Buena navegación con NihilScio!  Página de Facebook
NihilScio                Home

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo

Italiano

á   è   é   ì   í   ò
ó   ù   ú   ü   ñ   ç
Inglese
sinonimi di abrirse

  Cerca  frasi:
Vocabulario y frases
abrir
= aprire , tagliare , bucare , cominciare. aprirsi .
---------------
* ¿Queréis ver si es verdad lo que digo? Pues estadme atento y veréis como en un abrir y cerrar de ojos confundo todas vuestras dificultades y remedio todas las faltas que decís que os suspenden y acobardan para dejar de sacar a la luz del mundo la historia de vuestro famoso don Quijote, luz y espejo de toda la caballería andante( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Todo era paz entonces, todo amistad, todo concordia; aún no se había atrevido la pesada reja del corvo arado a abrir ni visitar las entrañas piadosas de nuestra primera madre, que ella, sin ser forzada, ofrecía por todas las partes de su fértil y espacioso seno lo que pudiese hartar, sustentar y deleitar a los hijos que entonces la poseían.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Oyólo Ambrosio, y dijo: —Ese es el último papel que escribió el desdichado, y porque veáis, señor, en el término que le tenían sus desventuras, leedle de modo que seáis oído; que bien os dará lugar a ello el que se tardare en abrir la sepultura( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* —No tengas pena, amigo —dijo don Quijote—; que yo haré agora el bálsamo precioso con que sanaremos en un abrir y cerrar de ojos( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Y estando en lo mejor de su plática, paró y enmudeciose; clavó los ojos en el suelo por un buen espacio, en el cual todos estuvimos quedos y suspensos, esperando en qué había de parar aquel embelesamiento, con no poca lástima de verlo, porque por lo que hacía de abrir los ojos, estar fijo mirando al suelo sin mover pestaña gran rato, y otras veces cerrarlos apretando los labios y enarcando las cejas, fácilmente conocimos que algún accidente de locura le había sobrevenido.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* —Pues no es menester más —dijo el cura—, sino que luego se ponga por obra; que, sin duda, la buena suerte se muestra en favor mío, pues tan sin pensarlo a vosotros, señores, se os ha comenzado a abrir puerta para vuestro remedio, y a nosotros se nos ha facilitado la que habíamos menester( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Hecho ya esto, quedándose en guardia dellos la mitad de los nuestros, los que quedábamos, haciéndonos asimismo el renegado la guía, fuimos al jardín de Agi Morato, y quiso la buena suerte que, llegando a abrir la puerta, se abrió con tanta facilidad como si cerrada no estuviera; y así, con gran quietud y silencio, llegamos a la casa sin ser sentidos de nadie.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Si yo dijera que mi hija se arrojara de una torre abajo, o que se fuera por esos mundos, como se quiso ir la infanta doña Urraca, tenías razón de no venir con mi gusto; pero si en dos paletas y en menos de un abrir y cerrar de ojos te la chanto un don y una señoría a cuestas, y te la saco de los rastrojos, y te la pongo en toldo y en peana y en un estrado de más almohadas de velludo, que tuvieron moros en su linaje los almohadas de Marruecos, ¿por qué no has de consentir y querer lo que yo quiero? —¿Sabéis por qué, marido? —respondió Teresa—: por el refrán que dice: «Quien te cubre te descubre».( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* En el espacio que tardó el leonero en abrir la jaula primera estuvo considerando don Quijote si sería bien hacer la batalla antes a pie que a caballo.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Respondió don Quijote: —Has de saber, Sancho, que este barco que aquí está, derechamente y sin poder ser otra cosa en contrario, me está llamando y convidando a que entre en él, y vaya en él a dar socorro a algún caballero o a otra necesitada y principal persona que debe de estar puesta en alguna grande cuita, porque este es estilo de los libros de las historias caballerescas y de los encantadores que en ellas se entremeten y platican: cuando algún caballero está puesto en algún trabajo, que no puede ser librado dél sino por la mano de otro caballero, puesto que estén distantes el uno del otro dos o tres mil leguas y aun más, o le arrebatan en una nube o le deparan un barco donde se entre, y, en menos de un abrir y cerrar de ojos, le llevan, o por los aires o por la mar, donde quieren y adonde es menester su ayuda.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* El acabar estas razones y el abrir de la puerta fue todo uno.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Grande fue el gusto que todos recibieron de oír la carta de Teresa Panza, principalmente los duques, y la duquesa pidió parecer a don Quijote si sería bien abrir la carta que venía para el gobernador, que imaginaba debía de ser bonísima.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Pero yo, sin ventura, falto de consejo y menoscabado de ánimo, a cada paso pienso que debajo de los pies de improviso se ha de abrir otra sima más profunda que la otra, que acabe de tragarme.( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* Si nuestra poca culpa y sus lagrimas y las mías por la integridad de vuestra justicia pueden abrir puertas a la misericordia, usadla con nosotros, que jamás tuvimos pensamiento de ofenderos, ni convenimos en ningún modo con la intención de los nuestros, que justamente han sido desterrados( Cervantes - Don Quijote)
