Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
welsh
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
welsh
= gallese , del galles , scappare senza pagare , truffare ,
---------------
corgi
= welsh corgi ,
---------------
corgis
= welsh corgi ,
---------------
Vocabulary and phrases
scappare
= verbo intransitivo ,
---------------
* Diceva tranquillamente il suo ufizio , e talvolta , tra un salmo e l'altro , chiudeva il breviario , tenendovi dentro , per segno , l'indice della mano destra , e , messa poi questa nell'altra dietro la schiena , proseguiva il suo cammino , guardando a terra , e buttando con un piede verso il muro i ciottoli che facevano inciampo nel sentiero: poi alzava il viso , e , girati oziosamente gli occhi all'intorno , li fissava alla parte d'un monte , dove la luce del sole già scomparso , scappando per i fessi del monte opposto , si dipingeva qua e là sui massi sporgenti , come a larghe e inuguali pezze di porpora .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Confidare a Renzo l'occorrente , e cercar con lui qualche mezzo . . .Dio liberi ! - Non si lasci scappar parola . . .altrimenti . . .ehm !- aveva detto un di que' bravi ; e , al sentirsi rimbombar quell'ehm ! nella mente , don Abbondio , non che pensare a trasgredire una tal legge , si pentiva anche dell'aver ciarlato con Perpetua .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'accoglienza fredda e impicciata di don Abbondio , quel suo parlare stentato insieme e impaziente , que' due occhi grigi che , mentre parlava , eran sempre andati scappando qua e là , come se avesser avuto paura d'incontrarsi con le parole che gli uscivan di bocca , quel farsi quasi nuovo del matrimonio così espressamente concertato , e sopra tutto quell'accennar sempre qualche gran cosa , non dicendo mai nulla di chiaro ; tutte queste circostanze messe insieme facevan pensare a Renzo che ci fosse sotto un mistero diverso da quello che don Abbondio aveva voluto far credere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Non se ne scappa: ci son tutti: è come la valle di Giosafat .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Se poi la scappata fosse tutta vostra , via , non mi ritiro: ho cavato altri da peggio imbrogli . . .Purché non abbiate offeso persona di riguardo , intendiamoci , m'impegno a togliervi d'impiccio: con un po' di spesa , intendiamoci .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Io vi parlo da amico: le scappate bisogna pagarle: se volete passarvela liscia , danari e sincerità , fidarvi di chi vi vuol bene , ubbidire , far tutto quello che vi sarà suggerito .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Scappi , scappi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Un certo conte Attilio , che stava seduto in faccia (era un cugino del padron di casa ; e abbiam già fatta menzione di lui , senza nominarlo) , veduta una testa rasa e una tonaca , e accortosi dell'intenzione modesta del buon frate , - ehi ! ehi ! - gridò: - non ci scappi , padre riverito: avanti , avanti - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si va dal curato: il punto sta di chiapparlo all'improvviso , che non abbia tempo di scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Non bisogna parlarne al padre Cristoforo , prima di far la cosa , - proseguì Agnese: - ma , fatta che sia , e ben riuscita , che pensi tu che ti dirà il padre ? " Ah figliuola ! è una scappata grossa ; me l'avete fatta " .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Due folte ciocche di capelli , che gli scappavano fuor della papalina , due folti sopraccigli , due folti baffi , un folto pizzo , tutti canuti , e sparsi su quella faccia bruna e rugosa , potevano assomigliarsi a cespugli coperti di neve , sporgenti da un dirupo , al chiaro di luna .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Era Menico che veniva di corsa , mandato dal padre Cristoforo ad avvisar le due donne che , per l'amor del cielo , scappassero subito di casa , e si rifugiassero al convento , perché . . .il perché lo sapete .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chi accorre , chi sguizza tra uomo e uomo , e se la batte ; il tumulto era grande , quando arriva un altro , che gli aveva veduti partire in fretta , e grida: - correte , figliuoli: ladri , o banditi che scappano con un pellegrino: son già fuori del paese: addosso ! addosso ! - A quest'avviso , senza aspettar gli ordini del capitano , si movono in massa , e giù alla rinfusa per la strada ; di mano in mano che l'esercito s'avanza , qualcheduno di quei della vanguardia rallenta il passo , si lascia sopravanzare , e si ficca nel corpo della battaglia: gli ultimi spingono innanzi: lo sciame confuso giunge finalmente al luogo indicato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Mentre diceva stentatamente quelle parole , " vedete un poco ! " pensava il padre Cristoforo , " se fosse un masnadiero inseguito , fra Fazio non gli farebbe una difficoltà al mondo ; e una povera innocente , che scappa dagli artigli del lupo . . ." - Omnia munda mundis , - disse poi , voltandosi tutt'a un tratto a fra Fazio , e dimenticando che questo non intendeva il latino .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il buon conduttore delle due donne ha detto che il padre ddla signora era il primo in Monza: e , accozzando questa qualsisia testimonianza con alcune altre indicazioni che l'anonimo lascia scappare sbadatamente qua e là , noi potremmo anche asserire che fosse il feudatario di quel paese .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ora ripensava come mai quel sì che le era scappato , avesse potuto significar tanto , ora cercava se ci fosse maniera di riprenderlo , di ristringerne il senso ; ma la persuasione del principe pareva così intera , la sua gioia così gelosa , la benignità così condizionata , che Gertrude non osò proferire una parola che potesse turbarle menomamente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chi avesse sentito , in que' momenti , con che sdegno magistrale le gridava , per ogni piccola scappatella , l'avrebbe creduta una donna d'una spiritualità salvatica e indiscreta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Però , ad ognuna di queste scappate veniva dietro un pentimento , una gran cura di farle dimenticare , a forza di moine e buone parole .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Per qualche tempo , non parve che nessuna pensasse più in là ; ma un giorno che la signora , venuta a parole con una conversa , per non so che pettegolezzo , si lasciò andare a maltrattarla fuor di modo , e non la finiva più , la conversa , dopo aver sofferto , ed essersi morse le labbra un pezzo , scappatale finalmente la pazienza , buttò là una parola , che lei sapeva qualche cosa , e , che , a tempo e luogo , avrebbe parlato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quelli di dentro , vedendo la mala parata , scapparono in soffitta: il capitano , gli alabardieri , e alcuni della casa stettero lì rannicchiati ne' cantucci ; altri , uscendo per gli abbaini , andavano su pe' tetti , come i gatti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Metton mano ai sacchi , li strascicano , li rovesciano: chi se ne caccia uno tra le gambe , gli scioglie la bocca , e , per ridurlo a un carico da potersi portare , butta via una parte della farina: chi , gridando: - aspetta , aspetta , - si china a parare il grembiule , un fazzoletto , il cappello , per ricever quella grazia di Dio ; uno corre a una madia , e prende un pezzo di pasta , che s'allunga , e gli scappa da ogni parte ; un altro , che ha conquistato un burattello , lo porta per aria: chi va , chi viene: uomini , donne , fanciulli , spinte , rispinte , urli , e un bianco polverìo che per tutto si posa , per tutto si solleva , e tutto vela e annebbia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Il meschino girava di stanza in stanza , pallido , senza fiato , battendo palma a palma , raccomandandosi a Dio , e a' suoi servitori , che tenessero fermo , che trovassero la maniera di farlo scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il vicario travestito da contadino , che scappa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Chi è che non vuole che si dica: viva Ferrer ? Tu non vorresti eh , che il pane fosse a buon mercato ? Son birboni che non vogliono una giustizia da cristiani: e c'è di quelli che schiamazzano più degli altri , per fare scappare il vicario .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Dunque avete molta gente . . .Basta ; badate a non lasciarlo scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Però , di tante belle parole Renzo , non ne credette una: né che il notaio volesse più bene a lui che a' birri , né che prendesse tanto a cuore la sua riputazione , né che avesse intenzion d'aiutarlo: capì benissimo che il galantuomo , temendo che si presentasse per la strada qualche buona occasione di scappargli dalle mani , metteva innanzi que' bei motivi , per istornar lui dallo starci attento e da approfittarne .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Scappa , scappa , galantuomo: lì c'è un convento , ecco là una chiesa ; di qui , di là , - si grida a Renzo da ogni parte .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* In quanto allo scappare , pensate se aveva bisogno di consigli .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Non si sa ; sarà scappato , o sarà nascosto in Milano: son gente che non ha né casa né tetto , e trovan per tutto da alloggiare e da rintanarsi: però finché il diavolo può , e vuole aiutarli: ci dan poi dentro quando meno se lo pensano ; perché , quando la pera è matura , convien che caschi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Pensando al buon frate , sentiva più vivamente la vergogna delle proprie scappate , della turpe intemperanza , del bel caso che aveva fatto de' paterni consigli di lui ; e contemplando l'immagine di Lucia ! non ci proveremo a dire ciò che sentisse: il lettore conosce le circostanze ; se lo figuri .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Quello stesso giorno , 13 di novembre , arriva un espresso al signor podestà di Lecco , e gli presenta un dispaccio del signor capitano di giustizia , contenente un ordine di fare ogni possibile e più opportuna inquisizione , per iscoprire se un certo giovine nominato Lorenzo Tramaglino , filatore di seta , scappato dalle forze praedicti egregii domini capitanei , sia tornato , palam vel clam , al suo paese , ignotum quale per l'appunto , verum in territorio Leuci: quod si compertum fuerit sic esse , cerchi il detto signor podestà , quanta maxima diligentia fieri poterit , d'averlo nelle mani , e , legato a dovere , videlizet con buone manette , attesa l'esperimentata insufficienza de' manichini per il nominato soggetto , lo faccia condurre nelle carceri , e lo ritenga lì , sotto buona custodia , per farne consegna a chi sarà spedito a prenderlo ; e tanto nel caso del sì , come nel caso del no , accedatis ad domum praedicti Laurentii Tramaliini ; et , facta debita diligentia , quidquid ad rem repertum fuerit auferatis ; et informationes de illius prava qualitate , vita , et complicibus sumatis ; e di tutto il detto e il fatto , il trovato e il non trovato , il preso e il lasciato , diligenter referatis .