Buena navegación con NihilScio!  Página de Facebook
NihilScio                Home

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

á   è   é   ì   í   ò
ó   ù   ú   ü   ñ   ç
Inglese
sinonimi di arruinar

  Cerca  frasi:
Vocabulario y frases
arruinar
= rovinare .
---------------
Vocabulario y frases
- Volete tacere ? o volete rovinarmi del tutto ?
---------------
- Basta: ci penserà questa notte ; ma intanto non cominci a farsi male da sé , a rovinarsi la salute ; mangi un boccone .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando fu vicino alla porta del borgo , fiancheggiata allora da un antico torracchione mezzo rovinato , e da un pezzo di castellaccio , diroccato anch'esso , che forse dieci de' miei lettori possono ancor rammentarsi d'aver veduto in piedi , il guardiano si fermò , e si voltò a guardar se gli altri venivano ; quindi entrò , e s'avviò al monastero , dove arrivato , si fermò di nuovo sulla soglia , aspettando la piccola brigata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* In queste angustie , per uno di que' falsi istinti che , in tante cose , rovinan gli uomini , ricorreva a quel benedetto fiasco .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E su questo bel fondamento , ti sei rovinato te , e volevi anche rovinar me ; che non è giusto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quanto più è grossa , tanto meno vien creduta nel paese , dove Renzo è conosciuto per un bravo giovine: i più presumono , e vanno susurrandosi agli orecchi l'uno con l'altro , che è una macchina mossa da quel prepotente di don Rodrigo , per rovinare il suo povero rivale .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Sì ; ma questa e la mia rovina .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Oh Signore ! Signore ! - esclamò di nuovo Agnese , quasi piangendo: - come devo fare , senza quell'uomo ? Era quello che ci faceva da padre ! Per noi è una rovina .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Beato voi ! Questo è pegno del perdono di Dio ! far che possiate diventare strumento di salvezza a chi volevate esser di rovina .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E poi , se è così convertito , se è diventato un santo padre , che bisogno c'era di me ? Oh che caos ! Basta ; voglia il cielo che la sia così: sarà stato un incomodo grosso , ma pazienza ! Sarò contento anche per quella povera Lucia: anche lei deve averla scampata grossa ; sa il cielo cos'ha patito: la compatisco ; ma è nata per la mia rovina . . .Almeno potessi vedergli proprio in cuore a costui , come la pensa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E fin da quando venner fuori i Discorsi Cavallereschi di quell'insigne scrittore , don Ferrante pronosticò , senza esitazione , che quest'opera avrebbe rovinata l'autorità dell'Olevano , e sarebbe rimasta , insieme con l'altre sue nobili sorelle , come codice di primaria autorità presso ai posteri: profezia , dice l'anonimo , che ognun può vedere come si sia avverata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Garzoni e giovani licenziati da padroni di bottega , che , scemato o mancato affatto il guadagno giornaliero , vivevano stentatamente degli avanzi e del capitale ; de' padroni stessi , per cui il cessar delle faccende era stato fallimento e rovina ; operai , e anche maestri d'ogni manifattura e d'ogn'arte , delle più comuni come delle più raffinate , delle più necessarie come di quelle di lusso , vaganti di porta in porta , di strada in istrada , appoggiati alle cantonate , accovacciati sulle lastre , lungo le case e le chiese , chiedendo pietosamente l'elemosina , o esitanti tra il bisogno e una vergogna non ancor domata , smunti , spossati , rabbrividiti dal freddo e dalla fame ne' panni logori e scarsi , ma che in molti serbavano ancora i segni d'un'antica agiatezza ; come nell'inerzia e nell'avvilimento , compariva non so quale indizio d'abitudini operose e franche .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando la prima squadra arrivava al paese della fermata , si spandeva subito per quello e per i circonvicini , e li metteva a sacco addirittura: ciò che c'era da godere o da portar via , spariva ; il rimanente , lo distruggevano o lo rovinavano ; i mobili diventavan legna , le case , stalle: senza parlar delle busse , delle ferite , degli stupri .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E , il 22 , furono spediti al campo due di quel corpo , che gli rappresentassero i guai e le strettezze della città: le spese enormi , le casse vote , le rendite degli anni avvenire impegnate , le imposte correnti non pagate , per la miseria generale , prodotta da tante cause , e dal guasto militare in ispecie ; gli mettessero in considerazione che , per leggi e consuetudini non interrotte , e per decreto speciale di Carlo V , le spese della peste dovevan essere a carico del fisco: in quella del 1576 avere il governatore , marchese d'Ayamonte , non solo sospese tutte le imposizioni camerali , ma data alla città una sovvenzione di quaranta mila scudi della stessa Camera ; chiedessero finalmente quattro cose: che l'imposizioni fossero sospese , come s'era fatto allora ; la Camera desse danari ; il governatore informasse il re , delle miserie della città e della provincia ; dispensasse da nuovi alloggiamenti militari il paese già rovinato dai passati .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Volete rovinarvi voi , e rovinarmi me .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Sei rovinato! - Che me ne importa? - gridò Gerlando.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Te l'ho già detto: sei rovinato, in mezzo a una strada.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ricordavano com'egli, molto ricco un giorno, fosse venuto lí a pigliar possesso di quei pochi ettari di terra comperati dopo la rovina, col denaro ricavato dalla vendita della casa in città e di tutte le masserizie di essa e delle gioje della moglie morta di crepacuore; ricordavano come si fosse prima rintanato nelle quattro stanze della casa rustica annessa al podere, senza voler vedere nessuno, insieme con una ragazza di circa sedici anni, Jana, che tutti in principio avevano creduto sua figlia e che poi s'era saputo esser la sorella minore d'un tal Dima Chiarenza, cioè proprio di quell'infame che lo aveva tradito e rovinato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Neli, che in quella notte d'inferno s'era trovato sul luogo e aveva partecipato agl'inutili sforzi disperati per impedire il disastro, presentendo l'odio che il padre da quell'ora avrebbe portato al Chiarenza, e in cui forse avrebbe coinvolto Jana, la sorella innocente, la sua Jana; temendo che avrebbe chiamato anche lui, forse, responsabile della rovina per non essersi accorto o per non aver denunziato a tempo il tradimento di quel Giuda che doveva esser tra poco suo cognato; nella stessa notte, era fuggito come un pazzo, in mezzo alla tempesta; e scomparso, senza lasciar nessuna traccia di sé.