---------------
* En un abrir y cerrar de ojos
---------------
Vocabulario y frases
aprire
= verbo trans. , disserrare, schiudere, allargare , cominciare ,
---------------
* Così dicendo , s'era levata la chiave di tasca , e andava ad aprire .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Lucia , immaginandosi chi poteva essere , corse ad aprire ; e subito , fatto un piccolo inchino famigliare , venne avanti un laico cercatore cappuccino , con la sua bisaccia pendente alla spalla sinistra , e tenendone l'imboccatura attortigliata e stretta nelle due mani sul petto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma sentite: apre l'uscio , va verso il cantuccio dov'era stato riposto il gran mucchio , e mentre dice: guardate , guarda egli stesso e vede . . .che cosa ? Un bel mucchio di foglie secche di noce .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A questo punto , Agnese si staccò dai promessi , e , detto sottovoce a Lucia: - coraggio ; è un momento ; è come farsi cavar un dente , - si riunì ai due fratelli , davanti all'uscio ; e si mise a ciarlare con Tonio , in maniera che Perpetua , venendo ad aprire , dovesse credere che si fosse abbattuta lì a caso , e che Tonio l'avesse trattenuta un momento .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Corsero al campanile di fuori ; e uno di quelli , messa la bocca a un finestrino , una specie di feritoia , cacciò dentro un: - che diavolo c'è ? - Quando Ambrogio sentì una voce conosciuta , lasciò andar la corda ; e assicurato dal ronzìo , ch'era accorso molto popolo , rispose: - vengo ad aprire - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Mentre fa questi bei conti , sente un calpestìo , va alla finestra , apre un poco , fa capolino ; son loro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Aprire quella prima folla , rovesciarla a destra e a sinistra , e andare avanti a portar la guerra a chi la faceva , sarebbe stata la meglio ; ma riuscirvi , lì stava il punto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* I partigiani della pace , ripreso fiato , secondavano Ferrer in cento maniere: quelli che si trovavan vicini a lui , eccitando e rieccitando col loro il pubblico applauso , e cercando insieme di far ritirare la gente , per aprire il passo alla carrozza ; gli altri , applaudendo , ripetendo e facendo passare le sue parole , o quelle che a lor parevano le migliori che potesse dire , dando sulla voce ai furiosi ostinati , e rivolgendo contro di loro la nuova passione della mobile adunanza .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Sonò il campanello ; chi venne a aprire , fu fra Galdino , quel delle noci .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Apri .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* "Che allegria c'è ? cos'hanno di bello tutti costoro ? " Saltò fuori da quel covile di pruni ; e vestitosi a mezzo , corse a aprire una finestra , e guardò .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La vecchia scese il letto in un salto , e corse ad aprire .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Apri , - risponde sommessamente la nota voce .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Ma tu mi parli anche in diminutivi, adesso, e sei cosí grosso, cosí superlativo, povero Gigione mio! Che t'hanno fatto? T'hanno bruciato la coda? Vuoi farmi piangere? - Mah! - fece il Mear, aspettando sul pianerottolo che la serva venisse ad aprire la porta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ai primi picchi, Raffaella piegò da un lato la testa, strinse i denti e si provò ad aprire gli occhi; li richiuse subito, facendo un violento sforzo su se stessa per contenersi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non sarebbe stato bene, ora, aprire un tantino il balcone? Auff! si soffocava dal caldo, là dentro...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il dottor Vocalòpulo accorse ad aprire l'altro battente della porta, mentre Adriana, divincolandosi, trascinava seco le due vicine, imbalordite, verso la barella.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Aveva guardato il cadavere, la finestra donde quella era saltata; aveva udito i clamori della via sottostante, e s'era sentito aprire come un abisso nella coscienza: allora la determinazione violenta gli s'era imposta lucidamente, come un atto a lungo meditato e discusso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Una mattina aveva veduto aprire a un suo vicino di casa, che abitava dirimpetto, lo sportello della gabbiola per cacciarne via un ciuffolotto ammaestrato ch'egli, alcuni giorni addietro, gli aveva venduto per pochi soldi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La vostra mano li apre e li chiude, per ora.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Prima di aprire la discussione, consentite che io, anche a nome dei colleghi della Giunta, dichiari che noi abbiamo fatto di tutto per risolvere nel minor tempo e nel modo che ci è sembrato piú conveniente, sia per il decoro e per il vantaggio del paese, sia rispetto alle condizioni economiche del nostro Comune, il gravissimo problema dell'illuminazione.