Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano
Ricerca nei classici sul web
Coniugazione riflessiva del verbo: alzarsi
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
alzarsi essersi alzato
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
alzantesi alzatosi
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
alzandosi essendosi alzato
Coniugazione del verbo: alzarsi
coniugazione:1
forma: attiva transitivo
ausiliare: essere
- Infinito - Passato
Sinonimi di: alzare
elevare ergere salpare inastare innastare

aprire le ali decollare arrendersi cedere dare volume

berciare gridare balzar su costruire
Vocabulary and phrases
* Dall'una all'altra di quelle terre , dall'alture alla riva , da un poggio all'altro , correvano , e corrono tuttavia , strade e stradette , più o men ripide , o piane ; ogni tanto affondate , sepolte tra due muri , donde , alzando lo sguardo , non iscoprite che un pezzo di cielo e qualche vetta di monte ; ogni tanto elevate su terrapieni aperti: e da qui la vista spazia per prospetti più o meno estesi , ma ricchi sempre e sempre qualcosa nuovi , secondo che i diversi punti piglian più o meno della vasta scena circostante , e secondo che questa o quella parte campeggia o si scorcia , spunta o sparisce a vicenda .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Perché , al suo apparire , coloro s'eran guardati in viso , alzando la testa , con un movimento dal quale si scorgeva che tutt'e due a un tratto avevan detto: è lui ; quello che stava a cavalcioni s'era alzato , tirando la sua gamba sulla strada ; l'altro s'era staccato dal muro ; e tutt'e due gli s'avviavano incontro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Cosa comanda ? - rispose subito don Abbondio , alzando i suoi dal libro , che gli restò spalancato nelle mani , come sur un leggìo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Gli era occorso di difendere , in più d'un'occasione , la riputazione di quel signore , contro coloro che , a bassa voce , sospirando , e alzando gli occhi al cielo , maledicevano qualche suo fatto: aveva detto cento volte ch'era un rispettabile cavaliere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando si venne al nome terribile del mandante , bisognò che Perpetua proferisse un nuovo e più solenne giuramento ; e don Abbondio , pronunziato quel nome , si rovesciò sulla spalliera della seggiola , con un gran sospiro , alzando le mani , in atto insieme di comando e di supplica , e dicendo: - per amor del cielo !
---------------
* Stette il giovine in forse un momento di tornare indietro , per metterlo alle strette , e farlo parlar più chiaro ; ma , alzando gli occhi , vide Perpetua che camminava dinanzi a lui , ed entrava in un orticello pochi passi distante dalla casa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Don Abbondio gli andò dietro , e , mentre quegli girava la chiave nella toppa , se gli accostò , e , con volto serio e ansioso , alzandogli davanti agli occhi le tre prime dita della destra , come per aiutarlo anche lui dal canto suo , - giurate almeno . . .- gli disse .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Onde , con quel tono d'interrogazione che va incontro a una trista risposta , alzando la barba con un moto leggiero della testa all'indietro , disse: - ebbene ? - Lucia rispose con uno scoppio di pianto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Alzando la faccia , per comunicare alle donne il suo progetto , il frate s'accorse di lui , e lo salutò in un modo ch'esprimeva un'affezione consueta , resa più intensa dalla pietà .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E ora , se vedesse come si ritirano . . .- A questo punto , alzando gli occhi al volto del padre , vide che s'era tutto rannuvolato , e s'accorse d'aver detto ciò che conveniva tacere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il padre voleva schermirsi ; ma don Rodrigo , alzando la voce , in mezzo al trambusto ch'era ricominciato , gridava: - no , per bacco , non mi farà questo torto ; non sarà mai vero che un cappuccino vada via da questa casa , senza aver gustato del mio vino , né un creditore insolente , senza aver assaggiate le legna de' miei boschi - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Viva mill'anni don Gasparo Guzman , conte d'Olivares , duca di san Lucar , gran privato del re don Filippo il grande , nostro signore ! - esclamò , alzando il bicchiere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - La vostra protezione ! - esclamò , dando indietro due passi , postandosi fieramente sul piede destro , mettendo la destra sull'anca , alzando la sinistra con l'indice teso verso don Rodrigo , e piantandogli in faccia due occhi infiammati: - la vostra protezione ! È meglio che abbiate parlato così , che abbiate fatta a me una tale proposta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Afferrò rapidamente per aria quella mano minacciosa , e , alzando la voce , per troncar quella dell'infausto profeta , gridò: - escimi di tra' piedi , villano temerario , poltrone incappucciato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Poh . . . ! - rispose Tonio , piegando il capo sulla spalla destra , e alzando la mano sinistra , con un viso che diceva: mi fai torto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Vorrei sapere , - gridò , digrignando i denti , e alzando la voce , quanto non aveva mai fatto prima d'allora , alla presenza del padre Cristoforo ; - vorrei sapere che ragioni ha dette quel cane , per sostenere . . .per sostenere che la mia sposa non dev'essere la mia sposa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Intanto don Abbondio , finito di scrivere , rilesse attentamente , senza alzar gli occhi dalla carta ; la piegò in quattro , dicendo: - ora , sarete contento ? - e , levatosi con una mano gli occhiali dal naso , la porse con l'altra a Tonio , alzando il viso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Avevan quasi appena alzati i calcagni , quando scoccò la campana: un tocco , e due , e tre , e seguita: sarebbero stati sproni , se quelle ne avessero avuto bisogno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Le hanno portate via ! Le hanno portate via ! - Ci fu allora di quelli che , alzando la voce , proposero d'inseguire i rapitori: che era un'infamità ; e sarebbe una vergogna per il paese , se ogni birbone potesse a man salva venire a portar via le donne , come il nibbio i pulcini da un'aia deserta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Convien poi dire che il nostro buon Cristoforo avesse , in quella lettera , raccomandate le donne con molto calore , e riferito il loro caso con molto sentimento , perché il guardiano , faceva , di tanto in tanto , atti di sorpresa e d'indegnazione ; e , alzando gli occhi dal foglio , li fissava sulle donne con una certa espressione di pietà e d'interesse .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Noemi osservò che le calze di lui erano verdi , un colore strano davvero per calze da uomo , e accese il fuoco ripetendo fra sé:«Ah , Ester gli ha scritto di nascosto ? Che se lo curi lei , adesso !» E provava un vago timore a voltarsi , a guardare quella figura d'uomo un po' tutta strana , verde e gialla , immobile sulla panca dalla quale pareva non dovesse alzarsi piú .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Alzati , — disse Efix , curvo su lui .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Io , ricordo , mi alzai , ma ricaddi seduto battendo la testa alla spalliera della cassapanca .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Eppoi quando si è orfani ! Su , alzati ; vuoi mangiare ? Entrò nella capanna e tornò sbucciando una cipolla: Giacinto stava immobile , abbattuto , forse pentito della sua confessione , ed egli non osò piú parlare .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Allora non piú tardi di domani ve li restituirò , — promise alzandosi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Ah , — disse donna Ester , alzandosi e incrociandosi lo scialle sul petto , — del resto bisogna esser pazienti e prudenti .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Hai inteso , miserabile ? Allora Giacinto lo guardò a sua volta da sotto in su , maligno e sorpreso , poi sollevò di nuovo le braccia e parve alzarsi da terra scuotendosi tutto contro Efix come un'aquila sopra la sua preda .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Mah , lasciamo stare , — aggiunse , battendosi le mani sulle ginocchia e poi alzandosi e poi rimettendosi a sedere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma adesso fa' il piacere , alzati e vattene .