Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano
Ricerca nei classici sul web
Coniugazione riflessiva del verbo: farsi
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
farsi essersi fatto
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
facente fattosi
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
facendo essendosi fatto
Coniugazione del verbo: farsi
coniugazione:1
forma: attiva transitivo
ausiliare: essere
- Infinito - Passato
Sinonimi di: fare
agire funzionare essere servire drogarsi

addirsi compiersi giocare coprire percorrere

fungere conferire un aspetto importa andare fottere prepararsi portarsi acquistarsi

comprarsi avere rapporti sessuali con scoparsi tagliarsi radersi

limarsi affacciarsi venire
Vocabulary and phrases
* Ma una classe qualunque non protegge un individuo , non lo assicura , che fino a un certo segno: nessuna lo dispensa dal farsi un suo sistema particolare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Oh vedete , - disse don Abbondio , con voce stizzosa: - vedete che bei pareri mi sa dar costei ! Viene a domandarmi come farò , come farò ; quasi fosse lei nell'impiccio , e toccasse a me di levarnela .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Eh ! le schioppettate non si dànno via come confetti: e guai se questi cani dovessero mordere tutte le volte che abbaiano ! E io ho sempre veduto che a chi sa mostrare i denti , e farsi stimare , gli si porta rispetto ; e , appunto perché lei non vuol mai dir la sua ragione , siam ridotti a segno che tutti vengono , con licenza , a . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Basta: ci penserà questa notte ; ma intanto non cominci a farsi male da sé , a rovinarsi la salute ; mangi un boccone .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'accoglienza fredda e impicciata di don Abbondio , quel suo parlare stentato insieme e impaziente , que' due occhi grigi che , mentre parlava , eran sempre andati scappando qua e là , come se avesser avuto paura d'incontrarsi con le parole che gli uscivan di bocca , quel farsi quasi nuovo del matrimonio così espressamente concertato , e sopra tutto quell'accennar sempre qualche gran cosa , non dicendo mai nulla di chiaro ; tutte queste circostanze messe insieme facevan pensare a Renzo che ci fosse sotto un mistero diverso da quello che don Abbondio aveva voluto far credere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E fu allora che mi sforzai , - proseguì , rivolgendosi di nuovo a Renzo , senza alzargli però gli occhi in viso , e arrossendo tutta , - fu allora che feci la sfacciata , e che vi pregai io che procuraste di far presto , e di concludere prima del tempo che s'era stabilito .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chi sa cosa avrete pensato di me ! Ma io facevo per bene , ed ero stata consigliata , e tenevo per certo . . .e questa mattina , ero tanto lontana da pensare . . .- Qui le parole furon troncate da un violento scoppio di pianto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* " Eh ! padre , son anni e anni che la non mi vuol far noci ; e io ne faccio legna " .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tanto che , più d'una volta , o scoraggito , dopo una trista riuscita , o inquieto per un pericolo imminente , annoiato del continuo guardarsi , stomacato della sua compagnia , in pensiero dell'avvenire , per le sue sostanze che se n'andavan , di giorno in giorno , in opere buone e in braverie , più d'una volta gli era saltata la fantasia di farsi frate ; che , a que' tempi , era il ripiego più comune , per uscir d'impicci .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Riflettendo quindi a' casi suoi , sentì rinascere più che mai vivo e serio quel pensiero di farsi frate , che altre volte gli era passato per la mente: gli parve che Dio medesimo l'avesse messo sulla strada , e datogli un segno del suo volere , facendolo capitare in un convento , in quella congiuntura ; e il partito fu preso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Contenta la famiglia , che ne usciva con onore ; contenti i frati , che salvavano un uomo e i loro privilegi , senza farsi alcun nemico ; contenti i dilettanti di cavalleria , che vedevano un affare terminarsi lodevolmente ; contento il popolo , che vedeva fuor d'impiccio un uomo ben voluto , e che , nello stesso tempo , ammirava una conversione ; contento finalmente , e più di tutti , in mezzo al dolore , il nostro Lodovico , il quale cominciava una vita d'espiazione e di servizio , che potesse , se non riparare , pagare almeno il mal fatto , e rintuzzare il pungolo intollerabile del rimorso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Un servitore , portando sur una sottocoppa un'ampolla di vino , e un lungo bicchiere in forma di calice , lo presentò al padre ; il quale , non volendo resistere a un invito tanto pressante dell'uomo che gli premeva tanto di farsi propizio , non esitò a mescere , e si mise a sorbir lentamente il vino .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Don Rodrigo ! io non posso far altro per lei , che pregar Dio ; ma lo farò ben di cuore .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Non son discorsi da farsi , neppur per burla , - disse Agnese .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - La farò io , la giustizia , io ! È ormai tempo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Sì , la farò io , la giustizia: lo libererò io , il paese: quanta gente mi benedirà . . . ! e poi in tre salti . . . !
