Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
smother
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
smother
= soffocare , spegnere , nascondere , reprimere , coprire , fumo , polverone ,
---------------
t'other king in the Tower, afore he smothered the babbies.' ( Dickens The Pickwick papers )
---------------
stunned. 'Give it up, you wretched little creetur, or I'll smother you
---------------
Vocabulary and phrases
- Che dice? Perché? - Morire, sí! - riprese lei, soffocata dai singhiozzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma, intanto, non si sentiva di durare in quella tristezza soffocante.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Marastella restò presso la porta, che la madre, uscendo, aveva raccostata, e con le mani sul volto si sforzava di soffocare i singhiozzi irrompenti, quando un alito d'aria schiuse un poco, silenziosamente, quella porta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A questo punto, come se l'orgasmo a mano a mano cresciuto gli si fosse a un tratto spezzato dentro, egli scoppiò in irrefrenabili singhiozzi; poi, in mezzo a quel pianto strano, convulso, quasi rabbioso, alzò le braccia tremanti, soffocato, e s'abbandonò, privo di sensi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il sole era tramontato, ma il caldo persisteva, soffocante.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Forse non potrai intendermi bene neanche tu; ma immagina un uomo, per esempio, che sia costretto a vivere, incatenato, con un'altra creatura, contro la quale covi un intenso odio, soffocato ora per ora dalle piú amare riflessioni: immagina! Oh, un bel giorno, mentre sei a colazione - tu qui, lei lí - conversando, ella ti narra che, quand'era bambina, suo padre fu sul punto di partire, poniamo, per l'America, con tutta la famiglia, per sempre; oppure, che mancò poco ella non restasse cieca per aver voluto un giorno ficcare il naso in certi congegni chimici del padre.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nuova e libera; senza piú l'incubo che l'aveva soffocata fino a poc'anzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nel caldo soffocante, la loro muta impazienza, assillata dai pensieri segreti, si esasperava di punto in punto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non sarebbe stato bene, ora, aprire un tantino il balcone? Auff! si soffocava dal caldo, là dentro...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dapprima gli parve che, vinto dal sonno, il Verona avesse reclinato lí la testa, inavvertitamente; poi, osservando meglio, s'accorse che il corpo di lui era scosso a tratti, come da singhiozzi soffocati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma un empito di sangue impedí al Corsi di rispondere, e le parole gli gorgogliarono nella strozza soffocate dalla tosse.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si mise a vestirli, soffocando i singhiozzi che le irrompevano dal petto a ogni loro lieta domanda infantile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dottore! Nessuno sentiva? Sgomento, allora, soffocato, stese un braccio al campanello sul comodino; ma avvertí subito un'acuta trafittura interna, che lo tenne un tratto quasi senza respiro, col volto pallido, contratto dallo spasimo; poi sonò, sonò furiosamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il veder frustrata la loro naturale aspirazione, il dover soffocare il loro smanioso bisogno istintivo, le aveva esasperate e le faceva un po' farneticare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cominciava già a venir meno al giuramento? No, no! E si recò nella camera dei bambini; si chinò sui lettucci per contemplarli nel dolce sonno; rattenne la mano tratta irresistibilmente a carezzar le loro testoline: poi si volse, soffocato dall'angoscia, a guardare il ritratto della moglie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Teodoro Piovanelli scattò in piedi, convulso; prese i guanti, il bastone, si buttò in capo il cappello; balbettò, soffocato: - Impossibile...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si passò una mano sulla fronte: ah! era già bagnata d'un sudor gelido! Il terrore della morte, alla sensazione di quel gelo, lo vinse: tremò tutto sotto l'enorme, nera, orrida imminenza irreparabile, e si contorse nella vettura, addentando un cuscino per soffocar l'urlo del primo spasimo tagliente alle viscere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Statevi zitto! - seguitava a gridargli in faccia, con voce soffocata, il Lamella, scrollandolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Vi proibisco di ricordarlo! - gridava, soffocato, il giovine.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E per quel processo che stava lí da tanti giorni in attesa, egli era in preda a una irritazione smaniosa, a una tetraggine soffocante.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sentivano che, se per poco, nell'orgasmo, avessero ceduto al sentimento, l'uno al suono del pianto dell'altro sarebbe diventato feroce, l'uno si sarebbe avventato alla gola dell'altro per soffocarlo, quel pianto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma nelle ore che lui, sempre coi guanti di filo di Scozia, insegnava il francese ai ragazzi delle scuole tecniche, che scuola facevano quelle vicine là, e segnatamente la signora Ninfa con la figliuola Romilda e il figlio Toto, a Nenè e Niní? che prevenzioni, che sospetti insinuavano nelle loro animucce? e che paure? Già Nenè, che s'era fatta una bella bamboccetta vispa e tosta, con le fossette alle guance, la boccuccia appuntita, gli occhietti sfavillanti, acuti e furbi, tutta scatti tra risatine nervose, coi capelli neri, irrequieti, sempre davanti agli occhi, per quanto di tratto in tratto se li mandasse via con rapide, rabbiose scrollatine, s'impostava fieramente incontro alle minacce immaginarie, ai maltrattamenti, ai soprusi della futura matrigna, che le vicine le facevano balenare; e mostrando il piccolo pugno chiuso, gridava: - E io l'ammazzo! Subito, all'atto, quelle le si precipitavano addosso, se la strappavano, per soffocarla di baci e di carezze.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Intanto, il barone di Màrgari, che finora se ne era stato discosto, tra un crocchio di conoscenti, stronfiando come se si sentisse a mano a mano soffocare e schiacciare sotto il peso dello scandalo pubblico per l'oltracotante predica di quel prete, e piú volte aveva cercato di divincolarsi dalle braccia che lo trattenevano per lanciarsi addosso all'arringatore; ora che la folla si disperdeva, si mosse, attorniato da gente sempre in maggior numero, e, terreo, ansimante, come se fosse or ora uscito da una rissa mortale, si mise a raccontare che lui e, prima, di lui, suo padre don Raimondo Màrgari, rappresentati da quella gente là e da quel prete ciarlatano come barbari spietati che negavano loro il diritto della sepoltura, erano invece da sessant'anni vittime d'una usurpazione inaudita, da parte del padre di quelle due donne là, uomo terribile, soperchiatore e abisso d'ogni malizia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Moriva all'aperto, in mezzo ai suoi, seduto innanzi alla porta della sua casa terrena, non potendo piú stare a letto, soffocato com'era dalla tumefazione enorme dell'idropisia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il vecchio, non sapendo piú reggere all'impazienza dell'attesa, sperando requie alle smanie della soffocazione, s'era fatto trasportare su una seggiola al posto dove sarebbe sorto il camposanto, innanzi alla sua fossa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Serrò le labbra con una smorfia di pianto, quasi infantile, ed ebbe per tutta la persona uno scotimento di singhiozzi soffocati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Didí si sentí pesare sui piedini, fino al giorno avanti liberi e scoperti, la veste lunga, e ne provò un fastidio smanioso: si sentí oppressa da una angoscia soffocante, e volse lo sguardo dal fratello al padre, che sedeva all'altro angolo della vettura, intento a leggere alcune carte d'amministrazione, tratte da una borsetta di cuojo aperta su le ginocchia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