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Pochi giorni dopo la madre era morta, assistita amorosamente da Jana, e lo Scala s'era trovato solo, in casa, rovinato, senza piú la moglie, senza piú il figlio, solo con quella ragazza, la quale, come impazzita dall'onta e dal cordoglio, s'era stretta a lui, non aveva voluto lasciarlo, aveva minacciato di buttarsi da una finestra s'egli la avesse respinta in casa del fratello.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Veniva nel fondo dello Scala unicamente per annunziar la rovina prossima o già accaduta di questo o di quello, e per spiegarne le ragioni e dimostrare cosí, che a lui non sarebbe certo accaduta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Scavano, scavano, e il prezzo dello zolfo giú, giú, giú! Senza capire che fanno la loro e la nostra rovina; perché tutti i danari vanno a finir là, in quelle buche, in quelle bocche d'inferno sempre affamate, bocche che ci mangiano vivi! - E il rimedio, scusate? - tornava a domandare lo Scala.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Io penso, invece, - gridò don Mattia, esasperato, - penso che lui, là, povero pazzo, è morto come un minchione, per la sua stolidaggine, e che io, intanto, piú pazzo e piú stolido di lui, son bell'e rovinato! Oh, ma - tutti testimoni davvero, voi qua - che in questa campagna io ho speso i miei denari, il sangue mio: lo direte...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Mattia si mise a girar per la stanza, esclamando, con le mani per aria: - Rovinato! Rovinato! Rovinato! - Aspettate, - ripeté il Trigona.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Mi rovinano, Spatolino, mi rovinano! È venuto poco fa il garzone, baccalà, a dirmi che la mia campagna è diventata proprietà comune, già! roba di tutti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nessuno ancora sospettava di nulla; ma per lui, ormai, nessun dubbio: qualche mese ancora di disperati espedienti, e poi il crollo, la rovina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La rovina, per esempio, della nostra casa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ti basta? - La rovina? - La miseria, sí.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gabriele, con un sorriso nervoso su le labbra, rispose piano, con calma, alle trepide domande di lei, come se non si trattasse della propria rovina; poi nel veder la moglie sconvolta: - Eh, mia cara! - esclamò.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Chiamali! Chiamali! Io li ho rovinati; e me lo rinfacceranno con ragione! - No! - s'affrettò a dir Flavia, intenerendosi per i figliuoli.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- La rovina...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Son rovinato, ti dico! Ma tu ritieni che io possa vivere ancora a lungo? Bene.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma se fosse ricaduto in mano dei cattivi compagni che lo avevano rovinato, o fors'anche di peggiori? Questa era la paura sua piú grave.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se l'era procacciata da sé, con le sue mani, la rovina: che c'entrava poi l'accusa a tradimento dei suoi compagni di crapula, quel processo scandaloso, che aveva sollevato tanto rumore e infamato tanti giovanotti, scapati, sí, ma di famiglie onorate e per bene? Le parve di sentire un singhiozzo di là e chiamò: - Diego! Silenzio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quante volte mi butterei a camminare a terra, cosí con le mani puntate, gattoni! Questa maledetta civiltà ci rovina! Quadrupede, io sarei una bella bestia selvaggia; quadrupede, ti sparerei un pajo di calci nel ventre per le bestialità che hai detto; quadrupede, non avrei moglie, né debiti, né pensieri...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Le mie cambiali in sofferenza, di cui Valverde m'accordava la rinnovazione per le finte buone grazie della moglie? Ora me le avrebbe protestate ipso facto, capisci? E mi avrebbe rovinato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E si rovina, si assassina cosí un pover'uomo! Pronunziò quest'ultime parole con voce cosí cangiata e vibrante, con gesti cosí insoliti, che molti avventori si voltarono a guardarlo dai tavolini intorno, e qualcuno zittí.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lí m'abbracciò stretto stretto e mi disse che mi voleva bene, un bene da fratello, e che tutta la sera aveva parlato di me coi colleghi, del mio fegato e del mio stomaco rovinati, che gli stavano a cuore, tanto a cuore che, passando innanzi alla mia porta, non aveva voluto trascurare di farmi una visitina, temendo che il giorno appresso non sarebbe potuto andare alle Terme, perché - non si sarebbe detto, veh! - ma aveva proprio bevuto un pochino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Altri, già sfiniti dal caldo e dalla lunga attesa, guardavano oppressi le alte scansie polverose, sovraccariche d'incartamenti: litigi antichi, procedure, flagello e rovina di tante povere famiglie! Altri ancora, sperando di distrarsi, guardavano le finestre dalle stuoje verdi abbassate, donde venivano i rumori della via, della gente che andava spensierata e felice mentr'essi qua...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ecco il bel servizio che gli avevano reso quegli impostori! E una casa perduta, come andata in rovina! Ma ora egli avrebbe dimostrato a tutto il paese che il tribunale, condannando alle spese e al risarcimento dei danni quegli imbecilli, gli aveva reso giustizia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A forza di far cosí e cosí con la testa, guardando attorno dall'alto della sua groppa la desolazione dei campi che s'incupiva a mano a mano sempre piú con lo spegnersi degli ultimi barlumi crepuscolari, non poteva fare a meno di mettersi a commiserar la sua rovina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo avevano rovinato le zolfare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ma tu m'hai rovinato, assassino! - gridò con altro tono di voce Simone Lampo, quasi piangente, ora.