Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano
Ricerca nei classici sul web
Coniugazione riflessiva del verbo: accettarsi
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
accettarsi essersi accettato
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
accettantesi accettatosi
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
accettandosi essendosi accettato
Coniugazione del verbo: accettarsi
coniugazione:1
forma: attiva transitivo
ausiliare: essere
- Infinito - Passato
Sinonimi di: accettare
accogliere ammettere accreditare acconsentire approvare

adattarsi adeguarsi assoggettare assumere autorizzare

concedere dire gradire adattare piegare
Vocabulary and phrases
* Al vedere che una povera ragazza mandava a chiamare , con tanta confidenza , il padre Cristoforo , e che il cercatore accettava la commissione , senza maraviglia e senza difficoltà , nessun si pensi che quel Cristoforo fosse un frate di dozzina , una cosa da strapazzo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Né s'ingannava: la badessa e alcune altre monache faccendiere , che avevano , come si suol dire , il mestolo in mano , esultarono nel vedersi offerto il pegno d'una protezione tanto utile in ogni occorrenza , tanto gloriosa in ogni momento ; accettaron la proposta , con espressioni di riconoscenza , non esagerate , per quanto fossero forti ; e corrisposero pienamente all'intenzioni che il principe aveva lasciate trasparire sul collocamento stabile della figliuola: intenzioni che andavan così d'accordo con le loro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Era legge che una giovine non potesse venire accettata monaca , prima d'essere stata esaminata da un ecclesiastico , chiamato il vicario delle monache , o da qualche altro deputato a ciò , affinché fosse certo che ci andava di sua libera scelta: e questo esame non poteva aver luogo , se non un anno dopo ch'ella avesse esposto a quel vicario il suo desiderio , con una supplica in iscritto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Bisognerà pensare a una madrina , - disse il principe: - perché domani verrà il vicario delle monache , per la formalità dell'esame , e subito dopo , Gertrude verrà proposta in capitolo , per esser accettata dalle madri - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il capitolo si tenne ; concorsero , com'era da aspettarsi , i due terzi de' voti segreti ch'eran richiesti da' regolamenti ; e Gertrude fu accettata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Forse sarebbe stata meno avversa ad esse , se avesse saputo o indovinato che le poche palle nere , trovate nel bossolo che decise della sua accettazione , c'erano appunto state messe da quelle .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E lui , ora ingegnandosi di rispondere in modo soddisfacente a queste grida , ora dicendo a buon conto le parole che sapeva dover esser più accette , o che qualche necessità istantanea pareva richiedere , parlò anche lui per tutta la strada .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Accetterò le vostre grazie , - rispose colui ; e andò , come più pratico del luogo , innanzi a Renzo , per un cortiletto ; s'accostò all'uscio che metteva in cucina , alzò il saliscendi , aprì , e v'entrò col suo compagno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chiese un boccone ; gli fu offerto un po' di stracchino e del vin buono: accettò lo stracchino , del vino la ringraziò (gli era venuto in odio , per quello scherzo che gli aveva fatto la sera avanti) ; e si mise a sedere , pregando la donna che facesse presto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tutt'a un tratto , le passò per la mente un altro pensiero ; che la sua orazione sarebbe stata più accetta e più certamente esaudita , quando , nella sua desolazione , facesse anche qualche offerta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il curato rispose che , per verità , né i guadagni della professione , né le rendite di certi campicelli , che il buon sarto aveva del suo , non sarebbero bastate , in quell'annata , a metterlo in istato d'esser liberale con gli altri ; ma che , avendo fatto degli avanzi negli anni addietro , si trovava de' più agiati del contorno , e poteva far qualche spesa di più , senza dissesto , come certo faceva questa volentieri ; e che , del rimanente , non ci sarebbe stato verso di fargli accettare nessuna ricompensa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
— Tu non hai voluto bere con noi ! Neppure se ti vedo morire accetto il tuo vino !* Tuttavia finirono nella bettola quasi deserta ; solo due uomini giocavano silenziosi e un terzo guardava ora le carte dell'uno ora le carte dell'altro , ma a un cenno di don Predu si avvicinò ai nuovi venuti e tutti e quattro sedettero intorno a un altro tavolo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Donna Ester e donna Ruth avevano accettato l'invito del Rettore di far parte del comitato d'una festa ; Giacinto era ad Oliena ad acquistar vino per conto del Milese .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma Grixenda aveva davvero il cuore attossicato e non accettava scherzi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Quello che adesso importa è di sapere se Noemi accetta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Per don Predu bisogna prima aspettare che donna Noemi lo accetti ! Ma Stefana fece le fiche , tanto queste parole le sembravano assurde .