e già da tanto tempo, vi era, e per starvi per sempre, soffocata nella vacuità d'un tempo fatto di minuti eterni, tentato da un ronzio perpetuo, vicino, lontano, di mosche sonnolente nel sole che dai vetri pinticchiati delle finestre sbadigliava sulle nude pareti gialle di vecchiaia, o si stampava polveroso sul pavimento di logori mattoni di terracotta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Provò a un tratto in quel fantasticare che assumeva nel suo spirito una realtà massiccia, ponderosa, infrangibile, un senso di vuoto cosí arido, una cosí soffocante e atroce afa della vita, che istintivamente, proprio senza volerlo, cauta, allungò una mano alla borsetta di cuojo, che il padre aveva posato, aperta, sul sedile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come se gli orecchi le si fossero all'improvviso sturati, avvertí enorme, fragoroso, intronante il rumore del treno, cosí forte che temette dovesse soffocare il grido che le usciva dalla gola e gliela lacerava...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Fosco, angosciato, era uscito da Villa Borghese; aveva attraversato Piazza del Popolo, imboccato via Ripetta; poi sentendosi per questa via soffocare, aveva passato il ponte, e giú per il Lungotevere dei Mellini.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ho forse sbagliato strada? Sono caduto per caso nel mondo della Luna? Ma che razza di scrittore è lei, scusi? Ma dunque sul serio lei non comprende l'orrore della tragedia mia? Avere il privilegio inestimabile di esser nato personaggio, oggi come oggi, voglio dire oggi che la vita materiale è cosí irta di vili difficoltà che ostacolano, deformano, immiseriscono ogni esistenza; avere il privilegio di esser nato personaggio vivo, ordinato dunque, anche nella mia piccolezza, all'immortalità, e sissignore, esser caduto in quelle mani, esser condannato a perire iniquamente, a soffocare in quel mondo d'artifizio, dove non posso né respirare né dare un passo, perché è tutto finto, falso, combinato, arzigogolato! Parole e carta! Carta e parole! Un uomo, se si trova avviluppato in condizioni di vita a cui non possa o non sappia adattarsi, può scapparsene, fuggire; ma un povero personaggio, no: è lí fissato, inchiodato a un martirio senza fine! Aria! aria! vita! Ma guardi...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- gemette una voce soffocata dall'angoscia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo vide poi chinarsi di nuovo sul letto a baciare piú volte in fronte l'infermo, poi andar via in fretta con un fazzoletto su la bocca per soffocare i singhiozzi irrompenti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
X Una speranza ancora resisteva in lui, ultimo argine, ultimo riparo contro la malinconia che lo invadeva e lo soffocava: che si vedesse, che si riconoscesse nel suo bambino appena nato e si sentisse in lui, e con lui, lí, in quella terra d'esilio, meno solo, non piú solo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Appena solo, si premette le mani sul volto e soffocò il pianto irrompente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non ragionava piú! Ah, partire, fuggire coi suoi compagni, parlare di nuovo la sua lingua, sentirsi in patria, lí, sul suo piroscafo - eccolo! grande! bello! - fuggire da quell'esilio, da quella morte! - Si buttò tra le braccia del cognato, se lo strinse a sé fin quasi a soffocarlo, scoppiando irresistibilmente in un pianto dirotto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Anche lei dunque, davvero, aveva sofferto per lui? anche lei, anche lei, accorgendosi di non essere amata, aveva sentito quel vuoto angoscioso? - Sí? sí? - domandò Anna, soffocata dal pianto, all'immagine.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah Dio, un po' d'aria, un po' d'aria! Si sentiva soffocare! Spense la lampadina elettrica; uscí dalla cuccetta; attraversò un po' barcollando e reggendosi alle pareti di legno del corridojo, e salí in coperta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Correre, vivere! Già si sentiva soffocare in quel mondo di carta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Casimiro Luna seguitava a parlare; ma, a un certo punto, seguendo lo sguardo degli altri, e vedendo anche lui il De Marchis immerso nel sonno, atteggiò il volto di tal commiserazione che a piú d'uno scappò irresistibilmente un breve riso subito soffocato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A domani! Se ne andò senza voltarsi indietro, soffocando i singhiozzi nel fazzoletto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi seguiva per un lungo tratto dello stradone polveroso la comitiva, che si recava, sovraccarica di sacchi e di fagotti, alla stazione ferroviaria della prossima città, fra le madri, le spose e le sorelle che piangevano, disperate; e, camminando, guardava affitto affitto gli occhi di questo o di quel giovane emigrante che simulava una romorosa allegria per soffocare la commozione e stordire i parenti che lo accompagnavano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
S'arrestò di nuovo, come soffocata, e agitò quella mano, quasi volesse lanciare qualcosa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Fu per il bisogno di raggiungere e toccare una realtà qualunque nel vuoto strano, in cui quell'avventura impensata lo aveva cosí d'improvviso gettato? Vuoto arioso e lieve, nel quale tutti gli aspetti nuovi, d'uomini e di cose gli apparivano come in una luce di sogno, nella freschezza di quell'azzurro di marzo corso da allegre nuvole luminose? O fu per il prorompere di tante energie ancor vive e ignorate, da anni e anni compresse in lui, soffocate dall'incubo delle sciagure? Energie giovanili, intatte, che lo avrebbero portato chi sa dove, chi sa a quali imprese, a quali vittorie, se la sua vita non si fosse chiusa come s'era chiusa nel lutto di quelle sciagure? Il fatto è che operò miracoli in quel paesello dove nessuno lo conosceva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- gli fece osservare Annicchia, che si sforzava di soffocare gli ultimi singhiozzi e si asciugava le lagrime.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La prima volta che la serva glielo recò lí a letto, ne provò una viva repulsione; per lui il suo bambino era morto! Ma poi, commossa dall'amorosa impazienza con cui il piccino ignaro le tendeva le manine, se lo abbracciò stretto stretto, come si sarebbe abbracciato il suo stesso figliuolo, e sciolse il cordoglio che la soffocava in un pianto senza fine.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gli occhi gli si arrossarono, e copiose lagrime ripresero a colargli per le guance, mentre si sforzava di soffocare i singhiozzi che gli scotevano il petto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Siete contento, ora? Ecco i frutti della vostra smania di salire a ogni costo, senza la preparazione, senza l'educazione necessaria! Poi s'era calmato, e aveva promesso che avrebbe fatto di tutto perché lo scandalo fosse soffocato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La vecchia, d'un tratto, soffocò i singhiozzi, chinando piú volte il capo in segno d'obbedienza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- No, - fece, piú col gesto che con la voce, Lydia, soffocata dall'orgasmo, avvampata in volto dall'onta che quell'apparente generosità del medico le cagionava; e con la mano gli fe' cenno di passare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma io non vedrò nulla, dapprima: te sola! Ella, risolutamente, soffocò il pianto disperato, s'ilarò tutta in volto, e lí, inginocchiata innanzi a lui, con lui curvo su lei, abbracciato, cominciò a parlargli del suo amore quasi all'orecchio, con quella sua voce piú che mai dolce e maliosa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
