si sentiva avvolto e protetto dall'infinita tenerezza che spirava da quegli occhi, che sarebbero stati pur belli, cosí neri, se le palpebre, sotto, non se ne fossero staccate, mostrando il roseo smorto delle congiuntive e scivolando con le occhiaje e le guance nel cavo dell'orrenda ammaccatura, da cui emergeva appena la punta del naso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non aveva ancora sei anni, e già si rivoltava, indignato, e scappava via sulle furie nel vedersi mostrato da lei a chi la rimproverava di quella sua troppa remissione; si turava gli orecchi per non udire dall'altra stanza le parole con cui di solito ella accompagnava quel gesto rimasto a mezzo per la sua fuga: che aveva un figlio e che questo, data la sua disgrazia, fosse già un premio veramente insperato che Dio le aveva voluto concedere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dopo averlo mostrato di porta in porta per tutto il vicolo, lo mise a ingrassare in un angusto cortiletto, ch'ella chiamava giardino, dietro la casa; e siccome doveva tenerlo lí parecchie settimane, pensò bene di dargli un nome e lo chiamò Cocò.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se qualcuno gli domandava: - Ma, insomma, voi che ne dite? Giglione alzava una mano e col pollice sotto il lobo e l'indice alzato sul padiglione, mostrava l'orecchia, per significare che a lui toccava sentire e che il parlare era affare del compagno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
è da ridere, non è vero, signori? E rise: lui sí, rise, e seguitò anche a ridere il dottor Sandrocca che rideva sempre; ma non risero gli altri, né mostrarono di gradir la proposta di fare colazione là nella macchia del Conventino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Gioventú! Come s'era spaventata Trisuzza Tumminía di quell'insetto venuto a cacciarlesi tra i capelli, non sapendo che fosse una "candelina di pecorajo"! Egli le si era accostato, aveva preso con due dita, delicatamente, quella lucciola di tra i capelli e, mostrandogliela, come nell'atto d'improvvisarle uno stornello, le aveva detto: - Luce, vedete? Era venuta a mettervi una stella in fronte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Di fuori, se ne mostrarono offesi; in fondo se ne compiacquero, per un certo sapore di gioventú che quella guerra veniva a dare alle loro nozze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E tanto piú s'era ostinata a darglielo, quanto piú quelle con aria afflitta s'erano mostrate restíe a partecipare alla sua soddisfazione per la buona ventura che toccava alla figlia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Uh, ne facevano tanti, di quei dispetti, alle povere mamme! Levare i bambini dalle culle e andare a deporli su una sedia in un'altra stanza; farli trovare dalla notte al giorno coi piedini sbiechi o con gli occhi strabi! - E guardi qua! guardi qua! - mi gridò una, acchiappando di furia e facendo voltare il testoncino a una bimbetta che teneva in braccio, per mostrarmi che aveva sulla nuca un codino di capelli incatricchiati, che guaj a tagliarli o a cercar di districarli: la creaturina ne sarebbe morta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un giovanotto, sí, avrebbe potuto anche fare uno scandalo; lui, vecchio, no; doveva mostrarsi superiore, lui, e imporre altrimenti alla moglie il rispetto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
— Donna Ruth , buon giorno , padrona mia ! Donna Ruth scese svelta , lasciando vedere le grosse gambe coperte di calze turchine: gli sorrideva , mostrando i denti intatti sotto il labbro scuro di peluria .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Gli sembra che tutto intorno a lui si animi , ma d'una vita fantastica di leggenda ; i morti risuscitano , il Cristo che sta dietro la tenda giallastra dell'altare , e che solo due volte all'anno viene mostrato al popolo , scende dal suo nascondiglio e cammina: anche Lui è magro , pallido , silenzioso: cammina e il popolo lo segue , e in mezzo al popolo è lui , Efix , che va , va , col fiore in mano , col cuore agitato da un sussulto di tenerezza . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Appena vide Noemi si tolse il berretto che lasciava l'impronta sui folti capellidorati , e le sorrise mostrando i bei denti fra le labbra carnose .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Non sta melanconico come lei ! Cento lire ha , cento lire butta , cosí ! Prese un po' d'acqua con le dita , e gliela buttò sul viso , senza ch'egli cessasse di sorridere con gli occhi dolci pieni di desiderio , mostrandole fra le labbra rosee i denti bianchi quasi volesse morderla .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Gli uomini si mostravano piú espansivi con le donne , trascinandole al ballo , e il sole obliquo tingeva di rosa il cortile che ronzava come un alveare .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix lo guardava dal basso , spaurito ; e il grosso uomo a cavallo gli sembrava , nel crepuscolo rosso , un uccello di malaugurio , uno dei tanti mostri notturni di cui aveva paura .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
VIII Era un giovedí sera e l'usuraia non filava per timore della Giobiana , la donna del giovedí , che si mostra appunto alle filatrici notturne e può loro cagionare del male .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Cento domande le salivano alle labbra , ma non voleva mostrarsi curiosa e debole davanti a quell'uomo che tutti in paese temevano e disprezzavano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Che incubo , lo stradone biancastro nella notte , e la voce della fisarmonica che scendeva dalla collina e faceva tacere quella dell'usignolo ! Tutti i folletti e i mostri s'erano scossi e danzavano nell'ombra , inseguendolo e circondandolo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E tutta la chiesa era piena di nastri e di idoli ; santi piccoli e neri con gli occhi di perla , santi grossi e deformi , piú mostri che idoli .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Tutta la casa spirava pace e benessere: sui muri chiari tremolava l'ombra dei palmizi e tra il fogliame dorato dei melagrani le frutta rosse spaccate mostravano i grani perlati come denti di bambino .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Come devo fare ? — Devi mostrarti uomo , una volta tanto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Donna Ester saliva dalla valle col viso coperto da un'ala nera ; sollevava l'ala , mostrava il suo viso scuro , doloroso , gli occhi velati di pietà , ma si traeva indietro dal muricciuolo come per paura di cadere ; ed ecco altre figure salivano , tutte col viso nascosto da un'ala nera , etutte si avvicinavano ma si ritraevano subito spaurite , spaventate dal pericolo di precipitare al di là .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Le rive, or accostate, or ritraendosi in seni ameni, or lasciando all’acque quiete ampio letto, mostravano qui l’ombre rade e là conserte, qui l’erboso declivio, là ’l poggio sassoso, segnato di sentieretti che s’inerpicano lenti per l’erta. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Com’è fuggevol cosa in cuor giovanetto il dolore! Quella novità del cammino, que’ poggi che l’un sull’altro si rizzano o si riposano, e dopo molto addossarsi e ondeggiare si confondono a’ fianchi alteri del monte da cui paiono usciti; le vallette che in fondo al verde, giù in fondo, mostrano il biancheggiar de’ villaggi; le tenui acque stillanti; e la selva di Vizzavona che sale con le grandi orme e scende pe’ fianchi della forte montagna, e gode vestirli dell’ampie ombre de’ frassini o delle spesse e diritte cime de’ pini, mi distraevano malcontenta da’ miei dolci pensieri.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Passando dal ponte dell’Arti gli mostravo quel po’ di verdura che cresce modesta nell’isoletta appiè degli archi del ponte Nuovo, e consola le meste acque dove si specchia il palazzo di Luigi Filippo: ed egli: sì, bene: e guardava la facciata dell’Istituto, e le fide colonne appiccicate agli edifizi di Francia, che pare vogliano entrar loro in corpo.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Uomo che avendo in cuor suo quella vile stima di me, pur mostrava d’amarmi, e che nondimeno mi lasciava così, parvemi indegno che fosse pianto. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
M’accorsi che lì non finivano le sue spese: ma mostrarmi gelosa i’ non degno, o non oso. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
