Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano
Ricerca nei classici sul web
Coniugazione attiva del verbo: parere
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
parere essere parso
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
parvente parso
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
parendo essendo parso
Coniugazione del verbo: parere
coniugazione:2
forma: attiva intransitivo
ausiliare: essere
- Infinito - Presente
Sinonimi di: parere
apparire prospettare sembrare presentarsi assomigliare apparire considerare credere sembrare

andare a genio garbare piacere mostrarsi desiderare

figurare gradire somigliare a
Vocabulary and phrases
parere
= verbo intr . aggiunta accessoria fatta a un'opera letteraria o artistica
---------------
* Non fu però di questo parere l'Illustrissimo ed Eccellentissimo Signore , il Signor Don Pietro Enriquez de Acevedo , Conte di Fuentes , Capitano , e Governatore dello Stato di Milano ; non fu di questo parere , e per buone ragioni .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Che non può dir neppure a me ? Chi si prenderà cura della sua salute ? Chi le darà un parere ? . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Perpetua s'avvide d'aver toccato un tasto falso ; onde , cambiando subito il tono , - signor padrone , - disse , con voce commossa e da commovere , - io le sono sempre stata affezionata ; e , se ora voglio sapere , è per premura , perché vorrei poterla soccorrere , darle un buon parere , sollevarle l'animo . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Ma ! io l'avrei bene il mio povero parere da darle ; ma poi . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Il mio parere sarebbe che , siccome tutti dicono che il nostro arcivescovo è un sant'uomo , e un uomo di polso , e che non ha paura di nessuno , e , quando può fare star a dovere un di questi prepotenti , per sostenere un curato , ci gongola ; io direi , e dico che lei gli scrivesse una bella lettera , per informarlo come qualmente . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E quando , questa mattina , vi davo un buon parere . . .eh ! subito nelle furie .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A noi poverelli le matasse paion più imbrogliate , perché non sappiam trovarne il bandolo ; ma alle volte un parere , una parolina d'un uomo che abbia studiato . . .so ben io quel che voglio dire .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Renzo abbracciò molto volentieri questo parere ; Lucia l'approvò ; e Agnese , superba d'averlo dato , levò , a una a una , le povere bestie dalla stìa , riunì le loro otto gambe , come se facesse un mazzetto di fiori , le avvolse e le strinse con uno spago , e le consegnò in mano a Renzo ; il quale , date e ricevute parole di speranza , uscì dalla parte dell'orto , per non esser veduto da' ragazzi , che gli correrebber dietro , gridando: lo sposo ! lo sposo ! Così , attraversando i campi o , come dicon colà , i luoghi , se n'andò per viottole , fremendo , ripensando alla sua disgrazia , e ruminando il discorso da fare al dottor Azzecca-garbugli .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Onde , col parere del Senato et di una Giunta , eccetera , ha risoluto che si pubblichi la presente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Sicuro , - disse Agnese: e si diedero a cercare insieme la maniera ; giacché andar esse al convento , distante di là forse due miglia , non se ne sentivano il coraggio , in quel giorno: e certo nessun uomo di giudizio gliene avrebbe dato il parere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Bel parere che m'avete dato ! - disse ad Agnese .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La donna , stupefatta di così trista riuscita , voleva mettersi a dimostrare che il parere però era buono , e che Renzo non doveva aver saputo far la cosa come andava fatta ; ma Lucia interruppe quella questione , annunziando che sperava d'aver trovato un aiuto migliore .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E non si potrebbe dire la cura che dovevano aver que' poveretti , per schivare ogni parola che potesse parere allusiva all'antica condizione del convitante .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E , ad ogni modo , ridurre un uomo a spropriarsi del suo , a tosarsi la testa , a camminare a piedi nudi , a dormir sur un saccone , a viver d'elemosina , poteva parere una punizione competente , anche all'offeso il più borioso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E lei , signor dottor riverito , in vece di farmi de' sogghigni , per farmi capire ch'è del mio parere , perché non sostiene le mie ragioni , con la sua buona tabella , per aiutarmi a persuader questo signore ?
