Buona navigazione con NihilScio!  Pagina facebook
NS NihilScio
Aiuto per la composizione
 
  Cerca  frasi:
It EnEs
English version Inglese     Spanish version Spagnolo     Latin version Latino
Laboratorio di Italiano
Ricerca nei classici sul web
Coniugazione attiva e passiva del verbo: abolire
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
abolire avere abolito
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
abolente abolito
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
abolendo avendo abolito
Coniugazione del verbo: abolire
coniugazione:3
forma: attiva transitivo
ausiliare: avere
- Infinito - Presente
Sinonimi di: abolire
abrogare cancellare cassare eliminare levare

sopprimere annullare depennare togliere abbattere

ammazzare assassinare cacciare
Vocabulary and phrases
abolire
= verbo trans. sopprimere , annullare
---------------
* Se , in mancanza di notizie positive , è lecito propor congetture , noi incliniamo a credere che sia stata abolita poco prima o poco dopo il 24 di dicembre , che fu il giorno di quell'esecuzione .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
È tutta sossopra la casa della signora Lèuca, per accogliere piú ospiti che non potrebbe; quattro ospiti nuovi, a cui bisognerà trovar posto, guastando, disponendo altrimenti le stanze, abolendo il salottino, la stanza dello spogliatojo, ammassando e anche portando giú in cantina tanti mobili, che forse saranno rivenduti, per collocare al loro posto i tre lettini e altri mobili che saranno comperati per le stanze da letto, le quali, da due che erano (compresa quella della serva), saranno adesso cinque.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah perché d'improvviso quell'opera delicata e misteriosa come il lavoro dei liutai, fatta di pazienza di passione di coraggio, e di eterno sogno e di antica favola, perché era divenuta una incerta carcassa al paragone della somma di vita accorsa da tutti i punti dell'Universo e adunata meravigliosamente su quel volto quasi esangue i cui sùbiti rossori commovevano come gli accenti sublimi dell'eloquenza e come le grida dei fanciulli? Quanto ingegno teso e ostinato, quanta accortezza e destrezza, quante prove e riprove nel trovare i modi delle legature, delle giunture, degli innesti! E per qual segreto, a un tratto, ecco, le fragili falangi di quelle dita ripiegate all'angolo di quella bocca socchiusa potevano assumere un valore che aboliva tutto l'acume della ricerca e tutta la gioia dell'invenzione? Egli rivide la visitatrice, poggiata senza peso il gomito contro una costa della fusoliera, presso il timone verticale, sotto una sàrtia rigida d'acciaio, con la mano senza guanto fra la gota e il mento a reggere il viso chino nell'attitudine dell'ascolto, sembrando l'ombra del cappello alato raccogliere l'astuzia molteplice e la seduzione sagace di Mercurio imberbe. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
L'amico era poco discosto, occupato da un'angoscia che pareva tutto abolire in lui e non lasciargli se non la possibilità d'un sol gesto nelle braccia pendenti ove si addensava l'attesa. Non lo guardava ella ma assisteva nel suo proprio corpo al fluire e all'adunarsi d'un mistero ch'ella non dominava e che pure le apparteneva più dell'intima sua midolla. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Come il veicolo fulmineo di ferro e di fuoco aveva divorato il tempo e lo spazio, l'ordigno dedàleo trionfava d'entrambi e del peso. A uno a uno la Natura aboliva i suoi divieti. Contro la maschera velata del mistero brillava il viso diamantino del rischio. Il dèmone della gara traeva il combattente sul margine dei più voraci abissi.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