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Corse ad aprire la porta; s'arrestò sgomenta, stupita, esclamando: - Oh Dio! Che è? Davanti alla porta, per l'angusta scala, una specie di barella sorretta penosamente da un gruppo di marinaj ansanti, costernati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tolse da un angolo della camera un bastone dal manico ricurvo e, tenendosi stretta alle gambe la veste, prese il bastone per la punta e si provò ad aprire con esso, cosí discosta, il cassetto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma il dottor Mangoni, subito, arrovescia indietro il capo e incignando ad aprire un occhio solo: - Scusi, - dice, - è un suo parente? - Nossignore! Ma la prego, faccia presto! Le spiegherò strada facendo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A un tratto, cessò di dondolare il capo, levò le mani, cominciò ad aprire e chiudere le dita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutti domandano al professor Corvara Amidei come faccia a andar d'accordo con quella bufera d'uomo che è il professor Dolfo Dolfi; egli si stringe nelle spalle; apre le mani e abbozza un sorriso squallido, socchiudendo gli occhi; perché con quella domanda - è facile intenderlo - la gente vorrebbe farlo capace della sua imbecillità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Via! O che mi dice? Il professor Corvara Amidei apre le braccia; poi si cala pian piano a sedere su una seggiola e rimane lí, come inebetito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- O dove mai la pol'essere andata? Il professor Corvara Amidei apre di nuovo le braccia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Quanti giorni sono? - domandò dopo un lungo tratto, senza aprire gli occhi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sentendo sonare quel giorno il campanello alla porta, e parendole dalla scampanellata che fosse il postino, s'era recata ad aprire tutta contenta, al solito; ma a un tratto, senza aver avuto neanche il tempo d'accorgersi a chi avesse aperto, s'era trovata per terra, intronata da un terribile schiaffo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Anche la tua fatica sarà maledetta da Dio! Rimasto solo, prese la tonaca, la spazzolò, la ripiegò diligentemente, la baciò; raccattò da terra la fibbia d'argento e la baciò; la calotta e la baciò; poi si recò ad aprire una vecchia e lunga cassapanca d'abete che pareva una bara, dov'erano religiosamente conservati gli abiti dei tre figliuoli morti, e, facendovi sú con la mano il segno della croce, vi conservò anche questi altri; del figlio sacerdote morto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E cosí dicendo, apre le braccia e s'inchina per andar via, ancora con quel sorriso sulle labbra e gli occhi infantili velati di pena per quest'incorreggibile ignoranza che sempre, Dio mio, la affliggerà.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si rianima subito, notando negli occhi della moglie il gradimento inatteso, il piacere ch'egli anzi sia venuto cosí accompagnato; e allora apre le braccia e senza darlo a vedere tira pian piano un gran sospiro con le labbra atteggiate d'un tremulo sorriso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma dov'è lui? Sandrina, che è venuta ad aprire in sottanina, con le magre braccine nude, spettinata, risponde, ancora tutta abbagliata dalla vista inattesa della bella "zia", della casa ricca e lucente, che il babbo è di là, buttato sul letto, e che c'è la sarta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ripresa in braccio, la bimba, ancor tutta convulsa, cessa di piangere; ma come Sandrina e Lauretta ritornano dalla camera coi giocattoli, udendo il suono che Lauretta cava dai due cembalini di latta d'un pagliaccetto rosso che apre e chiude le braccia, riaffonda la faccina sotto il mento del padre, per non vedere, per non udire, e riprende a smaniare, come per rimettersi a piangere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La signorina Trecke apre la bocca al suo solito sorriso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si buttò anche lei ginocchioni davanti la materassa di contro a Filomena, e strappandosi i capelli e stracciandosi la faccia cominciò a gridare quasi cantando: - Figlio, Cicciuzzo mio, come t'ho perduto! Fiato mio, cuore mio, come sono venuta a trovarti! Cicciuzzo del mio cuore, fiamma dell'anima mia, come ti sei buttato a terra cosí, tu ch'eri antenna di bandiera? Quest'occhiuzzi belli, che non li apri piú! Queste manucce belle, che non le stacchi piú! Questa boccuccia bella, che non sorride piú! E poco dopo, urlando anche lei, stracciandosi anche lei i capelli, a piè di quella materassa una terza donna venne a buttarsi ginocchioni: Nicolina, col bambino in braccio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Rimasto solo, stette per piú di cinque minuti ad aprire e chiudere le mani, tutto vibrante, congestionato, e a muggire, a fischiare, a gridare in tutti i toni: - Perdio...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E il garbo e la giovialità, servirgli per aprire la porta e accogliere graziosamente il signore o i signori che gli facevano l'onore di venire a corteggiare la sua signora.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Eccolo! E Quaquèo si tira sú il camiciotto e cava dalla tasca dei calzoni un coltellaccio e lo apre e lo impugna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