È una ragazzona rubiconda con gli occhiali, la figlia della signora Marzorati, soffocata da un gran seno, ma gonfio soltanto d'una certa allarmata ingenuità infantile che, di tratto in tratto investita, a sbuffi, da strani pensieri segreti o subitanee impressioni, le avvampa il viso, le riempie gli occhi di lagrime improvvise, perché teme di non esser piú creduta quella fanciullona che è.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per miracolo non bestemmia, il padre, soffocato dalle braccine di quella brutta Rosina, che gli si stringono sempre piú al collo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Subito dopo però, si diede ad agitar furiosamente quelle mani davanti alla bocca, quasi volesse disperdere o ricacciare indietro il grido; poi le protese in atto di parare, accennando che si chiudessero tutti gli usci; e con voce soffocata: - Per carità, per carità, non lo senta Nicolina! Ha il bambino attaccato al petto! Lo scialle...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A un tratto, soffocato, arrangolando, balzò in piedi e andò a buttarsi addosso al Notajo, disperatamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Anzi ho il piacere d'annunziare a lor signori che ho avuto la fortuna di persuaderla a vincersi per un momento, e soffocare in sé il cordoglio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mirina mia, come mai? E quella signorona, tra lo stupore rispettoso delle brave donnine del paese, abbracciò baciò ribaciò la maestrina Boccarmè con la maggiore effusione d'affetto che la soffocante strettura del busto le permise.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dio volesse, ci fosse qualcuno che volesse ajutar me! La maestrina Boccarmè si sentiva soffocare, tra lo stupore e l'angoscia che quelle notizie le cagionavano e il ribrezzo che le incuteva quella svergognata, la quale, senz'alcun ritegno, aveva osato accostarsi a lei davanti a tutti, là sul Molo, e qua, ora, penetrare nella sua intimità per insudiciarle quell'antico verecondo segreto, ch'era stato lo strazio della sua giovinezza ed era adesso, nel ricordo, il conforto e quasi l'orgoglio unico della sua vita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
C'era la paura, ma c'era anche qualcos'altro, sotto, soffocato dalla paura per quel suo aspro, improvviso richiamo: qualcos'altro, per cui il tremito di tutta la bambina diveniva fremito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nell'esuberanza soffocante di tanta carne si aprivano però, come smarriti, due occhi limpidi e chiari, da bambina, che facevano pena a un tempo e paura.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E si chiacchierava, ridendo e bevendo, fino a tardi, su quella terrazza bianca, che dava la sera un delizioso compenso della soffocante calura della giornata.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La moglie, spaventata, lo chiamò tre volte, senza ottener risposta; alla fine, con le mani nei capelli e gli occhi pieni di lagrime, scongiurò: - Oh Madre santa, Saru mio, che pensi di fare? Saru balzò in piedi come un tigre, col coltello levato: - Corpo di Dio, non fiatare, o comincio da te! La moglie allora, per soffocare il pianto, si tirò sul volto con le due mani il grembiule e andò a rintanarsi in un angolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Era nel fulgore tetro e immoto dell'aria torrida un'oppressione cosí soffocante, che quel gesto vano del marito, ostinatamente ripetuto, dava a Sidora una smania insopportabile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lí, soffocando a stento il pianto e il ribrezzo, da venti giorni appena aveva fatto abbandono del proprio corpo a quell'uomo taciturno, che aveva circa vent'anni di piú di lei e su cui pareva gravasse ora una tristezza piú disperata della sua.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Allo scalpiccío delle mule sui ciottoli di quel vicolo che il sole d'agosto infocava come un forno, e che accecava per gli sbarbagli della calce, tutte le donne, con gesti e gridi soffocati di spavento, si ritrassero con le seggiole in fretta nelle loro casupole, e sporsero il capo dall'uscio a spiare e ad ammiccarsi tra loro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma nel mezzo del racconto, la serva venne a picchiare all'uscio per avvertire che di là il padrone stava molto male, pareva soffocato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E uscí , come soffocasse d'ira .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ma Efix la guardava fisso , con gli occhi vitrei nel viso nero brillante di gocce di sudore ; il terrore della fine lo soffocava , aveva paura che l'anima gli sfuggisse d'improvviso dal corpo , come era fuggito lui dalla casa dei suoi padroni , e scacciata dal mondo dei giusti si mettesse a vagabondare inquieta e dannata coi fantasmidella valle ; eppure rispose di no , di no .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ho comprato un piacere al prezzo ch’i’ ho voluto: ora basta." Io, messemi le mani ne’ capelli, e rovesciatigli in sugli occhi, con voce soffocata dall’agonia della rabbia, protendendomi ritta su lui seduto: "Ah uomo indegno! Così tu mi tratti? Che t’ho fatto io per meritare d’esser così calpestata da te? Che t’ho fatt’io altro che amarti?" Egli ghignando: "Amarmi voi, signorina? Voi proffertami da una Blandin?" "Profferta?" (a questa parola io lo afferrai per il braccio). (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Fu soffocato il dolore dalla rabbia, e l’affetto dal disprezzo. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Alla fine e’ cominciò: "S’i’ avessi a dirvi la mia vita, o Maria, trovereste men dolori e più colpe, meno passioni e più vizi; germi di virtù soffocati, affetti generosi trarotti: ma sotto a questi quasi frammenti di vita vedreste un sentimento continovo, che, quieto, invincibile, mi solleva al mio fine. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Una parola soffocata tormenta come rimorso; si accumulano intorno a lei tante cagioni impercettibili di risentimento; e ne segue l’impazienza, e dall’impazienza lo sdegno, e dallo sdegno il dispetto. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
(e gli si gettò al collo coprendolo de’ suoi capelli sparsi) non sai quant’io t’ami? Non sai che tu sei necessario alla salute dell’anima mia? Che se ti perdo, io muoio perduta? Egli tentava sciogliersi da quegli amplessi tremendi: e la pietà e la vergogna soffocavano il suo dolore.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Intanto la pioggia grigia veniva avanti adagio adagio, velando le montagne, soffocando la breva. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Senti!», esclamò lo zio con l'accento vibrato e con la faccia spanta del galantomone che, soffocando in un viluppo di cautele e di dissimulazioni, vi mena dentro due gran gomitate, se ne disbriga e respira: «Vedo che hai avuto torto d'irritar la nonna perché, cosa mai! Bisogna rispettare i vecchi anche nei loro errori; capisco che le conseguenze saranno pessime; ma son più contento così e sarei più contento ancora se tu avessi già detto a tua nonna le cose chiare e tonde. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Oh che brao scior Controlòr! Oh che brao scior Controlòr! Oh che piasè! Oh che piasè!» E lo fece sedere, lo soffocò di offerte. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Ho disprezzato i denari per aver te», riprese con voce soffocata. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Lei ne sa più di me!», esclamò il Gilardoni soffocando a stento la collera. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«No», supplicò straziata, «dimmi che mi credi, dimmelo subito subito perché altrimenti tu non sai, tu non sai!» «Cosa, non so?» «Tu non sai come sono io che ti amerò ancora ma non vorrò più essere moglie per te, che potrò soffrir tanto ma non cambiare, mai più! Capisci cosa vuol dire mai più?» Egli la trasse a sé, la sottile persona ansante, le strinse le mani da rompergliele e disse con voce soffocata: «Ti crederò, sì, ti crederò». (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Lasciala in pace», diss'egli con voce soffocata. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Vi appoggiò la fronte, gittò verso la fossa di Maria un soffocato addio e ridiscese. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Non si sa mai, potrebbero cadere in mano ai croati.» Ella inorridì, tremò, esitò un istante, gli si gettò al collo, glielo strinse da soffocarlo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Gino Viesi è giovine e addolorato; così, col bel volto in fiamme e il bel ciuffo biondo scomposto, non può intendere che nulla irrita tanto quanto il porre innanzi, in certi momenti, e il far gridare un sentimento che è il nostro stesso in segreto, ma che noi vogliamo tener nascosto dentro, soffocato ancora da certe ragioni che ci si sono già scoperte false; queste ragioni allora s infiammano del sentimento che, pur essendo nostro, ci vediamo opposto come nemico, e ci vediamo tratti a difendere ciò che in fondo stimiamo falso e ingiusto.