---------------
- Quand'è così , - riprese il frate , - il mio debole parere sarebbe che non vi fossero né sfide , né portatori , né bastonate .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Che ! - disse Agnese , - ti vorrei forse dare un parere contro il timor di Dio ? Se fosse contro la volontà de' tuoi parenti , per prendere un rompicollo . . .ma , contenta me , e per prender questo figliuolo ; e chi fa nascer tutte le difficoltà è un birbone ; e il signor curato . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Sentiamo il suo parere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Che razza d'uomini fossero , non si sarebbe potuto dir facilmente ; ma non si poteva creder neppure che fossero quegli onesti viandanti che volevan parere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Poco dopo , si mossero gli altri bravi , e discesero spicciolati , per non parere una compagnia: il Griso venne dopo ; e non rimase indietro che una bussola , la quale doveva esser portata al casolare , a sera inoltrata ; come fu fatto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Nelle annate scarse donna Ester diceva al servo , giunto il momento di pagarlo (trenta scudi all'anno e un paio di scarponi): — Abbi pazienza , per l'amor di Cristo: il tuo non ti mancherà .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
A non pochi sacrifizii s'era costretta perché un paio d'occhiali legati in oro , le accavalciasse il bel naso aristocratico . (Pirandello)
---------------
Sopraffatta, più che disperata, non potevo fissare il pensiero nello stato mio; mi parevo un’altra. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Strano che l’uomo debba in quasi ogni cosa parere o migliore o peggiore di quel ch’egli è. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Quanti potessero della presenza loro solleticare la sua vanità, circuiva con sollecitudine urgente, lieta del farli parere più sensitivi, e più fortunati ch’e’ non volessero: e a questo fine sapeva (dotta di certi effetti d’amore) commettere certe imprudenze pensate, certe avvedute semplicità, e lasciarsi andare a certi calori a freddo, da dare appicco a certe calunnie più ambite da essa che verisimili. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
La lingua ch’in Corsica nella gente che vuol parere da qualcosa è sudicia di francesismi accattati, nel popolo serba ancora modi schietti e potenti che rammentano la prosa di Dino e il verso di Dante. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
— "Lineamenti composti quasi fiore non isbocciato; tenui come disegno leggermente condotto a contorno: spirituale il profilo; di faccia, più piena e sensualuccia: candore primo di adolescenza, con rado rossore, ch’erra e si dilegua: occhi non limpidi, mollemente socchiusi, pupilla viva, sguardo possente se diretto, di mal augurio se obliquo: un mover di labbro disavvenente; ma in serietà la bocca gentilmente immota: l’aspetto piacente: poche e leggiere lentiggini al mento, che, piano, s’assottiglia bellamente, e alla gola: sotto il cappel bianco risalta dai capelli non bellissimi la fronte pura e senza ruga, e una ciocchettina divisa fa parere il candore, come sole tra il verde. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E per non parere ch’io voglia approfittarmi de’ miei vantaggi, a voi la scelta dell’armi".. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Lo accolse con gioia mista di gemito e di sorriso, come persona che si consola e patisce, e non vuol parere di patire. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Se questa visita si dovesse fare o no, se il decoro della famiglia Carabelli lo permettesse, se vi fosse quella probabilità di successo che donna Eugenia richiedeva, erano state le ultime questioni definite dalla diplomazia; perché malgrado la vecchia relazione della mamma Carabelli e della nonna Maironi i giovani non s'erano veduti che un paio di volte alla sfuggita ed erano i loro involucri di ricchezza e di nobiltà, di parentele e di amicizie, che si attraevano come si attraggono una goccia d'acqua marina e una goccia d'acqua dolce, benché le creature minuscole che vivono nell'una e nell'altra sieno condannate, se le due gocce si uniscono, a morirne. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Se si voleva tener la cosa segreta per un mese o due, non era mica per ingannare; era per aver tempo di disporvi la nonna e, se la nonna non volesse piegarsi, di preparar un paio di stanze a Oria.» «Oh povero me!», fece l'ingegnere. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il sagace Tartufo, curioso per natura come un bracco che va fiutando tutte le puzze, ficcando il muso in tutti i buchi e strofinandolo a tutti i calzoni, promise di fornirle alla signora marchesa dentro un paio di giorni, e se ne andò con gli occhi scintillanti, fregandosi le mani nell'aspettazione di una piacevole caccia. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Pasotti le ordinò a gesti, con una faccia dura da satrapo, di levar dal cassettone una camicia di bucato, dall'armadio un abito di mezza gala, da un canterano un paio di stivali; e quando sua moglie, frugando di qua e di là, trepidando, voltandosi ogni momento per seguir gli occhi e i gesti del padrone, pigliandosi spesso della bestia e spalancando allora la bocca per cercar di udire la parola veduta, ebbe approntato ogni cosa, Pasotti cacciò le gambe dal letto e disse: «Togli». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non sentiva simpatia per il Controllore col quale aveva scambiato un paio di visite in tutto e che aveva fama di «tedescone». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non parlò più, e passato un paio di minuti prese congedo con dignitosa freddezza, si ritirò masticando rabbia attraverso le barbabietole e le rape. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Tanto, io so tutto.» Povero signor Giacomo, sì, giuocare con quello spino in gola! Palpò, soffiò, uscì dove non avrebbe dovuto, sbagliò a contare i tarocchi, perdette un paio di frati con le relative pantofole, e malgrado il giuocone, lasciò alcune marchette negli artigli di Pasotti che ghignava e nel piattino della signora Barborin che ripeteva a mani giunte: «Cos'ha mai fatto, signor Giacomo, cos'ha mai fatto?». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
La tinca non si vede ancora ma deve esser grossa; il filo viene in su per un paio di braccia, poi è tirato furiosamente in giù; quindi torna a venire, viene, viene, e in fondo all'acqua, sotto il naso dei tre personaggi, balena un giallore, un'ombra mostruosa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Invece Luisa e Pedraglio erano del parere che tutti gli uomini validi dovessero ingrossare i battaglioni piemontesi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ma questa potendo parere una giustificazione personale, rispose invece: «In Russia». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Prima, però, domanderai al tuo signor bisnonno il permesso di prenderti il suo stivale.» Ella fece che Maria giungesse le mani e recitasse questa filastrocca guardando comicamente il soffitto: Caro signor bisnonno benedetto, 1 Questo stival, se Lei non se lo mette, Lo doni alla Sua Ombretta, Che aspetta con gran fretta Un paio di scarpette E Le scocca su in cielo un bel bacetto Alla pianta del piede con rispetto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
* Alto, asciutto, rigido e preciso come un inglese, coi baffetti ancora biondi e i capelli già canuti, fitti, corti corti, si dava l'aria di esercitar la professione tanto per fare qualche cosa; vestiva con ricca e semplice eleganza e portava sempre un paio di splendidi gambali di cuoio, di cui pareva ogni volta si dimenticasse apposta a casa d'affibbiar qualche stringa, per affibbiarsela fuori, per istrada o nelle visite, e richiamar così su essi l'attenzione. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Fra coloro che più spesso venivano a visitar la mamma era una sorella di mio padre, zitellona bisbetica, con un paio d’occhi da furetto, bruna e fiera. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ed ecco il Malagna, obbediente, far così e così, come diceva lei – per parere un signore anche lui. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E, per cominciare, scrissi una elaboratissima istanza, d’ufficio, all’esimio cavalier Gerolamo Pomino, assessore comunale per la pubblica istruzione, affinché la biblioteca Boccamazza o di Santa Maria Liberale fosse con la maggior sollecitudine provveduta di un paio di gatti per lo meno, il cui mantenimento non avrebbe importato quasi alcuna spesa al Comune, atteso che i suddetti animali avrebbero avuto da nutrirsi in abbondanza col provento della loro caccia. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Quel suo vicino era un signore magro, elegantissimo, su i quarant’anni; ma aveva il collo troppo lungo e gracile, ed era quasi senza mento, con un paio d’occhietti neri, vivaci, e bei capelli corvini, abbondanti, rialzati sul capo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Nuovo del luogo, ancora impacciato, avrei voluto parere anch’io almeno un poco come di casa: e studiavo quelli che mi parevano più disinvolti; se non che, quando meno me l’aspettavo, qualcuno di questi, ecco, impallidiva, fissava gli occhi, ammutoliva, poi buttava via la sigaretta, e, tra le risa dei compagni, scappava via; rientrava nella sala da giuoco. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ho conosciuto un uomo venerando e degno anche, per le singolarissime doti dell’intelligenza, d’essere grandemente ammirato: non lo era, né poco né molto, per un paio di calzoncini, io credo, chiari, a quadretti, troppo aderenti alle gambe misere, ch’egli si ostinava a portare. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Aveva una faccia da civetta, questo Grottanelli con un paio d’occhi tondi tondi, come di vetro, su cui abbassava, di tratto in tratto, quasi con pena certe pàlpebre cartilaginose. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ah, un paio d’ali! Come mi sentivo leggero!
