Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
upheave
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
upheave
= sollevare , alzare dal disotto , sollevarsi , essere spinto dal basso ,
---------------
Vocabulary and phrases
sollevare
= verbo transitivo - alzare un po' ,
---------------
* Perpetua s'avvide d'aver toccato un tasto falso ; onde , cambiando subito il tono , - signor padrone , - disse , con voce commossa e da commovere , - io le sono sempre stata affezionata ; e , se ora voglio sapere , è per premura , perché vorrei poterla soccorrere , darle un buon parere , sollevarle l'animo . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando questa ebbe ben parlato de' grandi effetti che si dovevano sperare dai consigli del dottore , Lucia disse che bisognava veder d'aiutarsi in tutte le maniere ; che il padre Cristoforo era uomo non solo da consigliare , ma da metter l'opera sua , quando si trattasse di sollevar poverelli ; e che sarebbe una gran bella cosa potergli far sapere ciò ch'era accaduto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E , presolo per le braccia , lo sollevò .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Lei può , con una parola , confonder coloro , restituire al diritto la sua forza , e sollevar quelli a cui è fatta una così crudel violenza .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tra queste deplorabili guerricciole con sé e con gli altri , aveva varcata la puerizia , e s'inoltrava in quell'età così critica , nella quale par che entri nell'animo quasi una potenza misteriosa , che solleva , adorna , rinvigorisce tutte l'inclinazioni , tutte l'idee , e qualche volta le trasforma , o le rivolge a un corso impreveduto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Da queste e da altrettali cose che vedeva e sentiva , Renzo cominciò a raccapezzarsi ch'era arrivato in una città sollevata , e che quello era un giorno di conquista , vale a dire che ognuno pigliava , a proporzione della voglia e della forza , dando busse in pagamento .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Metton mano ai sacchi , li strascicano , li rovesciano: chi se ne caccia uno tra le gambe , gli scioglie la bocca , e , per ridurlo a un carico da potersi portare , butta via una parte della farina: chi , gridando: - aspetta , aspetta , - si china a parare il grembiule , un fazzoletto , il cappello , per ricever quella grazia di Dio ; uno corre a una madia , e prende un pezzo di pasta , che s'allunga , e gli scappa da ogni parte ; un altro , che ha conquistato un burattello , lo porta per aria: chi va , chi viene: uomini , donne , fanciulli , spinte , rispinte , urli , e un bianco polverìo che per tutto si posa , per tutto si solleva , e tutto vela e annebbia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Altri sollevano con le mani il peso morto , vi si caccian sotto , se lo mettono addosso , gridando: - animo ! andiamo ! - La macchina fatale s'avanza balzelloni , e serpeggiando .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma per dar , come si dice , un colpo al cerchio e uno alla botte , e render più efficaci i consigli con un po' di spavento , si pensò anche a trovar la maniera di metter le mani addosso a qualche sedizioso: e questa era principalmente la parte del capitano di giustizia ; il quale , ognuno può pensare che sentimenti avesse per le sollevazioni e per i sollevati , con una pezzetta d'acqua vulneraria sur uno degli organi della profondità metafisica .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Già nel venire , aveva visto per le strade un certo movimento , da non potersi ben definire se fossero rimasugli d'una sollevazione non del tutto sedata , o princìpi d'una nuova: uno sbucar di persone , un accozzarsi , un andare a brigate , un far crocchi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quel grassotto , che stava ritto sulla soglia della sua bottega , a gambe larghe , con le mani di dietro , con la pancia in fuori , col mento in aria , dal quale pendeva una gran pappagorgia , e che , non avendo altro che fare , andava alternativamente sollevando sulla punta de' piedi la sua massa tremolante , e lasciandola ricadere sui calcagni , aveva un viso di cicalone curioso , che , in vece di dar delle risposte , avrebbe fatto delle interrogazioni .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* C'erano in quella stanza alcuni sfaccendati del paese , i quali , dopo aver discusse e commentate le gran notizie di Milano del giorno avanti , si struggevano di sapere un poco come fosse andata anche in quel giorno ; tanto più che quelle prime eran più atte a stuzzicar la curiosità , che a soddisfarla: una sollevazione , né soggiogata né vittoriosa , sospesa più che terminata dalla notte ; una cosa tronca , la fine d'un atto piuttosto che d'un dramma .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Empì il bicchiere , lo prese con una mano , poi con le prime due dita dell'altra sollevò i baffi , poi si lisciò la barba , bevette , e riprese: - oggi , amici cari , ci mancò poco , che non fosse una giornata brusca come ieri , o peggio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Lasciate , - disse Federigo , prendendola con amorevole violenza , - lasciate ch'io stringa codesta mano che riparerà tanti torti , che spargerà tante beneficenze , che solleverà tanti afflitti , che si stenderà disarmata , pacifica , umile a tanti nemici .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Che dite mai , la mia povera giovine ? E m'ha detto il signor curato , che vi facessi coraggio , e cercassi di sollevarvi subito , e farvi intendere come il Signore v'ha salvata miracolosamente . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* V'ha rimessa in salvo ; e s'è servito di voi per una grand'opera , per fare una gran misericordia a uno , e per sollevar molti nello stesso tempo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Per levarsi da un impiccio così noioso , don Rodrigo , alzatosi una mattina prima del sole , si mise in una carrozza , col Griso e con altri bravi , di fuori , davanti e di dietro ; e , lasciato l'ordine che il resto della servitù venisse poi in seguito , partì come un fuggitivo , come (ci sia un po' lecito di sollevare i nostri personaggi con qualche illustre paragone) , come Catilina da Roma , sbuffando , e giurando di tornar ben presto , in altra comparsa , a far le sue vendette .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Arrivate davanti alla signora , essa fece loro grand'accoglienza , e molte congratulazioni ; interrogò , consigliò: il tutto con una certa superiorità quasi innata , ma corretta da tante espressioni umili , temperata da tanta premura , condita di tanta spiritualità , che , Agnese quasi subito , Lucia poco dopo , cominciarono a sentirsi sollevate dal rispetto opprimente che da principio aveva loro incusso quella signorile presenza ; anzi ci trovarono una certa attrattiva .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Don Abbondio stava a capo basso: il suo spirito si trovava tra quegli argomenti , come un pulcino negli artigli del falco , che lo tengono sollevato in una regione sconosciuta , in un'aria che non ha mai respirata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Le rimaneva bensì un ribollimento , una sollevazione di pensieri e d'affetti tale , che ci voleva molto tempo e molta fatica per tornare a quella qualunque calma di prima .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Finalmente nuovi casi , più generali , più forti , più estremi , arrivarono anche fino a loro , fino agli infimi di loro , secondo la scala del mondo: come un turbine vasto , incalzante , vagabondo , scoscendendo e sbarbando alberi , arruffando tetti , scoprendo campanili , abbattendo muraglie , e sbattendone qua e là i rottami , solleva anche i fuscelli nascosti tra l'erba , va a cercare negli angoli le foglie passe e leggieri , che un minor vento vi aveva confinate , e le porta in giro involte nella sua rapina .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
- Sciagurato ! - gridò il padre Cristoforo , con una voce che aveva ripresa tutta l'antica pienezza e sonorità: - sciagurato ! - e la sua testa cadente sul petto s'era sollevata ; le gote si colorivano dell'antica vita ; e il fuoco degli occhi aveva un non so che di terribile .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il petto si sollevava di quando in quando , con un respiro affannoso ; la destra , fuor della cappa , lo premeva vicino al cuore , con uno stringere adunco delle dita , livide tutte , e sulla punta nere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Appena infatti ebbe Renzo passata la soglia del lazzeretto e preso a diritta , per ritrovar la viottola di dov'era sboccato la mattina sotto le mura , principiò come una grandine di goccioloni radi e impetuosi , che , battendo e risaltando sulla strada bianca e arida , sollevavano un minuto polverìo ; in un momento , diventaron fitti ; e prima che arrivasse alla viottola , la veniva giù a secchie .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Ella sollevò un poco il capo per vederlo uscire; poi, appena richiuso l'uscio, ricadde nella positura di prima.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
II Dopo due mesi d'orrenda angoscia, quella confessione del suo stato la sollevò, insperatamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Chi è? subito, il nome! Sentendosi addosso la furia del fratello, Eleonora si strinse nelle spalle, si provò a sollevare appena il capo e gemette sotto gli occhi inferociti di lui: - Non posso dirtelo...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gerlando tornò in sala, sollevato da un gran peso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Solo quel sant'uomo del vicario, Monsignor Lentini, osò invitare i colleghi a considerare se non fosse imprudente sollevar disordini anche dall'altra parte, andare a stuzzicar quel vespajo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Chi, se non lui, infatti, lo aveva sollevato dalla miseria in cui le colpe dei genitori lo avevano gettato? Il padre gli era morto in galera, per furti; dalla madre, che lo aveva condotto con sé nella prossima città, era fuggito, non appena con l'uso della ragione aveva potuto intravedere a quali tristi espedienti era ricorsa per vivere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
S'arrestò, pentito di ciò che stava per dire, e riprese: - Non gliene fo carico; ma dico che lui aveva ragione di vivere com'ha vissuto, vigilando, pauroso, rigido, ogni suo minimo atto: doveva sollevarsi, sotto gli occhi della gente, dalla miseria, dall'ignominia, in cui lo avevano gettato i suoi genitori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gabriele fu sollevato e adagiato sul canapè, mentre Flavia, vedendogli il volto soffuso d'un pallore cadaverico e bagnato del sudore della morte, smaniava, disperata: - Che ha? che ha? Dio, ma guardi...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ascoltò un pezzo; poi si sollevò, turbato, e si tastò in petto, come per cercare nelle tasche interne qualcosa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tu sei il medico della Compagnia, è vero? Lucio Sarti, angosciato dal dubbio tremendo che l'Orsani avesse inteso tutto quello ch'egli aveva detto a Flavia, rimase stordito a quella subitanea risoluzione; gli parve senza nesso, ed esclamò, sollevato per il momento da un gran peso: - Ma è una pazzia! - No, perché? - rispose, pronto, Gabriele.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi si scosse; guardò il piccino e disse: - Addo' lo lascio? Qua pe' tera? Pôro cocco mio saporito! Lo sollevò su le braccia e lo baciò forte forte, piú volte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se l'era procacciata da sé, con le sue mani, la rovina: che c'entrava poi l'accusa a tradimento dei suoi compagni di crapula, quel processo scandaloso, che aveva sollevato tanto rumore e infamato tanti giovanotti, scapati, sí, ma di famiglie onorate e per bene? Le parve di sentire un singhiozzo di là e chiamò: - Diego! Silenzio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poco dopo, sollevando il crespo sul cappello, non meno bella si rivelò la figliuola, quantunque pallida e dimessa nel chiuso cordoglio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le si accostò, le sollevò con delicatezza il mento con una mano, e con l'indice dell'altra le rovesciò appena una palpebra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Bisognò che il Ronchi, ajutato da un cameriere, sollevasse e scostasse il divano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Raffaella si stese sul tavolino e guardò la studentessa che si sollevava la veletta su la fronte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Condusse il compagno nell'altra stanzetta e, sollevata la caditoja su l'assito, scesero entrambi la scala di legno della cateratta e pervennero nel piano di sotto, intanfato dello sterco di tutte quelle bestioline e di rinchiuso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ritornarono al piano di sopra, sollevati e contenti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Bartolino Fiorenzo si guardò attorno, un po' mortificato; poi s'appressò all'alcova, ne sollevò il cortinaggio e vide il letto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Abbandonata su una poltrona, con gli occhi chiusi, senza piú forza neanche di sollevare un dito, udiva intanto di là, nella saletta da pranzo, conversare lietamente le tre sorelle col marito, e si struggeva dall'invidia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Bisogna sollevarlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Una mattina, si provò a sollevare le mani dal letto, per guardarsele e, nel veder le dita esangui tremolare, sorrise.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si provò a sollevarle con tutt'e due le mani il capo che si affondava su lui; non ne ebbe la forza, e si volse, stordito, al dottor Sià.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Adriana spaventata, accorse; gli sollevò prima il capo, poi, ajutata dal Cimetta; si provò a rialzarlo, ma ritrasse subito le mani con un grido di ribrezzo e di terrore: la camicia, sul petto, era zuppa di sangue.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Leopoldo Paroni, nell'atteggiamento che gli era abituale, di sdegnosa, accigliata fierezza, sollevò di traverso il capo, e cosí col pizzo all'aria attraversò la piazza, facendo il mulinello col bastone.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un'improvvisa gioja invase e sollevò Paroni, nel riconoscere quella voce: - Ah, Luca Fazio...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Atterriti da quel traboccare improvviso sul letto, i due accorsero, per sollevarla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E il prete, prendendo nuovo ardire dallo sbalordimento della folla, cercando di sollevarsi quanto piú poteva su la punta dei piedi per dominarla tutta: - Ecco, ecco, guardate, o cristiani a queste due donne qua...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Su la seggiola, come un santone su la bara, il vecchio fu sollevato, e i margaritani, reggendo alti i lumi, gridando e piangendo, s'avviarono verso le loro casupole, che biancheggiavano in alto, sparse su la roccia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Pregustava le risate che avrebbero accolto il suo racconto bisbigliato con la vocina di Pàmpina, e non avvertiva neppure alla nuvola di polvere e al fragore che il biroccino sollevava per la corsa furiosa del cavalluccio, quand'ecco: - Para! Para! - udí gridare a squarciagola dall'Osteria del Cacciatore, che un tal Dolcemàscolo teneva lí su lo stradone.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A un certo punto, una di quelle donnette sollevò un lembo della veste per osservare il merletto della sottana, e io cosí rividi le gambe della povera Rorò.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Viene, - disse anche quel giorno don Nuccio alla figlia, la quale, dopo quel forte assalto di tosse, s'era sentita subito meglio, davvero sollevata, e insolitamente s'era messa a parlare, non di guarigione, no - fino a tanto non si lusingava - ma, chi sa! d'una breve tregua del male, che le permettesse di lasciare un po' il letto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma come, Dio mio? Cosí, senza piú forza neanche di sollevare un braccio? Brodi consumati, polli, che altro? Latte d'uccello; lingue di pappagallo...