---------------
Ah, Germania infame, infame, infame! Non ha previsto neanche male, questa tragedia nel cuore di tanti e tanti, che in Italia e anche in altri paesi, con così duro sforzo e amari sacrifizii, soffocando tanti sbadigli, ingozzando tanta roba indigesta, erudizione, musica, filosofia, s’erano educati ad amarla e a far professione di questo
---------------
– sai che vuoi dire? – vuoi dire frenare, frenare, soffocare, se occorre, i sentimenti naturali, di padre, di figlio, tutti i sentimenti naturali, che non vogliono aver legge! Hai capito? Frenare la natura che insorge contro la ragione.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Hai capito? Ma mi sono ravveduto subito; ho compreso che la vera disciplina per noi doveva consistere nel soffocare anche questo sentimento di lealtà; e l’ho soffocato! E sono arrivato anche a riconoscere che la Germania ha agito sconsideratamente, capisci, che la Germania ha sbagliato, che la Germania ha perduto la testa...(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Berecche alla fine balza in piedi, soffocato, e si butta arrangolando sulla moglie; se la stringe tra le braccia, china di nuovo il viso sul capo di lei, e tutt’e due ora così stretti piangono forte, sussultando.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
La donna aveva soffocato il riso, che di tratto in tratto rinasceva come un singulto infantile. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
La mandra scalpitava sprangava s'impennava intorno alla macchina fragorosa: lunghe criniere, lunghe code arrossate dall'intemperie; teste montonine con la favilla bianca dello spavento nell'angolo dell'occhio; poledri villosi come orsatti, su le alte gambe gracili; e l'urto degli zoccoli, e l'onda delle groppe, e l'odor selvaggio nel soffocante nuvolo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Paolo Tarsis taciturno ascoltava il dialogo fantastico; e l'aspetto e la voce dell'adolescente gli movevano una sorda gelosia, e l'angustia di quella stanza e l'afa del passato e quelle imaginazioni e quelle morbidezze lo soffocavano (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il soffocatore della vampa era sorto in piedi, nericcio, fumido, oleoso, coi capelli strinati, con le vesti incarbonite, con le mani cotte, atrocemente vivo. A duecento metri da lui, del suo ordegno distrutto non rimaneva se non il motore arroventato fra i tubi contorti e divelti. Egli guardò le sue mani che avevano strozzato il fuoco ribelle. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Soffocatamente aveva parlato ella, sollevando il velo di sopra la faccia come di sopra a una piaga viva; ché la vita batteva in quel poco di nudità come là dove il male imperversa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
«Chi sa come gli usignuoli cantano, alla porta di Docciòla!» pensava Morìccica, presso il davanzale, svogliata di coricarsi, disperata di respirare, soffocata come se col respiro dovesse sollevare le mura della sua stanza. «Chi sa come cantano alla fonte di Mandringa, alla Badia!»
---------------
Egli le carezzava la mano, che cedette. Aveva ora un viso velato di dolcezza; ma i sobbalzi del cuore lo soffocavano, mentre egli dislacciava i legàccioli di sovatto che serravano il volume dal taglio rossastro ove qua e là l'oro finiva di morire. Le ruote e le aquile degli Inghirami erano impresse nella cartapecora, e v'era questo distico:
---------------
Una grande amicizia militante preserva dall'indugio negli amori vani, affranca dai vincoli vili, difende la mutua libertà. I primi indizii della passione soverchiatrice gli avevano in fatti suscitato un sentimento di timore e quasi di rimorso verso l'amico, e un bisogno istintivo di celarglieli, e una illusoria volontà di soffocarli. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E sentì su la faccia l'odore dell'amante, l'odore caloroso dell'ascella; sentì su le sue labbra il piccolo frutto duro del seno che palpitava nello scroscio soffocato del riso. L'insofferenza fu aspra come uno scoppio di collera. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli frenò inconsideratamente su l'erta troppo ripida, e sentì che le ruote arrestate cominciavano a retrocedere. L'aria non più rotta divenne un'afa soffocante; l'alito di mille fornaci s'addensò nel riverbero. Con una manovra energica egli contrastò il pericolo. La macchina possente riassaltò l'erta, con un fragore di collera, con l'acredine di tutti i suoi gas aperti, in un nembo di fetore e di polvere. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Rimasta sola, ella fu presa da un'agitazione così violenta che si premette il pugno su la bocca per reprimere le grida. Temendo di far rumore, camminava sul tappeto scalza, da un angolo all'altro della grande stanza; e la sua ombra s'inalzava e s'allargava su le pareti. S'arrestò, soffocata dal cuore, presso il limitare della stanza attigua. E si chiedeva: «Perché ho fatto questo?» E dal suo male non le veniva la risposta, ma un male ancora più sordo. Contenne l'ansito, fece un passo. Vide il lettino bianco, e sul guanciale la macchia fosca della capellatura. S'appressò, a poco a poco, temendo di svegliare la sorellina col suo palpito. Alla luce fievole della lampada, la scorgeva supina. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Isa, Isa, mandalo via, mandalo via! — gridò gettandosi perdutamente al collo della sorella e stringendola in una stretta convulsa che la soffocava, come atterrita dall'apparizione subitanea d'un fantasma. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Confessa che già cominciavi a sentirti esausta, perduta; perché credevi di accrescere ogni giorno il tuo potere e lo consumavi ogni giorno, e rimanevi serrata nel cerchio medesimo del tuo maleficio, ed eravate soffocati entrambi dall'angustia, costretti a ripetere sempre gli stessi gesti come nelle manìe. Ma io quassù ero sola, ero intatta, ero nuova, ero bella come chi sta tra la vita e la morte. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Stanotte? — fece soffocatamente, non osando guardarla per non cedere alla violenza che gli torceva tutto l'essere. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Vana s'arrestò, soffocata dal fumo della torcia che la investiva. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Sostarono, prima di rifare il cammino. Guardarono la Città funesta de' cui peccati troppe volte Iddio trasse vendetta col ferro col fuoco con la fame e con la pestilenza. Mentre in basso l'aria era morta, lei percoteva la sua bufera eterna; ché i cipressi di sotto la Rocca svettavano, i lecci di sotto il Castello tumultuavano. La fuga delle nuvole testimoniava la saldezza delle mura, delle torri, delle porte, che tra fumo e grumo ritenevano indelebili i colori dell'arsione e della strage. La torre del Pretorio annerita dal solfo che soffocò Pecorino e il Barlettano gittati in piazza su le picche e le corsesche; l'immane prua di mattone appuntata a levante dallo smugnitore Gualtieri fatto tiranno; la porta a Selci spalancata dai consanguinei dei fuorusciti ai mercenarii di Federico Montefeltro; la porta all'Arco che serrò tra valva e valva Bocchino Belforte scavalcato dal figlio d'Inghiramo Inghirami e infunato come belva;(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Involontariamente Paolo affrettava il passo, avanzando la guida che li conduceva. Un fumo denso candido caldo a un tratto li avviluppò, li accecò, li soffocò. Si arrestarono brancolando. Si presero per le mani, non più scorgendo il suolo dove posavano. Un fragore di vulcano rimbombava per tutta la pendice del monte. Colpi improvvisi di vento abbattevano i nugoli del vapore, li sparpagliavano, li spazzavano, scoprendo i bulicami bui, i cumuli di ceneraccio e di sassi, i getti d'acqua e di fango. I nugoli si riaddensavano, palpitavano intorno alle buche, si laceravano ai castelli di travi, alle gigantesche trivelle, ai tubi di ferro per ovunque diramati, ora proni ora irti, in intrichi rugginosi e ruggenti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Allora il pianto traboccò, all'improvviso, perché il pianto era già all'altezza del ciglio. Fu Adimara quella che prima pianse; e la seconda fu Simonetta; e le altre sùbito s'abbandonarono. E l'ultima nota restò nella gola formata dal groppo, perché un singhiozzo soffocato aveva rotto il silenzio delle lacrime. E tutte allora si levarono e s'appressarono a Vana, e la strinsero, e piansero sopra di lei; e non sapevano perché piangessero. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Ah — fece Vana; e non poté parlare, soffocata dall'odio, dubitando della verità di quel biasimo, giudicandolo un assaggio scaltro, presentendo un tentativo insidioso. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
