Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano
Ricerca nei classici sul web
Coniugazione attiva del verbo: reggere
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
reggere avere retto
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
reggente retto
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
reggendo avendo retto
Coniugazione del verbo: reggere
coniugazione:2
forma: attiva intransitivo/transitivo
ausiliare: avere
- Infinito - Presente
Sinonimi di: reggere
amministrare capeggiare dirigere dominare gestire

governare guidare portare sostenere bloccare

trattenere resistere a sopportare aggrapparsi sostenersi sorreggersi trattenersi controllarsi

dominarsi frenarsi star su puntellarsi governarsi

afferrare attaccare sorreggere
Vocabulary and phrases
reggere
= verbo trans. tener ritto, sorreggere
---------------
* Qui ricomparve Lucia , col grembiule così carico di noci , che lo reggeva a fatica , tenendone le due cocche in alto , con le braccia tese e allungate .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Le tribolazioni aguzzano il cervello: e Renzo il quale , nel sentiero retto e piano di vita percorso da lui fin allora , non s'era mai trovato nell'occasione d'assottigliar molto il suo , ne aveva , in questo caso , immaginata una , da far onore a un giureconsulto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Allora il sagrestano non poté più reggere , e , chiamato il padre da una parte , gli andava susurrando all'orecchio: - ma padre , padre ! di notte . . .in chiesa . . .con donne . . .chiudere . . .la regola . . .ma padre ! - E tentennava la testa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'uomo reggeva a stento sulle spalle un gran sacco di farina , il quale , bucato qua e là , ne seminava un poco , a ogni intoppo , a ogni mossa disequilibrata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quello , reggendolo tuttavia , lo fece uscire di tra la tavola e la panca ; e , preso con una mano un lume , con l'altra , parte lo condusse , parte lo tirò , alla meglio , verso l'uscio di scala .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Le gambe provavano come una smania , un impulso di corsa , e nello stesso tempo pareva che durassero fatica a regger la persona .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Intanto l'appetito , risvegliato già da qualche tempo , andava crescendo di miglio in miglio ; e quantunque Renzo , quando cominciò a dargli retta , sentisse di poter reggere , senza grand'incomodo , per quelle due o tre che gli potevan rimanere ; pensò , da un'altra parte , che non sarebbe una bella cosa di presentarsi al cugino , come un pitocco , e dirgli , per primo complimento: dammi da mangiare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il lettighiero , stimolato da' cenni dell'innominato , faceva andar di buon passo le sue bestie ; le due cavalcature andavan dietro dietro , con lo stesso passo ; onde seguiva che , a certi luoghi più ripidi , il povero don Abbondio , come se fosse messo a leva per di dietro , tracollava sul davanti , e , per reggersi , doveva appuntellarsi con la mano all'arcione ; e non osava però pregare che s'andasse più adagio , e dall'altra parte avrebbe voluto esser fuori di quel paese più presto che fosse possibile .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ai poverini a cui quel primo ristoro avesse rese forze bastanti per reggersi e per camminare , davano un po' di danaro , affinché il bisogno rinascente e la mancanza d'altro soccorso non li rimettesse ben presto nello stato di prima ; agli altri cercavano ricovero e mantenimento , in qualche casa delle più vicine .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* " Anderò io , anderò a sincerarmi di tutto in una volta , - disse tra sé , e lo disse prima d'essere ancora in caso di reggersi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Guarda intanto: l'abito nuovo! Lo incigni adesso, peccato! E cominciò a dargli manacciate su le maniche per scuoterne via la sfarinatura delle paste ch'egli reggeva ancora nei due cartocci.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nei giorni belli don Filippino la conduceva a passeggio, un po' facendola camminare pian pianino coi suoi piedi, un po' reggendola in braccio, come fosse una bambina; poi sedeva su qualche masso a piè d'un albero; Tita allora s'arrampicava sui rami e, spenzolandosi, afferrata per la coda, tentava di ghermirgli la papalina per il fiocco o di acciuffargli la parrucca o di strappargli il Virgilio dalle mani.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si mise a cercare; ma presto troncò le ricerche, all'arrivo misterioso di una nuova educanda alla badia di Sant'Anna, d'una povera gobbetta che non poteva neanche reggere sul collo la grossa testa dai grandi occhi ovati nella macilenza squallida del viso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Arturo non si reggeva piú su le gambe.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sotto coperta non potei reggere; sopra, piovigginava con vento. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Il contadino, l’artigiano, e voi altre donne, sentite più retto di noi, perché la destrezza o la forza del corpo adoprate a più vari usi. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Ma più ella pregava, più l’anima con volo agitato e quasi colomba ferita, si reggeva in alto; più la s’affisava, (pensando a Dio) nell’oggetto del suo terrore, e meno disperatamente inorridiva. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Non mi reggo ritta. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Egli, l'uomo più retto e schietto che fosse al mondo, compativa poco le esitazioni del povero timido signor Giacomo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