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A questo punto Sciaramè sollevò il mento dal bastoncino e alzò una mano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo straniero, scostando tutti, si chinò su la barella; ne tolse via cautamente la coperta, e sotto gli occhi di Venerina raccapricciata scoprí un povero infermo quasi ischeletrito, che sbarrava nello sgomento certi occhi enormi d'un cosí limpido azzurro, che parevano quasi di vetro, tra la squallida magrezza del volto su cui la barba era rispuntata; poi, con materna cura, lo sollevò come un bambino e lo pose a giacere sul letto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le due donne si strinsero vieppiú tra loro; poi, vedendogli sollevare una mano e far cenno di parlare, scapparono via con un grido, a richiudersi in cucina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quella cassetta, in cui egli frugava con tanta insistenza, le richiamava davanti agli occhi l'immagine di quell'altro marinajo che lo aveva sollevato dalla barella come un bambino per deporlo sul letto, lí, e poi se n'era andato, piangendo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma piú ira gli suscitava l'esclamazione che il Cleen aveva imparata da lui e ripeteva spesso, sorridendo, nel sollevare a sua volta la canna.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Come! E non me ne dici niente? E mi tieni lí per tanti giorni alla tortura? E lui, anche lui, muto come un pesce! Venerina sollevò la faccia dalle mani: - Non t'ha saputo dir nulla, neanche oggi? - Pesce, ti dico! Baccalà! - gridò don Paranza al colmo della stizza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Di' un po', come hai fatto, senza francese? Venerina arrossí, sollevò appena le spalle, e i neri occhioni le sfavillarono.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- E tu perché piangi? Ma ecco che il vecchio schiude gli occhi imbambolati e con la bocca ancora aperta solleva il capo dalla spalliera della poltroncina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma vide davanti a quell'altare prosternata con la fronte a terra la vecchia, e si sentí come da un respiro non suo sollevare tutto il petto, e fendere la schiena da un brivido nuovo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Carluccio, Dio mio, dov'è? Faustino! Faustino! E Bicetta? Con l'aria che batteva viva, da terra là sopra coperta e che si portava via il fumo della ciminiera tra il cordame dell'alberatura, nel chiarore aperto e fresco, tutto lampeggiante dei riflessi del sole al tramonto sul mare un po' mosso a ogni sollevarsi dei parasoli, quei tre benedetti ragazzi, che non erano stati mai su un piroscafo, parevano impazziti; si ficcavano tra la gente, da per tutto, tra le scale sul passavanti, le lapazze, i ponti di sbarco, sotto le lance; volevano veder tutto, e correvano davvero il rischio anche di precipitar giú in mare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ma si figuri, qua, venga, s'accomodi, s'accomodi, signor dottore, - s'affretta a dirgli il vecchio, conducendolo nella stanza in fondo al corridojo; mentre la moglie, sempre col capo sollevato da un lato per guardare come una gallina stizzita, lo spia impressionata da tutta quella feroce barba fin sotto gli occhi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma appena montato in vettura, quel signore occhialuto si drizzò lungo lungo sulla vita e si mise a voltare a scatti la testa, di qua, di là, in sú, in giú; infine s'accasciò, aprí il libraccio e vi tuffò la faccia fino a toccar col naso la pagina; la sollevò tutto sconvolto, si tirò sulla fronte gli occhialacci e rituffò la faccia nel libro per provarsi a leggere con gli occhi soltanto; dopo tutta questa mimica cominciò a dare in smanie furiose, a contrarre la faccia in smorfie orrende, di spavento, di disperazione: - Oh Dio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ricordo d'averla veduta pochi giorni prima del delitto, sulla fine d'ottobre, a braccetto del marito cinquantenne, un pochino piú piccolino di lei, ma col suo bravo pancino anche lui, il signor Porrella, per il viale Nomentano sul tramonto, non ostante il vento che sollevava in calde raffiche fragorose le foglie morte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Voleva sollevarsi al piú presto da quella meschina e non ben sicura condizione di scrivano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ed era per lui una consolazione veder quest'altro, invece, dalla finestra, sollevandosi un poco su la vita, a stento, e allungando il collo quanto piú poteva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ho capito! - rispose Lisi, e sollevò una spalla e si contorse, mentre un sorriso scemo gli alzava quasi il bollo in gola.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Qua, guardate! E, cavando il capezzolo di bocca al poppante, sollevando con una mano la mammella, fece sprizzare il latte in faccia alle comari del vicinato che, ridendo e riparandosi con le braccia, si scostarono addossandosi l'una all'altra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Appena varcata la soglia però, e richiuso l'uscio, strizzava un occhio, sollevava un piede e si stropicciava, contentone, le mani; poi rizzandosi le punte dei baffetti ritinti, andava a seder su la panca della sala d'ingresso, con la speranza che vi capitasse Annicchia, la bella balietta siciliana.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ha fatto bene, benone, benissimo - esclamò il Righi sollevato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Silvio Gelli si sollevò; guardò il Balla acutamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mi perdoni? Si tolse le mani dalle tempie: aveva come parlato a stesso; si volse verso il letto: ella si era di nuovo assopita con le ciglia un po' sollevate, come inorridita di quel che aveva inteso, e pareva che ne singultasse ancora dentro, cosí muta, rigida, col capo volto verso di lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Tuo padre? - domandò il campiere a Càrmine, sollevando il capo e un virgulto che teneva in mano e col quale, aspettando, era stato a percuotere un piccolo sterpo cresciuto lí tra i ciottoli della corte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La signora Lèuca, che stentava ancora a riconoscerlo, cosí cangiato, cosí arrozzito e invecchiato dopo undici anni, avrebbe voluto accostarsi per sollevarlo da terra, ma non riusciva a vincere il ribrezzo e lo spavento, e si tirava indietro, invece, per non vederselo cosí davanti in ginocchio, e gemeva: - Ma no...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ah, brava, - fa la signora Lèuca, sollevando il velo sulla fronte e chinandosi per baciar la piccina.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La vecchia signora sollevò le pàlpebre gravi sonnolente, mostrando, uno piú aperto e l'altro meno, gli occhi torbidi, ovati, quasi senza sguardo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il Gori non cedette; si chinò per sollevarla, per strapparla da quel letto; ma come stese le braccia, pestò rabbiosamente un piede, gridando: - Non me n'importa niente! Farò magari da testimonio con una manica sola, ma questo matrimonio oggi si farà! Lo comprendi tu...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E sollevando con gli occhi tutta l'anima a guardare nell'ultima luce la punta degli alti alberi, i pennoni, il sartiame, provava in sé, con una gioja ebbra di freschezza e uno sgomento quasi di vertigine, l'ansia del tanto, tanto cielo, e tanto mare che quelle navi avevano corso, partendo da chi sa quali terre lontane.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si mette a piangere disperatamente, ma senz'ombra di rimorso, appena egli, nella camera dei bambini, dopo aver loro osservata la gola, si solleva dai lettucci dov'essi giacciono avvampati dalla febbre e con tutte le carnucce prese dal male, e si mette a gridare che sono perduti, perduti, perduti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo sforzo di volontà, arrivato al polso, riusciva a stento a sollevare un poco dalle coperte quella mano; ma durava un attimo; la mano ricadeva inerte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il signor Anselmo si sollevò su un gomito, e seguitando con l'altra mano a grattarsi il petto, domandò con stizza: - Ma proprio sicura ne sei? Farò qualche versaccio con le labbra, per smania di stomaco; e ti pare che rida.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ajutato con tanto impegno dalla sorte, il signor Anselmo era riuscito (sempre per sua maggior consolazione) a sollevar lo spirito a considerazioni filosofiche, le quali, pur senza intaccargli affatto la fede nei sentimenti onesti profondamente radicati nel suo cuore, gli avevano tolto il conforto di sperare in quel Dio, che premia e compensa di là.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Venne anche un vecchio cieco, con un occhio che gli sbatteva bianco e quasi ridente da una parte, la chitarra al collo, guidato da una ragazzina magra, con una frangetta di capelli stopposi sulla fronte, pietosissima; ma tutt'a un tratto si mise a cantare, distratta, con una voce quasi non sua e cosí spietata, che sollevò le proteste generali e fu fatta andar via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma come sollevar quel peso, quando sarebbe cominciata la salita? Per fortuna, quando la salita cominciò, Ciàula fu ripreso dalla paura del bujo della notte, a cui tra poco si sarebbe affacciato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il vento lo investí alle spalle, e parve lo volesse sollevare dall'erto stradone con tutta la somara e il biroccino, come sollevava la polvere e le foglie morte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Perché cosí in silenzio, tutti quei soldati? Non si sentivano nemmeno camminare e non sollevavano neanche un po' di polvere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un passo in lontananza gli fece sollevar gli occhi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix sollevò il viso olivastro duro come una maschera di bronzo , e fissò il ragazzo coi piccoli occhi azzurrognoli infossati e circondati di rughe: e quegli occhi vivi lucenti esprimevano un'angoscia infantile .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E come schiave esse dovevano lavorare , fare il pane , tessere , cucire , cucinare , saper custodire la loro roba: e soprattutto , non dovevano sollevar gli occhi davanti agli uomini , né permettersi di pensare ad uno che non fosse destinato per loro sposo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma sollevando gli occhi Efix vide che non era Lia la donna alta che si affacciava agile al balcone agganciandosi i polsi della giacca nera a falde .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
È questo ! Sollevò gli occhi e arrossí guardando severa il viso di Efix: anche le altre due lo guardavano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ella sollevò la testa e col pugno rivolto bianco di farina si tirò un po' indietro il fazzoletto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Anche la preghiera aveva una risonanza lenta e monotona che pareva vibrasse lontano , al di là del tempo: la messa era per un trigesimo e un panno nero a frange d'oro copriva la balaustrata dell'altare ; il prete bianco e nero si volgeva lentamente con le mani sollevate , con due raggi di luce che gli danzavano attorno e parevano emanati dalla sua testa di profeta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Già di ritorno quella diavola ? Donna Ester ridiscese , con un vasetto di sughero in mano: egli si tirò in là per lasciarla passare e sollevò il viso ombreggiato dalla berretta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ecco infatti Grixenda che torna su dal fiume con un cestino di panni sul capo , alta , le sottane sollevate sulle gambe lucide e dritte di cerbiatta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Poi sollevò gli occhi e guardò verso l'antico cimitero .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lia sta su nelle camere di sopra e vi si aggira silenziosa ; s'affaccia al balcone , pallida , vestita di nero , coi capelli scuri che par riflettano un po' l'azzurro dorato del cielo ; guarda laggiú verso il castello , poi d'improvviso solleva le palpebre pesanti e si scuote tutta agitando le braccia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Noemi rimise il suo lavoro entro uno di questi canestrini , e ne sollevò un altro: sotto c'era un plico di carte , le carte di famiglia , gli stromenti , i legati , gli atti di una lite , stretti forte da un nastrino giallo contro il malocchio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il nastrino giallo che non aveva impedito alle terre di passare in altre mani e alla lite di esser vinta dagli avversari , legava alle carte morte una lettera che Noemi , ogni volta che sollevava il panierino , guardava come si guarda dalla riva del mare il cadavere di un naufrago respinto lentamente dall'onda .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ella sollevò la testa , guardando verso il cortile con occhi spaventati .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Noemi si sollevò sorridente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Noemi sorrideva con rancore e con ironia , curva a punger la frittata: si fa presto a dire che si trova un posto ! C'è tanta gente in cerca di posti !— Ma tu hai lasciato quello che avevi ? — domandò in fretta senza sollevar gli occhi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Qualche donna balzò indietro , qualche altra si mise a ridere sollevando il viso a guardarlo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lentamente si disposero in fila , con le mani intrecciate , e sollevarono i piedi accennando i primi passi della danza ; ma erano rigide e incerte e pareva si sostenessero a vicenda .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Arrivato accanto a Grixenda le prese il braccio , si uní alla fila delle danzatrici e parve davvero animare con la sua presenza il ballo: i piedi delle donne si mossero piú agili , riunendosi , strisciando , sollevandosi , i corpi si fecero piú molli , i visi brillarono di gioia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E i piedi si sollevavano sempre piú svelti , battendo gli uni sugli Alla festa… Alla festa sono andato…altri , percuotendo la terra come per svegliarla dalla sua immobilità .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Le api si posarono sulla zucca ; Giacinto strappò di mezzo alle sue gambe sollevate uno stelo d'avena , e guardando per terra domandò: — Come vivono le mie zie ? Era giunto il momento delle confidenze .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Se non era lui , vossignoria non era nato ! Giacinto sollevò rapido gli occhi , riabbassandoli tosto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Grixenda depose la secchia sul sedile , e si gettò sopra il bambino che le sorrideva dal giaciglio agitando le gambine in aria e tentando di afferrarsele con le manine sporche: gli baciò le cosce , affondando le labbra nella carne tenera ove i solchi segnavano striscioline rosee e viola ; lo sollevò in alto , lo riabbassò fino a terra , lo sollevò ancora , lo fece ridere , lo portò fuori stringendoselo forte al petto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Come sono contenta , zio Efix ! Stanotte balleremo ancora ! Ma guardate il vostro padroncino: pare faccia la corte a Kallina ! Efix la guardava con tenerezza ; vide Giacinto sollevar gli occhi pieni d'amore e di desiderio , e in cuor suo benedisse i due giovani .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il servo intrecciava una stuoia , all'ombra delle canne , con le dita che tremavano per la febbre di malaria ;vedendo la vecchia che gli si sedeva ai piedi con la bottiglia in grembo , sollevò appena gli occhi velati e attese rassegnato , quasi sapesse già quello che ella voleva da lui .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora la vecchia sollevò irritata il viso e il suo collo parve allungarsi piú del solito , tutto corde .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Hai la febbre !Giacinto ingoiò le pastiglie e senza sollevarsi si strinse la testa fra le mani .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Che tempo era ! Chetempo ! — ripeté Giacinto , e sollevò il viso guardandosi attorno quasi per accertarsi che la notte era bella .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La spalla di Giacinto tremava convulsa ; ma egli la sollevò e la scosse come per liberarsi dal tremito , e riprese con voce piú dura: — Sí , ero io , tu avevi capito .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Finalmente scosse Giacinto , tentò di sollevarlo , gli disse con dolcezza: — Su , vieni dentro ! La febbre è in giro . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix non osava guardarle ; s'alzò rispettoso davanti a loro che prendevano posto sul sedile , e solo dopo che donna Ester ebbe domandato: — Efix , sai che succede ? — egli sollevò gli occhi e vide che Noemi lo fissava come il giudice fissa l'accusato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
