Buena navegación con NihilScio!  Página de Facebook
NihilScio                Home

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

á   è   é   ì   í   ò
ó   ù   ú   ü   ñ   ç
Inglese
sinonimi di aferrar

  Cerca  frasi:
Vocabulario y frases
aferrar
= tr/intr. afferrare , ormeggiare .
---------------
* Todos los presentes estaban suspensos, esperando el fin de aquel pleito, y de allí a poco volvieron el hombre y la mujer, más asidos y aferrados que la vez primera, ella la saya levantada y en el regazo puesta la bolsa, y el hombre pugnando por quitársela, mas no era posible según la mujer la defendía, la cual daba voces diciendo: —¡Justicia de Dios, y del mundo! ¡Mire vuesa merced, señor gobernador, la poca vergüenza y el poco temor deste desalmado, que en mitad de poblado y en mitad de la calle me ha querido quitar la bolsa que vuesa merced mandó darme! —Y ¿háosla quitado? —preguntó el gobernador( Cervantes - Don Quijote)
---------------
Vocabulario y frases
afferrare
= verbo trans. prendere e tenere con forza
---------------
* - Giurate . . .- replicò don Abbondio , afferrandogli il braccio con la mano tremante .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Avrebbe voluto correre alla casa di don Rodrigo , afferrarlo per il collo , e . . .ma gli veniva in mente ch'era come una fortezza , guarnita di bravi al di dentro , e guardata al di fuori ; che i soli amici e servitori ben conosciuti v'entravan liberamente , senza essere squadrati da capo a piedi ; che un artigianello sconosciuto non vi potrebb'entrare senza un esame , e ch'egli sopra tutto . . .egli vi sarebbe forse troppo conosciuto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Che ! tu andavi in cerca d'amici . . .quali amici ! . . .che non t'avrebber potuto aiutare , neppur volendo ! E cercavi di perder Quel solo che lo può e lo vuole ! Non sai tu che Dio è l'amico de' tribolati , che confidano in Lui ? Non sai tu che , a metter fuori l'unghie , il debole non ci guadagna ? E quando pure . . .- A questo punto , afferrò fortemente il braccio di Renzo: il suo aspetto , senza perder d'autorità , s'atteggiò d'una compunzione solenne , gli occhi s'abbassarono , la voce divenne lenta e come sotterranea: - quando pure . . .è un terribile guadagno ! Renzo ! vuoi tu confidare in me ? . . .che dico in me , omiciattolo , fraticello ? Vuoi tu confidare in Dio ?
---------------
* Afferrò rapidamente per aria quella mano minacciosa , e , alzando la voce , per troncar quella dell'infausto profeta , gridò: - escimi di tra' piedi , villano temerario , poltrone incappucciato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Le sue labbra non erano ancora tornate al posto , che don Abbondio , lasciando cader la carta , aveva già afferrata e alzata , con la mancina , la lucerna , ghermito , con la diritta , il tappeto del tavolino , e tiratolo a sé , con furia , buttando in terra libro , carta , calamaio e polverino ; e , balzando tra la seggiola e il tavolino , s'era avvicinato a Lucia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dà di piglio alle brache , che teneva sul letto ; se le caccia sotto il braccio , come un cappello di gala , e giù balzelloni per una scaletta di legno ; corre al campanile , afferra la corda della più grossa di due campanette che c'erano , e suona a martello .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Cosa c'è ? cosa c'è ? - ripeté Agnese , afferrandola per un braccio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il barcaiolo , puntando un remo alla proda , se ne staccò ; afferrato poi l'altro remo , e vogando a due braccia , prese il largo , verso la spiaggia opposta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Qualche consolazione le pareva talvolta di trovar nel comandare , nell'esser corteggiata in monastero , nel ricever visite di complimento da persone di fuori , nello spuntar qualche impegno , nello spendere la sua protezione , nel sentirsi chiamar la signora ; ma quali consolazioni ! Il cuore , trovandosene così poco appagato , avrebbe voluto di quando in quando aggiungervi , e goder con esse le consolazioni della religione ; ma queste non vengono se non a chi trascura quell'altre: come il naufrago , se vuole afferrar la tavola che può condurlo in salvo sulla riva , deve pure allargare il pugno , e abbandonar l'alghe , che aveva prese , per una rabbia d'istinto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Un galantuomo s'era affacciato a quel fesso , a gridar che aprissero ; un altro spalancò in fretta lo sportello della carrozza: il vecchio mise fuori la testa , s'alzò , e afferrando con la destra il braccio di quel galantuomo , uscì , e scese sul predellino .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* In cucina che furono , mentre Renzo dice: - e quest'oste benedetto dove s'è cacciato ? - il notaio fa un altro cenno a' birri ; i quali afferrano , l'uno la destra , l'altro la sinistra del giovine , e in fretta in fretta gli legano i polsi con certi ordigni , per quell'ipocrita figura d'eufemismo , chiamati manichini .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Renzo che stava sull'orlo della riva , quasi con un piede nell'acqua , afferra la punta del battello , ci salta dentro , e dice: - mi fareste il servizio , col pagare , di tragittarmi di là ? - Il pescatore l'aveva indovinato , e già voltava da quella parte .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Monza è di qua . . .- e si voltava , per accennar col dito ; quando l'altro compagno (era il Nibbio) , afferrandola d'improvviso per la vita , l'alzò da terra .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'alzò in furia a sedere , gettò in furia le mani alla parete accanto al letto , afferrò una pistola , la staccò , e . . .al momento di finire una vita divenuta insopportabile , il suo pensiero sorpreso da un terrore , da un'inquietudine , per dir così , superstite , si slanciò nel tempo che pure continuerebbe a scorrere dopo la sua fine .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Furono circondati , afferrati , malmenati , spinti , a furia di percosse , alle carceri .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Afferrò il campanello , e lo scosse con violenza .