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A poco a poco , si viene a sapere che Renzo è scappato dalla giustizia , nel bel mezzo di Milano , e poi scomparso ; corre voce che abbia fatto qualcosa di grosso ; ma la cosa poi non si sa dire , o si racconta in cento maniere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Due , sei , otto , quattro , sette ne hanno messi in prigione ; gl'impiccheranno , parte davanti al forno delle grucce , parte in cima alla strada dove c'è la casa del vicario di provvisione . . .Ehi , ehi , sentite questa ! n'è scappato uno , che è di Lecco , o di quelle parti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Domandò poi se era scappato di certo , e dove .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Scappato , lo dicon tutti ; dove , non si sa ; può essere che l'accalappino ancora , può essere che sia in salvo ; ma se gli torna sotto l'unghie , il vostro giovine posato . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Era un pesciaiolo di Pescarenico , che andava a Milano , secondo l'ordinario , a spacciar la sua mercanzia ; e il buon frate Cristoforo l'aveva pregato che , passando per Monza , facesse una scappata al monastero , salutasse le donne da parte sua , raccontasse loro quel che si sapeva del tristo caso di Renzo , raccomandasse loro d'aver pazienza , e confidare in Dio ; e che lui povero frate non si dimenticherebbe certamente di loro , e spierebbe l'occasione di poterle aiutare ; e intanto non mancherebbe , ogni settimana , di far loro saper le sue nuove , per quel mezzo , o altrimenti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Per quanto però si sentisse portata a contraccambiare la confidenza che Gertrude le dimostrava , non le passò neppur per la testa di parlarle delle sue nuove inquietudini , della sua nuova disgrazia , di dirle chi fosse quel filatore scappato ; per non rischiare di spargere una voce così piena di dolore e di scandolo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Già prima d'allora , Agnese aveva pensato a fare una scappata a casa ; questa novità di non vedere l'ambasciatore promesso , la fece risolvere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Partito , o quasi scappato da Lucia , dato l'ordine per la cena di lei , fatta una consueta visita a certi posti del castello , sempre con quell'immagine viva nella mente , e con quelle parole risonanti all'orecchio , il signore s'era andato a cacciare in camera , s'era chiuso dentro in fretta e in furia , come se avesse avuto a trincerarsi contro una squadra di nemici ; e spogliatosi , pure in furia , era andato a letto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si confermò più che mai nel proposito di mantener la promessa , e si fece di nuovo , e più amaramente , scrupolo di quel povera me ! che le era scappato detto tra sé , nel primo momento .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Trovò però il verso d'accomodarla con un piccolo stralcio: raccontò del matrimonio concertato , del rifiuto di don Abbondio , non lasciò fuori il pretesto de' superiori che lui aveva messo in campo (ah , Agnese !) ; e saltò all'attentato di don Rodrigo , e come , essendo stati avvertiti , avevano potuto scappare .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Ma sì , - soggiunse e concluse: - scappare per inciamparci di nuovo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Domandò allora dove fosse il promesso sposo , e sentendo da Agnese (Lucia stava zitta , con la testa e gli occhi bassi) ch'era scappato dal suo paese , ne provò e ne mostrò maraviglia e dispiacere ; e volle sapere il perché .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Alcuni che , invase e spogliate le loro case dalla soldatesca , alloggiata lì o di passaggio , n'eran fuggiti disperatamente ; e tra questi ce n'era di quelli che , per far più compassione , e come per distinzione di miseria , facevan vedere i lividi e le margini de' colpi ricevuti nel difendere quelle loro poche ultime provvisioni , o scappando da una sfrenatezza cieca e brutale .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'aprì il lazzeretto , si licenziaron tutti i poveri non ammalati che ci rimanevano , e che scapparon fuori con una gioia furibonda .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dopo aver sospirato e risospirato , e poi lasciato scappar qualche interiezione , don Abbondio cominciò a brontolare più di seguito .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Scappano , eh ? il signor curato e la compagnia , - disse il sarto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Al più al più , qualche scappata , che Dio non voglia: ma in ogni caso c'è tempo ; s'hanno a sentir prima altre notizie da' poveri paesi dove anderanno a fermarsi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chi era scappato , come i nostri , senza aspettar l'arrivo de' soldati ; chi aveva sentiti i tamburi o le trombe ; chi gli aveva visti coloro , e li dipingeva come gli spaventati soglion dipingere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E , del resto , era tutta gente scappata , e quindi inclinata in generale alla quiete: i pensieri della casa e della roba , per alcuni anche di congiunti o d'amici rimasti nel pericolo , le nuove che venivan di fuori , abbattendo gli animi , mantenevano e accrescevano sempre più quella disposizione .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A tavola poi , dove stava poco e parlava pochissimo , sentiva le nuove del terribile passaggio , le quali arrivavano ogni giorno , o di paese in paese e di bocca in bocca , o portate lassù da qualcheduno , che da principio aveva voluto restarsene a casa , e scappava in ultimo , senza aver potuto salvar nulla , e a un bisogno anche malconcio: e ogni giorno c'era qualche nuova storia di sciagura .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Ah baroni ! - esclamò don Abbondio ; e , come scappando , andaron fuori , per un altr'uscio che metteva nell'orto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Scorsero il territorio di Lecco , la Valsassina , le coste del lago di Como , i distretti denominati il Monte di Brianza , e la Gera d'Adda ; e per tutto trovarono paesi chiusi da cancelli all'entrature , altri quasi deserti , e gli abitanti scappati e attendati alla campagna , o dispersi: " et ci parevano , - dice il Tadino , - tante creature seluatiche , portando in mano chi l'herba menta , chi la ruta , chi il rosmarino et chi una ampolla d'aceto " .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'aggiunga che , fin dall'anno antecedente , era venuto un dispaccio , sottoscritto dal re Filippo IV , al governatore , per avvertirlo ch'erano scappati da Madrid quattro francesi , ricercati come sospetti di spargere unguenti velenosi , pestiferi: stesse all'erta , se mai coloro fossero capitati a Milano .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Se lascio scappare una occasion così bella , - (La peste ! Vedete un poco come ci fa qualche volta adoprar le parole quel benedetto istinto di riferire e di subordinar tutto a noi medesimi !) - non ne ritorna più una simile ! "
---------------
* Mise piede sulla soglia d'una delle due stanze che c'era a terreno: al rumore de' suoi passi , al suo affacciarsi , uno scompiglìo , uno scappare incrocicchiato di topacci , un cacciarsi dentro il sudiciume che copriva tutto il pavimento: era ancora il letto de' lanzichenecchi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Che diamine . . . ? - cominciava Renzo , alzando anche lui le mani verso la donna ; ma questa , perduta la speranza di poterlo far cogliere all'improvviso , lasciò scappare il grido che aveva rattenuto fin allora: - l'untore ! dàgli ! dàgli ! dàgli all'untore !
---------------
- Sì , Lucia ; fate bene d'invocar la Madonna ; ma perché volete credere che Lei che è tanto buona , la madre delle misericordie , possa aver piacere di farci patire . . .me almeno . . .per una parola scappata in un momento che non sapevate quello che vi dicevate ? Volete credere che v'abbia aiutata allora , per lasciarci imbrogliati dopo ? . . .Se poi questa fosse una scusa ; se è ch'io vi sia venuto in odio . . .ditemelo . . .parlate chiaro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Non poté però tenersi di non fare una scappatina alla casa d'Agnese , per rivedere una certa finestra , e per dare anche lì una fregatina di mani .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il giovine ha addosso una cattura , una specie di bando , per qualche scappatuccia che ha fatta in Milano , due anni sono , quel giorno del gran fracasso , dove s'è trovato impicciato , senza malizia , da ignorante , come un topo nella trappola: nulla di serio , veda: ragazzate , scapataggini: di far del male veramente , non è capace: e io posso dirlo , che l'ho battezzato , e l'ho veduto venir su: e poi , se vossignoria vuol prendersi il divertimento di sentir questa povera gente ragionar su alla carlona , potrà fargli raccontar la storia a lui , e sentirà .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Che avrebbe dovuto far lui, allora? Ah, come volentieri se ne sarebbe scappato a dormire nella casa colonica, presso la madre, o anche giú all'aperto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tino Làbiso, lungo lungo, rinfichito, tirava dalla tasca dei calzoni un pezzolone a dadi rossi e neri, vi strombettava dentro col naso che pareva una buccina marina; poi ripiegava diligentemente il pezzolone, se lo ripassava, cosí ripiegato, parecchie volte sotto il naso, e se lo rimetteva in tasca; infine, da uomo prudente, che non si lascia mai scappar giudizii avventati, diceva: - Può essere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quante volte lo Scala, per chiasso, non lo aveva minacciato di chiamare i cani per farlo scappare! Quantunque di domenica lo Scelzi non ricevesse per affari, si affrettò a lasciar passare nello studio l'insolito visitatore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Adesso non ci scappa piú! Firmato alla fine e registrato il contratto di cessione, don Mattia Scala uscí come un pazzo dallo studio notarile; corse al fondaco, all'uscita del paese, dove, nel venire, tre giorni addietro, aveva lasciato la giumenta; cavalcò e via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Di qua e di là, divergenti quasi per lo spavento di quel naso, gli occhi lucidi, neri, pareva volessero scappargli dalla faccia gialla, disfatta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
