Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
wed
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
wed
= sposare , unire in matrimonio , dare in sposa , unire , sposarsi , western europe daylight , wed ,
---------------
been the main instrument in forcing his sister to wed me; well knowing
---------------
Vocabulary and phrases
sposare
= verbo transitivo ,
---------------
* Appena gli parve ora di poter , senza indiscrezione , presentarsi al curato , v'andò , con la lieta furia d'un uomo di vent'anni , che deve in quel giorno sposare quella che ama .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Chi è quel prepotente , - disse Renzo , con la voce d'un uomo ch'è risoluto d'ottenere una risposta precisa , - chi è quel prepotente che non vuol ch'io sposi Lucia ?
---------------
* Le amiche si rubavano la sposa , e le facevan forza perché si lasciasse vedere ; e lei s'andava schermendo , con quella modestia un po' guerriera delle contadine , facendosi scudo alla faccia col gomito , chinandola sul busto , e aggrottando i lunghi e neri sopraccigli , mentre però la bocca s'apriva al sorriso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Sappia dunque ch'io dovevo sposare oggi , - e qui la voce di Renzo si commosse , - dovevo sposare oggi una giovine , alla quale discorrevo , fin da quest'estate ; e oggi , come le dico , era il giorno stabilito col signor curato , e s'era disposto ogni cosa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A questa indicazione l'anonimo aggiunge che il luogo (avrebbe fatto meglio a scriverne alla buona il nome) era più in su del paesello degli sposi , discosto da questo forse tre miglia , e quattro dal convento .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Mi dicon di sicuro che , presentandosegli davanti i due sposi , con due testimoni , e dicendo io: questa è mia moglie , e Lucia: questo è mio marito , il matrimonio è bell'e fatto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Vorrei sapere , - gridò , digrignando i denti , e alzando la voce , quanto non aveva mai fatto prima d'allora , alla presenza del padre Cristoforo ; - vorrei sapere che ragioni ha dette quel cane , per sostenere . . .per sostenere che la mia sposa non dev'essere la mia sposa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Giunti sul pianerottolo , i due fratelli s'avvicinarono all'uscio della stanza , ch'era di fianco alla scala ; gli sposi si strinsero al muro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Entrati i fratelli , Tonio si tirò dietro l'uscio: gli sposi rimasero immobili nelle tenebre , con l'orecchie tese , tenendo il fiato: il rumore più forte era il martellar che faceva il povero cuore di Lucia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* I due sposi rimasti promessi si trovarono in faccia Agnese , che arrivava tutt'affannata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Addio , casa ancora straniera , casa sogguardata tante volte alla sfuggita , passando , e non senza rossore ; nella quale la mente si figurava un soggiorno tranquillo e perpetuo di sposa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Le parlò delle visite che avrebbe ricevute: un giorno poi , verrebbe il signor principino con la sua sposa , la quale doveva esser certamente una gran signorona ; e allora , non solo il monastero , ma tutto il paese sarebbe in moto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Si chiuse subito con lui , e l'informò del colpo tentato dai poveri sposi , il che spiegava naturalmente la casa trovata vota e il sonare a martello , senza che facesse bisogno di supporre che in casa ci fosse qualche traditore , come dicevano que' due galantuomini .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'informò della fuga ; e anche a questa era facile trovarci le sue ragioni: il timore degli sposi colti in fallo , o qualche avviso dell'invasione , dato loro quand'era scoperta , e il paese tutto a soqquadro .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ora , gli amici non sono a due a due , come gli sposi ; ognuno , generalmente parlando , ne ha più d'uno: il che forma una catena , di cui nessuno potrebbe trovar la fine .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando questa faccia avrà fatto andare in galera il signor don . . .basta , lo so io ; come dice in un altro foglio di messale compagno a questo ; quando avrà fatto in maniera che un giovine onesto possa sposare una giovine onesta che è contenta di sposarlo , allora le dirò il mio nome a questa faccia ; le darò anche un bacio per di più .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Renzo assente , sfrattato , bandito , di maniera che ogni cosa diventava lecita contro di lui , e anche la sua sposa poteva esser considerata , in certo modo , come roba di rubello: il solo uomo al mondo che volesse e potesse prender le sue parti , e fare un rumore da esser sentito anche lontano e da persone alte , l'arrabbiato frate , tra poco sarebbe probabilmente anche lui fuor del caso di nuocere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dopo tante promesse , dopo tutto quello che sa anche lei , ora dice che non mi può sposare , perché dice , che so io ? che , quella notte della paura , s'è scaldata la testa , e s'è , come a dire , votata alla Madonna .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ci andò , e , con un certo fare tra burlesco e rispettoso , - signor curato , - gli disse: - le è poi passato quel dolor di capo , per cui mi diceva di non poterci maritare ? Ora siamo a tempo ; la sposa c'è: e son qui per sentire quando le sia di comodo: ma questa volta , sarei a pregarla di far presto - .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Quando fui a prender congedo da quest'uomo incomparabile , che m'onora della sua amicizia , mi parlò di due giovani di codesta cura , ch'eran promessi sposi , e che hanno avuto de' guai , per causa di quel povero don Rodrigo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il marchese lodò molto il suggerimento ; ringraziò don Abbondio , e lo pregò di voler esser arbitro del prezzo , e di fissarlo alto bene ; e lo fece poi restar di sasso , col proporgli che s'andasse subito insieme a casa della sposa , dove sarebbe probabilmente anche lo sposo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Venne la dispensa , venne l'assolutoria , venne quel benedetto giorno: i due promessi andarono , con sicurezza trionfale , proprio a quella chiesa , dove , proprio per bocca di don Abbondio , furono sposi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il marchese fece loro una gran festa , li condusse in un bel tinello , mise a tavola gli sposi , con Agnese e con la mercantessa ; e prima di ritirarsi a pranzare altrove con don Abbondio , volle star lì un poco a far compagnia agl'invitati , e aiutò anzi a servirli .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Questi, parati a festa, stavano su di sé, gonfi e serii, perché, alla fin fine, il figlio sposava una vera signora, sorella d'un avvocato, e gli recava in dote una campagna con una magnifica villa, e denari per giunta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La sposa era un po' anzianotta? Tanto meglio! L'erede già c'era per via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma l'aspetto e il contegno della sposa raggelarono tutti i convitati, per quanto ella si provasse anche a sorridere a quella buona gente, che intendeva farle festa a suo modo, come usa negli sposalizi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Che figura ci fa, lí solo, spajato, a capo tavola? Come potrà la sposa aver considerazione per uno scimmione cosí fatto? Ha ragione, ha ragione di vergognarsi di lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma la figlia Marastella, già parata da sposa con l'abito grigio di raso (una galanteria!) e il fazzoletto di seta celeste al collo, in un angolo della stanzuccia addobbata alla meglio per l'avvenimento della giornata, vedendo pianger la madre, scoppiò in singhiozzi anche lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Don Lisi andò ad accendere il lume nella cameretta, a sinistra dell'entrata; volse intorno uno sguardo per vedere se tutto era in ordine, e rimase un po' incerto se andare o aspettare che la sposa si lasciasse persuadere dalla madre a entrare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Aveva coscienza che la sua persona triste, invecchiata, imbruttita, non poteva ispirare alla sposa né affetto né confidenza: si sentiva anche lui il cuore pieno di lagrime.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora sarebbe stato tutto di quest'altra, padre e marito insieme; ma le nuove cure per la sposa non gli avrebbero fatto trascurare quelle che da tant'anni si prendeva amorosamente di tutti coloro, amici o ignoti, che dormivano lassú sotto la sua custodia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma perché lagnarsi del padre, se egli si era piegato ai voleri di lui senza opporre la minima resistenza, senza arrischiar neppure la piú timida osservazione, come a un patto fin dalla nascita stabilito e concluso e ormai non piú discutibile? se egli stesso, proprio per sottrarsi alle tentazioni che potevano venirgli dall'ideale di vita ben diverso, fin allora vagheggiato, s'era indotto a prender moglie, a sposar colei che gli era stata destinata da gran tempo: la cugina orfana, Flavia? Come tutte le donne di quell'odiato paese, in cui gli uomini, nella briga, nella costernazione assidua degli affari rischiosi, non trovavan mai tempo da dedicare all'amore, Flavia, che avrebbe potuto essere per lui l'unica rosa lí tra le spine, s'era invece acconciata subito, senza rammarico, come d'intesa, alla parte modesta di badare alla casa, perché nulla mancasse al marito dei comodi materiali, quando stanco, spossato, ritornava dalle zolfare o dal banco o dai depositi di zolfo lungo la spiaggia, dove, sotto il sole cocente, egli aveva atteso tutto il giorno all'esportazione del minerale.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