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Afflitto della nuova , e arrabbiato della maniera , Renzo afferrò ancora il martello , e , così appoggiato alla porta , andava stringendolo e storcendolo , l'alzava per picchiar di nuovo alla disperata , poi lo teneva sospeso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Renzo ! - disse il frate , afferrandolo per un braccio , e guardandolo ancor più severamente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Eleonora scosse il capo; poi, d'un tratto, afferrò con tutt'e due le mani la mano di lui, contrasse il volto, come per un fitto spasimo, e gemette: - Carlo! Carlo! Il D'Andrea si chinò su lei, un po' impacciato nel suo rigido contegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Mia moglie sei! - gridò allora Gerlando, appressandosi violento e afferrandola per un braccio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- E farai ciò che voglio io; qua comando io, capisci? Poi si volse alla vecchia serva e le indicò l'uscio: - Via! Voi andate subito via! Non voglio serve per la casa! - Vengo con te, Gesa! - gridò Eleonora cercando di svincolare il braccio che egli le teneva ancora afferrato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nei giorni belli don Filippino la conduceva a passeggio, un po' facendola camminare pian pianino coi suoi piedi, un po' reggendola in braccio, come fosse una bambina; poi sedeva su qualche masso a piè d'un albero; Tita allora s'arrampicava sui rami e, spenzolandosi, afferrata per la coda, tentava di ghermirgli la papalina per il fiocco o di acciuffargli la parrucca o di strappargli il Virgilio dalle mani.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Tu, Tino Làbiso, che ne dici, eh? Può essere, è vero? Che bestia! che bestia! che bestia! E don Mattia si calcava fin sopra gli occhi con le mani afferrate alla tesa il cappellaccio bianco, e pestava i piedi dalla rabbia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ebbene? - Ma che può volere da me un uomo come quello, me lo dici? Porco, salvo il santo battesimo! porco, e dico poco! Aria! aria! Afferrò, cosí dicendo, una seggiola, riaprí la porta, la riaccostò dietro di sé e si pose a sedere sul vicoletto addormentato, con le spalle appoggiate al muro del suo casalino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Va', va'! - ordinò Flavia al cameriere: poi, appena uscito questi, afferrò per un braccio il Sarti e gli domandò, guardandolo negli occhi: - Che ha? È grave? Voglio saperlo! - Non lo so bene ancora neanche io, - rispose il Sarti con calma forzata.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Non costringermi! L'Orsani lo afferrò per un braccio: - Bada, Lucio! È l'ultima mia salvezza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cosí dicendo, lo afferrò per le spalle e lo scosse, intimandogli di parlar piano e domandandogli fino a che punto avesse osato ingannarlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ti giuro che non volevo ucciderla; volevo sapere come avesse fatto, e glielo domandavo, scotendola, afferrata, cosí, per la gola...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo afferrai e lo tirai sú dalla seggiola: una certa scrollatina non potei far a meno di dargliela, ma fu lí lí per cascare e dovetti aver cura del suo stato fino alla porta; là...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Salí nella sua camera, afferrò, ammassò tutte le sue robe nel baule, nelle valige, ordinò una vettura a due cavalli, che la conducesse subito subito alla stazione di Chiusi, perché non voleva trattenersi piú a lungo a Chianciano, neanche un'ora, neanche un minuto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Spiriti infernali, deve dire Vossignoria! Tirarci le coperte del letto; sederci su lo stomaco, la notte; percuoterci alle spalle; afferrarci per le braccia; e poi scuotere tutti i mobili, sonare i campanelli, come se, Dio liberi e scampi, ci fosse il terremoto; avvelenarci i bocconi, buttando la cenere nelle pentole e nelle casseruole...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Guarda! - disse Simone Lampo, afferrando un fascio di cordicelle che, per un congegno complicatissimo, tenevano aderenti ai vani delle finestre e dei finestroni gli ingraticolati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma sentí afferrarsi per un braccio da Lulú Sacchi, il quale - pallido, stravolto, fremente - gli disse: - Aspetta! Lasciami vedere con chi...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Me l'hanno ucciso? E Adriana afferrò un braccio al dottore, sgranando gli occhi, come impazzita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
si rimetteva a passeggiare, con le mani afferrate dietro la schiena.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tese una mano e afferrò un braccio del Lamella.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
NENIA Con la valigia in mano, mi lanciai, gridando, sul treno che già si scrollava per partire: potei a stento afferrarmi a un vagone di seconda classe e, aperto lo sportello con l'ajuto d'un conduttore accorso su tutte le furie, mi cacciai dentro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il padre stava a guardar lo Spina con occhi sbarrati, feroci; all'improvviso lo afferrava per il bavero della giacca, gli dava un poderoso scrollone e lo mandava a schizzare lontano; poi, balzando sul parapetto dell'argine gridava con le braccia levate, enorme: - Ecco, si fa cosí! E giú, nel fiume.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Galantuomo? - ruggí Dolcemàscolo, afferrandogli quel braccio e scotendoglielo furiosamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Subito un uomo accorse, vociando, lo afferrò per le braccia, lo tirò su in piedi, scrollandolo, malmenandolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E afferrò con tutt'e due le mani il palo, come per far la prova; e, sorridendo convulso, aspettò che il coppo che or ora si tuffava di là nell'acqua facesse il giro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma il Bellone lo afferrò per un braccio, lo tirò a sé e, mettendogli un pugno sotto il naso, gli gridò: - Ma se è là! - Chi? - Il La Rosa! - Là? - Sí, e adesso te lo accomodo io.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che vuoi da me? La donna scoppiò in una stridula risata e gli afferrò una gamba.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Angelino, mentre la vecchia parlava cosí, andava sú e giú per la sagrestia, volgendo di qua e di là occhiate feroci e aprendo e chiudendo le mani, perché aveva la tentazione d'afferrare per le spalle quella vecchia e scrollarla furiosamente, urlandole in faccia: - Questa è la tua fede? Ma no: altri, altri, non quella povera vecchia; altri, i suoi colleghi sacerdoti avrebbe voluto afferrare per le spalle e scrollare, i suoi colleghi sacerdoti che tenevano in quell'abiezione di fede tanta povera gente, e su quell'abiezione facevano bottega.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come la donna s'accostò al pietrone per mettervisi a sedere egli la afferrò per un braccio e la trasse con uno strappo fino all'orlo delle acque straripate; là le diede uno spintone e la mandò ad annegare nel fiume.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Stanno tutti e due con le teste, l'una appoggiata all'altra e le mani afferrate cosí, permette? Mi dia la mano...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
