Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
moan
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
moan
= lamento, gemito, lamentarsi, gemere, lagnarsi, brontolare, piangere,
---------------
Vocabulary and phrases
* Così dicendo prese il lume , e , brontolando sempre: - una piccola bagattella ! a un galantuomo par mio ! e domani com'andrà ? - e altre simili lamentazioni , s'avviò per salire in camera .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Risparmio al lettore i lamenti , le condoglianze , le accuse , le difese , i " voi sola potete aver parlato " , e i " non ho parlato " , tutti i pasticci in somma di quel colloquio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Non già che andasse lamentandosi col terzo e col quarto della maniera tenuta per infinocchiar lei: su questo non fiatava ; ma il tiro fatto al suo povero padrone non lo poteva passare affatto sotto silenzio ; e sopra tutto , che un tiro tale fosse stato concertato e tentato da quel giovine dabbene , da quella buona vedova , da quella madonnina infilzata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Gl'incettatori di grano , reali o immaginari , i possessori di terre , che non lo vendevano tutto in un giorno , i fornai che ne compravano , tutti coloro in somma che ne avessero o poco o assai , o che avessero il nome d'averne , a questi si dava la colpa della penuria e del rincaro , questi erano il bersaglio del lamento universale , l'abbominio della moltitudine male e ben vestita .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Avanti giorno , le strade eran di nuovo sparse di crocchi: fanciulli , donne , uomini , vecchi , operai , poveri , si radunavano a sorte: qui era un bisbiglio confuso di molte voci ; là uno predicava , e gli altri applaudivano ; questo faceva al più vicino la stessa domanda ch'era allora stata fatta a lui ; quest'altro ripeteva l'esclamazione che s'era sentita risonare agli orecchi ; per tutto lamenti , minacce , maraviglie: un piccol numero di vocaboli era il materiale di tanti discorsi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Altre voci non sentiva , che un mugolìo di cani , che veniva da qualche cascina isolata , vagando per l'aria , lamentevole insieme e minaccioso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Per tutta la strada , e più ancora nelle terre e ne' borghi , incontrava a ogni passo poveri , che non eran poveri di mestiere , e mostravan la miseria più nel viso che nel vestiario: contadini , montanari , artigiani , famiglie intere ; e un misto ronzìo di preghiere , di lamenti e di vagiti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E che non abbia a lamentarsi di te !
---------------
E qui , senza che s'affaticasse molto a rintracciare nella memoria , la memoria da sé gli rappresentò più d'un caso in cui né preghi né lamenti non l'avevano punto smosso dal compire le sue risoluzioni .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ne credette mai di doverlo mutare , per quanto alcuni congiunti gridassero e si lamentassero che avvilisse così la dignità della casa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Bisognerebbe che tutti i preti fossero come vossignoria , che tenessero un po' dalla parte de' poveri , e non aiutassero a metterli in imbroglio , per cavarsene loro , - disse Agnese , animata dal contegno così famigliare e amorevole di Federigo , e stizzita dal pensare che il signor don Abbondio , dopo aver sempre sacrificati gli altri , pretendesse poi anche d'impedir loro un piccolo sfogo , un lamento con chi era al di sopra di lui , quando , per un caso raro , n'era venuta l'occasione .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Con queste ed altre simili , e più volte ripetute parole di lamento e di conforto , di rammarico e di rassegnazione , con molte raccomandazioni e promesse di non dir nulla , con molte lacrime , dopo lunghi e rinnovati abbracciamenti , le donne si separarono , promettendosi a vicenda di rivedersi il prossimo autunno , al più tardi ; come se il mantenere dipendesse da loro , e come però si fa sempre in casi simili .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Nella lettera , il segretario d'Agnese , dopo qualche lamento sulla poca chiarezza della proposta , passava a descrivere , con chiarezza a un di presso uguale , la tremenda storia di quella persona (così diceva) ; e qui rendeva ragione de' cinquanta scudi ; poi veniva a parlar del voto , ma per via di perifrasi , aggiungendo , con parole più dirette e aperte , il consiglio di mettere il cuore in pace , e di non pensarci più .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tutto il giorno , si sentiva per le strade un ronzìo confuso di voci supplichevoli ; la notte , un susurro di gemiti , rotto di quando in quando da alti lamenti scoppiati all'improvviso , da urli , da accenti profondi d'invocazione , che terminavano in istrida acute .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* S'era ugualmente ordinato che il pane fosse di buona qualità: giacché , quale amministratore ha mai detto che si faccia e si dispensi roba cattiva ? ma ciò che non si sarebbe ottenuto nelle circostanze solite , anche per un più ristretto servizio , come ottenerlo in quel caso , e per quella moltitudine ? Si disse allora , come troviamo nelle memorie , che il pane del lazzeretto fosse alterato con sostanze pesanti e non nutrienti: ed è pur troppo credibile che non fosse uno di que' lamenti in aria .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La città tornò a risonare dell'antico lamento , ma più debole e interrotto ; rivide quella turba più rada e più compassionevole , dice il Ripamonti , per il pensiero del come fosse di tanto scemata .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Perpetua , la quale , in quel pezzo di strada , aveva pensato con comodo al nascondimento fatto in furia , cominciò a lamentarsi d'aver dimenticata la tal cosa , d'aver mal riposta la tal altra ; qui , d'aver lasciata una traccia che poteva guidare i ladroni , là . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ne' paesi poi , usci sfondati , impannate lacere , paglia , cenci , rottami d'ogni sorte , a mucchi o seminati per le strade ; un'aria pesante , zaffate di puzzo più forte che uscivan dalle case ; la gente , chi a buttar fuori porcherie , chi a raccomodar le imposte alla meglio , chi in crocchio a lamentarsi insieme ; e , al passar della carrozza , mani di qua e di là tese agli sportelli , per chieder l'elemosina .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tanto che il pover'uomo s'era ridotto a non lamentarsi più , quando trovava mancante qualche cosa , nel momento che ne avrebbe avuto bisogno ; perché , più d'una volta , gli era toccato a sentirsi dire: - vada a chiederlo al tale che l'ha , e non l'avrebbe tenuto fino a quest'ora , se non avesse che fare con un buon uomo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Visitava i lazzeretti , per dar consolazione agl'infermi , e per animare i serventi ; scorreva la città , portando soccorsi ai poveri sequestrati nelle case , fermandosi agli usci , sotto le finestre , ad ascoltare i loro lamenti , a dare in cambio parole di consolazione e di coraggio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dopo un grand'urlo , dopo un ultimo e più violento sforzo per mettersi in libertà , cadde tutt'a un tratto rifinito e stupido: guardava però ancora , come incantato , e ogni tanto si riscoteva , o si lamentava .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Per tutto cenci e , più ributtanti de' cenci , fasce marciose , strame ammorbato , o lenzoli buttati dalle finestre ; talvolta corpi , o di persone morte all'improvviso , nella strada , e lasciati lì fin che passasse un carro da portarli via , o cascati da' carri medesimi , o buttati anch'essi dalle finestre: tanto l'insistere e l'imperversar del disastro aveva insalvatichiti gli animi , e fatto dimenticare ogni cura di pietà , ogni , riguardo sociale ! Cessato per tutto ogni rumor di botteghe , ogni strepito di carrozze , ogni grido di venditori , ogni chiacchierìo di passeggieri , era ben raro che quel silenzio di morte fosse rotto da altro che da rumor di carri funebri , da lamenti di poveri , da rammarichìo d'infermi , da urli di frenetici , da grida di monatti .