L'usuraia sollevò le sopracciglia nude e lo guardò placida .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— E vieni proprio qui ? Se non ti confessi col Cristo ! — mormorò la guardiana sorridendo ironica ; ma Efix appoggiò di nuovo la fronte alla colonna del pulpito e con gli occhi sollevati verso l'altare cominciò a balbettare confuse parole ; grosse lagrime gli cadevano lungo il viso , deviavano verso il mento tremulo , cadevano goccia a goccia fino a terra .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
L'importante è di cambiar strada , adesso ; di sollevarti una buona volta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— È vero , questo , — ammise Noemi , ma con una voce che pareva le uscisse suo malgrado di bocca ; ma subito corrugò le sopracciglia e sollevò gli occhi freddi beffardi fissando quelli della vecchia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
I visi delle sorelle , protesi sul foglio , lucevano di sudore d'angoscia: ma Noemi sollevò gli occhi e disse: — Se tu , Ester , non hai firmato niente non dobbiamo pagar niente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Noemi ancora inginocchiata presso il sedile ov'era steso il cadavere di donna Ruth , sollevò il viso guardandosi attorno .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix si sentiva portato via come da un impeto di vento: ricordi e speranze lo sollevavano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Hai inteso , miserabile ? Allora Giacinto lo guardò a sua volta da sotto in su , maligno e sorpreso , poi sollevò di nuovo le braccia e parve alzarsi da terra scuotendosi tutto contro Efix come un'aquila sopra la sua preda .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Lo tirò su , lo appoggiò con le spalle al muro , si sollevò e stette a guardarlo dall'alto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Dimmelo ! Dimmelo ! — rantolava Efix , sollevando le palme insanguinate .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ho sollevato gli occhi a lei , io verme , io servo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Attesi . . . attesi . . . che si sollevasse . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Basta vivere , Stefana ! — ammoní Efix , senza sollevare la testa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix sollevò , riabbassò tosto gli occhi ; un rossore fosco gli colorí il viso che pareva arso scarnificato con la sola pelle aderente al teschio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Se lo voglio , sposo anche don Predu , — disse Grixenda sollevando fieramente il viso tragico infantile , — ma ho altri pensieri in mente , io ! Natòlia la guardava e ne sentiva pietà: le sembrava un po' fuori di sé , l'infelice , e non insisté quindi nel tormentarla .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La serva allora tornò in chiesa , e guardò se poteva dire alle dame che il servo era giunto , – cosí avrebbero lasciato libero il prete ; ma da una parte del confessionale stava donna Ester di cui si vedeva il lembo dello scialle venir fuori come un'ala nera , e dall'altra stava già donna Noemi , col dorso che ondulava lievemente , a tratti , sotto la stoffa nera opaca , e un piede lungo e nervoso fuori dalla sottana sollevata .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora Noemi , calda ancora di pietà e d'amore di Dio , s'accorse per la prima volta che il servo si era mal ridotto , vecchio , grigio , con le vesti divenutegli larghe , e tese la mano come per aiutarlo a sollevarsi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ella sollevò gli occhi meravigliati e non prese il fiore .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli sollevò gli occhi: la vide pallida , con le labbra tremanti , con le palpebre livide come quelle di una morta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ella cuciva: egli aveva sollevato le ginocchia e si stringeva in mezzo le mani giunte .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Solo dopo ch'egli parve aver detto tutto , tutte le miserie passate , tutti gli splendori da venire , ella parlò , ma piano , sollevando appena gli occhi quasi parlasse con gli occhi soltanto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La vecchia sollevò il braccio e lo attirò a sé tenacemente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Solo disse: — Giacintí , sei diventato allegro , mi pare ! — Che fare ? Impiccarmi ? Ma l'ometto curvo a cuocere i maccheroni sollevò gli occhi tristi e Giacinto rise e guardò le travi del tetto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix guardava l'ometto tra il meravigliato e il diffidente e pareva chiedergli con gli occhi «perché tanta generosità ?» E l'uomo , che mangiava col viso curvo sul piatto , sollevò gli occhi e disse: — Perché siamo cristiani !Allora Efix tornò come dentro di sé nella casa della sua anima , e ricordò perché era venuto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Finalmente si sollevò sospirando , stanco e impotente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Ebbene , — disse Efix sollevandosi , — tu sei un uomo ! — Che vuoi ? — rispose Giacinto subito lusingato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli avrebbedetto: quell'infelice s'è sollevato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Al tintinnire delle monete contro la pietra l'altro mendicante sollevò il viso terreo spalancando gli occhi vitrei come sentisse un rumore minaccioso .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La donna ed Efix s'erano precipitati su lui , ma non riuscirono a fargli tener sollevata la testa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il cuore sussultava , come tentando ogni tanto di sollevarsi e subito ricadendo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Eppure si sentiva sollevato , come uno che dopo lungo errare in luoghi impervi ritrova la via smarrita , il punto donde è partito .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Giacinto pesava un sacco di orzo macinato ; sollevò gli occhi con le palpebre bianche di farina e sorrise .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Eccitato dal successo il cieco si animò , si sollevò , raccontò la storia di Tamar e delle frittelle .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dapprima Istène chinò la testa fin quasi a mettersela fra le ginocchia ; poi si sollevò , afferrò le gambe del suo assalitore e lo scosse tutto e non riuscendo ad abbatterlo gli morsicò un ginocchio .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il vento sollevava le falde di questa specie di mantello spagnuolo e lasciava vedere la bisaccia ricamata e le grosse gambe del cavaliere con gli sproni lucidi come d'argento .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix riaprí gli occhi e piano piano si sollevò .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
I mendicanti si scaldavano al sole ed Efix raccoglieva le elemosine tremando a ogni rumore di passo per paura di rivedere don Predu ; eppure di tanto in tanto sollevava la testa come ascoltando una voce lontana .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— E non mi spingere , per questo ! Va' a romperti il collo , Franzisca Bè ! Coi denti scintillanti nella bella bocca piena di male parole , passavano davanti ad Efix: qualcuna s'indugiava a gettare una monetina ai mendicanti e il vento sollevava i lembi del suo fazzoletto ricamato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix fece sedere i ciechi contro il muro ed entrò nella chiesetta avanzandosi in punta di piedi fino ai gradini dell'altare ove don Predu inginocchiato immobile pregava col viso sollevato , i capelli azzurrognoli nella penombra dorata dai ceri , una falda rossa del gabbano rivoltata , lo sprone al piede , simile in tutto ai Baroni in pellegrinaggio quali il servo li aveva veduti dipinti in qualche antico quadro della Basilica .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Al diavolo ! Neanche qui lasciate in pace ? — Don Predu , padrone mio ! Sono Efix , non mi riconosce ? Don Predu balzò sollevando le falde del gabbano quasi volesse abbracciare il suo servo: e si guardarono come due vecchi amici .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ed ecco Efix , vinto dal sonno , crede di non poter piú sollevare le palpebre e di sognare: vede il vecchio cieco mettersi a sedere , protendersi in ascolto ,appoggiare la mano al tronco della quercia , alzarsi e dopo un momento di esitazione accostarsi a lui e con la mano adunca tirar su la bisaccia come pescandola nell'ombra .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Entrò , sollevò gli occhi e subito si accorse che il poderetto era mal coltivato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Donna Ester leggeva tranquilla seduta su uno sgabellino davanti alla panca antica , ma d'improvviso il gatto posato sulla sua ombra accanto al lume e che seguiva con gli occhi i movimenti delle mani di lei , le saltò in grembo come volesse nascondersi e di là balzò sotto la panca: ella sollevò la testa , vide lo sconosciuto e cominciò a fissarlo con gli occhi scintillanti e il libro che le tremava fra le mani .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
I ciechi si alzano , intrecciano le loro dita , si curvano davanti a lui e lo costringono a sedere sulle loro mani ed a mettere le sue braccia intorno al loro collo: cosí lo sollevano , lo portano su , via , lontano , cantando , come fanno i bambini nei loro giochi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
La cucina si empiva di fantasmi , e l'essere terribile che non cessava di colpirlo gli gridò all'orecchio: — Confessati ! Confessati ! Anche donna Ester si inginocchiò davanti alla stuoia mormorando: — Efix , anima mia , vuoi che chiamiamo prete Paskale ? Ti leggerà il Vangelo e questo ti solleverà . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Su bevi ; che vuoi morire scapolo ? — Dunque , — disse Efix sollevando il capo ma rifiutando il brodo , — ce ne andiamo . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il malato sollevò l'indice , accennando di no .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
— Davanti a Dio non ci sono né servi né padroni , — disse donna Ester ; e don Predu si curvò e tentò di sollevarlo fra le sue braccia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora il dottore fece un cenno con la mano e con la testa sollevando gli occhi al cielo , e don Predu rimise giú il malato , lo ricoprí , non scherzò piú .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli sollevava l'indice , accennando di no , a occhi chiusi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Noemi era agitata ed Efix la sentiva andare e venire per la casa , con passo lieve ma inquieto ; finalmente ella sedette accanto all'uscio a cucire silenziosa , e quando arrivò don Predu scostò la sedia , tirando in là la tela per lasciarlo passare , ma sollevò appena il viso per guardarlo e rispose con un lieve cenno del capo al saluto di lui .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Alziamoci , su ! Efix sollevò gli occhi infossati indifferenti , e poiché don Predu si chinava a toccarlo , tese la mano come per respingere il corpo poderoso che sfiorava il suo in dissoluzione .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli infatti sollevò il viso verso di lei , si batté le mani sulle ginocchia e disse:— Ebbene , quando vogliamo romperla , questa catena ? — Spetta a te , Predu , decidere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Noemi cuciva: sollevò anche lei il viso , gli occhi le brillarono , ma tosto li riabbassò e non disse parola .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
E quando donna Ester si chinò su lui , credendolo addormentato e sollevò lievemente il lembo del panno , lo vide con gli occhi spalancati , col viso rosso , le labbra tremanti .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Stava col capo coperto , ma donna Ester ogni volta che sollevava il panno vedeva il povero viso sempre piú piccolo , violaceo , raggrinzito come una prugna secca .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Donna Ester saliva dalla valle col viso coperto da un'ala nera ; sollevava l'ala , mostrava il suo viso scuro , doloroso , gli occhi velati di pietà , ma si traeva indietro dal muricciuolo come per paura di cadere ; ed ecco altre figure salivano , tutte col viso nascosto da un'ala nera , etutte si avvicinavano ma si ritraevano subito spaurite , spaventate dal pericolo di precipitare al di là .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Eppure a un tratto parve sollevarsi e rivivere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Accorsero tutt'e due le padrone e Noemi stessa gli sollevò la testa e gli diede da bere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Poi lo lasciarono solo , perché Noemi doveva vestirsi ; ed egli sollevò la testa e si guardò attorno ma come di nascosto , continuando a far cenni di approvazione .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Per un'attenzione di Noemi verso il malato neppure la cucina era stata ripulita , come si usa per le nozze ; la casa e il cortile erano silenziosi , il gatto stava immobile sulla panca , nero con gli occhi verdi come l'idolo della solitudine ; nel silenzio si udiva il legno corroso del balcone scricchiolare e sollevando un poco di piú la testa Efix rivide un'ultima volta il muro rovinato e l'erba e i fiori d'ossa dell'antico cimitero .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Alla fine e’ cominciò: "S’i’ avessi a dirvi la mia vita, o Maria, trovereste men dolori e più colpe, meno passioni e più vizi; germi di virtù soffocati, affetti generosi trarotti: ma sotto a questi quasi frammenti di vita vedreste un sentimento continovo, che, quieto, invincibile, mi solleva al mio fine. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
A un tratto l'ammalata sollevò il capo dalla spalliera della poltrona, tese le mani avanti, guardando e indicando qualche cosa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Luisa», diss'egli sollevando con due dita dal seggiolone il nuovo cuscino ricamato: «porta via». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Avrebbe voluto almeno sapere che quando il Gilardoni gli aveva mostrato quelle carte vi era stata in lui una lotta, che il sentimento più giusto si era sollevato almeno un momento nell'anima sua. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ma forse mi inganno e sarai tu che mi solleverai a te nel tuo letto di fragili fili e d'aria. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Le donne accorsero a lei, dieci mani la presero, la sollevarono. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
il Ministro della Guerra – Roma; solleva l’indice della mano che regge la penna, e se lo applica sulle labbra.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
È grave? – domanda alla gente accorsa a sollevarlo da terra.