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dopo essersi rassegnate a tante gravi sciagure, alla rovina improvvisa e alla conseguente morte per crepacuore del padre, poi a quella della madre, e quindi a dover trarre profitto dei buoni studii compiuti per arricchire squisitamente la loro educazione signorile, s'erano anche rassegnate a rimaner zitelle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Intanto, ajutate da amici autorevoli, rimasti fedeli dopo la rovina, le Margheri erano riuscite col lavoro, cioè impartendo lezioni particolari di lingue straniere (inglese e francese), di pittura ad acquerello, d'arpa e di miniatura, a tener sú intatta la casa, che attestava con l'eleganza sobria e semplice della mobilia e della tappezzeria l'agiatezza in cui eran nate e di cui avevano goduto; e andavano ancora a concerti e a radunanze, accolte dovunque con molta deferenza e con simpatia per il coraggio di cui davano prova, per il garbo disinvolto con cui portavano gli abiti non piú sopraffini, per le maniere gentili e dolcissime e anche per le fattezze graziose e tuttora piacevoli.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Mi piace, sa, mi piace lavorare alla luce del sole! - Eh, - squittí il Cappadona, - se non si rovinasse la tappezzeria...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E il cavalier Decenzio Cappadona, aprendo le braccia, si mise a guardare il tappeto rovinato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- So che andate dicendo a tutti che voglio finire di rovinare vostro figlio, mettendomi con qualcuno, per fargli commettere uno sproposito appena torna da soldato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che storie! IL PROFESSOR TERREMOTO Quanti, di qui a molti anni, avranno la ventura di rivedere risorte Reggio e Messina dal terribile disastro del dicembre 1908, non potranno mai figurarsi l'impressione che si aveva, allorché, passando in treno, pochi mesi dopo la catastrofe, cominciava a scoprirsi, tra il verde lussureggiante dei boschi d'aranci e di limoni e il dolce azzurro del mare, la vista atroce dei primi borghi in rovina, gli squarci e lo sconquasso delle case.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Stando con me, non ti sarebbe mancato mai nulla; invece, professor di francese, enfasi, enfasi, credesti di poterti permettere di prender moglie all'età tua, e ti rovinasti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La moglie, in un fondo di letto, da undici mesi; sei figliuoli per casa, oltre a quella che teneva in braccio, ch'era la maggiore, laceri, sudici, inselvaggiti; tutta la casa, sossopra, una rovina: cocci di piatti, bucce, l'immondizia a mucchi sui pavimenti; seggiole rotte, poltrone sfondate, letti non piú rifatti chi sa da quanto tempo, con le coperte a brandelli, perché i ragazzi si spassavano a far la guerra sui letti, a cuscinate; bellini! Solo intatto, in una stanza ch'era stata salottino, un ritratto fotografico ingrandito, appeso alla parete; il ritratto di lui, del signor dottore Sidoro Lopiccolo, quand'era ancora giovincello, laureato di fresco: lindo, attillato e sorridente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Perché, sissignori, bestia non era soltanto da jeri - come egli stesso soleva dire: - bestione era sempre stato: aveva combattuto per questa cara patria, e s'era rovinato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se ne avesse avuti dieci o cinquanta, non si sarebbe rovinato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Vedrai Malta, dove tuo zio bestione andò a rovinarsi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- M'importa un corno che lei c'è stata! È com'è detto là, e basta! Dev'essere cosí, e basta! Lei mi vuole rovinare! Se ne vada! Se ne vada! Non può piú stare qua! Mi lasci solo! Se ne vada! Rimasto solo, Valeriano Balicci, dopo aver raccattato a tentoni il libro che la signorina aveva scagliato a terra, cadde a sedere su la poltrona; aprí il libro, carezzò con le mani tremolanti le pagine gualcite; poi v'immerse la faccia e restò lí a lungo, assorto nella visione di Trondhjem con la sua cattedrale di marmo, col cimitero accanto, a cui i devoti ogni sabato sera recano offerte di fiori freschi - cosí, cosí com'era detto là.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ricordò allora l'impaccio piú vivo provato, due anni addietro, alla vista di un altro letto, nel quale per la prima volta avrebbe dovuto coricarsi non piú sola: rivide col pensiero la sua casetta lontana, com'era già, allorché Titta, senza quelle ideacce cattive che lo avevano rovinato, aveva messa sú, amorosamente, per le nozze; com'era adesso, squallida e nuda, con due seggiole appena e un letto solo, per lei e per la suocera.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Del resto, ad attestar la sua buona fede stava il fatto che alla fine nella rovina del suo principale egli vide anche la sua: perduto il posto e, quel che piú gli dolse, anche la speranza di far sua la figlia del Grao; e che si sentí come cascar dalle nuvole allorché il Grao gli venne avanti con le braccia aperte per ringraziarlo di quanto aveva fatto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cosí, se ha fatto male a metterle al mondo e poi a rovinarle, almeno potrà dire d'aver fatto qualche cosa per il loro avvenire.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non si doveva darla vinta al destino, che favoriva cosí iniquamente l'ipocrisia di tutti quei signori radunati nell'altra stanza! No, no: era tutto preparato, tutto pronto; quei signori là erano venuti in marsina come lui per le nozze: ebbene, bastava un atto di volontà in qualcuno; costringere quella povera fanciulla, caduta lí per terra, ad alzarsi; condurla, trascinarla, anche cosí mezzo sbalordita, a concludere quelle nozze per salvarla dalla rovina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Poi andar di là a indossare il tuo abitino di scuola; metterti il cappellino, e venire con me! - Dove? che dice? - Al Municipio, figliuola mia! - Professore, che dice? - Dico al Municipio, allo stato civile, e poi in chiesa! Perché codesto matrimonio s'ha da fare, s'ha da fare ora stesso; o tu sei rovinata! Vedi come mi sono conciato per te? In marsina! E uno dei testimoni sarò io, come volevi tu! Lascia di qua la tua povera mamma; non pensare piú a lei per un momento, non ti paja un sacrilegio! Lei stessa, la tua mamma, lo vuole! Da' ascolto a me: va' a vestirti! Io dispongo tutto di là per la cerimonia: ora stesso! - No...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- guardami negli occhi! - lo comprendi, è vero? che se ti lasci scappare questo momento, tu sei perduta? Come resti, senza piú il posto, senza piú nessuno? Vuoi dar colpa a tua madre della tua rovina? Non sospirò tanto, povera donna, questo tuo matrimonio? E vuoi ora che, per causa sua, vada a monte? Che fai tu di male? Coraggio, Cesara! Ci sono qua io: lascia a me la responsabilità di quello che fai! Va', va' a vestirti, va' a vestirti, figliuola mia, senza perder tempo...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Tu? da chi? - Ma da vojaltri! Non è tuo parente? Ti prego di credere che non si è affatto rovinato per me, come vanno dicendo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Rovinato? - Ma sí, ma sí: negozii andati a male, spese pazze! Non per me, sta' bene attenta! Io fui tratta in inganno, vigliaccamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