o taci, e flagellami!» E la fronte del fratello, e l'ardua malinconia di quelle pupille così perspicaci, e quelle labbra così cupide e così scontente, e tutte quelle linee di pensiero e di divinazione, e tutte quelle vampe di precocità terribile emergevano in contrasto con la brutale oppressura che le toglieva perfino l'energia di mentire. Ella non ascoltava più, ma udiva nella voce il ruggito soffocato del desiderio. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il suo pianto era come il pianto di Lunella, era come il torrente, strabocchevole, senza freno. I singulti precipitati parevano soffocarla; nelle lacrime tutto il suo viso pareva stemperarsi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli le suggellò la bocca per soffocarle la voce; egli le prese con le labbra il fiato, il più profondo fiato, quello che sanno le vene i sogni i pensieri; egli le prese con le dita il mento e con l'altra mano la nuca, come la prima volta, e la tenne e bevve sinché non venne alla sua saliva il sapore dei precordii. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli aveva creduto che, di là dalla miseria di quel risveglio improvviso nella stanza verde, non potesse la vita dargli nulla di peggio. Ma in tutto il passato nulla eguagliava d'atrocità quell'angoscia soffocata da quell'angustia, quegli impeti di soccorso troncati da quel novo strumento di tortura che avvicinava e separava a un tempo, che giocava con l'illusione della presenza e con la realità dello spazio. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Dianzi, potevan essere circa le otto, abbiamo sentito sonare il Suo campanello e battere alla Sua porta con insistenza. Poco dopo, un uomo è salito su per le scale e con malo modo ha incominciato a battere alla nostra porta gridando: «Aprite! Siamo agenti di polizia. Questa donna non appartiene a questa casa? Aprite, o gettiamo giù l'uscio.» E seguitava a picchiare coi calci e coi pugni imbestiato. La mia padrona sbigottita non voleva che io aprissi. Allora mi son fatto al finestrino, e ho veduto giù per le scale appoggiata alla ringhiera una signora alta, snella, che m'è parso di riconoscere per quella ch'è solita venire qui da Lei. Un altro uomo era accanto alla signora, che sembrava impietrita. Al mio diniego, la guardia insisteva. Persuaso finalmente che noi non si voleva aprire e che la signora non apparteneva alla nostra casa, egli è disceso con l'altro e ha ripreso lo strepito qui alla Sua porta. Ho udito confusamente la signora disperarsi e dire con la voce soffocata: «Lasciatemi! Lasciatemi! Non sono quella.» Non potevo far nulla per soccorrerla perché Mrs. Culmer sbigottita m'impediva di uscire.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
I ricordi, in così breve spazio, si fecero di carne e d'ossa, camminarono verso di lui su quattro branche, lo soffocarono con un respiro grave come quello delle fiere. Poi combatterono, poi si divorarono tra loro; e rimasero vivi i più selvaggi, e infuriarono. «Ricordati del mio pianto come io mi ricorderò della parola che accompagnava i tuoi colpi.»
---------------
* - La rovina, capisce? - proruppe, soffocando la voce e le lagrime, Giustino, - la rovina, la rovina di tutto un edificio, signora, messo su da me, a pietra a pietra! da me, da me soltanto! Sul più bello, quando già tutto era a posto, e mi toccava di goder la soddisfazione di quanto avevo fatto, una ventata a tradimento, una ventata di pazzia, creda, di pazzia, con quel vecchio là, con quel vecchio pazzo, che si è prestato vilmente, forse per vendicarsi, distruggendo un'altra vita com'era stata distrutta la sua; giù tutto, giù tutto, giù tutto!
---------------
Giustino non poté più stare alle mosse; ringraziò la Carmi dell'affettuosa accoglienza e andò via, sentendosi già soffocare in quell'ombra fitta del teatro, tutto stravolto com'era dalla tremenda notizia che quella gli aveva dato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ah, poverina! poverina! che spettacolo le aveva dato! S'era messo a gridare, proprio come un pazzo, che voleva essere lasciato stare, che non aveva bisogno della tutela d'alcuno, che non voleva essere soffocato da tutte quelle premure e paure, né accoppato da tutti quei consigli. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E dapprima lo mirò attraverso il velo, poi senza il velo, soffocando i singhiozzi, rattenendo il respiro per provare in sé la morte del figlio, che non riconosceva più; e come non poté regger più oltre a quell'arresto di vita in sé, si chinò a baciare la fronte del cadaverino e vi gemette sopra:
---------------
* ah, quella! Ancora, tra vampe di soffocanti immaginazioni, ella si sentiva bruciar le carni dalla vergogna d'un unico amplesso, tentato quasi a freddo, per un'orrida necessità ineluttabile, là a Ostia, e rimasto disperatamente incompiuto; si sentiva da esso insozzata per sempre, più che se si fosse resa colpevole mille e mille volte con tutti quei giovani che la voce pubblica le aveva affibbiati e le affibbiava ancora per amanti. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* - È un doppio strazio per me! - riprese Silvia quasi soffocata. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Soffocato dall’ira, dalla nausea, scappai a chiudermi in camera, e solo, con le mani tra i capelli, cominciai a domandarmi come mai Romilda, dopo quanto era avvenuto fra noi, si fosse potuta prestare a tanta ignominia! Ah, degna figlia della madre! Non il vecchio soltanto avevano entrambe vilissimamente ingannato, ma anche me, anche me! E, come la madre, anche lei dunque si era servita di me, vituperosamente, per il suo fine infame, per la sua ladra voglia! E quella povera Oliva, intanto! Rovinata, rovinata... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E poi avrei veduto altri paesi, altre genti, altra vita, e mi sarei sottratto almeno all’oppressione che mi soffocava e mi schiacciava. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il caldo, là dentro, era soffocante. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Passando, poco dopo, per Tordinona quasi al buio, intesi un forte grido, tra altri soffocati, in uno dei vicoli che sbucano in questa via. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Il ricordo del bacio fu per il momento soffocato in me dallo stupore per quella rivelazione veramente strana e inesplicabile, a cui avevo assistito. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Anche Papiano, impedito dal pianto che pur voleva soffocare, negò con la mano; poi disse:
---------------
* Che generosità! che sacrifizio! che prova d’amore! Avrei potuto forse lusingare più oltre quella povera fanciulla? Dovevo soffocarla, soffocarla, la mia passione; non rivolgere più ad Adriana né uno sguardo né una parola d’amore. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Sentii soffocarmi dalla nausea, dall’ira, dall’odio per me stesso. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Vendicarmi! Dunque, ritornar lì, a Miragno? uscire da quella menzogna che mi soffocava divenuta ormai insostenibile; ritornar vivo per loro castigo, col mio vero nome, nelle mie vere condizioni, con le mie vere e proprie infelicità? Ma le presenti? Potevo scuotermele di dosso, così, come un fardello esoso che si possa gettar via? No, no, no! Sentivo di non poterlo fare. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma se il valore e il senso universalmente umano di certe mie favole e di certi miei personaggi, nel contrasto com’egli dice, tra realtà e illusione, tra volto individuale ed immagine sociale di esso, consistesse innanzi tutto nel senso e nel valore da dare a quel primo contrasto, il quale per una beffa costante della vita, ci si scopre sempre inconsistente, in quanto che, necessariamente purtroppo, ogni realtà d’oggi è destinata a scoprircisi illusione domani, ma illusione necessaria, se purtroppo fuori di essa non c’è per noi altra realtà? Se consistesse appunto in questo, che un uomo o una donna, messi da altri o da se stessi in una penosa situazione, socialmente anormale, assurda per quanto si voglia, vi durano, la sopportano, la rappresentano davanti agli altri, finché non la vedono, sia pure per la loro cecità o incredibile buonafede; perché appena la vedono come a uno specchio che sia posto loro davanti, non la sopportano più, ne provan tutto l’orrore e la infrangono o, se non possono infrangerla, se ne senton morire? Se consistesse appunto in questo, che una situazione, socialmente anormale, si accetta, anche vedendola a uno specchio, che in questo caso ci para davanti la nostra stessa illusione; e allora la si rappresenta, soffrendone tutto il martirio, finché la rappresentazione di essa sia possibile dentro la maschera soffocante che da noi stessi ci siamo imposta o che da altri o da una crudele necessità ci sia stata imposta, cioè fintanto che sotto questa maschera un sentimento nostro, troppo vivo, non sia ferito così addentro, che la ribellione alla fine prorompa e quella maschera si stracci e si calpesti?