"Buon dí, sposa felice!" - Figli, non ne avrebbero, sai? Margherita non poteva farne...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Una figliuola della vedova, già in età da marito, che Sua Eminenza vorrebbe sposare a un giovine suo protetto, cresciutogli in casa fin da bambino, apparentemente figlio di un suo vecchio segretario, ma in realtà...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Contentissima, contentissima della parte della nipote orfana e povera, che naturalmente non vuol saperne di sposare quel protetto di Sua Eminenza, e fa certe scene di fiera ribellione, che alla piccola Gàstina piacevano tanto, perché se ne riprometteva un subisso d'applausi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La Morte non ghermisce piú la Vita, ma questa anzi, volentieri, rassegnata al destino, si sposa alla Morte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
nel camposanto dell'arte, scusi! e questa vuol essere la Vita che si sposa alla Morte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
guardala là, ma eh! che tocco di figliolona senza risparmio m'è uscita dalle mani! Ti puoi sul serio lusingare che quella lí ti voglia sposare? Ti s'è accostata, timida e dimessa; lagrime giú a fontana...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Capirà bene che, entrata, Carlotta non ne uscí se non mia sposa legittima di lí a poco, appena cessata la moría.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Seppi poco dopo che era stato, difatti, nell'esercito, medico militare, tenente medico; che a Rovigo aveva contratto una relazione con la figlia d'un tipografo; che ne aveva avuto una bambina, e che, costretto a sposare, s'era dimesso ed era venuto qua in condotta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
allora perché era americana? Senza una buona dote, tanto valeva sposare una signorina paesana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che era accaduto? Alcuni dicevano che miss Galley aveva saputo che egli era ammogliato e diviso dalla moglie; altri, che il Gori, essendo d'un balzo in principio salito ai sette cieli, aveva avuto bisogno di tutto quel tempo per calare con garbo a ghermir la preda, la quale, alla stretta, gli s'era scoperta magra e spennata; altri poi volevano sostenere che non c'era rottura; che miss Galley avrebbe raggiunto a Roma il fidanzato, e altri infine, che il Gori sarebbe ritornato a Chianciano fra pochi giorni per ripartire quindi con la sposa per Firenze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
S'accorse, insomma, il Lori che ella non lo amava, che s'era lasciata sposare come in un sogno strano, da cui ora si destava aspra, cupa, irrequieta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nei tre mesi del fidanzamento di Bartolino, la Motta aveva notato che il povero giovine era rimasto molto turbato della facilità con cui la promessa sposa parlava innanzi a lui del primo marito; turbato, perché non riusciva a metter d'accordo la memoria viva, continua, persistente, ch'ella serbava di colui, col fatto che ora stesse per riprender marito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Profondamente turbate, con gli occhi lampeggianti, le tre sorelle guardavano la sposa e le leggevano negli occhi la stessa ambascia che strizzava le loro animucce non al tutto ignare, certo, ma perciò anzi piú trepidanti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il capo-divisione e la moglie, non avendo proprii figliuoli e figliuole da accasare, pareva si fossero preso il compito di sposar tutti i giovani e le giovani che si raccoglievano ogni venerdí nel loro salotto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non tanto, veh, per il danno materiale che al suo contratto di nozze avrebbero arrecato quelle otto mila lire di meno, quanto per le conseguenze morali, che quella disparità avrebbe potuto cagionare, ponendo la propria sposa in una condizione alquanto inferiore a quella della Montà.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come mai, voi dite, il signor Daniele Catellani andò a cacciarsi in una famiglia munita d'un futuro suocero di quella forza? Mah! Si vede che, concepita l'idea di contrarre un matrimonio misto, volle attuarla senza mezzi termini; e chi sa poi, forse anche con l'illusione che la scelta stessa della sposa d'una famiglia cosí notoriamente divota alla santa Chiesa cattolica, dimostrasse a tutti che egli reputava come un accidente involontario, da non doversi tenere in alcun conto, l'esser nato semita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Prima di chiuder gli occhi per sempre, si chiamò la moglie accanto al letto e con un fil di voce le disse: - Caterina mia, vuoi un mio consiglio? Sposa, sposa quel Toto, cara, della signora Ninfa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Io voglio invece il suo bene: sposare, appunto, per levarmi di mezzo e lasciarlo padrone.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E astutamente, attraverso un faticoso garbuglio di parole le fece alla fine intendere che non per gli altri soltanto, ma anche per lui sarebbe stata una pazzia, una solenne pazzia; sí, perché tutto stava che lei, non volendo sposare suo figlio, non si mettesse con altri, e che il beneficio dell'usufrutto restasse in famiglia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
So perché vuoi sposare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tu vuoi che sposi io, perché perda tutto, e tu resti padrone.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
capisci? Ma è piú facile che il marchese, guarda, per farle dispetto, sposi un'altra cugina, zitellona questa, una certa Tuzza La Dia, che credo abbia sospirato sempre in segreto per lui, pregando Iddio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
C'erano attorno alcune donne del popolo, che ammiravano il ricco abito da sposa di cui il marito aveva voluto che fosse parata, da morta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma poi s'era presto capito che tanta voglia di sposare colui non la aveva, e che invece...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sposava, sposava anche lei, e pareva non ci sapesse credere lei stessa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E Nenè: - Mi prenderò il gusto di farla sposare senza sacchettini.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Fin dov'ero arrivato, fin dov'ero arrivato, amico mio! Ero arrivato fino al punto d'accordarmi col pensiero che tu stesso, proprio tu mi persuadessi a sposare tua moglie, con tante considerazioni che, sebbene fondate in un proponimento disperato, tuttavia mi pareva di doverle riconoscere una piú giusta dell'altra, una piú dell'altra assennata.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per lei, in quanto, se da una parte non s'avvantaggiava lasciando di sposare uno molto piú giovane di me, dall'altra certamente ci avrebbe guadagnato la sicurezza assoluta dell'esistenza, la tranquillità, il poter rimanere nella propria casa, senz'abbassamento o mutamento di stato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le pare sul serio che io mi possa chiamar Fileno? Imbecille, imbecille! Neppure il nome ha saputo darmi! Io, Fileno! E poi, già, io, io, l'autore della Filosofia del lontano, proprio io dovevo andare a finire in quel modo indegno per sciogliere tutto quello stupido garbuglio di casi là! Dovevo sposarla io, è vero? in seconde nozze quell'oca di Graziella, invece del notajo Negroni! Ma mi faccia il piacere! Questi sono delitti, caro signore, delitti che si dovrebbero scontare a lagrime di sangue! Ora, invece, che avverrà? Niente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Condannato a morte, io, l'autore della Filosofia del lontano, che quell'imbecille non ha trovato modo neanche di farmi stampare a mie spese! Eh già, se no, sfido! come avrei potuto sposare in seconde nozze quell'oca di Graziella? Ah, non mi faccia pensare! Sú, sú, all'opera, all'opera, caro signore! Mi riscatti lei, subito subito! mi faccia viver lei che ha compreso bene tutta la vita che è in me! A questa proposta avventata furiosamente come conclusione del lunghissimo sfogo, restai un pezzo a mirare in faccia il dottor Fileno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Soffocato, a un certo punto il Zarú scosse il capo rabbiosamente, poi alzò la mano, prese Neli per la nuca e l'attirò a sé: - Insieme, noi, dovevamo sposare...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E sai? In principio, diceva anche che mi voleva sposare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Vedrai, in dieci giorni, che bel figliuolo maschio ti mettono sú! Potrei al massimo concedere che, rimbarcandosi, si porti la sposa a Tunisi e a Malta; per un viaggetto di nozze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Niente, niente, caro Pietro! Manderò alla sposa un regaluccio, in considerazione della nostra antica amicizia, ma non lo dire a nessuno: mi raccomando! Dal canto suo, la zia donna Rosolina si strizzò, si strizzò in petto il buon cuore che Dio le aveva dato e venne fuori con un altro regaluccio a Venerina: un pajo d'orecchini a pendaglio, del mille e cinque.