Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
map
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
map
= carta geografica\topografica, mappa, carta celeste, fare una mappa di, memory allocation map, map,
---------------
air map
= carta per la navigazione aerea ,
---------------
celestial map
= mappa celeste ,
---------------
contour map
= carta delle curve di livello ,
---------------
csm
= code set map , communications services manager, csm ,
---------------
msl
= map specification library, mirrored server link, msl,
---------------
nmm
= netware management map , nmm,
---------------
unfold a map
= spiegare una mappa ,
---------------
unfolded a map
= spiegato una mappa ,
---------------
unfolding a map
= spiegando una mappa ,
---------------
unfolds a map
= spiega una mappa ,
---------------
Vocabulary and phrases
disegnare
= verbo trans . rappresentare l'immagine di qualcosa per mezzo di linee e segni
---------------
* Assaporato dolorosamente questo momento , don Abbondio ricapitolò subito i suoi disegni della notte , si confermò in essi , gli ordinò meglio , s'alzò , e stette aspettando Renzo con timore e , ad un tempo , con impazienza .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Le diede una voce , mentre essa apriva l'uscio ; studiò il passo , la raggiunse , la ritenne sulla soglia , e , col disegno di scovar qualche cosa di più positivo , si fermò ad attaccar discorso con essa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Benedetta gente ! siete tutti così: in vece di raccontar il fatto , volete interrogare , perché avete già i vostri disegni in testa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Non è nostro disegno di far la storia della sua vita claustrale: diremo soltanto che , adempiendo , sempre con gran voglia , e con gran cura , gli ufizi che gli venivano ordinariamente assegnati , di predicare e d'assistere i moribondi , non lasciava mai sfuggire un'occasione d'esercitarne due altri , che s'era imposti da sé: accomodar differenze , e proteggere oppressi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il conte duca , signori miei , - proseguiva il podestà , sempre col vento in poppa , e un po' maravigliato anche lui di non incontrar mai uno scoglio: - il conte duca è una volpe vecchia , parlando col dovuto rispetto , che farebbe perder la traccia a chi si sia: e , quando accenna a destra , si può esser sicuri che batterà a sinistra: ond'è che nessuno può mai vantarsi di conoscere i suoi disegni ; e quegli stessi che devon metterli in esecuzione , quegli stessi che scrivono i dispacci , non ne capiscon niente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il conte duca , viceversa , sa appuntino cosa bolle in pentola di tutte l'altre corti ; e tutti que' politiconi (che ce n'è di diritti assai , non si può negare) hanno appena immaginato un disegno , che il conte duca te l'ha già indovinato , con quella sua testa , con quelle sue strade coperte , con que' suoi fili tesi per tutto .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - C'è qualche disegno ?
---------------
* Intanto , nella casetta di Lucia , erano stati messi in campo e ventilati disegni , de' quali ci conviene informare il lettore .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Andò addirittura , secondo che aveva disegnato , alla casetta d'un certo Tonio , ch'era lì poco distante ; e lo trovò in cucina , che , con un ginocchio sullo scalino del focolare , e tenendo , con una mano , l'orlo d'un paiolo , messo sulle ceneri calde , dimenava , col matterello ricurvo , una piccola polenta bigia , di gran saraceno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Formava un disegno di vendetta , l'abbandonava , pensava come soddisfare insieme alla passione , e a ciò che chiamava onore ; e talvolta (vedete un poco !) sentendosi fischiare ancora agli orecchi quell'esordio di profezia , si sentiva venir , come si dice , i bordoni , e stava quasi per deporre il pensiero delle due soddisfazioni .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La curiosità del conte era stuzzicata ; non gli risparmiò interrogazioni , ma don Rodrigo le seppe eluder tutte , rimettendosi sempre al giorno della decisione , e non volendo comunicare alla parte avversa disegni che non erano né incamminati , né assolutamente fissati .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tornati che furon tutti al palazzotto , il Griso rese conto , e fissò definitivamente il disegno dell'impresa ; assegnò le parti , diede istruzioni .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La striscia di luce , che uscì d'improvviso per quella apertura , e si disegnò sul pavimento oscuro del pianerottolo , fece riscoter Lucia , come se fosse scoperta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma chi non aveva mai spinto al di là di quelli neppure un desiderio fuggitivo , chi aveva composti in essi tutti i disegni dell'avvenire , e n'è sbalzato lontano , da una forza perversa ! Chi , staccato a un tempo dalle più care abitudini , e disturbato nelle più care speranze , lascia que' monti , per avviarsi in traccia di sconosciuti che non ha mai desiderato di conoscere , e non può con l'immaginazione arrivare a un momento stabilito per il ritorno ! Addio , casa natìa , dove , sedendo , con un pensiero occulto , s'imparò a distinguere dal rumore de' passi comuni il rumore d'un passo aspettato con un misterioso timore .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* A sei anni , Gertrude fu collocata , per educazione e ancor più per istradamento alla vocazione impostale , nel monastero dove l'abbiamo veduta: e la scelta del luogo non fu senza disegno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Pensò alla maniera , gran parte della notte ; e s'alzò presto , con due disegni , l'uno stabilito , l'altro abbozzato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Con tutto ciò , coloro che rimanevano a denti secchi , erano senza paragone i più ; anche i conquistatori non eran soddisfatti di prede così piccole , e , mescolati poi con gli uni e con gli altri , c'eran coloro che avevan fatto disegno sopra un disordine più co' fiocchi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La vista della preda fece dimenticare ai vincitori i disegni di vendette sanguinose .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ne' tumulti popolari c'è sempre un certo numero d'uomini che , o per un riscaldamento di passione , o per una persuasione fanatica , o per un disegno scellerato , o per un maledetto gusto del soqquadro , fanno di tutto per ispinger le cose al peggio ; propongono o promovono i più spietati consigli , soffian nel fuoco ogni volta che principia a illanguidire: non è mai troppo per costoro ; non vorrebbero che il tumulto avesse né fine né misura .