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Lei accetta , donna Noemi , padrona mia ? È contenta , vero ? Devo dirgli che venga ? Ella fece violenza a se stessa ; si morsicò le labbra , riaprí gli occhi e il sangue tornò a colorirle il viso , ma lievemente , appena intorno alle palpebre e sulle labbra .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Se lei accetta , don Predu manderà il prete a far la domanda , o chi vuol lei . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ah , ecco ! Ecco , la stretta della mano di Noemi gli ricordava la stretta di Giacinto , là nel cortiletto di Nuoro , e il segreto che impediva alla donna di accettare la domanda di don Predu .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Quando venne ultimamente per dirci che sposa Grixenda e per consigliare Noemi ad accettare Predu , ella lo cacciò via terribile come l'hai veduta adesso .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Poi penso: ma se quel fiore accettato, e l’amore concesso, mi fossero stati ritolti poi? Che dolore in quegli anni vogliosi e gracili! E Dio me l’ha risparmiato: e in cambio di un diletto volgare che, forse non compreso, forse trovato minor dell’idea, m’avrebbe addolorato e corrotto, mi lasciò la memoria pura d’un lieto occaso, d’una cortese giovanetta, e d’un fiore.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E io soffersi: né quello fu l’ultimo pranzo accettato da me. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Da quel giorno accettò più sovente i desinari della signora dotta, sebbene ci patisse, e vedesse come costei si credeva di fargli regalo grande: li accettò quando sperava trovarvi Maria. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
* Io dico che quando la Terra non girava, e l’uomo, vestito da greco o da romano, vi faceva così bella figura e così altamente sentiva di sé e tanto si compiaceva della propria dignità, credo bene che potesse riuscire accetta una narrazione minuta e piena d’oziosi particolari. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Gracilissima di complessione, fu, dopo la morte di mio padre, sempre malferma in salute; ma non si lagnò mai de’ suoi mali, né credo se ne infastidisse neppure con se stessa, accettandoli, rassegnata, come una conseguenza naturale della sua sciagura. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Pinzone accettò felicissimo, stropicciandosi le mani, con gli occhi sfavillanti. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma poteva accettar mia madre la profferta di quella povera vecchia? Donde l’ira della vedova Pescatore. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non ci mancava altro, che ora, per giunta, Adriana mi costringesse a denunziare il furto! Non bastava che mi avessero rubato, come niente, dodici mila lire? Dovevo anche temere che il furto si conoscesse; pregare, scongiurare Adriana che non lo gridasse forte, non lo dicesse a nessuno, per carità? Ma che! Adriana – e ora lo intendo bene – non poteva assolutamente permettere che io tacessi e obbligassi anche lei al silenzio, non poteva in verun modo accettare quella che pareva una mia generosità, per tante ragioni: prima per il suo amore, poi per l’onorabilità della sua casa, e anche per me e per l’odio ch’ella portava al cognato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Lei lo accettò, quel falso riconoscimento, e se ne avvalse... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma se il valore e il senso universalmente umano di certe mie favole e di certi miei personaggi, nel contrasto com’egli dice, tra realtà e illusione, tra volto individuale ed immagine sociale di esso, consistesse innanzi tutto nel senso e nel valore da dare a quel primo contrasto, il quale per una beffa costante della vita, ci si scopre sempre inconsistente, in quanto che, necessariamente purtroppo, ogni realtà d’oggi è destinata a scoprircisi illusione domani, ma illusione necessaria, se purtroppo fuori di essa non c’è per noi altra realtà? Se consistesse appunto in questo, che un uomo o una donna, messi da altri o da se stessi in una penosa situazione, socialmente anormale, assurda per quanto si voglia, vi durano, la sopportano, la rappresentano davanti agli altri, finché non la vedono, sia pure per la loro cecità o incredibile buonafede; perché appena la vedono come a uno specchio che sia posto loro davanti, non la sopportano più, ne provan tutto l’orrore e la infrangono o, se non possono infrangerla, se ne senton morire? Se consistesse appunto in questo, che una situazione, socialmente anormale, si accetta, anche vedendola a uno specchio, che in questo caso ci para davanti la nostra stessa illusione; e allora la si rappresenta, soffrendone tutto il martirio, finché la rappresentazione di essa sia possibile dentro la maschera soffocante che da noi stessi ci siamo imposta o che da altri o da una crudele necessità ci sia stata imposta, cioè fintanto che sotto questa maschera un sentimento nostro, troppo vivo, non sia ferito così addentro, che la ribellione alla fine prorompa e quella maschera si stracci e si calpesti?
