Buena navegación con NihilScio!  Página de Facebook
NihilScio                Home

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

á   è   é   ì   í   ò
ó   ù   ú   ü   ñ   ç
Inglese
sinonimi di asaltar

  Cerca  frasi:
Vocabulario y frases
asaltar
= assalire , assaltare , rapinare .
---------------
* —No podré hacer eso —respondió Sancho—, porque en apartándome de vuestra merced, luego es conmigo el miedo, que me asalta con mil géneros de sobresaltos y visiones.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
Vocabulario y frases
assalire
= verbo trans.
---------------
* Egli , tenendosi sempre il breviario aperto dinanzi , come se leggesse , spingeva lo sguardo in su , per ispiar le mosse di coloro ; e , vedendoseli venir proprio incontro , fu assalito a un tratto da mille pensieri .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Al picchiare sommesso di Renzo , Lucia fu assalita da tanto terrore , che risolvette , in quel momento , di soffrire ogni cosa , di star sempre divisa da lui , piùttosto ch'eseguire quella risoluzione ; ma quando si fu fatto vedere , ed ebbe detto: - son qui , andiamo - ; quando tutti si mostraron pronti ad avviarsi , senza esitazione , come a cosa stabilita , irrevocabile ; Lucia non ebbe tempo né forza di far difficoltà , e , come strascinata , prese tremando un braccio della madre , un braccio del promesso sposo , e si mosse con la brigata avventuriera .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'odio principale cadeva sui due medici ; il suddetto Tadino , e Senatore Settala , figlio del protofisico: a tal segno , che ormai non potevano attraversar le piazze senza essere assaliti da parolacce , quando non eran sassi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A quella vista , quantunque ci dovesse esser preparato , si sentì dare come una stretta al cuore: fu assalito in un punto da una folla di rimembranze dolorose , e di dolorosi presentimenti: gli pareva d'aver negli orecchi que' sinistri tocchi a martello che l'avevan come accompagnato , inseguito , quand'era fuggito da que' luoghi ; e insieme sentiva , per dir così , un silenzio di morte che ci regnava attualmente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Al municipio, Eleonora, prima d'entrare nell'aula dello stato civile, fu assalita da una convulsione di pianto; lo sposo che si teneva discosto, in crocchio coi parenti, fu spinto da questi ad accorrere; ma il vecchio medico lo pregò di non farsi scorgere, di star lontano, per il momento.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Eleonora, col capo appoggiato al tronco, richiuse gli occhi, sorrise per non piangere, assalita dal rimpianto della sua gioventú perduta cosí miseramente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Miss Galley, assalita dalla stizza, strappava la veste dai denti della cagnolina e la mandava a ruzzolar lontano su l'erbetta del prato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Giulio fu assalito da una rabbia furibonda: gli parve oscenamente scandalosa la fedeltà di quella brutta bestiola, e le allungò anche lui un violentissimo calcio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
doveva egli morire per cosí poco? Sul momento, col cadavere sotto gli occhi, assalito dai clamori della via, aveva creduto di non poter farne a meno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando, di pochi passi lontano dal portoncino ben noto, a destra, scorse la finestretta quadra del mezzanino, sulla porta, con le persiane accostate, che dalle stecche e da sotto lasciavano intravedere il lume della cameretta, Teodoro Piovanelli si turbò profondamente, assalito dall'imagine precisa, là, vivente, del ricordo lontano...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Fremiti di sdegno, brividi d'orrore assalivano a siffatti pensieri uomini e donne del vicinato; e impetuosamente i due piccini, in questa o in quella casa, erano abbracciati e inondati di lagrime.