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Camminando così con la testa per aria , si trovò a ridosso a un crocchio ; e fermatosi , sentì che vi discorrevan di congetture , di disegni , per il giorno dopo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Dimodoché tutte quelle esortazioni non servirono ad altro che a confermarlo nel disegno che già aveva in testa , di far tutto il contrario .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Aveva dunque disegnato per suo rifugio quel paese nel territorio di Bergamo , dov'era accasato quel suo cugino Bortolo , se ve ne rammentate , che più volte l'aveva invitato a andar là .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Fu lì lì per farsi insegnar la strada da qualcheduno de' suoi liberatori ; ma siccome nel poco tempo che aveva avuto per meditare su' casi suoi , gli eran passate per la mente certe idee su quello spadaio così obbligante , padre di quattro figliuoli , così , a buon conto , non volle manifestare i suoi disegni a una gran brigata , dove ce ne poteva essere qualche altro di quel conio ; e risolvette subito d'allontanarsi in fretta di lì: che la strada se la farebbe poi insegnare , in luogo dove nessuno sapesse chi era , né il perché la domandasse .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Un altro studio penoso era quello di far sull'avvenire un disegno che gli potesse piacere: quelli che non erano in aria , eran tutti malinconici .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il disegno era più facile da concepirsi che da eseguirsi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Già cammin facendo , aveva disegnato di far lì un'altra fermatina , per fare un pasto un po' più sostanzioso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* La disegnò subito per suo albergo ; si rimise sul sentiero , ripassò il bosco , le macchie , la sodaglia ; e andò verso la capanna .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quando finalmente quel martello ebbe battuto undici tocchi , ch'era l'ora disegnata da Renzo per levarsi , s'alzò mezzo intirizzito , si mise inginocchioni , disse , e con più fervore del solito , le divozioni della mattina , si rizzò , si stirò in lungo e in largo , scosse la vita e le spalle , come per mettere insieme tutte le membra , che ognuno pareva che facesse da sé , soffiò in una mano , poi nell'altra , se le stropicciò , aprì l'uscio della capanna ; e , per la prima cosa , diede un'occhiata in qua e in là , per veder se c'era nessuno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Questo , secondo i suoi primi disegni , avrebbe dovuto a quell'ora trovarsi già in Milano ; ma , alle prime notizie del tumulto , e della canaglia che girava per le strade , in tutt'altra attitudine che di ricever bastonate , aveva creduto bene di trattenersi in campagna , fino a cose quiete .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Tante circostanze favorevoli al suo disegno infiammavano sempre più la sua passione , cioè quel misto di puntiglio , di rabbia e d'infame capriccio , di cui la sua passione era composta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Ora , da qualche tempo , - continuò Attilio , - s'è cacciato in testa questo frate , che Rodrigo avesse non so che disegni sopra questa . . .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Ora poi , - continuava Attilio , - è più arrabbiato che mai , perché gli è andato a monte un disegno che gli premeva molto molto: e da questo il signore zio capirà che uomo sia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma un no imperioso che risonò nella sua mente , fece svanire quel disegno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
" Un qualche demonio ha costei dalla sua , - pensava poi , rimasto solo , ritto , con le braccia incrociate sul petto , e con lo sguardo immobile sur una parte del pavimento , dove il raggio della luna , entrando da una finestra alta , disegnava un quadrato di luce pallida , tagliata a scacchi dalle grosse inferriate , e intagliata più minutamente dai piccoli compartimenti delle vetriate .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Cure , che potrebbero forse indur concetto d'una virtù gretta , misera , angustiosa , d'una mente impaniata nelle minuzie , e incapace di disegni elevati ; se non fosse in piedi questa biblioteca ambrosiana , che Federigo ideò con sì animosa lautezza , ed eresse , con tanto dispendio , da' fondamenti ; per fornir la quale di libri e di manoscritti , oltre il dono de' già raccolti con grande studio e spesa da lui , spedì otto uomini , de' più colti ed esperti che poté avere , a farne incetta , per l'Italia , per la Francia , per la Spagna , per la Germania , per le Fiandre , nella Grecia , al Libano , a Gerusalemme .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Alla biblioteca unì un collegio di dottori (furon nove , e pensionati da lui fin che visse ; dopo , non bastando a quella spesa l'entrate ordinarie , furon ristretti a due) ; e il loro ufizio era di coltivare vari studi , teologia , storia , lettere , antichità ecclesiastiche , lingue orientali , con l'obbligo ad ognuno di pubblicar qualche lavoro sulla materia assegnatagli ; v'unì un collegio da lui detto trilingue , per lo studio delle lingue greca , latina e italiana ; un collegio d'alunni , che venissero istruiti in quelle facoltà e lingue , per insegnarle un giorno ; v'unì una stamperia di lingue orientali , dell'ebraica cioè , della caldea , dell'arabica , della persiana , dell'armena ; una galleria di quadri , una di statue , e , una scuola delle tre principali arti del disegno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'innominato , ch'era stato come portato lì per forza da una smania inesplicabile , piuttosto che condotto da un determinato disegno , ci stava anche come per forza , straziato da due passioni opposte , quel desiderio e quella speranza confusa di trovare un refrigerio al tormento interno , e dall'altra parte una stizza , una vergogna di venir lì come un pentito , come un sottomesso , come un miserabile , a confessarsi in colpa , a implorare un uomo: e non trovava parole , né quasi ne cercava .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chi si rodeva , chi faceva disegni del dove sarebbe andato a cercar ricovero e impiego ; chi s'esaminava se avrebbe potuto adattarsi a diventar galantuomo ; chi anche , tocco da quelle parole , se ne sentiva una certa inclinazione ; chi , senza risolver nulla , proponeva di prometter tutto a buon conto , di rimanere intanto a mangiare quel pane offerto così di buon cuore , e allora così scarso , e d'acquistar tempo: nessuno fiatò .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* I suoi disegni eran ben diversi da quelli della madre , o , per dir meglio , non n'aveva ; s'era abbandonata alla Provvidenza .