L'atto ch'egli era per compiere al conspetto della folla era un atto di silenzio, un atto religioso, comandato da una necessità interiore ch'egli non indagava ma che nessuna forza di persuasione avrebbe potuto abolire. Andava egli incontro al presagio? sfidava la morte? sperava nella morte? Non v'era in lui né l'ansia del presentimento né l'eccitazione della prodezza; sì v'era una pacata potenza di dolore e di attesa come s'egli andasse a un alto colloquio desiderato dalla cara Ombra fraterna. Egli sentiva in sé quello stupendo gelo che accompagna la volontà di là dal limite noto, quando sembra che l'anima si muti in un monte di rigido diamante e non lasci vivere sul suo culmine aguzzo se non un solo pensiero aquilino. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella era cangiante come il fianco del morello, come il colombo nell'ombra e nel sole. In un filo di verità ella infilava le sue fresche menzogne con l'arte rapida ond'eran composte quelle collane mattutine di zàgare che amò avvolgersi al collo in due o tre giri. Ella possedeva un dono e una sapienza onnipotenti sul cuore maschile: sapeva essere e parere inverisimile. La massima parte delle donne amanti tenta di abolire il proprio passato, tenta di rinascere, di rinverginarsi; fa all'amato l'offerta illusoria dei suoi sensi ignari perché egli li risvegli e li istruisca, della sua anima rasa perché egli v'inscriva la sua legge; e spesso l'ingenua frode avvolge il credulo. Ma ella invece sapeva dare al suo passato una indefinita profondità, alzare la sua giovinezza sopra un immenso sfondo di vita, come quei pittori di ritratti che pongono dietro la figura la veduta d'un portico senza termine o una illimitata lontananza di paesi e di acque. Sembrava che le sue attitudini si disegnassero su un gioco perpetuo di prospettive ch'ella non cercava di coprire ma di equilibrare come quei ritrattisti che conoscono nel quadro il valore degli spazii. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Allora nessuna sostanza organata era potente come la sua. Le sue vesti vivevano con la sua carne come le ceneri vivono con la bragia. Gli oggetti intorno rientravano nell'ombra, le comuni apparenze erano abolite; la luce si trasmutava su lei. Non era più la luce del giorno né quella della lampada; ma era la fiamma fortunosa che dal cominciamento del mondo rischiara le lotte, i lutti, i fasti dell'uomo. Ella dimostrava come dicesse il vero colui che disse ogni incanto essere una follìa provocata con arte; ma ciascuno allora, nel cerchio di quella follìa, sentiva ch'ella era promessa a un destino severo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E il mondo era pieno d'un'altra gloria, e d'ogni parte salivano gli inni, e le nazioni già credevano aboliti i confini, e santificate erano le ali dell'Icaro vittorioso! Che faceva egli su quel tappeto d'aremme ove la voluttà pareva regolata dal flauto di Amar? Che era divenuto egli ondeggiando fra il terrore dell'annientamento e il desiderio sempre più arido? Bene gli s'addiceva l'atto puerile dell'amante che gli aveva porto la mammella perchè, come il languido sonatore algerino dalle palpebre dipinte, imparasse a poppare le leonesse. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli la guardò, la considerò, con quel modo ch'egli aveva di prendere la materia umana e di porla davanti a sé e di dominarla. La parola poteva essere una rivelazione e poteva essere un trascorso, poteva valere e poteva non valere; ma egli riconobbe nell'aspetto di lei quel che era la volontà prima, quel che era la cagione della visita segreta, del colloquio richiesto. Tenne afferrata la realtà per non più lasciarla: la sorella era venuta per accusare la sorella. Ma egli stesso fu afferrato da una tanaglia che non più lo lentò. Tutto il resto vanì, fu abolito. Il martirio confessato di quella creatura non valse più del tizzo semispento su gli alari. L'istinto ferino del maschio s'impadronì di quell'uomo attossicato. Vana credette che le pupille chiare di una fiera nascosta la spiassero di sotto a quelle palpebre umane. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella lo guardò. Egli giaceva sul fianco sinistro, riverso il capo, sottoposto il pugno e il polso alla gota, piegato una gamba sotto l'altra distesa e disteso il braccio lungh'esso quel fianco sino alla coscia nervosa, simile a un Tebano che non avesse sciolto l'enigma ferale ma avesse provato la mammella e la branca della Sfinge. Non aveva le sue armi accanto a sé, era inerme e spoglio; appariva tuttavia della razza guerriera, della specie espedita, col ventre depresso tra le costole e il pube, con le clavicole risentite ond'emergeva il collo asciutto, con l'omero prominente e liscio come il ciòttolo, col torace saldo come il corbame della carena, con i piedi magri che palesavano le cinque corde. Nessuna mollezza: abolito tutto ciò che è molle, fuorché il frutto della bocca;(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il volatore non vedeva più se non acque acque acque in una infinita e chiara solitudine, senza turbamento, senza mutamento, in cui gli pareva esser sospeso e immobile su le sue ali adeguate. Era la grande serenità alcionia, come nei giorni favolosi del solstizio iemale; era l'albasia mattutina, senza soffio, senza flutto. Come quella quiete aboliva la rapidità, così quel silenzio aboliva il romore. Il moto dei congegni non aveva risonanza ma era simile al moto del cuore e delle arterie, che l'uomo non ode quando egli è in armonia con sé e con l'Universo. Il superstite non più aveva il sentimento del sopravvivere ma del trapassare. Non vedeva a faccia a faccia il suo pilota, come già nell'apparire dell'arcobaleno, ma era egli medesimo quel pilota; e la sua anima era la guida della sua anima, e la sua mente era la luce della sua mente; e le sue mani, che nel lavoro avevano conservata la loro nuova bianchezza e ch'egli aveva lasciate ignude, gli parevano anch'esse una forma della vita ideale; ed egli aveva persa la memoria della riva di giù ma non di quel viaggio, ché egli si ricordava di averlo compiuto. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Gli ritornava in tutto il corpo quella gioia nuova, l'insolita leggerezza, come se il senso della gravità fosse abolito pur sotto l'enorme peso; gli ritornava singolarmente una strana divinità nelle mani che sole rimanevan nude in contatto con l'acqua e potevan toccare e raccogliere per entro alla tremula alba opalina le corolle veggenti e le mostruose fami fiorite. «Fra quanto tempo il palombaro ridiscenderà nell'abisso per trovare la Sirena che non trovò mai?» (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* Non perder me stesso , non abolire il pensiero . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* È poi vero ch’essendo riuscito con grande sforzo ad eliminare dal mio animo ogni proposito , riuscii a non fumare per varie ore , ma quando la bocca fu nettata , sentii un sapore innocente quale deve sentirlo il neonato , mi venne il desiderio di una sigaretta e quando la fumai ne ebbi il rimorso da cui rinnovai il proposito che avevo voluto abolire .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Questo , molto meglio di quell’altro , doveva abolire ogni mio desiderio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
abolitivo
= diretto ad abolire
---------------
abolitore
= che , colui che abolisce .
---------------
abolizione
= l'abolire , l'essere abolito
---------------
abolizionismo
= movimento tendente ad abolire norme , leggi o consuetudini che non sono più ritenute valide
---------------
casso
= tolto, cancellato, abolito.
---------------
confino
= provvedimento di polizia, ora abolito, che costringeva ad abitare per un tempo determinato in un luogo diverso dal comune di residenza
---------------
mezzadria
= contratto agrario associativo, ora abolito in italia, che prevede la coltivazione di un fondo in proprio e quale capofamiglia da parte di un colono , che dividerà poi a metà col proprietario i prodotti e gli utili della coltivazione.