lasciatemi! Lasciatemi, o vi spacco la faccia! Quelli, alla minaccia, si scostano, e allora egli cava subito dalla tasca del camiciotto, sul petto, la chiave e apre la porta; si ficca dentro e la richiude con fracasso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Piglia una sedia e apri quella finestra! No? Non vuoi aprirla? Brutta strega, l'apro io! Monta su uno sgabello, la apre...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma Noemi non riusciva ad aprire , tanto le tremavano le mani .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Vedeva Efix aprire la capanna , volgersi richiamandolo con un gesto malizioso dell'indice , poi ritornare con qualche cosa nascosta dietro la schiena e inginocchiarsi ammiccando .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Andò ad aprire , credendo fossero le sorelle o Giacinto stesso , della cui presenza non aveva timore perché bastava a far cessare l'incanto , ma vide zia Pottoi e richiuse istintivamente il portone per respingerla .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma qualcuno picchiò di nuovo , ed ella s'asciugò gli occhi con la tela e andò ad aprire .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E se Ester apre la bocca per parlare , ella la fissa cosí terribile che le toglie la parola di bocca .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il viso di Efix s'illuminò ; ed egli volle dire qualcosa , ma dentro si sentiva aprire il portone , e don Predu si allontanò senza voltarsi , cercando di nascondersi lungo il muro .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ed ecco che la porta della caserma si apre e i due ciechi ne escono , tenendosi per mano come fratelli .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
XVI Fu Noemi ad aprire .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Non rammenti ? Apri gli occhi , guardami .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Più volte fu lì lì per aprire la bocca, e o ragionare di tutt’altra cosa, o riandar sulle dette: ma l’istinto di donna, e l’abito del crucciarsi in cuore senza parola, la tenne. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Dio ti benedica, Luisa; e anche te, Franco.» Chiese il suo libro di preghiere, si accostò il lume, fece aprire le finestre e l'uscio della terrazza per respirar meglio e mandò via la fantesca che si preparava a tenerle compagnia. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Luisa si alzò, andò ad aprire le imposte, si voltò a guardar sorridendo suo marito nella luce; gli stese la mano ch'egli strinse e scosse col cuore caldo e la lingua impedita. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
L'aggiunto non degnò rispondere, fece aprire e rovistare da un gendarme tutti i cassetti della scrivania, levarne lettere e carte ch'egli esaminava rapidamente e buttava parte a terra, parte nel gran sacco di cuoio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Vedeva il poliziotto passar di camera in camera con i suoi gendarmi, giungere a quella, aprire il cassettone, frugare, trovar la sciabola. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Il signor ingegnere in capo», disse l'aggiunto, «ha conservato queste monete con una cura straordinaria! D'ora in poi le conserveremo noi.» Chiuse il cassetto e restituì la chiave senza aprire gli altri. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
L'aggiunto accennò ai gendarmi di aprire il cassettone. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Uno dei gendarmi, il più robusto, si provò di aprire a forza. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Le proibisce di uscire prima del nostro ritorno e anzi mi ha ordinato di portarle via gli abiti.» E si diede a raccogliere rapidamente gli abiti del sior Zacomo, gl'intimò il silenzio in nome del Commissario, pigliò il cappellone a cilindro, arraffò la mazza di canna d'India, ordinò al disgraziato di dare il chiavistello appena uscito lui e di non aprire a nessuno, di non parlare a nessuno prima del ritorno del Commissario e tutto in nome del signor Commissario. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il dottor Aliprandi apre lo sportello di poppa del felze e lo supplica di remare, di non tradirsi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
* Quanto avevo vinto? Aprii gli occhi, ma dovetti richiuderli immediatamente: mi girava la testa. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Aprivo e chiudevo le mani continuamente, affondandomi le unghie nelle palme; spiegazzavo il giornale; lo rimettevo in sesto per rilegger la notizia che già sapevo a memoria, parola per parola. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Aprii lo sportello e mi precipitai giù, con l’idea confusa di fare qualche cosa, subito: un telegramma d’urgenza per smentire quella notizia. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ecco: essa, per esempio, voleva dire starmene lì, di sera, affacciato a una finestra, a guardare il fiume che fluiva nero e silente tra gli argini nuovi e sotto i ponti che vi riflettevano i lumi dei loro fanali, tremolanti come serpentelli di fuoco; seguire con la fantasia il corso di quelle acque, dalla remota fonte apennina, via per tante campagne, ora attraverso la città, poi per la campagna di nuovo, fino alla foce; fingermi col pensiero il mare tenebroso e palpitante in cui quelle acque, dopo tanta corsa, andavano a perdersi, e aprire di tratto in tratto la bocca a uno sbadiglio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non mi potei più reggere: aprii la persiana. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il giorno appresso aprii le finestre alla luce. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Facendo per aprire lo stipetto, notai che la chiave non girava entro la serratura: spinsi appena appena e, subito, lo sportellino cedette: era aperto!