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Era una delle sue massime questa , che , per riuscire a far del bene alla gente , la prima cosa , nella maggior parte de' casi , è di non metterli a parte del disegno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* L'avete ubbidita puntualmente: s'era fatta vedere a voi , per intimarvi il suo desiderio ; ma voleva rimanere occulta a chi avrebbe potuto ripararsi da essa , e mettersi in guardia ; non voleva che si facesse rumore , voleva il segreto , per maturare a suo bell'agio i suoi disegni d'insidie o di forza ; vi comandò la trasgressione e il silenzio: voi avete trasgredito , e non parlavate .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Allora avreste sentito che l'iniquità può aver bensì delle minacce da fare , de' colpi da dare , ma non de' comandi ; avreste unito , secondo la legge di Dio , ciò che l'uomo voleva separare ; avreste prestato a quegl'innocenti infelici il ministero che avevan ragione di richieder da voi: delle conseguenze sarebbe restato mallevadore Iddio , perché si sarebbe andati per la sua strada: avendone presa un'altra , ne restate mallevadore voi ; e di quali conseguenze ! Ma forse che tutti i ripari umani vi mancavano ? forse che non era aperta alcuna via di scampo , quand'aveste voluto guardarvi d'intorno , pensarci , cercare ? Ora voi potete sapere che que' vostri poverini , quando fossero stati maritati , avrebbero pensato da sé al loro scampo , eran disposti a fuggire dalla faccia del potente , s'eran già disegnato il luogo di rifugio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il resto di quel giorno , non fece altro che mulinare , far disegni sull'avvenire , e sospirar l'indomani .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* C'erano finalmente speranze incerte , e lontane , disegni lanciati nell'avvenire , e intanto promesse e preghiere di mantener la fede data , di non perder la pazienza né il coraggio , d'aspettar migliori circostanze .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* In tutte poi regna una strana confusione di tempi e di cose ; è un continuo andare e venire , come alla ventura , senza disegno generale , senza disegno ne' particolari: carattere , del resto , de' più comuni e de' più apparenti ne' libri di quel tempo , principalmente in quelli scritti in lingua volgare , almeno in Italia ; se anche nel resto d'Europa , i dotti lo sapranno , noi lo sospettiamo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* O sia stato un gusto sciocco di far nascere uno spavento più rumoroso e più generale , o sia stato un più reo disegno d'accrescer la pubblica confusione , o non saprei che altro ; la cosa è attestata di maniera , che ci parrebbe men ragionevole l'attribuirla a un sogno di molti , che al fatto d'alcuni: fatto , del resto , che non sarebbe stato , né il primo né l'ultimo di tal genere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma , oh forze mirabili e dolorose d'un pregiudizio generale ! non già al trovarsi insieme tante persone , e per tanto tempo , non all'infinita moltiplicazione de' contatti fortuiti , attribuivano i più quell'effetto ; l'attribuivano alla facilità che gli untori ci avessero trovata d'eseguire in grande il loro empio disegno .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Col tornar della vita , risorsero più che mai rigogliose nell'animo suo le memorie , i desidèri , le speranze , i disegni della vita ; val a dire che pensò più che mai a Lucia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Un turbamento ancor più forte provò allo sboccare sulla piazzetta davanti alla chiesa ; e ancora peggio s'aspettava al termine del cammino: ché dove aveva disegnato d'andare a fermarsi , era a quella casa ch'era stato solito altre volte di chiamar la casa di Lucia .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Su queste notizie , il disegno di Renzo era di tentare d'entrar dalla prima porta a cui si fosse abbattuto ; se ci fosse qualche intoppo , riprender le mura di fuori , finché ne trovasse un'altra di più facile accesso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Andava dunque il nostro viaggiatore allegramente , senza aver disegnato né dove , né come , né quando , né se avesse da fermarsi la notte , premuroso soltanto di portarsi avanti , d'arrivar presto al suo paese , di trovar con chi parlare , a chi raccontare , soprattutto di poter presto rimettersi in cammino per Pasturo , in cerca d'Agnese .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Se Renzo avesse dovuto passar la sua in quel paese , secondo il suo primo disegno , sarebbe stata una vita poco allegra .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
E ora basta! basta davvero! Non voleva piú saperne! Prese libri, quaderni, disegni, squadre, astucci, matite e li portò giú, innanzi alla villa per farne un falò.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Era poca, veramente, quella terra; ma da parecchi anni don Mattia covava, di nascosto al Butera, il disegno d'ingrandirla, acquistando la terra d'un suo vicino, col quale già s'era messo a prezzo e accordato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quante privazioni, quanti sacrifizii non s'era imposti, per metter da parte quanto gli bisognava per attuare quel suo disegno! Era poca, sí, la sua terra; ma da un pezzo egli, affacciandosi al balcone della cascina, s'era abituato a saltar con gli occhi il muro di cinta tra il suo podere e quello del vicino e a considerar come sua tutta quanta quella terra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Imbroglione! Muso di cane! Tornato a casa, Spatolino, per tutto quel giorno, disegnò tabernacoli.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il Vescovado lassú, ove colui covava il reo disegno e di giorno in giorno ne avvicinava l'attuazione, ce lo sentimmo tutti come un macigno sul petto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non cosí, ora; prima, prima, con l'autorità che ti veniva da codesti capelli bianchi, dovevi opporti a me, ai miei disegni, consigliarmi allora, tu che mi sapevi inetto agli affari.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Perché lei, mia figlia, ha avuto sempre veramente una grande passione per il disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Io ho veduto in una rivista illustrata il disegno del monumento funerario del signore qua...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ne ho fatti parecchi, io, di questi disegni, con la speranza di avere almeno qualche commissione dai morti, visto che i vivi...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Lei, scusi, signorina, - interloquí il Pogliani, un po' piccato nel vedersi messo cosí da parte, - ha ideato un monumento su qualche disegno del mio amico? - No, proprio uguale, no...