I miei concittadini di Montelusa mi domandano adesso con aria di scherno: - Ma se veramente gli sapeva di sale il pane dello zio prete, perché non si allibertava lavorando? E dimenticano che, per esser scappato, giovinetto, dal seminario, lo Sclepis, che lo voleva a ogni costo prete come lui, lo aveva tolto dagli studii; dimenticano che tutti allora compiangevamo amaramente che per la bizza d'una chierica stizzita si dovesse perdere un ingegno di quella sorte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se la nipote di Monsignor Partanna, infatti, la educanda rapita, era brutta e gobba, belli e ballanti e sonanti erano i denari della dote che il Vescovo era stato costretto a dargli; e, in fondo, i pezzi grossi del clero montelusano, ai quali non era mai andata a sangue quella promessa del loro Vescovo di far tornare i padri Liguorini, se non amici apertamente, avevano di nascosto, anche dopo quella scappata, anzi appunto per quella scappata, seguitato a veder di buon occhio Marco Mèola.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- E i tuoi calcoli allora? - osservò il Sarti con un sorriso di soddisfazione, e aggiunse, quasi per il piacere di chiarire a se stesso quella felice scappatoja, che gli era balenata all'improvviso: - Se dici che per tre o quattro mesi soltanto potresti far fronte...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma poi ho scorto lí, sul parapetto del ponte, sotto il fanale, il cappello, e sono scappato via, impaurito...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Amico mio, ti credo: sarai scappato via come un pazzo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La tensione dei nervi per costringersi a star lí ferma a rappresentare la sua parte mentre irresistibilmente le veniva di seguir con gli occhi, spaventata, lo svolazzío di quella bestia schifosa, per guardarsene, o, non potendone piú, di scappar via dal palcoscenico per andare a chiudersi nel suo camerino, la esasperava fino a farle dichiarare ch'ella ormai, con quel pipistrello lí, se non si trovava il rimedio d'impedirgli che venisse a svolazzar sul palcoscenico durante la rappresentazione, non era piú sicura di sé, di quel che avrebbe fatto una di quelle sere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Voi scherzate! Livia se ne scappa, ve lo dico io; pianta la scena e se ne scappa, o si nasconde sotto il tavolino, gridando come una pazza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Era scappata di casa per certi litigi con la madraccia e un fratellino farabutto, che non starò a raccontarle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Accorremmo tutti; anch'io; ma uno dei miei padrini mi consigliò d'allontanarmi, di salire in vettura e scappare per la via di Chiusi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Eppure c'era qualcuno piú molesto delle mosche nella sala d'aspetto, quella mattina: il figlio dell'avvocato, brutto ragazzotto di circa dieci anni, il quale era certo scappato di soppiatto dalla casa annessa allo studio, senza calze, scamiciato, col viso sporco, per rallegrare i clienti di papà.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lui, di solito cosí timido, cosí ossequente, cosí misurato nelle espressioni, si lasciò scappare parole di fuoco contro la burocrazia, contro l'amministrazione dello Stato, anche contro il Ministro, contro tutto il Governo, che gli mandava a monte il viaggio di nozze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Due, Serafina e Carlotta, scapparono via nella loro camera senza neanche volgersi a guardare il cognato; Zoe fu piú coraggiosa: gli mostrò gli occhi rossi di pianto e, alzando il pugno in cui teneva il fazzoletto, gli disse tra due singhiozzi: - Cattivo! IV Ma era destino che Iduccia non dovesse godere della distinzione che il Tempini, finalmente, aveva dovuto fare tra lei e le sorelle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quarto piano, è vero? Una signora e una signorina, madre e figlia, scapparono sú di corsa per la scala con un grido d'orrore, e, poco dopo, s'intesero le grida disperate di Adriana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mah! Il giovane principe, tutto dedito ora a quelle carrozze strepitose, che fanno - pazienza, puzzo - ma anche fumo di dietro e scappano sole, non contento che già tre volte gli avessero fatto correre il rischio di rompersi il collo, subito appena colpita di paralisi la vecchia principessa (che di quelle diavole là, oh benedetta!, non aveva voluto mai saperne), s'era affrettato a disfarsi, tanto di lui, quanto di Corbino, gli ultimi rimasti nella scuderia, per il placido landò della madre.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Pareva che esso, rompendo ogni freno, gli scappasse via, gli si precipitasse sbalestrato, lasciando tutti con l'anima pericolante in atto di pararglielo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
ah, questa volta non c'è piú dubbio! Clementina scappa dalla finestra, scappa dalla stanza, col cuore in tumulto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Forse è una verità sacrosanta questa che vi è scappata dalla bocca.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E Niní, placido e cupo, imitando goffamente il gesto della sorella: - Non mi vollo lavare! E se Caterina lo costringeva appena, o s'accostava loro col pettine o col catino, strilli che arrivavano al cielo! Subito allora le vicine: - Ecco che comincia! Ah, povere creature! Dio di misericordia, senti, senti! Ma che fa? Ih, strappa i capelli alla grande! Senti che schiaffi al piccino! Ah che strazio, Dio, Dio, abbiate pietà di questi due poveri innocenti! Se poi Caterina, per non farli strillare, lasciava Nenè spettinata e sporco Niní: - Ma guardate qua questi due amorini come sono ridotti: una cagnetta scarduffata e un porcellino! Nenè, certe mattine, scappava di casa in camicia, a piedi nudi; si metteva a sedere su lo scalino innanzi all'uscio di strada, accavalciando una gambetta su l'altra e squassando la testina per mandarsi via dagli occhi le ciocche ribelli, rideva e annunziava a tutti: - Sono castigata! Poco dopo, piano piano, scendeva con le gambette a roncolo Niní, in camicina e scalzo anche lui, reggendo per il manico l'orinaletto di latta; lo posava accanto alla sorellina, vi si metteva a sedere, e ripeteva serio serio, aggrondato e con la lingua grossa: - So' cattigato! Figurarsi attorno le grida di commiserazione e di sdegno delle vicine indignate! Eccoli qua, ignudi! ignudi! Che barbarie, con questo freddo! Far morire cosí d'una bronchite, d'una polmonite due povere creaturine! Come poteva Dio permetter questo? Ah sí, di nascosto, è vero? essi, di nascosto, erano scappati dal letto? E perché erano scappati? Segno che i due piccini chi sa com'erano trattati! Ah, già, niente...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non scappa una mese, avrai anche me".(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si vede che il cane era scappato di casa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Bestie da fiuto, capirà, sentono la caccia, soffrono a star chiusi: scappano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Scappate...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Zuffe furibonde, inseguimenti, mobili rovesciati, stoviglie rotte, pianti, urli, tonfi, perché qualcuno dei ragazzi, al bujo, scappava e andava a cacciarsi fra le tre vecchie cieche, che dormivano in un letto a parte, e che ogni sera litigavano anch'esse tra loro, perché nessuna delle tre voleva stare in mezzo e si ribellava quando veniva la sua volta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nel vederlo scappar via cosí, ripensando al modo con cui la aveva guardata sottraendosi alle sue premure materne, alle sue carezze, zia Michelina si vide a un tratto assalire da un sospetto che le fece orrore; cadde a sedere su una seggiola, e rimase lí per un pezzo, pallida, con gli occhi sbarrati, a grattarsi con le dita la fronte: - Possibile? Possibile? Non osò mandare nessuno a prender notizie di lui, al podere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Rivedeva difatti col pensiero una lunga corsia, lucida, con tanti e tanti lettini bianchi in fila, di qua e di là, e un finestrone ampio in fondo sull'azzurro del cielo; rivedeva le suore di carità, con quelle grandi ali bianche in capo e quel tintinnío delle medaglie appese al rosario, a ogni passo; rivedeva pure un vecchio sacerdote che lo conduceva per mano lungo quella corsia: egli guardava smarrito, angosciato dalla commozione, su questo e su quel letto; alla fine il prete gli diceva: "Qua" e lo attirava presso la sponda d'uno di quei letti, ove giaceva moribonda, irriconoscibile, quella sciagurata che, dopo avergli messo al mondo sei creaturine, se n'era scappata di casa per andar poi a finir lí.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi, venuto il bel tempo, se n'era andato via; non tutt'a un tratto, però: erano state prima scappatine sui tetti delle prossime case: ritornava la sera; poi non era tornato piú.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ciò che i nuovi sacerdoti vi avrebbero fatto, don Bartolo veniva ogni giorno a spiegarlo a don Nuccio D'Alagna, il quale era pure il solo che, almeno in apparenza, stesse a sentirlo senza ribellarsi o scappar via con le mani agli orecchi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Appena andato via, don Nuccio scappava in chiesa a chieder perdono a Dio Padre, a Gesú, alla Vergine, a tutti i Santi, di quanto gli toccava d'udire, delle diavolerie che gli toccava di ricopiar la sera, per necessità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Anche tu ti metti contro di me, codiando la gente che t'ha preso a calci come un cane rognoso? Mordi la mano che t'ha dato il pane? Io, t'ho dannato l'anima? Verme di terra! ti schiaccerei sotto il piede, se non mi facessi schifo e pietà insieme! Guardami negli occhi! guardami! Chi ti darà da sfamarti? chi ti darà da sotterrare la figlia? Scappa, scappa in chiesa, va' a chiederlo a quella tua Vergine parata come una sgualdrina! Rimase un pezzo a fissarlo con occhi terribili; poi, come se, in tempo che lo fissava, avesse maturato in sé una feroce vendetta, scoppiò in una risata di scherno; ripeté tre volte, con crescente sprezzo: - Bestia...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Qualche bella ragazza gli aveva sorriso per via? - All'erta, sentinellàaa! - All'erta stòòò! Qualche amico gli aveva proposto di scappar via con lui in America? - All'erta, sentinellàaa! - All'erta stòòò! E chi era piú lui, adesso? Ecco qua: uno che faceva schifo, propriamente schifo, a se stesso, se si paragonava a quello che avrebbe potuto e dovuto essere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'ho qua ancora, negli orecchi! Rise, rise, scappando, la malvagia! Rise della trappola che mi aveva teso con la sua modestia; rise della mia ferocia: e d'altro rise, che seppi dopo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Bada ch'era davvero curiosa (ora te lo voglio dire), che tutto quello che mi scappava di bocca in tua presenza tu pretendevi d'averlo letto in qualche libro, del quale spesso dicevi di non rammentarti né il titolo né l'autore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tua moglie s'è alzata, ed è scappata via per nascondermi un nuovo scoppio di pianto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma queste notizie, amico mio, tu dovresti ormai sapere perché e con che cuore io te le do; e non essere come gli altri che s'ostinano a non volere intendere perché venga tanta crudele apparenza di riso a tutto ciò che mi scappa dalla bocca.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E perché dovrebbe affrettarsi la tartaruga condannata a vivere una lunghissima vita? Nelle nostre favole intanto chiamiamo tarda e pigra la tartaruga, la quale, per aver tanto tempo davanti a sé, non si dà nessuna fretta, e chiamiamo pauroso il coniglio che al primo vederci scappa via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma io non me ne sarei scappato in Isvizzera per un caso cosí ordinario, perdonami, e cosí facilmente prevedibile, se...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ebbene, Momo, credi ch'io me ne sia scappato in Isvizzera per indignazione? No, Momo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Me ne sono scappato, perché stavo per cascarci.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ho forse sbagliato strada? Sono caduto per caso nel mondo della Luna? Ma che razza di scrittore è lei, scusi? Ma dunque sul serio lei non comprende l'orrore della tragedia mia? Avere il privilegio inestimabile di esser nato personaggio, oggi come oggi, voglio dire oggi che la vita materiale è cosí irta di vili difficoltà che ostacolano, deformano, immiseriscono ogni esistenza; avere il privilegio di esser nato personaggio vivo, ordinato dunque, anche nella mia piccolezza, all'immortalità, e sissignore, esser caduto in quelle mani, esser condannato a perire iniquamente, a soffocare in quel mondo d'artifizio, dove non posso né respirare né dare un passo, perché è tutto finto, falso, combinato, arzigogolato! Parole e carta! Carta e parole! Un uomo, se si trova avviluppato in condizioni di vita a cui non possa o non sappia adattarsi, può scapparsene, fuggire; ma un povero personaggio, no: è lí fissato, inchiodato a un martirio senza fine! Aria! aria! vita! Ma guardi...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non potendo per la scala, aveva pensato per un momento di scappare buttandosi dalla finestra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Costretto a bere, a quell'ora insolita, tropp'oltre la sua sete, Carlandrea Sciaramè s'era lasciata scappare a sua volta la proposta che, per il momento, la nuova Società avrebbe potuto aver sede nella stanza a terreno nel suo casalino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