---------------
* Di tratto in tratto , alzando gli occhi miopi dai fogli scritti , vedevo innanzi a me , in quel giuoco d' ombre scure e di chiari rossastri , le faccie attente dei miei compagni , le file disordinate del mio esercito , e mi pareva di leggere in alcuni occhi il fremito voglioso del sì e sentivo rombar nei miei orecchi i palpiti accelerati di venti , di trenta cuori e un soffio di simpatia calorosa veniva verso di me avvolgendomi tutto e mi commosse talmente che lOI le ultime frasi , che avevo scritte colle mie parole più armoniose e luminose nel freddo solitario di una mezzanotte d' inverno , mi usciron fuori come interrotte e soffocate da uno strano intenerimento improvviso . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E se l'aria vi mozza il respiro e vi soffoca tanto peggio per voi e tanto meglio per i becchini . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Verrà anche per me il giorno in cui le scaglie d'oro delle cose cadranno come le fascie di lino dipinto che involgono le mummie polverizzate ; verrà il giorno in cui il sole mi sembrerà soltanto un lume di più nel cielo soffocante e il ritorno della primavera sarà semplicemente una pagina nuova dell'almanacco , e i fiori distilleranno invano dalla sudicia terra i più dolci colori per gareggiare col cielo , e gli usignuoli delle calde sere non saranno più che uno de' tanti rumori della notte — e quando il sole scenderà verso il fiume non salirò per le scale delle colline a salutarlo cogli occhi e col silenzio . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
– Dovevi aspettartelo! Perché tanta dolorosa sorpresa? Mi meravigliai delle strane parole e nello stesso tempo che passassero traverso un singhiozzo soffocato .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Poco dopo essa mormorò fra le mie braccia con voce soffocata: – Lo vuoi? Veramente lo vuoi?
---------------
* L’aria era ancora tranquilla e soffocante quanto nella stessa stanzetta di Carla .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
afoso
= soffocante , opprimente , pesante
---------------
annegare
= verbo trans. far morire togliendo il respiro con l'immersione in acqua o in altro liquido annegare i dispiaceri nell'alcol , bere per dimenticare
= verbo intr. morire per soffocamento essendo sommersi dall'acqua
---------------
asfissiante
= participio presente di asfissiare , che provoca asfissia , che soffoca
---------------
attufato
= soffocante , maleodorante
---------------
chioccio
= - suono soffocato e, al tempo stesso, stridulo
---------------
incubo
= sogno angoscioso , spesso accompagnato da sensazioni di oppressione o soffocamento
---------------
ipoazotide
= composto inorganico gassoso di colore bruno e di odore soffocante , formato da due atomi di azoto e quattro di ossigeno .
---------------
oppressare
= verbo trans . opprimere , soffocare con una tirannide
---------------
represso
= participio passato di reprimere , tenuto a freno, soffocato
---------------
soffocamento
= il soffocare , l'essere soffocato ,
---------------
soffocante
= participio presente di soffocare , che dà la sensazione di soffocare ,
---------------
soffocato
= participio passato di soffocare - suono attutito o di voce trattenuta , impedita ,
---------------
soffocazione soffogazione , suffocazione ,
= il soffocare , l'essere soffocato .
---------------
soffogare
= soffocare
---------------
strangolatorio
= che strangola , che soffoca ,
---------------
stranguglione
= nome pop . di una malattia infettiva dei cavalli , detta in veterinaria adenite equina senso di pienezza e di soffocamento per aver mangiato troppo rapidamente o in quantità eccessiva ,
---------------
suffocare
= soffocare
---------------
Verb: to smother-smothered-smothered
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I smother
you smother
he/she/it smothers
we smother
you smother
they smother
Simple past
I smothered
you smothered
he/she/it smothered
we smothered
you smothered
they smothered
Simple past
I smothered
you smothered
he/she/it smothered
we smothered
you smothered
they smothered
Present perfect
I have smothered
you have smothered
he/she/it has smothered
we have smothered
you have smothered
they have smothered
Past perfect
I had smothered
you had smothered
he/she/it had smothered
we had smothered
you had smothered
they had smothered
Past perfect
I had smothered
you had smothered
he/she/it had smothered
we had smothered
you had smothered
they had smothered
Simple future
I I will smother
you you will smother
he/she/it he/she/it will smother
we we will smother
you I will smother
they they will smother
Future perfect
I will have smothered
you will have smothered
he/she/it will have smothered
we will have smothered
you will have smothered
they will have smothered
Present continuous
I am smothering
you are smothering
he/she/it is smothering
we are smothering
you are smothering
they are smothering
Past simple continuous
I was smothering
you were smothering
he/she/it was smothering
we were smothering
you were smothering
they were smothering
Future continuous
I will be smothering
you will be smothering
he/she/it will be smothering
we will be smothering
you will be smothering
they will be smothering
Future perfect continuous
I will have been smothering
you will have been smothering
he/she/it will have been smothering
we will have been smothering
you will have been smothering
they will have been smothering
Present perfect continuous
I have been smothering
you have been smothering
he/she/it has been smothering
we have been smothering
you have been smothering
they have been smothering
Past perfect continuous
I had been smothering
you had been smothering
he/she/it had been smothering
we had been smothering
you had been smothering
they had been smothering
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I smother
That you smother
That he/she/it smother
That we smother
That you smother
That they smother
Present perfect
That I have smothered
That you have smothered
That he/she/it have smothered
That we have smothered
That you have smothered
That they have smothered
Simple past
That I smothered
That you smothered
That he/she/it smothered
That we smothered
That you smothered
That they smothered
Past perfect
That I had smothered
That you had smothered
That he/she/it had smothered
That we had smothered
That you had smothered
That they had smothered
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would smother
you would smother
we would smother
we would smother
you would smother
they would smother
Past
I would have smothered
you would have smothered
he/she/it would have smothered
we would have smothered
you would have smothered
they would have smothered
Present continous
I would be smothering
you would be smothering
we would be smothering
we would be smothering
you would be smothering
they would be smothering
Past continous
I would have been smothering
you would have been smothering
he/she/it would have been smothering
we would have been smothering
you would have been smothering
they would have been smothering
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me smother
smother
let him smother
let us smother
smother
let them smother
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to smother
Past
to have smothered
Present continous
to be smothering
Perfect continous
to have been smothering
Affermative - PARTICIPLE
Present
smothering
Past
smothered
Perfect
having smothered
Affermative - GERUND
Present
smothering
Past
having smothered
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am smothered
you are smothered
he/she/it is smothered
we are smothered
you are smothered
they are smothered
Past simple
I was smothered
you were smothered
he/she/it was smothered
we were smothered
you were smothered
they were smothered
Past simple
I was smothered
you were smothered
he/she/it was smothered
we were smothered
you were smothered
they were smothered
Present perfect
I have been smothered
you have been smothered
he/she/it has been smothered
we have been smothered
you have been smothered
they have been smothered
Past perfect
I had been smothered
you had been smothered
he/she/it had been smothered
we had been smothered
you had been smothered
they had been smothered
Past perfect
I had been smothered
you had been smothered
he/she/it had been smothered
we had been smothered
you had been smothered
they had been smothered
Future simple
I will be smothered
you will be smothered
he/she/it will be smothered
we will be smothered
you will be smothered
they will be smothered