---------------
* Ma Papiano apri le braccia addoloratissimo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Quando, finalmente, il servo venne ad aprire il cancello della graziosa villa, recata in dote a Berto dalla moglie, mi sembrò, attraversando il viale, ch’io tornassi veramente dall’altro mondo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E ricordo con maggiore nostalgia una specie di Mille e una Notte della natura , un librone colla costola verde sfìlaccicata , colle pagine vaste , larghe , rincincignate , rossastre d'umidità , spesso strappate a mezzo o sudicie d' inchiostro , ma eh' io aprivo con la certezza di vedermi apparir dinanzi , sempre nuova , una già conosciuta meraviglia . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* [Guarda cosa mi viene in mente ! Ingegno , in toscano , non significa soltanto intelligenza feUce e meglio che mediocre , ma anche quella speciale merlatura o insenatura di ferro che sta in fondo alle chiavi e che serve ad aprire . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* L'ingegno è quello che apre . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Le ebbe tali che non me la perdonò più e quando aprivo la bocca per dargli un’informazione , mi domandava: «Da chi l’avete avuta? Da vostro suocero?» .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Io amavo la sua parola semplice , io , che come aprivo la bocca svisavo cose o persone perché altrimenti mi sarebbe sembrato inutile di parlare .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* C’era allora un movimento delle sue palpebre come se avesse voluto aprire gli occhi per ritrovare più facilmente l’equilibrio e la sua respirazione cambiava di ritmo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Subito essa accorse ad aprire la porta ed io non dimenticherò giammai la sua figurina gentile , poggiata allo stipite , mentre mi fissava coi suoi grandi occhi bruni prima di saper riconoscermi nell’oscurità .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
Un bastimento in partenza dal ponte caricatore , apre ora tutte le sue vele . (B. Cicognani)
---------------
aborale
= negli organismi a simmetria raggiata , situato nella parte opposta a quella dove si apre la bocca
---------------
accreditatario
= persona a favore della quale una banca apre un credito per conto di un cliente .
---------------
anta
= battente di finestra che si apre internamente
---------------
aperto
= participio passato di aprire
= non chiuso
---------------
apriballe
= macchina usata nell'industria tessile per aprire le fibre di cotone compresse in balle e ridurle a grossi fiocchi apriballe mescolatore , quello che effettua anche la mischia delle fibre , omogeneizzandole operaio addetto a tali macchine .
---------------
apribile
= che si può aprire .
---------------
apriporta
= dispositivo che consente di aprire e chiudere a distanza una porta
---------------
apriscatole
= attrezzo che serve per aprire scatole di latta mediante il taglio di uno dei due fondi .
---------------
boccheggiare
= verbo intr. Aprire e chiudere ripetutamente la bocca , agonizzare ,.
---------------
chiavaio
= colui che fa le chiavi colui che ha il compito di aprire e chiudere una bottega, un magazzino e sim. e di custodirne le chiavi.
---------------
contattore
= apparecchio usato per chiudere o aprire un circuito mediante un comando elettromagnetico, meccanico o pneumatico.
---------------
dischiavare
= verbo trans . aprire con la chiave .
---------------
dischiudere
= verbo trans . aprire - schiudere
---------------
dissigillare
= disigillare , verbo trans . aprire qualcosa rompendone i sigilli
---------------
dittico
= sorta di taccuino usato nell'antichità - consistente in due tavolette incerate unite per mezzo di una cerniera - così da potersi aprire e chiudere come un libro
---------------
epispadia
= malformazione congenita per la quale l'uretra maschile si apre - anziché all'estremità - nella parte superiore del glande .
---------------
foiba
= depressione carsica sul fondo della quale si apre una profonda spaccatura che assorbe le acque
---------------
follicolo
= frutto secco che si apre spontaneamente lungo la linea di sutura piccola cavità che si trova in gran numero in certi organi
---------------
geastro
= genere di funghi basidiomiceti il cui corpo , nell'individuo adulto , si apre a stella.
---------------
indeiscente
= frutto che , anche giunto a completa maturazione , non si apre spontaneamente per fare uscire il seme .
---------------
oprire
= verbo trans . aprire .
---------------
parole
= secondo de saussure , ciascuno dei singoli atti con cui l'individuo realizza la sua facoltà del linguaggio servendosi della langue - nel poker , formula con cui un giocatore cede al seguente il diritto di aprire il gioco .
---------------
portoncino
= diminutivo di portone - portello che si apre in un portone .
---------------
retrocamera
= piccola stanza che si apre in una camera più grande e serve di solito al disimpegno di essa o al disbrigo di servizi a essa attinenti
---------------
riaprire
= verbo trans. aprire di nuovo
---------------
sbottonare
= verbo transitivo aprire la parte abbottonata di un indumento facendo uscire i bottoni dagli occhielli ,
---------------
sbudellare
= verbo transitivo aprire il ventre a un animale per levarne le viscere , riferito a persona , colpire al ventre producendo una grave ferita - sbudellarsi
= verbo riflessivo sventrarsi - sbudellarsi dalle risa , ridere a crepapelle ,
---------------
sbuzzare
= verbo transitivo aprire il ventre di polli , pesci ecc . , colpire al ventre , producendo una profonda lacerazion ,
---------------
scassinare
= verbo transitivo aprire porte , finestre , cassetti con la forza o manomettendo la serratura ,
---------------
schiavacciare
= verbo transitivo aprire ciò che era chiuso da un chiavaccio , da un catenaccio .
---------------
schiudere
= verbo transitivo aprire lentamente o in parte ,
---------------
siliqua
= frutto secco , di forma allungata , che giunto a maturità si apre lungo due linee longitudinali .