No, no, non aveva desiderato di riavere il somarello abbandonato, perché, quantunque la paura fosse stata piú forte di lui, non sarebbe mai scappato, sapendo che il suo fratellino, là, era intanto nella mischia e che forse in quel punto, ecco, gliel'uccidevano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli li vedeva scappar via come razzi, e sospirava, tentennando sulle povere gambe piegate.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
"Paf!" Una gran risata della gente, che si trovava a passare, accolse quel volo e quello scoppio, per la faccia che fece Papa-re nel vedersi scappar di mano il fido compagno delle sue fredde notti e per l'ingenuità della bimba che gli era corsa dietro, istintivamente, come se avesse voluto acchiapparlo per aria.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
M'è scappato di mano, nel dimenarlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tirasse almeno avanti ancora un pajo di giorni! Ma mi par proprio ch'accenni d'andarsene e non mi mancherebbe altro! Ah che bei guadagni, che bei guadagni mi dà la Norvegia! Basta: lasciatemi scappare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le due donne si strinsero vieppiú tra loro; poi, vedendogli sollevare una mano e far cenno di parlare, scapparono via con un grido, a richiudersi in cucina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
All'improvviso si diede a girare per la stanza come se cercasse la via per scappare e, agitando per aria le manacce spalmate: - Che asino! - gridò.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sorrideva, per rispondere al sorriso di lui non meno impacciato, ma volentieri sarebbe scappata a chiudersi sola sola in camera, a buttarsi sul letto, per piangere...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Perché, coi tesori che si ricavavano da quel traffico, non si pensava a far lavorare piú umanamente tutti quegli infelici ridotti peggio delle bestie da soma? Perché non si pensava a costruire le banchine su le due scogliere del nuovo porto, dove si ancoravano i vapori mercantili? Da quelle banchine non si sarebbe fatto piú presto l'imbarco dello zolfo, coi carri o coi vagoncini? - Non ti scappi mai di bocca una parola su questo argomento! - gli raccomandò don Paranza, una sera, dopo cena.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- E che vuoi da me? Salutamelo! Si mise a ridere, con gli occhi chiusi, d'una sua speciale risatina nel naso, sentendo le bestialità che scappavano a don Pietro nel tumultuoso dispiacere che gli cagionava quel contrattempo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Con quella porcheria che gli avevano cacciato nello stomaco, a bordo, se lo lasciò scappare, don Paranza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La passione, cosí cocente quand'era nascosta, contrariata e derisa, aveva perduto a un tratto il fervore, tutta la poesia; e poco dopo egli se n'era scappato dalla Sicilia per troncare quel fidanzamento, ch'era stato intanto il colpo di grazia per quel Silvestro Crispo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il dottor Mangoni lascia il piede e fa per muoversi, volendo sapere che cosa è accaduto, quando si vede venire addosso come una bufera quel signore che grida: - Sí, sí, da stupidi! da stupidi! da stupidi! Fa appena a tempo a scansàrlo; si volta, lo vede inciampare nel sacco d'ossigeno: - Piano! piano, per carità! Ma che piano! Quello allunga un calcio al sacco; se lo ritrova tra i piedi; è di nuovo per cadere e, bestemmiando, scappa via, mentre sulla soglia della stanza in fondo al corridojo appare un tozzo e goffo vecchio in pantofole e papalina, con una grossa sciarpa di lana verde al collo, da cui emerge un faccione tutto enfiato e paonazzo, illuminato dalla candela stearica, sorretta in una mano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Pensò alla prossima lettura della sua commedia, mentre il vecchio dormiva; pensò al detto di un celebre commediografo francese: che durante la lettura o la rappresentazione d'un dramma, il sonno debba esser considerato come un'opinione, e si lasciò scappare dalle labbra: - Oh Dio! E allora? La Venanzi, a questo ingenuo sospiro, scoppiò a ridere, proprio di cuore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Casimiro Luna aveva finito d'esporre la sua "intervista" ed era scappato via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Come possono capirla la mia pena? - Ih! Io non so perché tante lagrime e tanta pena, - riprese Ninfarosa, - quando voi stessa, a quel che dicono, li faceste scappar via per disperati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il medico non la volle, e si chinò a carezzare il bamboccetto per terra, mentre l'altro ragazzo scappava a chiamare il padre Poco dopo s'intese lo scalpiccío di grossi scarponi imbullettati, e, di tra i fichidindia, apparve Rocco Trupía, che camminava curvo, con le gambe larghe ad arco, e una mano alla schiena, come la maggior parte dei contadini.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
"Te ne sei scappato? E se ti riafferrano, ora? Ti ammazzeranno!" Il cuore, il cuore mi parlava.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Venni a sapere, dopo sei giorni, che Cola Camizzi si trovava con la sua banda nel feudo di Montelusa, che era dei Padri Liguorini, scappati via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ha perduto il treno? - Per un minuto, sa? Arrivo alla stazione, e me lo vedo scappare davanti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
ma no, che dico l'assurdità! La macabra ferocia di questa pretesa, le domando se crede possibile che le case d'Avezzano, le case di Messina, sapendo del terremoto che di lí a poco le avrebbe sconquassate, avrebbero potuto starsene lí tranquille, sotto la luna, ordinate in fila lungo le strade e le piazze, obbedienti al piano regolatore della commissione edilizia municipale? Case, perdio, di pietra e travi, se ne sarebbero scappate! Immagini i cittadini d'Avezzano, i cittadini di Messina, spogliarsi tranquilli per mettersi a letto, ripiegare gli abiti, metter le scarpe fuori dell'uscio, e cacciandosi sotto le coperte godere del candor fresco delle lenzuola di bucato, con la coscienza che fra poche ore sarebbero morti...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli par che non senta, e la servetta allora scappa via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sa com'è? L'è come il latte messo al foco, che prima si gonfia, poi alza il bollo e scappa via...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Il lume dov'è? Di là? E scappa a prenderlo, premurosa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La balia scappa a infilarsi una sottana, corre ad aprire: un fiume di gente, soldati e ufficiali allagano vociando la casa ancora al bujo, dietro a due carabinieri e al delegato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma, a questo punto, il Ramicelli ch'era scappato via, non visto, ritornò ansante e spaventato, insieme con due guardie di questura, alle quali subito il Mori, che tremava tutto di rabbia, si rivolse, concitatissimo: - Via! conducetelo via! È venuto a insultarmi, a minacciarmi fino in casa, codesto mascalzone! Le due guardie afferrarono per le braccia il Marullo che cercava di svincolarsi, gridando: - Io voglio mia moglie! - e lo trascinarono via, seguiti dal Mori, che volle recarsi in questura a denunziare l'aggressione patita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- si lasciò scappare il Righi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dio, no! Le toccò ripeterla piú volte quest'esclamazione e fu quasi tentata di scapparsene di là a un certo punto, quando parve che lui e l'Aricò si volessero azzuffare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gli è scappata una volta, e poi ritornata: dubbii sull'ultima figlia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Fuori di casa, però! A questo punto, beata come se fosse stata in cielo con gli angioletti nel tempo che le due signore si sono scambiate quelle poche parole tra molti ammiccamenti, la signorina Trecke scappa a dir, sorridendo, che - sí - va fuori di casa infatti ogni sera il signor Lèuca.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Introdotto nel salottino, sorprese in coloro che vi stavano radunati un certo imbarazzo, una confusione subito repressa, come se qualcuno, al suo entrare, fosse scappato via; o come se d'un tratto si fosse troncata un'intima e animatissima conversazione.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- guardami negli occhi! - lo comprendi, è vero? che se ti lasci scappare questo momento, tu sei perduta? Come resti, senza piú il posto, senza piú nessuno? Vuoi dar colpa a tua madre della tua rovina? Non sospirò tanto, povera donna, questo tuo matrimonio? E vuoi ora che, per causa sua, vada a monte? Che fai tu di male? Coraggio, Cesara! Ci sono qua io: lascia a me la responsabilità di quello che fai! Va', va' a vestirti, va' a vestirti, figliuola mia, senza perder tempo...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Va', dammi un bacio, e scappa, caro! Il Righi si chinò a baciarla appassionatamente; ma prima di scappare a casa, volle veder la bambina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non vedendo nulla, e udendo invece una risata larga, allegra, della mamma, diventò di nuovo furente, piú furente, e la costrinse a scappar via dalla stanza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E poi, perché? per parere scappati da un baraccone da fiera?" Queste riflessioni, come le feci io allora, da un pezzo senza dubbio aveva dovuto farle anche lei, la povera Margherita, per trarne la conseguenza che, nelle supreme regioni a cui per sua disgrazia era ascesa, non avrebbe trovato mai un marito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non aveva ancora sei anni, e già si rivoltava, indignato, e scappava via sulle furie nel vedersi mostrato da lei a chi la rimproverava di quella sua troppa remissione; si turava gli orecchi per non udire dall'altra stanza le parole con cui di solito ella accompagnava quel gesto rimasto a mezzo per la sua fuga: che aveva un figlio e che questo, data la sua disgrazia, fosse già un premio veramente insperato che Dio le aveva voluto concedere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La nuora, trista donnaccia, che a diciotto anni gli aveva accalappiato quel suo povero figliuolo, per fortuna se n'era scappata di casa da alcuni mesi con un certo signore, amico intimo del defunto marito; e cosí le cinque orfanelle (di cui la maggiore, Susí, aveva appena otto anni) erano rimaste sulle braccia del signor Anselmo, proprio sulle braccia di lui, poiché su quelle della nonna, afflitta da tutti quei malanni, è chiaro che non potevano restare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Corri di qua, scappa di là, nello spavento non trovavano piú la buca per sguizzare e battersela; alla fine, una la imbroccò, e via le altre dietro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando la Mangiamariti e donna Tuzza Michis, vociando sempre piú forte, scesero giú nel cortiletto, erano scappate tutte, tranne una: la pollastrotta picchiettata bianca e nera.