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Non sono di broccato, zia! Quell'oretta passata lassú con gli sposi fu un vero supplizio per donna Rosolina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Appena si fu allontanato dal porto, dopo gli ultimi saluti col fazzoletto alla sposa che agitava il suo dalla banchina del Molo e ormai quasi non si distingueva piú, egli provò istintivamente un gran sollievo, che pur lo rese piú triste, a pensarci.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli, che per gli affari del viceconsolato se la sbrigava con quattro frasucce solite, dovette quella volta violentare orribilmente la sua immaginaria conoscenza della lingua francese, per rispondere a tutte le domande che gli venivano rivolte a tempesta sul Cleen; e ridusse in uno stato compassionevole la sua povera camicia inamidata, tanto sudò per lo stento di far comprendere a quei diavoli che egli propriamente non era il suocero de L'arso, perché la sposa di lui non era propriamente sua figlia, quantunque come figlia la avesse allevata fin da bambina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il cognato non sapeva ancora della nascita del bambino: aveva recato soltanto alla sposa alcuni doni, per incarico della moglie lontana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dunque costui l'aveva abbandonata, non volendo o non potendo sposarla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dopo le nozze - celebrate solo civilmente ( marzo 1892), non potendo il professor Corvara Amidei sposare anche davanti a Dio, per i suoi precedenti impegni con la Chiesa - l'istupidimento cresce con la beatitudine.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah, parola d'onore, aveva fatto un bel guadagno a sposarla! - Cose da pazzi! Sbuffò, tornò ad aggiustarsi sul naso le lenti; trasse uno dei tanti giornali e si mise a leggere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
pretore! Se Le dicessi che io sposai per avere in casa un pianoforte? Perché musica io ho studiato; non ho mai studiato legge...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma non avrebbe detto la gente che ella approfittava della sciagura di lui per farsi sposare, per diventar marchesa e ricca? Oh sí, certamente, questo e altro avrebbe detto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora puoi credere con lui, Silvio, ch'io volessi lasciarti cieco, per farmi sposare da te.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Conveniva intanto recare alla sposa un mazzolino di fiori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Doveva partire oggi stesso con la sposa per Torino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Perché questo matrimonio non si farebbe? Per il lutto della sposa, è vero? Ora, se la sposa stessa...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dove? Sbrigata in fretta l'altra funzione in chiesa, gli sposi e i quattro testimonii rientrarono in casa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Me ne andai ranco ranco, con la coda tra le gambe, appena questo ricordo mi sorse; e, come fui ben lontano, presi a riflettere amaramente: "È proprio una sciagura senza rimedio, povero Carega! Egli lo capirà: un uomo della mia statura, e anche un po' piú alto di me, non va a sposare certamente quella colonna, quell'obelisco! Siamo giusti: a parer piccoli, quando non si è, si ribella l'amor proprio mascolino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sarebbe il matrimonio ideale! Una vendetta meravigliosa contro la natura sarebbe! sí! sí! contro la natura che ha fatto lei tanto grande, e me cosí piccolo! Pensate un po', pensate un po': senza far ridere o sbalordire, né io potrei sposare una nana, né lei un gigante! Ma noi due sí; noi due possiamo sposarci benissimo! E saremmo una coppia, se ci ponete mente, perfetta, di perfetta equiparazione; perché lei ha d'avanzo quel tanto che manca a me; e ci compenseremmo a vicenda! Non ne potevamo piú: avevamo tutti le lacrime agli occhi e ci dolevano i fianchi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ma dovrebbe averlo lei, scusi, il coraggio di sposar me! Applaudimmo tutti, a lungo, strepitosamente, a questa bella risposta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Era a conoscenza che il padre s'era messo con una vedova, popolana, sua cugina, una certa Nuzza La Dia ch'era stata sua fidanzata e ch'egli aveva lasciata per sposare una d'un paraggio superiore al suo e con ricca dote: pazienza, se brutta; figlia dell'ingegnere che lo aveva ajutato a tirarsi sú e che, accollatario di tanti lavori, lo avrebbe preso come socio in tutti gli appalti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per farli tacere, i due vecchi, prima di sposarsi, fecero gli atti davanti al notajo, in modo da salvaguardare gl'interessi degli uni e degli altri, a un caso di morte, per la roba che restava a ciascuno di loro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Alle vicine, che venivano a raccontarle tutte le amorevolezze che la zâ Tresa faceva a Narda, cose che non si sarebbero fatte nemmeno a una vera figliuola: orecchini d'oro, anelli d'oro, collane di corallo, fazzoletti di seta, da capo e da collo, "guardaspalle" di seta con quattro dita di frangia, scarpe di vitello col tacco alto e la mascheretta di coppale; cose, insomma, cose da non credersi; rispondeva, verde dalla bile: - Ah! baggiane! E non capite che lo fa per adescarla? Se la vuole ingrassare e tenere in casa come la troja! Restò, quando quelle vennero a dirle che la sorella sposava.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Saremo io e Tresa per la sposa e il padre e la madre dello sposo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
In quei tre giorni Corrado Tranzi riuscí a sapere tante cose: che la fanciulla si chiamava Ebe; che era figliuola d'un tal De Vitti, professore di fisica al Collegio Nautico; che la defunta era cognata del professore, vedova da tanti anni e accolta in casa col figliuolo che si chiamava Marco Perla; che questi, già impiegato modestamente alla Dogana, aveva chiesto col piacere dei parenti la mano della cuginetta, la quale però aveva rifiutato con molto dolore, confessando candidamente che le sarebbe stato impossibile sposarlo, perché, fin da bambina cresciuta con lui, lo amava come fratello, e solamente come tale e non altrimenti avrebbe potuto amarlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tra pochi mesi si sarebbe deciso il concorso a tre posti di assistente nell'ospedale maggiore della città, a cui egli aveva preso parte: era sicuro di vincere; sicurissimo; aveva poi qualcosa di suo e la professione di medico: poteva sposare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E alla fine vinse l'amore di lui; ed ella nel languido intenerimento e nell'abbandono della convalescenza, per gratitudine e per pietà, alla fine cedette e s'indusse a sposarlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che sugo, del resto, ci sarebbe stato, anche per un pappagallo, a canzonare una vecchina già presso ai sessant'anni, che se un tempo aveva dato pretesto a ciarle non al tutto maligne in società, da tanti anni ormai viveva ritirata e tranquilla come una tartarughina in quella sua amena e solitaria villetta umbra? Veramente donna Angeletta Dinelli, da tanto tempo vedova, avrebbe potuto sposare il commendator Federico Morozzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Adesso era lui che sognava per loro la buona fortuna: almeno che Noemi trovasse marito ! Se la lettera gialla , dopo tutto , portasse una buona notizia ? Se annunziavauna eredità ? Se fosse appunto una domanda di matrimonio per Noemi ? Le dame Pintor avevano ancora ricchi parenti a Sassari e a Nuoro: perché uno di loro non poteva sposar Noemi ? Lo stesso don Predu poteva aver scritto la lettera gialla . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Qualche volta verrà ! Prima che faccia troppo caldo , e poi in autunno si sta bene all'ombra , lassú ! E di notte ? La luna ci fa compagnia come una sposa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Essi si amano come buoni cristiani , in attesa di sposarsi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Mia nonna cacciò via di casa don Zame e mi fece sposare Priamu Piras .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Eppoi dicono di credere in Dio , loro ! Perché non mi lasciano sposare la donna che amo ? — Taci , Giacinto ! Non parlare cosí di loro ! Esse vogliono il tuo bene .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
perché non lasciargliela sposare ? . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora cercò le parole da dire al nipote per convincerlo a mettersi nella buona via ed a sposare Grixenda .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Come sei divertente , diavolo ! Ti tengo con me tutta la vita , cosí mi svaghi quando sono di malumore ! Ti faccio sposare Stefana .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Non lo ha detto a te che la sposa ? Dillo su , l'ha detto o no ? Efix la guardò un attimo , come aveva guardato Stefana , e non rispose .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