M’era dolce conversar con persone che non arrossiscono dell’essere e del mostrarsi cristiani, che non conoscono gioia maggiore. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Mi par di vedere una baronessa attempata che, mostrando le sue bellezze, si fa scarrozzare di galoppo per le vie fitte di gente, e desta il desiderio d’un collegiale, l’invidia d’una mercante, il sogghigno d’una marchesa; fa fuggire i bambini, spaventa le donne, rompe le gambe ad un vecchio; poi torna a casa per piangere con misericordia molta un suo canino morto d’indigestione di chicche.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Io, entrato a pena in Francia, ritrovo in vettura una signora francese, che mi si mostra a chiari segni abbracciabile: e perch’io, per buone ragioni, non le do retta, ed ella si butta a un altro Italiano lì accosto, e scende seco la notte a contemplare il firmamento de’ cieli. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Povera Luisa, anche tu delle tante che mi passaron dinanzi per iscuotermi, come baleno che mostra ampiamente schiarate dalla fiamma breve le nubi fonde e la lunga campagna.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Il sole mattutino imbiancava o squarciava la nebbia, sì che le cime circostanti parevano tagliate e rifatte in forme nuove; e struggendo della neve ammontata, mostrava la nera terra e i massi biancheggianti, e qualche fil di verdura. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E ragionavano delle cose ad entrambi note e dilette: e in parlar d’altro, mostravano meglio il cuore proprio, che a parlare di sé.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Le madri mostrano a’ bambini Gesù; altre fanno mostra di sé: qualche sapiente vorrebbe scherzare; ma di queste nuov’onte fatte alla filosofia si sente sdegnoso; e appena ridestano l’antico suo ghigno i turiboli librati in alto da’ chierici con difficile maestria. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Poi balbettando, mostrava d’aver qualcos’altro sul cuore: e dopo qualche esitazione, fattosi promettere prudenza; disse: "Io credo l’animo di questa donna non tanto sincero quant’ella vanta. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Ella più lo desiderava e più mostravasi riservata, memore del passato, e tenuta a dovere dall’occhio della Matilde, la sua pigionale; ch’era, tra il pazzerellone e l’astóre, una buona ragazza: nata a Valenciennes, ma, da piccola, stata sempre a Quimper con sua madre che quivi morì.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Matilde, pur per dire qualcosa e per mostrarsi di buon umore, si mise a scherzarci con quelle parole delicatamente crudeli che le donne sanno. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
D’altra parte Maria, mesta e per le cose udite, e più per il silenzio di lui, si chiudeva in se stessa; e il giorno e quant’ore potesse della notte spendeva al lavoro, per non essere di peso a Rosa, e per mostrare a esso che la non gli sarebbe stata di peso. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
La luce e l’ombra giocavano in vago modo sugli alberi, le case, i muri, i sentieri, parte celandone, parte mostrando con amoroso pudore. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Ella se ne offendeva, interpretandola per non curanza: e mostrava di dar retta talvolta alle parole del conte pur per provare; e parlando all’uno, pensava all’altro; e alle facezie contegnose del nobile uomo sorrideva con l’anima lacerata.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Temete da me dolori più gravi? Fuggiteli: e non venite a mostrarmi i vostri sacrifizii, quasi rimprovero alla mia povertà. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Ma se mai..." "A me piuttosto che ad altri: me lo promette?" "Sì, ve lo prometto; e vi stringo la mano; e vorrei potervi mostrare il cuor mio." "Ci voglia bene: ecco fatto. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Si riaveva Maria, e ritornava alla freschezza come del primo amore così del primo pallore: e negli atti più sciolta, nelle parole mostravasi più cordiale. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Nondimeno una gentile imagine anco di quivi raccolsi, che mi fece desiderar con dolore il magistero della matita: imagine di giovanetta mendicante che, seduta su una gradinata con un bambino in seno, mostrava i be’ piedi ignudi, e levava in me gli occhi possenti, e l’ancor più possente pallore del viso estenuato, e a parole sommesse e dolcemente roche moveva in atto leggiadro le labbra delicate: figura da scolpire, non che da dipingere.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Grande, calzon corti, stivali al ginocchio, rosso di viso, capelli rossi, e gli occhi tamanti" (e mostrava col dito in arco).. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Il mare ora puro, mostra le pietruzze del fondo, e rende intatte le forme delle case biancheggianti, degli alberi radi, immoti: or si frange tra gli scogli a fior d’acqua, e con più lento rumore si distende sul lido. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Ma Giovanni pensava alla ben più lieta entrata che gli s’offerse nel montar la Garonna, che il glauco del mar rifluente si mischia al gialliccio del fiume, e la Gironda e la Dordogna scendono affrettando a congiungere le larghe correnti; e le rive mostrano al legno rapidamente passante i lunghi viali, e i casini nuovi, vestiti quasi a festa; e il sole piove i suoi vivifici ardori, novità quasi dimenticata a chi vien da cielo più immite; e a memoria di quello, rosseggian sul fiume le vele bretoni; e da ultimo la rada si vede schierare a rassegna leggiadramente minacciosa gli ardui vascelli come guerrieri adornati a battaglia.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Gracile delle forme, né senza grazia il pallore del viso; ma né la voce né lo sguardo né la fronte né i silenzi, né le cure amorose di donna: ma e ragionare, e citare, e giudicar duramente le grandi cose vestite d’umiltà, ed ammirare le basse pitturate d’orgoglio; e filosofare sul male, e vantarsene per vanità; e non temere l’amore come cosa terribile; né agognarlo come necessità prepotente, ma pensacchiarlo, e calcolarlo; e in ogni atto dell’uomo vedere, con noiosa credulità, un indizio di debolezza (viene, casca, l’ho vinto!); e non mai quella sublime dimenticanza o dubbiezza di sé, nella quale rapisce le anime gentili l’amore, ma sempre il pensiero immoto a ammirar la virtù della propria parola, sempre in atto quasi da mostrarsi ignuda perché la vagheggino (vedete bel codrione ch’è il mio!); stuccavano altamente Giovanni, il quale non poteva pure non istimare le qualità buone e di donna ch’erano in lei, coperte dalle macerie letterate. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
O Italiani, mostrate in degni atti il coraggio; sappiate vivere a tempo, a tempo morire. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E usciva per non si mostrare commossa.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Gli stese la mano, e con fioco quasi rantolo chiese bere a lui che non osava mostrar lo spavento. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E quando sentiva i terreni desideri venire, allora cansava Maria, la qual cosa ella non sempre intendendo, gemeva; e a momenti, tuttoché sicura di lui, si mostrava scontrosa a tutti, massime alla buona Matilde. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Le onde stramazzavano tuonando sulla riva, sconquassavan le barche incatenate, mostravano qua e là, sino all'opposta sponda austera del Doi, un lingueggiar di spume bianche. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ma l'ingegnere che mostrava in quella sua bella faccia d'impavido galantuomo una disapprovazione continua, un disgusto crescente dell'ometto pusillanime che gli si contorceva davanti, dopo parecchi «oh povero me!» che avevano per sottinteso "in che compagnia sono!" perdette ogni pazienza, e inarcando le braccia con i gomiti in fuori e scotendole come se tenesse le redini di un ronzino poltrone, esclamò: «Ma cosa mai, ma cosa mai! Pare impossibile! Questi son discorsi da fatuo, caro signor Giacomo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Comè? Comè? La sciora Barborin? L'è chì? Ah Signor! Andem sü!» E si mosse con un impeto di ossequio, ma Pasotti lo ridusse all'obbedienza, prima trattenendolo addirittura per le braccia e poi protestando di volergli veder prendere due o tre di quei mostri di cavedini; e don Giuseppe, per quanto protestasse alla sua volta: «Oh dess! Se ciapa nient! Hin baloss! Hin caveden! ga veden!», dovette gittar l'amo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Intanto il mastino, umiliato da quell'arte superiore, desiderando mostrar in qualche modo che almeno dello zelo ne aveva anche lui, afferrò per un braccio il ragazzotto dall'annaffiatoio e lo presentò. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Al vecchio zio, che pure vedeva di rado, mostrava una tenerezza strana, impetuosa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Poi vi sono anime che mostrano di credere nella vita futura e vivono del tutto per la presente. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Conscio di avere sognata, da giovinetto, la gloria e di averne quindi umilmente deposta la speranza, diceva, quasi, a se stesso con la sua mesta appassionata musica che pure anche in lui v'era qualche lume d'ingegno, qualche calore di creazione veduto solamente da Dio, perché neppur Luisa mostrava far dell'intelligenza sua quella stima che a lui stesso mancava ma che avrebbe desiderata in lei; neppur Luisa, il cuor del suo cuore! Luisa lodava misuratamente la sua musica e i suoi versi ma non gli aveva detto mai: segui questa via, osa, scrivi, pubblica. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