"Carla, le doglie? Dunque, ha sbagliato? Dio, che rovina, che rovina, che rovina!" Gli sovvenne a un tratto che il medico di là gli aveva detto che per la moglie c'era tempo: si recò al guardaroba lí accanto, trasse la pelliccia e il cappello dall'armadio, e uscí di furia, dicendo al servitore: - Torno subito! Appena fuori si cacciò in una vettura, gridando al vetturino l'indirizzo: - San Salvatore in Lauro, 13.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quattr'anni addietro era rimpatriato infermo, quasi moribondo: orribilmente gonfio dall'idropisia, ossidate le arterie, rovinato il rene, rovinato il cuore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
RITORNO Dopo tant'anni, di ritorno al suo triste paese in cima al colle, Paolo Marra capí che la rovina del padre doveva esser cominciata proprio nel momento che s'era messo a costruire la casa per sé, dopo averne costruite tante per gli altri.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'immagine della rovina era in quell'arco di porta senza la porta, che superava di tutta la cèntina da una parte e dall'altra i muri di cinta della vasta corte davanti, non finiti: muri ora vecchi, di pietra rossa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Proprio come se fosse stato lui a far precipitare da bambina la madre dalla finestra, per svisarla; lui a far cosí bella, per la tentazione del padre, quella Nuzza La Dia; lui a indurlo, ragazzo, a tirare in faccia a quella donna bella lo sputo per la rovina di tutti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si chiamavano del Conventino perché, in una breve radura in mezzo, era un piccolo convento antico, in rovina e abbandonato, con la chiesuola da una parte, il cui interno misterioso s'intravedeva appena appena attraverso le fessure del portone imporrito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Lei vuol rovinarmi! Ma scusi, sono pazzie! Non s'è mai detto nulla di simile; nessuno ha mai udito nulla! Fortuna che c'è qui S.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Latrava eh? ululava come un lupo? graffiava la porta? Gesú, che spavento! E come non era morta, povera figliuola? La madre, accasciata su la seggiola, finita, con le braccia e il capo ciondoloni, nicchiava in un canto: - Ah figlia mia! ah figlia mia! ah povera figliuccia mia rovinata! Sul tramonto, si presentò nel vicolo, tirandosi dietro per la cavezza le due mule bardate, Batà, ancora gonfio e livido, avvilito, abbattuto, imbalordito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La madre di Sidora sulla soglia si parò, fiera e tutta tremante di rabbia, e cominciò a gridare: - Andate via, malo cristiano! Avete il coraggio di ricomparirmi davanti? Via di qua! via di qua! Assassino traditore, via di qua! Mi avete rovinato una figlia! Via di qua! E seguitò per un pezzo a sbraitare cosí, mentre Sidora, rincantucciata dentro, piangeva, scongiurava la madre di difenderla, di non dargli passo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutti i giorni era la stessa storia: il nome di Giacinto risuonava per tutta la casa , e anche quando le tre sorelle tacevano egli era in mezzo a loro , come del resto lo era sempre fin dal giorno della sua nascita , e la sua figura ignota riempiva di vita la casa in rovina .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lunghe muriccie in rovina , casupole senza tetto , muri sgretolati , avanzi di cortili e di recinti , catapecchie intatte piú melanconiche degli stessi ruderi fiancheggiano le strade in pendío selciate al centro di grossi macigni ; pietre vulcaniche sparse qua e là dappertutto danno l'idea che un cataclisma abbia distrutto l'antica città e disperso gli abitanti ; qualche casa nuova sorge timida fra tanta desolazione , e piante di melograni e di carrubi , gruppi di fichi d'India e palmizi danno una nota di poesia alla tristezza del luogo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La Basilica cadeva in rovina ; tutto vi era grigio , umido e polveroso: dai buchi del tetto di legno piovevan raggi obliqui di polviscolo argenteo che finivano sulla testa delle donne inginocchiate per terra , e le figure giallognole che balzavano dagli sfondi neri screpolati dei dipinti che ancora decoravano le pareti somigliavano a queste donne vestite di nero e viola , tutte pallide come l'avorio e anche le piú belle , le piú fini , col petto scarno e lo stomaco gonfio dalle febbri di malaria .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il nipote del cardinale Rampolla si è rovinato cosí ! . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Ma che testa , mio nonno ! È stato lui a rovinare la famiglia . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Io non voglio rovinarla: venga a casa mia , ecco il mio indirizzo: venga domani e assieme andremo dai suoi superiori .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Giacinto è la nostra rovina .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il sangue tornava a circolargli nelle vene , ma caldo e pesante come lava ; la febbre lo pungeva tutto , i raggi obliqui di polviscolo argenteo che cadevano dal tetto in rovina gli parevano buchi bianchi sul pavimento nero , e le figure pallide deiquadri guardavano tutte giú , si curvavano , stavano per staccarsi e cadere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La giornata era stata caldissima e il cielo d'un azzurro grigiastro pareva soffuso ancora della cenere d'un incendio di cui all'occidente si smorzavano le ultime fiamme ; i fichi d'India già fioriti mettevano una nota d'oro sul grigio degli orti e laggiú dietro la torre della chiesa in rovina i melograni di don Predu parevano chiazzati di sangue .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Le sembrava di sentire sulle labbra il sapore delle lagrime di lui – ed era il sapore di tutta la tristezza , di tutta la debolezza umana: allora la solita immagine di lui annoiato , spostato , avvilito , di lui contro cui non si poteva combattere perché dava l'impressione d'un masso precipitato dal monte a rovinar la casa , spariva per lasciar posto all'immagine di lui buono , pentito , appassionato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lei , sí , pochi momenti prima ; ma Ester ? Ester non poteva aver provato la sua follia , Ester non poteva aver rovinato la famiglia per amore di quell'avventuriero .