---------------
* Dopo costui , continuarono a farsi vedere , di tempo in tempo , altre strane figure .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Uno entrava col pretesto di farsi insegnar la strada ; altri , passando davanti all'uscio , rallentavano il passo , e guardavan sott'occhio nella stanza , a traverso il cortile , come chi vuol vedere senza dar sospetto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A questo punto , Agnese si staccò dai promessi , e , detto sottovoce a Lucia: - coraggio ; è un momento ; è come farsi cavar un dente , - si riunì ai due fratelli , davanti all'uscio ; e si mise a ciarlare con Tonio , in maniera che Perpetua , venendo ad aprire , dovesse credere che si fosse abbattuta lì a caso , e che Tonio l'avesse trattenuta un momento .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Altri , che non avevan potuto ancora avvicinarsi a Gertrude così assediata , stavano spiando l'occasione di farsi innanzi , e sentivano un certo rimorso , fin che non avessero fatto il loro dovere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Seduto al sole sugli scalini , con la berretta ripiegata per farsi un po' d'ombra sul viso , appuntava col suo coltello a serramanico un piuolo che donna Ruth desiderava piantare sotto il portico ; ma lo scintillare della lama al sole gli faceva male agli occhi e la violacciocca già appassita tremolava sul suo ginocchio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Meglio pescar sanguisughe che farsi succhiare il sangue come te , malaugurato ! Sí , Maccabeo , te lo do lo scudo ; dieci e cento te ne do , se li vuoi , come li do a gente piú ragguardevole di te , alle tue padroncine , ai nobili e ai parenti dei Baroni , ma le fiche te le farò sempre finché sarai uno stupido , cioè fino alla tua morte . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Come farò , sola ? Ah , esse lo sapevano che doveva arrivare , e mi han lasciata sola . . .» L'abbraccio di quell'uomo sconosciuto , arrivato non si sa da dove , dalle vie del mondo , le destava una vaga paura ; ma ella sapeva bene i doveri dell'ospitalità e non poteva trascurarli .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Anche quello vi basterebbe ! — È vecchio come le pietre ! Che me ne faccio di Efix ? Meglio bello con un ramo di lentischio ! Ma d'un tratto il cane del prete , dopo aver abbaiato sul belvedere , corse giú urlando fuori del cortile e le donne smisero d'insolentirsi per andare a vedere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Non scappo , no ! Se vuoi esser piú sicuro monta su in groppa anche tu , babbèo ! Sbalordito , dopo essersi un po' fatto pregare e minacciare , Efix caricò la bisaccia sul cavallo che pareva si fosse addormentato , poi montò in groppa alle spalle di don Predu cercando di farsi leggero .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Io devo fare laserva ; ma lo faccio con piacere poiché si tratta di render felici i ragazzi . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dammele , che te le farò fruttare .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli non vuole che essa esca di casa , che vada a lavorare , e se la trova sulla soglia la fa rientrare , e se Grixenda si lamenta egli dice: — Per te io faccio morir le zie di dolore , zia Noemi specialmente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dalla cucina usciva un po' di barlume che illuminava una parte del cortile ; s'udiva dentro qualche timido rumore ; Noemi e donna Ester si muovevano di là , ma pareva avessero paura anche loro , paura di farsi sentire a vivere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Si alzò e disse: — Farò di tutto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Come sei divertente , diavolo ! Ti tengo con me tutta la vita , cosí mi svaghi quando sono di malumore ! Ti faccio sposare Stefana .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ho pensato bene prima di decidermi: lo faccio , credi pure , piú per dovere che per capriccio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Io farò la domanda come si conviene ; le manderò prete Paskale , o il dottore o chi vuole ; ma non voglio prendermi un rifiuto , eh , cosí Dio mi assista , questo no , perbacco ! Tu intendi , Efix ? Efix intendeva benissimo , e accennava di sí , di sí , col capo , con gli occhi scintillanti .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
C'erano due giovani nuoresi bellissimi che per farsi notare dalle fanciulle cominciarono a buttar soldi al cieco , mirando da lontano al petto , e ridendo ogni volta che colpivano giusto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Camminavano sempre a piccole tappe , fermandosi negli ovili dove il cieco riusciva a farsi ascoltare dai pastori: e pareva riconoscerli «all'odore» diceva lui , raccontando gli episodi piú commoventi del Vecchio Testamento ai piú semplici , ai timorati di Dio , e quelli che male interpretati avevano un sapore di scandalo , ai giovani ed ai libertini .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dimmelo , ti do altri nove reali ; che cosí me lo faccio anch'io per non andare al servizio militare .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Va' , e impiccati , Maria , che dici ? Se lo ammaliava lo ammaliava per farsi sposare . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma non lo faccio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— E allora dovrebbe scacciarmi ? E io come faccio , allora ? Grixenda si sposa e se ne va .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