I due uomini s'allontanarono ; ma la vecchia richiamò indietro don Predu e gli disse sottovoce: — Non potrebbe farmi un favore ? Dire lei a Grixenda che non vada al fiume ? Non è dignitoso per lei , che deve sposare un signore .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Chi devi sposare ? Il barone del castello ? — Sposerò un vivo , non un morto , i morti ti si attacchino ai fianchi ! — Mi pare sii stata tu a stregare don Predu .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— ed esitava guardandosi le unghie , — ecco , io voglio sposare Noemi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Non la vorrai sposare tu , credo ! Ti serbo Stefana , lo sai ! Efix taceva: taceva e lo guardava , e i suoi occhi erano cosí pieni di passione , di terrore , di gioia , che don Predu si fece serio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Qualche ricco feudatario doveva averla domandata in sposa , ed ella sorrideva ai passanti , dal suo balcone , e sorrideva anche ad Efix inginocchiato sotto il pulpito .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E tu avevi detto che la sposava ! — Zia Pottoi ! Pazienza bisogna avere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Tu va dal ragazzo , e digli che non la perda , che si ricordi che ha promesso di sposarla .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E che la sposi , sí , cosí anche donna Noemi non penserà piú a lui .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Ah , questo no , questo no ! Io non voglio che venga ! — Non vuoi ? E come puoi impedirglielo ? D'altronde è tua fidanzata: hai promesso di sposarla .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Io non posso sposarla: vero , vero che non posso , Micheli ? Non posso e non voglio ! Non sono in condizioni di sposarmi: sono un pezzente , ho altri doveri , tu lo sai .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Giacinto , eppure bisogna che tu sposi Grixenda .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Essa verrà qui , a giorni ; non mandarla via , non perderla ! — Ma , sant'uomo ! Non hai orecchie per ascoltare ? Io ti dico che non posso tenerla , che non posso sposarla: devo pagare il debito delle zie ! — Tu lo pagherai sposandola .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Don Predu vuole sposare donna Noemi e donna Noemi non vuole .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Ricordi le cose che dicevamo al poderetto ? Io le ricordo sempre , e dico appunto a me stesso: Efix ed io siamo due disgraziati , ma siamo veramente uomini tutti e due , piú dello zio Pietro , piú del Milese , certo ! Zio Pietro ? Cos'è zio Pietro ? Ha lasciato le zie soffrire sole per tanti anni , esposte a tutte le miserie e alle beffe di tutto il paese: e adesso anche lui crede di far bene perché vuole sposare Noemi ! Lo fa perché la donna gli piace come donna , come a me piace Grixenda , null'altro .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Fa bene ! La approvo ! Il vero amore è stato il tuo , verso di loro ; e se c'è qualcuno ch'esse dovrebbero amare e sposare , sí , lo dico , saresti tu , non lo zio Pietro . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lo ha fatto ammaliare una ragazza povera che egli doveva sposare e non ha sposato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Va' , e impiccati , Maria , che dici ? Se lo ammaliava lo ammaliava per farsi sposare . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Perché non l'hai preso con te a chiedere l'elemosina ? E adesso , sai cosa fa ? Sposa quell'altra morta di fame , Grixenda , sí , stupido ! — È bene: lo aveva promesso , — disse Efix , e di nuovo si sentí pieno di gioia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— E allora dovrebbe scacciarmi ? E io come faccio , allora ? Grixenda si sposa e se ne va .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Che fa Grixenda ? — Cucisce il suo vestito da sposa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Che cosa devo spiegarle , donna Ester mia ? Che don Predu vuole sposare donna Noemi ? — Ah , tu pure lo sai ? Come lo sai ? — Sono stato io il primo paraninfo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Quando venne ultimamente per dirci che sposa Grixenda e per consigliare Noemi ad accettare Predu , ella lo cacciò via terribile come l'hai veduta adesso .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma dimmi , dimmi , Efix , — proseguí accorata , — non è una gran cattiva sorte la nostra ? Giacinto che ci rovina e sposa quella pezzente , e Noemi che rifiuta invece la buona fortuna .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Senti , tu credi Giacinto sposi davvero Grixenda ? — Sí , è una cosa certa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma che dobbiamo sposarci subito , prima di quei due .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Son contento che si sposi ; sai cos'era accaduto , l'ultima volta che venni ? Io le dicevo: — Sposatevi , zia Noemi ; zio Pietro è ricco , vi ama , vi renderà felice .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Perché le nozze erano fissate per l'indomani , e s'egli moriva portava il malaugurio agli sposi o li costringeva a rimandare a un altro giorno la cerimonia nuziale .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli spalancò gli occhi e riconobbe Noemi ; ma dietro di lei , accomodandole le rose del cappello e le pieghe del vestito , donna Ester con le ali nere dello scialle rigettate sugli omeri gli parve l'ombra della sposa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Don Predu è vestito di nero , un abito nuovo attillato che lo costringe a respirar forte , ma Efix non ne distingue il viso , mentre vede la bocca sarcastica del Milese , lunga , stretta , come piena di riso represso , e il ventre gonfio d'una parente delle dame , quella che deve accompagnare la sposa , e due ceri con due nastri color rosa sostenuti da due manine pallide .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E tutti sono serii come venuti a prendere lui , morto , non la padrona sposa , e camminano piano per non dargli noia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Donna Ester , con lo scialle sciolto un po' svolazzante sulle spalle , dispone il corteo: prima i bambini coi ceri alti in mano ; poi la sposa con la parente ; poi lo sposo coi parenti ; in coda i pochi invitati ; il Milese in ultimo pareva ridersi di tutti silenziosamente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
S'udiva la fisarmonica che Zuannantoni suonava in onore degli sposi , ed egli ricominciò a ricordare tante cose: il rumore del Molino , su a Nuoro , le nuvole sopra Monte Gonare , il fruscío delle canne sul ciglione . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
In attesa che le ore passassero rimosse il cadavere , secco e leggero come quello d'un bambino , lo lavò , lo rivestí , parlandogli sottovoce , fra una preghiera e l'altra per raccontargli come s'era svolta la cerimonia nuziale , come Noemi piangeva entrando nella sua ricca nuova dimora – piangeva tanto era felice , s'intende – come la casa era piena di regali , come la gente buttava grano e fiori fin dentro il cortile degli sposi , per augurar loro buona fortuna , come tutti insomma erano contenti .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La luna rosseggiante al basso, candida in su, stendeva sul mare commosso da un principio di vento, la sua colonna di luce lunga più miglia: una stella solitaria spuntava timida nel sereno, come sposa che prega in tempio deserto; poi una, poi una, qua e là rade per l’immenso. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Chi è che ha mancato di sincerità? Chi è che avendo in corpo un secreto, se l’è tenuto, eh? I suo’ impicci del non poterla sposare, del voler fare l’eroe piuttosto che procacciarsi un pane a tutti e due, a me l’è venuto a dirmeli, come se la mi volesse per moglie me. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E mentre Maria rimaneva in atto di rimproverarle lo scherzo importuno: non c’è rimedio: o sposarsi subito o lasciarsi per sempre. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Dell’anime che padre mi chiameranno, o voi spirti custodi a noi guardate! o terra madre, largisci i doni tuoi a lei che il ciel mi diè! Sia, come Rut l’umìle, di poveretti nata, e ignota, e a te, beata, sia quanto può simìle, o sposa inviolata del fabbro nazaren.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E passeggiava soletta presso Desenzano, là dove l’aura lucida e odorosa del lago finisce, e la terra, quasi sposa già madre, si fa più severa. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
«Trota, oggi, curato», diss'egli mentre l'umile sposa glieli abbottonava. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Egli aveva osato chiederle, due anni prima, il permesso di sposare una signorina della Valsolda, civile, ma non ricca né nobile. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Allora la signora Teresa lo pregò di annunciare al curato che gli sposi sarebbero andati in chiesa fra mezz'ora. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Avrai inteso dire ch'era un uomo senza principii e che ho avuto un gran torto a sposarlo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Ma, Piero!» «Ma cosa?» Le antiche tradizioni austere della sua famiglia, un sottile senso di dignità, forse anche uno scrupolo religioso perché gli sposi non avevano ancora assistito alla messa della benedizione nuziale, impedivano alla signora Teresa di approvare che i giovani si appartassero e insieme di spiegarsi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Gli sposi non ritornavano. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