hai capito? - No! Che vuoi che capisca? - E non te lo dico io? Stoppa! Afferrò una seggiola, l'accostò a quella su cui stava la moglie e vi sedette in gran furia, sbuffando.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma, a questo punto, il Ramicelli ch'era scappato via, non visto, ritornò ansante e spaventato, insieme con due guardie di questura, alle quali subito il Mori, che tremava tutto di rabbia, si rivolse, concitatissimo: - Via! conducetelo via! È venuto a insultarmi, a minacciarmi fino in casa, codesto mascalzone! Le due guardie afferrarono per le braccia il Marullo che cercava di svincolarsi, gridando: - Io voglio mia moglie! - e lo trascinarono via, seguiti dal Mori, che volle recarsi in questura a denunziare l'aggressione patita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il Mori, esasperato, afferrò le prime cartelle già scritte della conferenza e le scaraventò a terra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ah, ci sei caduto? - gli gridò, afferrandolo per le alacce.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ecco il dottor Balla! - Lei vada via! subito! via! - inveí allora il Gelli, afferrando per il bavero della giacca il Mauri e scrollandolo e spingendolo verso l'uscio sul corridojo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Venite a vedere! Entrò nella stanza terrena, corse al letto su cui il prete stava buttato nella stessa positura, lo afferrò per un braccio e lo tirò su con uno strappo violento: - Va' sú, porco! Spogliati! Il prete, in mezzo alla stanza, con la tonaca tutta rabbuffata su le terga, i fusoli delle gambe scoperti, si nascose il volto tra le braccia alzate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E che terrore poi, che balzo, che scompiglio, quando, non potendo parlare, quasi afferrato e costretto dalla disperazione, si buttò a terra sui ginocchi davanti alla moglie, su quell'impiantito sensibilissimo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dio mio, s'azzuffano come due gattine! È certo che si sono afferrate per i capelli e che si danno calci.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Alla fine, visto che non riesce, per quanto faccia o dica, a farle allentar la stretta, ecco che, inferocito, con uno strappo violento se la stacca dal collo e (ben le sta!) quasi la butta su una seggiola, gridandole: - Qua, e zitta, o te le do! Ma la bimba, frenetica, si rovescia a terra, urlando, tempestando con le gambette, nascondendosi la faccia con le braccine, le mani afferrate ai capelli; mentr'egli va verso la finestra, esasperato, sulle furie: - Non ne posso piú! non ne posso piú! Si volta verso la moglie, e aggiunge: - Da dieci giorni cosí, aggrappata a me, fino a strozzarmi! E vedendo la bimba correr verso di lui, carponi sul pavimento, come una bestiolina urlante: - Ecco! la vedi? la vedi? E alza la gamba, a cui la bimba è venuta ad avvinghiarsi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Mi vuoi bene? - Cí! Le dice quel "ci" Rosina, lí in ginocchio su le sue gambe, protendendo le grinfiette artigliate verso il suo collo per afferrarglielo, e arricciando quel suo puntino di naso e sporgendo anche tutto aggrinzito quel bottoncino di bocca.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non s'aspettava di sentirsi afferrare per le braccia e scrollare e gridare dal professore, piú che mai concitato: - No! no! no! Non piangere, ora! Abbi pazienza, figliuola! Da' ascolto a me! Tornò a guardarlo, quasi atterrita questa volta, col pianto arrestato negli occhi, e disse: - Ma come vuole che non pianga? - Non devi piangere, perché non è ora di piangere, questa, per te! - tagliò corto il professore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
abbiano pazienza! S'interruppe, infuriato e sbuffante: si cacciò una mano sotto la manica del soprabito; afferrò la manica della marsina e con uno strappo violento se la tirò fuori e la lanciò per aria.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Seduta sull'uscio, gli tendeva le braccia gridando: - Caro! Amore di mamma! Vieni, caro, vieni! E come il gallo le saltava in grembo fremendo e starnazzando, prendeva a lisciarlo, a baciarlo su la cresta, o gli afferrava con due dita e gli scoteva amorosamente i languidi bargigli, ripetendo tra i baci e le carezze: - Bello mio! Bello di mamma! Sangue del mio cuore! Amore mio! Certe scene che, se non fosse stato un gallo, chi sa che cosa si sarebbe potuto sospettare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E, sissignori, la pazzia quella sera, prima che nel capo, gli entrò all'improvviso nelle mani e in un piede, facendogli alzar questo alla staffetta e afferrar con quelle il sediolo e la stanga del carretto del lattajo trovato lí per caso all'imboccatura della traversa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Difatti, appena davanti alla porta, lo afferrano per le braccia e a coro, con parole scherzose, cercano di portarselo via, in qualche taverna a bere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Carneficina! Carneficina! - urla Quaquèo, col coltello in pugno, dopo aver afferrato per i capelli e buttata a terra la moglie scarmigliata e discinta; e cerca sotto il letto, rovesciando tutto quello che gli capita tra i piedi; cerca nella cassapanca; va a cercare in cucina, sempre gridando: - Dov'è? dimmi dov'è! dove l'hai nascosto? E la moglie: - Sei pazzo? Sei ubriaco? Che ti salta in mente, buffone? Giú, nel vicolo, a loro volta, gridano quei quattro che lo han seguito, e i monelli, e altri accorsi al fracasso; e si schiudono le finestre qua e là, e tutti domandano: - Chi è? Che è stato? - e pugni e calci e spallate alla porta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Efix sobbalzò e le afferrò il polso , mentre i porcellini scappavano seguiti dai gattini e a tanto subbuglio le galline starnazzavano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Grixenda depose la secchia sul sedile , e si gettò sopra il bambino che le sorrideva dal giaciglio agitando le gambine in aria e tentando di afferrarsele con le manine sporche: gli baciò le cosce , affondando le labbra nella carne tenera ove i solchi segnavano striscioline rosee e viola ; lo sollevò in alto , lo riabbassò fino a terra , lo sollevò ancora , lo fece ridere , lo portò fuori stringendoselo forte al petto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