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Subito, appena lo vedeva, lo assaliva di domande: - Com'è? com'è? che t'ha detto? come l'hai trovata? E a ogni risposta, arricciava il naso, chiudeva gli occhi, divaricava le labbra, come se ricevesse pugnalate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nel vederlo scappar via cosí, ripensando al modo con cui la aveva guardata sottraendosi alle sue premure materne, alle sue carezze, zia Michelina si vide a un tratto assalire da un sospetto che le fece orrore; cadde a sedere su una seggiola, e rimase lí per un pezzo, pallida, con gli occhi sbarrati, a grattarsi con le dita la fronte: - Possibile? Possibile? Non osò mandare nessuno a prender notizie di lui, al podere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Avevo potuto riconoscer vani i miei ricordi, in quanto gli aspetti delle cose mi si eran presentati diversi dal mio immaginare, eppur non mutati; ma le cose erano! Dove e quando era mai stato per me questo Palumba? Ero insomma come quell'ubriaco che, nel restituire in un canto deserto la gozzoviglia di tutta la giornata, vedendosi d'improvviso un cane sotto gli occhi, assalito da un dubbio atroce, si domandava: - Questo l'ho mangiato qui; quest'altro l'ho mangiato lí; ma questo diavolo di cane dove l'ho mai mangiato? - Bisogna assolutamente, - dissi a me stesso, - ch'io vada a vederlo, e che gli parli.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che male ho fatto? Sciaramè le si abbandonò fra le braccia, assalito da un impeto di singhiozzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E che passione, che frenesie, prima ch'ella accondiscendesse a fidanzarsi con lui, corteggiata da tanti, anche da quel povero Silvestro Crispo, che s'affannava in tutti i modi a lavorare per farsi uno stato e ottener subito la mano di lei! Ma allora Lillí non si curava di nessuno dei due: di Silvestro Crispo, perché troppo rozzo, ispido e brutto; di lui, perché troppo ragazzo; e s'univa perfidamente a tutti i parenti che se lo prendevano a godere per lo spettacolo che dava loro con quella sua passione precoce e della gelosia che lo assaliva appena vedeva qualcuno ottenere i sorrisi di lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ed ecco, un improvviso convulso di lagrime lo assaliva al ricordo d'una sera che, andando al solito di furia per via, come un cieco, aveva inciampato in una donnaccia di strada la quale, subito, fingendo di pararlo, se l'era premuto al seno con tutte e due le braccia, costringendolo cosí a cogliere con le nari sulla carne viva, oscenamente, il profumo, quel profumo stesso della sua mamma; per cui s'era strappato da lei, mugolando, ed era fuggito via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se non che, la balia che lo aveva allevato e che, rimasta vedova e sola, era venuta a trovarlo per star con lui, da governante ora e da serva rientrando in casa con la spesa giornaliera, s'era scagliata addosso a quella femmina, le aveva strappato il ragazzo dalle braccia; e il povero Dolfino, atterrito, aveva sentito ripetere dalla sua balia a colei che si diceva sua madre turpi parole, per cui le due donne eran venute alle mani, e n'era seguita una scena orribile, dopo la quale egli aveva dovuto mettersi a letto assalito da una violentissima febbre.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo aveva ancora nelle narici il profumo di quella donna e gli veniva di serrare i pugni, assalito da una disperata voglia di fracassar quelle vetrine, di rovesciar quelle bottiglie, che gli esasperavano insopportabilmente l'angoscia con la loro simmetrica immobilità di cose che potevano seguitare a esser per sé, là come prima, mentre tutto per lui era finito, finito! E l'infame calunnia ch'egli tenesse sú quella bottega di caffè coi denari del notajo Denora; quand'invece, aveva proibito alla moglie d'accettare perfino quello che si dice un fiore dal signor Notajo! Si pigliava i soldi del caffè, quando il Notajo veniva lí con gli amici, proprio perché, a