E gli sposi non ritornavano. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«La me dispensa.» «Non La dispenso un corno.» Gli sposi non ritornavano e la mamma, sempre più inquieta, ricominciava: «Ma suonate, dunque, Piero!» Il signor Giacomo, che moriva dalla voglia di andarsene e non poteva andarsene senza salutar gli sposi, incoraggiato dall'insistere della signora, fece uno sforzo, diventò rosso rosso e buttò fuori la sua sentenza: «Mi sonaria.» «Caro signor Giacomo», disse l'ingegnere, «mi stupisco, mi sorprendo e mi meraviglio.» Chi sa perché, quando era di buon umore e gli capitava in bocca uno di quei sinonimi, li infilzava tutti e tre. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Fate tutto quello che volete, ecco.» Invece degli sposi entrò la fantesca portando la torta e la bottiglia e disse all'ingegnere che la signora Luisina lo pregava di uscire un momento sulla terrazza. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Temeva che se gli sposi si accomodavano a Castello finissero con restarvi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il Bianconi, detto dalla sposa «el mè Carlascia» e dal popolo «el Biancòn», un omone alto, grosso e duro, col mento pelato, con due baffoni grigi, con due occhi grossi e spenti di mastino fedele, discese a ricevere l'altro I. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Poi aggiustò le partite di sua moglie con un buon rabbuffo, giurando che in avvenire lo avrebbe tenuto lui lo zucchero, e poiché ella si permise di ribattere «cossa te voeut mai intrigàt ti?» la interruppe, «intrigatissim in tütt! intrigatissim in tütt!» e voltatele le spalle, s'avviò a gran passi, sbuffando e fremendo, verso il posto dove la diligente sposa gli aveva preparata la lenza e la polenta, e inescò i due poderosi ami da tinche. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Dietro alla loggia vi ha una sala spaziosa e dietro alla sala due stanze: a ponente il salottino da pranzo tappezzato di piccoli uomini illustri di carta, ciascuno sotto il proprio vetro e dentro la propria cornice, ciascuno atteggiato dignitosamente a modo degl'illustri di carne e d'ossa, come se i colleghi nemmanco esistessero e il mondo non guardasse che a lui; a levante la camera dell'alcova dove accanto agli sposi dormiva nel proprio letticciuolo la signorina Maria Maironi nata nell'agosto del 1852. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Poi, avendo capito che gli sposi desideravano partire in barca e struggendosi di stare un po' con Maria, tanto disse e fece che quelli se ne andarono lasciando l'incarico alla Veronica di metter la bambina a letto un po' più tardi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Che egli osasse parlarle d'amore, ch'ella potesse sposar quella sapienza giallognola, rugosa e secca, neppure le veniva in mente; ma neanche avrebbe voluto spegnere un focherello così discreto che faceva onore a lei e, probabilmente, piacere a lui. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Nell'uscire di barca Maria si svegliò e gli sposi non parvero pensar più che a lei. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Cosa sappiamo noi delle vie che prende la giustizia divina? Vi è anche la misericordia divina! Si tratta della madre di mio padre, sai! E non li ho disprezzati sempre questi maledetti denari? Cosa ho fatto quando la nonna mi ha minacciato di non lasciarmi un soldo se sposavo te?» La tenerezza e la collera, miste insieme, gli fecero groppo alla gola. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
E così fanno novecentonovantanove sposi su mille, credo! Ti abbraccio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Tu potevi credere che Maria fosse in camera o con la Veronica, tu potevi rimanere in sala con gli sposi e la disgrazia sarebbe successa ugualmente. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Andava a Casarico, dai Gilardoni, sposi da tre anni. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il cameriere bussò all'uscio degli sposi verso le quattro e mezzo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Teutonia, la primogenita, che la madre finché la ebbe con sé chiamò sempre Tonia, come del resto lei stessa ha voluto sempre esser chiamata dalle due sorelle piú piccole e dal fratello e poi anche dal marito, è da tre anni fuori di casa, sposa del signor Livo Truppel, ottima pasta d’uomo, alieno dalla politica, oriundo svizzero tedesco, ma ormai non piú svizzero e tanto meno tedesco.
---------------
E la Borgia, quando andò sposa ad Alfonso aveva con sé duecento camicie meravigliose! Tu superasti e l'una e l'altra. Chiedevi ai tuoi corrispondenti milanesi e ferraresi notizie minutissime delle due duchesse, in vestiario e in biancheria, per non restar mai indietro (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Sono sicura che pensate ch'io vi abbia detto questo per tastarvi il polso. Ma no, ma no! È un fidanzamento non di sequestro ma di comodità. Morirò vedova, morirò Isabella Inghirami, morirò nel mio doppio I su cui non ho mai messo il punto. Lo metto ora, su l'uno e su l'altro, ecco. C'è un benedetto codicillo nel testamento maritale. Se mi lasciassi sposare da voi, perderei il giardino dei gelsomini con la gazzella e con tutto il resto. Non mi rimarrebbe che lo scarabillo. Codicillo, scarabillo! È troppo crudele. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Via, Paolo. Vi dispenso da ogni onesta dichiarazione. Resteremo promessi sposi in eterno, se volete. Ma sarà più facile trovare un pretesto per rompere, molto più facile, ahimè!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* E perché dunque, ora, non lo sposava lei? Oh bella, perché era vedovo! era appartenuto a un’altra donna, alla quale forse, qualche volta, avrebbe potuto pensare. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Pare che essa, alla morte della prima moglie del Malagna, si fosse messo in capo di fargli sposare la propria figliuola e si fosse adoperata in tutti i modi per riuscirvi; che poi, disillusa, n’abbia detto di tutti i colori all’indirizzo di quel bestione, nemico dei parenti, traditore del proprio sangue, ecc., ecc., e che se la sia presa anche con la figliuola che non aveva saputo attirare a sé lo zio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* sposarla?
---------------
Romilda infatti sostiene che, poco dopo quella nostra gita alla Stìa, sua madre, avendo ricevuto da lei la confessione dell’amore che ormai la legava a me indissolubilmente, montata su tutte le furie, le aveva gridato in faccia che mai e poi mai avrebbe acconsentito a farle sposare uno scioperato, già quasi all’orlo del precipizio. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– A sposar lui?
---------------
* Il signor Heintz, allora, e la sua innamorata signorina ventenne, visto che con la morte della signora Heintz ogni ostacolo alla loro felice unione è rimosso, riconoscono di non aver più ragione d’uccidersi e risolvono di rimanere in vita e di sposarsi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Quando fu la mia volta buttai giù in uno scartafaccio di più di cento pagine una stroncatura cavillosa e violenta -dei Promessi sposi . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Io colorivo commosso i particolari della mia chimera filistea : « Appena grandi ci si doveva sposare , io e lei . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
Può perciò essere che l’idea di sposarmi mi sia venuta per la stanchezza di emettere e sentire quell’unica nota .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Quella prima volta io guardai Ada con un solo desiderio: quello di innamorarmene perché bisognava passare per di là per sposarla .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
– Se ora su di me non incombesse la serietà della vita , – e non dissi che tale serietà io la sentivo da poco tempo , dacché avevo risolto di sposarmi – io sarei passato ancora di facoltà in facoltà .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Lo si vede dal caso mio ove la decisione di sposarmi aveva preceduto di tanto la scelta della fidanzata .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Meno male se avessi agito a quel modo un dieci anni prima , a vent’anni! Ma esser stato punito di tanta bestialità solo perché avevo deciso di sposarmi , mi pare proprio ingiusto .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* A lei m’ero avvicinato non per conquistarla ma per sposarla ciò ch’è una via insolita dell’amore , una via ben larga , una via ben comoda , ma che conduce non alla meta per quanto ben vicino ad essa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Eppoi io stesso non avevo detta la parola necessaria e potevo persino figurarmi che Ada non sapesse ch’io ero là pronto per sposarla e potesse credere che io – lo studente bizzarro e poco virtuoso – volessi tutt’altra cosa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Un uomo che vuole sposarsi è anche capace di azioni simili , ripetizioni di quelle dei suoi antenati .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Era la prima volta ch’io volevo sposarmi e mi trovavo perciò in un paese del tutto sconosciuto .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Dopo la morte di mio padre , io avevo abbandonate le mie abitudini di nottambulo e ora , dacché avevo risolto di sposarmi , sarebbe stato strano di ritornarvi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Ricordavo quel filosofo greco che prevedeva il pentimento tanto per chi si sposava quanto per chi restava celibe .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Forse se avessi parlato chiaramente con la signora Malfenti , le cose sarebbero andate altrimenti e cioè non potendo sposare Ada non avrei sposata neppure Augusta .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Troppo buona la cara signora! Io l’avrei compiaciuta al di là delle sue aspettative e non m’avrebbe rivisto mai più! M’avevano torturato , lei , la zia ed anche Ada! Con quale diritto? Perché avevo voluto sposarmi? Ma io non ci pensavo più! Com’era bella la libertà!