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se avesse potuto lui, invece, scappar via di lí e andarle a trovare! Si propose di provarcisi; e, quando fu la sera, cheto e chinato, s'accostò all'angolo ove era il mattone e, guardando cauto e timoroso la finestra, tirò all'indietro una prima zampata per rimuoverlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dov'era il gallo? Oh Dio, eccolo là! tentava di scappare da quell'altra buca della porticina, e non poteva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tanto che, come Giglione lo trasse fuori e lo alzò sú le braccia a dosso della mula e gli diede in mano la fune della cavezza, gridandogli: - Scappa! - adirato da quella violenza, gli rispose col viso sbiancato e senza muoversi: - E se non volessi scappare? - Scappa, in nome di Dio! Dici sul serio? E Giglione spinse a due mani per di dietro la mula e le allungò un calcio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per vergogna sono stato zitto, vi giuro! perché ho avuto paura, sí! sí! paura, e sono scappato via a gambe levate! - Oh la finisca, per favore, signor mio! - lo interruppe a questo punto l'albergatore, notando l'effetto che quelle parole producevano sugli altri avventori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le smanie feroci erano per le premure angosciose con cui, subito appena rincasato, lo avrebbero oppresso la moglie e le due figliuole: una gallina spersa e due pollastre pigolanti dietro: corri di qua, scappa di là: per le pantofole, per la tazza di latte col torlo d'uovo; e l'una giú carponi a slacciargli le scarpe; e l'altra a domandargli con una voce a lamento (secondo le stagioni) se si era inzuppato, se era sudato; come se non lo vedessero, rincasato senz'ombrello, intinto da strizzare o, d'agosto, di ritorno a mezzogiorno, tutto incollato e illividito dal sudore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma era anche la disperazione di dover finire tra poco, in una poltrona, perso da una parte e scemo, tra quelle tre donne che lo seccavano e che gli mettevano addosso la smania di scapparsene, finché era in tempo, come un pazzo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il cavallo, allungando il muso e strappando l'erba che cresceva liberamente sulle prode, doveva essersi allontanato da sé, un passo dopo l'altro, dalle tre casette perdute nella nebbia in fondo alla traversa; il lattajo, che a ogni posta s'indugiava al solito a chiacchierar con le donne, sicuro che la bestia abituata lo stesse ad aspettare paziente davanti la porta, ora, uscendo con le bottiglie vuote e non trovandolo piú, si sarebbe dato a correre e a gridare: bisognava far presto; e il signor Bareggi, col brio di quell'improvvisa pazzia che gli schizzava dagli occhi, ansante e tutt'un tremito di contentezza e di paura, ormai senza che gli importasse piú di rendersi conto di ciò che sarebbe avvenuto e di lui e del lattajo e delle sue donne, nello scompiglio di tutte le immagini che già gli turbinava nell'animo stravolto, dette una gran frustata al cavallo e via! Non s'aspettava il salto a montone di quella bestiaccia, che pareva vecchia e non era; non s'aspettava, al rimbalzo, il fracasso di tutti i bidoni e gli orci del latte dietro il sediolo; gli scapparono di mano le redini, per sorreggersi, mentre, a quel salto del cavallo, coi piedi sobbalzati dalle stanghe e la frusta per aria, stava per arrovesciarsi all'indietro su quei bidoni e quegli orci; e non aveva ancora finito di sentirsi scampato a quel primo pericolo, che subito la minaccia di nuovi, imminenti, lo tenne senza fiato e sospeso, con quella bestia dannata sfrenata lanciata a una corsa pazza in mezzo alla nebbia che si faceva sempre piú fitta col calar della sera.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Aveva preso gusto a quel saporino di sale, e non se ne lasciava scappar via neppur una.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutti i picconieri e i carusi erano accorsi sul luogo dello scoppio; egli solo, Ciàula, atterrito, era scappato a ripararsi in un antro noto soltanto a lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E ridevano tutti del poco rispetto che quelle bestie maleducate portavano al loro curato e alla sorella; dei dispetti, forse amorosi, che i tre grossi majali cretacei facevano alla Marianna; della disperazione di questa nell'andar cercando ogni mattina le uova, che le galline apposta le nascondevano, scappando a fetare di qua e di là.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando, a sera chiusa, scese dal biroccino davanti alla chiesetta attaccata alla cura, là, a uno svolto dello stradone, si sentí il braccio intormentito dallo sforzo di reggersi in capo il nicchio buono, felpato, che se ne voleva scappar via con quel ventaccio maledetto, il quale urlava cosí forte, e cosí forte faceva stormir gli alberi, qua, del viale, e là del poggio incontro alla chiesetta, che la Marianna ecco, non aveva sentito il bubbolo della somara e non era accorsa come le altre volte a dargli subito una mano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gridava con la voce d'allora cu-cu, e stava ad aspettare che quella, quell'altra, ma viva, viva ancora in questa piccina, venisse a scoprirlo, a scovar lui anche piccino lí dietro quell'uscio; e, appena dallo spiraglio la intravedeva tutta ansiosa e vibrante e perplessa, ecco, come allora, tratteneva il fiato e trepidava e, potendo, scappava via da quel nascondiglio e si metteva a correre, a girare per non farsi prendere, attorno alla tavola apparecchiata, e si cacciava tra le seggiole sotto la tavola per riuscir dall'altra parte, finché, caduto a sedere per terra, non si lasciava acchiappare dalla bimba accesa in volto e inferocita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non l'aveva fatto, perché in realtà viveva con lui senza troppo scandalo quasi maritalmente anche quando era in vita il marchese, il quale, dopo la nascita dell'unica figliuola, se n'era scappato a prender aria a Parigi: tant'aria che n'era scoppiato quattr'anni dopo; e non ci sarebbe stato niente, proprio niente di male, se in questi quattr'anni non avesse dato fondo alle sue rendite e a buona parte di quelle di lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Efix sobbalzò e le afferrò il polso , mentre i porcellini scappavano seguiti dai gattini e a tanto subbuglio le galline starnazzavano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
che di ballare ! — Zuannantò ! Vieni a mangiare ! Non vedi che il tuo suono è come il vento ? Fa scappar la gente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Anche il vino , mi pare ! — Anche il vino , sí ! Solo che il vino qualche volta spumeggia e scappa ; l'acqua no .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Tutto è dolce , buono , caro: ecco i rovi della Basilica , circondati dai fili dei ragni verdi e violetti di rugiada , ecco la muraglia grigia , il portone corroso , l'antico cimitero coi fiori bianchi delle ossa in mezzo all'avena e alle ortiche , ecco il viottolo e la siepe con le farfalline lilla e le coccinelle rosse che sembrano fiorellini e bacche: tutto è fresco , innocente e bello come quando siamo bambini e siamo scappati di casa a correre per il mondo meraviglioso .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Qualcuno disse che era scappato per paura dei carabinieri .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ho gridato , ho sudato: ma poi all'alba mi accorsi che era una lepre ferita: sí , presa al laccio era riuscita a scappare e stava lí con la zampetta rotta e mi guardava con due occhi da cristiana .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora , quando lei disse di no , di no , sono scappato . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Zia Noemi è scappata come di volo , vedendomi ! Proprio non mi perdonerà mai ! Che cosa ti ha raccontato , dimmi ? Che non vuol piú vedermi , che ha giurato di non pronunziare piú il mio nome ? Lo so: ma non importa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
A certe scappate di popolarità, quando le quadrassero alle sue mire, la ci si lasciava ire a sommo studio; perché le negligenze stesse di lei, donna erudita, erano pesate e gravi. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Era di buon umore, quella sera, il vecchio Friend, e gli piacque di giuocare a non lasciarsi prendere, provocando Carlotta, sgusciandole sempre di mano, scappando sotto il piano o sotto il tavolino a guardar con un ironico scodinzolamento la povera donna che gli diceva «ven, cara, ven, cara», con la bocca e «brütt moster» con il cuore. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Aspettate, verrà un movimento grande, noi daremo il colpo, ci sarà un poco di strepito e di sbatacchiamento e lo tireremo su, il nostro pesciatello, non ce lo lasceremo scappare più, quel porcellino bianco, rosso e verde!» Il Biancòn ci aveva fatto una gran risata e spesso, mettendosi a pescare, si ruminava, per il proprio innocente piacere, la graziosa similitudine, da cui gli nascevano per solito altri sottili e profondi pensamenti politici. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
il Maresciallo; ed ella, minacciata segretamente d'incendi e di morte dai liberali di Brescia, aveva preso delle rispettose scappatoie. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Incontrò una frotta di ragazzi che scappavano dalla pioggia dopo aver inutilmente atteso sul sagrato dell'Annunciata il passaggio della marchesa in portantina. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Temono che si scappi in barca. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Adesso la Polizia perquisisce tutte le case di Oria ritenendo che i due sieno scappati per il tetto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«I gendarmi!» È pallido come un cencio lavato e scappa senza saper perché, non gli si può cavare dove questi gendarmi sieno. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il curato di Castello, Introini, quando incontrava don Giuseppe Costabarbieri, gli ricordava la canzone del 1796 che don Giuseppe aveva tirata fuori nel 1848 e poi nascosta da capo: Stare nostre crante ulane Qua fenute d'Ungheria, Ma franzose crante… ! Fato tuti scappar fia! E don Giuseppe, tutto spaventato: «Citto, citto, citto!» Intanto sui pendii di Valsolda fiorivano pacificamente le viole come se nulla fosse. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
– E tu me lo lasci scappare di casa? E non me ne dici niente? Ma che sono diventato io qua? Si rispettano così, adesso, le mie idee, i miei sentimenti? Lo dico a te e lo dico a tutti! Ah sì? Viva il Belgio, viva la Francia...(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
E Berecche, dopo questa sfuriata, scappa a rinchiudersi nel suo studio, tutto sconvolto e tremante della violenza che ha dovuto fare a se stesso.
---------------
Se no, che Cosa? Ecco il bel risultato: il figliuolo che gli scappa di casa e va a gridare con gli altri imbecilli per le vie di Roma Viva la Francia; e quell’altro povero giovine di là, a cui hanno ucciso due fratelli, che lo accusa della neutralità dell’Italia e del macello dei trentini e dei triestini sotto Leopoli!