La povera sorda cadde dalle nuvole, non sapeva né di discorsi né di matrimoni, protestò ch'era una calunnia, scongiurò suo marito di non crederci, si disperò, quasi, perché il Controllore mostrava conservar un sospetto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ritornò nel giardinetto dove il Commissario, appena lo vide, gli chiese di mostrargli certe dalie che la signora Peppina vantava. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Il colèra», disse Luisa, «se avesse giudizio, potrebbe fare bellissime cose; ma non ne ha.» «Vede», sussurrò alla signora Peppina, mentre il Biancòn si alzava per andare incontro al Commissario di ritorno con Franco, «il colèra è capace di portar via Lei e di lasciar qui Suo marito.» A questa uscita stravagante la signora Peppina ebbe un sussulto di spavento, fece «Esüsmaria!» e poi capì di essersi tradita, di non aver mostrato per il suo Carlascia quella tenerezza di cui parlava sempre, afferrò il ginocchio della sua vicina e si piegò a dirle sottovoce, rossa come un papavero: «Citto, citto, citto!» Ma Luisa non badava più a lei; un'occhiata di Franco le aveva detto ch'era successo qualche cosa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«E perché hanno scritto sciabola?», fece il Ricevitore tanto per mostrare un po' di zelo anche lui. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Egli pareva un altro, non mostrava né dolore né collera, aveva nel viso e nella voce una dolcezza seria, una virile tranquillità. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Pasotti, che non voleva assolutamente permetterle di scendere a Oria, di mostrare in quelle circostanze affetto ai Maironi, rispose con un gesto che pareva un colpo di scopa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Se Franco mostrava alla bambina le stelle e la luna, i fiori e le farfalle come opere mirabili di Dio e le faceva della poesia religiosa buona per una ragazza di dodici anni, Luisa taceva; se invece gli avveniva di dire a Maria: «Bada, Iddio non vuole che tu faccia questo, Iddio non vuole che tu faccia quello», Luisa soggiungeva subito: «Questo è male, quello è male, non si deve mai far il male». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Vedete che le cose non vanno poi troppo male.» Ciò detto lo zio si alzò e se n'andò per l'uscio del salotto con passo franco, mostrando anche da tergo la sua faccia eretta, il suo modesto ventre pacifico, la sua serenità di filosofo antico. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ester, che a ventisette anni ne mostrava venti salvo che nella morbidezza delle movenze e in una certa occulta, deliziosa scienza degli occhi, non aveva desiderato di pescar quell'amante rispettabile ma lo sentiva preso e se ne compiaceva, stimandolo un grande ingegno, un sapientone. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Egli dovette quindi prendersi in braccio Maria che s'era addormentata e continuò a dormire con la testa sulla spalla di suo padre, mostrando un bel mezzo visino pacifico. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ella lo guardava fiso; i begli occhi gli dicevano: «Bravo, Lei fa una bella azione, mostra molto cuore, non l'avrei creduto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non aveva riveduto il professor Gilardoni dopo la notte di Natale e desiderava parlargli, non per udir da capo la storia del testamento Maironi, ma per farsi raccontare il suo colloquio con Franco quando gliel'aveva mostrato, per conoscere le prime impressioni di Franco e l'opinione del professore. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Avrebbe voluto almeno sapere che quando il Gilardoni gli aveva mostrato quelle carte vi era stata in lui una lotta, che il sentimento più giusto si era sollevato almeno un momento nell'anima sua. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Per fortuna il Pinella chiamò Maria mostrandole un libro d'immagini e Maria, vinta dal libro, corse a lui. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Lavorando intorno alle piante si disse amaramente che se avessero avuto senso e parola, gli si sarebbero mostrate più riconoscenti, più affettuose del solito per la sua prossima partenza, mentre Luisa aveva cuore di essergli aspra. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Egli mi ha mostrato quel testamento tre anni sono, la notte del mio matrimonio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Incominciò ad aver coscienza di un altro dovere che oramai gl'incombeva di fronte alla moglie: mostrarlesi uomo a costo di qualsiasi sacrificio, nella volontà e nell'azione, difendere, contro lei, la propria fede con le opere, partire, lavorare e soffrire; e poi… e poi… se Iddio santo vorrà che il cannone tuoni per l'Italia, via, avanti, e venga pure una palla austriaca che la faccia piangere e pregare anche lei! Gli sovvenne di non aver dette le sue preghiere della sera. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Parlando di venire alle mani coi Croati diventò più rosso dell'asso di cuori e vibrava tutto come un bracco quando gli si mostra un pezzo di pane. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Credo l'abbia fatto per desiderio del Dina perché esitava, gittava qualche rapida occhiata ai miei panni i quali mostrano aperto il canchero della borsa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Gliene aveva parlato egli stesso, Dina, e il conte s'era mostrato dispiacente che un gentiluomo lombardo di così bel nome si trovasse a Torino in condizioni dure e oscure. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Pensò ai tarocchi, poté, con uno sforzo, vedersi nella testa il tavolino da giuoco, i giuocatori, i lumi, le carte; ma quando cessò dallo sforzo per abbandonarsi ad una visione passiva di questi soporifici fantasmi, le comparve sotto le palpebre tutt'altra cosa, una testa che cambiava continuamente lineamenti, espressione, attitudini e che venne per ultimo lentamente ripiegandosi avanti sopra se stessa come nel sonno o nella morte, non mostrando più che i capelli. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il dottor Aliprandi uscì presto e Franco, sapendolo patriota, si confidò anche a lui, poiché gli occorreva mostrarsi, informarsi dello stato della nonna. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non pigliò quindi la cosa sul serio e acconsentì subito a posar le mani sopra un tavolino insieme all'amica e al marito, il quale, dal canto suo, mostrava un gran zelo, una gran fede di riuscire. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
S'egli fosse stato un poeta presuntuoso avrebbe supposto che la Valsolda gli desse il buon viaggio con uno spettacolo d'addio, volesse mostrarglisi bella come forse non l'aveva veduta mai; ma queste fantasie poetiche a lui non venivano e poi si trattava di un viaggio così breve! No, gli passò invece nella mente l'immagine di Maria, l'idea di vedersela capitar correndo fra le gambe, di prenderla sulle ginocchia, di recitarle la canzonetta antica: Ombretta sdegnosa Del Missipipì. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il giardiniere tornò dopo un momento per mostrarle le gialle acacie fiorite e le eriche bianche del ripiano inferiore, pure fiorite. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Gino Viesi gli mostra senza guardarlo la lettera che gli trema in mano.
---------------
A ogni modo, se non proprio impaurito, si mostra per lo meno sbalordito, il buon Fongi, e non risponde né no né sì, quantunque Berecche lo miri con certi occhi che aspettano irosi una risposta affermativa.
---------------
Tutti i segni erano eloquenti, tutti i fantasmi cantavano. Le Vittorie mostravano l'anima di ferro sotto gli stucchi disgregati, e non più la corona fronzuta tendevano ma il cerchio di rugginoso ferro. Le Aquile sublimi abbrancavano i festoni di frutti putrefatti e caduchi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Le Sirene s'incurvavano, tra i fogliami sporgenti come le mammelle dei bei mostri marini, in un fregio di così forte rilievo che eguagliava la misura dei grandi versi memorabili. Lungo gli stipiti delle alte finestre le Vittorie tendevano all'estremità dei moncherini i cerchi di ferro rugginoso. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella sfuggiva alle mani tremanti del compagno. Gli mostrava un viso che pareva decomporsi e ricomporsi come nella vicenda del terrore e dell'ebrezza. Ed entrambi, da una soglia all'altra, dalla luce all'ombra, dall'ombra alla luce, perseguitavano la loro angoscia senza fine. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Questo cielo, Aldo, mi fa ripensare a quella parola che mi mostrasti in una dedica d'un Libro di Cantate, forse dedicato a me quando vivevo. Te ne ricordi?