---------------
* Bastava dirgli la mia determinazione di sposare sua figlia .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Perché non mi diede alcuna soddisfazione la visione chiara che la signora Malfenti m’aveva allontanato invano , perché io in quella casa rimanevo , e vicinissimo ad Ada , cioè nel cuore di Augusta? A me pareva invece una nuova offesa l’invito della signora Malfenti di non compromettere Augusta e cioè di sposarla .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Forse m’avrebbe detto addirittura: «Perché vuoi sposare Ada? Vediamo! Non faresti meglio di sposare Augusta?» .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Era vestita di sposa e veniva con me all’altare , ma quando fummo lasciati soli non facemmo all’amore , neppure allora .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Non era questo un invito a parlare ancora più chiaro? Forse era perduta per me , o almeno non avrebbe accettato subito di sposarmi , ma intanto bisognava evitare che si compromettesse di più con Guido sul conto del quale dovevo aprirle gli occhi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Fui accorto , e prima di tutto le dissi che stimavo e rispettavo Augusta , ma che assolutamente non volevo sposarla .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Lo dissi due volte per farmi intendere chiaramente: «io non volevo sposarla» .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
– Io non penso di sposarmi! – disse essa sorridendo e guardandomi mitemente , senz’imbarazzo o rossore .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
– Ma credo che se voi accettaste di sposarmi , io sarei felicissimo e dimenticherei per voi tutto e tutti .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Io non voglio sposarmi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
– Io ora farò la stessa proposta ad Augusta e racconterò a tutti che la sposai perché le sue due sorelle mi rifiutarono !
---------------
* Io dovevo sposare lei e lei me , ed io non domandavo quello ch’essa pensasse né pensavo potrebbe toccarmi di essere io costretto di dare delle spiegazioni .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* – Domandai dapprima la sua mano ad Ada che me la rifiutò con ira , poi domandai ad Alberta di sposarmi ed essa , con belle parole , vi si rifiutò anch’essa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Ero salvo e cioè dovevo abbandonare quel salotto , o potevo restarci e dovevo sposarmi? Dissi delle altre parole , solo perché impaziente di aspettare le sue che non volevano venire:
---------------
Il giorno seguente mi recai alla casa della mia sposa un po’ titubante .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Augusta subiva le mie aggressioni come credeva che una sposa dovesse ed io mi comportai relativamente bene , solo perché la signora Malfenti non ci lasciò soli che per brevi istanti .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* La mia sposa era molto meno brutta di quanto avessi creduto , e la sua più grande bellezza la scopersi baciandola: il suo rossore! Là dove baciavo sorgeva una fiamma in mio onore ed io baciavo più con la curiosità dello sperimentatore che col fervore dell’amante .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Me ne procurai l’opportunità figgendomi in capo l’idea che giacché dovevo sposare Augusta , dovessi anche imprenderne l’educazione .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Non è permesso di farsi veder freddo con la sposa dai suoi genitori nel momento in cui ci si accinge di andar a letto con essa! Augusta ricorda specialmente le affettuose parole che le mormoravo a quel tavolo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Avrei dovuto essere dalla sposa alle otto del mattino , e invece alle sette e tre quarti mi trovavo ancora a letto fumando rabbiosamente e guardando la mia finestra su cui brillava , irridendo , il primo sole che durante quell’inverno fosse apparso .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Non sarebbero mica avvenute di grandi cose se io non mi fossi presentato all’appuntamento! Eppoi: Augusta era stata una sposa amabile , ma non si poteva mica sapere come si sarebbe comportata la dimane delle nozze .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Nessuno mi rimproverò e tutti meno la sposa s’accontentarono di certe spiegazioni che Guido diede in vece mia .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* È per questo che se io avessi da nascere un’altra volta (madre natura è capace di tutto!) accetterei di sposare Augusta , ma mai di promettermi con lei .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Ne avevo piacere tanto per mio suocero quanto per Guido , che finalmente avrebbe potuto sposarsi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Questi , subito dopo l’arrivo del padre , aveva regalato alla sposa un magnifico anello .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Poi le raccontai per filo e per segno la storia del mio matrimonio , come mi fossi innamorato della sorella maggiore di Augusta che non aveva voluto saperne di me perché innamorata di un altro , come poi avessi tentato di sposare un’altra delle sue sorelle che pure mi respinse e come infine mi adattassi a sposare lei .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Guido voleva approfittare per sposarsi del miglioramento di Giovanni , ch’egli credeva non avrebbe durato .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
Più tardi andammo a trovare gli sposi ritornati allora da una visita ufficiale .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Io credo che gli sposi , per celare ogni traccia dei baci che si erano scambiati , volessero darci ad intendere che avessero discusso di scienza .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Lasciammo gli sposi per permettere loro di occuparsi di cose più liete .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Adesso egli non aveva altre preoccupazioni perché la stagione era molto favorevole , e riteneva che gli sposi serenamente potessero mettersi in viaggio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Ricordo che analizzai anche se mi fosse stato permesso di dirle: «Come mi fa piacere che finalmente ti sposi e sposi il mio grande amico Guido .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Adesso , dicendone , dopo di aver registrate tutte le fasi della mia avventura , potrebbe sembrare ch’io facessi il tentativo di far sposare da altri la mia amante e di conservarla mia , ciò che sarebbe stata la politica di un uomo più avveduto di me e più equilibrato , sebbene altrettanto corrotto .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Ma non è vero: essa doveva sposare il maestro , ma doveva decidervisi solo la dimane .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Pareva che , non volendo sposare il maestro , intendesse costringermi di occupare una parte maggiore del posto che a lui rifiutava .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
accasare
= verbo trans. far sposare un figlio o una figlia accasarsi
= verbo rifl. metter su casa , sposarsi .
---------------
ammogliare
= verbo trans. far sposare , dare moglie
---------------
arancio
= albero sempreverde con frutti sferici di color giallo oro , dalla polpa dolce , succosa , giallo-rossigna , e fiori bianchi , di profumo delicato olii essenziali d'arancio , usati per profumi , liquori ecc . fiori d'arancio , portati tradizionalmente dalla sposa il giorno delle nozze come simbolo di purezza
---------------
baciatico
= istituto medievale di origine romana per cui il futuro marito assegnava alla futura sposa una donazione nuziale
---------------
confarreazione
= in roma antica, solenne rito nuziale che sanciva il passaggio della sposa sotto la potestà del capo della famiglia dello sposo.
---------------
disposare
= verbo trans . promettere in sposa o di prendere come sposa
---------------
dote
= il complesso di beni apportato dalla sposa all'atto del matrimonio per contribuire all'economia familiare
---------------
epitalamio
= nella letteratura classica - carme nuziale originariamente cantato alla sposa la sera delle nozze
---------------
levirato
= usanza di sposare la vedova del fratello ,
---------------
maritare
= verbo trans.dare marito a una donna, farla sposare
---------------
matrilocalità
= in alcune culture primitive, norma per la quale la coppia di sposi va ad abitare presso la famiglia della sposa
---------------
matrimoniabile
= che si presume possa sposarsi
---------------
nubendo
= chi sta per sposarsi .
---------------
paraninfo
= nell'antica grecia , chiconduceva la sposa in casa del marito
---------------
penelope
= sposa casta e fedele .
---------------
pronuba
= presso gli antichi romani , matrona che assisteva la sposa durante la cerimonia nuziale
---------------
risposare
= verbo trans. sposare di nuovo
---------------
risposarsi
= verbo riflessivo sposarsi di nuovo.
---------------
sopraddote
= donazione che il marito o altri a nome suo faceva alla sposa , quasi un'aggiunta alla dote , per garantirle un'esistenza decorosa in caso di vedovanza .
---------------
sororato
= istituzione , presente in alcune società primitive , secondo cui l'uomo che rimane vedovo sposa la sorella della moglie defunta .
---------------
sponsa
= sposa .
