Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio          Home
Educational search engine
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
Possibile traduzione in
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano     Ricerca nei classici sul web
Coniugazione attiva del verbo: sognare
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
sognare avere sognato
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
sognante sognato
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
sognando avendo sognato
Coniugazione del verbo: sognare
coniugazione:1
forma: attiva intransitivo/transitivo
ausiliare: avere
- Infinito - Presente
Sinonimi di: sognare
agognare desiderare illudere invocare aspirare a

vagheggiare bramare accarezzare vedere in sogno sognarsi

anelare a volere sbavare per illudere
Vocabulary and phrases
sognare
= verbo transitivo vedere , immaginare in sogno ,
---------------
* Si rammentò degli ultimi ricordi de' suoi parenti , si rammentò di Dio , della Madonna e de' santi , pensò alla consolazione che aveva tante volte provata di trovarsi senza delitti , all'orrore che aveva tante volte provato al racconto d'un omicidio ; e si risvegliò da quel sogno di sangue , con ispavento , con rimorso , e insieme con una specie di gioia di non aver fatto altro che immaginare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tra il primo pensiero d'una impresa terribile , e l'esecuzione di essa (ha detto un barbaro che non era privo d'ingegno) , l'intervallo è un sogno , pieno di fantasmi e di paure .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'entra nel cortile ; si va all'uscio del terreno: aperto e sconficcato anche quello: si chiama: - Agnese ! Lucia ! Il pellegrino ! Dov'è il pellegrino ? L'avrà sognato Stefano , il pellegrino .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ora , svanito così dolorosamente quel sogno , si pentiva d'essere andata troppo avanti , e , tra tante cagioni di tremare , tremava anche per quel pudore che non nasce dalla trista scienza del male , per quel pudore che ignora se stesso , somigliante alla paura del fanciullo , che trema nelle tenebre , senza saper di che .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La principessa e il principino rinnovavano , ogni momento , le congratulazioni e gli applausi: Gertrude era come dominata da un sogno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E , tra la sorpresa , e il non esser desto bene , e la spranghetta di quel vino che sapete , rimase un momento come incantato ; e credendo di sognare , e non piacendogli quel sogno , si dimenava , come per isvegliarsi affatto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Lucia non s'avvedeva del freddo , non sentiva la fame , e come sbalordita , non aveva de' suoi dolori , de' suoi terrori stessi , che un sentimento confuso , simile all'immagini sognate da un febbricitante .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Andata a letto , stette desta un pezzo , col pensiero in compagnia di que' cento che aveva sotto: addormentata , li vide in sogno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* O sia stato un gusto sciocco di far nascere uno spavento più rumoroso e più generale , o sia stato un più reo disegno d'accrescer la pubblica confusione , o non saprei che altro ; la cosa è attestata di maniera , che ci parrebbe men ragionevole l'attribuirla a un sogno di molti , che al fatto d'alcuni: fatto , del resto , che non sarebbe stato , né il primo né l'ultimo di tal genere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Citavano cent'altri autori che hanno trattato dottrinalmente , o parlato incidentemente di veleni , di malìe , d'unti , di polveri: il Cesalpino , il Cardano , il Grevino , il Salio , il Pareo , lo Schenchio , lo Zachia e , per finirla , quel funesto Delrio , il quale , se la rinomanza degli autori fosse in ragione del bene e del male prodotto dalle loro opere , dovrebb'essere uno de' più famosi ; quel Delrio , le cui veglie costaron la vita a più uomini che l'imprese di qualche conquistatore: quel Delrio , le cui Disquisizioni Magiche (il ristretto di tutto ciò che gli uomini avevano , fino a' suoi tempi , sognato in quella materia) , divenute il testo più autorevole , più irrefragabile , furono , per più d'un secolo , norma e impulso potente di legali , orribili , non interrotte carnificine .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si volta essa al rumore ; guarda , crede di travedere , di sognare ; guarda più attenta , e grida: - oh Signor benedetto !