ah , che hai fatto ? Nel cortiletto fu tutto un subbuglio ; le colombe volarono sul tetto , i gatti s'arrampicarono sui muri ; solo la donna taceva per non far accorrere gente , ma si curvò per sfuggire ai colpi e si difese col fuso , balzando , indietreggiando , e quando fu dentro la cucina si volse verso l'angolo dietro la porta , afferrò con tutte e due le mani un palo di ferro e si drizzò , ferma contro la parete , terribile come una Nemesi con la clava .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La vecchia le afferrò la mano , gliela baciò , andò via piangendo: ella tornò al suo posto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Gli afferrò la mano e lo attirò fuori .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli si fece il segno della croce come davanti a una indemoniata e andò a prendere la sua bisaccia per fuggire in capo al mondo ; ma donna Ester lo afferrò per la mano , e Noemi , che lo aveva seguito , cadde sulla panca come donna Ruth , con gli occhi chiusi e il viso violetto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Di' , non ti vergogni ? — domandò sottovoce , afferrandogli le braccia e ficcandogli gli occhi negli occhi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix lo rincorse , gli afferrò la mano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— L'unica cosa ? — domandò l'uomo afferrandogli la manica .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora , piano piano , cominciò a parlare , afferrando il lembo della gonna di Noemi , e non capiva bene ciò che diceva , ma doveva essere un discorso poco convincente perché la donna continuava a cucire e non rispondeva , di nuovo calma con un sorriso ambiguo alle labbra .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Che cosa sei venuto a cercare fin quassú ? — gli domandò , afferrandolo e scuotendolo per gli omeri .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Colpa tua ! Giacinto non rispose , ma gli afferrò forte il braccio e parve volesse stroncarglielo: poi glielo lasciò .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lo scosse di nuovo afferrandolo da dietro , per gli omeri: ma Efix piangeva piegato in due , con la testa fra le ginocchia , e mentre il suo gemito riempiva il silenzio della notte , egli ricordava il sangue che aveva vomitato davanti alla vecchia chiesa d'Oliena , dopo l'altra scena con Giacinto ; e anche adesso gli pareva che tutto il sangue gli uscisse dagli occhi: tutto il sangue cattivo , il sangue del peccato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Quelli erano uomini ; le loro mani sembravano artigli pronti ad afferrare la fortuna al suo passaggio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dapprima Istène chinò la testa fin quasi a mettersela fra le ginocchia ; poi si sollevò , afferrò le gambe del suo assalitore e lo scosse tutto e non riuscendo ad abbatterlo gli morsicò un ginocchio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma una mano afferrò per il di dietro il suo cappotto e fermò il gruppo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Hai fatto bene a venir qui , — disse donna Ester coprendolo con un panno ; e Noemi si curvò anche lei , gli tastò il polso , gli afferrò il braccio cercando di convincerlo a mettersi a letto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ho comprato un piacere al prezzo ch’i’ ho voluto: ora basta." Io, messemi le mani ne’ capelli, e rovesciatigli in sugli occhi, con voce soffocata dall’agonia della rabbia, protendendomi ritta su lui seduto: "Ah uomo indegno! Così tu mi tratti? Che t’ho fatto io per meritare d’esser così calpestata da te? Che t’ho fatt’io altro che amarti?" Egli ghignando: "Amarmi voi, signorina? Voi proffertami da una Blandin?" "Profferta?" (a questa parola io lo afferrai per il braccio). (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Allora il curatone, afferrati due remi, ben piantata la gran persona in mezzo al battello, si mise a lavorar di schiena, tanto che in quattro colpi si uscì dal cattivo passo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Suo marito le afferrò la mano in aria, le accennò di fiutare e poi le soffiò nella bocca spalancata: «Risotto!» Lei esitava, non avendo udito bene. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Afferrò le mani di Franco. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Visto ch'egli entrava in furore, lo afferrò per un braccio, con parole di pace e d'affetto, lo trascinò via, se lo portò a casa, chiamò sua moglie; e per chetare il povero ranocchio, per pigliarselo comodamente fra gli artigli, intavolò un tarocchino in tre. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Luisa stese ambedue le mani e il professor Gilardoni gliele afferrò. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il «no» di Franco fu così incerto, quasi trepidante, che, non subito, ma pochi passi dopo, Luisa ebbe un lampo di sospetto e si fermò di colpo, afferrò il braccio di suo marito. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Intanto il mastino, umiliato da quell'arte superiore, desiderando mostrar in qualche modo che almeno dello zelo ne aveva anche lui, afferrò per un braccio il ragazzotto dall'annaffiatoio e lo presentò. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Oh ma era ancora in tempo di pescarlo bene: bene bene bene bene! «Lasci fare a me! Lasci fare a me, signor… » Troncò la frase e afferrò la bacchetta. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Madòne!», esclama Ratì; la Peppina seguita a frugar l'acqua con la sua pertica; «dova l'è sto pèss? dova l'è sto pèss?», e il Biancòn che era rimasto petrificato col filo in mano, si volta furibondo, tira un calcio a Ratì, afferra sua moglie per le spalle, la scuote come un sacco di noci, la carica d'improperi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«No, no, suona suona », mormorò Luisa perché Franco gliele aveva afferrate; ma cercando lui col viso supino, senza rispondere, gli occhi e le labbra di lei, gli diede un bacio e rialzò il viso ripetendo: «Suona!». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Suo marito le afferrò il capo a due mani, le stampò un bacio sui capelli. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
L'avvocato si contentò d'uno sdegnoso «off!» ma Pedraglio voltandosi come una iena afferrò Franco per il collo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Si cacciò la carta in tasca e prese la corsa senza quasi salutare né don Giuseppe né la Maria che si provarono inutilmente, mezzo spiritati, di afferrarla, di trattenerla, di raccomandarle ogni precauzione possibile. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Colei gli afferrò ancora una volta le mani, scosse ancora con un fremito di supplica, il cappellone inclinato a destra e i due lunghi riccioli neri. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Il colèra», disse Luisa, «se avesse giudizio, potrebbe fare bellissime cose; ma non ne ha.» «Vede», sussurrò alla signora Peppina, mentre il Biancòn si alzava per andare incontro al Commissario di ritorno con Franco, «il colèra è capace di portar via Lei e di lasciar qui Suo marito.» A questa uscita stravagante la signora Peppina ebbe un sussulto di spavento, fece «Esüsmaria!» e poi capì di essersi tradita, di non aver mostrato per il suo Carlascia quella tenerezza di cui parlava sempre, afferrò il ginocchio della sua vicina e si piegò a dirle sottovoce, rossa come un papavero: «Citto, citto, citto!» Ma Luisa non badava più a lei; un'occhiata di Franco le aveva detto ch'era successo qualche cosa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Zitto!», fece Luisa afferrandogli un braccio e tendendo l'orecchio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il gendarme afferrò le maniglie del terzo cassetto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Si cercarono con le braccia avide, si afferrarono, si strinsero, non parlarono più. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Gli pareva di aver torto secondo un raziocinio superficiale e di avere ragione secondo una verità profonda che non riusciva ad afferrare. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non potendo parlare, afferrò il capo di Luisa, se lo strinse sul petto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ella lo afferrò allora per un braccio, lo trasse nella vicina camera dell'alcova. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Finalmente fece «ah!», afferrò la penna e scrisse sotto la domanda di Luisa: «La marchesa!». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Poi si alzò e le afferrò le mani. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non sapeva che sei a Torino e al solo nome di Torino mi afferrò e mi strinse le mani come se la moglie d'uno ch'è a Torino fosse già una specie di eroina. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Pasotti alzò l'ombrello, vide Luisa, fece un atto di sorpresa, un cipiglio nero; afferrò don Giuseppe, lo trasse da banda per lasciarla passare, non sospettando che l'incontro fosse premeditato. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Invano Pedraglio lo afferrò per le braccia, invano il prefetto lo supplicò di non esporsi a un arresto sicuro, magari all'ergastolo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
E allora… allora… Potrebbero succedere tante cose… Potrebbe ritornare anche Maria! Luisa diede un balzo, le afferrò le mani. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ah, quand’era piccola, quando ancora non era, la Germania, questi giganti! E ora, gigante, ecco qua, s’è buttata, pancia a terra, con le mani afferrate sotto il petto e un gomito qua, sul Belgio e in Francia, l’altro là su la Russia in Polonia:
---------------
* - L'è nen vera! - gli gridava allora il vecchione, afferrandogli con le grosse mani e fingendo di volergli strappar la pancina: - T' l'as anvece sì, sì, sì... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Giustino lo interruppe, afferrandolo per un braccio:
---------------
* - Eccolo! eccolo qua, il nostro angioletto! Vede com'è bello tra tanti fiori? Queste sono le tragedie della vita, caro signore, le tragedie che afferrano... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* così, dalla testa, una tragedia selvaggia, che per la novità piace subito a tutti, domani lei stessa, la scrittrice, può essere afferrata da una di queste tragedie qua, della vita, che stritolano un povero bambino, il cuore d'un padre e d'una madre, capisce? Questo, questo dovrebbero loro spiegare al pubblico, che resta freddo davanti alla tragedia d'un padre che ha una figlia fuori di casa, d'una moglie che sa di non poter riavere il marito se non a patto di prendersi con sé la figlia di lui, e va là, va dall'amante del marito a farsela dare! Queste sono tragedie... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Ma, da quelle labbra, neppure un bacio; dai denti, sì, qualche morso, per castigo, quand’io la afferravo per le braccia e non volevo lasciarla se prima non le allungavo un bacio almeno su i capelli. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Afferrai per un braccio la vedova Pescatore e la mandai a ruzzolar lontano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Quindi afferrò per un braccio mia madre e se la trascinò via. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Sentii afferrarmi per un braccio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – No! ora! – ribatté quegli, afferrandole un braccio e attirandola a sé. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* vediamo un po’! se questa sera io lo afferro per il collo e gli grido: «Qua subito il denaro che hai tolto di là, dallo stipetto, pezzo di ladro!». ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Pepita tutt’a un tratto la afferrò pel collo e la gettò in braccio alla signora Candida, gridandole:
---------------
* Egli, il marchese d’Auletta, si trovava in quel momento a passare di là: indignato, furente, s’era precipitato entro la farmacia, aveva afferrato per il bavero della giacca quel vile, gli aveva mostrato il Re lì fuori, gli aveva poi sputato in faccia e, brandendo uno di quei gigli staccati, s’era messo a gridare tra la ressa: «Viva il Re!». ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Nella confusione sopravvenuta, mentr’io con gli altri mi facevo a guardar la Pantogada adagiata sul canapè, mi sentii afferrar per un braccio e mi vidi sopra di nuovo il Bernaldez, ch’era tornato indietro. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Lo afferrai per un braccio, restando io, ora, a mia volta:
---------------
* Le teorie non persuadon che i meno e seccano i più , ma arte viva , la poesia prepotente e afferrante [la poesia poetica , con tutto il suo colore , la sua armonia e la sua irrespingibile immediatezza] avrebbe piegato gli uomini a specchiarsi nel mar morto dell' esistenza umana e a ritrarsene inorriditi , — subitaneamente presi dalla volontà di fuggire , di essere altrimenti . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Per ricordargli ch’esso è il pensiero e che sarebbe suo compito di manifestarsi , afferro la matita .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Guardò intorno a sé come se avesse cercato di fuori quello che nel suo interno non arrivava ad afferrare .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Le sue mani grandi , potenti , ben formate , erano livide , ma giacevano con tanta naturalezza che parevano pronte ad afferrare e punire .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* E perché proteggere a quel modo Ada , che non era più una fanciullina? Io ero certo di non averla afferrata per le chiome che in sogno .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Nel duplice sforzo la mia mano distratta afferrò il bicchiere di Guido .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Una volta afferratolo non seppi far di meglio che vuotarlo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Stupito portai la mano destra all’anca e con la mano sinistra afferrai l’avambraccio colpito .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Debbo confessare ch’io in quel momento m’accinsi veramente ad uccidere Guido! Ero in piedi accanto a lui ch’era sdraiato sul basso muricciuolo ed esaminai freddamente come avrei dovuto afferrarlo per essere sicuro del fatto mio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Poi scopersi che non avevo neppur bisogno di afferrarlo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Essa subito decise , perché afferrò la mia mano per trattenermi più sicuramente e mi fece entrare .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Avevano paura che Giovanni bevesse e urlavano per impedirglielo finché la signora Malfenti non potè afferrare e allontanare quel bicchiere .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
abbrancare
= verbo trans. afferrare con le branche , con gli artigli prendere con rapidità e tener saldo
---------------
accaffare
= verbo trans. afferrare , arraffare .