---------------
E imaginò di condurre non la rapidità che striscia ma quella che si solleva; imaginò di ritrovarsi nella lunga fusoliera che formava il corpo del suo congegno dedàleo tra i due vasti trapezii costrutti di frassino d'acciaio e di tela, dietro il ventaglio tremendo dei cilindri irti d'alette, di là dai quali girava una forza indicibile come l'aria: l'elica dalle curvature divine. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Mia sorella non vi piaceva più di me, prima? — disse ella ancóra, con un tono acre di provocazione, sollevando gli angoli della bocca a fiore delle gencive nel sorriso irritato e come sospeso sopra un poco di sangue roseo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella sollevò il velo, mostrò il viso nudo. Egli si volse a guardarla, con qualcosa di cavo nel petto, ch'era come l'impronta di quella nudità sempre nuova.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E raccolse un po' di forza per ricomporre il suo viso, per dissimulare l'ambascia; si sollevò, si volse come a guardare la desolazione del cortile erboso; fece qualche passo furtivo verso la porta che s'empieva d'ombra (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Le tettoie nuove, dalle fronti dipinte alla maniera degli antichi pavesi, custodivano i più diversi mostri artificiati con le materie più diverse, coi più diversi ingegni. Per mezzo alle ampie tende di tela agitate dal turbine delle eliche in prova, apparivano a quando a quando le strane forme delle chimere senza bellezza e senza virtù partorite dalla manìa pertinace o dalla presunzione ignara, condannate irremissibilmente a sollevare la polvere e ad arare il suolo: ali ricurve e aguzze costrette al remeggio con uno stridore di usci in càrdini rugginosi; adunazioni di celle quadrangolari, simili a mucchi di scatole senza fondo; lievi scafi oppressi da impalcature sovrapposte, simili a fragili canghe; alberi giranti forniti d'una sorta di cilindri cavi come i burattelli di stamigna nei frulloni dei fornai; (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Era spaventosa; quasi sempre in fondo alla tettoia rude come nell'ombra d'un'alcova molle, visibile a traverso i fili d'acciaio, a traverso il polverìo che il vento dell'elica sollevava dal suolo rossastro, fra gli scoppii del motore in moto, fra le tuniche azzurre dei meccanici lucenti di sudore e di olio, inguainata nella stretta gonna come nella pelle della sua pelle, tutta distinta di particolarità squisite che squisitamente vivevano su lei come le sue ciglia, come le sue unghie, come la pelurie della sua nuca, come i lobi delle sue orecchie; liscia odorante e lubrica, con una bocca dipinta ch'era dipinta dal rosso del minio e forse di queste parole: «Dal cuore premuto dell'onta — spremetti la dolcezza del frutto — ch'era mortifero, onde non resta — se non la semenza di morte».(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli l'aveva seguito, s'era indugiato per dare a quella domanda la sua risposta: «Ti ricordi, tu di quel bùttero che per bravata, il giorno della merca, nella tenuta dei Cesarini, da solo legava insieme le quattro zampe al giovenco e lo sollevava da terra? Così io faccio della bestia oscura che cresceva dentro di me e minacciava di soverchiarmi.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
La lego e la sollevo, e poi la marchio per la sua servitù.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli stesso allora prese l'elica per le due pale e impresse il moto. Il rombo fece tremare le tavole, agitò la cortina, sollevò la polvere. Tra i lembi palpitanti apparve un volto bruno come l'oliva, e si sporse. Il vento sconvolse le rose di seta sul cappello tessalico, offese le lunghe ciglia che si chiusero su gli occhi chiari e sbigottiti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Come i rottami furono rimossi, districate le sàrtie, sollevate le tele, apparve il corpo esanime dell'eroe. L'occipite aderiva alla massa del motore per modo che i sette cilindri irti d'alette gli facevano una sorta di raggiera spaventosa, lorda di terra e d'erba sanguigne. Gli occhi leonini erano aperti e fissi; la bocca era intatta e tranquilla, senza contrattura alcuna, senza traccia d'ambascia, coi suoi puri denti di giovine veltro nel fulvo della barba fine come lanugine. L'arteria della tempia, recisa da un filo d'acciaio con la nettezza d'un colpo di rasoio, versava un rivo purpureo che riempiva l'orecchio, il collo, la clavicola, le cellette sottostanti del radiatore contorto, un pugno semichiuso. Chinandosi un medico sul petto per ascoltare il cuore che non batteva più, sentì contro la guancia prona il fresco d'una foglia di rosa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il cuore di Vana balzò. Ella era distesa sul letto, supina, con le palpebre socchiuse, con gli orecchi intenti; e lo sforzo dei suoi pensieri sollevava pesi enormi che le ripiombavano sopra. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Soffocatamente aveva parlato ella, sollevando il velo di sopra la faccia come di sopra a una piaga viva; ché la vita batteva in quel poco di nudità come là dove il male imperversa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella sollevò nelle sue mani il fascio delle rose. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Paolo Tarsis aveva conosciuto le catene dei più ardui monti, i corsi delle più vaste acque, e i deserti di sabbie i deserti di pietre i deserti di sterpi; e l'ombra dei paesi ardenti che sembra nera e, quando l'occhio vi penetra, è chiara come un'altra luce; e le più diverse generazioni d'uomini su le più diverse vie con le loro some, con le loro armi; e le razze intorpidite che vivono sonnecchiando addosso ai vecchi muri, col mento su i ginocchi; e le dominatrici che vivono sempre in piedi agitando il mondo con la frenesia della loro forza; e gli alti fuochi vulcànii che creano i fiumi di ferro colante nelle città novelle, e gli scarsi fuochi solitarii alimentati col fimo secco del bestiame; e la polvere stupenda sollevata dai grandi movimenti umani, e le azioni che dormono nei popoli come il feto rannicchiato nel conio materno. Aveva veduto per ovunque nascere quelle strane figure di cui parla il Mistico, quelle figure che si generano dagli eventi e dagli esseri sotto la deità del Caso, misteriose come gli screzii nei marmi, i poliedri nei cristalli, le stalattiti negli antri, i gruppi della limatura intorno al magnete, i rapporti tra il numero degli stami e il numero dei petali nei fiori. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Non quando nelle sue mani intormentite dalla lunga fatica egli aveva sollevato il capo del compagno già grave di grumi, non quando aveva preso nelle sue braccia il corpo inerte sentendo le ossa cedere orribilmente, non quando lo aveva avvolto nella ruvida porpora e composto sul letto di guerra, né quando per tutta la notte aveva contemplato in lui la bellezza abbattuta della sua propria vita, né quando aveva ascoltato in sé stesso piangere il pianto della vergine oscura, non mai non mai l'Ombra gli era stata presente come in quell'ora. Egli la sentiva tra l'una e l'altra ala, simile a uno spirito del vento, simile a un pilota invisibile che gli segnasse la rotta e gli mostrasse l'altura. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
«Chi sa come gli usignuoli cantano, alla porta di Docciòla!» pensava Morìccica, presso il davanzale, svogliata di coricarsi, disperata di respirare, soffocata come se col respiro dovesse sollevare le mura della sua stanza. «Chi sa come cantano alla fonte di Mandringa, alla Badia!»
---------------
Il luogo era fatto pel grido lirico e per la meditazione appassionata. V'entrava la luce della foresta e del giardino. La massa cupa del lungo pianoforte orizontale vi riluceva polita come un'arca costrutta col marmo notturno della Palmària. Quando Aldo sollevava il coperchio, vedeva due mani esangui escire dal buio; ed erano le sue proprie mani riflesse dall'ebano come da un nero specchio. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Anche ora, se ci ripenso, non so dirlo. E il cavaliere era un giovinetto o una vergine travestita? L'occhio avrebbe potuto dubitare se non avesse veduto quell'estrema delicatezza dominare con tanta facilità lo stallone potente. Qualcosa di sfrontato e di scaltro, di altiero e di molle, di meditativo e di trasognato era in quel caldo pallore imperiale. Due slughi, col marchio della grande razza sul garetto, seguivano la coda strascicante. Chi era l'inviato del Deserto? Come fu presso di noi, egli sollevò all'improvviso il morello da terra con i quattro zoccoli eseguendo quell'aria che in vecchio termine di cavallerizza si chiama la ballottata, portento dei cavalieri arabi. Alle nostre grida egli ruppe in un gran riso, rovesciandosi in dietro contro l'arcione di velluto, fermata la magnifica bestia su le quattro zampe. Poi si chinò rapido e mi baciò su la gota, come se io gli appartenessi.... (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Certe arie del suo volto condensavano la poesia d'un giardino, d'una tragedia, d'una fiaba. Un qualunque atto dell'esistenza cotidiana — il togliersi il guanto lentamente facendone strisciare la pelle su la lieve lanugine del braccio; il togliersi la lunga calza di seta, delicata come il fiore che si gualcisce in un attimo, stando accosciata sul letto; il togliersi dal cappello gli spilli sollevando le braccia in arco e lasciando scorrere la manica sino al poco oro crespo dell'ascella — un qualunque atto comune prendeva da lei tanta forza espressiva che lo sguardo mirandolo si rammaricava di non poterlo fermare in perpetuo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Così nell'amante si ripeteva di continuo la sensazione già patita su la strada polverosa quando ella, dopo il passaggio dei cavalli bradi, aveva sollevato il suo velo mostrando il viso nudo ed egli s'era volto a guardarla con qualcosa di cavo nel petto ch'era come l'impronta di quella nudità sempre nuova. Veramente ella, per vivere in lui, gli scavava il petto, glie lo scerpava, glie lo rodeva, senza dargli tregua; e pareva talora incastrarvisi, serrarvi e schiacciarvi ogni altra cosa ancor viva, distruggervi ogni fibra non accordata al suo tono, e dal più nero dolore volgere la più chiara delle voluttà. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Dov'era mai la muta promessa fatta al compagno nell'incerto commiato che doveva esser l'ultimo? la prodezza del bùttero nel giorno della merca? la bestia legata e sollevata e marchiata per la servitù? il duro scrollo? Sì, certo, quando più forte lo rimordeva il ricordo del fratello scomparso, quando più gli ridoleva il segno di quel virile vincolo troncato, egli iroso cercava di afferrare la bestia oscura e di tenerla ferma innanzi alla sua anima e di considerarla. «Dunque, tu sei l'amore», le diceva «quell'amore a cui la mia semplicità dava la bellezza e la gentilezza, e due occhi che la mia tentatrice non avrebbe potuto guardare senza vergognarsi! Te ne ricordi? Tu sei l'amore, diverso dunque da quello che conoscemmo nell'avventura pel vasto mondo, quando sbarcavamo nei porti, quando sostavamo nei bivacchi, quando il grido della femmina rovesciata sul giaciglio basso o su la proda del fossato bastava alla nostra breve foia. Sei certo l'amore, poiché ti nutri e cresci della mia vita più calorosa, poiché non posso colpirti senza temere che il mio proprio sangue si versi tutto per le tue ferite, poiché tu sei più me che tutto me intiero.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Con una grazia ostinata ella gli andava strisciando sul viso la pelurie delle braccia che odoravano forte come i sacchetti da odore perché ella li aveva inondati d'essenza. Egli era insensibile alla carezza; e i suoi lineamenti divenivano sempre più ermetici. «Tutto è pronto. Attendo il levare del sole. Il mio amico, agitando un guidone su la duna, mi fa segno che il disco è apparso. Tutto è già in moto, tutto vibra e romba. Al comando, i meccanici abbandonano. Eccomi nell'aria. Filo dritto verso il mare; mi sollevo a grado a grado; supero la duna, odo l'augurio amichevole; vedo le acque sotto di me; lascio alla mia destra la torpediniera che col suo fumo denso mi oscura il sole. Nessun turbamento, nessun mutamento. Tutto è tranquillo in me, intorno a me. Non una bava di vento, e per ciò non una manovra di governo o d'inflessione. Le mani oziose, inerti. Non ho il senso del volo. Mi sembra d'essere immobile. Vedo l'onda, sempre la medesima onda....»