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Il disegno del signor Colli rappresenta la Morte che attira la Vita, se non sbaglio...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Forse è meglio che tu faccia vedere senz'altro il disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per via di quel disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Allora m'ingegnai d'adattare da me il suo disegno all'idea al sentimento mio, a trasformarlo cioè in modo che potesse rappresentare il mio caso e il proposito mio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Lo scheletro sta rigido, come lo ha disegnato il signor Colli, ma di tra le pieghe del funebre paludamento vien fuori, appena, una mano che regge l'anello nuziale.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma è innegabile che ho tratto partito dal disegno e che...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Mi muojo dal desiderio di veder il suo disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Vestita?! - esclamò subito il Colli, come se avesse ricevuto un urtone guardando il disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nella casa nuova, con le finestre aperte a quel sole, povera signorina Consalvi, chi sa che sogni e che strazio! La trovò che disegnava, innanzi a un cavalletto, il ritratto del fidanzato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Subito la signorina Consalvi accennò di nascondere il disegno, alzandosi; ma il Pogliani la trattenne con dolce violenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mi provo a disegnare, e non lo ritrovo piú in questi lineamenti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La signorina Consalvi rimase a rimirare il disegno, insaziabilmente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ma io adesso mi servirò del suo disegno, sa? Non lo guarderò piú, questo brutto ritratto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Non poté tollerarle; fece un violento sforzo su se stessa; smise di piangere; e fu grata al giovine che, per distrarla, la pregava di fargli vedere la cartella dei disegni scorta lí su una sedia a libriccino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
la Vita nuda, nuda e cruda com'è, caro mio! sono tornati al mio primo disegno, al simbolo: via il ritratto! Tu che ghermisci, bello mio, e lei che non ne vuol sapere...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Seduta, prima di stendersi, guardò il professore, ch'era un bell'uomo, alto di statura, tutto raso, con gli occhiali d'oro, e gli disse, indicando la studentessa straniera: - Se me lo facesse disegnare da lei...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora la studentessa congiungeva tutte le lineette per compire il disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Raffaella fu tentata di guardarselo il suo cuore, lí disegnato; ma, improvvisamente, non poté piú reggere; scoppiò in singhiozzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
allora Bartolino, per dare uno sfogo all'orgasmo crescente di giorno in giorno, concepí un tristo disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un lampadino ardeva sul cassettone, riparato da uno specchio a tre luci: il lume si projettava su la parete vivamente, precisando il disegno e i colori della carta da parato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'ampia vallata sottoposta era allagata da un fresco e lieve chiarore lunare; gli alti colli di fronte sorgevano neri e si disegnavano nettamente nel cielo opalino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Con questo gelo nel cuore ritornava ora in Abruzzo, spirata la licenza di quindici giorni concessagli dal direttore delle scuole normali maschili di Città Sant'Angelo, ove da cinque anni insegnava disegno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Offrivano con quel sorriso all'ammirazione e al desiderio degli uomini il loro corpo disegnato nettamente dagli abiti succinti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La lettera mi annunziava, seguitando, alcuni disegni per l'avvenire: che tua moglie, cioè, spera, o almeno desidera, di trovar da lavorare in casa, o qualche dignitoso collocamento in una nobile famiglia, come lettrice o istitutrice, mettendo a profitto, dice, i preziosi ammaestramenti che tu le lasciasti in unica e cara eredità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come poi fare appunti particolareggiati senza avere a disposizione i disegni d'esecuzione e i dati necessarii? Eppure due enormi lacune apparivano già evidentissime nel progetto: nessuna somma per le spese generali, mentre ognuno comprendeva che non si potevano eseguire lavori cosí grandiosi, cosí estesi, cosí varii e delicati, senza gravi spese di direzione e di sorveglianza e spese legali e amministrative; e l'altra lacuna ben piú vasta e profonda: la riserva termica che in principio la Giunta sosteneva non necessaria e che poi finalmente ammetteva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mi pare di vederla ancora, quando, a qualche raffica piú violenta che la investiva da dietro, si fermava su le tozze gambe larghe, a cui s'attaccava la veste che gliele disegnava sconciamente, mentre davanti le faceva pallone.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dalla mattina fino alle due del pomeriggio, ella stava alla Scuola Professionale, dove insegnava disegno e ricamo; andava poi in giro fino alle sei, fino alle sette, talvolta fino alle otto di sera, per impartire lezioni particolari anche di lingua francese e di pianoforte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La maestrina Boccarmè, cosí colta all'improvviso, aprí appena appena le mani gracili e pallide a un gesto sconsolato e disse: - È ormai tanto tempo! L'angustia d'una rassegnazione, forse neanche piú avvertita, le si disegnò, cosí dicendo, agli angoli degli occhi, appena contrasse la pelle del viso per accompagnare quel gesto delle mani con uno squallido sorriso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutto era in ordine là dentro: in alto alcune trapunte logore , tappeti di seta , coperte di lana che il lungo uso aveva ingiallito come lo zafferano: piú giú la biancheria odorosa di mele cotogne , e canestrini di asfodelo e di giunchi sul cui sfondo giallino si disegnavano in nero i vasi , i pesci , gl'idoletti dell'arte sarda primitiva .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il grido tremolava come un nitrito , e le gambe delle donne , disegnate dalle gonne scure , e i piedi corti emergenti dall'ondulare dell'orlo rosso si movevan sempre piú agili scaldati dal piacere del ballo .