---------------
accedere
= verbo intr. afferrare col ceffo , con la bocca
---------------
acchiappare
= verbo trans. afferrare rapidamente
---------------
addentare
= verbo trans. afferrare con i denti , mordere
---------------
adunghiare
= aunghiare , verbo trans. afferrare con le unghie
---------------
afferrabile
= che si può afferrare .
---------------
aggraffiare o aggraffignare ,
= verbo trans. afferrare con graffi , con uncini arraffare , rubare
---------------
aggranfiare
= verbo trans. afferrare con le unghie rubare .
---------------
aggrappare
= verbo trans. stringere , afferrare
---------------
annaspare
= verbo intr. agitare le braccia come per afferrare qualcosa che sfugge
---------------
appicco
= appiglio , oggetto a cui ci si può afferrare pretesto , occasione , aggancio
---------------
arpione
= ferro uncinato che si conficca nel muro e in cui entrano le bandelle delle porte e delle finestre chiodo , gancio a cui si appende qualcosa arma usata nella caccia ai mammiferi acquatici e ai grossi pesci , costituita da un'asta rigida terminante in un uncino in alpinismo , attrezzo a punta affilata con cui ci si afferra al ghiaccio .
---------------
arraffare
= verbo trans. afferrare con violenza o in fretta
---------------
arrogere
= verbo trans. afferrare col ronciglio attorcigliare , avvolgere contrarre , raggrinzire , aggrottare
---------------
artigliare
= verbo trans. afferrare con gli artigli
---------------
attrappare
= verbo trans. ghermire , afferrare con forza impadronirsi di qualcosa con raggiri
---------------
avvinghiare
= avvinchiare ,verbo trans. stringere , afferrare con forza
---------------
beccar verbo trans. afferrare il cibo col becco
---------------
brandire
= verbo trans. afferrare e agitare un'arma o qualsiasi altro oggetto che possa ferire
---------------
capire
= verbo trans. comprendere, afferrare con la mente
---------------
carfologia
= nei malati in preda a delirio o in stato agonico, movimento ripetuto e ossessivo delle mani che sembrano cercare, afferrare o allontanare oggetti o fili sospesi nell'aria o sparsi sulle coperte
---------------
carpare
= verbo trans. afferrare con violenza, carpire
---------------
chiappare
= verbo trans. acchiappare, afferrare
---------------
chiappino
= ciappino, parte di un oggetto che serve ad afferrarlooggetto che serve ad afferrarne altri
---------------
forchetto
= asta munita di due denti , usata soprattutto nei negozi per afferrare , attaccare - o staccare oggetti appesi - o collocati in alto .
---------------
frisbee disco di plastica con cui si gioca lanciandolo e afferrandolo al volo con le mani
---------------
gavaina
= grossa tenaglia da fabbro , con ganasce a doccia , che si usa per afferrare longitudinalmente il pezzo.
---------------
gnatopodio
= ciascuna appendice del primo paio di appendici toraciche di alcuni crostacei , atte ad afferrare.
---------------
granfiare
= verbo trans. afferrare con le granfie , con gli artigli .
---------------
impigliare
= verbo transitivo , afferrare , trattenere avviluppando
---------------
inafferrabile
= che non si può afferrare , catturare , prendere
---------------
inapprensibile
= che non si riesce ad apprendere , ad afferrare
---------------
intellezione
= l'atto d'intendere , di afferrare con la mente un concetto - ciò che è oggetto dell'intendere
---------------
manico
= parte di un oggetto, di un arnese e sim. che si afferra con la mano per adoperarlo o per sollevarlo
---------------
moscacieca o mosca cieca,
= gioco in cui uno dei partecipanti, a occhi bendati, cerca di afferrare e riconoscere un altro, che, se identificato, verrà poi a sua volta bendato.
---------------
prensile
= organo animale atto a prendere , ad afferrare
---------------
rampino
= ferro, chiodo, gancio fatto a uncino che serve ad afferrare o a sostenere qualcosa ' a rampino, ricurvo
---------------
raptatorio
= organo adatto ad afferrare e trattenere una preda
---------------
riafferrare
= verbo trans. afferrare di nuovo
---------------
riafferrarsi
= verbo riflessivo afferrarsi, attaccarsi di nuovo.
---------------
sghermire
= verbo transitivo lasciare ciò che si era ghermito , afferrato .