* Giustino si rannicchiò in fondo al palco, nel buio, con le spalle a la parete attigua al palcoscenico, per non farsi scorgere dagli attori, di cui rimbombavano le voci nel teatro vuoto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Questa protesta di fierezza, in cui s'indugiava con crescente soddisfazione, era la scusa con cui, tergiversando, la sua coscienza accoglieva la segreta speranza che Silvia venisse a Torino per farsi riprendere da lui. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Si teneva in fondo, per non farsi scorgere. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non poteva farsi vedere... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Che tentazione, intanto, di correre al palcoscenico, farsi largo, da padrone, riprendere il suo posto, la bacchetta del comando! Un furore eroico lo sollevava, di far cose inaudite, non mai vedute, per cangiar di punto in bianco le sorti di quella serata, sotto gli occhi attoniti di tutto il pubblico; dimostrare che c'era lui, adesso, lui, l'autore del trionfo della Nuova colonia... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* e allora il povero piccino ha detto: «E che ci faccio più io qua?» e se n'è andato... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Venga, venga qua, glielo faccio vedere... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* che me ne faccio più? A te possono servire... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Ecco: il mio caso è assai più strano e diverso; tanto diverso e strano che mi faccio a narrarlo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma noi, forti della protezione della mamma, non le davamo retta, e lei si stizziva così fieramente che, se avesse potuto senza farsi vedere o sentire, ci avrebbe certo picchiato fino a levarci la pelle. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Per cagion sua, quante speranze non feci concepire alla mamma: ch’io stessi cioè per metter senno e prender gusto alla campagna. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Mi feci dare da Mino il recapito di quella strega. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– Lo dici a me? – feci io. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Faccio io, faccio io; so quel che debbo fare. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* M’accorgevo intanto che questa guardia ch’io facevo a mia madre irritava sordamente la strega e anche mia moglie, e temevo che, quand’io non fossi in casa, esse, per sfogar la stizza e votarsi il cuore della bile, la maltrattassero. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Un giorno, però, non feci a tempo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– Senti; – le dissi io allora, con la voce che mi tremava dal violento sforzo che facevo su me stesso, per contenermi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il giorno appresso, io mi recai a visitar la mamma e ne parlai a lei, poiché zia Scolastica, da me, non volle farsi vedere. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
M’assalì una stizza violenta; rifiutai, senza ringraziare, e feci per scostarmi da lei; ma ella mi prese, ridendo, per un braccio, e – affettando con me, innanzi a gli altri, un tratto confidenziale – mi parlò piano, affrettatamente. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Mi feci innanzi; ella mi scorse: stava per giocare e si trattenne, aspettando evidentemente che giocassi io, per puntare dov’io puntavo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
agghindare
= verbo trans. vestire , adornare con eleganza ricercata abbellire agghindarsi
= verbo rifl. ornarsi , farsi bello , spec . con leziosità e affettazione .
---------------
artiglio
= unghia adunca , a volte retrattile , di animali predatori , quali gli uccelli rapaci e i felini cadere negli , sotto gli artigli di qualcuno , cadere in potere di persona avida o violenta tirar fuori gli artigli , diventare aggressivo , farsi valere .
---------------
attorniare
= verbo trans. circondare , farsi attorno
---------------
autostop
= il fermare autoveicoli privati in transito per farsi trasportare gratuitamente
---------------
beffar verbo trans. fare , giocare una beffa a qualcuno canzonare , deridere beffarsi v. rifl. farsi beffe di qualcuno o di qualcosa
---------------
burlarsi
= intr. pronominale , farsi beffe
---------------
cacata
= il cacaresterco, feci cosa di nessun valore
---------------
chetichella
= alla chetichella, di nascosto, senza farsi accorgere
---------------
coccolone
= colui che ama farsi coccolare.
---------------
coinvolgimento
= il fatto, il risultato del coinvolgere o del farsi coinvolgere in una determinata situazione.
---------------
coprostasi
= ristagno delle feci nell'intestino per un periodo superiore a quello normale.
---------------
diarrea
= emissione frequente di feci liquide o semiliquide .
---------------
dileggiare
= verbo trans . farsi beffe di qualcuno o di qualcosa
---------------
evacuativo
= che favorisce l'evacuazione delle feci .