Future perfect
I will have been smothered
you will have been smothered
he/she/it will have been smothered
we will have been smothered
you will have been smothered
they will have been smothered
Present continuous
I am being smothered
you are being smothered
he/she/it is being smothered
we are being smothered
you are being smothered
they are being smothered
Past simple continuous
I was being smothered
you were being smothered
he/she/it was being smothered
were being smothered
you were being smothered
they were being smothered
Future continuous
I will being smothered
you will being smothered
he/she/it will being smothered
we will being smothered
you will being smothered
they will being smothered
Future perfect continuous
I will have been smothered
you will have been smothered
he/she/it will have been smothered
we will have been smothered
you will have been smothered
they will have been smothered
Present perfect continuous
I have been smothered
you have been smothered
he/she/it has been smothered
we have been smothered
you have been smothered
they have been smothered
Past perfect continuous
I had been smothered
you had been smothered
he/she/it had been smothered
we had been smothered
you had been smothered
they had been smothered
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be smothered
That you be smothered
That he/she/it be smothered
That we be smothered
That you be smothered
That they be smothered
Present perfect
That I have been smothered
That you have been smothered
That he/she/it have been smothered
That we have been smothered
That you have been smothered
That they have been smothered
Simple past
That I were smothered
That you were smothered
That he/she/it were smothered
That we were smothered
That you were smothered
That they were smothered
Past perfect
That I had been smothered
That you had been smothered
That he/she/it had been smothered
That we had been smothered
That you had been smothered
That they had been smothered
CONDITIONAL
Present
I would be smothered
you would be smothered
we would be smothered
we would be smothered
you would be smothered
they would be smothered
Past
I would have been smothered
you would have been smothered
he/she/it would have been smothered
we would have been smothered
you would have been smothered
they would have been smothered
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be smothered
Past
to have been smothered
PARTICIPLE
Present
being smothered
Past
smothered
Perfect
having been smothered
GERUND
Present
being smothered
Past
having been smothered
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not smother
you do not smother
he/she/it does not smothers
we do not smother
you do not smother
they do not smother
Simple past
I did not smother
you did not smother
he/she/it did not smother
we did not smother
you did not smother
they did not smother
Simple past
I did not smother
you did not smother
he/she/it did not smother
we did not smother
you did not smother
they did not smother
Present perfect
I have not smothered
you have not smothered
he/she/it has not smothered
we have not smothered
you have not smothered
they have not smothered
Past perfect
I had not smothered
you had not smothered
he/she/it had not smothered
we had not smothered
you had not smothered
they had not smothered
Past perfect
I had not smothered
you had not smothered
he/she/it had not smothered
we had not smothered
you had not smothered
they had not smothered
Simple future
I I will not smother
you you will not smother
he/she/it he/she/it will not smother
we we will not smother
you I will not smother
they they will not smother
Future perfect
I will not have smothered
you will not have smothered
he/she/it will not have smothered
we will not have smothered
you will not have smothered
they will not have smothered
Present continuous
I am not smothering
you are not smothering
he/she/it is not smothering
we are not smothering
you are not smothering
they are not smothering
Past simple continuous
I was not smothering
you were not smothering
he/she/it was not smothering
we were not smothering
you were not smothering
they were not smothering
Future continuous
I will not be smothering
you will not be smothering
he/she/it will not be smothering
we will not be smothering
you will not be smothering
they will not be smothering
Future perfect continuous
I will not have been smothering
you will not have been smothering
he/she/it will not have been smothering
we will not have been smothering
you will not have been smothering
they will not have been smothering
Present perfect continuous
I have not been smothering
you have not been smothering
he/she/it has not been smothering
we have not been smothering
you have not been smothering
they have not been smothering
Past perfect continuous
I had not been smothering
you had not been smothering
he/she/it had not been smothering
we had not been smothering
you had not been smothering
they had not been smothering
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not smother
That you do not smother
That he/she/it does not smother
That we do not smother
That you do not smother
That they do not smother
Present perfect
That I have not smothered
That you have not smothered
That he/she/it have not smothered
That we have not smothered
That you have not smothered
That they have not smothered
Simple past
That I did not smother
That you did not smother
That he/she/it did not smother
That we did not smother
That you did not smother
That they did not smother
Past perfect
That I had not smothered
That you had not smothered
That he/she/it had not smothered
That we had not smothered
That you had not smothered
That they had not smothered
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not smother
you would not smother
we would not smother
we would not smother
you would not smother
they would not smother
Past
I would not have smothered
you would not have smothered
he/she/it would not have smothered
we would not have smothered
you would not have smothered
they would not have smothered
Present continous
I would not be smothering
you would not be smothering
we would not be smothering
we would not be smothering
you would not be smothering
they would not be smothering
Past continous
I would not have been smothering
you would not have been smothering
he/she/it would not have been smothering
we would not have been smothering
you would not have been smothering
they would not have been smothering
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me smother
do not smother
do not let him smother
do not let us smother
do not smother
do not let them smother
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to smother
Past
not to have smothered
Present continous
not to be smothering
Perfect continous
not to have been smothering
Negative - PARTICIPLE
Present
not smothering
Past
not smothered
Perfect
not having smothered
Negative - GERUND
Present
not smothering
Past
not having smothered
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I smother ?
do you smother ?
does she/he/it smothers ?
do we smother ?
do you smother ?
do they smother ?
Simple past
did I smother ?
did you smother ?
did she/he/it smother ?
did we smother ?
did you smother ?
did they smother ?
Simple past
did I smother ?
did you smother ?
did she/he/it smother ?
did we smother ?
did you smother ?
did they smother ?
Present perfect
have I smothered ?
have you smothered ?
has she/he/it smothered ?
have we smothered ?
have you smothered ?
have they smothered ?
Past perfect
had I smothered ?
had you smothered ?
had she/he/it smothered ?
had we smothered ?
had you smothered ?
had they smothered ?
Past perfect
had I smothered ?
had you smothered ?
had she/he/it smothered ?
had we smothered ?
had you smothered ?
had they smothered ?
Simple future
will I smother ?
will you smother ?
will she/he/it smother ?
will we smother ?
will I smother ?
will they smother ?
Future perfect
will I have smothered ?
will you have smothered ?
will she/he/it have smothered ?
will we have smothered ?
will you have smothered ?
will they have smothered ?
Present continuous
am I smothering ?
are you smothering ?
is she/he/it smothering ?
are we smothering ?
are you smothering ?
are they smothering ?
Past simple continuous
was I smothering ?
were you smothering ?
was she/he/it smothering ?
were we smothering ?
were you smothering ?
were they smothering ?
Future continuous
will I be smothering ?
will you be smothering ?
will she/he/it be smothering ?
will we be smothering ?
will you be smothering ?
will they be smothering ?