---------------
— Basta! — proruppe, sollevandosi di colpo, afferrando la donna per i gomiti e respingendola. — Basta!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
L'allegrezza le folgorava nel viso, le scrollava tutta la persona e pareva sollevarla su i pollici dei piedi elastici. Come aveva indosso una di quelle tuniche tenui a minutissime pieghe, stampate da un rinnovatore ingegnoso coi motivi marini dell'arte micenica, pareva che il giubilo stesso del suo sangue la colorasse fino all'orlo. Le nuvole bianche agglomerate su i Monti Pisani la irraggiavano d'un riverbero argenteo, che le si diffondeva su la pelle nuda e le s'insinuava su ogni piega rosea della veste come quella pruina che inargenta i petali delle massime rose. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Anch'egli allora fu invaso da un'allegrezza impetuosa. All'improvviso la sollevò su le sue braccia. Ella cedette tutte le membra, fu fresca e leggera come una bracciata di foglie. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Sotto l'arco sonoro le voci chiare echeggiavano, le braccia nude sollevavano le mezzine colme e le tendevano. Egli sentiva intorno a sé fremere la gentilezza popolana, scorgeva nella frotta la grazia di qualche viso più giovine. Porse le labbra al sorso, abile nel non toccare il rame, nell'evitare il troppo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Allora una repentina forza entrò nel giovinetto. Egli afferrò la sorella per la cintola, la sollevò, la trascinò indietro, ricadde con lei su gli sterpi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Si sollevò, aiutò la sorella a sollevarsi. Fu ancóra carezzevole, ché una tenerezza quasi voluttuosa gli gonfiava il cuore. Le asciugò le lacrime; le scosse dalle pieghe della gonna gli steli secchi e i frantumi della zolla. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ma, quando i suoi occhi dati alle cose si riaffisarono in quelli che la miravano, ella cangiò i suoi modi. Raccolse a un tratto i suoi larghi gesti orizontali; mostrò d'esser ferita dallo sguardo dell'uomo. Si coprì il volto con un lembo del velo, si nascose tutta nelle volute, fu simile a una metamorfosi imperfetta che mostrasse tutte le membra converse in nube e i piedi ancora umani. Poi sembrò che la primitiva natura ribalenasse e vibrasse per entro alla nube; ed ecco, la metà del volto riapparve sbigottita, e una mano timida, e la punta dell'anca, e una spalla sollevata, sùbito ricoperte. Ella imitava la danza amorosa delle almée: il pudore, il timore, la resistenza, la languidezza, l'abbandono. Ella imitava con la danza il gioco stesso della sua perfidia: la lusinga, l'offerta, il rifiuto, la disfida, la lotta, la paura temeraria, il sospiro nella violenza, l'annientamento nel piacere. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella parlava basso con un crescente ànsito che le sollevava il seno bianco a traverso l'oro della trina, con una specie di voluttà nemica che le contraeva i muscoli del viso, che le atteggiava di nuovo le labbra a quella gonfiezza. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ed ella tremò di sgomento per tutte le ossa pensando che quella passione poteva essere più grande e più selvaggia della sua passione. Di quelle settimane d'assenza e d'attesa ella ignorava tutto, e la fantasia le si sollevava su quella ignoranza. Vedeva sé nella dolce marina pisana, sé distesa nei cuscini dei piaceri, sé voluttuosa e obliosa; e l'altra, la creatura chiusa e tenace, audace e nascosta, lassù, nella Città di vento e di macigno, tra spettacoli di duolo e di morte, col suo canto e col suo amore intenta di continuo a esaltare la sua disperazione. E la invidiò, e la temette; e la imaginò carica di forze accumulate, pronta a combattere, pronta a morire. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Stretta dall'angoscia, ella sollevò sul letto la sorellina, la pose a sedere sul capezzale, contro la testiera. Qualcosa cadde sul pavimento. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
«Così, così, tutto il male è finito. Non ho più nulla, non sento più nulla. Ecco, ora viene; e mi rivolta e mi solleva e mi prende su le sue braccia; e mi dice, come quella notte, mi dice: — Pace, pace, piccola buona. — E non si può rinascere da una parola, come si può morire d'una parola?» Tutti i ricordi della notte di giugno le colmavano l'anima, non lasciavano luogo ad alcun'altra imagine, dal sopore simulato alla fuga anelante, dall'arrivo su la brughiera alla visita funebre, dall'orrore del presagio al pianto mattutino. E pensava: «Per un'ora, per un'ora sola gli fui cara, per un'ora sola mi tenne presso il cuore; ma quell'ora non gli vale una vita intera? Mai mai l'altra gli potrà dare quel che io gli ho dato. Io lo so, egli lo sa. Dinanzi alla spoglia del suo compagno egli non poteva piangere, e io ho pianto dentro di lui; e quali lacrime! Stasera due volte mi ha guardato, con una tristezza ch'era come quella tristezza, con un segreto che era come quel segreto. Che vale la bocca insanguinata dell'altra, se tra due creature un tale sguardo può congiungere la morte e la vita?» Allora il suo amore le gonfiava le vene come un orgoglio onnipotente.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
S'interruppe, come se un brandello del cuore le facesse groppo alla gola ed ella per continuare dovesse gettarlo via di tra i suoi denti. L'altra, ch'era curva, si sollevò verso l'apparizione dell'amore con un'ansia quasi luminosa; e la sua mano ricacciò indietro i capelli che le ingombravano la faccia. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Paolo si ritraeva nell'ombra, poggiava il capo alle due palme, per ascoltare; e in disparte beveva la sua malinconia a lunghi sorsi, come un esule inconsolato. Isabella gli rimaneva lontana ma pur l'occupava come se l'ombra di quell'angolo fosse la stessa ombra di lei, che l'avviluppasse. China, col respiro sospeso, con un ginocchio sollevato e sorretto dalle dita intessute, piena di forze funeste e senza nome, ella era intentissima a distinguere nel dialogo dei due strumenti quel ch'ella sola doveva comprendere.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Le pose una mano dietro la nuca, le sollevò il capo che rimaneva inerte, le cinse la collana avvolgendola in tre giri intorno al collo; poi le riadagiò il capo su la spalliera supino. E battè le palpebre per dissipare l'imagine che nasceva da quella immobilità e da quel sorriso fisso e da quei fiori sul petto non mosso dal respiro. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
D'improvviso, ella si svegliava al «novo tempo d'ardore» con la figura del bacio connaturata alle sue labbra, con tutta la sua sensualità sollevata nel suo corpo come la fame d'una moltitudine. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Forbicicchia, Forbicicchia, non aver paura. Guarda! — gridò Aldo sollevando il braccio con tutta la sua forza e percotendo con la torcia il viluppo strano. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Per trarla fuori da quell'inferno, Aldo e Paolo sollevarono di peso la creatura che non vedeva più, che non udiva più, che non aveva se non una parola impressa sul suo stretto viso olivigno fascialo dal velo come da una benda sacra. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Tutte tacquero, percorse da un lieve fremito, quando videro disegnarsi in lei l'attitudine nota, quando la videro intessere le mani dietro il dorso, portare il peso del corpo su la gamba destra, avanzare un poco la sinistra, piegare appena il ginocchio, sollevare lo scarno viso da cui il canto sembrava erompere come la polla che balza più in alto quanto più è costretta. «_Ueber'm Garten_....»
---------------
— Che accade? — le chiese, prima ch'ella si sedesse, prima ch'ella sollevasse il suo velo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ben era viva, uno stretto nesso di vita ella era, un tenace nodo di potenza; e la massa della sua chioma piantata intorno alla sua fronte era come quel torsello che è imposto al capo il qual debba sollevare grande peso. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Vana tratteneva il respiro, spiando per mezzo ai lembi della tenda. La stanza era chiara e tranquilla, con la sua tavola, con il suo leggìo, con la sua scansia di libri, con la sua lastra di lavagna ove restava disegnata dal gesso una figura geometrica. Lunella era intenta alla sua arte, sporgendo di tratto in tratto il labbro di sotto se l'intaglio le riusciva difficile, secondando con le dita abili l'arrendevolezza del foglio che le si volgeva per ogni verso. A ogni risposta del figlio ella s'interrompeva per un attimo, sollevava le palpebre ombrose e guardava il libro. Poiché stava ella di profilo contro la luce, Vana in quell'attimo le vedeva gli occhi color di nocciola rischiarati per traverso splendere come topazii.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Per l'ultima volta la potenza dell'odio creò di tutto rilievo la figura ondeggiante con la pieghevolezza delle malvage murene. — Aveva vinto, aveva vinto ancóra! Ancóra una volta, certo, aveva inebriato di voluttà e di menzogna la bestia ruggente! Era incolume. L'ora del pericolo era trascorsa. Non schiacciata dall'ira, non gittata sul lastrico ma creduta, ma temuta, ma ripresa, a rabbia e a infamia della delatrice. — Le imaginazioni vergognose assalivano la misera. Ella rivide la bestia orrenda affacciarsi tra la fronte e la gola di colui ch'ella aveva amato sopra la vita e sopra la morte. E dalla selvaggia repulsione risorse la forza; si raddrizzarono le vertebre nella schiena, un tenace nodo di potenza si riformò nell'anima; un sovrano dispregio fiammeggiò nello stretto viso senza carne, sotto la massa della chioma piantata intorno alla fronte come quel torsello ch'è imposto al capo il qual debba sollevare grande peso. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli non s'era levato, non le era andato incontro, non l'aveva di sùbito avviluppata nel suo desiderio inesausto, non le aveva sollevato il velo con la mano impaziente per divorarle le labbra, non l'aveva abbattuta sul tappeto ancor tutta anelante, come un violatore micidiale, rinnovandole quella paura che la faceva gioire più d'ogni dolcezza. Perché? S'era addormentato aspettandola? era stordito dal sonno?