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Siamo rovinate , Predu . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dopo le funzioni sacre la gente se ne andava a casa e Giacinto se ne tornava al suo rifugio passando davanti a una chiesa in rovina che gli ricordava la casa laggiú delle sue zie .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Andarono dietro la chiesa , si appoggiarono al muro in rovina , davanti al grande paesaggio pieno di luce .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Solo qualche grido di rondine pareva uscir dai muri in rovina , e un trotto di cavallo risuonò lontano , sempre piú lontano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Non rimasero che una venditrice di torroni e di pupazzi di farina nera ricoperti di zucchero ; e due uomini seduti uno per parte davanti alla porta della chiesetta sotto l'atrio in rovina .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma dimmi , dimmi , Efix , — proseguí accorata , — non è una gran cattiva sorte la nostra ? Giacinto che ci rovina e sposa quella pezzente , e Noemi che rifiuta invece la buona fortuna .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Per un'attenzione di Noemi verso il malato neppure la cucina era stata ripulita , come si usa per le nozze ; la casa e il cortile erano silenziosi , il gatto stava immobile sulla panca , nero con gli occhi verdi come l'idolo della solitudine ; nel silenzio si udiva il legno corroso del balcone scricchiolare e sollevando un poco di piú la testa Efix rivide un'ultima volta il muro rovinato e l'erba e i fiori d'ossa dell'antico cimitero .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Nella malinconia " ansiosa " o " agitata ", idee ipocondriache di negazione , di piccolezza , d'autorimprovero ; l'ammalato crede di essere perseguitato , rovinato nei propri interessi , tradito negli affetti , odia senza ragione i propri simili . (Gozzano)
---------------
Forse ne’ suoi dolori, ella ripensa a me sua rovina, imprecando. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Da tutti gli angoli della terra accorrete, o voi quanti amate le cose grandi, innanzi che questo tempio rovini scalzato dai peccati degli uomini. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Egli ebbe il senso di una irreparabile rovina nell'anima di lei e tacque. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il la alla vita cominceranno forse a darlo le Americhe, mentre qua la rovina si farà a mano a mano totale e verrà tempo che le navi approderanno alle coste d’Europa come si approda a terre di conquista.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Ah, che rovina! Il ragazzetto di nove anni era cresciuto, cresciuto; era il suo amore, era la sua ammirazione; diventato un gigante florido e prosperoso, che sapeva tutto meglio degli altri, che faceva tutto meglio degli altri, ecco, dopo quarantaquattro anni di preparazione, si rivelava un bestione: forzuto, sì, dalle mani e dalle zampe bene addestrate e poderose; ma che pensava sul serio di poter giocare alla guerra ancora come un ragazzaccio feroce di nove anni, o come se al mondo ci fosse lui solo e gli altri non contassero per nulla: in quattro salti passare a traverso il Belgio e andare a piantar le bandierine, un pajo, su Parigi, e poi via, di corsa, in altri quattro salti, su Pietroburgo e su Mosca.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
ecco qua: ora, ogni mattina, la moglie – anche questo! – appena la serva ritorna dalla spesa giornaliera, lo investe, domanda conto e ragione a lui di tutti i viveri rincarati – di tanto il pane, di tanto la carne, di tanto le uova – come se la avesse voluta lui, mossa lui, la guerra! Col cuore esulcerato, con la rovina dentro, gli tocca anche d’affogare in tutte queste volgarità della moglie, che per miracolo non lo vuole anche responsabile del pericolo a cui Faustino è esposto, d’esser chiamato prima del tempo sotto le armi e mandato a combattere, se l’Italia sarà anch’essa trascinata in guerra! Non rappresenta forse la Germania, lui, in casa; la Germania che ha voluto la guerra?
---------------
* - La rovina, capisce? - proruppe, soffocando la voce e le lagrime, Giustino, - la rovina, la rovina di tutto un edificio, signora, messo su da me, a pietra a pietra! da me, da me soltanto! Sul più bello, quando già tutto era a posto, e mi toccava di goder la soddisfazione di quanto avevo fatto, una ventata a tradimento, una ventata di pazzia, creda, di pazzia, con quel vecchio là, con quel vecchio pazzo, che si è prestato vilmente, forse per vendicarsi, distruggendo un'altra vita com'era stata distrutta la sua; giù tutto, giù tutto, giù tutto!
---------------
* Oh, santo Dio! e che volete che me n’importi? Siamo o non siamo su un’invisibile trottolina, cui fa da ferza un fil di sole, su un granellino di sabbia impazzito che gira e gita e gira, senza saper perché, senza pervenir mai a destino, come se ci provasse gusto a girar così, per farci sentire ora un po’ più di caldo, ora un po’ più di freddo, e per farci morire – spesso con la coscienza d’aver commesso una sequela di piccole sciocchezze – dopo cinquanta o sessanta giri? Copernico, Copernico, don Eligio mio ha rovinato l’umanità, irrimediabilmente. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La sua morte quasi improvvisa fu la nostra rovina. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Soffocato dall’ira, dalla nausea, scappai a chiudermi in camera, e solo, con le mani tra i capelli, cominciai a domandarmi come mai Romilda, dopo quanto era avvenuto fra noi, si fosse potuta prestare a tanta ignominia! Ah, degna figlia della madre! Non il vecchio soltanto avevano entrambe vilissimamente ingannato, ma anche me, anche me! E, come la madre, anche lei dunque si era servita di me, vituperosamente, per il suo fine infame, per la sua ladra voglia! E quella povera Oliva, intanto! Rovinata, rovinata... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Ora perché mai, circa un mese dopo, Malagna picchiò, furibondo, la moglie, e, con la schiuma ancora alla bocca, si precipitò in casa mia, gridando che esigeva subito una riparazione perché io gli avevo disonorata, rovinata una nipote, una povera orfana? Soggiunse che, per non fare uno scandalo, egli avrebbe voluto tacere. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Poi, per le preghiere di mia madre, che già vedeva la rovina della nostra casa e sperava ch’io potessi in qualche modo salvarmi, sposando la nipote di quel suo nemico, cedetti e sposai. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Non t’era bastato, di’, esserti introdotto in casa mia come un ladro per insidiarmi la figliuola e rovinarmela? Non t’era bastato?