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Una fila di mendicanti vigilava il sentiero e le loro figure accovacciate , terree e turchine , alcune con orribili occhi bianchi , altre con piaghe rosse e tumori violacei , coi petti nudi come scorticati , con le braccia e le dita brancicanti nerastre come ramicelli bruciati , si disegnavano fra un cespuglio e l'altro sulla linea azzurrognola e lattea dell'orizzonte .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Sí , sul sentieruolo bianco si disegnava anche l'ombra dei fiori: le foglie dei fichi d'India avevano le spine , nell'ombra , e dove l'acqua era ferma , giú al fiume , si vedevano le stelle .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Qualche figura di pescatore si disegnava immobile come dipinta in doppio sul verde della riva e sul verde dell'acqua stagnante fra i ciottoli bianchi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Una sottile e ampia tela m’aveva data a lavorare Iddio, trapunta d’ardito e gentile disegno: io la insudiciai, la stracciai; e, là dov’era intatta, la colorii d’imagini invereconde; e, quasi a mia condanna, ad esse intramischiai qualche forma delicata, delineatami in cuore dalla mano degli Angeli. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Una di queste, e non disamato, conobbe a Montmorency, buona donna, e moralissima molto; ma che con la sua sapienza critica gli dava l’imagine di materia che s’appiccica: sicché molte volte le liete ombre di Montmorency, or disegnate per terra dal sole incerto, or dileguantisi; e i suoni vari e confusi dello stormire, e il verde vivo che veste la terra appiè degli alberi digradanti per l’ameno declivio, sì che dell’uno le cime toccano le radici dell’altro; e la macchia cespugliosa, e i grossi alberi e radi, o i minori raccolti in fratte; e le vallette contemplate dall’alto: tutte quelle gioie modeste, vedute in compagnia della molto ragionevole creatura suddetta, gli venivano quasi a noia.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Il medio evo buio e possente, e il suo secolo molle e con lampioni a gasse; i sonanti numeri latini e i rotti accenti francesi; i vecchi volumi in foglio e i giornaletti leggieri; una scena di dramma e una citazione erudita; un disegno d’alta educazione e un articolo teatrale; un versetto dell’Apocalisse e un capitolo di romanzo. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
E correggere scritti propri ed altrui; e scriver lettere, e migliorare con esercizi di bambino la sua mano di scritto; e memorie della sua vita, e disegni di libri avvenire; e traduzioni e commenti ed epigrammi: la natura e l’arte, le donne ed il popolo, la terra e il cielo. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
— "Lineamenti composti quasi fiore non isbocciato; tenui come disegno leggermente condotto a contorno: spirituale il profilo; di faccia, più piena e sensualuccia: candore primo di adolescenza, con rado rossore, ch’erra e si dilegua: occhi non limpidi, mollemente socchiusi, pupilla viva, sguardo possente se diretto, di mal augurio se obliquo: un mover di labbro disavvenente; ma in serietà la bocca gentilmente immota: l’aspetto piacente: poche e leggiere lentiggini al mento, che, piano, s’assottiglia bellamente, e alla gola: sotto il cappel bianco risalta dai capelli non bellissimi la fronte pura e senza ruga, e una ciocchettina divisa fa parere il candore, come sole tra il verde. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Videro le cave non lontano da Nort, e Maria volle scendere per le ripide scale confitte a perpendicolo alla parete del buco altissimo; volle addentrarsi nelle vene, l’una all’altra con disegno mirabile corrispondenti, del carbone che veste luccicando il lubrico masso; saltare sui pianerottoli tra scala e scala, e posare ivi un poco il piede sicuro, indi avventurarsi a scesa più ardua; e con la guida d’un lume che dal cappel di metallo getta il languido raggio sulle angustie dell’umido fondo, guardar di laggiù la luce del giorno da breve pertugio, simile a pallida luna in notte tetra. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Videro nel borgo di Batz, tribù piccoletta, distinta per puro linguaggio e forti membra e vestir mondo e suo, una cappella scoperchiata, di cristiano disegno, ricco di casti ornamenti, gaia in sua composta bellezza, quasi perla minuta dell’arte gettata sul lembo dell’immensa natura, lieto inno che la fede umile dell’uomo contempera al concento tremendo delle tue opere, o Dio. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Sua moglie osò di allora svignarsela alla sorda, sì, ma non alla muta, e disse timidamente: «Vado, neh?» Pasotti si voltò accigliato, imperioso, le accennò col dito di venir da lui e le disegnò sopra e intorno alla persona, con quattro colpi di mimica, un cappello e uno scialle. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Franco si liberò da lui mediante pecunia, disegnò e alzò sopra la terrazza un aereo contesto di sottili aste e bastoncini di ferro che figuravan tre archi sormontati da una cupolina, vi mandò su due passiflore eleganti che vi aprivan qua e là i loro grandi occhi celesti e ricadevano da ogni parte in festoni e vilucchi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ma il disegno gli fallì perché sua moglie non poté stare alle mosse e corse al «Palazz» a giustificarsi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
In quel punto Luisa si risovvenne che aveva veduto la sciabola nel terzo, insieme a certi disegni arrotolati. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il disegno scolastico della trattazione, quella uniformità nella forma dell'argomentare pro e contro, quel gelido latino denso di profondo pensiero e incolore alla superficie, gli schiacciarono in tre giorni tutta la buona volontà. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ne ho fatto strage per tagliarne fuori, oltre a cinque quadratini per le vocali, parecchi altri quadrati più grandi, dove ho disegnato, immagina come! le figure di so-le, lu-na, ca-ne, bu-e, ecc. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
In pochi minuti la violenza dell'acquazzone diminuì, i foschi fantasmi delle montagne cominciarono a disegnarsi nel fondo bianco. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ah Iddio aveva preso la bambina per toglierla agli errori del mondo, Iddio aveva punito Luisa degli errori suoi ma non era disegnato l'orribile castigo anche per lui? Non aveva egli colpe? Oh sì, quante, quante! Ebbe la chiara visione di tutta la propria vita miseramente vuota di opere, piena di vanità, mal rispondente alle credenze che professava, tale da renderlo responsabile dell'irreligiosità di Luisa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Questa Intelligenza aveva freddamente disegnato la visita della Pasotti e il suo dono, aveva allontanato da Maria le persone che potevano custodirla in assenza della madre, l'aveva tratta senza difesa nelle sue insidie feroci, e uccisa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Chiuse gli occhi, cercò di non pensare a niente, e si vide sotto le palpebre una chiara macchia informe che si venne disegnando in un guancialetto, poi in una lettera, poi in un gran crisantemo bianco e poi in un viso supino, morto, che diventava via via più piccolo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Si disegnò un quadrante d'orologio, che diventò un occhio spaventato di pesce, un occhio umano severo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