---------------
Conjugacíon: 1 - aferrar
auxiliar: haber - transitivo/intransitivo/pronominale
INDICATIVO activo
Presente
yo afiero
afieras
él/ella afiera
nosotros aferramos
vosotros aferráis
ellos/ellas afieran
Imperfecto
yo aferraba
aferrabas
él/ella aferraba
nosotros aferrabamos
vosotros aferrabais
ellos/ellas aferraban
Pretérito indefinito
yo aferré
aferraste
él/ella aferró
nosotros aferramos
vosotros aferrasteis
ellos/ellas aferraron
Preterito perfecto
yo he aferrado
has aferrado
él/ella ha aferrado
nosotros hemos aferrado
vosotros habéis aferrado
ellos/ellas han aferrado
Preterito pluscuamperfecto
yo había aferrado
habías aferrado
él/ella había aferrado
nosotros habíamos aferrado
vosotros habíais aferrado
ellos/ellas habían aferrado
Preterito anterior
yo hube aferrado
hubiste aferrado
él/ella hubo aferrado
nosotros hubimos aferrado
vosotros hubisteis aferrado
ellos/ellas hubieron aferrado
Futuro
yo aferraré
aferraras
él/ella aferrará
nosotros aferraremos
vosotros aferrareis
ellos/ellas aferrarán
Futuro perfecto
yo habré aferrado
habrás aferrado
él/ella habrá aferrado
nosotros habremos aferrado
vosotros habréis aferrado
ellos/ellas habrán aferrado
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo afiere
afieres
él/ella afiere
nosotros aferremos
nosotros aferréis
ellos/ellas afieren
Pretérito perfecto
yo haya aferrado
hayas aferrado
él/ella haya aferrado
nosotros hayamos aferrado
nosotros hayáis aferrado
ellos/ellas hayan aferrado
Pretérito imperfetto I
yo aferrara
aferraras
él/ella aferrara
nosotros aferráramos
nosotros aferrarais
ellos/ellas aferraran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiera aferrado
hubieras aferrado
él/ella hubiera aferrado
nosotros hubiéramos aferrado
nosotros hubierais aferrado
ellos/ellas hubieran aferrado
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese aferrado
hubieses aferrado
él/ella hubiese aferrado
nosotros hubiésemos aferrado
nosotros hubieseis aferrado
ellos/ellas hubiesen aferrado
Pretérito imperfetto II
yo aferrase
aferrases
él/ella aferrase
nosotros aferrásemos
nosotros aferraseis
ellos/ellas aferrasen
Futuro
yo aferrare
aferrares
él/ella aferrare
nosotros aferráremos
nosotros aferrareis
ellos/ellas aferraren
Futuro perfecto
yo hubiere aferrado
hubieres aferrado
él/ella hubiere aferrado
nosotros hubiéremos aferrado
nosotros hubiereis aferrado
ellos/ellas hubieren aferrado
POTENCIAL - activo
Presente
yo aferraría
aferrarías
él/ella aferraría
nosotros aferraríamos
vosotros aferraríais
ellos/ellas aferrarían
Perfecto
yo habría aferrado
habrías aferrado
él/ella habría aferrado
nosotros habríamos aferrado
vosotros habríais aferrado
ellos/ellas habrían aferrado
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
afiera
afiere
aferremos
aferrad
afieren
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber aferrado
PARTICIPIO - activo
Presente
que afiera
Compuesto
aferrado
GERUNDIO activo
Presente
aferrando
Compuesto
habiendo aferrado
INDICATIVO pasivo
Presente
yo soy aferrado
eres aferrado
él/ella es aferrado
nosotros somos aferrados
vosotros seis aferrados
ellos/ellas son aferrados
Imperfecto
yo era aferrado
eras aferrado
él/ella era aferrado
nosotros èramos aferrados
vosotros erais aferrados
ellos/ellas eran aferrados
Pretérito indefinito
yo fui aferrado
fuiste aferrado
él/ella fue aferrado
nosotros fuimos aferrados
vosotros fuisteis aferrados
ellos/ellas fueron aferrados
Preterito perfecto
yo he sido aferrado
has sido aferrado
él/ella ha sido aferrado
nosotros hemos sido aferrados
vosotros habèis sido aferrados
ellos/ellas han sido aferrados
Preterito pluscuamperfecto
yo había sido aferrado
habías sido aferrado
él/ella había sido aferrado
nosotros habíamos sido aferrados
vosotros habías sido aferrados
ellos/ellas habían sido aferrados
Preterito anterior
yo hube sido aferrado
hubiste sido aferrado
él/ella hubo sido aferrado
nosotros hubimos sido aferrados
vosotros hubisteis sido aferrados
ellos/ellas hubieron sido aferrados
Futuro
yo seré aferrado
serás aferrado
él/ella será aferrado
nosotros seremos aferrados
vosotros sereis aferrados
ellos/ellas serán aferrados
Futuro perfecto
yo habrè sido aferrado
habrás sido aferrado
él/ella habrá sido aferrado
nosotros habremos sido aferrados
vosotros habreis sido aferrados
ellos/ellas habrán sido aferrados
CONJUNTIVO - pasivo
Presente
yo sea aferrado
seas aferrado
él/ella sea aferrado
nosotros seamos aferrados
nosotros seáis aferrados
ellos/ellas sean aferrados
Pretérito perfecto
yo haya sido aferrado
hayas sido aferrado
él/ella haya sido aferrado
nosotros hayamos sido aferrado
nosotros hayáis sido aferrado
ellos/ellas hayan sido aferrado
Pretérito imperfetto I
yo fuere aferrado
fueres aferrado
él/ella fuere aferrado
nosotros fuéremos aferrados
nosotros fuereis aferrados
ellos/ellas fueren aferrados
Pretérito pluscuamperfecto I
yo hubiere sido aferrado
hubieres sido aferrado
él/ella hubiere sido aferrado
nosotros hubiéremos sido aferrados
nosotros hubierei sido aferrados
ellos/ellas hubieren sido aferrados
Pretérito pluscuamperfecto II
yo hubiese sido aferrado
hubieses sido aferrado
él/ella hubiese sido aferrado
nosotros hubiésemos sido aferrados
nosotros hubieseis sido aferrados
ellos/ellas hubiesen sido aferrados
Pretérito imperfetto II
yo fuese aferrado
fuesess aferrado
él/ella fuese aferrado
nosotros fuésemos aferrados
nosotros fueseis aferrados
ellos/ellas fuesen aferrados
Futuro
yo fuere aferrado
fueres aferrado
él/ella fuere aferrado
nosotros fuéremos aferrados
nosotros fuereis aferrados
ellos/ellas fueren aferrados
Futuro perfecto
yo hubiere sido aferrado
hubieres sido aferrado
él/ella hubiere sido aferrado
nosotros hubiéremos sido aferrados
nosotros hubiereis sido aferrados
ellos/ellas hubieren sido aferrados