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Riavuto da quella commozione straordinaria , e mentre cerca di tirarsi in mente l'itinerario per trovare se alla prima strada deve voltare , e se a diritta o a mancina , sente anche da questa venire un altro e diverso strepito , un suono confuso di grida imperiose , di fiochi lamenti , un pianger di donne , un mugolìo di fanciulli .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Già aveva il giovine girato un bel pezzo , e senza frutto , per quell'andirivieni di capanne , quando , nella varietà de' lamenti e nella confusione del mormorìo , cominciò a distinguere un misto singolare di vagiti e di belati ; fin che arrivò a un assito scheggiato e sconnesso , di dentro il quale veniva quel suono straordinario .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando fu appiè della cappella , andò a inginocchiarsi sull'ultimo scalino ; e lì fece a Dio una preghiera , o , per dir meglio , una confusione di parole arruffate , di frasi interrotte , d'esclamazioni , d'istanze , di lamenti , di promesse: uno di que' discorsi che non si fanno agli uomini , perche non hanno abbastanza penetrazione per intenderli , né pazienza per ascoltarli ; non son grandi abbastanza per sentirne compassione senza disprezzo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E si mise subito alla ricerca , a quella ricerca , che , per la quantità sola degli oggetti sarebbe stata fieramente gravosa , quand'anche gli oggetti fossero stati tutt'altri ; cominciò a scorrer con l'occhio , anzi a contemplar nuove miserie , così simili in parte alle già vedute , in parte così diverse: ché , sotto la stessa calamità , era qui un altro patire , per dir così , un altro languire , un altro lamentarsi , un altro sopportare , un altro compatirsi e soccorrersi a vicenda ; era , in chi guardasse , un'altra pietà e un altro ribrezzo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E sapete perché sarà venuto a questa risoluzione ? Perché l'illustrissimo , ch'era riservato a loro e a certi principi , ora , vedete anche voi altri , cos'è diventato , a quanti si dà: e come se lo succiano volentieri ! E cosa doveva fare , il papa ? Levarlo a tutti ? Lamenti , ricorsi , dispiaceri , guai ; e per di più , continuar come prima .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Cominciò a ruminarci sopra , a farne di gran lamenti , e con chi gliene parlava , e più a lungo tra sé .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
I due chiú seguitavano, l'uno qua presso, l'altro lontano, il loro alterno lamentío voluttuoso; la notte chiara pareva facesse tremolar su la terra il suo velo di luna sonoro di grilli, e arrivava ora da lontano, come un'oscura rampogna, il borboglío profondo del mare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La disciplina era dura, segnatamente sotto Monsignor Landolina, e quando quei poveri Oblati alla mattina e al vespro cantavano al suono dell'organo nella chiesina del Collegio, le loro preghiere sapevan di pianto e, a udirle da giú, provenienti da quella fabbrica fosca nell'altura, accoravano come un lamento di carcerati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che hai da dirmi, figliuolo mio? Don Arturo trasse fuori il pacco delle cambiali, e subito cominciò a esporre il piato per esse coi parenti, e le visite e le lamentazioni delle vittime.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Erano già undici domeniche, undici, dall'otto dicembre, che il pover'uomo, levando il capo dal guanciale, chiedeva con voce lamentosa alla Piconella, sua vecchia casiera, la quale ogni mattina veniva a recargli a letto il caffè: - Piove? E la Piconella non sapeva piú come rispondergli.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non poteva piú sentir piangere i bambini o che si lamentassero minimamente; diceva subito a se stesso: - "Ecco, per causa mia!" - e tanta amarezza gli restava chiusa in petto, senza sfogo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Da quel terrazzo che pareva il cassero d'una nave, ella guardava assorta nella notte sfavillante di stelle, piena del cupo eterno lamento di quell'infinita distesa d'acque, innanzi a cui gli uomini avevano con fiducia animosa costruito le lor piccole case, ponendo la loro vita quasi alla mercé d'altre lontane genti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Che pensava in quell'atteggiamento? Forse anche a lei il mare, col lamento delle acque irrequiete, confidava oscuri presagi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ed era tale questa gioja, ch'esse stimavano finanche ingiusti, talvolta, i lamenti e i sospiri di lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per nove interi anni non aveva vissuto che per quella donna, assorto continuamente nel pensiero di lei, unico e tormentoso: che non avesse mai cagione di lamentarsi, di diffidar minimamente di lui; in assidua, scrupolosa, timorosa vigilanza di sé.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il vetturino, di tratto in tratto, esortava le povere magre bestie con una voce lunga e lamentosa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Teneva ciondoloni il testone calvo e raso, socchiusi gli occhi bovini torbidi, venati di sangue, sotto le foltissime sopracciglia spioventi, e parlava con voce languida, velata, stiracchiata, come se si lamentasse in sogno: - Enrichetto, Enrichetto mio, - diceva, - mi fai male...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Rifletteteci bene, e mi darete ragione! - Enrichetto, Enrichetto mio, non sono idee, - implorava quello, con voce stiracchiata, lamentosa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Forse tanti e tanti s'eran sentiti stringere il cuore al fischio lamentoso del treno in corsa nella notte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ognun d'essi stava lí forse a pensare che le brighe umane non han requie neanche nella notte; e, siccome sopra tutto nella notte appajon vane, prive come sono delle illusioni della luce, e anche per quel senso di precarietà angosciosa che tien sospeso l'animo di chi viaggia e che ci fa vedere sperduti su la terra, ognun d'essi, forse, stava lí a pensare che la follía accende i fuochi nelle macchine nere, e che nella notte, sotto le stelle, i treni correndo per i piani buj, passando strepitosi sui ponti, cacciandosi nei lunghi trafori, gridano di tratto in tratto il disperato lamento di dover trascinare cosí nella notte la follía umana lungo le vie di ferro, tracciate per dare uno sfogo alle sue fiere smanie infaticabili.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La vecchia vicina disse: - Quanto penò! E mai un lamento dalle sue labbra! Ah, povera creatura! Non gliela doveva negare Dio questa consolazione del figlio, dopo tutto quello che penò per lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Oh, un fischio assai lamentoso, come lontano, nella notte; accorato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Io vi passai pochi mesi dopo, e da' miei compagni di viaggio udii i lamenti su l'opera lenta dello sgombero delle macerie, e tanti racconti di orribili casi e di salvataggi quasi prodigiosi e di mirabili eroismi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Doveva rimanere lí, per castigo, lei, su quella poltrona, ad affliggere le due figliuole con la sua vista e i suoi lamenti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Perché si lamentava, anche, per giunta! Sicuro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Certi lamenti modulati, nel sonno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La debolezza - bestialmente - la faceva lamentare cosí, appena socchiudeva gli occhi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