---------------
2 Tutto il primo giorno – sei giorni addietro – passato in un’ansia crescente d’ora in ora, tra un’oscura costernazione e un’irritazione sorda man mano anche esse crescenti, per il ritardo del figliuolo a rincasare; ritardo sempre piú inescusabile e inesplicabile, perché non c’erano piú dimostrazioni per Roma che potessero far pensare a un arresto, come l’altra volta; – poi, la sera, le corse affannose di qua e di là in cerca di lui, dove si fosse potuto attardare tanto, nei caffè, in casa di qualche amico, nella camera mobiliata di Gino Viesi – e la sorpresa, qui, nel sapere che anche lui, Gino Viesi, uscito dalla mattina alle sette, non s’era piú fatto vedere; poi, la notte, quella prima notte senza il figliuolo in casa, con la casa che sembrava vuota e paurosa, come vuoto e pauroso l’animo di lui; e le ore che passavano a una a una lente, eterne, su la sua ansia pure angosciata dallo sgomento di vederle passare, così, a una a una, nella vana attesa alla finestra, con l’ossessione delle vie per cui il figliuolo poteva essersi incamminato, per cui torse camminava ancora nella notte, per allontanarsi sempre piú, sempre piú dalla sua casa, sciagurato! ingrato! ma dove? dove diretto? – e poi l’alba e il silenzio di tutta la casa, orribile, con le donne cedute al sonno tra il pianto, là su le seggiole, col capo su la tavola, sotto il lume ancora acceso – ah, quel lume giallo nell’alba, e quei corpi là, che da sé a poco a poco s’erano composti in atteggiamenti pietosi, rassettati per non soffrir tanto, per trovare un po’ di requie essi almeno, se l’anima nel sonno angoscioso non poteva trovarne! – e poi, al mattino e durante tutto il giorno seguente, le altre corse, tre, quattro, alla Questura, prima per denunziare la scomparsa del figliuolo e di quell’altro là, perché fosse spiccato subito e diramato da per tutto un ordine d’arresto; poi per sapere se qualche notizia fosse giunta; e mai nessuna! – quei no, quel no del delegato rosso lentigginoso, che pure la mattina pareva avesse preso con impegno la cosa nel sentire che forse si trattava di due giovanotti che tentavano di passare in Francia per arruolarsi nella legione garibaldina; e ora piú niente, tutto intento ad altro ora, come se non si ricordasse piú neanche dell’ordine dato; – e le invettive, le aggressioni d’ora in ora piú violente della moglie e della figlia Carlotta, perché erano sicure che Faustino e quell’altro erano scappati via per lui, ma sì, per lui, per lui che aveva fin dall’infanzia oppresso quel figliuolo col metodo tedesco, con la disciplina tedesca, con la coltura tedesca, fino a fargli concepire un odio indomabile, inestinguibile per la Germania, che Dio la danni in eterno! e – ultimamente, in faccia all’altro che piangeva due fratelli uccisi, non aveva forse avuto il coraggio di gridare che l’Austria aveva tutto il diritto di mandarglieli al macello quei due fratelli? – lui! lui! – per questo erano scappati, per dargli una giusta risposta, per fare una giusta vendetta dei sentimenti da lui offesi nell’uno e oppressi nell’altro fin dall’infanzia: ebbene, non basta tutto questo? Ce n’è anche d’avanzo per spiegare come Berecche si sia in sei giorni invecchiato di venti anni.
---------------
– Qua per compatire chi m’accusa! qua per compiangere con quelle due disgraziate anche questa miserabile Italia, dorma come loro, che non avrà mai ciò che si chiama DISCIPLINA DELLA VITA! Ma non vedi, non vedi che avviene in questa miserabile Italia, perché si è presa una misura di tremenda disciplina – la neutralità? I figli che ti scappano! le madri che urlano! Ti sembra che io non ragioni? –
---------------
Diventa pallidissimo, poi, tutt’a un tratto, paonazzo; si scaglia addosso al Fongi, come se Fongi se ne volesse scappare:
---------------
* Molti libri curiosi e piacevolissimi don Eligio Pellegrinotto, arrampicato tutto il giorno su una scala da lampionaio, ha pescato negli scaffali della biblioteca, Ogni qual volta ne trova uno, lo lancia dall’alto, con garbo, sul tavolone che sta in mezzo; la chiesetta ne rintrona; un nugolo di polvere si leva, da cui due o tre ragni scappano via spaventati: io accorro dall’abside, scavalcando la cancellata; do prima col libro stesso la caccia ai ragni su pe’l tavolone polveroso; poi apro il libro e mi metto a leggiucchiarlo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma si tratteneva, ogni volta, pochissimo, perché tutt’a un tratto, discorrendo, s’infuriava, e scappava via senza salutare nessuno. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Pinzone si sforzava spesso di tener tra i denti le labbra, come per mordere, castigare e nascondere un risolino tagliente, che gli era proprio; ma lo sforzo in parte era vano, perché questo risolino, non potendo per le labbra così imprigionate, gli scappava per gli occhi, più acuto e beffardo che mai. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Figurarsi che divertimento! Ma, appena in istrada, noi due proponemmo a Pinzone una scappatella: gli avremmo pagato un buon litro di vino, purché lui, invece che in chiesa e dal Malagna, ci avesse lasciato andare alla Stìa in cerca di nidi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ricordo che una volta, scappando via al solito su le furie, s’imbatté in me per una delle stanze abbandonate; m’afferrò per il mento, me lo strinse forte forte con le dita, dicendomi: – Bellino! bellino! bellino! – e accostandomi, man mano che diceva, sempre più il volto al volto, con gli occhi negli occhi, finché poi emise una specie di grugnito e mi lasciò, ruggendo tra i denti:
---------------
* Soffocato dall’ira, dalla nausea, scappai a chiudermi in camera, e solo, con le mani tra i capelli, cominciai a domandarmi come mai Romilda, dopo quanto era avvenuto fra noi, si fosse potuta prestare a tanta ignominia! Ah, degna figlia della madre! Non il vecchio soltanto avevano entrambe vilissimamente ingannato, ma anche me, anche me! E, come la madre, anche lei dunque si era servita di me, vituperosamente, per il suo fine infame, per la sua ladra voglia! E quella povera Oliva, intanto! Rovinata, rovinata... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Mi vidi, in quell’istante, attore d’una tragedia che più buffa non si sarebbe potuta immaginare: mia madre, scappata via, così, con quella matta; mia moglie, di là, che... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E scappai via, risoluto a non rientrare in casa, se prima non avessi trovato comunque da mantenere, anche miseramente, mia moglie e me. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Scappai come un dàino: ma più per sfuggire a me stesso, per non rimanere neanche un minuto a tu per tu con me, a pensare che io stavo per avere un figliuolo, io, in quelle condizioni, un figliuolo!
---------------
– Un medico! Scappa! Romilda muore!
---------------
* Lasciavo la piccina mia che riposava, e scappavo dalla mamma, che non si curava di sé, della sua morte, e mi domandava di lei, della nipotina, struggendosi di non poterla più rivedere, baciare per l’ultima volta. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Nuovo del luogo, ancora impacciato, avrei voluto parere anch’io almeno un poco come di casa: e studiavo quelli che mi parevano più disinvolti; se non che, quando meno me l’aspettavo, qualcuno di questi, ecco, impallidiva, fissava gli occhi, ammutoliva, poi buttava via la sigaretta, e, tra le risa dei compagni, scappava via; rientrava nella sala da giuoco. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Scappai via; ritornai a Nizza per partirne quel giorno stesso. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Dunque, che stavo a far lì, seduto? M’ero buttato di nuovo, da me, in mezzo a una strada? Ci stéssi! Due povere donne non potevano aver l’obbligo di mantenere un fannullone, un pezzaccio da galera, che scappava via così, chi sa per quali altre prodezze, ecc., ecc. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Intravidi da quel primo scempio qual mostro fra breve sarebbe scappato fuori dalla necessaria e radicale; alterazione dei connotati di Mattia Pascal! Ed ecco una nuova ragione d’odio per lui! Il mento piccolissimo, puntato e rientrato, ch’egli aveva nascosto per tanti e tanti anni sotto quel barbone, mi parve un tradimento. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Misteriosi capricci della fantasia! Per quale inesplicabile bisogno e donde mi veniva d’immaginare in quel momento mio padre, quel Paolo Meis, come uno scavezzacollo? Ecco, sì, egli aveva dato tanti dispiaceri al nonno: aveva sposato contro la volontà di lui e se n’era scappato in America. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Potevo io rannodarle, ora, queste fila con la realtà? Chi sa dove mi avrebbero trascinato; sarebbero forse diventate subito redini di cavalli scappati, che avrebbero condotto a precipizio la povera biga della mia necessaria invenzione. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* C’era stato? Scappa!