---------------
spaccare
= verbo transitivo spezzare , aprire , divi ,
---------------
spalancare
= verbo transitivo aprire completamente ,
---------------
sparare
= verbo transitivo aprire con un lungo taglio il ventre di animali morti per estrarne le interiora ,
---------------
sportello
= piccola imposta che gira su cerniere e serve a chiudere o ad aprire un vano ,
---------------
squadernare
= verbo transitivo aprire un quaderno , un libro , un registro a una determinata pagina per mostrare a qualcuno quanto vi è scritto ,
---------------
squarciare
= verbo transitivo aprire con violenza , provocando strappi e lacerazioni ,
---------------
stanghetta
= stanga barretta metallica della serratura che , fatta uscire o rientrare girando la chiave , chiude o apre la serratura , 3 ciascuna delle d ,
---------------
Conjugacíon: 3 - abrir
auxiliar: haber - transitivo/intransitivo/pronominale
INDICATIVO activo
Presente
yo me abro
te abres
él/ella se abre
nosotros nos abrimos
vosotros os abrís
ellos/ellas se abren
Imperfecto
yo me abría
te abrías
él/ella se abría
nosotros nos abríamos
vosotros os abríais
ellos/ellas se abrían
Pretérito indefinito
yo me abrí
te abriste
él/ella se abrió
nosotros nos abrimos
vosotros os abristeis
ellos/ellas se abrieron
Preterito perfecto
yo me he aabierto
te has aabierto
él/ella se ha aabierto
nosotros nos hemos aabierto
vosotros os habéis aabierto
ellos/ellas se han aabierto
Preterito pluscuamperfecto
yo me había aabierto
te habías aabierto
él/ella había aabierto
nosotros nos habíamos aabierto
vosotros os habíais aabierto
ellos/ellas se habían aabierto
Preterito anterior
yo me hube aabierto
te hubiste aabierto
él/ella se hubo aabierto
nosotros nos hubimos aabierto
vosotros os hubisteis aabierto
ellos/ellas se hubieron aabierto
Futuro
yo me abriré
te abriras
él/ella se abrirá
nosotros nos abriremos
vosotros os abrireis
ellos/ellas se abrirán
Futuro perfecto
yo me habré aabierto
te habrás aabierto
él/ella se habrá aabierto
nosotros nos habremos aabierto
vosotros os habréis aabierto
ellos/ellas se habrán aabierto
CONJUNTIVO - activo
Presente
yo me abra
te abras
él/ella se abra
nosotros nos abramos
nosotros os abráis
ellos/ellas se abran
Pretérito perfecto
yo me haya aabierto
te hayas aabierto
él/ella se haya aabierto
nosotros nos hayamos aabierto
nosotros os hayáis aabierto
ellos/ellas se hayan aabierto
Pretérito imperfetto I
yo me abriera
te abrieras
él/ella se abriera
nosotros nos abriéramos
nosotros os abrierais
ellos/ellas se abrieran
Pretérito pluscuamperfecto I
yo me hubiera aabierto
te hubieras aabierto
él/ella se hubiera aabierto
nosotros nos hubiéramos aabierto
nosotros os hubierais aabierto
ellos/ellas se hubieran aabierto
Pretérito pluscuamperfecto II
yo me hubiese aabierto
te hubieses aabierto
él/ella se hubiese aabierto
nosotros nos hubiésemos aabierto
nosotros os hubieseis aabierto
ellos/ellas se hubiesen aabierto
Pretérito imperfetto II
yo me abriese
te abrieses
él/ella se abriese
nosotros nos abriésemos
nosotros os abrieseis
ellos/ellas se abriesen
Futuro
yo me abriere
te abrieres
él/ella se abriere
nosotros nos abriéremos
nosotros os abriereis
ellos/ellas se abrieren
Futuro perfecto
yo me hubiere aabierto
te hubieres aabierto
él/ella se hubiere aabierto
nosotros nos hubiéremos aabierto
nosotros os hubiereis aabierto
ellos/ellas se hubieren aabierto
POTENCIAL - activo
Presente
yo me abriría
te abrirías
él/ella se abriría
nosotros nos abriríamos
vosotros os abriríais
ellos/ellas se abrirían
Perfecto
yo me habría aabierto
te habrías aabierto
él/ella se habría aabierto
nosotros nos habríamos aabierto
vosotros os habríais aabierto
ellos/ellas se habrían aabierto
IMPERATIVO - activo
Positivo
-
abrete
se abra
abramosnos
abridos
se abran
INFINITO activo
Presente
Compuesto
haber aabierto
PARTICIPIO - activo
Presente
que abre
Compuesto
aabiertose
GERUNDIO activo
Presente
abriendose
Compuesto
habiendo aabierto
INDICATIVO pasivo
Presente
yo me soy aabierto
te eres aabierto
él/ella se es aabierto
nosotros nos somos aabiertos
vosotros os seis aabiertos
ellos/ellas se son aabiertos
Imperfecto
yo me era aabierto
te eras aabierto
él/ella se era aabierto
nosotros nos èramos aabiertos
vosotros os erais aabiertos
ellos/ellas se eran aabiertos