ma, e lei, scusi? - Io? come, io? - Si lamenta del suo autore; ma ha saputo lei, caro dottore, trar partito veramente della sua teoria? Ecco, volevo dirle proprio questo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Mula mala! mula mala! - si lamentava questi allora.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E sorrisi anche quando, piú morto che vivo, rientrai in villa e mi vidi venire incontro la tribú dei marmocchi in processione, i quali, mostrandomi rotti i giocattoli che avevo loro donati la sera avanti, mi domandavano con un lungo, strascicato lamento, uno dopo l'altro, tra lagrime senza fine: - Peeerché queeesto m'hai portaaato? - Peeerché queeesto m'hai portaaato? Carini! carini! carini! E sorrisi anche al suocero, mio ammiratore, il quale - sissignori - era cieco, cieco da circa dieci anni e del mio libro non conosceva che qualche paginetta che il genero gli aveva potuto leggere di sera, dopo cena.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora Sciaramè, quel giorno, doveva dire appunto alla figliastra di non scendere piú in quella stanza, sede della Società, e di rimanersene invece a lavorare sú, nella sua cameretta, perché Amilcare Bellone, presidente dei Reduci, s'era lamentato con lui, non propriamente di quest'abitudine di Rorò, ch'era infine la padrona di casa, ma perché, con la scusa di venire a leggere i giornali, vi entrava quasi ogni mattina un giovinastro, un tal Rosolino La Rosa, il quale, per essere andato in Grecia insieme con tre altri giovanotti del paese, il Betti, il Gàsperi e il Marcolini, a combattere nientemeno contro la Turchia, si credeva garibaldino anche lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dalla prossima stazione giungeva il fischio lamentoso di qualche treno in arrivo o in partenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sí, e intanto su la spiaggia nuda, tra i depositi di zolfo, correvano scoperte le fogne, che appestavano il paese; e tutti si lamentavano e nessuno badava a provveder d'acqua sufficiente il paese assetato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Strillava lamentosamente per Bicetta, per Niní, per Carluccio, ma non osava neppure girare un po' la testa per vedere dove fossero.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si leva lamentoso dalla prossima stazione il fischio d'un treno in partenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le ultime volte ch'era venuta, s'era lamentata di non star bene; e, difatti, a Cesarino non era sembrata florida come prima; aveva anzi notato una trascuratezza insolita nell'acconciatura di lei, che gli aveva fatto sentire piú acuto il rimorso dei pensieri cattivi suggeriti dalla soverchia cura ch'ella prima vi poneva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Espose al Direttore, senza un lamento, il suo caso, il suo proposito, chiedendogli ajuto, sicuramente, con la ferma convinzione che nessuno avrebbe potuto negarglielo, perché ne aveva il diritto sacrosanto, ormai, per tutto il male che, innocente, gli toccava soffrire, dalla propria madre, da quell'ignoto che gli aveva dato la vita, da quest'altro ignoto che gli aveva tolto la madre, lasciandogli in braccio un bambino appena nato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come farà quella povera cristiana, ora, a darsi ajuto? - Che pianto, che pianto, - gridava lamentosamente una quarta piú là, - tutta la notte, in casa di Nunzia Ligreci! Il figlio Nico, tornato appena da soldato, vuol partire anche lui! Udendo queste notizie, la vecchia Maragrazia si turava la bocca con lo scialle per non scoppiare in singhiozzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non ne disse niente a nessuno, perché sapeva che quando gli Spiriti prendono a bersagliare uno, guaj a lamentarsene: ti ripigliano a comodo e te ne fanno di peggio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dal folto degli alberi sulla costa veniva a quando a quando come un lamento, rabbioso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il vecchio, ancora valido, attendeva di là alla rimonda e accompagnava cosí, con quel lamento, la sua dura fatica.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'OMBRA DEL RIMORSO - Sono venuto, - si lamentò dalla soglia Bellavita, con quell'esitazione di chi si butta a parlare e poi, incerto, si trattiene, - sono venuto, perché l'ho capito, sa? il cuore a Vossignoria..., il cuore non le regge piú...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'onestà dei loro propositi, la squisitezza dei loro sentimenti, diventa spesso per me la piú raffinata delle crudeltà, poiché io, non potendo in nessun modo ribellarmi a quanto avverrà senz'alcun dubbio dopo la mia morte, mi vedo costretto, per esempio, tante volte, a tirarmi tra le gambe il mio piccino, l'unico mio figlioletto, e a mettermi a insegnargli d'amare, d'aver rispetto filiale per colui che sarà fra poco suo secondo padre, e ad ammonirlo perché cerchi di non dargli mai causa, che abbia a lamentarsi di lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ha il coraggio d'aggiustarsi i capelli, anche di notte tempo, in camicia, mentr'io sto morendo! Il signor Anselmo si voltò, come se una vipera lo avesse morso a tradimento; appuntò l'indice d'una mano contro la moglie e le gridò: - Tu stai morendo? - Vorrei, - si lamentò quella allora, - che il Signore ti facesse provare, non dico molto, un poco di quello che sto soffrendo in questo momento! - Eh, cara mia, no, - brontolò il signor Anselmo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Con un fazzoletto di cotone fiammante annodato attorno al capo alla carrettiera, quasi per dare maggior risalto alla pelle della faccia che aveva il colore e la durezza liscia della carruba secca, donna Tuzza Michis oggi s'affacciava sul pianerottolo della scalettina a collo, reggendo con le mani insaccate in un pajo di sudici guantacci da maschio il manico della padella ove friggevano ancora, rossodorate, le piú belle triglie di scoglio; domani si sedeva lí alta su l'uscio a spennacchiare un pollastro pian pianino, con dispettosa delicatezza; e, tra le penne e le piume che il vento si portava via, come il giorno avanti tra il fumo e il friggío della padella, diceva forte, con lamentosa cantilena: - Senza peccato, penitenza: sia fatta la volontà di Dio: senza peccato, penitenza! Poi, ritirandosi per seguitare ad attendere a' suoi squisiti manicaretti, che riempivano di deliziosi odori tutte le catapecchie del vicolo gialle di fame, si metteva a cantare a squarciagola: Bella sorte fu la mia star rinchiusa alla badia...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Chiotta chiotta, ranca ranca, quasi spaventata, ma con un gorgoglío nella gola, che pareva una risatina mal frenata, la pollastrotta prese a fuggire, non già per schermirsi, anzi per il gusto di vedersi inseguita, e quando, raggiunta, si sentí pinzare il collo e poi sul dorso imporre le due zampe poderose, cosí presa e chinata, si gonfiò tutta; ma il fremito di gioja volle nascondere in un lamentío timido, esile, che a mano a mano divenne piú spiccato, rabbiosetto, come se in cambio chiedesse, anzi no, esigesse chicchi, chicchi, chicchi da beccare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le smanie feroci erano per le premure angosciose con cui, subito appena rincasato, lo avrebbero oppresso la moglie e le due figliuole: una gallina spersa e due pollastre pigolanti dietro: corri di qua, scappa di là: per le pantofole, per la tazza di latte col torlo d'uovo; e l'una giú carponi a slacciargli le scarpe; e l'altra a domandargli con una voce a lamento (secondo le stagioni) se si era inzuppato, se era sudato; come se non lo vedessero, rincasato senz'ombrello, intinto da strizzare o, d'agosto, di ritorno a mezzogiorno, tutto incollato e illividito dal sudore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poteva piú lamentarsi davanti a quei sei occhi ammammolati dalla pietà, davanti a quelle sei mani cosí pronte a soccorrerlo? Eppure avrebbe avuto da lamentarsi, tanto, e di tante cose! Bastava che si voltasse a guardare qua o là per trovare una ragione di lamento, che esse non supponevano nemmeno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A un tratto, nel vento, un lungo e tremulo belato lamentoso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Potevano farne testimonianza tanti che avevano appunto sentito chiamarla con voci lunghe e lamentose: - Zia Vanna! Zia Vanna! - dal proprio tetto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ogni mattina, le reggeva con le mani davanti al muso il bugliolo, invitandola col fischio a bere per una o due ore, tante volte; e guaj se le vicine, infastidite da quel fischio lamentoso, persistente, gli gridavano che la smettesse! Vedovo come la Poponè, da tanti anni le stava attorno desideroso di mettersi con lei.