---------------
* – e qui una filza di laide parole all’indirizzo di Oliva; poi, arrovesciando le mani su i fianchi, appuntando le gomita davanti: – Ma che hai concluso? Non hai rovinato anche tuo figlio, così? Ma già, a lui, che glien’importa? È suo anche quello, è suo... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Lo avevano messo a riposo, da caposezione in non so qual Ministero, prima del tempo, e lo avevano rovinato, non solo finanziariamente, ma anche perché libero e padrone del suo tempo, egli si era adesso sprofondato tutto ne’ suoi fantastici studii e nelle sue nuvolose meditazioni, astraendosi più che mai dalla vita materiale. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma come potevo ascoltarla, questa benedetta voce della ragione, se essa mi parlava appunto per la bocca di lui, di Papiano, il quale per me aveva torto, torto evidente, torto sfacciato? Non voleva egli mandarmi via, infatti, per frodare il Paleari e rovinare Adriana? Questo soltanto io potevo allora comprendere da tutti que’ suoi discorsi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* (Ecco la parola della mia rovina: tutto ì . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E quando si giungeva in cima , sotto i muri di un convento povero e chiuso o presso alle pietraie dei castellacci in rovina , si cantava la marsigliese nel gelido silenzio di febbraio dinanzi alle valli deserte e sconsolate , alle montagne lontane , nere di povertà lungo le coste , bianche di luce e di neve verso il cielo arruffato di nuvolaglia e il nostro petto s' allargava sotto T ansito dei polmoni e il battito del cuore . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ma bisognava vederlo dentro , il palazzo , in quel tempo : tutto sudicio e buio , colle scale mezze rovinate , i muri graffiati , i ballatoi murati a metà e il gran cortile pieno di svolte a sghembo e d'angoli pisciosi e di casse abbandonate . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Li ho rovinati fin da ragazzo col leggere a lume di candela o con quello , più calmo ma più fioco , di una lucernina a olio che quasi sempre verso mezzanotte si spengeva adagio adagio , lasciandomi al buio e col puzzo orribile del lucignolo fumigante da qualche filo ancor rosso . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Mi propinò anche un certo acido che mi ha rovinato perché da allora soffro di un eccesso di acidità .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Finché l’ebbi accanto , sempre la paventai come una donna che prima o poi avrebbe approfittato del suo ascendente su di me per rovinare me e la mia famiglia .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
autodistruggersi
= verbo rifl. distruggersi da sè comportarsi in modo tale da provocare , coscientemente o no , la propria rovina .
---------------
avariarsi
= verbo rifl. guastarsi , rovinarsi , deteriorarsi , andare a male .
---------------
bacar
= verbo trans. guastare , rovinare fisicamente o moralmente
---------------
bacchiare
= verbo trans. percuotere con il bacchio i rami di un albero per farne cadere i frutti - abbattere , mandare in rovina bacchiare un terreno , un palazzo , svenderlo.
---------------
bistrattare
= verbo trans. adoperare malamente , sciupare , rovinare maltrattare , strapazzare
---------------
bruciare
= verbo trans. ardere , consumare , distruggere , rovinare con l'azione del fuoco o del calore
---------------
camolato
= rovinato dalle camole, tarlato.
---------------
cancrenare
= gangrenare, verbo trans. produrre cancrena rovinare, guastare
---------------
castellare
= in età medievale, il territorio che faceva capo a un castello castello in rovina.
---------------
catastrofe
= evento disastroso e improvviso che determina il passaggio da una condizione di benessere a una di rovina e di miseria
---------------
degrado
= deterioramento - decadimento - rovina
---------------
deleterio
= che porta grave danno - rovina fisica o morale
---------------
devastare
= verbo trans . distruggere - rovinare - saccheggiare
---------------
diroccato
= part . pass . di diroccare
= cadente - in rovina
---------------
disconciare
= verbo trans . sconciare - guastare - rovinare
---------------
disfazione
= disfacimento - rovina
---------------
esizio
= distruzione - rovina
---------------
fatiscente
= che va in rovina , cadente
---------------
fiacco
= rovina , strage .
---------------
frana
= caduta - o discesa di masse terrose - o rocciose lungo i fianchi di colline e di montagne l'insieme del materiale così caduto - o disceso
= 3 crollo , disfacimento , rovina - essere una frana , una persona che combina solo guai , un buono a nulla .
---------------
kaputt o kaput
= finito , morto , rovinato
---------------
malandare
= verbo intr. ridursi in cattivo stato, andare in rovina.
---------------
malora
= rovina, perdizione
---------------
muriccia
= rovina, rudere
---------------
perdizione
= grave danno , rovina morale
---------------
ramengo
= utilizzato nelle andare, mandare a ramengo, in rovina, in malora
---------------
risemina
= nuova semina effettuata quando la prima risulta rovinata da insetti o dal maltempo.
---------------
rovina lett. ruina
= il rovinare, il rovinarsi, l'essere rovinato
---------------
rovinamento
= rovina, frana.
---------------
rovinare lett. ruinare
= verbo trans. recare rovina a qualcuno o qualcosa
---------------
rovinaticcio
= piuttosto rovinato.
---------------
rovinato lett. ruinato
= participio passato di rovinare , che è andato in rovina
---------------
rovinatore
= colui che rovina.