---------------
«Ah, quest’occhio,» pensai, «così in estasi da un lato, rimarrà sempre suo nella mia nuova faccia! Io non potrò far altro che nasconderlo alla meglio dietro un paio d’occhiali colorati, che coopereranno, figuriamoci, a rendermi più amabile l’aspetto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Cesare, Napoleone e, per quanto possa parere indegno, anche la donna più bella... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Avevo già effettuato da capo a piedi la mia trasformazione esteriore: tutto sbarbato, con un paio di occhiali azzurri chiari e coi capelli lunghi, scomposti artisticamente: parevo proprio un altro! Mi fermavo qualche volta a conversar con me stesso innanzi a uno specchio e mi mettevo a ridere. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Parevo un pappagallo ammaestrato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Venne ad aprirmi un vecchio su i sessant’anni (Paleari? Papiano?), in mutande di tela, coi piedi scalzi entro un paio di ciabatte rocciose, nudo il torso roseo, ciccioso, senza un pelo, le mani insaponate e con un fervido turbante di spuma in capo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Io, per conto mio, posso attestare di non aver mai veduto in urla faccia volgarmente brutta, da maschera carnevalesca, un paio d’occhi più dolenti di quelli della signorina Silvia Caporale. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La signorina Silvia Caporale aveva più di quarant’anni e anche un bel paio di baffi, sotto il naso a pallottola sempre acceso. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il cuore forse ce l’avrei; ma io sono anche giusto, signorina; mi guardo allo specchio, con questo bel paio d’occhiali, che pure sono in parte pietosi, e mi sento cader le braccia: «Come puoi tu pretendere, mio caro Adriano,» dico a me stesso, «che qualche donna s’innamori di te?». ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Se cercassi, veda, d’acconciarmi in qualche modo, farei dire: «Guarda un po’ quel pover’uomo: si lusinga d’apparir meno brutto con quel paio di baffi!». ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non era vero: aveva ragione lei, la signorina Caporale: lo specchio, lo specchio aveva parlato e mi aveva detto che se un’operazione relativamente lieve poteva farmi sparire dal volto quello sconcio connotato così particolare di Mattia Pascal, Adriano Meis avrebbe potuto anche fare a meno degli occhiali azzurri, concedersi un paio di baffi e accordarsi insomma, alla meglio, corporalmente, con le proprie mutate condizioni di spirito. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il cuore mi balzò in petto dalla gioia, dalla riconoscenza: d’un salto, fui nel corridoio: ma lì, presso l’uscio della mia camera, trovai quasi asserpolato su un baule un giovane smilzo, biondissimo, dal volto lungo lungo, diafano, che apriva a malapena un paio d’occhi azzurri, languidi, attoniti: m’arrestai un momento, sorpreso, a guardarlo; pensai che fosse il fratello di Papiano; corsi al terrazzino. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
antennula
= nei crostacei , ciascuna delle antenne del primo paio .
---------------
apollo
= farfalla diurna alpina dalle grandi ali bianche , con macchie nere sul primo paio e rosse sul secondo .
---------------
calamistro
= strumento di ferro che si usava per arricciare i capelli organo costituito da setole ricurve, situato sul quarto paio di zampe dei ragni.
---------------
cestella
= dim. di cesta ciascuna delle due fossette contornate da peli prensili, di cui è fornito il terzo paio di zampe delle api operaie, che vi depositano polline e propoli.
---------------
coleotteri
= ordine di insetti caratterizzati da tegumento robusto ed elitre rigide e membranose che coprono nel riposo il secondo paio di ali, quelle atte al volo
---------------
consiglio
= suggerimento, parere che si dà a qualcuno per aiutarlo in dubbi o difficoltà , o per indurlo a fare o non fare qualcosa
---------------
consulenza
= parere tecnico dato da un esperto
---------------
consultare
= verbo trans. richiedere un consiglio, un parere su questioni di carattere tecnico
---------------
consultivo
= che esprime un parere o dei pareri ma non ha potere decisionale
---------------
crostacei
= classe di artropodi, per lo più acquatici, con corpo ricoperto da un involucro calcareo, forniti di quattro antenne e dieci o più zampe, di cui il primo paio trasformato in pinze
---------------
diplopodi
= ordine di artropodi con corpo cilindrico diviso in molti segmenti muniti di un paio di arti ciascuno
---------------
disparere
= diverso parere - opinione contrastante .