---------------
L'uno urlò come se in lui si compiesse lo strappo atrocissimo; si sollevò, poi ricadde. L'altra si scrollò, con un rantolo che si ruppe in un pianto più disumano dell'urlo. Ed entrambi rimasero abbattuti sul pavimento, nel barlume violaceo, sentendosi ancor vivi entrambi e lordi, ma con qualcosa di esanime fra loro, con i resti di un oscuro assassinio fra i loro corpi disgiunti. Ed ella non cessava di piangere. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Le s'inginocchiò accanto, cercò di sollevarla di sotto alle braccia ch'ella teneva ostinatamente incrociate sul volto, scoprì la bocca piena di sangue e di lacrime. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Conoscimi — ella diceva — conoscimi, prima che io mi separi da te, prima che tu mi lasci. Metti la tua pena contro la mia pena. Tenta di scuotermi e di sollevarmi per sentire il peso di quel che dentro mi pesa più della mia carne. Fammi sanguinare ancóra, se non sai ancóra di che sa il mio sangue. Fammi ancóra male, amor mio dolce, fammi sempre più male finché tu mi somigli; perché in nulla possiamo somigliarci se non nella crudeltà ma tu non puoi eguagliarmi nel patirla. Ricòrdati del mio pianto come io mi ricorderò della parola che accompagnava i tuoi colpi.... (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* Che tentazione, intanto, di correre al palcoscenico, farsi largo, da padrone, riprendere il suo posto, la bacchetta del comando! Un furore eroico lo sollevava, di far cose inaudite, non mai vedute, per cangiar di punto in bianco le sorti di quella serata, sotto gli occhi attoniti di tutto il pubblico; dimostrare che c'era lui, adesso, lui, l'autore del trionfo della Nuova colonia... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Recisa di netto ogni memoria in me della vita precedente, fermato l’animo alla deliberazione di ricominciare da quel punto una nuova vita, io era invaso e sollevato come da una fresca letizia infantile; mi sentivo come rifatta vergine e trasparente la coscienza, e lo spirito vigile e pronto a trar profitto di tutto per la costruzione del mio nuovo io. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* M’assaliva di tratto in tratto l’idea di quella mia libertà sconfinata, unica, e provavo una felicità improvvisa, così forte, che quasi mi ci smarrivo in un beato stupore; me la sentivo entrar nel petto con un respiro lunghissimo e largo, che mi sollevava tutto lo spirito. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Allora, passata l’angoscia, le due anime sollevate si ricercano e tornano a sorridersi da lontano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La lunga attesa non mi stancò affatto, anzi mi sollevò man mano, mi procurò una viva e crescente soddisfazione: supposi che Adriana, di là, non volesse arrendersi alla prepotenza di quel villano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Qua, da questo lato (e sollevò la mia mano), ci sono due donne accanto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – E caduto in trance anche lui! Ecco, ecco, il tavolino si muove, si solleva, si solleva... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Un sussulto di gioia, anzi un impeto di pazzia m’investì, mi sollevò. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* In certi pomeriggi bruciati d'estate vedevo Garibaldi galoppar col mantello sollevato dalla brezza tra le mandrie e le fucilate della pampa ; nelle mattinate uggiose e piovigginose ero insieme al conte Alfieri che bestemmiava dietro ai cavalli ed ai versi su tutte le strade postali d'Europa ; e la sera fremevo di patriottico odio o di oratoria frenesia di gloria cogli uomini illustri di un Plutarco minutamente stampato in tanti volumettini rivestiti di carta color zeffirino . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Tutte le forme dello spirito per la sollevazione dello spirito — tutti gli istinti e i poteri degli uomini per la creazione dell'uomo nuovo . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ma questo che prova ? Il malcontento è così spesso una scusa della più clorotica debolezza ! L'ambizione della gloria è talmente comune anche nelle anime più indigenti ! E tutti quei brevi soffi fantastici non arrivano a esser la ventata uraganesca che spazza il mondo e solleva gli uomini verso e gli angeli e le stelle ; tutte quelle impressioni slegate , quelle ideine scompagnate , quegli zampilH ricacciati subito in basso , quei córti spunti , quelle espressioncelle felici che non riescono a ordinarsi , a organarsi , a vivere insieme , a fondersi in un capolavoro di vita , in un'opera piena e compiuta , non giovano e non contano nulla . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Sollevò la mano e con l’indice teso accompagnò quelle parole da un atto di minaccia attenuato da un sorriso .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Mi sentii grandemente sollevato .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Il vento che soffiava ancora a raffiche , mi parve meno violento , benché sollevasse tuttavia la neve ghiacciata .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Mi concessi una smorfia di disgusto , che mi sollevò dallo sforzo , solo quando lo vidi allontanare per il viottolo che conduceva all’uscita della villa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Con l’aiuto di Carlo lo sollevai e lo riposi in letto .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Mi sentii però sollevato all’accorgermi che anche Ada era dispiacente di veder dare espressione a quel modo al suo proprio sentimento .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
acculattare
= verbo trans. sollevare qualcuno per le braccia e le gambe e poi lasciarlo ricadere facendogli battere ripetutamente il sedere in terra o su una pietra .
---------------
adergere
= verbo trans. sollevare , innalzare
---------------
aliscafo
= imbarcazione a motore provvista di ali portanti immerse , collegate alla carena , che oltre una data velocità consentono allo scafo di sollevarsi sul pelo dell'acqua .
---------------
amante
= o mante , sistema di funi e carrucole per sollevare o spostare vele e pennoni .
---------------
argano
= macchina per sollevare o trascinare pesi
---------------
ascensore
= impianto di sollevamento per persone , in cui una cabina , azionata da un argano a motore elettrico , scorre fra guide verticali collegando i piani di un edificio o i livelli di una miniera .
---------------
attollere
= verbo trans. sollevare , innalzare
---------------
binda
= apparecchio di sollevamento a pignone e cremagliera azionato a mano
---------------
bindolo
= macchina per sollevare acqua dai pozziaspo , arcolaio 3 raggiro , truffa persona abile nei raggiri
---------------
blondin
= sistema di sollevamento e trasporto a teleferica che muove verticalmente il carico su una fune assicurata a due piloni
---------------
caliorna
= o calorna, paranco con un bozzello triplo e uno doppio usato per sollevare grossi pesi e per tesare i cavi di ormeggio.
---------------
capezzale
= cuscino stretto, lungo quanto la larghezza del letto, che si poneva tra il materasso e il lenzuolo per tenere sollevati i guanciali il letto di un malato
---------------
capotasto
= sottile barretta di ebano o d'avorio o d'altro materiale applicata trasversalmente al capo della tastiera degli strumenti a corda muniti di manico , per tenere sollevate le corde e permettere loro di vibrare.
---------------
capponare
= o caponare, verbo trans. legare l'ancora al capo del cappone per sollevarla in coperta.
---------------
cappone
= o capone, grosso paranco di prora usato per sollevare l'ancora.
---------------
carroponte
= tipo di gru dotato di movimento longitudinale e trasversale per sollevare e traslare grossi carichi.
---------------
carrucola
= macchina per sollevare pesi costituita da una ruota scanalata entro cui scorre una fune.
---------------
carrucolare
= verbo trans. sollevare un peso con la carrucola.
---------------
ciglietto
= nel violino, nel violoncello e in strumenti simili, piccolo pezzo di ebano o avorio che, disposto trasversalmente, tiene sollevate le corde per evitare che poggino sulla tastiera.
---------------
coclea
= macchina per sollevare acqua o materiali solidi incoerenti, costituita da una superficie elicoidale rotante entro un cilindro o un canale a sezione semicircolare parte dell'orecchio interno costituita da un canale a forma di spirale, che contiene l'organo specifico dell'udito
---------------
colla
= corda con cui si legava un prigioniero e lo si sollevava dal suolo, per torturarlo
---------------
consolare
= verbo trans. sollevare da un dolore morale, confortare
---------------
elato
= sollevato - innalzato - eminente
---------------
elevatore
= che eleva - che solleva
---------------
elicottero
= aeromobile nel quale il sostentamento e la propulsione sono dati da ali rotanti azionate da un motore o da getti collocati alle loro estremità può sollevarsi e abbassarsi in direzione verticale o anche rimanere fermo in aria .
---------------
entrofuoribordo
= imbarcazione da diporto dotata di motore interno e di un gruppo elica sollevabile .
---------------
epirogenesi o epeirogenesi
= l'insieme dei movimenti di sollevamento o abbassamento che interessano estese aree della crosta terrestre .
---------------
equinismo
= deformità del piede - congenita o acquisita - per cui l'avampiede cade in basso e il tallone resta sollevato .
---------------
esonerato
= participio pass . di esonerare
= che - colui che è esentato da un obbligo - sollevato da un incarico .
---------------
estollere
= verbo trans . alzare, sollevare, levare in alto - emettere con intensità e violenza - rendere grande moralmente - esaltare - celebrare
---------------
falconare
= verbo intr . antico pezzo d'artiglieria , più potente della colubrina . falconetto
= 3 apparecchio di sollevamento con cui si portano in posizione verticale pali ed elementi di strutture metalliche .
---------------
forcata
= colpo di forca la quantità di paglia - o d'altro sollevata in una sola volta con la forca
= 3
= la parte del corpo umano dove le cosce si attaccano al tronco .
---------------
forconata
= colpo di forcone la quantità di materiale che si può sollevare , in una volta , con un forcone .
---------------
funicolare
= impianto di trasporto costituito da veicoli la cui trazione è realizzata mediante funi d'acciaio - funicolare aerea , in cui i veicoli scorrono su funi portanti sollevate da terra
---------------
garzatura
= operazione di finissaggio che si compie sui tessuti di lana per sollevarne la peluria e renderli morbidi e brillanti.
---------------
ghia
= sistema funicolare di sollevamento che utilizza un solo bozzello , fisso , o due bozzelli , uno fisso e l'altro mobile .
---------------
hula-hoop o hula-op ,
= esercizio sportivo che consiste nel mantenere sollevato intorno al corpo un grande anello rigido , imprimendo a esso un moto circolare col movimento appropriato delle anche e del busto
---------------
issare
= verbo transitivo , sollevare , innalzare , per mezzo di una carrucola , di un cavo e sim .
---------------
levare
= verbo tr . alzare , sollevare
---------------
levatoio
= che può essere sollevato e abbassato
---------------
madia
= mobile di legno di forma rettangolare, munito nella parte superiore di un coperchio sollevabile a cerniera, usato tradizionalmente nelle case di campagna per impastarvi il pane e per conservarvi farina, lievito e altri generi alimentari.diminutivo madietta accr. madiona.
---------------
manico
= parte di un oggetto, di un arnese e sim. che si afferra con la mano per adoperarlo o per sollevarlo
---------------
maniglia
= elemento facilmente impugnabile, di vario materiale e di varia foggia, che si applica a cassetti, porte, valigie, bauli e sim. per poterli aprire, sollevare o trasportare, oppure che si fissa a una parete o altro perché serva da appiglio
---------------
martinetto o martinello ,
= macchina capace di esercitare una notevole forza con una corsa limitata, usata spec. per sollevare grandi pesi a piccola altezza
---------------
medioleggero o medio-leggero,
= una delle categorie in cui sono divisi secondo il peso i pugili, i lottatori e i sollevatori di pesi
---------------
mediomassimo o medio-massimo,
= una delle categorie in cui sono divisi secondo il peso i pugilatori, i lottatori e i sollevatori di pesi
---------------
montacarichi
= o montacarico, impianto di sollevamento in verticale, a funzionamento intermittente, riservato al trasporto di cose.
---------------
montacarrozzelle
= impianto automatico per il sollevamento in verticale o lungo un piano inclinato di carrozzelle per invalidi.
---------------
noria
= macchina per il sollevamento di liquidi , costituita da una serie di tazze o secchie collegate a una catena o a un nastro che si avvolge su una puleggia motrice - a noria , si dice di macchina che utilizza una catena o un nastro a tazze per il sollevamento di materiali sciolti o per lo scavo
---------------
pallet
= piattaforma di legno , metallo o altro materiale , sollevabile con carrelli elevatori a forchetta
---------------
parancare
= verbo intr . apparecchio usato per sollevare grossi pesi demoltiplicando lo sforzo
---------------
pesista
= atleta che pratica il sollevamento pesi
---------------
pesistica
= lo sport del sollevamento pesi .
---------------
piantagrane
= persona cavillosa che solleva questioni anche su fatti di poca importanza .
---------------
polveraio
= che solleva molta polvere
---------------
polvere
= minutissimi e impalpabili frammenti o minuzzoli di terra arida che , sollevati dal vento , si depositano sulle cose
---------------
polverio
= quantità di polvere sollevata dal vento , da un veicolo o da altro .
---------------
polverone
= accr . di polvere - grande quantità di polvere sollevata dal vento , da veicoli o da altro
---------------
ponticello
= diminutivo di ponte - negli strumenti a corda , assicella di legno , convessa nella parte centrale e fornita di apposite intaccature , che tiene sollevate le corde e ne trasmette le vibrazioni alla cassa armonica
---------------
pulsometro
= apparecchio nel quale si utilizza la pressione del vapore acqueo per sollevare un liquido .