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La fisarmonica riempie coi suoi gridi lamentosi il cortile illuminato da un fuoco d'alaterni il cui chiarore rossastro fa spiccare sul grigio del muro la figura svelta e bruna del suonatore , i visi violacei delle donne e dei ragazzi che ballano il ballo sardo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Agitava le dita della mano tesa lontano , come per accennare al brulichio della folla , ed Efix guardava il suo piede e mormorava con tenerezza e con pietà: — Anima mia bella ! E avrebbe voluto curvarsi sul desolato «ragazzo» e dirgli: sono qua io , non ti mancherà nulla ! – ma non seppe che offrirgli di nuovo la zucca come la madre offre il seno al bambino che si lamenta .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Seduto all'ombra del muro cominciò a intagliare lo spiedo: le donne ridevano intorno a lui , Giacinto come sempre taceva e pareva intento alla voce della fisarmonica che riempiva di lamenti e di grida il cortile .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il suono della fisarmonica arrivava fin laggiú ; il motivo saltellante e voluttuoso richiamava alla danza , ma a volte si mutava in lamento , come stanco di gioia , come rimpiangendo il piacere che passa e gemendo per l'inutilità di tutte le cose: allora anche l'occhio melanconico delle giumente pareva pieno di una dolcezza nostalgica .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix rimase solo in faccia alla luna rossa che saliva tra i vapori cinerei della sera , ma si sentiva inquieto: nel sopore in cui tutta la valle era immersa , il mormorio dell'acqua gli pareva il ronzio della febbre , e che i grilli stessi col loro canto si lamentassero senza tregua .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli non vuole che essa esca di casa , che vada a lavorare , e se la trova sulla soglia la fa rientrare , e se Grixenda si lamenta egli dice: — Per te io faccio morir le zie di dolore , zia Noemi specialmente .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il lamento della fisarmonica di Zuannantoni giunse in fondo al caos del dolore di Noemi , come una luce lontana .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ella ricordò le parole della vecchia «Zuannantoni viene a farle la serenata» e un mugolío di dolore uscí dalle sue labbra verdastre: eran grida , gemiti , lamenti che si confondevano con le note dello strumento e col canto del fanciullo come l'ansito di un ferito abbandonato in un bosco col gorgheggiare dell'usignolo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il cieco non finiva di brontolare , fra una lamentazione e l'altra , e aveva un viso cupo , minaccioso .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
A misura che s'avvicinava al poderetto , risalendo lo stradone , sentiva un lamento di fisarmonica che gli pareva un'illusione delle sue orecchie abituate ai suoni delle feste .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Egli non era commosso , ma quel lamento dolce , velato , che pareva salire dalla quiete dell'acqua verdastra , lo attirava come un richiamo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Dopo la confessione non parlò piú , non si lamentò piú .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Pensava così e suonava nella sala oscura, mettendo in una tenera melodia il lamento del suo amore, il timido segreto lamento che mai non avrebbe osato mettere in parole. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Poi, nel lamento monotono che la pioggia minuta e fitta metteva a tutte le finestre aperte, il silenzio della casa parve divenuto più sepolcrale. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Tutta la brigata si commosse e lamentò il caso con la segreta speranza che il maledetto mostro fosse per crepare. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
maggiore delle figliuole, non sentono affatto la poesia della solitudine, del cielo stellato, della luna sopra i cipressi e i pini della villa patrizia, e sbuffano o sbadigliano lamentosamente come cani affamati, al monotono, perpetuo chioccolio di quella deliziosa fontanella.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Non parla mai, non si lamenta mai, pare che dorma sempre; forse non dorme mai.
---------------
— Perché vi lamentate sempre come un bambino capriccioso, voi che mi piaceste soltanto come l'amico del pericolo? Pensate che io sono il vostro più gran pericolo, Tarsis. L'amore che io amo è quello che non si stanca di ripetere: «Fammi più male, fammi sempre più male». Non eviterò mai nessuna pena, né a voi né a me. Fuggite, giacché avete le ali, giacché studiate il vento. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il capo del fratello s'inclinò verso la spalla diletta. Egli aspettava un dono che non gli era dato, e non sapeva quale; e la voce della sua anima era un alto lamento, se bene si esalasse in piccole parole. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Ah, orribile, troppo orribile! — lamentò Isabella Inghirami, tutta chiusa nel mantello e nel velo, stringendosi addosso a Vana che batteva i denti come nel ribrezzo della febbre. — Non s'arriva mai. Aldo, passa innanzi, passa, passa!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Vana non parlò più. Parve ripiombata nel sonno. Come sentì su la nuca la mano leggera della donna che cercava di sganciarle il collaretto, mormorò lamentosa:
---------------
Era il sospiro d'un'arietta, era il gorgheggio d'una di quelle antiche villanelle italiane che sembrano accompagnare il Cupìdo sbracato che danza su le serpi o la Grazia discinta che compone la ghirlanda con le mani trafitte. Era un arioso, era un lamento, una monodìa di Cristoforo Gluck, simile a una pura nudità dolorante nel suo proprio fulgore. Era una confessione improvvisa di Roberto Schumann in un rotto singhiozzo, in un grido irrevocabile, con una bocca severa, con uno sguardo forsennato. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
«La luce m'è sparita» aveva detto ella nell'antico lamento. Fra Maria di Cleopa e Salome, tra le due femmine ignare e caduche, ella era già come un lembo della notte eterna. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
La spinta fu così brutale ch'ella cadde riversa; e aveva su le braccia l'impronta delle tanaglie. Non gridò, non si lamentò. Poggiandosi sopra un fianco, alenava seminuda; e sotto le ciglia aggrottate il suo sguardo ardente era inesplicabile. Le narici le palpitavano come all'approssimarsi del piacere. Qualcosa di acre e di felice, un'ambiguità sfuggente, una perversità incerta brillava e s'oscurava a volta a volta nel bel viso di dèmone. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella supplicava con gli occhi ancor venati di rosso dalle lacrime, tenendo tra le braccia Tiapa, la bambola prediletta; e il minuscolo viso di porcellana dalle gote rubiconde stava contro quella gota ancor umida che già pareva lievemente ondeggiata dalla sensibilità precoce e ombrata non soltanto dall'ombra dei capelli. Ma ella aveva sparso il suo pianto subitaneo anche su la gonnellina di Tiapa tutta quanta merlettata e increspata a falpalà, così a dentro il lamento del violoncello le aveva tocco la piccola anima inquieta. E ora l'anelito le risaliva alla gota di tratto in tratto, scotendola. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Era quella di Modesto Mussorgski «per ninnare la bambola», una cantilena lene e lamentevole, minacciosa e persuasiva, che sembra illuminata dagli ultimi guizzi del ceppo riflessi nel metallo dell'icona e misurata su la voce del vento nella steppa deserta. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Una greggia era ammassata sul cocuzzolo d'un poggio nudo, appesa tristamente come a una mammella arida, smorticcia come il mattaione ove qua e là lustravano gli ammassi di testàcei e le làmine di talco. Su una pendice del monte di Caporciano, arrossato dai filoni di gabbro che serrano la vena del rame, Montecatini di Val di Cecina mostrò il torrione quadrangolare dei Belforti. Un astore cinerino come le crete roteò nell'aria incandescente. L'esecrazione d'Isaìa divorò la terra etrusca. Tutto nel crudele riverbero delle biancane moriva. Dagli squarci, dalle crepe, dalle rosure, dalle frane, dai botri, dall'immoto travaglio della sterilità esalava la doglia non mitigabile. E la lamentazione del vento cominciò, d'altura in altura, ad elevarsi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Fino a quando dunque mi terrai broncio? — si lamentava l'una. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli la coperse. Ella gli si avviticchiava, aderiva tutta a lui così che parve fosse venuta nella sua carne la forza delle ventose e delle spire. Si lamentava talvolta, con quel suo fiotto di fanciullo infermo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Ahi! — ella gemeva; ma non era più il lamento puerile. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* Aspettò che il Prever, dopo cena, se n'andasse al suo villino e, per provocare un nuovo e più pressante invito della madre a procacciarsi qualche distrazione, si lamentò d'una enorme gravezza al capo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Non volle dirmi nulla, dapprima; si lamentò soltanto d’un fierissimo mal di capo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Noi, – non so se questo possa farle piacere – noi abbiamo sempre vissuto e sempre vivremo con l’universo; anche ora, in questa forma nostra, partecipiamo a tutte le manifestazioni dell’universo, ma non lo sappiamo, non lo vediamo, perché purtroppo questo maledetto lumicino piagnucoloso ci fa vedere soltanto quel poco a cui esso arriva; e ce lo facesse vedere almeno com’esso è in realtà! Ma nossignore: ce lo colora a modo suo, e ci fa vedere certe cose, che noi dobbiamo veramente lamentare, perbacco, che forse in un’altra forma d’esistenza non avremo più una bocca per poterne fare le matte risate. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* * Tu non se' morta , ma se' ismarrita Anima nostra , che si ti lamenti . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Son le labbra serrate di chi patirà senza la seccante debolezza dei lamenti . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Dal libro la tonda faccia mal disegnata del lamentoso sonettaio tutta chiusa nel cappuccio aureolato di fogliette aguzze come un fegatello pareva che sorridesse e m' incuorasse . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Perchè nessuno ha capito questo e nessuno mi ha dato quel che avevo il diritto di avere ? Però non mi lamento di quella miseria né mi vergogno delle passate umiliazioni . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Raccolsi nelle mie letture tutti gli sfoghi dei poeti , le battute dei drammatici , gli incisi degli oratori , i moniti dei predicanti , gli aforismi de' mezzi e degli interi filosofi dove fosse , velata o no , dimostrata o lamentata l' inutilità dell'esistenza , il sopravvento del male , la tristezza dei sogni interrotti , delle illusioni lacerate ; r accoramento del passato irritornabile ; la disperazione che piega e stronca l'anima quando s'è girato attorno alla vita da ogni parte — isola breve e appena illuminata nell'infinito gorgo del nulla . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Non mi lamento : tutt'altro . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ma non ci sono anche le anime delicate ? Non ci sono anche gli spiriti che si sentono unicamente e puramente spiriti e si sentono offesi e insudiciati da codesta adorazione di pinzochere ? Quello che in me vale , se qualcosa vale , è l'anima : e perchè ricopiate ed eternate il mio corpo ? Se son grande gli è che ho avuto la forza d'esser solitario : perchè vi pigiate intorno a me e mi turbate co' vostri fiati e coi vostri sguardi di bestie curiose ? Se ho dato un esempio vi ho insegnato che la più grande cosa che l'uomo può fare è quella di aggiungere natura alla natura , vita alla vita , spirito allo spirito , e non già di rosicchiare , rimasticare e biascicare le opere degli altri : perchè dunque vi affaticate a far capire quel eh' io ho detto invece di sentirvi accendere l'anima per superarmi e distruggermi con altre creazioni ? — 2l8 — Se ho detto bene quel che ho detto perchè lo ridite peggio ? Se gli altri non capiscon le mie parole vai la pena che qualcuno le faccia capire ? E le farà comprendere quali veramente T ho segnate ed incise nelle serate più spumeggianti della mia ispirazione ? Certo questi lamenti son ridicoli , specie in bocca mia . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
Mio padre con voce bassa si lamentò:
---------------
Maria mi raccontò di aver sentito il suo lamento e di essere arrivata in tempo per impedirgli di cadere dal letto .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Parlandomi essa piangeva , ma io ancora non piansi con lei ed anzi l’ammonii di stare zitta e di non aumentare coi suoi lamenti lo spavento di quell’ora .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
– Perché ti lamenti , papà? Ti senti male?
---------------
* Si lamentò che il latino le riusciva molto difficile .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Io continuai a lamentarmi più mitemente senza rispondere .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Sapevo perché mi lamentavo: perché avevo voluto uccidere e forse , anche , perché non avevo saputo farlo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Il dolore e il lamento scusavano tutto .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Invece ricordo benissimo che proprio allora il mio dolore scomparve del tutto e che il mio lamento rimase una pura commedia cui io invano cercai di dare un contenuto evocando il dolore e ricostruendolo per sentirlo e soffrirne .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Disse che se egli fosse stato sano come me , invece di seccare il prossimo con le lamentele , sarebbe corso ai suoi cari e buoni affari , specie ora che gli era riuscito di diminuire la sua pancia .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Ripetè , aumentandolo , il suo lamento di non aver fortuna: era disgraziata , irreparabilmente disgraziata .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
belare
= verbo intr. emettere belati - lamento piagnucoloso voce , canto queruli.
---------------
corrotto
= lamento, pianto
---------------
doglianza
= lamento - rimostranza
---------------
flebile
= di tono lamentoso
---------------
frignare
= verbo intr . piangere in modo insistente e lamentoso , come fanno i bambini
---------------
gemebondo
= che emette gemiti , che si lamenta.
---------------
gemito
= grido sommesso , lamento
---------------
geremiade
= discorso lungo e lamentoso.
---------------
gnaulare
= verbo intr. persona che si lamenta in continuazione.
---------------
nenia
= canto lamentoso e monotono intonato un tempo durante i funerali e ancora in uso in alcune tradizioni popolari italiane
---------------
omè
= anche ome , omei , esclamazione di dolore equivalente a ohimè , lamenti , sospiri angosciosi .
---------------
piagnisteo
= pianto , lamento prolungato e noioso , spec . di bambini .
---------------
prefica
= donna che , presso gli antichi romani , veniva pagata per piangere e lamentarsi durante i funerali
---------------
querimonia
= lamentela , lagnanza , insistente e per lo più inopportuna , per un torto ricevuto - lamento di un animale
---------------
querimonioso
= che si lamenta spesso
---------------
querulo
= che ha un tono , un suono lamentoso
---------------
rammaricazione
= afflizione, rammarico, lamento.