La vecchia e gozzuta signora stava nel suo salotto tenendosi in collo un marmocchio col braccio sinistro e reggendo con la mano libera uno sperticato tubo di cartone infilato per isghembo nella finestra, come una spingarda, con la mira giù al lago scintillante, a una vela bianca, gonfia di breva. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Franco aveva cominciato a copiar con ardore anche lui, ma ci reggeva meno di sua moglie e poi non c'era lavoro per due. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ah perché d'improvviso quell'opera delicata e misteriosa come il lavoro dei liutai, fatta di pazienza di passione di coraggio, e di eterno sogno e di antica favola, perché era divenuta una incerta carcassa al paragone della somma di vita accorsa da tutti i punti dell'Universo e adunata meravigliosamente su quel volto quasi esangue i cui sùbiti rossori commovevano come gli accenti sublimi dell'eloquenza e come le grida dei fanciulli? Quanto ingegno teso e ostinato, quanta accortezza e destrezza, quante prove e riprove nel trovare i modi delle legature, delle giunture, degli innesti! E per qual segreto, a un tratto, ecco, le fragili falangi di quelle dita ripiegate all'angolo di quella bocca socchiusa potevano assumere un valore che aboliva tutto l'acume della ricerca e tutta la gioia dell'invenzione? Egli rivide la visitatrice, poggiata senza peso il gomito contro una costa della fusoliera, presso il timone verticale, sotto una sàrtia rigida d'acciaio, con la mano senza guanto fra la gota e il mento a reggere il viso chino nell'attitudine dell'ascolto, sembrando l'ombra del cappello alato raccogliere l'astuzia molteplice e la seduzione sagace di Mercurio imberbe. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
La lor felicità terribile non più si tendeva a mordere il dolore ma ad ascoltare il grido della bellezza dilaniata e derelitta. Pareti e volte decrepite; vecchie tele sfondate; tavole e seggiole sgangherate dalle gambe d'oro misere; tappezzerie lacere accanto a intonachi che si scrostavano, a mattoni che si sgretolavano; vasti letti pomposi, riflessi da specchi foschi; impalcature alzate a reggere i soffitti; e l'odore della muffa risecca e l'odore della calcina fresca; e pel vano d'una finestra due torri rosse nel cielo, un cigolio di passeri, uno schiamazzo di monelli; e pel vano d'un'altra una strada deserta, una chiesa senza preghiere, il picchierellare di due stampelle; e appeso un lampadario a gocciole di cristallo, e obliqua una striscia di sole sul pavimento; e un altro lampadario e un'altra striscia, e più triste la cosa lucida che l'estinta; e ancóra lampadarii in fila, guasti, pencolanti, simili a fragili scheletri congelati. O desolazione, desolazione senza bellezza!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli bevve il primo sorso, ché un succo divino riempì d'un tratto sino ai margini il calice nudo; e, per non perderne una stilla, egli reggendo con le dita il mento pose l'altra mano dietro la nuca, di sotto alle ali, e tenne il bel capo come si tiene un vaso senza anse.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Allora ella vide davanti a sé vacillare le quattro fiammelle funeree in un'ombra vacua. La tettoia, ch'ella ricordava occupata dall'apertura delle ali bianche, le sembrò d'una vastità spaventosa e sotterranea come quella d'una catacomba. — Dov'era il grande angelo abbagliante che si dibatteva sotto le travi? — Chiuse gli occhi, vacillò come le fiammelle, abbandonata dalla forza, incapace di dominare il suo sgomento. E sentiva le mani di Paolo che la reggevano; e desiderava di non più rinvenire ma di perdersi in lui. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E, così reggendola, sporse le labbra verso la mammella ancor seminuda della leonessa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Con un atto precipitato, ov'era forse un poco di spavento vero, Lunella abbassò il braccio che reggeva la testina di Tiapa; e gli occhi di vetro in bilico si chiusero, ma i suoi rimasero aperti smisuratamente verso il fàscino del canto, perché Vana non cantava soltanto con la gola ma con tutta l'espressione della faccia china verso la bimba e la bambola a disegnare l'orrore del mostro famelico. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Che mai portava ella inviluppato in quel pezzo di stoffa? Lo reggeva con le due mani, sorridendo; e mirabili erano nelle sue braccia i rilievi leggeri dei muscoli, le strie glauche delle vene, la peluria simile a quella delle foglie e dei frutti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Le ginocchia non la reggevano. Si volse; sedette dinanzi allo specchio e diede nelle mani della cameriera le sue trecce strette come i torticci dei marinai. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Non accuso, non accuso. Grido, perché tutte le mie ossa gridano come su la ruota, perché non m'è rimasta se non questa forza di gridare e bisogna che l'esaurisca per annientarmi. Non so perché, dianzi, mi sia venuto in mente quel che una sera diceste dell'avvoltoio che rigetta il suo cibo orribile, quando è assalito, e quando è ferito a morte, e dopo che è spirato anche. L'odore atroce fa impallidire e mancare chiunque gli s'avvicini. Non so perché mi sia venuto in mente questo, non so. Ma io ho tanta ignominia sul cuore, ho tanta abominazione dentro di me che non posso più reggerla. L'altare! Io su l'altare! Ma chi mai fu profanata, fu bruttata più di me? A Volterra, in un piccolo oratorio di campagna, c'è quell'Imagine che porta i segni delle tre pietre scagliate dal viandante malvagio. Era il mio rifugio, era il luogo del mio vóto. Ma dov'è il miracolo? E che cosa può mai l'amore, se il mio amore non ha potuto nulla?
---------------
* Andò, andò per più di un'ora, senza voler sostare un momento a riprender fiato; alla fine non ne poté più e sedette sul ciglio del viale: proprio cascava a pezzi: non aveva neanche più forza di reggere il capo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E dapprima lo mirò attraverso il velo, poi senza il velo, soffocando i singhiozzi, rattenendo il respiro per provare in sé la morte del figlio, che non riconosceva più; e come non poté regger più oltre a quell'arresto di vita in sé, si chinò a baciare la fronte del cadaverino e vi gemette sopra:
---------------
* non mi reggo più... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* non mi reggo più... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
- Non mi reggo più... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* non mi reggo più... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Le tolse il vassoio dalle mani e uscì per rientrare poco dopo con un altro vassoio di lacca, nuovo fiammante, che reggeva una magnifica rosoliera: un elefante inargentato, con una botte di vetro sul groppone, e tanti bicchierini appesi tutt’intorno, che tintinnivano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La casa era modesta; ma già tra i vecchi mobili si notavano parecchi nuovi venuti, pretensiosi e goffi nell’ostentazione della loro novità troppo appariscente: due grandi lumi di maiolica, per esempio, ancora intatti, dai globi di vetro smerigliato, di strana foggia, su un’umilissima mensola dal piano di marmo ingiallito, che reggeva uno specchio tetro in una cornice tonda, qua e là scrostata, la quale pareva si aprisse nella stanza come uno sbadiglio d’affamato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma che! Come aprì il cassetto e si sentì sgusciare sotto il naso quelle due bestie, si voltò verso me, che già non mi potevo più reggere e davo in uno scoppio di risa, e mi domandò:
---------------
Avevo vinto! Allungavo la mano sul mio mucchietto multiplicato, quanto un signore, altissimo di statura, da le spalle poderose troppo in sù, che reggevano una piccola testa con gli occhiali d’oro sul naso rincagnato, la fronte sfuggente, i capelli lunghi e lisci su la nuca, tra biondi e grigi, come il pizzo e i baffi, me la scostò senza tante cerimonie e si prese lui il mio denaro. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Poteva avere da quarant’anni : calvo sì e no, bruno, con occhiali d’oro, che non gli si reggevano bene sul naso, forse per il peso de la catenella pur d’oro. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E s’allontanò, cempennante, reggendosi con una mano al muro. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non mi potei più reggere: aprii la persiana. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Balzai in piedi, reggendomi al tavolino per non cadere, nell’improvviso smarrimento angoscioso: stupefatto, quasi atterrito, tesi l’orecchio, con l’idea di fuggire non appena quei due – Papiano e lo Spagnuolo (era lui, non c’era dubbio: lo avevo veduto nella sua voce) – avessero attraversato il corridoio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma Adriana, a questo punto, non poté più reggere:
---------------
* C’era, nel mezzo, un cavalletto, che reggeva una tela a metà abbozzata, la quale voleva essere il ritratto di Minerva, della cagnetta di Pepita, tutta nera, sdraiata su una poltrona tutta bianca, la testa allungata su le due zampine davanti. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
afforco
= ormeggio di una nave per mezzo delle due ancore di prua disposte ad angolo retto così da impedirne gli spostamenti .