---------------
raccogliere raccorre
= verbo trans. prendere, sollevare qualcosa, o anche qualcuno, da terra
---------------
rialzato
= participio passato di rialzare , sollevato dal suolo
---------------
rialzo
= operazione del rialzare, del sollevare qualcosa
---------------
ribellare rebellare, rubellare
= verbo trans. indurre qualcuno a disobbedire all'autorità costituita, a sollevarsi contro di essa
---------------
risollevare
= verbo trans. sollevare di nuovo
---------------
ruspa
= macchina utilizzata per lavori di scavo superficiale, sollevamento e trasporto di terreno
---------------
salpare
= verbo transitivo far risalire , sollevare un oggetto trattenuto sul fondo del mare ,
---------------
sarchiellare
= verbo transitivo sollevare leggermente la terra col sarchiello per estirpare le erbacce .
---------------
scaccianeve
= fenomeno atmosferico di neve battente , non provocata da precipitazioni meteoriche ma da raffiche di vento che sollevano dal suolo la neve precedentemente caduta .
---------------
scalpore
= rumorosa manifestazione di risentimento , d'ira , d'indignazione - fare , suscitare , destare scalpore , sollevare molti commenti , avere molta risonanza ,
---------------
scandalistico
= che tende a sollevare scandali o a diffonderne la notizia ,
---------------
scaricabarili o scaricabarile ,
= gioco di ragazzi che consiste nel mettersi a coppie schiena contro schiena , intrecciando poi le braccia e sollevandosi a vicenda - fare , giocare a scaricabarili , scaricare , riversare uno sull'altro una responsabilità , una colpa .
---------------
sciangai
= gioco da tavola che consiste nel lasciar cadere alla rinfusa numerosi bastoncini e nel sollevarli poi , a uno a uno , senza muovere quelli sottostanti o vicini .
---------------
slamming
= contraccolpo idrodinamico subìto da un'imbarcazione quando , sollevatasi in parte sul pelo dell'acqua , torna a immergervisi bruscamente .
---------------
sollevabile
= che si può sollevare .
---------------
sollevamento
= il sollevare , il sollevarsi , l'essere sollevato ,
---------------
sollevato
= participio passato di sollevare - migliorato nelle condizioni fisiche o morali ,
---------------
sollevatore
= dispositivo che ha la funzione di sollevare ,
---------------
sollievo
= l'essere , il sentirsi sollevato fisicamente o moralmente ,
---------------
sommossa
= sollevazione popolare ,
---------------
soppeso
= di soppeso , sollevando da terra e reggendo dal basso .
---------------
spedare
= verbo transitivo stancare , rovinare i piedi per il troppo camminare , sollevare dal fondo l'à ncora di una nave - sped ,
---------------
spolverio
= il formarsi , il sollevarsi di molta polvere ,
---------------
strappista
= nel sollevamento pesi , atleta specializzato nello strappo .
---------------
svitamento
= lo svitare , nel sollevamento pesi , l'oscillazione irregolare della sbarra nel momento in cui l'atleta sta concl ,
---------------
telferaggio
= impianto di sollevamento e trasporto costituito da una monorotaia aerea sulla quale viaggiano uno - più carrelli , usato per lo spostamento di minerali e altri materiali .
---------------
tollenone
= macchina idraulica per sollevare acqua dai pozzi
---------------
Verb: to upheave-upheaved-upheaved
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I upheave
you upheave
he/she/it upheaves
we upheave
you upheave
they upheave
Simple past
I upheaved
you upheaved
he/she/it upheaved
we upheaved
you upheaved
they upheaved
Simple past
I upheaved
you upheaved
he/she/it upheaved
we upheaved
you upheaved
they upheaved
Present perfect
I have upheaved
you have upheaved
he/she/it has upheaved
we have upheaved
you have upheaved
they have upheaved
Past perfect
I had upheaved
you had upheaved
he/she/it had upheaved
we had upheaved
you had upheaved
they had upheaved
Past perfect
I had upheaved
you had upheaved
he/she/it had upheaved
we had upheaved
you had upheaved
they had upheaved
Simple future
I I will upheave
you you will upheave
he/she/it he/she/it will upheave
we we will upheave
you I will upheave
they they will upheave
Future perfect
I will have upheaved
you will have upheaved
he/she/it will have upheaved
we will have upheaved
you will have upheaved
they will have upheaved
Present continuous
I am upheaving
you are upheaving
he/she/it is upheaving
we are upheaving
you are upheaving
they are upheaving
Past simple continuous
I was upheaving
you were upheaving
he/she/it was upheaving
we were upheaving
you were upheaving
they were upheaving
Future continuous
I will be upheaving
you will be upheaving
he/she/it will be upheaving
we will be upheaving
you will be upheaving
they will be upheaving
Future perfect continuous
I will have been upheaving
you will have been upheaving
he/she/it will have been upheaving
we will have been upheaving
you will have been upheaving
they will have been upheaving
Present perfect continuous
I have been upheaving
you have been upheaving
he/she/it has been upheaving
we have been upheaving
you have been upheaving
they have been upheaving
Past perfect continuous
I had been upheaving
you had been upheaving
he/she/it had been upheaving
we had been upheaving
you had been upheaving
they had been upheaving
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I upheave
That you upheave
That he/she/it upheave
That we upheave
That you upheave
That they upheave
Present perfect
That I have upheaved
That you have upheaved
That he/she/it have upheaved
That we have upheaved
That you have upheaved
That they have upheaved
Simple past
That I upheaved
That you upheaved
That he/she/it upheaved
That we upheaved
That you upheaved
That they upheaved
Past perfect
That I had upheaved
That you had upheaved
That he/she/it had upheaved
That we had upheaved
That you had upheaved
That they had upheaved
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would upheave
you would upheave
we would upheave
we would upheave
you would upheave
they would upheave
Past
I would have upheaved
you would have upheaved
he/she/it would have upheaved
we would have upheaved
you would have upheaved
they would have upheaved
Present continous
I would be upheaving
you would be upheaving
we would be upheaving
we would be upheaving
you would be upheaving
they would be upheaving
Past continous
I would have been upheaving
you would have been upheaving
he/she/it would have been upheaving
we would have been upheaving
you would have been upheaving
they would have been upheaving
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me upheave
upheave
let him upheave
let us upheave
upheave
let them upheave
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to upheave
Past
to have upheaved
Present continous
to be upheaving
Perfect continous
to have been upheaving
Affermative - PARTICIPLE
Present
upheaving
Past
upheaved
Perfect
having upheaved
Affermative - GERUND
Present
upheaving
Past
having upheaved
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am upheaved
you are upheaved
he/she/it is upheaved
we are upheaved
you are upheaved
they are upheaved
Past simple
I was upheaved
you were upheaved
he/she/it was upheaved
we were upheaved
you were upheaved
they were upheaved
Past simple
I was upheaved
you were upheaved
he/she/it was upheaved
we were upheaved
you were upheaved
they were upheaved
Present perfect
I have been upheaved
you have been upheaved
he/she/it has been upheaved
we have been upheaved
you have been upheaved
they have been upheaved
Past perfect
I had been upheaved
you had been upheaved
he/she/it had been upheaved
we had been upheaved
you had been upheaved
they had been upheaved
Past perfect
I had been upheaved
you had been upheaved
he/she/it had been upheaved
we had been upheaved
you had been upheaved
they had been upheaved
Future simple
I will be upheaved
you will be upheaved
he/she/it will be upheaved
we will be upheaved
you will be upheaved
they will be upheaved
Future perfect
I will have been upheaved
you will have been upheaved
he/she/it will have been upheaved
we will have been upheaved
you will have been upheaved
they will have been upheaved
Present continuous
I am being upheaved
you are being upheaved
he/she/it is being upheaved
we are being upheaved
you are being upheaved
they are being upheaved
Past simple continuous
I was being upheaved
you were being upheaved
he/she/it was being upheaved
were being upheaved
you were being upheaved
they were being upheaved
Future continuous
I will being upheaved
you will being upheaved
he/she/it will being upheaved
we will being upheaved
you will being upheaved
they will being upheaved
Future perfect continuous
I will have been upheaved
you will have been upheaved
he/she/it will have been upheaved
we will have been upheaved
you will have been upheaved
they will have been upheaved
Present perfect continuous
I have been upheaved
you have been upheaved
he/she/it has been upheaved
we have been upheaved
you have been upheaved
they have been upheaved
Past perfect continuous
I had been upheaved
you had been upheaved
he/she/it had been upheaved
we had been upheaved
you had been upheaved
they had been upheaved
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be upheaved
That you be upheaved
That he/she/it be upheaved
That we be upheaved
That you be upheaved
That they be upheaved
Present perfect
That I have been upheaved
That you have been upheaved
That he/she/it have been upheaved
That we have been upheaved
That you have been upheaved
That they have been upheaved
Simple past
That I were upheaved
That you were upheaved
That he/she/it were upheaved
That we were upheaved
That you were upheaved
That they were upheaved
Past perfect
That I had been upheaved
That you had been upheaved
That he/she/it had been upheaved
That we had been upheaved
That you had been upheaved
That they had been upheaved
CONDITIONAL
Present
I would be upheaved
you would be upheaved
we would be upheaved
we would be upheaved
you would be upheaved
they would be upheaved
Past
I would have been upheaved
you would have been upheaved
he/she/it would have been upheaved
we would have been upheaved
you would have been upheaved
they would have been upheaved
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be upheaved
Past
to have been upheaved
PARTICIPLE
Present
being upheaved
Past
upheaved
Perfect
having been upheaved
GERUND
Present
being upheaved
Past
having been upheaved
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not upheave
you do not upheave
he/she/it does not upheaves
we do not upheave
you do not upheave
they do not upheave
Simple past
I did not upheave
you did not upheave
he/she/it did not upheave
we did not upheave
you did not upheave
they did not upheave
Simple past
I did not upheave
you did not upheave
he/she/it did not upheave
we did not upheave
you did not upheave
they did not upheave
Present perfect
I have not upheaved
you have not upheaved
he/she/it has not upheaved
we have not upheaved
you have not upheaved
they have not upheaved
Past perfect
I had not upheaved
you had not upheaved
he/she/it had not upheaved
we had not upheaved
you had not upheaved
they had not upheaved
Past perfect
I had not upheaved
you had not upheaved
he/she/it had not upheaved
we had not upheaved
you had not upheaved
they had not upheaved
Simple future
I I will not upheave
you you will not upheave
he/she/it he/she/it will not upheave
we we will not upheave
you I will not upheave
they they will not upheave
Future perfect
I will not have upheaved
you will not have upheaved
he/she/it will not have upheaved
we will not have upheaved
you will not have upheaved
they will not have upheaved
Present continuous
I am not upheaving
you are not upheaving
he/she/it is not upheaving
we are not upheaving
you are not upheaving
they are not upheaving
Past simple continuous
I was not upheaving
you were not upheaving
he/she/it was not upheaving
we were not upheaving
you were not upheaving
they were not upheaving
Future continuous
I will not be upheaving
you will not be upheaving
he/she/it will not be upheaving
we will not be upheaving
you will not be upheaving
they will not be upheaving
Future perfect continuous
I will not have been upheaving
you will not have been upheaving
he/she/it will not have been upheaving
we will not have been upheaving
you will not have been upheaving
they will not have been upheaving
Present perfect continuous
I have not been upheaving
you have not been upheaving
he/she/it has not been upheaving
we have not been upheaving
you have not been upheaving
they have not been upheaving
Past perfect continuous
I had not been upheaving
you had not been upheaving
he/she/it had not been upheaving
we had not been upheaving
you had not been upheaving
they had not been upheaving
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not upheave
That you do not upheave
That he/she/it does not upheave
That we do not upheave
That you do not upheave
That they do not upheave
Present perfect
That I have not upheaved
That you have not upheaved
That he/she/it have not upheaved
That we have not upheaved
That you have not upheaved
That they have not upheaved
Simple past
That I did not upheave
That you did not upheave
That he/she/it did not upheave
That we did not upheave
That you did not upheave
That they did not upheave
Past perfect
That I had not upheaved
That you had not upheaved
That he/she/it had not upheaved
That we had not upheaved
That you had not upheaved
That they had not upheaved
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not upheave
you would not upheave
we would not upheave
we would not upheave
you would not upheave
they would not upheave
Past
I would not have upheaved
you would not have upheaved
he/she/it would not have upheaved
we would not have upheaved
you would not have upheaved
they would not have upheaved
Present continous
I would not be upheaving
you would not be upheaving
we would not be upheaving
we would not be upheaving
you would not be upheaving
they would not be upheaving
Past continous
I would not have been upheaving
you would not have been upheaving
he/she/it would not have been upheaving
we would not have been upheaving
you would not have been upheaving
they would not have been upheaving
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me upheave
do not upheave
do not let him upheave
do not let us upheave
do not upheave
do not let them upheave
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to upheave
Past
not to have upheaved
Present continous
not to be upheaving
Perfect continous
not to have been upheaving
Negative - PARTICIPLE
Present
not upheaving
Past
not upheaved
Perfect
not having upheaved
Negative - GERUND
Present
not upheaving
Past
not having upheaved
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I upheave ?
do you upheave ?
does she/he/it upheaves ?
do we upheave ?
do you upheave ?
do they upheave ?