non pigliarseli, gli sarebbe parso di dar troppo nell'occhio; ma Dio sa quanto ne soffriva! Altro che quel poco di caffè, pur fatto con specialissima cura, gli avrebbe dato il sangue delle vene, per la sviscerata gratitudine che gli serbava, della difesa che nei primi tempi del matrimonio il signor Notajo aveva fatto di lui contro la moglie che lo accusava di poco avvedimento, di poco tatto con gli avventori e d'inesperienza anche e di goffaggine; gratitudine poi della pace che il signor Notajo, con la sua tranquilla e circospetta relazione, gli aveva rimesso in famiglia; gratitudine della rivincita che con l'amicizia di lui aveva potuto prendersi su tutti coloro che lo avevano sempre deriso per le sue arie da "persona civile", che sapeva trattare e stare in confidenza coi meglio signori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Non avevate forse comperato l'altro per mangiarvelo? Mangiatevi questo e vi faccia veleno! Assalita, sopraffatta dalle vicine, donna Tuzza Michis alla fine dovette cedere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La paura lo aveva assalito, invece, nell'uscir dalla buca nella notte nera, vana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A quella vista, come assalita d'improvviso dal contagio del male, cacciò un gran grido e cadde riversa, priva di sensi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
— Ladro ! Giacinto ebbe l'impressione di essere assalito da un avvoltoio ; aprí le mani e la lettera cadde per terra .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Questa immagine , sí , Noemi la amava ; e a volte la sentiva cosí viva e reale accanto a lei che arrossiva e piangeva come assalita da un amante penetrato di nascosto nel cortile .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dapprima Istène chinò la testa fin quasi a mettersela fra le ginocchia ; poi si sollevò , afferrò le gambe del suo assalitore e lo scosse tutto e non riuscendo ad abbatterlo gli morsicò un ginocchio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Se nuoce agli assalitori l'aria infetta di miasmi pestiferi , nuoce ai difensori la fame facilmente indotta . ( G. Leopardi)
---------------
Ella, avvistasene, lo conquideva con l’inquieta smania che suole assalire i malati, per sapere il pensiero di quel sospiro. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Un coro di fierissime proteste, d’invettive, d’ingiurie, l’ha assalito da ogni parte e sopraffatto.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Ha una notizia con sé, una notizia che si tiene in corpo fin dal suo arrivo e che, assalito da tanti pianti, da tanti strilli, non ha trovato ancor modo di metter fuori.
---------------
Egli lasciava dietro di sé la turbolenza della sua passione, il riso agitante d'Isabella, lo sguardo febrile e ostile dell'adolescente, la vanità delle amiche, la stupidità degli accompagnatori, tutto quello stuolo intruso che l'aveva assalito e oppresso. Ritrovava il suo silenzio, il suo deserto, il suo cómpito. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Entrambe, oscure l'una per l'altra, sentivano soffrire le loro voci come si sente soffrire una mano bruciata, una caviglia distorta. Chiuse nella dissimulazione, caute, si palpavano con le loro voci come con qualcosa di dolente a cui ogni più lieve tocco sia un urto che l'offenda e strazii. Dall'ora di Mantova, separate all'improvviso per uno di quei piccoli fatti che sono come un colpo di cesoie in un filo teso, si spiavano, si esploravano. Sotto le apparenze della loro vita comune covavano i loro istinti di dolore, di menzogna e di lotta, l'una facendosi forte della pazienza terribile ch'era in fondo alla sua furia vitale, l'altra consumandosi negli eccessi nelle contraddizioni nei languori della sua verginità sospesa fra tanta inconsapevolezza e tanto conoscimento. Talvolta una bontà subitanea le ammolliva; e le assaliva un bisogno quasi carnale di stringersi l'una contro l'altra, di schiacciare fra l'uno e l'altro petto la pena inconfessata.