---------------
* Al languore delle veglie fantasticanti , quando vien voglia di compianger sé stessi , senza ragione , come non si compiangerà mai nessuno , seguirono le ricerche sulla natura del dolore , sulla brevità delle gioie , sulla bilancia della felicità terrestre ; ai sonetti patetici per la fine dei giorni e degli autunni segui la ferma intenzione di protestare pubblicamente e razionalmente contro la bestiale accettazione della vita . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ti ricordi ? Ma i cipressi ci son ancora tutti e due né il temporale r ha schiantati né V accetta l'ha sbarbati e ci vanno ancora sulla sera i passerotti a pispolar d' amore . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Questo nodo centrale del mio pensiero di quel tempo era la fuga dalla realtà — la non accettazione , la repulsa della realtà . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Non approvavo , non accettavo l'universo — 117 com'era . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
abiura
= ripudio pubblico e ufficiale di una religione o di una dottrina che si riconosce erronea di fronte a un'altra accettata come vera .
---------------
accestire
= verbo intr. che , colui che compie un atto di accettazione
---------------
accettatore
= colui che accetta .
---------------
accettevole
= accettabile accettevolmente
=
---------------
accoglimento
= accoglienza accettazione
---------------
acquiescente participio presente di acquiescere
= incline ad accettare le decisioni altrui
---------------
agganciamento
= l'agganciare manovra di agganciamento , quella che costringe il nemico ad accettare il combattimento modo in cui sono agganciate due parti meccaniche , in partic . due veicoli dispositivo di collegamento
---------------
allibratore
= colui che , negli ippodromi e nei cinodromi , accetta scommesse sul risultato delle corse , registrandole su libri ufficiali .
---------------
benaccetto
= o ben accetto , bene accetto , gradito
---------------
beneficiato
= part. pass. di beneficiar che ha ricevuto un beneficio e ne gode eredità beneficiata , accettata con beneficio d'inventario
= beneficiario.
---------------
collazione
= confronto della copia o delle copie di un testo con l'originale e riporto delle eventuali varianti confronto sistematico di tutti i testimoni di un testo con un testimone-base, allo scopo di farne l'edizione critica istituto giuridico in base al quale colui che accetta con altri un'eredità deve calcolare sulla propria quota ereditaria tutto ciò che gli è stato donato in vita dal defunto 4 conferimento di un beneficio ecclesiastico.
---------------
comparaggio
= comparatico reato commesso dal medico, dal veterinario o dal farmacista che accetta danaro o altri vantaggi per prescrivere o vendere una specialità medicinale.
---------------
convincere
= verbo trans. indurre qualcuno a riconoscere, ammettere, accettare qualcosa, vincendo con prove o con opportuni argomenti ogni suo dubbio od opinione contraria
---------------
deuterocanonico
= si dice dei libri dell'antico e del nuovo testamento riconosciuti come sacra scrittura più tardi rispetto ai libri canonici e che non sono accettati da ebrei e protestanti - che li considerano apocrifi .
---------------
disaccetto
= sgradito - non accetto .
---------------
dissidente
= che - colui che in seno a un gruppo dissente su ciò che è accettato dalla maggioranza
---------------
dogmatismo
= dommatismo , qualsiasi posizione filosofica che si fondi su principi accettati come dogmi e non giustificabili razionalmente
---------------
eterodosso
= che segue opinioni o dottrine discordanti da quelle comunemente o ufficialmente accettate - spec . in fatto di religione
---------------
fatalismo
= concezione di colui che crede nella potenza del fato - atteggiamento di colui che accetta passivamente il corso degli eventi .
---------------
fatalista
= e
= - colui che accetta gli eventi con fatalismo
---------------
inaccettabile
= che non si può accettare
---------------
malaccetto o mal accetto,
= che non è accolto, accettato volentieri
---------------
masochismo
= in sessuologia, perversione per cui il soggetto prova piacere erotico nel subire maltrattamenti, violenze fisiche e umiliazioni - tendenza di chi, per un bisogno di autopunizione, accetta passivamente sofferenze e umiliazioni.