---------------
sposato
= participio passato di sposare , colui che è unito in matrimonio ,
---------------
sposina
= sposa - sposa molto giovane ,
---------------
Verb: to wed-wedded-wedded
Ausiliar: to have - transitivo/intransitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I wed
you wed
he/she/it weds
we wed
you wed
they wed
Simple past
I wedded
you wedded
he/she/it wedded
we wedded
you wedded
they wedded
Simple past
I wedded
you wedded
he/she/it wedded
we wedded
you wedded
they wedded
Present perfect
I have wedded
you have wedded
he/she/it has wedded
we have wedded
you have wedded
they have wedded
Past perfect
I had wedded
you had wedded
he/she/it had wedded
we had wedded
you had wedded
they had wedded
Past perfect
I had wedded
you had wedded
he/she/it had wedded
we had wedded
you had wedded
they had wedded
Simple future
I I will wed
you you will wed
he/she/it he/she/it will wed
we we will wed
you I will wed
they they will wed
Future perfect
I will have wedded
you will have wedded
he/she/it will have wedded
we will have wedded
you will have wedded
they will have wedded
Present continuous
I am wedding
you are wedding
he/she/it is wedding
we are wedding
you are wedding
they are wedding
Past simple continuous
I was wedding
you were wedding
he/she/it was wedding
we were wedding
you were wedding
they were wedding
Future continuous
I will be wedding
you will be wedding
he/she/it will be wedding
we will be wedding
you will be wedding
they will be wedding
Future perfect continuous
I will have been wedding
you will have been wedding
he/she/it will have been wedding
we will have been wedding
you will have been wedding
they will have been wedding
Present perfect continuous
I have been wedding
you have been wedding
he/she/it has been wedding
we have been wedding
you have been wedding
they have been wedding
Past perfect continuous
I had been wedding
you had been wedding
he/she/it had been wedding
we had been wedding
you had been wedding
they had been wedding
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I wed
That you wed
That he/she/it wed
That we wed
That you wed
That they wed
Present perfect
That I have wedded
That you have wedded
That he/she/it have wedded
That we have wedded
That you have wedded
That they have wedded
Simple past
That I wedded
That you wedded
That he/she/it wedded
That we wedded
That you wedded
That they wedded
Past perfect
That I had wedded
That you had wedded
That he/she/it had wedded
That we had wedded
That you had wedded
That they had wedded
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would wed
you would wed
we would wed
we would wed
you would wed
they would wed
Past
I would have wedded
you would have wedded
he/she/it would have wedded
we would have wedded
you would have wedded
they would have wedded
Present continous
I would be wedding
you would be wedding
we would be wedding
we would be wedding
you would be wedding
they would be wedding
Past continous
I would have been wedding
you would have been wedding
he/she/it would have been wedding
we would have been wedding
you would have been wedding
they would have been wedding
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me wed
wed
let him wed
let us wed
wed
let them wed
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to wed
Past
to have wedded
Present continous
to be wedding
Perfect continous
to have been wedding
Affermative - PARTICIPLE
Present
wedding
Past
wedded
Perfect
having wedded
Affermative - GERUND
Present
wedding
Past
having wedded
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am wedded
you are wedded
he/she/it is wedded
we are wedded
you are wedded
they are wedded
Past simple
I was wedded
you were wedded
he/she/it was wedded
we were wedded
you were wedded
they were wedded
Past simple
I was wedded
you were wedded
he/she/it was wedded
we were wedded
you were wedded
they were wedded
Present perfect
I have been wedded
you have been wedded
he/she/it has been wedded
we have been wedded
you have been wedded
they have been wedded
Past perfect
I had been wedded
you had been wedded
he/she/it had been wedded
we had been wedded
you had been wedded
they had been wedded
Past perfect
I had been wedded
you had been wedded
he/she/it had been wedded
we had been wedded
you had been wedded
they had been wedded
Future simple
I will be wedded
you will be wedded
he/she/it will be wedded
we will be wedded
you will be wedded
they will be wedded
Future perfect
I will have been wedded
you will have been wedded
he/she/it will have been wedded
we will have been wedded
you will have been wedded
they will have been wedded
Present continuous
I am being wedded
you are being wedded
he/she/it is being wedded
we are being wedded
you are being wedded
they are being wedded
Past simple continuous
I was being wedded
you were being wedded
he/she/it was being wedded
were being wedded
you were being wedded
they were being wedded
Future continuous
I will being wedded
you will being wedded
he/she/it will being wedded
we will being wedded
you will being wedded
they will being wedded
Future perfect continuous
I will have been wedded
you will have been wedded
he/she/it will have been wedded
we will have been wedded
you will have been wedded
they will have been wedded
Present perfect continuous
I have been wedded
you have been wedded
he/she/it has been wedded
we have been wedded
you have been wedded
they have been wedded
Past perfect continuous
I had been wedded
you had been wedded
he/she/it had been wedded
we had been wedded
you had been wedded
they had been wedded
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be wedded
That you be wedded
That he/she/it be wedded
That we be wedded
That you be wedded
That they be wedded
Present perfect
That I have been wedded
That you have been wedded
That he/she/it have been wedded
That we have been wedded
That you have been wedded
That they have been wedded
Simple past
That I were wedded
That you were wedded
That he/she/it were wedded
That we were wedded
That you were wedded
That they were wedded
Past perfect
That I had been wedded
That you had been wedded
That he/she/it had been wedded
That we had been wedded
That you had been wedded
That they had been wedded
CONDITIONAL
Present
I would be wedded
you would be wedded
we would be wedded
we would be wedded
you would be wedded
they would be wedded
Past
I would have been wedded
you would have been wedded
he/she/it would have been wedded
we would have been wedded
you would have been wedded
they would have been wedded
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be wedded
Past
to have been wedded
PARTICIPLE
Present
being wedded
Past
wedded
Perfect
having been wedded
GERUND
Present
being wedded
Past
having been wedded
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not wed
you do not wed
he/she/it does not weds
we do not wed
you do not wed
they do not wed
Simple past
I did not wed
you did not wed
he/she/it did not wed
we did not wed
you did not wed
they did not wed
Simple past
I did not wed
you did not wed
he/she/it did not wed
we did not wed
you did not wed
they did not wed
Present perfect
I have not wedded
you have not wedded
he/she/it has not wedded
we have not wedded
you have not wedded
they have not wedded
Past perfect
I had not wedded
you had not wedded
he/she/it had not wedded
we had not wedded
you had not wedded
they had not wedded
Past perfect
I had not wedded
you had not wedded
he/she/it had not wedded
we had not wedded
you had not wedded
they had not wedded
Simple future
I I will not wed
you you will not wed
he/she/it he/she/it will not wed
we we will not wed
you I will not wed
they they will not wed
Future perfect
I will not have wedded
you will not have wedded
he/she/it will not have wedded
we will not have wedded
you will not have wedded
they will not have wedded
Present continuous
I am not wedding
you are not wedding
he/she/it is not wedding
we are not wedding
you are not wedding
they are not wedding
Past simple continuous
I was not wedding
you were not wedding
he/she/it was not wedding
we were not wedding
you were not wedding
they were not wedding
Future continuous
I will not be wedding
you will not be wedding
he/she/it will not be wedding
we will not be wedding
you will not be wedding
they will not be wedding
Future perfect continuous
I will not have been wedding
you will not have been wedding
he/she/it will not have been wedding
we will not have been wedding
you will not have been wedding
they will not have been wedding
Present perfect continuous
I have not been wedding
you have not been wedding
he/she/it has not been wedding
we have not been wedding
you have not been wedding
they have not been wedding
Past perfect continuous
I had not been wedding
you had not been wedding
he/she/it had not been wedding
we had not been wedding
you had not been wedding
they had not been wedding
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not wed
That you do not wed
That he/she/it does not wed
That we do not wed
That you do not wed
That they do not wed
Present perfect
That I have not wedded
That you have not wedded
That he/she/it have not wedded
That we have not wedded
That you have not wedded
That they have not wedded
Simple past
That I did not wed
That you did not wed
That he/she/it did not wed
That we did not wed
That you did not wed
That they did not wed
Past perfect
That I had not wedded
That you had not wedded
That he/she/it had not wedded
That we had not wedded
That you had not wedded
That they had not wedded
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not wed
you would not wed
we would not wed
we would not wed
you would not wed
they would not wed
Past
I would not have wedded
you would not have wedded
he/she/it would not have wedded
we would not have wedded
you would not have wedded
they would not have wedded
Present continous
I would not be wedding
you would not be wedding
we would not be wedding
we would not be wedding
you would not be wedding
they would not be wedding
Past continous
I would not have been wedding
you would not have been wedding
he/she/it would not have been wedding
we would not have been wedding
you would not have been wedding
they would not have been wedding
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me wed
do not wed
do not let him wed
do not let us wed
do not wed
do not let them wed
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to wed
Past
not to have wedded
Present continous
not to be wedding
Perfect continous
not to have been wedding
Negative - PARTICIPLE
Present
not wedding
Past
not wedded
Perfect
not having wedded
Negative - GERUND
Present
not wedding
Past
not having wedded
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I wed ?
do you wed ?
does she/he/it weds ?
do we wed ?
do you wed ?
do they wed ?
Simple past
did I wed ?
did you wed ?
did she/he/it wed ?
did we wed ?
did you wed ?
did they wed ?
Simple past
did I wed ?
did you wed ?
did she/he/it wed ?
did we wed ?
did you wed ?
did they wed ?
Present perfect
have I wedded ?
have you wedded ?
has she/he/it wedded ?
have we wedded ?
have you wedded ?
have they wedded ?