---------------
Le tettoie nuove, dalle fronti dipinte alla maniera degli antichi pavesi, custodivano i più diversi mostri artificiati con le materie più diverse, coi più diversi ingegni. Per mezzo alle ampie tende di tela agitate dal turbine delle eliche in prova, apparivano a quando a quando le strane forme delle chimere senza bellezza e senza virtù partorite dalla manìa pertinace o dalla presunzione ignara, condannate irremissibilmente a sollevare la polvere e ad arare il suolo: ali ricurve e aguzze costrette al remeggio con uno stridore di usci in càrdini rugginosi; adunazioni di celle quadrangolari, simili a mucchi di scatole senza fondo; lievi scafi oppressi da impalcature sovrapposte, simili a fragili canghe; alberi giranti forniti d'una sorta di cilindri cavi come i burattelli di stamigna nei frulloni dei fornai; (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Taluno col gesto perpetuo dei dementi manovrava una leva, volgendosi di continuo a osservare l'effetto; e mostrava così or di fronte or di profilo una faccia barbuta di buono astrologo, con due occhi sporgenti arrossati e gonfiati dall'insonnia o dalla polvere o dalle lacrime.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Paolo Tarsis raggiungeva il compagno, gli passava a portata di voce, era preso nel vortice dell'elica gemella, sbandava, rullava, guizzava fuor della rotta, scivolava con la velocità del vespiere, piombava a un tratto come l'astore, risaliva quasi verticalmente come il germano, mostrava contro il fulgore le nervature delle sue tele, virava intorno all'asta della mèta così stretto da radere con l'ala inflessa la punta della fiamma ondeggiante. Egli aveva gittato verso il compagno il grido di riconoscimento e di allarme, consueto a entrambi nelle scorrerie nelle cacce nei bivacchi. Gli era giunto? La risposta s'era perduta nel rombo?
---------------
Ora su tutte le strade era l'inferno del fuoco e del ferro. I veicoli fragorosi, furenti di rapidità contenuta, fatti d'ombra informe e di splendore accecante, s'incalzavano, s'accalcavano. Fra gli scoppii e gli sprazzi, gli squilli rauchi delle trombe e gli ululi lùgubri delle sirene si rispondevano come le voci del pericolo e dell'allarme. Il fumo e la polvere turbinavano in zone di luce violenta; un odore acre avvelenava l'afa; le figure umane apparivano e sparivano come larve, quasi perdute su i mostri ruinanti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il fratello impallidì. Ella gittò un'occhiata al letto occupato dalla forma bianca e immobile. L'amore turbinò dentro di lei, travolse tutto, esasperato dall'impedimento, infiammato da una gelosia insana contro quel grande dolore che usurpava il suo dominio. Perché Paolo non l'aveva cercata? non aveva tentato di vederla almeno per un minuto? non le aveva dato alcun segno? E perché egli aveva tenuta quasi nascosta quell'amicizia, s'era sempre studiato di non parlare dell'amico e di non mostrarlo, come per una diffidenza oscura, come per una precauzione istintiva contro un pericolo o un maleficio? Quella gli era forse più cara del suo amore? E l'amore era vinto dal lutto? forse offerto in sacrifizio all'Ombra fraterna?
---------------
Non quando nelle sue mani intormentite dalla lunga fatica egli aveva sollevato il capo del compagno già grave di grumi, non quando aveva preso nelle sue braccia il corpo inerte sentendo le ossa cedere orribilmente, non quando lo aveva avvolto nella ruvida porpora e composto sul letto di guerra, né quando per tutta la notte aveva contemplato in lui la bellezza abbattuta della sua propria vita, né quando aveva ascoltato in sé stesso piangere il pianto della vergine oscura, non mai non mai l'Ombra gli era stata presente come in quell'ora. Egli la sentiva tra l'una e l'altra ala, simile a uno spirito del vento, simile a un pilota invisibile che gli segnasse la rotta e gli mostrasse l'altura. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Non mostrare di frantendere. Tu hai capito quel che volevo dire. Hai cantato quel tremendo _Vom Tode_ di Beethoven come se, abbandonando la carne, tu dicessi le novissime parole all'anima tua e a tutte le anime in ascolto. La tua voce era sopra un abisso. Stavo pensando a quel che potrebbe essere il _Säume nicht, denn Eins ist Noth_ se tu lo cantassi sul ciglione delle Balze in una notte stellata. Chi sa chi ti risponderebbe di giù!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Una collera sorda lo strinse. «Perché dei due compagni la sorte ha abbattuto quello inoffensivo? Perché non ha spezzata la schiena all'altro?» L'imagine maschia lo urtò nel mezzo del petto come quando là, sul poggiuolo in vista della palude mantovana, egli aveva veduto tra i denti forti il filo di sangue. Risospinse la sorella, si levò; camminò per la stanza portando un viluppo enorme di mostri sul passo elastico dei suoi piedi nudi nei sandali di sparto. S'appressò al davanzale, si sporse, bevve la frescura, l'ombra violetta, il profumo della magnolia. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Così nell'amante si ripeteva di continuo la sensazione già patita su la strada polverosa quando ella, dopo il passaggio dei cavalli bradi, aveva sollevato il suo velo mostrando il viso nudo ed egli s'era volto a guardarla con qualcosa di cavo nel petto ch'era come l'impronta di quella nudità sempre nuova. Veramente ella, per vivere in lui, gli scavava il petto, glie lo scerpava, glie lo rodeva, senza dargli tregua; e pareva talora incastrarvisi, serrarvi e schiacciarvi ogni altra cosa ancor viva, distruggervi ogni fibra non accordata al suo tono, e dal più nero dolore volgere la più chiara delle voluttà. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Avevo serbate intatte le profondità dei miei sensi perché ella vi discendesse. Ella vi discende; e vi risveglia i mostri da me intraveduti in qualche notte d'orgia esotica, quando il maschio non sapeva se più gli piacesse versare il seme o il sangue.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E quei mostri ti somigliano (somigliano a te che sei l'amore!); perché non nell'approdo, non nella scorreria, non dopo la lunga navigazione, non dopo la cavalcata senza sosta, io ho conosciuto la furia originaria e selvaggia del desiderio come qui, tra due braccia più fresche e più odorose del gelsomino dopo la pioggia. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Anch'ella s'era adattata alla nuova industria del contado. Aveva ricevuto in custodia dalle case di San Girolamo un demente, e l'ospitava e accudiva ai suoi bisogni e alle sue miserie, e ogni settimana lo riconduceva laggiù per mostrarlo ai medici; poi, fatta la visita, lo riprendeva in casa, lo mescolava alla vita familiare, con la tranquillità della gente semplice dinanzi all'uomo vivo divenuto più misterioso del cadavere. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ma, quando i suoi occhi dati alle cose si riaffisarono in quelli che la miravano, ella cangiò i suoi modi. Raccolse a un tratto i suoi larghi gesti orizontali; mostrò d'esser ferita dallo sguardo dell'uomo. Si coprì il volto con un lembo del velo, si nascose tutta nelle volute, fu simile a una metamorfosi imperfetta che mostrasse tutte le membra converse in nube e i piedi ancora umani. Poi sembrò che la primitiva natura ribalenasse e vibrasse per entro alla nube; ed ecco, la metà del volto riapparve sbigottita, e una mano timida, e la punta dell'anca, e una spalla sollevata, sùbito ricoperte. Ella imitava la danza amorosa delle almée: il pudore, il timore, la resistenza, la languidezza, l'abbandono. Ella imitava con la danza il gioco stesso della sua perfidia: la lusinga, l'offerta, il rifiuto, la disfida, la lotta, la paura temeraria, il sospiro nella violenza, l'annientamento nel piacere. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Eri da Lunella? non eri altrove? Non vieni da un'altra stanza? Mi stupisco. Vieni perché io ti asciughi la bocca un'altra volta? Vieni per mostrarmi su le braccia quelle lividure, non avendo osato di mostrarmele a tavola iersera?