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Nel silenzio, sempre il rombo del motore; nell'immobilità, sempre la medesima onda. Quanti minuti passano? Pochi, ma interminabili. Scorgo a levante una linea grigia che ingrossa di continuo. È la costa inglese. Dirigo il volo verso la roccia biancastra. Sono assalito dal vento e dalla nebbia. Attente le mani alla manovra, attenti gli occhi alla rotta. Acciaio e ferro sotto di me: una flottiglia di torpediniere, una squadra di corazzate.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Mi ami? mi ami? — chiese ella, chinandosi ancor più verso la gota scarna, assalita da uno sgomento subitaneo al pensiero di quell'altro amore che ardeva lassù, nella Città di vento e di macigno, e che poteva vincere il suo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Strane imagini le balenavano, strani ricordi; e la prendeva una smania bizzarra di divagare, di dire cose incoerenti e inattese. Ripensava a quel ch'egli aveva detto un giorno del cibo agglomerato nel gozzo dell'avvoltoio, che il rapace vomita quando è assalito dal nemico, prima di spiccare il volo. Perché ci ripensava? Guardò intorno smarritamente. Vide su le pareti stampe e disegni che rappresentavano la struttura dei volatori di grande specie. Riconobbe sopra una tavola ingombra di libri e di carte il ritratto di Giulio Cambiaso in una cornice d'ebano. S'appressò, si chinò a guardare, col petto in tumulto. Nell'effigie muta e immobile sotto il cristallo, vide dischiudersi il sorriso su i piccoli denti di fanciullo. «S'egli ora fosse vivo, la mia sorte sarebbe diversa?»
---------------
— Non accuso, non accuso. Grido, perché tutte le mie ossa gridano come su la ruota, perché non m'è rimasta se non questa forza di gridare e bisogna che l'esaurisca per annientarmi. Non so perché, dianzi, mi sia venuto in mente quel che una sera diceste dell'avvoltoio che rigetta il suo cibo orribile, quando è assalito, e quando è ferito a morte, e dopo che è spirato anche. L'odore atroce fa impallidire e mancare chiunque gli s'avvicini. Non so perché mi sia venuto in mente questo, non so. Ma io ho tanta ignominia sul cuore, ho tanta abominazione dentro di me che non posso più reggerla. L'altare! Io su l'altare! Ma chi mai fu profanata, fu bruttata più di me? A Volterra, in un piccolo oratorio di campagna, c'è quell'Imagine che porta i segni delle tre pietre scagliate dal viandante malvagio. Era il mio rifugio, era il luogo del mio vóto. Ma dov'è il miracolo? E che cosa può mai l'amore, se il mio amore non ha potuto nulla?
---------------
Per l'ultima volta la potenza dell'odio creò di tutto rilievo la figura ondeggiante con la pieghevolezza delle malvage murene. — Aveva vinto, aveva vinto ancóra! Ancóra una volta, certo, aveva inebriato di voluttà e di menzogna la bestia ruggente! Era incolume. L'ora del pericolo era trascorsa. Non schiacciata dall'ira, non gittata sul lastrico ma creduta, ma temuta, ma ripresa, a rabbia e a infamia della delatrice. — Le imaginazioni vergognose assalivano la misera. Ella rivide la bestia orrenda affacciarsi tra la fronte e la gola di colui ch'ella aveva amato sopra la vita e sopra la morte. E dalla selvaggia repulsione risorse la forza; si raddrizzarono le vertebre nella schiena, un tenace nodo di potenza si riformò nell'anima; un sovrano dispregio fiammeggiò nello stretto viso senza carne, sotto la massa della chioma piantata intorno alla fronte come quel torsello ch'è imposto al capo il qual debba sollevare grande peso. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Rimasta sola, chiuse le porte. Trasse il pugnaletto d'Andronica; lo sguainò, lo mirò, ne provò la punta su l'unghia del pollice. Un brivido le raccapricciava tutta la carne; ma il cuore le restò prode. Ella posò la lama presso il fascio delle rose, per consacrarla. Scacciò da sé le ultime imagini acri, che ancóra tentavano di assalirla. Volle essere intenta a una sola. «Eccomi. Sono pronta.»