---------------
* Non sapeva più parlar d’altro, questo benedett’uomo! Ne parlava però con tanto fervore e gli scappavan fuori di tratto in tratto, nella foga del discorso, certe immagini e certe espressioni così singolari, che, ascoltandolo, mi passava subito la voglia di cavarmelo d’attorno e d’andarmene ad abitare altrove. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il Pantogada non avrebbe voluto lasciarsela scappare; ma poi, costretto da una impellente necessità di denaro, aveva ceduto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La signorina Pantogada e la governante scapparono via dalla camera, mentre il Paleari gridava irritatissimo:
---------------
* Il mio pensiero corse subito ad Adriana, che se n’era scappata singhiozzando, dopo quella mia smentita. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Fremente in tutto il corpo, senza più fiato gli chiesi appena scusa per lo spiacevole incidente e scappai via, seguito dal Paleari e da Papiano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Scappai via, fuori di me, avvampato in volto, come se mi avessero preso a scudisciate. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Sentii scappare la vecchia strega, certo atterrita, e subito immaginai che cosa in quel momento accadeva di là. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* dove sei stato? Se ti sei finto morto e te ne sei scappato... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – E già, me n’ero scappato, hai sentito? Come se non m’avessero fatto scappar loro... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Si scappava presto dai muri di cinta , dalle siepi di fil di ferro , dai campi rigati a solchi diritti come un quaderno di scuola . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* C è qualcosa al di là della rappresentazione ? La conoscenza è una fida finestra sul reale oppure un sistema di vetri appannati e istoriati che filtrano solo immagini false e ombre incerte di verità ? E e' è davvero qualcosa dietro la conoscenza oppure il nulla , come dietro la vita ? Sarebbe forse soltanto specchio di sé stessa , buccia senza tronco e finestra sul vuoto ? Queste domande che Tuomo sano non si fa ; che il filosofo di mestiere fa tacere colle sentenze e gli espedienti della profondità verbaiola mi turbavano profondamente , e mi forzavano a un gioco di cervello senza riposo , a una caccia disperata di argomenti , di sofismi e di scappatoie , mi rendevano ansimante , inquieto , instancabile , come se la mia vita stessa ne dovesse dipendere . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Pensavo , insieme ai pochi a' quali m''ero accostato , a un colpo di mano per impadronirci della città ; mi preparavo alla rivolta universale ; avevo voglia di scappare , di viaggiare ogni paese , di urtarmi coi corpi di tutti i popoli , di stomacarmi nelle esalazioni d'oriente , di sperdermi tra i fumi del nord . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Cominciarono a venire i manoscritti (correzioni , cancellature , rifiuti !) ; s' incisero pazientemente le prime incisioni (legnetti gialli e duri di bossolo , dove il bulino — 105 — scavava rabbiosamente scappando ogni tanto dal segno nero) ; e furon mandati attorno gli avvisi a stampa (il primo bollettino della guerra e già risuonava di colpi e di clangori !) . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Niente scappa alla sua maledetta vigilanza . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Cosi , coll'apparenza di voler fare più degli altri , si fa meno di tutti e ci si prepara una bella e gloriosa sconfìtta : s'era proposto cose talmente grandi che le forze non gli bastarono ; chissà cosa avrebbe fatto se la sua ambizione fosse stata appena appena minore ! Io conosco talmente bene queste trappole , civetterie e scappatoie dei vinti che non so cosa farmene . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Credete non mi costi dolore il confessare cosi crudamente la debolezza e la finzione della vita ? Eppure sta cosi : perchè dovrei seguitare a imbrogliar me e gli altri ? Tante volte , invece di starmene chiuso nella mia stanza solo coi miei pensieri , mi son lasciato vincere da un momento di noia e sono scappato fuori , mi son fermato alle vetrine , ho seguito i lumi accesi sopra il mio capo , son montato sopra i trams scampanellanti e fuggenti , mi son seduto nei caff'è a guardar le figure di una borghesissima rivista tedesca ; ho cercato gli amici e ho fatto con loro non so quanti discorsi sciocchi , cattivi o spiritosi ; sono — 208 — andato a far delle visite , a bere il caffè in tazzine dorate , a ciarlare con signorine forestiere e con vecchie dame affettuose . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Già lassù c’è sempre della gente e lei farebbe una bella figura se tentasse di scappare .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Scappavo pel timore di essere scorto da qualche visitatore che allora doveva lasciare la casa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Quel silenzio poteva anche significare un rifiuto , il più delicato rifiuto che si potesse immaginare: io quasi sarei scappato in cerca del mio cappello , in tempo per porlo su una testa salva .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
riscappare
= verbo intr. scappare di nuovo.
---------------
scappato
= participio passato di scappare - uccelli scappati , involtini di carne che si infilano su spiedini , spesso alternati con altri ingredienti , e che si cuociono come la cacciagione .
---------------
scappavia
= uscita segreta - scappatoia , maniera di liberarsi da un impiccio , imbarcazione a remi , leggera e veloce , caricata sui bastimenti e utilizzata per brevi spostamenti .
---------------
Verb: to welsh-welshed-welshed
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I welsh
you welsh
he/she/it welshes
we welsh
you welsh
they welsh
Simple past
I welshed
you welshed
he/she/it welshed
we welshed
you welshed
they welshed
Simple past
I welshed
you welshed
he/she/it welshed
we welshed
you welshed
they welshed
Present perfect
I have welshed
you have welshed
he/she/it has welshed
we have welshed
you have welshed
they have welshed
Past perfect
I had welshed
you had welshed
he/she/it had welshed
we had welshed
you had welshed
they had welshed
Past perfect
I had welshed
you had welshed
he/she/it had welshed
we had welshed
you had welshed
they had welshed
Simple future
I I will welsh
you you will welsh
he/she/it he/she/it will welsh
we we will welsh
you I will welsh
they they will welsh
Future perfect
I will have welshed
you will have welshed
he/she/it will have welshed
we will have welshed
you will have welshed
they will have welshed
Present continuous
I am welshing
you are welshing
he/she/it is welshing
we are welshing
you are welshing
they are welshing
Past simple continuous
I was welshing
you were welshing
he/she/it was welshing
we were welshing
you were welshing
they were welshing
Future continuous
I will be welshing
you will be welshing
he/she/it will be welshing
we will be welshing
you will be welshing
they will be welshing
Future perfect continuous
I will have been welshing
you will have been welshing
he/she/it will have been welshing
we will have been welshing
you will have been welshing
they will have been welshing
Present perfect continuous
I have been welshing
you have been welshing
he/she/it has been welshing
we have been welshing
you have been welshing
they have been welshing
Past perfect continuous
I had been welshing
you had been welshing
he/she/it had been welshing
we had been welshing
you had been welshing
they had been welshing
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I welsh
That you welsh
That he/she/it welsh
That we welsh
That you welsh
That they welsh
Present perfect
That I have welshed
That you have welshed
That he/she/it have welshed
That we have welshed
That you have welshed
That they have welshed
Simple past
That I welshed
That you welshed
That he/she/it welshed
That we welshed
That you welshed
That they welshed
Past perfect
That I had welshed
That you had welshed
That he/she/it had welshed
That we had welshed
That you had welshed
That they had welshed
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would welsh
you would welsh
we would welsh
we would welsh
you would welsh
they would welsh
Past
I would have welshed
you would have welshed
he/she/it would have welshed
we would have welshed
you would have welshed
they would have welshed
Present continous
I would be welshing
you would be welshing
we would be welshing
we would be welshing
you would be welshing
they would be welshing
Past continous
I would have been welshing
you would have been welshing
he/she/it would have been welshing
we would have been welshing
you would have been welshing
they would have been welshing
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me welsh
welsh
let him welsh
let us welsh
welsh
let them welsh
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to welsh
Past
to have welshed
Present continous
to be welshing
Perfect continous
to have been welshing
Affermative - PARTICIPLE
Present
welshing
Past
welshed
Perfect
having welshed
Affermative - GERUND
Present
welshing
Past
having welshed
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am welshed
you are welshed
he/she/it is welshed
we are welshed
you are welshed
they are welshed
Past simple
I was welshed
you were welshed
he/she/it was welshed
we were welshed
you were welshed
they were welshed
Past simple
I was welshed
you were welshed
he/she/it was welshed
we were welshed
you were welshed
they were welshed
Present perfect
I have been welshed
you have been welshed
he/she/it has been welshed
we have been welshed
you have been welshed
they have been welshed
Past perfect
I had been welshed
you had been welshed
he/she/it had been welshed
we had been welshed
you had been welshed
they had been welshed
Past perfect
I had been welshed
you had been welshed
he/she/it had been welshed
we had been welshed
you had been welshed
they had been welshed
Future simple
I will be welshed
you will be welshed
he/she/it will be welshed
we will be welshed
you will be welshed
they will be welshed
Future perfect
I will have been welshed
you will have been welshed
he/she/it will have been welshed
we will have been welshed
you will have been welshed
they will have been welshed
Present continuous
I am being welshed
you are being welshed
he/she/it is being welshed
we are being welshed
you are being welshed
they are being welshed
Past simple continuous
I was being welshed
you were being welshed
he/she/it was being welshed
were being welshed
you were being welshed
they were being welshed
Future continuous
I will being welshed
you will being welshed
he/she/it will being welshed
we will being welshed
you will being welshed
they will being welshed
Future perfect continuous
I will have been welshed
you will have been welshed
he/she/it will have been welshed
we will have been welshed
you will have been welshed
they will have been welshed
Present perfect continuous
I have been welshed
you have been welshed
he/she/it has been welshed
we have been welshed
you have been welshed
they have been welshed
Past perfect continuous
I had been welshed
you had been welshed
he/she/it had been welshed
we had been welshed
you had been welshed
they had been welshed
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be welshed
That you be welshed
That he/she/it be welshed
That we be welshed
That you be welshed
That they be welshed
Present perfect
That I have been welshed
That you have been welshed
That he/she/it have been welshed
That we have been welshed
That you have been welshed
That they have been welshed
Simple past
That I were welshed
That you were welshed
That he/she/it were welshed
That we were welshed
That you were welshed
That they were welshed
Past perfect
That I had been welshed
That you had been welshed
That he/she/it had been welshed
That we had been welshed
That you had been welshed
That they had been welshed
CONDITIONAL
Present
I would be welshed
you would be welshed
we would be welshed
we would be welshed
you would be welshed
they would be welshed
Past
I would have been welshed
you would have been welshed
he/she/it would have been welshed
we would have been welshed
you would have been welshed
they would have been welshed
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be welshed
Past
to have been welshed
PARTICIPLE
Present
being welshed
Past
welshed
Perfect
having been welshed
GERUND
Present
being welshed
Past
having been welshed
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not welsh
you do not welsh
he/she/it does not welshes
we do not welsh
you do not welsh
they do not welsh
Simple past
I did not welsh
you did not welsh
he/she/it did not welsh
we did not welsh
you did not welsh
they did not welsh
Simple past
I did not welsh
you did not welsh
he/she/it did not welsh
we did not welsh
you did not welsh
they did not welsh
Present perfect
I have not welshed
you have not welshed
he/she/it has not welshed
we have not welshed
you have not welshed
they have not welshed
Past perfect
I had not welshed
you had not welshed
he/she/it had not welshed
we had not welshed
you had not welshed
they had not welshed
Past perfect
I had not welshed
you had not welshed
he/she/it had not welshed
we had not welshed
you had not welshed
they had not welshed
Simple future
I I will not welsh
you you will not welsh
he/she/it he/she/it will not welsh
we we will not welsh
you I will not welsh
they they will not welsh
Future perfect
I will not have welshed
you will not have welshed
he/she/it will not have welshed
we will not have welshed
you will not have welshed
they will not have welshed
Present continuous
I am not welshing
you are not welshing
he/she/it is not welshing
we are not welshing
you are not welshing
they are not welshing
Past simple continuous
I was not welshing
you were not welshing
he/she/it was not welshing
we were not welshing
you were not welshing
they were not welshing
Future continuous
I will not be welshing
you will not be welshing
he/she/it will not be welshing
we will not be welshing
you will not be welshing
they will not be welshing
Future perfect continuous
I will not have been welshing
you will not have been welshing
he/she/it will not have been welshing
we will not have been welshing
you will not have been welshing
they will not have been welshing
Present perfect continuous
I have not been welshing
you have not been welshing
he/she/it has not been welshing
we have not been welshing
you have not been welshing
they have not been welshing
Past perfect continuous
I had not been welshing
you had not been welshing
he/she/it had not been welshing
we had not been welshing
you had not been welshing
they had not been welshing
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not welsh
That you do not welsh
That he/she/it does not welsh
That we do not welsh
That you do not welsh
That they do not welsh
Present perfect
That I have not welshed
That you have not welshed
That he/she/it have not welshed
That we have not welshed
That you have not welshed
That they have not welshed
Simple past
That I did not welsh
That you did not welsh
That he/she/it did not welsh
That we did not welsh
That you did not welsh
That they did not welsh
Past perfect
That I had not welshed
That you had not welshed
That he/she/it had not welshed
That we had not welshed
That you had not welshed
That they had not welshed
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not welsh
you would not welsh
we would not welsh
we would not welsh
you would not welsh
they would not welsh
Past
I would not have welshed
you would not have welshed
he/she/it would not have welshed
we would not have welshed
you would not have welshed
they would not have welshed
Present continous
I would not be welshing
you would not be welshing
we would not be welshing
we would not be welshing
you would not be welshing
they would not be welshing
Past continous
I would not have been welshing
you would not have been welshing
he/she/it would not have been welshing
we would not have been welshing
you would not have been welshing
they would not have been welshing
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me welsh
do not welsh
do not let him welsh
do not let us welsh
do not welsh
do not let them welsh
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to welsh
Past
not to have welshed
Present continous
not to be welshing
Perfect continous
not to have been welshing
Negative - PARTICIPLE
Present
not welshing
Past
not welshed
Perfect
not having welshed
Negative - GERUND
Present
not welshing
Past
not having welshed
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I welsh ?