---------------
ano
= orifizio terminale esterno dell'intestino retto .
---------------
apozeugma
= figura consistente nel far reggere a verbi di significato affine più costrutti che potrebbero essere retti da un unico
= verbo .
---------------
balire
= verbo trans. reggere , governare balire la spada , saperla maneggiare.
---------------
bilicare
= verbo trans. mettere in bilico , far stare in equilibrio soppesare , ponderare bilicarsi v. rifl. reggersi in bilico.
---------------
bretella
= spec.ognuna delle strisce di tessuto elastico , che passano sopra le spalle e s'allacciano ai calzoni per sorreggerli lista di tessuto che , passando sopra la spalla , serve a reggere un indumento femminile
---------------
bubalo
= grande antilope africana dalle caratteristiche corna piegate indietro ad angolo retto .
---------------
budriere
= o bodriere , cinghia di cuoio portata a tracolla , per reggere la sciabola o la spada.
---------------
capriata
= struttura triangolare anticamente di legno, in tempi più recenti d'acciaio o cemento armato, che ha la funzione di reggere il tetto di un edificio
---------------
clisma
= introduzione di liquidi nell'intestino retto a scopo diagnostico o terapeutico
---------------
comune
= suddivisione territoriale dello stato, comprendente un centro abitato principale e il territorio immediatamente circostante, retto da propri organi amministrativi
---------------
educandato
= collegio per l'educazione delle fanciulle retto da monache
---------------
emorroidi
= dilatazioni varicose delle vene del retto e dell'ano
---------------
flato
= gas formatosi nello stomaco - o nell'intestino ed emesso dalla bocca - o dal retto .
---------------
freno
= barra trasversale metallica , legata alle redini , che si mette in bocca al cavallo - o ad altri animali per reggerli e guidarli
---------------
fronda
= fronde , movimento di opposizione sviluppatosi in francia tra il 1648 e il 1653 contro la reggente anna d'austria e il suo ministro mazarino durante la minore età di luigi xiv , nell'intento di rovesciare l'assolutismo monarchico ogni movimento - o corrente di opposizione all'interno di un partito - o di un gruppo politico
---------------
interinato
= periodo di tempo in cui un ufficio o un incarico è retto ad interim
---------------
ipotassi
= costruzione del periodo fondata sulla subordinazione di una o più proposizioni a un'altra , detta reggente .
---------------
ipotenusa
= in un triangolo rettangolo , il lato maggiore , opposto all'angolo retto .
---------------
mentoniera
= accessorio del violino e della viola costituito da un elemento concavo di legno o di plastica che si applica alla base dello strumento e serve all'esecutore per appoggiarvi il mento e reggere così lo strumento stesso.
---------------
monarca
= colui che detiene il potere supremo di uno stato retto a monarchia - colui che occupa un posto di assoluta preminenza, colui che esercita un'egemonia incontrastata
---------------
ortognato
= si dice di cranio con angolo facciale che si approssima all'angolo retto .
---------------
portare
= verbo trans . reggere , sostenere un oggetto o un peso , spostandolo o trasferendolo da un luogo a un altro
---------------
portasciugamano o portasciugamani ,
= accessorio della stanza da bagno costituito da un supporto di forma e materiali vari per reggere gli asciugamani .