---------------
Ella aveva commiserazione di lui che tanto in quel punto somigliava a un altro uomo, a un altro amante; il quale, credendosi ingannato, l'aveva assalita quasi con le stesse domande, quasi con gli stessi gesti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Era l'allarme del desiderio assalitore. E il sangue aumentava, e le vene si gonfiavano, e le ossa si rinforzavano. Ed ella ridiveniva grande e potente. E anche una volta ritentavano essi di fare con le loro due vite una morte che fosse simile a un'altra vita. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il primo impeto fu di correre in fondo alla via. Ma, dopo qualche passo, Paolo riconobbe l'inutilità dell'inseguimento senza tracce. Rientrò. Si precipitò al telefono. Non poté ottenere la comunicazione perché di laggiù nessuno rispondeva. Egli cercava di tenere in pugno la sua volontà e di non perdere la lucidezza; ma le più strane imaginazioni assalivano il suo cervello. Che mai poteva essere accaduto? Com'era ella capitata in mano delle due guardie? L'avevano trovata forse vaneggiante per la strada e avevano tentato di ricondurla? Ella stessa aveva dato l'indirizzo segreto? E perché le guardie con quell'insistenza e con quella brutalità pretendevano di entrare nella casa di Mrs. Culmer? O forse si trattava di una estorsione tentata da due sconosciuti che, per compierla, simulavano di essere due agenti di polizia? E dove dunque portavano la misera? Che facevano di lei?
---------------
Ma un giorno finalmente vennero a dirmi che mia moglie era stata assalita dalle doglie, e che corressi subito a casa. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Mi aveva ora assalito un dubbio: il dubbio se quella notizia fosse già stata smentita; se già si fosse riconosciuto l’errore, a Miragno; se fossero saltati fuori i parenti del vero morto a correggere la falsa identificazione. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Lo sgomento che avrebbe dovuto assalire il ladro nel commettere il furto, invase me, invece, al pensiero di ciò che sarebbe avvenuto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* s'accorgevan di tutto Tamore ch'era sotto il mio disprezzo e sapevano che sotto la mia gorgonesca armatura di assalitore c'era un povero poeta sentimentale capace d'amicizia assai più dei complimentosi e garbati giovinotti per bene . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Sentono il bisogno di rivoltarsi ai più prossimi , e stanno preparandosi ad assalirci come noi abbiamo assalito i nostri maggiori . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Anche se non ci assaliscono in pubblico ci giudicano in privato — siamo già per loro materia di storia e di valutazione . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
aggredire
= verbo trans. assalire con violenza e improvvisamente
---------------
assaltare
= verbo trans. assalire
---------------
caditoia
= apertura praticata nelle parti aggettanti delle fortificazioni medievali per lanciare proiettili o liquidi bollenti sugli assalitoriapertura praticata nelle cunette delle strade urbane per facilitare lo scolo delle acquescarico delle grondaie.
---------------
petulco
= che assale con le corna , detto spec . dei capretti
---------------
riassalire
= verbo trans. assalire di nuovo.