Pretérito indefinito
yo me fui aabierto
te fuiste aabierto
él/ella se fue aabierto
nosotros nos fuimos aabiertos
vosotros os fuisteis aabiertos
ellos/ellas se fueron aabiertos
Preterito perfecto
yo me he sido aabierto
te has sido aabierto
él/ella se ha sido aabierto
nosotros nos hemos sido aabiertos
vosotros os habèis sido aabiertos
ellos/ellas se han sido aabiertos
Preterito pluscuamperfecto
yo me había sido aabierto
te habías sido aabierto
él/ella había sido aabierto
nosotros nos habíamos sido aabiertos
vosotros os habías sido aabiertos
ellos/ellas se habían sido aabiertos
Preterito anterior
yo me hube sido aabierto
te hubiste sido aabierto
él/ella se hubo sido aabierto
nosotros nos hubimos sido aabiertos
vosotros os hubisteis sido aabiertos
ellos/ellas se hubieron sido aabiertos
Futuro
yo me seré aabierto
te serás aabierto
él/ella se será aabierto
nosotros nos seremos aabiertos
vosotros os sereis aabiertos
ellos/ellas se serán aabiertos
Futuro perfecto
yo me habrè sido aabierto
te habrás sido aabierto
él/ella se habrá sido aabierto
nosotros nos habremos sido aabiertos
vosotros os habreis sido aabiertos
ellos/ellas se habrán sido aabiertos
CONJUNTIVO - pasivo
Presente
yo me sea aabierto
te seas aabierto
él/ella se sea aabierto
nosotros nos seamos aabiertos
nosotros os seáis aabiertos
ellos/ellas se sean aabiertos
Pretérito perfecto
yo me haya sido aabierto
te hayas sido aabierto
él/ella se haya sido aabierto
nosotros nos hayamos sido aabierto
nosotros os hayáis sido aabierto
ellos/ellas se hayan sido aabierto
Pretérito imperfetto I
yo me fuere aabierto
te fueres aabierto
él/ella se fuere aabierto
nosotros nos fuéremos aabiertos
nosotros os fuereis aabiertos
ellos/ellas se fueren aabiertos
Pretérito pluscuamperfecto I
yo me hubiere sido aabierto
te hubieres sido aabierto
él/ella se hubiere sido aabierto
nosotros nos hubiéremos sido aabiertos
nosotros os hubierei sido aabiertos
ellos/ellas se hubieren sido aabiertos
Pretérito pluscuamperfecto II
yo me hubiese sido aabierto
te hubieses sido aabierto
él/ella se hubiese sido aabierto
nosotros nos hubiésemos sido aabiertos
nosotros os hubieseis sido aabiertos
ellos/ellas se hubiesen sido aabiertos
Pretérito imperfetto II
yo me fuese aabierto
te fuesess aabierto
él/ella se fuese aabierto
nosotros nos fuésemos aabiertos
nosotros os fueseis aabiertos
ellos/ellas se fuesen aabiertos
Futuro
yo me fuere aabierto
te fueres aabierto
él/ella se fuere aabierto
nosotros nos fuéremos aabiertos
nosotros os fuereis aabiertos
ellos/ellas se fueren aabiertos
Futuro perfecto
yo me hubiere sido aabierto
te hubieres sido aabierto
él/ella se hubiere sido aabierto
nosotros nos hubiéremos sido aabiertos
nosotros os hubiereis sido aabiertos
ellos/ellas se hubieren sido aabiertos
POTENCIAL - pasivo
Presente
yo me sería aabierto
te serías aabierto
él/ella se sería aabierto
nosotros nos seríamos aabiertos
vosotros os seríais aabiertos
ellos/ellas se serían aabiertos
Perfecto
yo me habría sido aabierto
te habrías sido aabierto
él/ella se habría sido aabiertos
nosotros nos habríamos sido aabiertos
vosotros os habríais sido aabiertos
ellos/ellas se habrían sido aabiertos
IMPERATIVO - pasivo
Positivo
-
sé aabiertote
se sea aabierto
seamos aabiertosnos
sed aabiertosos
se sean aabiertos
INFINITO pasivo
Presente
ser aabierto
Compuesto
haber sido aabierto
PARTICIPIO - pasivo
Presente
que es aabierto
Compuesto
aabiertose
GERUNDIO pasivo
Presente
siendo aabierto
Compuesto
habiendo sido aabierto
Coniugazione:3 - aprire
Ausiliare:essere transitivo/intransitivo/pronominale
INDICATIVO - attivo
Presente
io mi apro
tu ti apri
egli si apre
noi ci apriamo
voi vi aprite
essi si aprono
Imperfetto
io mi aprivo
tu ti aprivi
egli si apriva
noi ci aprivamo
voi vi aprivate
essi si aprivano
Passato remoto
io mi aprii
tu ti apristi
egli si aprì
noi ci aprimmo
voi vi apriste
essi si aprirono
Passato prossimo
io mi sono aperto
tu ti sei aperto
egli si é aperto
noi ci siamo aperti
voi vi siete aperti
essi si sono aperti
Trapassato prossimo
io mi ero aperto
tu ti eri aperto
egli era aperto
noi ci eravamo aperti
voi vi eravate aperti
essi si erano aperti
Trapassato remoto
io mi fui aperto
tu ti fosti aperto
egli si fu aperto
noi ci fummo aperti
voi vi foste aperti