---------------
* Come la facesse quando trovava due strade ; se quella poca pratica , con quel poco barlume , fossero quelli che l'aiutassero a trovar sempre la buona , o se l'indovinasse sempre alla ventura , non ve lo saprei dire ; ché lui medesimo , il quale soleva raccontar la sua storia molto per minuto , lunghettamente anzi che no (e tutto conduce a credere che il nostro anonimo l'avesse sentita da lui più d'una volta) , lui medesimo , a questo punto , diceva che , di quella notte , non se ne rammentava che come se l'avesse passata in letto a sognare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Era stato quello, un tempo, il suo sogno; nient'altro che un sogno però.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La considerazione, del resto, di cui godeva in paese per quelle sue doti artistiche la compensava, almeno in parte, del sogno fallito, e la soddisfazione d'averne invece attuato un altro, quello cioè d'avere schiuso col proprio lavoro l'avvenire a due poveri orfani, la compensava del lungo sacrifizio di se stessa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come in sogno rivide il vecchio medico che le aveva fatto da testimonio; e gli sorrise.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Beati loro! Per tutti, infine, era come un paese di sogno quella collina lontana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
No! No! - Distruzione! distruzione! Né io né lui! Brucino! E guardò attorno gli alberi, con la gola stretta d'angoscia: quegli olivi centenarii, dal grigio poderoso tronco stravolto, immobili, come assorti in un sogno misterioso nel chiarore lunare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Se io di te non mi sono mai curata, e tu quando di me? Mi rinfacci ora il tuo sacrificio, come se non fossi stata sacrificata anch'io, e condannata qua a rappresentare per te la rinunzia alla vita che tu sognavi! E per me doveva esser questa, la vita? Non dovevo sognar altro, io? Tu, nessun dovere d'amarmi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma neppure alle trombate d'acqua si volevano destare dal sogno in cui parevano assorti - sogno d'una tristezza infinita - quei poveri alberi sorgenti dalle ajuole rade, fiorite di bucce, di gusci d'uovo, di pezzetti di carta, e riparate da stecchi e spuntoni qua e là sconnessi o da un giro di roccia artificiale, in cui s'incavavano i sedili.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Adesso era lui che sognava per loro la buona fortuna: almeno che Noemi trovasse marito ! Se la lettera gialla , dopo tutto , portasse una buona notizia ? Se annunziavauna eredità ? Se fosse appunto una domanda di matrimonio per Noemi ? Le dame Pintor avevano ancora ricchi parenti a Sassari e a Nuoro: perché uno di loro non poteva sposar Noemi ? Lo stesso don Predu poteva aver scritto la lettera gialla . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix , che aveva appoggiato la testa alla colonna del pulpito , si scosse dal suo sogno e seguí donna Ester che usciva per tornarsene a casa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Donna Ruth a sua volta sognava ogni notte l'arrivo del nipote , e ogni giorno verso le tre , ora dell'arrivo della diligenza , spiava dal portone .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Mi pare di sognare , — diceva donna Ester , servendo da cenare al nipote , mentre donna Ruth lo guardava fisso con occhi lucidi , ed Efix traeva dalla bisaccia un bariletto di vino , e pur cosí curvo si volgeva a sorridere ai suoi padroni .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Giacinto mangiava , seduto sul sedile in muratura che serviva a piú usi , da tavola e da letto: e credeva anche lui di sognare .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E la pena dell'uno era uguale a quella dell'altra: e la pena di entrambi era la stessa di tutto quel popolo che ricordava come il servo un passato ditenebre e sognava come la fanciulla un avvenire di luce: pena d'amore .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma scavò dove quella aveva sognato e adesso è cosí ricco che passa venti mila lire al mese a una donna . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Perché non ha sposato quella del sogno ? O aveva già marito ? — domandò Efix pensieroso .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dormiva sotto gli archi del porto , tossiva e faceva brutti sogni: sognava sempre il capitano che lo inseguiva , lo inseguiva . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
L'amico credeva di sognare ancora ; ma l'altro gli disse: sa , è da un pezzetto che la cerco .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ciòche io ho sofferto durante quel tempo nessuno può saperlo: il capitano , sua moglie , la serva io li vedo sempre in sogno ; li vedo anche nella realtà , anche adesso , lí , davanti a me .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E due o tre volte tentò di dire qualche cosa ; ma non poteva , non poteva ; gli sembrava un sogno .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix entrò e vide che il cestino mandato da lui con don Predu era quasi vuoto sopra il sedile , segno che gli ortaggi eran già stati venduti: rimanevano solo i pomini gialli di San Giovanni: gli parve quindi di aver sognato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma stanotte ho sognato donna Maria Cristina ; l'ho veduta accanto al mio letto , come venne quella volta che avevo preso l'estrema Unzione .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Piano piano , a misura che leggeva e che capiva , Noemi credeva di sognare .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma qualcuno spinse il portone e tutti e tre , le donne e il servo , balzarono come svegliandosi da quel sogno di morte .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma poi anche lui si vergognava del suo sogno , e tornava al finestrino della stanzetta solitaria a guardare la cattedrale di Nuoro: lassú forse era la sua salvezza .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora , sí , cosí Dio mi assista , andrai alle feste , coi mendicanti , però ! Efix trasalí: era quello il suo sogno di penitenza .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Gli pareva di sognare , ma non capiva .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
No , non sognava , tutto era vero ; il cortile era pieno di sole e d'ombra: qualche filodi legno cadeva dal balcone come cadono le foglie dei pini in autunno ; e al di là del muro si vedeva il monte bianco come di zucchero , e tutto era soave e tenero come al mattino quando egli era uscito dalla casa di don Predu .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
* La barchetta con le vele stese gli voltava la poppa e pareva lontana lontana, una grande barca in un mare lontano lontano, di sogno; e andava così a vele stese in quel mare di sogno con l'animuccia di Rirì meravigliata e smarrita... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Un dubbio più forte mi assalì, allora: che io avessi sognato?