---------------
Conjugacíon: 1 - asaltar
auxiliar: haber - transitivo
INDICATIVO activo
Presente
yo asalto
asaltas
él/ella asalta
nosotros asaltamos
vosotros asaltáis
ellos/ellas asaltan
Imperfecto
yo asaltaba
asaltabas
él/ella asaltaba
nosotros asaltabamos
vosotros asaltabais
ellos/ellas asaltaban
Pretérito indefinito
yo asalté
asaltaste
él/ella asaltó
nosotros asaltamos
vosotros asaltasteis
ellos/ellas asaltaron
Preterito perfecto
yo he asaltado
has asaltado
él/ella ha asaltado
nosotros hemos asaltado
vosotros habéis asaltado
ellos/ellas han asaltado
Preterito pluscuamperfecto
yo había asaltado
habías asaltado
él/ella había asaltado
nosotros habíamos asaltado
vosotros habíais asaltado
ellos/ellas habían asaltado
Preterito anterior
yo hube asaltado
hubiste asaltado
él/ella hubo asaltado
nosotros hubimos asaltado
vosotros hubisteis asaltado
ellos/ellas hubieron asaltado
Futuro
yo asaltaré
asaltaras
él/ella asaltará
nosotros asaltaremos
vosotros asaltareis
ellos/ellas asaltarán
Futuro perfecto
yo habré asaltado
habrás asaltado
él/ella habrá asaltado
nosotros habremos asaltado
vosotros habréis asaltado
ellos/ellas habrán asaltado
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo asalte
asaltes
él/ella asalte
nosotros asaltemos
nosotros asaltéis
ellos/ellas asalten
Pretérito perfecto
yo haya asaltado
hayas asaltado
él/ella haya asaltado
nosotros hayamos asaltado
nosotros hayáis asaltado
ellos/ellas hayan asaltado
Pretérito imperfetto I
yo asaltara
asaltaras
él/ella asaltara
nosotros asaltáramos
nosotros asaltarais
ellos/ellas asaltaran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiera asaltado
hubieras asaltado
él/ella hubiera asaltado
nosotros hubiéramos asaltado
nosotros hubierais asaltado
ellos/ellas hubieran asaltado
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese asaltado
hubieses asaltado
él/ella hubiese asaltado
nosotros hubiésemos asaltado
nosotros hubieseis asaltado
ellos/ellas hubiesen asaltado
Pretérito imperfetto II
yo asaltase
asaltases
él/ella asaltase
nosotros asaltásemos
nosotros asaltaseis
ellos/ellas asaltasen
Futuro
yo asaltare
asaltares
él/ella asaltare
nosotros asaltáremos
nosotros asaltareis
ellos/ellas asaltaren
Futuro perfecto
yo hubiere asaltado
hubieres asaltado
él/ella hubiere asaltado
nosotros hubiéremos asaltado
nosotros hubiereis asaltado
ellos/ellas hubieren asaltado
POTENCIAL - activo
Presente
yo asaltaría
asaltarías
él/ella asaltaría
nosotros asaltaríamos
vosotros asaltaríais
ellos/ellas asaltarían
Perfecto
yo habría asaltado
habrías asaltado
él/ella habría asaltado
nosotros habríamos asaltado
vosotros habríais asaltado
ellos/ellas habrían asaltado
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
asalta
asalte
asaltemos
asaltad
asalten
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber asaltado
PARTICIPIO - activo
Presente
que asalta
Compuesto
asaltado
GERUNDIO activo
Presente
asaltando
Compuesto
habiendo asaltado
INDICATIVO pasivo
Presente
yo soy asaltado
eres asaltado
él/ella es asaltado
nosotros somos asaltados
vosotros seis asaltados
ellos/ellas son asaltados
Imperfecto
yo era asaltado
eras asaltado
él/ella era asaltado
nosotros èramos asaltados
vosotros erais asaltados
ellos/ellas eran asaltados
Pretérito indefinito
yo fui asaltado
fuiste asaltado
él/ella fue asaltado
nosotros fuimos asaltados
vosotros fuisteis asaltados
ellos/ellas fueron asaltados
Preterito perfecto
yo he sido asaltado
has sido asaltado
él/ella ha sido asaltado
nosotros hemos sido asaltados
vosotros habèis sido asaltados
ellos/ellas han sido asaltados
Preterito pluscuamperfecto
yo había sido asaltado
habías sido asaltado
él/ella había sido asaltado
nosotros habíamos sido asaltados
vosotros habías sido asaltados
ellos/ellas habían sido asaltados
Preterito anterior