---------------
rovinoso lett. ruinoso
= che produce rovina
---------------
rudere meno com. rudero
= avanzo, rovina di edifici o di statue antiche
---------------
ruina
= rovina
---------------
saccheggiare
= verbo transitivo predare portando scompiglio e rovina ,
---------------
sbertucciare
= verbo transitivo schernire , deridere , sgualcire , rovinare ,
---------------
scalcagnare
= verbo transitivo pestare con il calcagno , rovinare nel calcagno ,
---------------
sciupare
= verbo transitivo ridurre in cattivo stato , guastare , rovinare ,
---------------
sconquassare
= verbo transitivo scuotere violentemente in modo da rovinare , rompere , fracassare ,
---------------
sconquassato
= participio passato di sconquassare - rovinato , rotto , sgangherato ,
---------------
scrostato
= participio passato di scrostare - rovinato , rotto in superficie ,
---------------
sfigurato
= participio passato di sfigurare - deturpato , rovinato nell'aspetto ,
---------------
sgarrupato
= degradato , molto malandato , quasi in rovina ,
---------------
sgranare
= verbo transitivo rompere , rovinare la grana di un materiale , di un prodotto ,
---------------
sgroppare
= verbo transitivo rovinare la groppa del cavallo o di una bestia da soma - sfiancare , stancare -
= verbo intransitivo detto del cavallo , inarcare la groppa per disarcionare il cavaliere - sgropparsi
= verbo riflessivo stancarsi , sfiancarsi .
---------------
silurare
= verbo transitivo colpire un obiettivo con uno o più siluri , danneggiare o rovinare la carriera di chi ricopre un incarico di res ,
---------------
sovrappattino o sovrapattino ,
= copertura che si applica ai cingoli dei veicoli cingolati durante la marcia su strade asfaltate , per evitare di rovinarne il manto .
---------------
spedare
= verbo transitivo stancare , rovinare i piedi per il troppo camminare , sollevare dal fondo l'à ncora di una nave - sped ,
---------------
spianto
= decadimento , rovina economica ,
---------------
stroppiare
= verbo transitivo storpiare , rovinare ' prov . ,
---------------
subisso
= grande rovina , sfacelo ,
---------------
Conjugacíon: 1 - arruinar
auxiliar: haber - transitivo
INDICATIVO activo
Presente
yo arruino
arruinas
él/ella arruina
nosotros arruinamos
vosotros arruináis
ellos/ellas arruinan
Imperfecto
yo arruinaba
arruinabas
él/ella arruinaba
nosotros arruinabamos
vosotros arruinabais
ellos/ellas arruinaban
Pretérito indefinito
yo arruiné
arruinaste
él/ella arruinó
nosotros arruinamos
vosotros arruinasteis
ellos/ellas arruinaron
Preterito perfecto
yo he arruinado
has arruinado
él/ella ha arruinado
nosotros hemos arruinado
vosotros habéis arruinado
ellos/ellas han arruinado
Preterito pluscuamperfecto
yo había arruinado
habías arruinado
él/ella había arruinado
nosotros habíamos arruinado
vosotros habíais arruinado
ellos/ellas habían arruinado
Preterito anterior
yo hube arruinado
hubiste arruinado
él/ella hubo arruinado
nosotros hubimos arruinado
vosotros hubisteis arruinado
ellos/ellas hubieron arruinado
Futuro
yo arruinaré
arruinaras
él/ella arruinará
nosotros arruinaremos
vosotros arruinareis
ellos/ellas arruinarán
Futuro perfecto
yo habré arruinado
habrás arruinado
él/ella habrá arruinado
nosotros habremos arruinado
vosotros habréis arruinado
ellos/ellas habrán arruinado
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo arruine
arruines
él/ella arruine
nosotros arruinemos
nosotros arruinéis
ellos/ellas arruinen
Pretérito perfecto
yo haya arruinado
hayas arruinado
él/ella haya arruinado
nosotros hayamos arruinado
nosotros hayáis arruinado
ellos/ellas hayan arruinado
Pretérito imperfetto I
yo arruinara
arruinaras
él/ella arruinara
nosotros arruináramos
nosotros arruinarais
ellos/ellas arruinaran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiera arruinado
hubieras arruinado
él/ella hubiera arruinado
nosotros hubiéramos arruinado
nosotros hubierais arruinado
ellos/ellas hubieran arruinado
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese arruinado
hubieses arruinado
él/ella hubiese arruinado
nosotros hubiésemos arruinado
nosotros hubieseis arruinado
ellos/ellas hubiesen arruinado
Pretérito imperfetto II
yo arruinase
arruinases
él/ella arruinase
nosotros arruinásemos
nosotros arruinaseis
ellos/ellas arruinasen
Futuro
yo arruinare
arruinares
él/ella arruinare
nosotros arruináremos
nosotros arruinareis
ellos/ellas arruinaren
Futuro perfecto
yo hubiere arruinado
hubieres arruinado
él/ella hubiere arruinado
nosotros hubiéremos arruinado
nosotros hubiereis arruinado
ellos/ellas hubieren arruinado
POTENCIAL - activo
Presente
yo arruinaría
arruinarías
él/ella arruinaría
nosotros arruinaríamos
vosotros arruinaríais
ellos/ellas arruinarían
Perfecto
yo habría arruinado
habrías arruinado
él/ella habría arruinado
nosotros habríamos arruinado
vosotros habríais arruinado
ellos/ellas habrían arruinado
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
arruina
arruine
arruinemos
arruinad
arruinen
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber arruinado
PARTICIPIO - activo
Presente
que arruina
Compuesto
arruinado
GERUNDIO activo
Presente
arruinando
Compuesto
habiendo arruinado
INDICATIVO pasivo
Presente
yo soy arruinado
eres arruinado
él/ella es arruinado
nosotros somos arruinados
vosotros seis arruinados
ellos/ellas son arruinados
Imperfecto
yo era arruinado
eras arruinado
él/ella era arruinado
nosotros èramos arruinados
vosotros erais arruinados
ellos/ellas eran arruinados
Pretérito indefinito