Past perfect
had I wedded ?
had you wedded ?
had she/he/it wedded ?
had we wedded ?
had you wedded ?
had they wedded ?
Past perfect
had I wedded ?
had you wedded ?
had she/he/it wedded ?
had we wedded ?
had you wedded ?
had they wedded ?
Simple future
will I wed ?
will you wed ?
will she/he/it wed ?
will we wed ?
will I wed ?
will they wed ?
Future perfect
will I have wedded ?
will you have wedded ?
will she/he/it have wedded ?
will we have wedded ?
will you have wedded ?
will they have wedded ?
Present continuous
am I wedding ?
are you wedding ?
is she/he/it wedding ?
are we wedding ?
are you wedding ?
are they wedding ?
Past simple continuous
was I wedding ?
were you wedding ?
was she/he/it wedding ?
were we wedding ?
were you wedding ?
were they wedding ?
Future continuous
will I be wedding ?
will you be wedding ?
will she/he/it be wedding ?
will we be wedding ?
will you be wedding ?
will they be wedding ?
Future perfect continuous
will I have been wedding ?
will you have been wedding ?
will she/he/it have been wedding ?
will we have been wedding ?
will you have been wedding ?
will they have been wedding ?
Present perfect continuous
have I been wedding ?
have you been wedding ?
has she/he/it been wedding ?
have we been wedding ?
have you been wedding ?
have they been wedding ?
Past perfect continuous
had I been wedding ?
had you been wedding ?
had she/he/it been wedding ?
had we been wedding ?
had you been wedding ?
had they been wedding ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I wed ?
That do you wed ?
That does she/he/it wed ?
That do we wed ?
That do you wed ?
That do they wed ?
Present perfect
That have I wedded ?
That have you wedded ?
That have she/he/it wedded ?
That have we wedded ?
That have you wedded ?
That have they wedded ?
Simple past
That did I wed ?
That did you wed ?
That did she/he/it wed ?
That did we wed ?
That did you wed ?
That did they wed ?
Past perfect
That had I wedded ?
That had you wedded ?
That had she/he/it wedded ?
That had we wedded ?
That had you wedded ?
That had they wedded ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I wed ?
would you wed ?
would she/he/it wed ?
would we wed ?
would you wed ?
would they wed ?
Past
would I have wedded?
would you have wedded?
would she/he/it have wedded?
would we have wedded?
would you have wedded?
would they have wedded?
Present continous
would I be wedding ?
would you be wedding ?
would she/he/it be wedding ?
would we be wedding ?
would you be wedding ?
would they be wedding ?
Past continous
would I have been wedding?
would you have been wedding?
would she/he/it have been wedding?
would we have been wedding?
would you have been wedding?
would they have been wedding?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not wed ?
do you not wed ?
does she/he/it not weds ?
do we not wed ?
do you not wed ?
do they not wed ?
Simple past
did I not wed ?
did you not wed ?
did she/he/it not wed ?
did we not wed ?
did you not wed ?
did they not wed ?
Simple past
did I not wed ?
did you not wed ?
did she/he/it not wed ?
did we not wed ?
did you not wed ?
did they not wed ?
Present perfect
have I not wedded ?
have you not wedded ?
has she/he/it not wedded ?
have we not wedded ?
have you not wedded ?
have they not wedded ?
Past perfect
had I not wedded ?
had you not wedded ?
had she/he/it not wedded ?
had we not wedded ?
had you not wedded ?
had they not wedded ?
Past perfect
had I not wedded ?
had you not wedded ?
had she/he/it not wedded ?
had we not wedded ?
had you not wedded ?
had they not wedded ?
Simple future
will I not wed ?
will you not wed ?
will she/he/it not wed ?
will we not wed ?
will I not wed ?
will they not wed ?
Future perfect
will I not have wedded ?
will you not have wedded ?
will she/he/it not have wedded ?
will we not have wedded ?
will you not have wedded ?
will they not have wedded ?
Present continuous
am I not wedding ?
are you not wedding ?
is she/he/it not wedding ?
are we not wedding ?
are you not wedding ?
are they not wedding ?
Past simple continuous
was I not wedding ?
were you not wedding ?
was she/he/it not wedding ?
were we not wedding ?
were you not wedding ?
were they not wedding ?
Future continuous
will I not be wedding ?
will you not be wedding ?
will she/he/it not be wedding ?
will we not be wedding ?
will you not be wedding ?
will they not be wedding ?
Future perfect continuous
will I not have been wedding ?
will you not have been wedding ?
will she/he/it not have been wedding ?
will we not have been wedding ?
will you not have been wedding ?
will they not have been wedding ?
Present perfect continuous
have I not been wedding ?
have you not been wedding ?
has she/he/it not been wedding ?
have we not been wedding ?
have you not been wedding ?
have they not been wedding ?
Past perfect continuous
had I not been wedding ?
had you not been wedding ?
had she/he/it not been wedding ?
had we not been wedding ?
had you not been wedding ?
had they not been wedding ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not wed ?
That do you not wed ?
That does she/he/it not wed ?
That do we not wed ?
That do you not wed ?
That do they not wed ?
Present perfect
That have I not wedded ?
That have you not wedded ?
That have she/he/it not wedded ?
That have we not wedded ?
That have you not wedded ?
That have they not wedded ?
Simple past
That did I not wed ?
That did you not wed ?
That did she/he/it not wed ?
That did we not wed ?
That did you not wed ?
That did they not wed ?
Past perfect
That had I not wedded ?
That had you not wedded ?
That had she/he/it not wedded ?
That had we not wedded ?
That had you not wedded ?
That had they not wedded ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not wed ?
would you not wed ?
would she/he/it not wed ?
would we not wed ?
would you not wed ?
would they not wed ?
Past
would I not have wedded?
would you not have wedded?
would she/he/it not have wedded?
would we not have wedded?
would you not have wedded?
would they not have wedded?
Present continous
would I not be wedding ?
would you not be wedding ?
would she/he/it not be wedding ?
would we not be wedding ?
would you not be wedding ?
would they not be wedding ?
Past continous
would I not have been wedding?
would you not have been wedding?
would she/he/it not have been wedding?
would we not have been wedding?
would you not have been wedding?
would they not have been wedding?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - sposare
Ausiliare:avere intransitivo/transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io sposo
tu sposi
egli sposa
noi sposiamo
voi sposate
essi sposano
Imperfetto
io sposavo
tu sposavi
egli sposava
noi sposavamo
voi sposavate
essi sposavano
Passato remoto
io sposai
tu sposasti
egli sposò
noi sposammo
voi sposaste
essi sposarono
Passato prossimo
io ho sposato
tu hai sposato
egli ha sposato
noi abbiamo sposato
voi avete sposato
essi hanno sposato
Trapassato prossimo
io avevo sposato
tu avevi sposato
egli aveva sposato
noi avevamo sposato
voi avevate sposato
essi avevano sposato
Trapassato remoto
io ebbi sposato
tu avesti sposato
egli ebbe sposato
noi avemmo sposato
voi eveste sposato
essi ebbero sposato
Futuro semplice
io sposerò
tu sposerai
egli sposerà
noi sposeremo
voi sposerete
essi sposeranno
Futuro anteriore
io avrò sposato
tu avrai sposato
egli avrà sposato
noi avremo sposato
voi avrete sposato
essi avranno sposato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io sposi
che tu sposi
che egli sposi
che noi sposiamo
che voi sposiate
che essi sposino
Passato
che io abbia sposato
che tu abbia sposato
che egli abbia sposato
che noi abbiamo sposato
che voi abbiate sposato
che essi abbiano sposato
Imperfetto
che io sposassi
che tu sposassi
che egli sposasse
che noi sposassimo
che voi sposaste
che essi sposassero
Trapassato
che io avessi sposato
che tu avessi sposato
che egli avesse sposato
che noi avessimo sposato
che voi aveste sposato
che essi avessero sposato
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io sposerei
tu sposeresti
egli sposerebbe
noi sposeremmo
voi sposereste
essi sposerebbero
Passato
io avrei sposato
tu avresti sposato
egli avrebbe sposato
noi avremmo sposato
voi avreste sposato
essi avrebbero sposato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
sposa
sposi
sposiamo
sposate
sposino
Futuro
-
sposerai
sposerà
sposeremo
sposerete
sposeranno
INFINITO - attivo
Presente
sposare
Passato
avere sposato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
sposante
Passato
sposato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
sposando
Passato
avendo sposato