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma quando fu per alzarsi ricadde , come se i piedi gli scivolassero sul selciato dell'ingresso , e batté la testa al muro e le mani al suolo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Gli pareva d'essere ancora seduto davanti alla sua capanna nel poderetto , e sentiva il frusciare delle canne , ed era la voce del suo cuore che gli diceva: — Efix , se stai lí per vera penitenza , perché temi d'esser riconosciuto ? Alzati quando passa il tuo padrone e salutalo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ed ecco Efix , vinto dal sonno , crede di non poter piú sollevare le palpebre e di sognare: vede il vecchio cieco mettersi a sedere , protendersi in ascolto ,appoggiare la mano al tronco della quercia , alzarsi e dopo un momento di esitazione accostarsi a lui e con la mano adunca tirar su la bisaccia come pescandola nell'ombra .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli irritato e alzando la voce: "Ma per chi mi pigliate voi dunque? I’ ho pagato e per lei e per voi: ho pagato, intendete, abbastanza. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Non lacrimavo ma gemevo; e ad ora ad ora alzavo gli occhi e la voce come bambino picchiato. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Il giorno dopo stavano le due donne ragionando di tutt’altro: quando Maria alzando gli occhi vide le lacrime che le gocciolavano tacite fino alla pezzuola che mal nascondeva il sobbalzare del seno. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Si fermava a veder la luna spuntare, rosseggiante a fior d’acqua quasi vela infiammata, e alzandosi lentamente, cadere a piombo una colonna di fuoco sull’onde che paiono, dal raggio quasi da tromba tirate in alto, confondersi coll’orizzonte; poi vedere la colonna di luce che si fa più chiara e si stende rotta qua e là, e si frange alle rive e si sparpaglia in fasci di raggi e scintille. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
«Oh là!», gli fece Pasotti alzando le braccia. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Pasotti lo vide alzarsi, dar di piglio ai remi e allontanarsi remando adagio, verso l'alto lago, verso il golfo selvaggio del Dòi; la bandiera bianca e azzurra si spiegava tutta, sventolava sulla scia. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Andiamo», disse la marchesa, alzandosi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Euh, che diavol d'on omm!», rispose colei, alzando rabbiosamente il lume in aria. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
* E quanto tempo avevo dunque giocato? Mi alzai pian piano; uscii. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Ne affittiamo un’altra, – disse allora ella, alzando gli occhi con aria d’indifferenza forzata. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Ma come potevo io impedirlo? – disse quella, alzando un po’ la voce con intensa esasperazione. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Approfittandomi del buio, alzavo un pugno, come per scaraventarglielo in faccia. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Subito! – esclamò il signor Anselmo, alzandosi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Che ero andato a far lì? Mi guardai attorno; poi gli occhi mi s’affisarono su l’ombra del mio corpo, e rimasi un tratto a contemplarla; infine alzai un piede rabbiosamente su essa. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– Crepa, megera! Io sono qua, vivo! Sù, alzati tu, bel tomo! Dov’è Romilda?
---------------
* Di tratto in tratto , alzando gli occhi miopi dai fogli scritti , vedevo innanzi a me , in quel giuoco d' ombre scure e di chiari rossastri , le faccie attente dei miei compagni , le file disordinate del mio esercito , e mi pareva di leggere in alcuni occhi il fremito voglioso del sì e sentivo rombar nei miei orecchi i palpiti accelerati di venti , di trenta cuori e un soffio di simpatia calorosa veniva verso di me avvolgendomi tutto e mi commosse talmente che lOI le ultime frasi , che avevo scritte colle mie parole più armoniose e luminose nel freddo solitario di una mezzanotte d' inverno , mi usciron fuori come interrotte e soffocate da uno strano intenerimento improvviso . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E il giorno dopo ricomincio come prima : vado a letto presto , dormo dieci ore senza svegliarmi , senza sognare ; mi alzo con la testa vuota e la bocca amara e vivo fino alla sera in quel modo che ho confessato fremendo il giorno innanzi . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E via via strappavo i fogli non ancor tutti riempiti di grosse lettere nere e frettolose e mi tormentavo gli occhi con le mani , e fissavo stupidamente gh occhi verso una qualche stupida cosa , eppure tracciavo quasi sognando profili di mostri e di vecchi arcigni barbuti e strappavo altri fogli e maledicevo me stesso e finalmente mi alzavo ad un tratto e gettando via seggiola e penna mi buttavo sul letto , senza poter dormire , senza poter sognare , senza poter dimenticare . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Li ho sacrificati nelle giornate d' inverno , nei crepuscoli pigri (che noia lasciare a mezzo una pagina che ti tiene e alzarsi dalla seggiola calda per cercare i fiammiferi !) , nelle sale ottuse delle bi — 257 — blioteche antiquate , — ostinato a leggere finché potevo indovinare la forma delle lettere ; finché potevo scrivere , quasi a tasto , sulla carta non rigata ! E la mattina , spesso , appena il primo chiaro veniva di tra le imposte ripigliavo il libro lasciato per forza la sera , e leggevo e leggevo , restando a letto , finché lo schifo del caldo animale dei lenzuoli non mi cacciava fuori , al freddo della strada e alle faccende consuete . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Son seduti e non vogliono alzarsi . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
Mi alzai sempre accompagnato dai migliori propositi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
alzo
= parte mobile del dispositivo di puntamento delle armi da fuoco , che può assumere diverse altezze secondo la distanza del bersaglio e quindi determinare una diversa inclinazione dell'arma alzo zero , posizione di tale dispositivo a cui corrisponde quella orizzontale dell'arma , per tiri ravvicinati .
---------------
brindisi
= saluto che si fa in onore di qualcuno o come buon auspicio di qualcosa , alzando e toccando i bicchieri prima di bere
---------------
cabrata
= manovra che un aereo compie alzando la prua rispetto al pilota.
---------------
calcola
= spec. ciascuno dei regoli di un telaio a mano che, alzati o abbassati dal piede del tessitore, aprono o chiudono i fili dell'orditoparte di un meccanismo che, azionata dal piede, funziona come le calcole del telaio.
---------------
metacentro
= punto oltre il quale il baricentro di un natante non può alzarsi senza che il natante stesso perda l'equilibrio stabile e si capovolga
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io mi alzo
tu ti alzi
egli si alza
noi ci alziamo
voi vi alzate
essi si alzano
mi alzavo
ti alzavi
si alzava
ci alzavamo
vi alzavate
si alzavano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
mi alzai
ti alzasti
si alzò
ci alzammo
vi alzaste
si alzarono
mi alzerò
ti alzerai
si alzerà
ci alzeremo
vi alzerete
si alzeranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io mi sono alzato
tu ti sei alzato
egli si é alzato
noi ci siamo alzati
voi vi siete alzati
essi si sono alzati
mi ero alzato
ti eri alzato
era alzato
ci eravamo alzati
vi eravate alzati
si erano alzati
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
mi fui alzato
ti fosti alzato
si fu alzato
ci fummo alzati
vi foste alzati
si furono alzati
mi sarò alzato
ti sarai alzato
si sarà alzato
ci saremo alzati
vi sarete alzati
si saranno alzati
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io mi alzi
che Tu ti alzi
che Egli si alzi
che Noi ci alziamo
che Voi vi alziate
che Essi si alzino
mi alzassi
ti alzassi
si alzasse
ci alzassimo
vi alzaste
si alzassero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
mi sia alzato
ti sia alzato
si sia alzato
ci siamo alzati
vi siate alzati
si siano alzati
mi fossi alzato
ti fossi alzato
si fosse alzato
ci fossimo alzati
vi foste alzati
si fossero alzati
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io mi alzerei
tu ti alzeresti
egli si alzerebbe
noi ci alzeremmo
voi vi alzereste
essi si alzerebbero
mi sarei alzato
ti saresti alzato
si sarebbe alzato
ci saremmo alzati
vi sareste alzati
si sarebbero alzati
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
alzati
si alzi
alziamoci
alzatevi
si alzino
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
alzarsi essersi alzato
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
alzantesi alzatosi
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
alzandosi essendosi alzato

Ricerca nei classici sul web