do you welsh ?
does she/he/it welshes ?
do we welsh ?
do you welsh ?
do they welsh ?
Simple past
did I welsh ?
did you welsh ?
did she/he/it welsh ?
did we welsh ?
did you welsh ?
did they welsh ?
Simple past
did I welsh ?
did you welsh ?
did she/he/it welsh ?
did we welsh ?
did you welsh ?
did they welsh ?
Present perfect
have I welshed ?
have you welshed ?
has she/he/it welshed ?
have we welshed ?
have you welshed ?
have they welshed ?
Past perfect
had I welshed ?
had you welshed ?
had she/he/it welshed ?
had we welshed ?
had you welshed ?
had they welshed ?
Past perfect
had I welshed ?
had you welshed ?
had she/he/it welshed ?
had we welshed ?
had you welshed ?
had they welshed ?
Simple future
will I welsh ?
will you welsh ?
will she/he/it welsh ?
will we welsh ?
will I welsh ?
will they welsh ?
Future perfect
will I have welshed ?
will you have welshed ?
will she/he/it have welshed ?
will we have welshed ?
will you have welshed ?
will they have welshed ?
Present continuous
am I welshing ?
are you welshing ?
is she/he/it welshing ?
are we welshing ?
are you welshing ?
are they welshing ?
Past simple continuous
was I welshing ?
were you welshing ?
was she/he/it welshing ?
were we welshing ?
were you welshing ?
were they welshing ?
Future continuous
will I be welshing ?
will you be welshing ?
will she/he/it be welshing ?
will we be welshing ?
will you be welshing ?
will they be welshing ?
Future perfect continuous
will I have been welshing ?
will you have been welshing ?
will she/he/it have been welshing ?
will we have been welshing ?
will you have been welshing ?
will they have been welshing ?
Present perfect continuous
have I been welshing ?
have you been welshing ?
has she/he/it been welshing ?
have we been welshing ?
have you been welshing ?
have they been welshing ?
Past perfect continuous
had I been welshing ?
had you been welshing ?
had she/he/it been welshing ?
had we been welshing ?
had you been welshing ?
had they been welshing ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I welsh ?
That do you welsh ?
That does she/he/it welsh ?
That do we welsh ?
That do you welsh ?
That do they welsh ?
Present perfect
That have I welshed ?
That have you welshed ?
That have she/he/it welshed ?
That have we welshed ?
That have you welshed ?
That have they welshed ?
Simple past
That did I welsh ?
That did you welsh ?
That did she/he/it welsh ?
That did we welsh ?
That did you welsh ?
That did they welsh ?
Past perfect
That had I welshed ?
That had you welshed ?
That had she/he/it welshed ?
That had we welshed ?
That had you welshed ?
That had they welshed ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I welsh ?
would you welsh ?
would she/he/it welsh ?
would we welsh ?
would you welsh ?
would they welsh ?
Past
would I have welshed?
would you have welshed?
would she/he/it have welshed?
would we have welshed?
would you have welshed?
would they have welshed?
Present continous
would I be welshing ?
would you be welshing ?
would she/he/it be welshing ?
would we be welshing ?
would you be welshing ?
would they be welshing ?
Past continous
would I have been welshing?
would you have been welshing?
would she/he/it have been welshing?
would we have been welshing?
would you have been welshing?
would they have been welshing?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not welsh ?
do you not welsh ?
does she/he/it not welshes ?
do we not welsh ?
do you not welsh ?
do they not welsh ?
Simple past
did I not welsh ?
did you not welsh ?
did she/he/it not welsh ?
did we not welsh ?
did you not welsh ?
did they not welsh ?
Simple past
did I not welsh ?
did you not welsh ?
did she/he/it not welsh ?
did we not welsh ?
did you not welsh ?
did they not welsh ?
Present perfect
have I not welshed ?
have you not welshed ?
has she/he/it not welshed ?
have we not welshed ?
have you not welshed ?
have they not welshed ?
Past perfect
had I not welshed ?
had you not welshed ?
had she/he/it not welshed ?
had we not welshed ?
had you not welshed ?
had they not welshed ?
Past perfect
had I not welshed ?
had you not welshed ?
had she/he/it not welshed ?
had we not welshed ?
had you not welshed ?
had they not welshed ?
Simple future
will I not welsh ?
will you not welsh ?
will she/he/it not welsh ?
will we not welsh ?
will I not welsh ?
will they not welsh ?
Future perfect
will I not have welshed ?
will you not have welshed ?
will she/he/it not have welshed ?
will we not have welshed ?
will you not have welshed ?
will they not have welshed ?
Present continuous
am I not welshing ?
are you not welshing ?
is she/he/it not welshing ?
are we not welshing ?
are you not welshing ?
are they not welshing ?
Past simple continuous
was I not welshing ?
were you not welshing ?
was she/he/it not welshing ?
were we not welshing ?
were you not welshing ?
were they not welshing ?
Future continuous
will I not be welshing ?
will you not be welshing ?
will she/he/it not be welshing ?
will we not be welshing ?
will you not be welshing ?
will they not be welshing ?
Future perfect continuous
will I not have been welshing ?
will you not have been welshing ?
will she/he/it not have been welshing ?
will we not have been welshing ?
will you not have been welshing ?
will they not have been welshing ?
Present perfect continuous
have I not been welshing ?
have you not been welshing ?
has she/he/it not been welshing ?
have we not been welshing ?
have you not been welshing ?
have they not been welshing ?
Past perfect continuous
had I not been welshing ?
had you not been welshing ?
had she/he/it not been welshing ?
had we not been welshing ?
had you not been welshing ?
had they not been welshing ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not welsh ?
That do you not welsh ?
That does she/he/it not welsh ?
That do we not welsh ?
That do you not welsh ?
That do they not welsh ?
Present perfect
That have I not welshed ?
That have you not welshed ?
That have she/he/it not welshed ?
That have we not welshed ?
That have you not welshed ?
That have they not welshed ?
Simple past
That did I not welsh ?
That did you not welsh ?
That did she/he/it not welsh ?
That did we not welsh ?
That did you not welsh ?
That did they not welsh ?
Past perfect
That had I not welshed ?
That had you not welshed ?
That had she/he/it not welshed ?
That had we not welshed ?
That had you not welshed ?
That had they not welshed ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not welsh ?
would you not welsh ?
would she/he/it not welsh ?
would we not welsh ?
would you not welsh ?
would they not welsh ?
Past
would I not have welshed?
would you not have welshed?
would she/he/it not have welshed?
would we not have welshed?
would you not have welshed?
would they not have welshed?
Present continous
would I not be welshing ?
would you not be welshing ?
would she/he/it not be welshing ?
would we not be welshing ?
would you not be welshing ?
would they not be welshing ?
Past continous
would I not have been welshing?
would you not have been welshing?
would she/he/it not have been welshing?
would we not have been welshing?
would you not have been welshing?
would they not have been welshing?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - scappare senza pagare
Ausiliare:essere intransitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io scappo
tu scappi
egli scappa
noi scappiamo
voi scappate
essi scappano
Imperfetto
io scappavo
tu scappavi
egli scappava
noi scappavamo
voi scappavate
essi scappavano
Passato remoto
io scappai
tu scappasti
egli scappò
noi scappammo
voi scappaste
essi scapparono
Passato prossimo
io sono scappato
tu sei scappato
egli é scappato
noi siamo scappati
voi siete scappati
essi sono scappati
Trapassato prossimo
io ero scappato
tu eri scappato
egli era scappato
noi eravamo scappati
voi eravate scappati
essi erano scappati
Trapassato remoto
io fui scappato
tu fosti scappato
egli fu scappato
noi fummo scappati
voi foste scappati
essi furono scappati
Futuro semplice
io scapperò
tu scapperai
egli scapperà
noi scapperemo
voi scapperete
essi scapperanno
Futuro anteriore
io sarò scappato
tu sarai scappato
egli sarà scappato
noi saremo scappati
voi sarete scappati
essi saranno scappati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io scappi
che tu scappi
che egli scappi
che noi scappiamo
che voi scappiate
che essi scappino
Passato
che io sia scappato
che tu sia scappato
che egli sia scappato
che noi siamo scappati
che voi siate scappati
che essi siano scappati
Imperfetto
che io scappassi
che tu scappassi
che egli scappasse
che noi scappassimo
che voi scappaste
che essi scappassero
Trapassato
che io fossi scappato
che tu fossi scappato
che egli fosse scappato
che noi fossimo scappati
che voi foste scappati
che essi fossero scappati
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io scapperei
tu scapperesti
egli scapperebbe
noi scapperemmo
voi scappereste
essi scapperebbero
Passato
io sarei scappato
tu saresti scappato
egli sarebbe scappato
noi saremmo scappati
voi sareste scappati
essi sarebbero scappati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
scappa
scappi
scappiamo
scappate
scappino
Futuro
-
scapperai
scapperà
scapperemo
scapperete
scapperanno
INFINITO - attivo
Presente
scappare
Passato
essere scappato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
scappante
Passato
scappato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
scappando
Passato
essendo scappato