---------------
fecale
= delle feci , costituito da feci
---------------
frollo
= tenero , morbido - carne frolla , sottoposta a frollatura - pasta frolla , pasta friabile per dolci fatta di farina , burro , zucchero e uova - uomo di pasta frolla , uomo debole , di fisico - o di carattere - avere le mani di pasta frolla , farsi cadere tutto di mano debole , fiacco , molle .
---------------
gattonare
= verbo trans. seguire la preda strisciando sul terreno per non farsi vedere , detto dei mammiferi predatori e , per estens. , dei cacciatori
---------------
gergo
= linguaggio convenzionale usato dagli appartenenti a determinate categorie o gruppi sociali al fine di non farsi intendere da colui che ne è estraneo
---------------
incapricciarsi
= o incapriccirsi , verbo rifl . farsi prendere da un capriccio , ostinarsi in un capriccio - invaghirsi
---------------
monacando
= colui che sta per farsi monaco.
---------------
monacazione
= il farsi monaco o monaca
---------------
rabbuiarsi
= verbo riflessivo diventare buio, farsi scuro
---------------
raparsi
= verbo riflessivo tagliarsi o farsi tagliare i capelli a zero.
---------------
riabbellirsi
= verbo riflessivo farsi bello di nuovo.
---------------
saracino variante o pop . di saraceno ,
= - giostra del saracino , giostra che si corre in alcune località dell'italia centrale , durante la quale viene innalzato un fantoccio girevole raffigurante un saraceno , che va colpito stando a cavallo senza farsi colpire a propria volta ,
---------------
schernire
= verbo transitivo farsi beffe di qualcuno con atti o parole sprezzanti ,
---------------
scontare
= verbo transitivo anticipare o farsi ant ,
---------------
sgamare
= verbo transitivo capire , intuire qualcosa di dissimulato - farsi sgamare , farsi scoprire mentre si sta facendo qualcosa di nascosto .
---------------
sgomitare
= verbo transitivo colpire coi gomiti - farsi largo fra la gente a gomitate ,
---------------
sgonnellare
= verbo intransitivo andare in giro qua e là , affaccendandosi per farsi notare e ammirare .
---------------
solecchio
= solo nella , farsi solecchio , riparare gli occhi dalla luce del sole tenendo la mano tesa all'altezza delle sopracciglia .
---------------
sottentrare
= verbo intransitivo entrare sotto , farsi sotto a qualcosa , prendere il posto di un'altra persona o di un'altra cosa sostituendola o succedendo a essa ,
---------------
steatorrea
= abnorme eliminazione di grassi con le feci , sintomo caratteristico delle sindromi spruetiche .
---------------
sterco
= feci , escrementi degli animali , feci , escrementi dell'uomo ,
---------------
stitichezza
= difficoltà nell'evacuazione delle feci ,
---------------
trainare
= verbo transitivo , tirare , trascinare un carico - rimorchiare , i buoi trainano il carro - artiglieria trainata - farsi trainare , lasciarsi guidare passivamente .
---------------
umanarsi verbo riflessivo farsi uomo , assumere natura umana
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io mi faccio
tu ti fai
egli si fa
noi ci facciamo
voi vi fate
essi si fanno
mi facevo
ti facevi
si faceva
ci facevamo
vi facevate
si facevano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
mi feci
ti facesti
si fece
ci facemmo
vi faceste
si fecero
mi farò
ti farai
si farà
ci faremo
vi farete
si faranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io mi sono fatto
tu ti sei fatto
egli si é fatto
noi ci siamo fatti
voi vi siete fatti
essi si sono fatti
mi ero fatto
ti eri fatto
era fatto
ci eravamo fatti
vi eravate fatti
si erano fatti
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
mi fui fatto
ti fosti fatto
si fu fatto
ci fummo fatti
vi foste fatti
si furono fatti
mi sarò fatto
ti sarai fatto
si sarà fatto
ci saremo fatti
vi sarete fatti
si saranno fatti
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io mi faccia
che Tu ti faccia
che Egli si faccia
che Noi ci facciamo
che Voi vi facciate
che Essi si facciano
mi facessi
ti facessi
si facesse
ci facessimo
vi faceste
si facessero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
mi sia fatto
ti sia fatto
si sia fatto
ci siamo fatti
vi siate fatti
si siano fatti
mi fossi fatto
ti fossi fatto
si fosse fatto
ci fossimo fatti
vi foste fatti
si fossero fatti
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io mi farei
tu ti faresti
egli si farebbe
noi ci faremmo
voi vi fareste
essi si farebbero
mi sarei fatto
ti saresti fatto
si sarebbe fatto
ci saremmo fatti
vi sareste fatti
si sarebbero fatti
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
fa'ti
si faccia
facciamoci
fatevi
si facciano
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
farsi essersi fatto
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
facente fattosi
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
facendo essendosi fatto

Ricerca nei classici sul web