---------------
proibizionismo
= regime di divieto di produzione e di vendita delle bevande alcoliche , introdotto negli stati uniti dopo la prima guerra mondiale e abolito nel 1933
---------------
soppresso
= participio passato di sopprimere , abolito , eliminato - festività religiose soppresse , quelle che , un tempo considerate anche festività civili , sono state abolite come tali e mantengono ora solo il valore di ricorrenza religiosa represso , sommesso ,
---------------
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io abolisco
tu abolisci
egli abolisce
noi aboliamo
voi abolite
essi aboliscono
abolivo
abolivi
aboliva
abolivamo
abolivate
abolivano
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
abolii
abolisti
abolì
abolimmo
aboliste
abolirono
abolirò
abolirai
abolirà
aboliremo
abolirete
aboliranno
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io ho abolito
tu hai abolito
egli ha abolito
noi abbiamo abolito
voi avete abolito
essi hanno abolito
avevo abolito
avevi abolito
aveva abolito
avevamo abolito
avevate abolito
avevano abolito
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
ebbi abolito
avesti abolito
ebbe abolito
avemmo abolito
aveste abolito
ebbero abolito
avrò abolito
avrai abolito
avrà abolito
avremo abolito
avrete abolito
avranno abolito
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io abolisca
che Tu abolisca
che Egli abolisca
che Noi aboliamo
che Voi aboliate
che Essi aboliscano
abolissi
abolissi
abolisse
abolissimo
aboliste
abolissero
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
abbia abolito
abbia abolito
abbia abolito
abbiamo abolito
abbiate abolito
abbiano abolito
avessi abolito
avessi abolito
avesse abolito
avessimo abolito
aveste abolito
avessero abolito
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io abolirei
tu aboliresti
egli abolirebbe
noi aboliremmo
voi abolireste
essi abolirebbero
avrei abolito
avresti abolito
avrebbe abolito
avremmo abolito
avreste abolito
avrebbero abolito
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
abolisci
abolisca
aboliamo
abolite
aboliscano
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
abolire avere abolito
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
abolente abolito
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
abolendo avendo abolito
Coniugazione del verbo: essere abolito
coniugazione:3
forma: passiva transitivo
ausiliare: Essere
- Infinito - Presente
INDICATIVO NS
PresenteAudio con chrome
ImperfettoAudio con chrome
io sono abolito
tu sei abolito
egli é abolito
noi siamo aboliti
voi siete aboliti
essi sono aboliti
ero abolito
eri abolito
era abolito
eravamo aboliti
eravate aboliti
erano aboliti
Passato remotoAudio con chrome Futuro sempliceAudio con chrome
fui abolito
fosti abolito
fu abolito
fummo aboliti
foste aboliti
furono aboliti
sarò abolito
sarai abolito
sarà abolito
saremo aboliti
sarete aboliti
saranno aboliti
Passato prossimoAudio con chrome Trapassato prossimoAudio con chrome
io sono stato abolito
tu sei stato abolito
egli é stato abolito
noi siamo stati aboliti
voi siete stati aboliti
essi sono stati aboliti
ero stato abolito
eri stato abolito
era stato abolito
eravamo stati aboliti
eravate stati aboliti
erano statiaboliti
Trapassato remotoAudio con chrome Futuro anterioreAudio con chrome
fui stato abolito
fosti stato abolito
fu stato abolito
fummo stati aboliti
foste stati aboliti
furono stati aboliti
sarò stato abolito
sarai stato abolito
sarà stato abolito
saremo stati aboliti
sarete stati aboliti
saranno stati aboliti
CONGIUNTIVO
PresenteAudio con chrome ImperfettoAudio con chrome
che Io sia abolito
che Tu sia abolito
che Egli sia abolito
che Noi siamo aboliti
che Voi siate aboliti
che Essi siano aboliti
fossi abolito
fossi abolito
fosse abolito
fossimo aboliti
foste aboliti
fossero aboliti
PassatoAudio con chrome TrapassatoAudio con chrome
sia stato abolito
sia stato abolito
sia stato abolito
siamo stati aboliti
siate stati aboliti
siano stati aboliti
fossi stato abolito
fossi stato abolito
fosse stato abolito
fossimo stati aboliti
foste stati aboliti
fossero stati aboliti
CONDIZIONALE
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
io sarei abolito
tu saresti abolito
egli sarebbe abolito
noi saremmo aboliti
voi sareste aboliti
essi sarebbero aboliti
sarei stato abolito
saresti stato abolito
sarebbe stato abolito
saremmo stati aboliti
sareste stati aboliti
sarebbero stati aboliti
IMPERATIVO
PresenteAudio con chrome
-
sii abolito
sia abolito
siamo aboliti
siate aboliti
siano aboliti
INFINITO  
Presente Audio con chrome Passato Audio con chrome
essere abolito essere stato abolito
PARTICIPIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
- abolito
GERUNDIO  
PresenteAudio con chrome Passato Audio con chrome
essendo abolito essendo stato abolito

Ricerca nei classici sul web