Simple past
did I upheave ?
did you upheave ?
did she/he/it upheave ?
did we upheave ?
did you upheave ?
did they upheave ?
Simple past
did I upheave ?
did you upheave ?
did she/he/it upheave ?
did we upheave ?
did you upheave ?
did they upheave ?
Present perfect
have I upheaved ?
have you upheaved ?
has she/he/it upheaved ?
have we upheaved ?
have you upheaved ?
have they upheaved ?
Past perfect
had I upheaved ?
had you upheaved ?
had she/he/it upheaved ?
had we upheaved ?
had you upheaved ?
had they upheaved ?
Past perfect
had I upheaved ?
had you upheaved ?
had she/he/it upheaved ?
had we upheaved ?
had you upheaved ?
had they upheaved ?
Simple future
will I upheave ?
will you upheave ?
will she/he/it upheave ?
will we upheave ?
will I upheave ?
will they upheave ?
Future perfect
will I have upheaved ?
will you have upheaved ?
will she/he/it have upheaved ?
will we have upheaved ?
will you have upheaved ?
will they have upheaved ?
Present continuous
am I upheaving ?
are you upheaving ?
is she/he/it upheaving ?
are we upheaving ?
are you upheaving ?
are they upheaving ?
Past simple continuous
was I upheaving ?
were you upheaving ?
was she/he/it upheaving ?
were we upheaving ?
were you upheaving ?
were they upheaving ?
Future continuous
will I be upheaving ?
will you be upheaving ?
will she/he/it be upheaving ?
will we be upheaving ?
will you be upheaving ?
will they be upheaving ?
Future perfect continuous
will I have been upheaving ?
will you have been upheaving ?
will she/he/it have been upheaving ?
will we have been upheaving ?
will you have been upheaving ?
will they have been upheaving ?
Present perfect continuous
have I been upheaving ?
have you been upheaving ?
has she/he/it been upheaving ?
have we been upheaving ?
have you been upheaving ?
have they been upheaving ?
Past perfect continuous
had I been upheaving ?
had you been upheaving ?
had she/he/it been upheaving ?
had we been upheaving ?
had you been upheaving ?
had they been upheaving ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I upheave ?
That do you upheave ?
That does she/he/it upheave ?
That do we upheave ?
That do you upheave ?
That do they upheave ?
Present perfect
That have I upheaved ?
That have you upheaved ?
That have she/he/it upheaved ?
That have we upheaved ?
That have you upheaved ?
That have they upheaved ?
Simple past
That did I upheave ?
That did you upheave ?
That did she/he/it upheave ?
That did we upheave ?
That did you upheave ?
That did they upheave ?
Past perfect
That had I upheaved ?
That had you upheaved ?
That had she/he/it upheaved ?
That had we upheaved ?
That had you upheaved ?
That had they upheaved ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I upheave ?
would you upheave ?
would she/he/it upheave ?
would we upheave ?
would you upheave ?
would they upheave ?
Past
would I have upheaved?
would you have upheaved?
would she/he/it have upheaved?
would we have upheaved?
would you have upheaved?
would they have upheaved?
Present continous
would I be upheaving ?
would you be upheaving ?
would she/he/it be upheaving ?
would we be upheaving ?
would you be upheaving ?
would they be upheaving ?
Past continous
would I have been upheaving?
would you have been upheaving?
would she/he/it have been upheaving?
would we have been upheaving?
would you have been upheaving?
would they have been upheaving?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not upheave ?
do you not upheave ?
does she/he/it not upheaves ?
do we not upheave ?
do you not upheave ?
do they not upheave ?
Simple past
did I not upheave ?
did you not upheave ?
did she/he/it not upheave ?
did we not upheave ?
did you not upheave ?
did they not upheave ?
Simple past
did I not upheave ?
did you not upheave ?
did she/he/it not upheave ?
did we not upheave ?
did you not upheave ?
did they not upheave ?
Present perfect
have I not upheaved ?
have you not upheaved ?
has she/he/it not upheaved ?
have we not upheaved ?
have you not upheaved ?
have they not upheaved ?
Past perfect
had I not upheaved ?
had you not upheaved ?
had she/he/it not upheaved ?
had we not upheaved ?
had you not upheaved ?
had they not upheaved ?
Past perfect
had I not upheaved ?
had you not upheaved ?
had she/he/it not upheaved ?
had we not upheaved ?
had you not upheaved ?
had they not upheaved ?
Simple future
will I not upheave ?
will you not upheave ?
will she/he/it not upheave ?
will we not upheave ?
will I not upheave ?
will they not upheave ?
Future perfect
will I not have upheaved ?
will you not have upheaved ?
will she/he/it not have upheaved ?
will we not have upheaved ?
will you not have upheaved ?
will they not have upheaved ?
Present continuous
am I not upheaving ?
are you not upheaving ?
is she/he/it not upheaving ?
are we not upheaving ?
are you not upheaving ?
are they not upheaving ?
Past simple continuous
was I not upheaving ?
were you not upheaving ?
was she/he/it not upheaving ?
were we not upheaving ?
were you not upheaving ?
were they not upheaving ?
Future continuous
will I not be upheaving ?
will you not be upheaving ?
will she/he/it not be upheaving ?
will we not be upheaving ?
will you not be upheaving ?
will they not be upheaving ?
Future perfect continuous
will I not have been upheaving ?
will you not have been upheaving ?
will she/he/it not have been upheaving ?
will we not have been upheaving ?
will you not have been upheaving ?
will they not have been upheaving ?
Present perfect continuous
have I not been upheaving ?
have you not been upheaving ?
has she/he/it not been upheaving ?
have we not been upheaving ?
have you not been upheaving ?
have they not been upheaving ?
Past perfect continuous
had I not been upheaving ?
had you not been upheaving ?
had she/he/it not been upheaving ?
had we not been upheaving ?
had you not been upheaving ?
had they not been upheaving ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not upheave ?
That do you not upheave ?
That does she/he/it not upheave ?
That do we not upheave ?
That do you not upheave ?
That do they not upheave ?
Present perfect
That have I not upheaved ?
That have you not upheaved ?
That have she/he/it not upheaved ?
That have we not upheaved ?
That have you not upheaved ?
That have they not upheaved ?
Simple past
That did I not upheave ?
That did you not upheave ?
That did she/he/it not upheave ?
That did we not upheave ?
That did you not upheave ?
That did they not upheave ?
Past perfect
That had I not upheaved ?
That had you not upheaved ?
That had she/he/it not upheaved ?
That had we not upheaved ?
That had you not upheaved ?
That had they not upheaved ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not upheave ?
would you not upheave ?
would she/he/it not upheave ?
would we not upheave ?
would you not upheave ?
would they not upheave ?
Past
would I not have upheaved?
would you not have upheaved?
would she/he/it not have upheaved?
would we not have upheaved?
would you not have upheaved?
would they not have upheaved?
Present continous
would I not be upheaving ?
would you not be upheaving ?
would she/he/it not be upheaving ?
would we not be upheaving ?
would you not be upheaving ?
would they not be upheaving ?
Past continous
would I not have been upheaving?
would you not have been upheaving?
would she/he/it not have been upheaving?
would we not have been upheaving?
would you not have been upheaving?
would they not have been upheaving?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - sollevare
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io sollevo
tu sollevi
egli solleva
noi solleviamo
voi sollevate
essi sollevano
Imperfetto
io sollevavo
tu sollevavi
egli sollevava
noi sollevavamo
voi sollevavate
essi sollevavano
Passato remoto
io sollevai
tu sollevasti
egli sollevò
noi sollevammo
voi sollevaste
essi sollevarono
Passato prossimo
io ho sollevato
tu hai sollevato
egli ha sollevato
noi abbiamo sollevato
voi avete sollevato
essi hanno sollevato
Trapassato prossimo
io avevo sollevato
tu avevi sollevato
egli aveva sollevato
noi avevamo sollevato
voi avevate sollevato
essi avevano sollevato
Trapassato remoto
io ebbi sollevato
tu avesti sollevato
egli ebbe sollevato
noi avemmo sollevato
voi eveste sollevato
essi ebbero sollevato
Futuro semplice
io solleverò
tu solleverai
egli solleverà
noi solleveremo
voi solleverete
essi solleveranno
Futuro anteriore
io avrò sollevato
tu avrai sollevato
egli avrà sollevato
noi avremo sollevato
voi avrete sollevato
essi avranno sollevato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io sollevi
che tu sollevi
che egli sollevi
che noi solleviamo
che voi solleviate
che essi sollevino
Passato
che io abbia sollevato
che tu abbia sollevato
che egli abbia sollevato
che noi abbiamo sollevato
che voi abbiate sollevato
che essi abbiano sollevato
Imperfetto
che io sollevassi
che tu sollevassi
che egli sollevasse
che noi sollevassimo
che voi sollevaste
che essi sollevassero
Trapassato
che io avessi sollevato
che tu avessi sollevato
che egli avesse sollevato
che noi avessimo sollevato
che voi aveste sollevato
che essi avessero sollevato
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io solleverei
tu solleveresti
egli solleverebbe
noi solleveremmo
voi sollevereste
essi solleverebbero
Passato
io avrei sollevato
tu avresti sollevato
egli avrebbe sollevato
noi avremmo sollevato
voi avreste sollevato
essi avrebbero sollevato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
solleva
sollevi
solleviamo
sollevate
sollevino
Futuro
-
solleverai
solleverà
solleveremo
solleverete
solleveranno
INFINITO - attivo
Presente
sollevare
Passato
avere sollevato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
sollevante
Passato
sollevato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
sollevando
Passato
avendo sollevato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono sollevato
tu sei sollevato
egli é sollevato
noi siamo sollevati
voi siete sollevati
essi sono sollevati
Imperfetto
io ero sollevato
tu eri sollevato
egli era sollevato
noi eravamo sollevati
voi eravate sollevati
essi erano sollevati
Passato remoto
io fui sollevato
tu fosti sollevato
egli fu sollevato
noi fummo sollevati
voi foste sollevati
essi furono sollevati
Passato prossimo
io sono stato sollevato
tu sei stato sollevato
egli é stato sollevato
noi siamo stati sollevati
voi siete stati sollevati
essi sono stati sollevati
Trapassato prossimo
io ero stato sollevato
tu eri stato sollevato
egli era stato sollevato
noi eravamo stati sollevati
voi eravate stati sollevati
essi erano statisollevati
Trapassato remoto
io fui stato sollevato
tu fosti stato sollevato
egli fu stato sollevato
noi fummo stati sollevati
voi foste stati sollevati
essi furono stati sollevati
Futuro semplice
io sarò sollevato
tu sarai sollevato
egli sarà sollevato
noi saremo sollevati
voi sarete sollevati
essi saranno sollevati
Futuro anteriore
io sarò stato sollevato
tu sarai stato sollevato
egli sarà stato sollevato
noi saremo stati sollevati
voi sarete stati sollevati
essi saranno stati sollevati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia sollevato
che tu sia sollevato
che egli sia sollevato
che noi siamo sollevati
che voi siate sollevati
che essi siano sollevati
Passato
che io sia stato sollevato
che tu sia stato sollevato
che egli sia stato sollevato
che noi siamo stati sollevati
che voi siate stati sollevati
che essi siano stati sollevati
Imperfetto
che io fossi sollevato
che tu fossi sollevato
che egli fosse sollevato
che noi fossimo sollevati
che voi foste sollevati
che essi fossero sollevati
Trapassato
che io fossi stato sollevato
che tu fossi stato sollevato
che egli fosse stato sollevato
che noi fossimo stati sollevati
che voi foste stati sollevati
che essi fossero stati sollevati
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei sollevato
tu saresti sollevato
egli sarebbe sollevato
noi saremmo sollevati
voi sareste sollevati
essi sarebbero sollevati
Passato
io sarei stato sollevato
tu saresti stato sollevato
egli sarebbe stato sollevato
noi saremmo stati sollevati
voi sareste stati sollevati
essi sarebbero stati sollevati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii sollevato
sia sollevato
siamo sollevati
siate sollevati
siano sollevati
Futuro
-
sarai sollevato
sarà sollevato
saremo sollevati
sarete sollevati
saranno sollevati
INFINITO - passivo
Presente
essere sollevato
Passato
essere stato sollevato
 
 
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
sollevato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo sollevato
Passato
essendo stato sollevato