---------------
rammarichio
= il rammaricarsi di continuo, spec. con lamenti noiosi e reiterati
---------------
reclamare
= verbo intr. esporre lagnanze, reclami a chi di ragione, lamentandosi per un torto o un'ingiustizia subita
---------------
reclamo
= protesta, lamentela con cui si reclama, a voce o per iscritto
---------------
rilamentare
= verbo trans. lamentare di nuovo
---------------
rilamentarsi
= verbo riflessivo lamentarsi, lagnarsi nuovamente.
---------------
uggiolare
= verbo intransitivo guaire piano e lamentosamente
---------------
ululare
= verbo intransitivo emettere urli prolungati e lamentosi
---------------
Verb: to moan-moaned-moaned
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I moan
you moan
he/she/it moans
we moan
you moan
they moan
Simple past
I moaned
you moaned
he/she/it moaned
we moaned
you moaned
they moaned
Simple past
I moaned
you moaned
he/she/it moaned
we moaned
you moaned
they moaned
Present perfect
I have moaned
you have moaned
he/she/it has moaned
we have moaned
you have moaned
they have moaned
Past perfect
I had moaned
you had moaned
he/she/it had moaned
we had moaned
you had moaned
they had moaned
Past perfect
I had moaned
you had moaned
he/she/it had moaned
we had moaned
you had moaned
they had moaned
Simple future
I I will moan
you you will moan
he/she/it he/she/it will moan
we we will moan
you I will moan
they they will moan
Future perfect
I will have moaned
you will have moaned
he/she/it will have moaned
we will have moaned
you will have moaned
they will have moaned
Present continuous
I am moaning
you are moaning
he/she/it is moaning
we are moaning
you are moaning
they are moaning
Past simple continuous
I was moaning
you were moaning
he/she/it was moaning
we were moaning
you were moaning
they were moaning
Future continuous
I will be moaning
you will be moaning
he/she/it will be moaning
we will be moaning
you will be moaning
they will be moaning
Future perfect continuous
I will have been moaning
you will have been moaning
he/she/it will have been moaning
we will have been moaning
you will have been moaning
they will have been moaning
Present perfect continuous
I have been moaning
you have been moaning
he/she/it has been moaning
we have been moaning
you have been moaning
they have been moaning
Past perfect continuous
I had been moaning
you had been moaning
he/she/it had been moaning
we had been moaning
you had been moaning
they had been moaning
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I moan
That you moan
That he/she/it moan
That we moan
That you moan
That they moan
Present perfect
That I have moaned
That you have moaned
That he/she/it have moaned
That we have moaned
That you have moaned
That they have moaned
Simple past
That I moaned
That you moaned
That he/she/it moaned
That we moaned
That you moaned
That they moaned
Past perfect
That I had moaned
That you had moaned
That he/she/it had moaned
That we had moaned
That you had moaned
That they had moaned
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would moan
you would moan
we would moan
we would moan
you would moan
they would moan
Past
I would have moaned
you would have moaned
he/she/it would have moaned
we would have moaned
you would have moaned
they would have moaned
Present continous
I would be moaning
you would be moaning
we would be moaning
we would be moaning
you would be moaning
they would be moaning
Past continous
I would have been moaning
you would have been moaning
he/she/it would have been moaning
we would have been moaning
you would have been moaning
they would have been moaning
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me moan
moan
let him moan
let us moan
moan
let them moan
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to moan
Past
to have moaned
Present continous
to be moaning
Perfect continous
to have been moaning
Affermative - PARTICIPLE
Present
moaning
Past
moaned
Perfect
having moaned
Affermative - GERUND
Present
moaning
Past
having moaned
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am moaned
you are moaned
he/she/it is moaned
we are moaned
you are moaned
they are moaned
Past simple
I was moaned
you were moaned
he/she/it was moaned
we were moaned
you were moaned
they were moaned
Past simple
I was moaned
you were moaned
he/she/it was moaned
we were moaned
you were moaned
they were moaned
Present perfect
I have been moaned
you have been moaned
he/she/it has been moaned
we have been moaned
you have been moaned
they have been moaned
Past perfect
I had been moaned
you had been moaned
he/she/it had been moaned
we had been moaned
you had been moaned
they had been moaned
Past perfect
I had been moaned
you had been moaned
he/she/it had been moaned
we had been moaned
you had been moaned
they had been moaned
Future simple
I will be moaned
you will be moaned
he/she/it will be moaned
we will be moaned
you will be moaned
they will be moaned
Future perfect
I will have been moaned
you will have been moaned
he/she/it will have been moaned
we will have been moaned
you will have been moaned
they will have been moaned
Present continuous
I am being moaned
you are being moaned
he/she/it is being moaned
we are being moaned
you are being moaned
they are being moaned
Past simple continuous
I was being moaned
you were being moaned
he/she/it was being moaned
were being moaned
you were being moaned
they were being moaned
Future continuous
I will being moaned
you will being moaned
he/she/it will being moaned
we will being moaned
you will being moaned
they will being moaned
Future perfect continuous
I will have been moaned
you will have been moaned
he/she/it will have been moaned
we will have been moaned
you will have been moaned
they will have been moaned
Present perfect continuous
I have been moaned
you have been moaned
he/she/it has been moaned
we have been moaned
you have been moaned
they have been moaned
Past perfect continuous
I had been moaned
you had been moaned
he/she/it had been moaned
we had been moaned
you had been moaned
they had been moaned
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be moaned
That you be moaned
That he/she/it be moaned
That we be moaned
That you be moaned
That they be moaned
Present perfect
That I have been moaned
That you have been moaned
That he/she/it have been moaned
That we have been moaned
That you have been moaned
That they have been moaned
Simple past
That I were moaned
That you were moaned
That he/she/it were moaned
That we were moaned
That you were moaned
That they were moaned
Past perfect
That I had been moaned
That you had been moaned
That he/she/it had been moaned
That we had been moaned
That you had been moaned
That they had been moaned
CONDITIONAL
Present
I would be moaned
you would be moaned
we would be moaned
we would be moaned
you would be moaned
they would be moaned
Past
I would have been moaned
you would have been moaned
he/she/it would have been moaned
we would have been moaned
you would have been moaned
they would have been moaned
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be moaned
Past
to have been moaned
PARTICIPLE
Present
being moaned
Past
moaned
Perfect
having been moaned
GERUND
Present
being moaned
Past
having been moaned
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not moan
you do not moan
he/she/it does not moans
we do not moan
you do not moan
they do not moan
Simple past
I did not moan
you did not moan
he/she/it did not moan
we did not moan
you did not moan
they did not moan
Simple past
I did not moan
you did not moan
he/she/it did not moan
we did not moan
you did not moan
they did not moan
Present perfect
I have not moaned
you have not moaned
he/she/it has not moaned
we have not moaned
you have not moaned
they have not moaned
Past perfect
I had not moaned
you had not moaned
he/she/it had not moaned
we had not moaned
you had not moaned
they had not moaned
Past perfect
I had not moaned
you had not moaned
he/she/it had not moaned
we had not moaned