– La Germania, Medio – evo? – domandò sdegnato Federico Berecche quando vide sul marmo del tavolino quel disegno, non riconoscendosi naturalmente nella caricatura, ma riconoscendo l’elmetto a chiodo germanico.(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
Non ignara del piacere e bisognosa di gioire soffrendo, smaniosa di sporgersi all'orlo delle tentazioni più terribili, con un cuore timido e temerario, soave e spietato, la donna aspirava intorno a sé l'ardore delle anime simile all'odore sulfureo dell'uragano; e non formava alcun disegno, non si preparava contro l'impreveduto; pesava sul ritmo de' suoi ginocchi la divina bestialità del suo corpo, covava la sua astuzia e la sua lussuria nel suo calore più profondo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
La figura scolpita a guisa di un cammeo aveva anch'essa le lunghe gambe lisce e l'un ginocchio molto proteso innanzi nell'atto d'incedere con quella maniera espedita che dava tanta pieghevolezza al passo della giovine signora e distendendo la stretta gonna palesava nel gioco alterno il disegno della coscia fino all'anca e l'inflessione del grembo sparente. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
La mano di marmo disegnò un gesto di supplice verso la bellezza della candida sera; poi col dorso appena appena toccò il labbro che non sanguinava più (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E l'elica s'arrestò; l'Àrdea fu sciolta, cessato il battito del suo cuore settemplice. Afferrandola per le traverse del corpo e per le cèntine delle ali, gli uomini si accinsero a spingerla verso il campo di slancio. Le tende scorrevoli si aprirono; una opulenta luce bionda fluì, come venuta dall'oro delle più lontane mèssi italiche. Un cumulo di nubi apparve, alpe ariosa d'ambra e di neve. Il clamore della moltitudine dava il fiotto marino alla pianura selvaggia. Un uomo era nel cielo, fragile e invitto, con tutto il busto emergente dal dosso dell'airone, disegnato contro la vasta bianchezza. Primi i due occhi chiari lo riconobbero. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Il fratello non aveva risposto, non aveva più parlato. Facendo schermo della mano agli occhi contro la luce delle lampade, di sotto la mano guardava la sorella, considerava quel viso di delicata polpa che un sentimento misterioso modulava come un'aria sempre eguale e sempre diversa, quel viso d'anima e d'arte a cui un pensiero disegnava il mento il sopracciglio la gota e un altro cancellava il disegno per rinnovarlo con una curva più dolce, con un'ombra più eloquente, con un rilievo più fiero. «Perché mi ferisci? Perché mi ardi?» Ora quello era il viso stesso dell'amore, malato d'angoscia, simile a un fuoco che sotto la pioggia svenga e non si spenga. Era il viso della passione e della magìa, con quegli occhi socchiusi per attirar l'invisibile, di sopra e di sotto vestiti dalle cupe viole delle palpebre che non velavano lo sguardo, perché anch'esse guardavano come in certe imagini del Cristo che, fisate lungamente, mutano l'ombra delle occhiaie in due pupille indimenticabili.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Un tremito nuovo entrava nella rigidezza del suo dolore, e ignote figure nascevano dalla sua superstizione e scomparivano pei cammini dove egli aveva camminato col suo fratello e per quelli ov'egli doveva camminar solo. E straordinarii disegni si componevano dentro di lui, senza ch'egli vi consentisse; e poi si dissolvevano. E un presentimento ondeggiava nel fondo e non prendeva forma; e pareva a lui che, se avesse potuto fermarlo e interpretarlo, avrebbe avuto la chiave della sua sorte. Qualcuno in lui ascoltava tutti i rumori e li seguiva fino all'estremo fondo della vita. Gli assioli cantavano su i pioppi. Un cane uggiolava in un casale. Cigolava un baroccio su la strada maestra. Era come una notte nota che ritornasse nel giro degli anni, di molto molto lontano. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Così Vana giocava con la sua pena ritrosa e con la sua sorellina scontrosa, ginocchioni su l'erba, facendo balzare come le murielle dalla palma sul dorso della mano e dal dorso nella palma le piccole ghiande lucide sgusciate fuori delle lor cupole secche. Dalla punta delle forbici caddero intagliate in profilo le minuscole imagini con disegno così scaltro e così netto che parevano condotte non di memoria ma su l'ombra del vero. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella era cangiante come il fianco del morello, come il colombo nell'ombra e nel sole. In un filo di verità ella infilava le sue fresche menzogne con l'arte rapida ond'eran composte quelle collane mattutine di zàgare che amò avvolgersi al collo in due o tre giri. Ella possedeva un dono e una sapienza onnipotenti sul cuore maschile: sapeva essere e parere inverisimile. La massima parte delle donne amanti tenta di abolire il proprio passato, tenta di rinascere, di rinverginarsi; fa all'amato l'offerta illusoria dei suoi sensi ignari perché egli li risvegli e li istruisca, della sua anima rasa perché egli v'inscriva la sua legge; e spesso l'ingenua frode avvolge il credulo. Ma ella invece sapeva dare al suo passato una indefinita profondità, alzare la sua giovinezza sopra un immenso sfondo di vita, come quei pittori di ritratti che pongono dietro la figura la veduta d'un portico senza termine o una illimitata lontananza di paesi e di acque. Sembrava che le sue attitudini si disegnassero su un gioco perpetuo di prospettive ch'ella non cercava di coprire ma di equilibrare come quei ritrattisti che conoscono nel quadro il valore degli spazii. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ah, di quante larve e di quanti segreti era composta quella creatura che poteva nascondersi dietro lo scuro delle sue ciglia meglio che dietro le pieghe delle sue vesti? Perché tanto spesso ella gli si manifestava secondo le linee della rimembranza e del presentimento? Forse le amanti della figura anteriore appena disegnate nell'oscurità della memoria, forse quelle appena intravedute per le mille vie e non inseguite ma sognate un'ora sola nella malinconia del mondo, forse anche quelle ch'erano per sopraggiungere senza richiamo e senz'annunzio, tutte s'adunavano nella sua ansia e nella sua bellezza?