---------------
* – C’è logica? – mi domandò egli un giorno, dopo avermi letto un passo di un libro del Finot, pieno d’una filosofia così sentimentalmente macabra, che pareva il sogno d’un becchino morfinomane, su la vita nientemeno dei vermi nati dalla decomposizione del corpo umano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Chiusa nel sogno del suo maestoso passato, non ne vuol più sapere di questa vita meschina che si ostina a formicolarle intorno. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ricordo, una notte, in piazza San Pietro, l’impressione di sogno, d’un sogno quasi lontano, ch’io m’ebbi da quel mondo secolare, racchiuso lì tra le braccia del portico maestoso, nel silenzio che pareva accresciuto dal continuo fragore delle due fontane. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma, d’altra parte, la verità ch’ora appariva a me stesso incredibile, una favola assurda, un sogno insensato, Ia verità potevo io dirgliela? Per non mentire anche adesso, dovevo confessarle d’aver mentito sempre? Ecco a che m’avrebbe condotto la rivelazione del mio stato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Un viso sbiancato di bambino sognante guarda verso sinistra e si sente che lì a sinistra . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* L* enciclopedia era il mio sogno più alto , V ideale più caro — il Hbro massimo e perfettissimo . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il sogno veniva cosi a esser spaccato quasi a mezzo , ma quel che rimaneva era tanto da mettere in pensiero uno scrittore di quindici o sedici anni . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Una storia com' io sognavo non era da farsi a furia di titoli : bisognava conoscer tutto r importante , pagina per pagina , e rileggere più d'una volta per scoprire le fonti e stabiUre le comparazioni . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Eppure : cosa chiedevo ? Forse di andar vestito come i signorini modello delle incisioni virtuose , tutti quanti attillati e ingolettati ? Forse di mangiar carne e dolciumi fino al vomito e air indigestione ? Chiedevo case belle , viaggi , fucili , cavalli di legno o teatri di burattini ? Ero brutto e spregevole — lo so e lo sapevo anche allora , — ma pure sotto quella bruttezza e quella miseria c'era un' anima che voleva sapere , conoscer la verità e imbeversi tutta di luce e sotto quel cappellaccio untuoso e quella testa spettinata c'era un cervello che voleva capir ogni idea e dappertutto entrare e sognare — c'era una mente che di già guardava quel che gli altri non vedono e si nutriv'a là dove i più non trovano che vuoto e desolazione . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Alla tristezza fisica e assoluta dei pomeriggi delle feste invernali tenne dietro l' inchiesta sui beni e sui mali dell'esistenza e lo spirito rispondeva di no a ogni promessa ; replicava di no a ogni bugiardo sogno , a ogni falso piacere e soffiava sugli ultimi incanti come il vento di mezzanotte sulle poche fiamme rimaste di una luminaria andata male . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Mi sembrava di non potere aver torto nella mia negazione e che questa non fosse soltanto la vigliacca protesta di un ragazzo sciupato dall'impotenza e dalla disordinata sogneria . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* La sua vita era doppia : amministratore o che so altro , durante il giorno era un sognatore ardente e scapigliato la sera e la domenica . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Si voleva essere ingannati e sognare : una delle frasi più ripetute fra noi era « che bisognava bere a gran sorsi nella coppa della chimera » . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Tutti i nostri sogni li abbiamo sognati in alto , coi piedi nelr erba fradicia e il profumo delle ginestre nell' aria . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E il giornale , il famoso giornale che sta in cima al pensiero di chi vuol irrompere tra la calca dei mille e dei milioni per svegliarli e illuminarli ; il lungamente sognato e promesso giornale di chi vuol prender il mondo d'assalto e aggredire gli assopiti contemporanei all'usanza masnadiera ; il tante volte proposto e disegnato giornale che deve raccogliere le impazienze degli ignoti , dar voce e figura a un manipolo d'oscuri , rivelare ai maestri immediati , ai non più giovani , agli uomini di trenta e quarant'anni che i veri giovani , i freschi giovani di vent'anni , son arrivati anche loro alla maggior età e che un' altra generazione ha finalmente diritto alla parola — questo giornale assolutamente necessario che dev' esser come lo stiramento de' muscoli di un prigione appena desto e disciolto , come il primo canto spiegato di una bocca che dovette fin' oggi mormorare soltanto ; questo giornale che doveva essere , che voleva essere e poteva essere la prima vendetta di tutte le malinconie , lo sfogo invocato di tutti gli sdegni , l'arma di tutti i colpi di mano , la tromba wagneriana di tutte le sfide , il diario dei nostri sogni , la cartuccia delle troppo attese demolizioni , il getto e lo zampillo arcobalenante dei pensieri più temerari — questo famoso giornale finalmente si fece . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Tutte le sere , per due o tre ore , ci s'ubriacava con questo sogno di parole e di carta e null'altro ci sembrava più importante intorno a noi e tutto quanto si scorgeva e giudicava in vista del giornale imminente . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Era necessario trovare un nome , un simbolo , un titolo che li raccogUesse tutti quanti : poeti e pensatori , pittori e sognatori . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
chimera
= mostro con testa e corpo di leone, una testa di capra sul dorso e coda di serpente fantasticheria, sogno irrealizzabile
---------------
incubo
= sogno angoscioso , spesso accompagnato da sensazioni di oppressione o soffocamento
---------------
onirico
= del sogno , dei sogni
---------------
risognare
= verbo trans. sognare di nuovo
---------------
risognarsi
= verbo riflessivo tornare a sognare, a sognarsi
---------------
sognabile
= che si può sognare .
---------------
sognante
= participio presente di sognare , che appare immerso nel sogno ,
---------------
sognare
= verbo transitivo vedere , immaginare in sogno ,
---------------
somniare
= sognare .
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io sogno
tu sogni
egli sogna
noi sogniamo
voi sognate
essi sognano
sognavo
sognavi
sognava
sognavamo
sognavate
sognavano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
sognai
sognasti
sognò
sognammo
sognaste
sognarono
sognerò
sognerai
sognerà
sogneremo
sognerete
sogneranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io ho sognato
tu hai sognato
egli ha sognato
noi abbiamo sognato
voi avete sognato
essi hanno sognato
avevo sognato
avevi sognato
aveva sognato
avevamo sognato
avevate sognato
avevano sognato
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
ebbi sognato
avesti sognato
ebbe sognato
avemmo sognato
aveste sognato
ebbero sognato
avrò sognato
avrai sognato
avrà sognato
avremo sognato
avrete sognato
avranno sognato
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io sogni
che Tu sogni
che Egli sogni
che Noi sogniamo
che Voi sogniate
che Essi sognino
sognassi
sognassi
sognasse
sognassimo
sognaste
sognassero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
abbia sognato
abbia sognato
abbia sognato
abbiamo sognato
abbiate sognato
abbiano sognato
avessi sognato
avessi sognato
avesse sognato
avessimo sognato
aveste sognato
avessero sognato
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io sognerei
tu sogneresti
egli sognerebbe
noi sogneremmo
voi sognereste
essi sognerebbero
avrei sognato
avresti sognato
avrebbe sognato
avremmo sognato
avreste sognato
avrebbero sognato
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
sogna
sogni
sogniamo
sognate
sognino
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
sognare avere sognato
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
sognante sognato
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
sognando avendo sognato

Ricerca nei classici sul web