yo fui arruinado
fuiste arruinado
él/ella fue arruinado
nosotros fuimos arruinados
vosotros fuisteis arruinados
ellos/ellas fueron arruinados
Preterito perfecto
yo he sido arruinado
has sido arruinado
él/ella ha sido arruinado
nosotros hemos sido arruinados
vosotros habèis sido arruinados
ellos/ellas han sido arruinados
Preterito pluscuamperfecto
yo había sido arruinado
habías sido arruinado
él/ella había sido arruinado
nosotros habíamos sido arruinados
vosotros habías sido arruinados
ellos/ellas habían sido arruinados
Preterito anterior
yo hube sido arruinado
hubiste sido arruinado
él/ella hubo sido arruinado
nosotros hubimos sido arruinados
vosotros hubisteis sido arruinados
ellos/ellas hubieron sido arruinados
Futuro
yo seré arruinado
serás arruinado
él/ella será arruinado
nosotros seremos arruinados
vosotros sereis arruinados
ellos/ellas serán arruinados
Futuro perfecto
yo habrè sido arruinado
habrás sido arruinado
él/ella habrá sido arruinado
nosotros habremos sido arruinados
vosotros habreis sido arruinados
ellos/ellas habrán sido arruinados
CONJUNTIVO - pasivo
Presente
yo sea arruinado
seas arruinado
él/ella sea arruinado
nosotros seamos arruinados
nosotros seáis arruinados
ellos/ellas sean arruinados
Pretérito perfecto
yo haya sido arruinado
hayas sido arruinado
él/ella haya sido arruinado
nosotros hayamos sido arruinado
nosotros hayáis sido arruinado
ellos/ellas hayan sido arruinado
Pretérito imperfetto I
yo fuere arruinado
fueres arruinado
él/ella fuere arruinado
nosotros fuéremos arruinados
nosotros fuereis arruinados
ellos/ellas fueren arruinados
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiere sido arruinado
hubieres sido arruinado
él/ella hubiere sido arruinado
nosotros hubiéremos sido arruinados
nosotros hubierei sido arruinados
ellos/ellas hubieren sido arruinados
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese sido arruinado
hubieses sido arruinado
él/ella hubiese sido arruinado
nosotros hubiésemos sido arruinados
nosotros hubieseis sido arruinados
ellos/ellas hubiesen sido arruinados
Pretérito imperfetto II
yo fuese arruinado
fuesess arruinado
él/ella fuese arruinado
nosotros fuésemos arruinados
nosotros fueseis arruinados
ellos/ellas fuesen arruinados
Futuro
yo fuere arruinado
fueres arruinado
él/ella fuere arruinado
nosotros fuéremos arruinados
nosotros fuereis arruinados
ellos/ellas fueren arruinados
Futuro perfecto
yo hubiere sido arruinado
hubieres sido arruinado
él/ella hubiere sido arruinado
nosotros hubiéremos sido arruinados
nosotros hubiereis sido arruinados
ellos/ellas hubieren sido arruinados
POTENCIAL - pasivo
Presente
yo sería arruinado
serías arruinado
él/ella sería arruinado
nosotros seríamos arruinados
vosotros seríais arruinados
ellos/ellas serían arruinados
Perfecto
yo habría sido arruinado
habrías sido arruinado
él/ella habría sido arruinados
nosotros habríamos sido arruinados
vosotros habríais sido arruinados
ellos/ellas habrían sido arruinados
IMPERATIVO - pasivo
Positivo
-
sé arruinado
sea arruinado
seamos arruinados
sed arruinados
sean arruinados
INFINITO pasivo
Presente
ser arruinado
Compuesto
haber sido arruinado
PARTICIPIO - pasivo
Presente
que es arruinado
Compuesto
arruinado
GERUNDIO pasivo
Presente
siendo arruinado
Compuesto
habiendo sido arruinado
Coniugazione:1 - rovinare
Ausiliare:essere intransitivo/transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io rovino
tu rovini
egli rovina
noi roviniamo
voi rovinate
essi rovinano
Imperfetto
io rovinavo
tu rovinavi
egli rovinava
noi rovinavamo
voi rovinavate
essi rovinavano
Passato remoto
io rovinai
tu rovinasti
egli rovinò
noi rovinammo
voi rovinaste
essi rovinarono
Passato prossimo
io sono rovinato
tu sei rovinato
egli é rovinato
noi siamo rovinati
voi siete rovinati
essi sono rovinati
Trapassato prossimo
io ero rovinato
tu eri rovinato
egli era rovinato
noi eravamo rovinati
voi eravate rovinati
essi erano rovinati
Trapassato remoto
io fui rovinato
tu fosti rovinato
egli fu rovinato
noi fummo rovinati
voi foste rovinati
essi furono rovinati
Futuro semplice
io rovinerò
tu rovinerai
egli rovinerà
noi rovineremo
voi rovinerete
essi rovineranno
Futuro anteriore
io sarò rovinato
tu sarai rovinato
egli sarà rovinato
noi saremo rovinati
voi sarete rovinati
essi saranno rovinati
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io rovini
che tu rovini
che egli rovini
che noi roviniamo
che voi roviniate
che essi rovinino
Passato
che io sia rovinato
che tu sia rovinato
che egli sia rovinato
che noi siamo rovinati
che voi siate rovinati
che essi siano rovinati
Imperfetto
che io rovinassi
che tu rovinassi
che egli rovinasse
che noi rovinassimo
che voi rovinaste
che essi rovinassero
Trapassato
che io fossi rovinato
che tu fossi rovinato
che egli fosse rovinato
che noi fossimo rovinati
che voi foste rovinati
che essi fossero rovinati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io rovinerei
tu rovineresti
egli rovinerebbe
noi rovineremmo
voi rovinereste
essi rovinerebbero
Passato
io sarei rovinato
tu saresti rovinato
egli sarebbe rovinato
noi saremmo rovinati
voi sareste rovinati
essi sarebbero rovinati
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
rovina
rovini
roviniamo
rovinate
rovinino
Futuro
-
rovinerai
rovinerà
rovineremo
rovinerete
rovineranno
INFINITO - attivo
Presente
rovinare
Passato
essere rovinato
PARTICIPIO - attivo
Presente
rovinante
Passato
rovinato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
rovinando
Passato
essendo rovinato