---------------
— Sì, attenta a recidere tutto quel che di vivo nascesse da me, attenta a impedirmi di vivere. È forse la prima volta che tu ti frapponi fra me e il mio bene, fra me e l'ombra del mio bene? Era non so che smania, non so che capriccio geloso. Bastava che qualcuno s'accostasse a me, che la più vaga delle simpatie si disegnasse, perché tu intervenissi a esercitare un tuo strano diritto di prelazione. Mostrare di far la corte alla minore era il mezzo quasi sicuro per giungere alla maggiore. Ah, ho colto più d'un epigramma crudele, dietro le mie e le tue spalle. Ma che m'importava del tuo gioco! Non valeva mai la pena d'adontarsi né di rammaricarsi e tanto meno di lottare, di resistere. Che m'importava delle mie disfatte! Non c'era nulla di comune fra il mio sogno e il tuo trionfo. Questa volta.... (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella chiudeva gli occhi, come se le ciglia prendessero fuoco da quella parola; chiudeva gli occhi, levava il mento, alzava il suo stretto viso olivigno fasciato dal velo come da una benda; mostrava un viso di cieca e di sorda, un viso di creatura chiusa in sé stessa, che non vede e non ode e non abbandona quel che ha afferrato con tutta la forza dell'anima come con le due branche, non l'abbandona, non lo lenta, sinché non ne sia uccisa, non ne muoia. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Non temo di mostrarvi la mia verità. A chi mi confesserò se non a colui che amo? Questo è un sacramento. «Che cosa hai tu fatto dell'anima tua?» E bisogna rispondere. Non si perdona a chi abbia vissuto invano. Io ho dato tutto. La mia anima disperata io l'ho sostenuta con la speranza, per l'amore dell'amore. Udite questo. La notte che seguì il vostro arrivo a Volterra, io e mia sorella fummo l'una di fronte all'altra, così come nostra madre ci fece, senza freno e senza maschera. Ella era smarrita, ella era atterrita dinanzi a quel che il mio cuore poteva. Tre volte, disse: «Fa dunque ch'egli t'ami». Era una sfida superba? La raccolsi? M'illusi di poter vincere? E che ho mai fatto io per vincere? di quali seduzioni mi sono armata? Udite questo ancóra. Quella notte, nel combattimento, ella mi domandò: «Credi tu che l'ami di più?» Io risposi: «Non di più. L'amo io sola». Avevo già guardato la morte, mi ero già inclinata verso l'abisso. E volli vivere. Non io volli vivere, ma il mio amore volle vivere in me. Non ero nata se non per portarlo.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* Eh, non era mica facile combattere con quei tipi! Bisognava prenderli per il loro verso e aver pazienza se fino all'ultimo mostravano di non saper la parte... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* oh Dio - si sentiva aprir le reni dai brividi, un formicolio per tutta la persona - ecco, si scostava da una parte e dall'altra la tenda, e tutti e due, lei e lui, presi per mano si mostravano, s'inchinavano, riconciliati e felici, a tutto il popolo acclamante in delirio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Il giovine, mortificato da quell'ansia scomposta, quasi ilare, del Boggiolo, che avventava in mezzo al luttuoso momento, benché il pover'uomo mostrasse pure il volto bruciato dalle lagrime, s'inchinò e stese la mano a Silvia, dicendo:
---------------
* E cominciò a mostrare il broncio a Oliva. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Le pareti della stanza eran quasi tutte tappezzate di vecchie e non brutte stampe, di cui il Malagna volle farmi ammirare qualcuna, dicendomi ch’erano opera di Francesco Antonio Pescatore, suo cugino, valentissimo incisore (morto pazzo, a Torino, – aggiunse piano), del quale volle anche mostrarmi il ritratto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Perché mostravo tanta smania di maritar Romilda? – Per niente. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Vorresti mostrargliela? Ma in tutta codesta lettera non c’è una parola per cui tuo marito potrebbe non credere più a ciò che egli invece è felicissimo di credere. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Non mi mostrate le gambe, per carità!
---------------
* Lo scotevo per un braccio, ed egli allora si voltava, strizzava gli occhi, contraeva tutta la faccia per sbirciarmi, poi mi mostrava i denti gialli, forse intendendo di sorridermi, così; quindi abbassava il capo sul libro, come se volesse farsene guanciale; ma che! leggeva a quel modo, a due centimetri di distanza, con un occhio solo; leggeva forte:
---------------
* Con undicimila lire avrei potuto rimetter la pace in casa e far rinascere l’amore già iniquamente ucciso in sul nascere dalla vedova Pescatore? Follie! E dunque? Partire per l’America? Ma perché sarei andato a cercar tanto lontano la Fortuna, quand’essa pareva proprio che avesse voluto fermarmi qua, a Nizza, senza ch’io ci pensassi, davanti a quella bottega d’attrezzi di giuoco? Ora bisognava ch’io mi mostrassi degno di lei, dei suoi favori, se veramente, come sembrava, essa voleva accordarmeli. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Del resto, anche gli altri mostravan poca voglia di parlare con me: forse a causa del mio aspetto, mi prendevano per uno straniero. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Già nella trattoria che frequentavo in quei giorni, un signore, mio vicino di tavola, s’era mostrato inchinevole a far amicizia con me. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Quell’uomo si mostrava irritato delle notizie che certo la maestra di pianoforte gli aveva dato di me; ed ecco, ora essa cercava d’attenuar l’impressione che quelle notizie avevan prodotto nell’animo di colui. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non avrei voluto intanto mostrar diffidenza per non accrescere i suoi sospetti; ma l’irritazione ch’egli mi cagionava con quel suo tratto da vessatore servizievole m’impediva di dissimularla bene. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Turbata era anche lei, ma dal pudore, che non le consentiva di mostrarsi lieta, come avrebbe voluto, di rivedermi finalmente guarito, alla luce, e contento... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E anzi per inferocire di più contro me stesso, per far crescere il suo disprezzo, mi sarei mostrato ora tenerissimo verso Papiano, verso il suo nemico, come per compensarlo a gli occhi di lei del sospetto concepito a suo carico. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Lei, sì, lei non era bella e non era buona, e dunque se gli uomini con lei si mostravano cattivi, almeno un’ombra di scusa potevano averla. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ci accolse con molta cordialità, parlando con spiccato accento napoletano; pregò quindi il suo segretario di seguitare a mostrarmi i ricordi di cui era pieno il salone e che attestavano la sua fedeltà alla dinastia dei Borboni. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Egli, il marchese d’Auletta, si trovava in quel momento a passare di là: indignato, furente, s’era precipitato entro la farmacia, aveva afferrato per il bavero della giacca quel vile, gli aveva mostrato il Re lì fuori, gli aveva poi sputato in faccia e, brandendo uno di quei gigli staccati, s’era messo a gridare tra la ressa: «Viva il Re!». ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Questo giglio di legno gli ricordava ora, lì nel salotto, quella triste mattina di settembre, e una delle ultime passeggiate del suo Sovrano per le vie di Napoli; ed egli se ne gloriava quasi quanto della chiave d’oro di gentiluomo di camera e dell’insegna di cavaliere di San Gennaro e di tant’altre onorificenze che facevano bella mostra di sé nel salone, sotto i due grandi ritratti a olio di Ferdinando e di Francesco II. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Tentò di calmarmi anche il marchese, dicendomi che, da gentiluomo, io dovevo mandar due amici per dare una buona lezione a quel villano, che aveva osato di mostrar così poco rispetto per la sua casa. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E io che m’ero immaginato uno scoppio, uno scompiglio, appena mi fossi mostrato per le vie! Nel disinganno profondo, provai un avvilimento, un dispetto, un’amarezza che non saprei ridire; e il dispetto e l’avvilimento mi trattenevano dallo stuzzicar l’attenzione di coloro che io, dal canto mio, riconoscevo bene: sfido! dopo due anni... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Tra i pochi che non vollero farsi vedere, oltre ai miei creditori, fu Batta Malagna, che pure – mi dissero – aveva due anni avanti mostrato una gran pena per il mio barbaro suicidio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Hai fatto le tue campagne ; puoi mostrare le tue ferite ; hai saputo creare dal nulla qualcosa che sta , che regge e che rende ; hai voluto nascondere le traversie dolorose della tua anima complicata sotto il grembiule del manovale e gli occhiali del ragioniere . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Non senti quanta nostalgia in questi richiami , in queste memorie di una felicità irrevocabile ? E perchè questo passato di letture e di gite e di colloqui — questo semplice e raccolto passato di lavoro e di silenzio — mi commuove più del ricordo di un amore ? Perchè sento ancora per te una tenerezza mai detta , non manifestata mai , che non ho mostrato neppure una volta ne' miei atti o espressa nelle mie lettere ? No: io non sono affatto sicuro che il cuore non c'entrasse per nulla . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* « Ecco — dissi a colui mostrandogli una penna — pensa che questa penna e questo suono son la medesima ed unica cosa . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Li pungevo , li bruciavo e li frustavo: li pungevo coi più feroci sarcasmi eh' io sapessi trovare ; li bruciavo colle parole dure e spiacenti e colle accuse spietatamente sincere ; li frustavo mostrando loro quant'eran vigliacchi nella vita , umili nei desideri , primitivi nelle idee , ignoranti in ogni cosa e assolutamente incapaci di capire a fondo e di ragionar diritti . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E via via strappavo i fogli non ancor tutti riempiti di grosse lettere nere e frettolose e mi tormentavo gli occhi con le mani , e fissavo stupidamente gh occhi verso una qualche stupida cosa , eppure tracciavo quasi sognando profili di mostri e di vecchi arcigni barbuti e strappavo altri fogli e maledicevo me stesso e finalmente mi alzavo ad un tratto e gettando via seggiola e penna mi buttavo sul letto , senza poter dormire , senza poter sognare , senza poter dimenticare . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Io voglio rovesciare ogni cosa dall'alto in basso , capovolgere le credenze , mostrare il dietro laido di ogni facciata imponente , le macchie di ogni stella , le ragioni meschine di ogni grandezza , i motivi vigliacchi di ogni istituzione venerata , la cecità dei saggi , r infamia dei moralisti , la ragione dei cattivi , la dolcezza del male , la grandezza del nulla . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il buon secentista ha voluto sul principio mettere in mostra la sua virtù ; ma poi , nel corso della narrazione , e talvolta per lunghi tratti , lo stile cammina ben più naturale e più piano .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Sì ; ma com'è dozzinale ! com'è sguaiato ! com'è scorretto ! Idiotismi lombardi a iosa , frasi della lingua adoperate a sproposito , grammatica arbitraria , periodi sgangherati .(Manzoni-I Promessi Sposi)* E poi , qualche eleganza spagnola seminata qua e là ; e poi , ch'è peggio , ne' luoghi più terribili o più pietosi della storia , a ogni occasione d'eccitar maraviglia , o di far pensare , a tutti que' passi insomma che richiedono bensì un po' di rettorica , ma rettorica discreta , fine , di buon gusto , costui non manca mai di metterci di quella sua così fatta del proemio .(Manzoni-I Promessi Sposi)* E allora , accozzando , con un'abilità mirabile , le qualità più opposte , trova la maniera di riuscir rozzo insieme e affettato , nella stessa pagina , nello stesso periodo , nello stesso vocabolo .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ecco qui : declamazioni ampollose , composte a forza di solecismi pedestri , e da per tutto quella goffaggine ambiziosa , ch'è il proprio carattere degli scritti di quel secolo , in questo paese .(Manzoni-I Promessi Sposi)* In vero , non è cosa da presentare a lettori d'oggigiorno : son troppo ammaliziati , troppo disgustati di questo genere di stravaganze .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Meno male , che il buon pensiero m'è venuto sul principio di questo sciagurato lavoro : e me ne lavo le mani» .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Nell'atto però di chiudere lo scartafaccio , per riporlo , mi sapeva male che una storia così bella dovesse rimanersi tuttavia sconosciuta ; perché , in quanto storia , può essere che al lettore ne paia altrimenti , ma a me era parsa bella , come dico ; molto bella .(Manzoni-I Promessi Sposi)* «Perché non si potrebbe , pensai , prender la serie de' fatti da questo manoscritto , e rifarne la dicitura ?» Non essendosi presentato alcuna obiezion ragionevole , il partito fu subito abbracciato .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ed ecco l'origine del presente libro , esposta con un'ingenuità pari all'importanza del libro medesimo .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Taluni però di que' fatti , certi costumi descritti dal nostro autore , c'eran sembrati così nuovi , così strani , per non dir peggio , che , prima di prestargli fede , abbiam voluto interrogare altri testimoni ; e ci siam messi a frugar nelle memorie di quel tempo , per chiarirci se veramente il mondo camminasse allora a quel modo .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Una tale indagine dissipò tutti i nostri dubbi : a ogni passo ci abbattevamo in cose consimili , e in cose più forti : e , quello che ci parve più decisivo , abbiam perfino ritrovati alcuni personaggi , de' quali non avendo mai avuto notizia fuor che dal nostro manoscritto , eravamo in dubbio se fossero realmente esistiti .(Manzoni-I Promessi Sposi)* E , all'occorrenza , citeremo alcuna di quelle testimonianze , per procacciar fede alle cose , alle quali , per la loro stranezza , il lettore sarebbe più tentato di negarla .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ma , rifiutando come intollerabile la dicitura del nostro autore , che dicitura vi abbiam noi sostituita ? Qui sta il punto .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Chiunque , senza esser pregato , s'intromette a rifar l'opera altrui , s'espone a rendere uno stretto conto della sua , e ne contrae in certo modo l'obbligazione : è questa una regola di fatto e di diritto , alla quale non pretendiam punto di sottrarci .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Anzi , per conformarci ad essa di buon grado , avevam proposto di dar qui minutamente ragione del modo di scrivere da noi tenuto ; e , a questo fine , siamo andati , per tutto il tempo del lavoro , cercando d'indovinare le critiche possibili e contingenti , con intenzione di ribatterle tutte anticipatamente .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Né in questo sarebbe stata la difficoltà ; giacché (dobbiam dirlo a onor del vero) non ci si presentò alla mente una critica , che non le venisse insieme una risposta trionfante , di quelle risposte che , non dico risolvon le questioni , ma le mutano .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Spesso anche , mettendo due critiche alle mani tra loro , le facevam battere l'una dall'altra ; o , esaminandole ben a fondo , riscontrandole attentamente , riuscivamo a scoprire e a mostrare che , così opposte in apparenza , eran però d'uno stesso genere , nascevan tutt'e due dal non badare ai fatti e ai principi su cui il giudizio doveva esser fondato ; e , messele , con loro gran sorpresa , insieme , le mandavamo insieme a spasso .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Non ci sarebbe mai stato autore che provasse così ad evidenza d'aver fatto bene .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ma che ? quando siamo stati al punto di raccapezzar tutte le dette obiezioni e risposte , per disporle con qualche ordine , misericordia ! venivano a fare un libro .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Veduta la qual cosa , abbiam messo da parte il pensiero , per due ragioni che il lettore troverà certamente buone : la prima , che un libro impiegato a giustificarne un altro , anzi lo stile d'un altro , potrebbe parer cosa ridicola : la seconda , che di libri basta uno per volta , quando non è d'avanzo .(Manzoni-I Promessi Sposi)*
---------------
Il dottore non si mostrava mai deluso dello stato in cui trovava il malato .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Tentò di ritornare alle stelle , ma non potè: si abbandonò esausto sullo schienale della poltrona e quando io gli domandai che cosa avesse voluto mostrarmi , egli non m’intese né ricordò di aver visto e di aver voluto ch’io vedessi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Carla mi vedeva in una luce falsa! Carla poteva disprezzarmi vedendomi tanto desideroso dei suoi baci quando amavo Augusta! Quella stessa Carla che faceva mostra di stimarmi tanto perché di me aveva tanto bisogno !
---------------
affettatore
= che , colui che fa mostra di pregi che non possiede .