---------------
Con un atto precipitato, ov'era forse un poco di spavento vero, Lunella abbassò il braccio che reggeva la testina di Tiapa; e gli occhi di vetro in bilico si chiusero, ma i suoi rimasero aperti smisuratamente verso il fàscino del canto, perché Vana non cantava soltanto con la gola ma con tutta l'espressione della faccia china verso la bimba e la bambola a disegnare l'orrore del mostro famelico. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella si volse a guardare verso la Badia scoscesa che disegnava la sua massa di mattone e di panchina sul chiarore di ponente. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Era per essi il ritorno alla povertà, la separazione, la dispersione, la vita di lotta e di strettezza, forse il ricovero nella casa odiosa del padre e della matrigna, forse il lavoro umiliante, tutto l'orrore dell'avvenire incerto. Ognun d'essi era due volte colpito, due volte tradito. Nel fratello il furore sopraffaceva lo sgomento, e dalla sua natura tirannica sorgevano in confuso disegni di rappresaglia e di perfidia, imagini impure che lo bruciavano e pensieri perigliosi che gli moltiplicavano la brama di vivere e di gioire. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E ogni volta le labbra la medicavano. E tutta l'estate, tutta l'estate della spiaggia pisana e della Versilia verdebionda e della val di Magra, quella intiera ch'essi ogni giorno sorvolavano con l'ali di lino e fiutavano nella sua vastità concentrata dal volo come si fiuta un sacchetto di nardo, quella medesima odorava per lui nella pelle calorosa. E una stilla di quel sudore bastava a dissolvere tutti i pensieri, tutti i disegni, tutti i rimpianti, tutte le inquietudini. E nessuno dei paesi ch'egli aveva percorsi era profondo come quel corpo sensibile. Ed egli sapeva l'ebrezza di chi entra in una gola di monti e al termine del valico possiede d'improvviso con uno sguardo l'inopinata magnificenza d'una terra senza confine; ma quanto più acre ebrezza era il penetrare perdutamente in quel mistero che due braccia potevano scuotere!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Sì, attenta a recidere tutto quel che di vivo nascesse da me, attenta a impedirmi di vivere. È forse la prima volta che tu ti frapponi fra me e il mio bene, fra me e l'ombra del mio bene? Era non so che smania, non so che capriccio geloso. Bastava che qualcuno s'accostasse a me, che la più vaga delle simpatie si disegnasse, perché tu intervenissi a esercitare un tuo strano diritto di prelazione. Mostrare di far la corte alla minore era il mezzo quasi sicuro per giungere alla maggiore. Ah, ho colto più d'un epigramma crudele, dietro le mie e le tue spalle. Ma che m'importava del tuo gioco! Non valeva mai la pena d'adontarsi né di rammaricarsi e tanto meno di lottare, di resistere. Che m'importava delle mie disfatte! Non c'era nulla di comune fra il mio sogno e il tuo trionfo. Questa volta.... (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli patì silenziosamente la trafittura. Non parlò più. Fu intento agli ignoti disegni che gli nascevano dall'angoscia e scomparivano pel cammino ov'egli s'affrettava piegato sul volante per raggiungere quella che aveva sospeso il suo amore tra la sentenza del Laberinto e l'enigma delle Pause. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Tutte tacquero, percorse da un lieve fremito, quando videro disegnarsi in lei l'attitudine nota, quando la videro intessere le mani dietro il dorso, portare il peso del corpo su la gamba destra, avanzare un poco la sinistra, piegare appena il ginocchio, sollevare lo scarno viso da cui il canto sembrava erompere come la polla che balza più in alto quanto più è costretta. «_Ueber'm Garten_....»
---------------
Strane imagini le balenavano, strani ricordi; e la prendeva una smania bizzarra di divagare, di dire cose incoerenti e inattese. Ripensava a quel ch'egli aveva detto un giorno del cibo agglomerato nel gozzo dell'avvoltoio, che il rapace vomita quando è assalito dal nemico, prima di spiccare il volo. Perché ci ripensava? Guardò intorno smarritamente. Vide su le pareti stampe e disegni che rappresentavano la struttura dei volatori di grande specie. Riconobbe sopra una tavola ingombra di libri e di carte il ritratto di Giulio Cambiaso in una cornice d'ebano. S'appressò, si chinò a guardare, col petto in tumulto. Nell'effigie muta e immobile sotto il cristallo, vide dischiudersi il sorriso su i piccoli denti di fanciullo. «S'egli ora fosse vivo, la mia sorte sarebbe diversa?»