---------------
neopurismo
= orientamento linguistico secondo il quale il neologismo è accettabile purché risponda a una effettiva esigenza e si concili con la struttura tradizionale della lingua .
---------------
novizio
= chi è accettato in un ordine religioso per un periodo di preparazione e di prova prima di prendere i voti
---------------
passabile
= accettabile , discreto , abbastanza buono
---------------
plausibile
= che può essere accettato come vero , possibile , logico
---------------
pregiudizio , pregiudicio ,
= giudizio , opinione errata che dipende da scarsa conoscenza dei fatti o da accettazione non critica di convinzioni correnti
---------------
rassegnato
= participio passato di rassegnare , che accetta con sopportazione un dolore, una prova, la volontà altrui
---------------
riaccettare
= verbo trans. accettare di nuovo.
---------------
ricevere
= verbo trans. prendere, accettare o subire ciò che viene dato o fatto da altri
---------------
ricusare lett. recusare
= verbo trans. non accettare, rifiutare
---------------
rifiutare
= verbo trans. non accettare, respingere
---------------
scappatella
= mancanza non grave fatta trasgredendo a principi comunemente accettati ,
---------------
sgradire
= verbo transitivo non gradire , rifiutare di accettare ,
---------------
sottoscrizione
= il sottoscrivere , l'essere sottoscritto , la raccolta delle firme delle persone che condividono il contenuto di un testo o accettano di partecipare a un'iniziativa ,
---------------
stoicismo
= la dottrina della scuola stoica fondata ad atene da zenone di cizio nel sec . iii a . c . , che fa consistere la saggezza nel riconoscimento di un ordine razionale e provvidenziale del mondo , nell'adeguarsi a esso accettando con impassibilità i beni e i mali che non dipendono dalla volontà dell'uomo , nel vincere le passioni in quanto contrarie alla ragione , nel considerare la virtù come unico vero bene e come sola felicità impassibilità , fortezza di fronte al dolore fisico e alle avversità morali e spirituali ,
---------------
suggestione
= processo psichico in virtù del quale un individuo accetta , senza compiere alcuna verifica razionale , un'idea , un'opinione , una scelta fatta da altri , o si identifica in una condizione altrui , senza aver patito imposizioni né aver consapevolezza dell'influenza che subisce ,
---------------
suppositivo
= che viene fatto e accettato per supposizione ,
---------------
tollerare
= verbo transitivo , sopportare - accettare idee diverse dalle proprie - permettere defferenze , scarti da un limite prefissato
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io mi accetto
tu ti accetti
egli si accetta
noi ci accettiamo
voi vi accettate
essi si accettano
mi accettavo
ti accettavi
si accettava
ci accettavamo
vi accettavate
si accettavano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
mi accettai
ti accettasti
si accettò
ci accettammo
vi accettaste
si accettarono
mi accetterò
ti accetterai
si accetterà
ci accetteremo
vi accetterete
si accetteranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io mi sono accettato
tu ti sei accettato
egli si é accettato
noi ci siamo accettati
voi vi siete accettati
essi si sono accettati
mi ero accettato
ti eri accettato
era accettato
ci eravamo accettati
vi eravate accettati
si erano accettati
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
mi fui accettato
ti fosti accettato
si fu accettato
ci fummo accettati
vi foste accettati
si furono accettati
mi sarò accettato
ti sarai accettato
si sarà accettato
ci saremo accettati
vi sarete accettati
si saranno accettati
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io mi accetti
che Tu ti accetti
che Egli si accetti
che Noi ci accettiamo
che Voi vi accettiate
che Essi si accettino
mi accettassi
ti accettassi
si accettasse
ci accettassimo
vi accettaste
si accettassero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
mi sia accettato
ti sia accettato
si sia accettato
ci siamo accettati
vi siate accettati
si siano accettati
mi fossi accettato
ti fossi accettato
si fosse accettato
ci fossimo accettati
vi foste accettati
si fossero accettati
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io mi accetterei
tu ti accetteresti
egli si accetterebbe
noi ci accetteremmo
voi vi accettereste
essi si accetterebbero
mi sarei accettato
ti saresti accettato
si sarebbe accettato
ci saremmo accettati
vi sareste accettati
si sarebbero accettati
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
accettati
si accetti
accettiamoci
accettatevi
si accettino
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
accettarsi essersi accettato
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
accettantesi accettatosi
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
accettandosi essendosi accettato

Ricerca nei classici sul web