you had not moaned
they had not moaned
Simple future
I I will not moan
you you will not moan
he/she/it he/she/it will not moan
we we will not moan
you I will not moan
they they will not moan
Future perfect
I will not have moaned
you will not have moaned
he/she/it will not have moaned
we will not have moaned
you will not have moaned
they will not have moaned
Present continuous
I am not moaning
you are not moaning
he/she/it is not moaning
we are not moaning
you are not moaning
they are not moaning
Past simple continuous
I was not moaning
you were not moaning
he/she/it was not moaning
we were not moaning
you were not moaning
they were not moaning
Future continuous
I will not be moaning
you will not be moaning
he/she/it will not be moaning
we will not be moaning
you will not be moaning
they will not be moaning
Future perfect continuous
I will not have been moaning
you will not have been moaning
he/she/it will not have been moaning
we will not have been moaning
you will not have been moaning
they will not have been moaning
Present perfect continuous
I have not been moaning
you have not been moaning
he/she/it has not been moaning
we have not been moaning
you have not been moaning
they have not been moaning
Past perfect continuous
I had not been moaning
you had not been moaning
he/she/it had not been moaning
we had not been moaning
you had not been moaning
they had not been moaning
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not moan
That you do not moan
That he/she/it does not moan
That we do not moan
That you do not moan
That they do not moan
Present perfect
That I have not moaned
That you have not moaned
That he/she/it have not moaned
That we have not moaned
That you have not moaned
That they have not moaned
Simple past
That I did not moan
That you did not moan
That he/she/it did not moan
That we did not moan
That you did not moan
That they did not moan
Past perfect
That I had not moaned
That you had not moaned
That he/she/it had not moaned
That we had not moaned
That you had not moaned
That they had not moaned
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not moan
you would not moan
we would not moan
we would not moan
you would not moan
they would not moan
Past
I would not have moaned
you would not have moaned
he/she/it would not have moaned
we would not have moaned
you would not have moaned
they would not have moaned
Present continous
I would not be moaning
you would not be moaning
we would not be moaning
we would not be moaning
you would not be moaning
they would not be moaning
Past continous
I would not have been moaning
you would not have been moaning
he/she/it would not have been moaning
we would not have been moaning
you would not have been moaning
they would not have been moaning
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me moan
do not moan
do not let him moan
do not let us moan
do not moan
do not let them moan
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to moan
Past
not to have moaned
Present continous
not to be moaning
Perfect continous
not to have been moaning
Negative - PARTICIPLE
Present
not moaning
Past
not moaned
Perfect
not having moaned
Negative - GERUND
Present
not moaning
Past
not having moaned
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I moan ?
do you moan ?
does she/he/it moans ?
do we moan ?
do you moan ?
do they moan ?
Simple past
did I moan ?
did you moan ?
did she/he/it moan ?
did we moan ?
did you moan ?
did they moan ?
Simple past
did I moan ?
did you moan ?
did she/he/it moan ?
did we moan ?
did you moan ?
did they moan ?
Present perfect
have I moaned ?
have you moaned ?
has she/he/it moaned ?
have we moaned ?
have you moaned ?
have they moaned ?
Past perfect
had I moaned ?
had you moaned ?
had she/he/it moaned ?
had we moaned ?
had you moaned ?
had they moaned ?
Past perfect
had I moaned ?
had you moaned ?
had she/he/it moaned ?
had we moaned ?
had you moaned ?
had they moaned ?
Simple future
will I moan ?
will you moan ?
will she/he/it moan ?
will we moan ?
will I moan ?
will they moan ?
Future perfect
will I have moaned ?
will you have moaned ?
will she/he/it have moaned ?
will we have moaned ?
will you have moaned ?
will they have moaned ?
Present continuous
am I moaning ?
are you moaning ?
is she/he/it moaning ?
are we moaning ?
are you moaning ?
are they moaning ?
Past simple continuous
was I moaning ?
were you moaning ?
was she/he/it moaning ?
were we moaning ?
were you moaning ?
were they moaning ?
Future continuous
will I be moaning ?
will you be moaning ?
will she/he/it be moaning ?
will we be moaning ?
will you be moaning ?
will they be moaning ?
Future perfect continuous
will I have been moaning ?
will you have been moaning ?
will she/he/it have been moaning ?
will we have been moaning ?
will you have been moaning ?
will they have been moaning ?
Present perfect continuous
have I been moaning ?
have you been moaning ?
has she/he/it been moaning ?
have we been moaning ?
have you been moaning ?
have they been moaning ?
Past perfect continuous
had I been moaning ?
had you been moaning ?
had she/he/it been moaning ?
had we been moaning ?
had you been moaning ?
had they been moaning ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I moan ?
That do you moan ?
That does she/he/it moan ?
That do we moan ?
That do you moan ?
That do they moan ?
Present perfect
That have I moaned ?
That have you moaned ?
That have she/he/it moaned ?
That have we moaned ?
That have you moaned ?
That have they moaned ?
Simple past
That did I moan ?
That did you moan ?
That did she/he/it moan ?
That did we moan ?
That did you moan ?
That did they moan ?
Past perfect
That had I moaned ?
That had you moaned ?
That had she/he/it moaned ?
That had we moaned ?
That had you moaned ?
That had they moaned ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I moan ?
would you moan ?
would she/he/it moan ?
would we moan ?
would you moan ?
would they moan ?
Past
would I have moaned?
would you have moaned?
would she/he/it have moaned?
would we have moaned?
would you have moaned?
would they have moaned?
Present continous
would I be moaning ?
would you be moaning ?
would she/he/it be moaning ?
would we be moaning ?
would you be moaning ?
would they be moaning ?
Past continous
would I have been moaning?
would you have been moaning?
would she/he/it have been moaning?
would we have been moaning?
would you have been moaning?
would they have been moaning?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not moan ?
do you not moan ?
does she/he/it not moans ?
do we not moan ?
do you not moan ?
do they not moan ?
Simple past
did I not moan ?
did you not moan ?
did she/he/it not moan ?
did we not moan ?
did you not moan ?
did they not moan ?
Simple past
did I not moan ?
did you not moan ?
did she/he/it not moan ?
did we not moan ?
did you not moan ?
did they not moan ?
Present perfect
have I not moaned ?
have you not moaned ?
has she/he/it not moaned ?
have we not moaned ?
have you not moaned ?
have they not moaned ?
Past perfect
had I not moaned ?
had you not moaned ?
had she/he/it not moaned ?
had we not moaned ?
had you not moaned ?
had they not moaned ?
Past perfect
had I not moaned ?
had you not moaned ?
had she/he/it not moaned ?
had we not moaned ?
had you not moaned ?
had they not moaned ?
Simple future
will I not moan ?
will you not moan ?
will she/he/it not moan ?
will we not moan ?
will I not moan ?
will they not moan ?
Future perfect
will I not have moaned ?
will you not have moaned ?
will she/he/it not have moaned ?
will we not have moaned ?
will you not have moaned ?
will they not have moaned ?
Present continuous
am I not moaning ?
are you not moaning ?
is she/he/it not moaning ?
are we not moaning ?
are you not moaning ?
are they not moaning ?
Past simple continuous
was I not moaning ?
were you not moaning ?
was she/he/it not moaning ?
were we not moaning ?
were you not moaning ?
were they not moaning ?