essi si furono aperti
Futuro semplice
io mi aprirò
tu ti aprirai
egli si aprirà
noi ci apriremo
voi vi aprirete
essi si apriranno
Futuro anteriore
io mi sarò aperto
tu ti sarai aperto
egli si sarà aperto
noi ci saremo aperti
voi vi sarete aperti
essi si saranno aperti
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io mi apra
che tu ti apra
che egli si apra
che noi ci apriamo
che voi vi apriate
che essi si aprano
Passato
che io mi sia aperto
che tu ti sia aperto
che egli si sia aperto
che noi ci siamo aperti
che voi vi siate aperti
che essi si siano aperti
Imperfetto
che io mi aprissi
che tu ti aprissi
che egli si aprisse
che noi ci aprissimo
che voi vi apriste
che essi si aprissero
Trapassato
che io mi fossi aperto
che tu ti fossi aperto
che egli si fosse aperto
che noi ci fossimo aperti
che voi vi foste aperti
che essi si fossero aperti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io mi aprirei
tu ti apriresti
egli si aprirebbe
noi ci apriremmo
voi vi aprireste
essi si aprirebbero
Passato
io mi sarei aperto
tu ti saresti aperto
egli si sarebbe aperto
noi ci saremmo aperti
voi vi sareste aperti
essi si sarebbero aperti
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
apriti
si apra
apriamoci
apritevi
si aprano
Futuro
-
ti aprirai
si aprirà
ci apriremo
vi aprirete
si apriranno
INFINITO - attivo
Presente
aprir
Passato
essersi aperto
PARTICIPIO - attivo
Presente
aprente
Passato
apertosi
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
aprendo
Passato
essendo aperto
INDICATIVO - passivo
Presente
io mi sono aperto
tu ti sei aperto
egli si é aperto
noi ci siamo aperti
voi vi siete aperti
essi si sono aperti
Imperfetto
io mi ero aperto
tu ti eri aperto
egli si era aperto
noi ci eravamo aperti
voi vi eravate aperti
essi si erano aperti
Passato remoto
io mi fui aperto
tu ti fosti aperto
egli si fu aperto
noi ci fummo aperti
voi vi foste aperti
essi si furono aperti
Passato prossimo
io mi sono stato aperto
tu ti sei stato aperto
egli si é stato aperto
noi ci siamo stati aperti
voi vi siete stati aperti
essi si sono stati aperti
Trapassato prossimo
io mi ero stato aperto
tu ti eri stato aperto
egli era stato aperto
noi ci eravamo stati aperti
voi vi eravate stati aperti
essi si erano statiaperti
Trapassato remoto
io mi fui stato aperto
tu ti fosti stato aperto
egli si fu stato aperto
noi ci fummo stati aperti
voi vi foste stati aperti
essi si furono stati aperti
Futuro semplice
io mi sarò aperto
tu ti sarai aperto
egli si sarà aperto
noi ci saremo aperti
voi vi sarete aperti
essi si saranno aperti
Futuro anteriore
io mi sarò stato aperto
tu ti sarai stato aperto
egli si sarà stato aperto
noi ci saremo stati aperti
voi vi sarete stati aperti
essi si saranno stati aperti
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io mi sia aperto
che tu ti sia aperto
che egli si sia aperto
che noi ci siamo aperti
che voi vi siate aperti
che essi si siano aperti
Passato
che io mi sia stato aperto
che tu ti sia stato aperto
che egli si sia stato aperto
che noi ci siamo stati aperti
che voi vi siate stati aperti
che essi si siano stati aperti
Imperfetto
che io mi fossi aperto
che tu ti fossi aperto
che egli si fosse aperto
che noi ci fossimo aperti
che voi vi foste aperti
che essi si fossero aperti
Trapassato
che io mi fossi stato aperto
che tu ti fossi stato aperto
che egli si fosse stato aperto
che noi ci fossimo stati aperti
che voi vi foste stati aperti
che essi si fossero stati aperti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io mi sarei aperto
tu ti saresti aperto
egli si sarebbe aperto
noi ci saremmo aperti
voi vi sareste aperti
essi si sarebbero aperti
Passato
io mi sarei stato aperto
tu ti saresti stato aperto
egli si sarebbe stato aperto
noi ci saremmo stati aperti
voi vi sareste stati aperti
essi si sarebbero stati aperti
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii apertoti
si sia aperto
siamo apertici
siate apertivi
si siano aperti
Futuro
-
ti sarai aperto
si sarà aperto
ci saremo aperti
vi sarete aperti
si saranno aperti
INFINITO - passivo
Presente
essere aperto
Passato
essere stato aperto
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
apertosi
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo aperto
Passato
essendo stato aperto