---------------
dissentire
= verbo intr . essere di parere contrario
---------------
ditteri
= ordine di insetti con un solo paio di ali sviluppato - l'altro rudimentale - apparato boccale succhiatore - capo munito di due antenne e di grandi occhi composti
---------------
diviso
= parere - pensiero - proposito
---------------
duplicidentati
= ordine di mammiferi che hanno - dietro ai due incisivi superiori - un altro paio di incisivi molto piccoli
---------------
elitra
= ciascuna delle ali esterne dei coleotteri - dure e rigide - che servono di protezione al secondo paio di ali - membranose e delicate .
---------------
emitteri
= ordine di insetti con apparato boccale atto a pungere e succhiare - primo paio d'ali per metà chitinizzate - metamorfosi incompleta
---------------
gnatopodio
= ciascuna appendice del primo paio di appendici toraciche di alcuni crostacei , atte ad afferrare.
---------------
ipoglosso
= dodicesimo paio dei nervi cranici , che svolge funzione motoria nei confronti dei muscoli della lingua
---------------
mosca
= insetto dal corpo scuro, con proboscide protrattile e un paio di ali trasparenti
---------------
pedipalpo
= negli aracnidi , ciascuno degli arti del secondo paio ,.
---------------
picchierellare
= verbo trans . e intr . paio , soprattutto di pani e frutti uniti insieme
---------------
pregado
= ciascuno dei membri del senato della repubblica veneta , così chiamati perché venivano pregati dal doge di dare il proprio parere al maggior consiglio sulle deliberazioni più importanti .
---------------
scolopendra
= animale dal morso velenoso , diffuso nei paesi caldi , con corpo allungato diviso in anelli , ognuno provvisto di un paio di arti .
---------------
senatoconsulto
= nell'antica roma , parere espresso formalmente dal senato , che acquistò progressivamente , nel primo periodo imperiale , valore di legge .
---------------
simplicidentati
= sottordine di roditori dotati di un solo paio di incisivi sulla mascella e sulla mandibola - sing . ogni roditore appartenente a tale sottordine .
---------------
smoccolatoio
= arnese simile a un paio di forbici che serve per smoccolare le candele o i lumi a petrolio .
---------------
spaiato
= participio passato di spaiare , cose che sono state disunite e che prima formavano un paio , una coppia ,
---------------
suffragio
= voto , dichiarazione di volontà per estens , parere favorevole ,
---------------
tentenna
= persona sempre indecisa , che cambia parere facilmente
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io paio
tu pari
egli pare
noi paiamo
voi parete
essi paiono
parevo
parevi
pareva
parevamo
parevate
parevano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
parvi
paresti
parve
paremmo
pareste
parvero
parrò
parrai
parrà
parremo
parrete
parranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io sono parso
tu sei parso
egli é parso
noi siamo parsi
voi siete parsi
essi sono parsi
ero parso
eri parso
era parso
eravamo parsi
eravate parsi
erano parsi
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
fui parso
fosti parso
fu parso
fummo parsi
foste parsi
furono parsi
sarò parso
sarai parso
sarà parso
saremo parsi
sarete parsi
saranno parsi
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io paia
che Tu paia
che Egli paia
che Noi paiamo
che Voi paiate
che Essi paiano
paréssi
paréssi
parésse
paréssimo
paréste
paréssero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
sia parso
sia parso
sia parso
siamo parsi
siate parsi
siano parsi
fossi parso
fossi parso
fosse parso
fossimo parsi
foste parsi
fossero parsi
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io parrei
tu parresti
egli parrebbe
noi parremmo
voi parreste
essi parrebbero
sarei parso
saresti parso
sarebbe parso
saremmo parsi
sareste parsi
sarebbero parsi
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
/
/
/
/
/
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
parere essere parso
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
parvente parso
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
parendo essendo parso

Ricerca nei classici sul web