yo hube sido asaltado
hubiste sido asaltado
él/ella hubo sido asaltado
nosotros hubimos sido asaltados
vosotros hubisteis sido asaltados
ellos/ellas hubieron sido asaltados
Futuro
yo seré asaltado
serás asaltado
él/ella será asaltado
nosotros seremos asaltados
vosotros sereis asaltados
ellos/ellas serán asaltados
Futuro perfecto
yo habrè sido asaltado
habrás sido asaltado
él/ella habrá sido asaltado
nosotros habremos sido asaltados
vosotros habreis sido asaltados
ellos/ellas habrán sido asaltados
CONJUNTIVO - pasivo
Presente
yo sea asaltado
seas asaltado
él/ella sea asaltado
nosotros seamos asaltados
nosotros seáis asaltados
ellos/ellas sean asaltados
Pretérito perfecto
yo haya sido asaltado
hayas sido asaltado
él/ella haya sido asaltado
nosotros hayamos sido asaltado
nosotros hayáis sido asaltado
ellos/ellas hayan sido asaltado
Pretérito imperfetto I
yo fuere asaltado
fueres asaltado
él/ella fuere asaltado
nosotros fuéremos asaltados
nosotros fuereis asaltados
ellos/ellas fueren asaltados
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiere sido asaltado
hubieres sido asaltado
él/ella hubiere sido asaltado
nosotros hubiéremos sido asaltados
nosotros hubierei sido asaltados
ellos/ellas hubieren sido asaltados
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese sido asaltado
hubieses sido asaltado
él/ella hubiese sido asaltado
nosotros hubiésemos sido asaltados
nosotros hubieseis sido asaltados
ellos/ellas hubiesen sido asaltados
Pretérito imperfetto II
yo fuese asaltado
fuesess asaltado
él/ella fuese asaltado
nosotros fuésemos asaltados
nosotros fueseis asaltados
ellos/ellas fuesen asaltados
Futuro
yo fuere asaltado
fueres asaltado
él/ella fuere asaltado
nosotros fuéremos asaltados
nosotros fuereis asaltados
ellos/ellas fueren asaltados
Futuro perfecto
yo hubiere sido asaltado
hubieres sido asaltado
él/ella hubiere sido asaltado
nosotros hubiéremos sido asaltados
nosotros hubiereis sido asaltados
ellos/ellas hubieren sido asaltados
POTENCIAL - pasivo
Presente
yo sería asaltado
serías asaltado
él/ella sería asaltado
nosotros seríamos asaltados
vosotros seríais asaltados
ellos/ellas serían asaltados
Perfecto
yo habría sido asaltado
habrías sido asaltado
él/ella habría sido asaltados
nosotros habríamos sido asaltados
vosotros habríais sido asaltados
ellos/ellas habrían sido asaltados
IMPERATIVO - pasivo
Positivo
-
sé asaltado
sea asaltado
seamos asaltados
sed asaltados
sean asaltados
INFINITO pasivo
Presente
ser asaltado
Compuesto
haber sido asaltado
PARTICIPIO - pasivo
Presente
que es asaltado
Compuesto
asaltado
GERUNDIO pasivo
Presente
siendo asaltado
Compuesto
habiendo sido asaltado
Coniugazione:3 - assalire
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io assalgo
tu assali
egli assale
noi assaliamo
voi assalite
essi assalgono
Imperfetto
io assalivo
tu assalivi
egli assaliva
noi assalivamo
voi assalivate
essi assalivano
Passato remoto
io assalii
tu assalisti
egli assalì
noi assalimmo
voi assaliste
essi assalirono
Passato prossimo
io ho assalito
tu hai assalito
egli ha assalito
noi abbiamo assalito
voi avete assalito
essi hanno assalito
Trapassato prossimo
io avevo assalito
tu avevi assalito
egli aveva assalito
noi avevamo assalito
voi avevate assalito
essi avevano assalito
Trapassato remoto
io ebbi assalito
tu avesti assalito
egli ebbe assalito
noi avemmo assalito
voi eveste assalito
essi ebbero assalito
Futuro semplice
io assalirò
tu assalirai
egli assalirà
noi assaliremo
voi assalirete
essi assaliranno
Futuro anteriore
io avrò assalito
tu avrai assalito
egli avrà assalito
noi avremo assalito
voi avrete assalito
essi avranno assalito
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io assalga
che tu assalga
che egli assalga
che noi assaliamo
che voi assaliate