POTENCIAL - pasivo
Presente
yo sería aferrado
serías aferrado
él/ella sería aferrado
nosotros seríamos aferrados
vosotros seríais aferrados
ellos/ellas serían aferrados
Perfecto
yo habría sido aferrado
habrías sido aferrado
él/ella habría sido aferrados
nosotros habríamos sido aferrados
vosotros habríais sido aferrados
ellos/ellas habrían sido aferrados
IMPERATIVO - pasivo
Positivo
-
sé aferrado
sea aferrado
seamos aferrados
sed aferrados
sean aferrados
INFINITO pasivo
Presente
ser aferrado
Compuesto
haber sido aferrado
PARTICIPIO - pasivo
Presente
que es aferrado
Compuesto
aferrado
GERUNDIO pasivo
Presente
siendo aferrado
Compuesto
habiendo sido aferrado
Coniugazione:1 - afferrare
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io afferro
tu afferri
egli afferra
noi afferriamo
voi afferrate
essi afferrano
Imperfetto
io afferravo
tu afferravi
egli afferrava
noi afferravamo
voi afferravate
essi afferravano
Passato remoto
io afferrai
tu afferrasti
egli afferrò
noi afferrammo
voi afferraste
essi afferrarono
Passato prossimo
io ho afferrato
tu hai afferrato
egli ha afferrato
noi abbiamo afferrato
voi avete afferrato
essi hanno afferrato
Trapassato prossimo
io avevo afferrato
tu avevi afferrato
egli aveva afferrato
noi avevamo afferrato
voi avevate afferrato
essi avevano afferrato
Trapassato remoto
io ebbi afferrato
tu avesti afferrato
egli ebbe afferrato
noi avemmo afferrato
voi eveste afferrato
essi ebbero afferrato
Futuro semplice
io afferrerò
tu afferrerai
egli afferrerà
noi afferreremo
voi afferrerete
essi afferreranno
Futuro anteriore
io avrò afferrato
tu avrai afferrato
egli avrà afferrato
noi avremo afferrato
voi avrete afferrato
essi avranno afferrato
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io afferri
che tu afferri
che egli afferri
che noi afferriamo
che voi afferriate
che essi afferrino
Passato
che io abbia afferrato
che tu abbia afferrato
che egli abbia afferrato
che noi abbiamo afferrato
che voi abbiate afferrato
che essi abbiano afferrato
Imperfetto
che io afferrassi
che tu afferrassi
che egli afferrasse
che noi afferrassimo
che voi afferraste
che essi afferrassero
Trapassato
che io avessi afferrato
che tu avessi afferrato
che egli avesse afferrato
che noi avessimo afferrato
che voi aveste afferrato
che essi avessero afferrato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io afferrerei
tu afferreresti
egli afferrerebbe
noi afferreremmo
voi afferrereste
essi afferrerebbero
Passato
io avrei afferrato
tu avresti afferrato
egli avrebbe afferrato
noi avremmo afferrato
voi avreste afferrato
essi avrebbero afferrato
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
afferra
afferri
afferriamo
afferrate
afferrino
Futuro
-
afferrerai
afferrerà
afferreremo
afferrerete
afferreranno
INFINITO - attivo
Presente
afferrar
Passato
essersi afferrato
PARTICIPIO - attivo
Presente
afferrante
Passato
afferrato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
afferrando
Passato
avendo afferrato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono afferrato
tu sei afferrato
egli é afferrato
noi siamo afferrati
voi siete afferrati
essi sono afferrati
Imperfetto
io ero afferrato
tu eri afferrato
egli era afferrato
noi eravamo afferrati
voi eravate afferrati
essi erano afferrati
Passato remoto
io fui afferrato
tu fosti afferrato
egli fu afferrato
noi fummo afferrati
voi foste afferrati
essi furono afferrati
Passato prossimo
io sono stato afferrato
tu sei stato afferrato
egli é stato afferrato
noi siamo stati afferrati
voi siete stati afferrati
essi sono stati afferrati
Trapassato prossimo
io ero stato afferrato
tu eri stato afferrato
egli era stato afferrato
noi eravamo stati afferrati
voi eravate stati afferrati
essi erano statiafferrati
Trapassato remoto
io fui stato afferrato
tu fosti stato afferrato
egli fu stato afferrato
noi fummo stati afferrati
voi foste stati afferrati
essi furono stati afferrati
Futuro semplice
io sarò afferrato
tu sarai afferrato
egli sarà afferrato
noi saremo afferrati
voi sarete afferrati
essi saranno afferrati
Futuro anteriore
io sarò stato afferrato
tu sarai stato afferrato
egli sarà stato afferrato
noi saremo stati afferrati
voi sarete stati afferrati
essi saranno stati afferrati
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia afferrato
che tu sia afferrato
che egli sia afferrato
che noi siamo afferrati
che voi siate afferrati
che essi siano afferrati
Passato
che io sia stato afferrato
che tu sia stato afferrato
che egli sia stato afferrato
che noi siamo stati afferrati
che voi siate stati afferrati
che essi siano stati afferrati
Imperfetto
che io fossi afferrato
che tu fossi afferrato
che egli fosse afferrato
che noi fossimo afferrati
che voi foste afferrati
che essi fossero afferrati
Trapassato
che io fossi stato afferrato
che tu fossi stato afferrato
che egli fosse stato afferrato
che noi fossimo stati afferrati
che voi foste stati afferrati
che essi fossero stati afferrati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei afferrato
tu saresti afferrato
egli sarebbe afferrato
noi saremmo afferrati
voi sareste afferrati
essi sarebbero afferrati
Passato
io sarei stato afferrato
tu saresti stato afferrato
egli sarebbe stato afferrato
noi saremmo stati afferrati
voi sareste stati afferrati
essi sarebbero stati afferrati
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii afferrato
sia afferrato
siamo afferrati
siate afferrati
siano afferrati
Futuro
-
sarai afferrato
sarà afferrato
saremo afferrati
sarete afferrati
saranno afferrati
INFINITO - passivo
Presente
essere afferrato
Passato
essere stato afferrato
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
afferrato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo afferrato
Passato
essendo stato afferrato