---------------
anticlassicista
= che , colui che mostra avversione ai princìpi su cui si fonda l'arte classicista
---------------
appalmato
= stemma che mostra una mano aperta .
---------------
apparire
= verbo intr. ,presentarsi alla vista improvvisamente , spuntare , mostrarsi chiaramente ,
---------------
baldanzoso
= che ha , che mostra baldanza
---------------
benvolere
= verbo trans. mostrare simpatia, aldeide benzoica
---------------
blasé
= colui che è o si mostra indifferente , scettico , disincantato.
---------------
boriarsi
= v. rifl. mostrare boria , darsi delle arie.
---------------
campionario
= esposizione, raccolta ordinata di campioni di merci per farne mostra a fini commerciali
---------------
cavallerizzo
= colui che mostra particolare abilità nel cavalcare
---------------
cinico
= che, colui che mostra disprezzo o insensibilità per ogni valore e sentimento umano
---------------
collettiva
= mostra in cui espongono più artisti .
---------------
comparire
= verbo intr. presentarsi, mostrarsi, apparire
---------------
compassato
= part. pass. di compassare - che mostra misura, capacità di autocontrollo
---------------
compassionare
= verbo trans. e intr. mostrare compassione
---------------
concupiscente che mostra concupiscenza
---------------
congratulare
= verbo intr. mostrare gioia, piacere
---------------
delfinario
= grande vasca - generalmente all'interno di un acquario - in cui vivono e vengono mostrati al pubblico delfini ammaestrati .
---------------
disamorevole
= non amorevole - che mostra disamore .
---------------
divedere
= verbo trans . dare a divedere - mostrare chiaramente - far capire - oppure voler far credere - dare a intendere .
---------------
divertito
= part . pass . di divertire
= che si diverte - che mostra di divertirsi
---------------
entusiastico
= che mostra entusiasmo
---------------
esibire
= verbo trans . presentare - mostrare
---------------
esibizionismo
= tendenza ad assumere comportamenti appariscenti - a mettersi in mostra
---------------
esibizionista
= colui che ha tendenza a mettersi esageratamente in mostra
---------------
espositore
= colui che presenta al pubblico opere d'arte o prodotti commerciali in una mostra
---------------
esposto
= part . pass . di esporre messo in vista - in mostra
---------------
esterofilo
= che - colui che mostra esterofilia .
---------------
expo
= esposizione - mostra - spec . internazionale .
---------------
flebografia
= radiografia che mostra lo stato e il decorso delle vene .
---------------
formalizzare
= verbo trans . rendere formale , ufficiale - formalizzare l'istruttoria , trasformarla da sommaria in formale - formalizzare una teoria , tradurla in un complesso di simboli governati da precise regole di inferenza - formalizzarsi v . rifl . mostrarsi intransigente sul rispetto delle formalità scandalizzarsi , offendersi per l'inosservanza di certe formalità e convenienze da parte di altri
---------------
impassibile
= che non può soffrire , che è insensibile al dolore 2 che si mostra freddo , che non lascia trasparire alcun turbamento o commozione
---------------
insolente
= che non ha o non mostra il dovuto rispetto
---------------
mamo
= nella commedia italiana dell'ottocento, il personaggio del giovane che si mostra esperto e brillante mentre è credulo e impacciato, e quindi subisce lo scherno e le beffe - sciocco, credulone.
---------------
manifestare
= verbo trans.rendere noto, mostrare apertamente
---------------
morra
= o mora, gioco popolare in cui i due giocatori abbassano simultaneamente e velocemente il pugno mostrando alcune dita e gridando contemporaneamente un numero da due a dieci
---------------
mostra
= il mostrare, spec. per ostentazione, per fare sfoggio
---------------
mostrabile
= che si può mostrare.
---------------
mostramento
= il mostrare
---------------
mostranza
= il mostrare
---------------
mostrare
= verbo trans. che o colui che mostra.
---------------
neoscolastica
= indirizzo filosofico sorto nell'ottocento che , richiamandosi alle dottrine di alcuni pensatori dell'età medievale , in particolare di san tommaso d'aquino , intende mostrarne la validità anche di fronte alla problematica filosofica contemporanea
---------------
ossequente
= ossequiente - che ha o mostra ossequio e rispetto
---------------
ostendere
= verbo trans . mostrare con intenzione perché non passi inosservato
---------------
ostentato
= participio passato di ostentare , messo in mostra con ostentazione
---------------
ostentazione
= l'ostentare , il mostrare
---------------
pancione
= accr . di pancia - rigonfiamento del ventre che mostrano le donne durante gli ultimi mesi della gravidanza
---------------
pandere
= verbo trans . mostrare , manifestare , rivelare
---------------
passatista
= colui che mostra attaccamento ai costumi , alle idee , alle tendenze del passato .
---------------
perbenista
= colui che mostra perbenismo
---------------
premorire
= verbo intr . mostrare , far vedere prima .
---------------
presentare
= verbo trans . mostrare , esibire qualcosa a qualcuno perché l'esamini , l'osservi , la giudichi
---------------
proferire
= verbo trans . dichiarare , mostrare apertamente un sentimento , un'idea
---------------
pudico
= che ha o mostra pudicizia
---------------
redarguire
= verbo trans. rimproverare energicamente qualcuno mostrandogli la sua colpa
---------------
retrospettiva
= mostra o rassegna che mira a illustrare i momenti evolutivi di un fenomeno o di una personalità della cultura, dell'arte
---------------
riconoscenza
= sentimento di chi mostra apprezzamento e gratitudine per il bene ricevuto
---------------
rimostrare
= verbo trans. mostrare di nuovo
---------------
rimpettirsi
= verbo riflessivo stare con il petto in fuori in atteggiamento di boria o per mostrare la propria forza
---------------
saltimbanco
= saltambanco , chi , in occasione di fiere e feste di paese , si esibisce sulle piazze o nei baracconi in giochi di forza o agilità chi esercita un'attività o una professione badando solo a mettersi in mostra , ma essendo in realtà sprovvisto di capacità e serietà ,
---------------
sciacquetta
= donna di poco conto , insignificante , ma che fa di tutto per mettersi in mostra .
---------------
sconsolato
= participio passato di sconsolare - che non può trovare conforto , che non può essere consolato , che mostra sconforto , afflizione ,
---------------
scorbellato
= che si mostra indipendente ed estroso ,
---------------
scrivania
= mobile per ufficio o per studio , costituito comunemente da un piano orizzontale per scrivere e da uno o più cassetti , l'interfaccia dei più recenti sistemi operativi che mostra in ambiente grafico l ,
---------------
showdown
= il mostrare , il dichiarare apertamente le proprie intenzioni ,
---------------
smiracolare
= verbo intransitivo mostrare eccessiva meraviglia per cose di poco conto , come se fossero miracoli .
---------------
solidarizzare
= verbo intransitivo essere , mostrarsi solidale ,
---------------
solipsista
= teorico , seguace del solipsismo , chi mostra ,
---------------
sorite
= polisillogismo , sofisma attribuito al filosofo greco eubulide di mileto , che tendeva a mostrare l'imprecisione e l'ambiguità dei concetti di pluralità e di molteplicità .