che essi assalgano
Passato
che io abbia assalito
che tu abbia assalito
che egli abbia assalito
che noi abbiamo assalito
che voi abbiate assalito
che essi abbiano assalito
Imperfetto
che io assalissi
che tu assalissi
che egli assalisse
che noi assalissimo
che voi assaliste
che essi assalissero
Trapassato
che io avessi assalito
che tu avessi assalito
che egli avesse assalito
che noi avessimo assalito
che voi aveste assalito
che essi avessero assalito
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io assalirei
tu assaliresti
egli assalirebbe
noi assaliremmo
voi assalireste
essi assalirebbero
Passato
io avrei assalito
tu avresti assalito
egli avrebbe assalito
noi avremmo assalito
voi avreste assalito
essi avrebbero assalito
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
assali
assalga
assaliamo
assalite
assalgano
Futuro
-
assalirai
assalirà
assaliremo
assalirete
assaliranno
INFINITO - attivo
Presente
assalire
Passato
avere assalito
PARTICIPIO - attivo
Presente
assalente
Passato
assalito
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
assalendo
Passato
avendo assalito
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono assalito
tu sei assalito
egli é assalito
noi siamo assaliti
voi siete assaliti
essi sono assaliti
Imperfetto
io ero assalito
tu eri assalito
egli era assalito
noi eravamo assaliti
voi eravate assaliti
essi erano assaliti
Passato remoto
io fui assalito
tu fosti assalito
egli fu assalito
noi fummo assaliti
voi foste assaliti
essi furono assaliti
Passato prossimo
io sono stato assalito
tu sei stato assalito
egli é stato assalito
noi siamo stati assaliti
voi siete stati assaliti
essi sono stati assaliti
Trapassato prossimo
io ero stato assalito
tu eri stato assalito
egli era stato assalito
noi eravamo stati assaliti
voi eravate stati assaliti
essi erano statiassaliti
Trapassato remoto
io fui stato assalito
tu fosti stato assalito
egli fu stato assalito
noi fummo stati assaliti
voi foste stati assaliti
essi furono stati assaliti
Futuro semplice
io sarò assalito
tu sarai assalito
egli sarà assalito
noi saremo assaliti
voi sarete assaliti
essi saranno assaliti
Futuro anteriore
io sarò stato assalito
tu sarai stato assalito
egli sarà stato assalito
noi saremo stati assaliti
voi sarete stati assaliti
essi saranno stati assaliti
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia assalito
che tu sia assalito
che egli sia assalito
che noi siamo assaliti
che voi siate assaliti
che essi siano assaliti
Passato
che io sia stato assalito
che tu sia stato assalito
che egli sia stato assalito
che noi siamo stati assaliti
che voi siate stati assaliti
che essi siano stati assaliti
Imperfetto
che io fossi assalito
che tu fossi assalito
che egli fosse assalito
che noi fossimo assaliti
che voi foste assaliti
che essi fossero assaliti
Trapassato
che io fossi stato assalito
che tu fossi stato assalito
che egli fosse stato assalito
che noi fossimo stati assaliti
che voi foste stati assaliti
che essi fossero stati assaliti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei assalito
tu saresti assalito
egli sarebbe assalito
noi saremmo assaliti
voi sareste assaliti
essi sarebbero assaliti
Passato
io sarei stato assalito
tu saresti stato assalito
egli sarebbe stato assalito
noi saremmo stati assaliti
voi sareste stati assaliti
essi sarebbero stati assaliti
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii assalito
sia assalito
siamo assaliti
siate assaliti
siano assaliti
Futuro
-
sarai assalito
sarà assalito
saremo assaliti
sarete assaliti
saranno assaliti
INFINITO - passivo
Presente
essere assalito
Passato
essere stato assalito
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
assalito
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo assalito
Passato
essendo stato assalito