Future perfect continuous
will I have been smothering ?
will you have been smothering ?
will she/he/it have been smothering ?
will we have been smothering ?
will you have been smothering ?
will they have been smothering ?
Present perfect continuous
have I been smothering ?
have you been smothering ?
has she/he/it been smothering ?
have we been smothering ?
have you been smothering ?
have they been smothering ?
Past perfect continuous
had I been smothering ?
had you been smothering ?
had she/he/it been smothering ?
had we been smothering ?
had you been smothering ?
had they been smothering ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I smother ?
That do you smother ?
That does she/he/it smother ?
That do we smother ?
That do you smother ?
That do they smother ?
Present perfect
That have I smothered ?
That have you smothered ?
That have she/he/it smothered ?
That have we smothered ?
That have you smothered ?
That have they smothered ?
Simple past
That did I smother ?
That did you smother ?
That did she/he/it smother ?
That did we smother ?
That did you smother ?
That did they smother ?
Past perfect
That had I smothered ?
That had you smothered ?
That had she/he/it smothered ?
That had we smothered ?
That had you smothered ?
That had they smothered ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I smother ?
would you smother ?
would she/he/it smother ?
would we smother ?
would you smother ?
would they smother ?
Past
would I have smothered?
would you have smothered?
would she/he/it have smothered?
would we have smothered?
would you have smothered?
would they have smothered?
Present continous
would I be smothering ?
would you be smothering ?
would she/he/it be smothering ?
would we be smothering ?
would you be smothering ?
would they be smothering ?
Past continous
would I have been smothering?
would you have been smothering?
would she/he/it have been smothering?
would we have been smothering?
would you have been smothering?
would they have been smothering?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not smother ?
do you not smother ?
does she/he/it not smothers ?
do we not smother ?
do you not smother ?
do they not smother ?
Simple past
did I not smother ?
did you not smother ?
did she/he/it not smother ?
did we not smother ?
did you not smother ?
did they not smother ?
Simple past
did I not smother ?
did you not smother ?
did she/he/it not smother ?
did we not smother ?
did you not smother ?
did they not smother ?
Present perfect
have I not smothered ?
have you not smothered ?
has she/he/it not smothered ?
have we not smothered ?
have you not smothered ?
have they not smothered ?
Past perfect
had I not smothered ?
had you not smothered ?
had she/he/it not smothered ?
had we not smothered ?
had you not smothered ?
had they not smothered ?
Past perfect
had I not smothered ?
had you not smothered ?
had she/he/it not smothered ?
had we not smothered ?
had you not smothered ?
had they not smothered ?
Simple future
will I not smother ?
will you not smother ?
will she/he/it not smother ?
will we not smother ?
will I not smother ?
will they not smother ?
Future perfect
will I not have smothered ?
will you not have smothered ?
will she/he/it not have smothered ?
will we not have smothered ?
will you not have smothered ?
will they not have smothered ?
Present continuous
am I not smothering ?
are you not smothering ?
is she/he/it not smothering ?
are we not smothering ?
are you not smothering ?
are they not smothering ?
Past simple continuous
was I not smothering ?
were you not smothering ?
was she/he/it not smothering ?
were we not smothering ?
were you not smothering ?
were they not smothering ?
Future continuous
will I not be smothering ?
will you not be smothering ?
will she/he/it not be smothering ?
will we not be smothering ?
will you not be smothering ?
will they not be smothering ?
Future perfect continuous
will I not have been smothering ?
will you not have been smothering ?
will she/he/it not have been smothering ?
will we not have been smothering ?
will you not have been smothering ?
will they not have been smothering ?
Present perfect continuous
have I not been smothering ?
have you not been smothering ?
has she/he/it not been smothering ?
have we not been smothering ?
have you not been smothering ?
have they not been smothering ?
Past perfect continuous
had I not been smothering ?
had you not been smothering ?
had she/he/it not been smothering ?
had we not been smothering ?
had you not been smothering ?
had they not been smothering ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not smother ?
That do you not smother ?
That does she/he/it not smother ?
That do we not smother ?
That do you not smother ?
That do they not smother ?
Present perfect
That have I not smothered ?
That have you not smothered ?
That have she/he/it not smothered ?
That have we not smothered ?
That have you not smothered ?
That have they not smothered ?
Simple past
That did I not smother ?
That did you not smother ?
That did she/he/it not smother ?
That did we not smother ?
That did you not smother ?
That did they not smother ?
Past perfect
That had I not smothered ?
That had you not smothered ?
That had she/he/it not smothered ?
That had we not smothered ?
That had you not smothered ?
That had they not smothered ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not smother ?
would you not smother ?
would she/he/it not smother ?
would we not smother ?
would you not smother ?
would they not smother ?
Past
would I not have smothered?
would you not have smothered?
would she/he/it not have smothered?
would we not have smothered?
would you not have smothered?
would they not have smothered?
Present continous
would I not be smothering ?
would you not be smothering ?
would she/he/it not be smothering ?
would we not be smothering ?
would you not be smothering ?
would they not be smothering ?
Past continous
would I not have been smothering?
would you not have been smothering?
would she/he/it not have been smothering?
would we not have been smothering?
would you not have been smothering?
would they not have been smothering?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - soffocare
Ausiliare:essere intransitivo/transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io soffoco
tu soffochi
egli soffoca
noi soffochiamo
voi soffocate
essi soffocano
Imperfetto
io soffocavo
tu soffocavi
egli soffocava
noi soffocavamo
voi soffocavate
essi soffocavano
Passato remoto
io soffocai
tu soffocasti
egli soffocò
noi soffocammo
voi soffocaste
essi soffocarono
Passato prossimo
io sono soffocato
tu sei soffocato
egli é soffocato
noi siamo soffocati
voi siete soffocati
essi sono soffocati
Trapassato prossimo
io ero soffocato
tu eri soffocato
egli era soffocato
noi eravamo soffocati
voi eravate soffocati
essi erano soffocati
Trapassato remoto
io fui soffocato
tu fosti soffocato
egli fu soffocato
noi fummo soffocati
voi foste soffocati
essi furono soffocati
Futuro semplice
io soffocherò
tu soffocherai
egli soffocherà
noi soffocheremo
voi soffocherete
essi soffocheranno
Futuro anteriore
io sarò soffocato
tu sarai soffocato
egli sarà soffocato
noi saremo soffocati
voi sarete soffocati
essi saranno soffocati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io soffochi
che tu soffochi
che egli soffochi
che noi soffochiamo
che voi soffochiate
che essi soffochino
Passato
che io sia soffocato
che tu sia soffocato
che egli sia soffocato
che noi siamo soffocati
che voi siate soffocati
che essi siano soffocati
Imperfetto
che io soffocassi
che tu soffocassi
che egli soffocasse
che noi soffocassimo
che voi soffocaste
che essi soffocassero
Trapassato
che io fossi soffocato
che tu fossi soffocato
che egli fosse soffocato
che noi fossimo soffocati
che voi foste soffocati
che essi fossero soffocati
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io soffocherei
tu soffocheresti
egli soffocherebbe
noi soffocheremmo
voi soffochereste
essi soffocherebbero
Passato
io sarei soffocato
tu saresti soffocato
egli sarebbe soffocato
noi saremmo soffocati
voi sareste soffocati
essi sarebbero soffocati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
soffoca
soffochi
soffochiamo
soffocate
soffochino
Futuro
-
soffocherai
soffocherà
soffocheremo
soffocherete
soffocheranno
INFINITO - attivo
Presente
soffocare
Passato
essere soffocato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
soffocante
Passato
soffocato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
soffocando
Passato
essendo soffocato