---------------
sparagnino
= colui che mostra un'eccessiva tendenza al risparmio ,
---------------
sprezzante
= participio presente di sprezzare , che mostra , che ostenta disprezzo ,
---------------
squadernare
= verbo transitivo aprire un quaderno , un libro , un registro a una determinata pagina per mostrare a qualcuno quanto vi è scritto ,
---------------
strafottersi
= verbo riflessivo infischiarsi , mostrare totale disinteresse e noncuranza per qualcuno o qualcosa ,
---------------
svenevole
= che ha o mostra una sensibilità eccessiva o affettata ,
---------------
Conjugacíon: 1 - asomar
auxiliar: haber - intransitivo/transitivo/pronominale
INDICATIVO activo
Presente
yo asomo
asomas
él/ella asoma
nosotros asomamos
vosotros asomáis
ellos/ellas asoman
Imperfecto
yo asomaba
asomabas
él/ella asomaba
nosotros asomabamos
vosotros asomabais
ellos/ellas asomaban
Pretérito indefinito
yo asomé
asomaste
él/ella asomó
nosotros asomamos
vosotros asomasteis
ellos/ellas asomaron
Preterito perfecto
yo he asomado
has asomado
él/ella ha asomado
nosotros hemos asomado
vosotros habéis asomado
ellos/ellas han asomado
Preterito pluscuamperfecto
yo había asomado
habías asomado
él/ella había asomado
nosotros habíamos asomado
vosotros habíais asomado
ellos/ellas habían asomado
Preterito anterior
yo hube asomado
hubiste asomado
él/ella hubo asomado
nosotros hubimos asomado
vosotros hubisteis asomado
ellos/ellas hubieron asomado
Futuro
yo asomaré
asomaras
él/ella asomará
nosotros asomaremos
vosotros asomareis
ellos/ellas asomarán
Futuro perfecto
yo habré asomado
habrás asomado
él/ella habrá asomado
nosotros habremos asomado
vosotros habréis asomado
ellos/ellas habrán asomado
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo asome
asomes
él/ella asome
nosotros asomemos
nosotros asoméis
ellos/ellas asomen
Pretérito perfecto
yo haya asomado
hayas asomado
él/ella haya asomado
nosotros hayamos asomado
nosotros hayáis asomado
ellos/ellas hayan asomado
Pretérito imperfetto I
yo asomara
asomaras
él/ella asomara
nosotros asomáramos
nosotros asomarais
ellos/ellas asomaran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiera asomado
hubieras asomado
él/ella hubiera asomado
nosotros hubiéramos asomado
nosotros hubierais asomado
ellos/ellas hubieran asomado
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese asomado
hubieses asomado
él/ella hubiese asomado
nosotros hubiésemos asomado
nosotros hubieseis asomado
ellos/ellas hubiesen asomado
Pretérito imperfetto II
yo asomase
asomases
él/ella asomase
nosotros asomásemos
nosotros asomaseis
ellos/ellas asomasen
Futuro
yo asomare
asomares
él/ella asomare
nosotros asomáremos
nosotros asomareis
ellos/ellas asomaren
Futuro perfecto
yo hubiere asomado
hubieres asomado
él/ella hubiere asomado
nosotros hubiéremos asomado
nosotros hubiereis asomado
ellos/ellas hubieren asomado
POTENCIAL - activo
Presente
yo asomaría
asomarías
él/ella asomaría
nosotros asomaríamos
vosotros asomaríais
ellos/ellas asomarían
Perfecto
yo habría asomado
habrías asomado
él/ella habría asomado
nosotros habríamos asomado
vosotros habríais asomado
ellos/ellas habrían asomado
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
asoma
asome
asomemos
asomad
asomen
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber asomado
PARTICIPIO - activo
Presente
que asoma
Compuesto
asomado
GERUNDIO activo
Presente
asomando
Compuesto
habiendo asomado
Coniugazione:1 - mostrare
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io mostro
tu mostri
egli mostra
noi mostriamo
voi mostrate
essi mostrano
Imperfetto
io mostravo
tu mostravi
egli mostrava
noi mostravamo
voi mostravate
essi mostravano
Passato remoto
io mostrai
tu mostrasti
egli mostrò
noi mostrammo
voi mostraste
essi mostrarono
Passato prossimo
io ho mostrato
tu hai mostrato
egli ha mostrato
noi abbiamo mostrato
voi avete mostrato
essi hanno mostrato
Trapassato prossimo
io avevo mostrato
tu avevi mostrato
egli aveva mostrato
noi avevamo mostrato
voi avevate mostrato
essi avevano mostrato
Trapassato remoto
io ebbi mostrato
tu avesti mostrato
egli ebbe mostrato
noi avemmo mostrato
voi eveste mostrato
essi ebbero mostrato
Futuro semplice
io mostrerò
tu mostrerai
egli mostrerà
noi mostreremo
voi mostrerete
essi mostreranno
Futuro anteriore
io avrò mostrato
tu avrai mostrato
egli avrà mostrato
noi avremo mostrato
voi avrete mostrato
essi avranno mostrato
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io mostri
che tu mostri
che egli mostri
che noi mostriamo
che voi mostriate
che essi mostrino
Passato
che io abbia mostrato
che tu abbia mostrato
che egli abbia mostrato
che noi abbiamo mostrato
che voi abbiate mostrato
che essi abbiano mostrato
Imperfetto
che io mostrassi
che tu mostrassi
che egli mostrasse
che noi mostrassimo
che voi mostraste
che essi mostrassero
Trapassato
che io avessi mostrato
che tu avessi mostrato
che egli avesse mostrato
che noi avessimo mostrato
che voi aveste mostrato
che essi avessero mostrato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io mostrerei
tu mostreresti
egli mostrerebbe
noi mostreremmo
voi mostrereste
essi mostrerebbero
Passato
io avrei mostrato
tu avresti mostrato
egli avrebbe mostrato
noi avremmo mostrato
voi avreste mostrato
essi avrebbero mostrato
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
mostra
mostri
mostriamo
mostrate
mostrino
Futuro
-
mostrerai
mostrerà
mostreremo
mostrerete
mostreranno
INFINITO - attivo
Presente
mostrar
Passato
essersi mostrato
PARTICIPIO - attivo
Presente
mostrante
Passato
mostrato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
mostrando
Passato
avendo mostrato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono mostrato
tu sei mostrato
egli é mostrato
noi siamo mostrati
voi siete mostrati
essi sono mostrati
Imperfetto
io ero mostrato
tu eri mostrato
egli era mostrato
noi eravamo mostrati
voi eravate mostrati
essi erano mostrati
Passato remoto
io fui mostrato
tu fosti mostrato
egli fu mostrato
noi fummo mostrati
voi foste mostrati
essi furono mostrati
Passato prossimo
io sono stato mostrato
tu sei stato mostrato
egli é stato mostrato
noi siamo stati mostrati
voi siete stati mostrati
essi sono stati mostrati
Trapassato prossimo
io ero stato mostrato
tu eri stato mostrato
egli era stato mostrato
noi eravamo stati mostrati
voi eravate stati mostrati
essi erano statimostrati
Trapassato remoto
io fui stato mostrato
tu fosti stato mostrato
egli fu stato mostrato
noi fummo stati mostrati
voi foste stati mostrati
essi furono stati mostrati
Futuro semplice
io sarò mostrato
tu sarai mostrato
egli sarà mostrato
noi saremo mostrati
voi sarete mostrati
essi saranno mostrati
Futuro anteriore
io sarò stato mostrato
tu sarai stato mostrato
egli sarà stato mostrato
noi saremo stati mostrati
voi sarete stati mostrati
essi saranno stati mostrati
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia mostrato
che tu sia mostrato
che egli sia mostrato
che noi siamo mostrati
che voi siate mostrati
che essi siano mostrati
Passato
che io sia stato mostrato
che tu sia stato mostrato
che egli sia stato mostrato
che noi siamo stati mostrati
che voi siate stati mostrati
che essi siano stati mostrati
Imperfetto
che io fossi mostrato
che tu fossi mostrato
che egli fosse mostrato
che noi fossimo mostrati
che voi foste mostrati
che essi fossero mostrati
Trapassato
che io fossi stato mostrato
che tu fossi stato mostrato
che egli fosse stato mostrato
che noi fossimo stati mostrati
che voi foste stati mostrati
che essi fossero stati mostrati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei mostrato
tu saresti mostrato
egli sarebbe mostrato
noi saremmo mostrati
voi sareste mostrati
essi sarebbero mostrati
Passato
io sarei stato mostrato
tu saresti stato mostrato
egli sarebbe stato mostrato
noi saremmo stati mostrati
voi sareste stati mostrati
essi sarebbero stati mostrati
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii mostrato
sia mostrato
siamo mostrati
siate mostrati
siano mostrati
Futuro
-
sarai mostrato
sarà mostrato
saremo mostrati
sarete mostrati
saranno mostrati
INFINITO - passivo
Presente
essere mostrato
Passato
essere stato mostrato
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
mostrato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo mostrato
Passato
essendo stato mostrato