Future continuous
will I not be moaning ?
will you not be moaning ?
will she/he/it not be moaning ?
will we not be moaning ?
will you not be moaning ?
will they not be moaning ?
Future perfect continuous
will I not have been moaning ?
will you not have been moaning ?
will she/he/it not have been moaning ?
will we not have been moaning ?
will you not have been moaning ?
will they not have been moaning ?
Present perfect continuous
have I not been moaning ?
have you not been moaning ?
has she/he/it not been moaning ?
have we not been moaning ?
have you not been moaning ?
have they not been moaning ?
Past perfect continuous
had I not been moaning ?
had you not been moaning ?
had she/he/it not been moaning ?
had we not been moaning ?
had you not been moaning ?
had they not been moaning ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not moan ?
That do you not moan ?
That does she/he/it not moan ?
That do we not moan ?
That do you not moan ?
That do they not moan ?
Present perfect
That have I not moaned ?
That have you not moaned ?
That have she/he/it not moaned ?
That have we not moaned ?
That have you not moaned ?
That have they not moaned ?
Simple past
That did I not moan ?
That did you not moan ?
That did she/he/it not moan ?
That did we not moan ?
That did you not moan ?
That did they not moan ?
Past perfect
That had I not moaned ?
That had you not moaned ?
That had she/he/it not moaned ?
That had we not moaned ?
That had you not moaned ?
That had they not moaned ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not moan ?
would you not moan ?
would she/he/it not moan ?
would we not moan ?
would you not moan ?
would they not moan ?
Past
would I not have moaned?
would you not have moaned?
would she/he/it not have moaned?
would we not have moaned?
would you not have moaned?
would they not have moaned?
Present continous
would I not be moaning ?
would you not be moaning ?
would she/he/it not be moaning ?
would we not be moaning ?
would you not be moaning ?
would they not be moaning ?
Past continous
would I not have been moaning?
would you not have been moaning?
would she/he/it not have been moaning?
would we not have been moaning?
would you not have been moaning?
would they not have been moaning?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - lamentare
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io lamento
tu lamenti
egli lamenta
noi lamentiamo
voi lamentate
essi lamentano
Imperfetto
io lamentavo
tu lamentavi
egli lamentava
noi lamentavamo
voi lamentavate
essi lamentavano
Passato remoto
io lamentai
tu lamentasti
egli lamentò
noi lamentammo
voi lamentaste
essi lamentarono
Passato prossimo
io ho lamentato
tu hai lamentato
egli ha lamentato
noi abbiamo lamentato
voi avete lamentato
essi hanno lamentato
Trapassato prossimo
io avevo lamentato
tu avevi lamentato
egli aveva lamentato
noi avevamo lamentato
voi avevate lamentato
essi avevano lamentato
Trapassato remoto
io ebbi lamentato
tu avesti lamentato
egli ebbe lamentato
noi avemmo lamentato
voi eveste lamentato
essi ebbero lamentato
Futuro semplice
io lamenterò
tu lamenterai
egli lamenterà
noi lamenteremo
voi lamenterete
essi lamenteranno
Futuro anteriore
io avrò lamentato
tu avrai lamentato
egli avrà lamentato
noi avremo lamentato
voi avrete lamentato
essi avranno lamentato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io lamenti
che tu lamenti
che egli lamenti
che noi lamentiamo
che voi lamentiate
che essi lamentino
Passato
che io abbia lamentato
che tu abbia lamentato
che egli abbia lamentato
che noi abbiamo lamentato
che voi abbiate lamentato
che essi abbiano lamentato
Imperfetto
che io lamentassi
che tu lamentassi
che egli lamentasse
che noi lamentassimo
che voi lamentaste
che essi lamentassero
Trapassato
che io avessi lamentato
che tu avessi lamentato
che egli avesse lamentato
che noi avessimo lamentato
che voi aveste lamentato
che essi avessero lamentato
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io lamenterei
tu lamenteresti
egli lamenterebbe
noi lamenteremmo
voi lamentereste
essi lamenterebbero
Passato
io avrei lamentato
tu avresti lamentato
egli avrebbe lamentato
noi avremmo lamentato
voi avreste lamentato
essi avrebbero lamentato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
lamenta
lamenti
lamentiamo
lamentate
lamentino
Futuro
-
lamenterai
lamenterà
lamenteremo
lamenterete
lamenteranno
INFINITO - attivo
Presente
lamentare
Passato
avere lamentato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
lamentante
Passato
lamentato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
lamentando
Passato
avendo lamentato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono lamentato
tu sei lamentato
egli é lamentato
noi siamo lamentati
voi siete lamentati
essi sono lamentati
Imperfetto
io ero lamentato
tu eri lamentato
egli era lamentato
noi eravamo lamentati
voi eravate lamentati
essi erano lamentati
Passato remoto
io fui lamentato
tu fosti lamentato
egli fu lamentato
noi fummo lamentati
voi foste lamentati
essi furono lamentati
Passato prossimo
io sono stato lamentato
tu sei stato lamentato
egli é stato lamentato
noi siamo stati lamentati
voi siete stati lamentati
essi sono stati lamentati
Trapassato prossimo
io ero stato lamentato
tu eri stato lamentato
egli era stato lamentato
noi eravamo stati lamentati
voi eravate stati lamentati
essi erano statilamentati
Trapassato remoto
io fui stato lamentato
tu fosti stato lamentato
egli fu stato lamentato
noi fummo stati lamentati
voi foste stati lamentati
essi furono stati lamentati
Futuro semplice
io sarò lamentato
tu sarai lamentato
egli sarà lamentato
noi saremo lamentati
voi sarete lamentati
essi saranno lamentati
Futuro anteriore
io sarò stato lamentato
tu sarai stato lamentato
egli sarà stato lamentato
noi saremo stati lamentati
voi sarete stati lamentati
essi saranno stati lamentati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia lamentato
che tu sia lamentato
che egli sia lamentato
che noi siamo lamentati
che voi siate lamentati
che essi siano lamentati
Passato
che io sia stato lamentato
che tu sia stato lamentato
che egli sia stato lamentato
che noi siamo stati lamentati
che voi siate stati lamentati
che essi siano stati lamentati
Imperfetto
che io fossi lamentato
che tu fossi lamentato
che egli fosse lamentato
che noi fossimo lamentati
che voi foste lamentati
che essi fossero lamentati
Trapassato
che io fossi stato lamentato
che tu fossi stato lamentato
che egli fosse stato lamentato
che noi fossimo stati lamentati
che voi foste stati lamentati
che essi fossero stati lamentati
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei lamentato
tu saresti lamentato
egli sarebbe lamentato
noi saremmo lamentati
voi sareste lamentati
essi sarebbero lamentati
Passato
io sarei stato lamentato
tu saresti stato lamentato
egli sarebbe stato lamentato
noi saremmo stati lamentati
voi sareste stati lamentati
essi sarebbero stati lamentati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii lamentato
sia lamentato
siamo lamentati
siate lamentati
siano lamentati
Futuro
-
sarai lamentato
sarà lamentato
saremo lamentati
sarete lamentati
saranno lamentati
INFINITO - passivo
Presente
essere lamentato
Passato
essere stato lamentato
 
 
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
lamentato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo lamentato
Passato
essendo stato lamentato