---------------
probo
= onesto , retto , moralmente integro
---------------
proctalgia
= dolore localizzato all'intestino retto .
---------------
proctite
= infiammazione dell'intestino retto .
---------------
proctologia
= ramo della medicina che studia le malattie dell'intestino retto .
---------------
proctorragia
= emorragia dall'intestino retto .
---------------
re
= capo di uno stato retto a monarchia
---------------
reggente
= participio presente di reggere , colui che esercita provvisoriamente funzioni altrui
---------------
reggenza
= dignità , ufficio, funzione di reggente
---------------
reggimento
= il reggere
---------------
rettocele
= protrusione dell'intestino retto nella vagina in seguito a lesione del setto che divide i due organi.
---------------
rettoscopia
= ispezione del retto mediante rettoscopio
---------------
sapienziale
= che riguarda la sapienza , che tratta della sapienza - libri sapienziali , denominazione di alcuni libri dell'antico testamento , che hanno per argomento la sapienza intesa sia come comportamento retto e avveduto sia come sapienza divina che ispira l'uomo e governa il mondo - letteratura sapienziale , letteratura di ispirazione gnomica e didascalica sviluppatasi anticamente presso egizi , sumeri , accadi , babilonesi .
---------------
scudiero scudiere ,
= giovane di nobile famiglia che nel medioevo accompagnava un cavaliere assistendolo e reggendogli lo scudo ,
---------------
sigma
= invar . , nome della diciottesima lettera dell'alfabeto greco2 parte terminale del colon discendente che precede il retto .
---------------
soffitto
= la superficie inferiore , visibile dal basso , della copertura di un locale - parte della scenografia che riproduce la copertura o la zona alta di un interno , in alpinismo , sporgenza ad angolo retto di una parete rocciosa ,
---------------
soppeso
= di soppeso , sollevando da terra e reggendo dal basso .
---------------
sorreggere
= verbo transitivo reggere dal di sotto , sostenere ,
---------------
sostentare
= verbo transitivo reggere un peso , sostenere ,
---------------
spallarm o spall'arm , inter . comando con cui si ordina a soldati schierati di portare il fucile alla spalla destra e di appoggiarvelo con la canna , reggendolo per il calcio con la mano destra
= il comando stesso ,
---------------
staffiere
= servo che un tempo reggeva la staffa al cavaliere ,
---------------
svastica
= antico simbolo magico-religioso diffuso presso varie popolazioni indoeuropee , costituito da una croce a quattro braccia terminanti con un segmento ad angolo retto volto a sinistra ,
---------------
traballare
= verbo intransitivo , esprime difficoltà a reggersi in piedi
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io reggo
tu reggi
egli regge
noi reggiamo
voi reggete
essi reggono
reggevo
reggevi
reggeva
reggevamo
reggevate
reggevano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
ressi
reggésti
resse
reggémmo
reggéste
ressero
reggerò
reggerai
reggerà
reggeremo
reggerete
reggeranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io ho retto
tu hai retto
egli ha retto
noi abbiamo retto
voi avete retto
essi hanno retto
avevo retto
avevi retto
aveva retto
avevamo retto
avevate retto
avevano retto
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
ebbi retto
avesti retto
ebbe retto
avemmo retto
aveste retto
ebbero retto
avrò retto
avrai retto
avrà retto
avremo retto
avrete retto
avranno retto
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io regga
che Tu regga
che Egli regga
che Noi reggiamo
che Voi reggiate
che Essi reggano
reggéssi
reggéssi
reggésse
reggéssimo
reggéste
reggéssero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
abbia retto
abbia retto
abbia retto
abbiamo retto
abbiate retto
abbiano retto
avessi retto
avessi retto
avesse retto
avessimo retto
aveste retto
avessero retto
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io reggerei
tu reggeresti
egli reggerebbe
noi reggeremmo
voi reggereste
essi reggerebbero
avrei retto
avresti retto
avrebbe retto
avremmo retto
avreste retto
avrebbero retto
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
reggi
regga
reggiamo
reggete
reggano
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
reggere avere retto
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
reggente retto
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
reggendo avendo retto

Ricerca nei classici sul web