---------------
Vana tratteneva il respiro, spiando per mezzo ai lembi della tenda. La stanza era chiara e tranquilla, con la sua tavola, con il suo leggìo, con la sua scansia di libri, con la sua lastra di lavagna ove restava disegnata dal gesso una figura geometrica. Lunella era intenta alla sua arte, sporgendo di tratto in tratto il labbro di sotto se l'intaglio le riusciva difficile, secondando con le dita abili l'arrendevolezza del foglio che le si volgeva per ogni verso. A ogni risposta del figlio ella s'interrompeva per un attimo, sollevava le palpebre ombrose e guardava il libro. Poiché stava ella di profilo contro la luce, Vana in quell'attimo le vedeva gli occhi color di nocciola rischiarati per traverso splendere come topazii.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Sotto la sua tettoia ardeatina, anch'egli aveva acceso i suoi fuochi. Tutto il giorno aveva lavorato intorno al suo grande airone, in silenzio, con i suoi meccanici, portando anch'egli la tunica azzurra, non temendo per le mani che gli s'eran fatte troppo bianche, tenendo ben celato il suo disegno e il suo proposito. «Ponente una quarta a libeccio!» Non si trattava già d'approdare all'altra riva ma di naufragare al largo, alla massima distanza dalla spiaggia d'Enea.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ve n’erano esposte d’ogni dimensione, con altri attrezzi del giuoco e varii opuscoli che avevano sulla copertina il disegno della roulette;
---------------
* Egli mi tormentava, è vero, ma come se non potesse farne a meno; non certo col disegno segreto di farmi andar via; anzi, al contrario! Che macchinava? Adriana, dopo il ritorno di lui, era diventata triste e schiva, come nei primi giorni. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma il gran Terenzio non rinunziò al suo disegno. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E, all’incontro, quante deliberazioni prese, quanti disegni architettati, quanti espedienti macchinati durante la notte non appaiono poi vani e non crollano e non sfumano alla luce del giorno? Com’altro è il giorno, altro la notte, così forse una cosa siamo noi di giorno, altra di notte: miserabilissima cosa, ahimè, così di notte come di giorno. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Quella mia inattesa dichiarazione, che lo salvava proprio nel punto in cui, vedendosi perduto, egli accusava il fratello o almeno lasciava intendere – secondo il disegno che doveva aver prima stabilito – che soltanto questi poteva essere l’autore del furto, lo aveva addirittura schiacciato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Poco dopo, per attuare il mio tristo disegno, io lasciai il marchese col Paleari e Papiano, e m’accostai a Pepita. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* E mi gettai a capofitto in tutte le letture che mi suggerivano le mie pullulanti curiosità o i titoli de' libri che trovavo in altri libri visti nelle vetrine e sui barroccini e intrapresi allora , senza esperienza , senza guida , e senza un qualsiasi disegno , ma con tutto il furore e l'impeto della passione , la vita dura e magnifica dell'onnisapiente . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Dal libro la tonda faccia mal disegnata del lamentoso sonettaio tutta chiusa nel cappuccio aureolato di fogliette aguzze come un fegatello pareva che sorridesse e m' incuorasse . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il pensiero mi diventò paradosso alla poetica ; la ragione mi parve disegno geometrico e simmetrico di pure linee senza dimensioni ; la filosofia nient'altro ch'espressione dialettica di simpatie , di odi , di bisogni cerebrali o morali del tale e tale uomo e non dello spirito universale incarnato . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Soli , innocenti , vergini e puri ci sentiamo il diritto di cancellare i ricordi e la forza di ritessere la realtà su nuove trame e con nuovi disegni . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il mondo ci sembra mal congegnato ; la vita senza armonia e senza grandezza ; il pensiero ci fa l'effetto di -87 una furiosa intenzione rimasta a mezzo , di un gesto appena iniziato , di un disegno nero e confuso che nessuno ha svolto in affresco . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E il giornale , il famoso giornale che sta in cima al pensiero di chi vuol irrompere tra la calca dei mille e dei milioni per svegliarli e illuminarli ; il lungamente sognato e promesso giornale di chi vuol prender il mondo d'assalto e aggredire gli assopiti contemporanei all'usanza masnadiera ; il tante volte proposto e disegnato giornale che deve raccogliere le impazienze degli ignoti , dar voce e figura a un manipolo d'oscuri , rivelare ai maestri immediati , ai non più giovani , agli uomini di trenta e quarant'anni che i veri giovani , i freschi giovani di vent'anni , son arrivati anche loro alla maggior età e che un' altra generazione ha finalmente diritto alla parola — questo giornale assolutamente necessario che dev' esser come lo stiramento de' muscoli di un prigione appena desto e disciolto , come il primo canto spiegato di una bocca che dovette fin' oggi mormorare soltanto ; questo giornale che doveva essere , che voleva essere e poteva essere la prima vendetta di tutte le malinconie , lo sfogo invocato di tutti gli sdegni , l'arma di tutti i colpi di mano , la tromba wagneriana di tutte le sfide , il diario dei nostri sogni , la cartuccia delle troppo attese demolizioni , il getto e lo zampillo arcobalenante dei pensieri più temerari — questo famoso giornale finalmente si fece . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Tele cominciate , decorazioni lunghe di femmine vestite di rosso e di angioli con trombe d'argento , disegni eroici di nudi e di cavalli e volti di tediate bellezze preraffaellite ci attorniavano e ci fissavano co' loro sguardi di biacca . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Qualche soffio dello sturm und drang passava tra' nostri capelli mentre si stava chinati sopra le bozze e i disegni o si vociferava in piedi , col viso acceso , sulla grandezza del — io6 — l'arte , sul genio di Michelangelo o sull'esistenza della materia . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* S'era così pieni di pensieri e d' intenzioni che non si aveva il tempo di svolgere , distendere e maturare ogni cosa e le nostre peripezie mentali eran talmente rapide che appena messo giù il piano di un sistema o di una ricerca altri disegni spuntavano e gorgogliavano dentro di noi . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* I libri dove conobbi la prima volta i loro amori pensieri e sdegni li ho presenti nei colori e nelle forme e nel disegno dei caratteri e fin nelle macchie e pieghe delle pagine e non lì scorderò mai . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Fui redattore capo del primo giornale nazionalista italiano : feci un discorso per disegnare il programma di un nuovo partito nazionale . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* E disegnai allora nella mente e sulla carta unica tragedia consentita alla mia demenza : il Dies Irae , il giorno dell' ira , dello spavento , dello stridor dei denti , della condanna ultima del primo e dell' ultimo uomo . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Fede senza sacre scritture ; culto senza cerimonie ; adorazione senza preghiere — eppure più cara , più vicina al mio cuore di tutte le religioni ! Pensiero astratto , nudo come i capolavori de' geni primi ; idea più armoniosa e perfetta d'ogni creatura ; concetto immacolato , lineare come un disegno creatore sopra la tela intatta delFessere . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ma cosa volete che venga fuori da un uomo che vive tra il sonno e il caffè , tra la tavola e il letto , infingardo e sonnacchioso , buono soltanto a suonar la diana ma vigliacco in fuga il giorno della vera battaglia ? E rizzandomi su dai tepidi lenzuoli o dalle sedie imbottite strillo come un'aquila perchè lo spirito viene insultato e disegno per i miei simili una vita solitaria , austera , sdegnosa , nobile e michelangiolesca ! E non c'è da dir eh' io non senta l' infamia di questa mia doppia vita . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Perseguitato dal demonio della curiosità ho esplorato fiumi e foreste senza disegno e senza pazienza: di sfuggita , di volata . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* QuaFera il gran disegno della mia vita ? Agire sulla mia specie , trasformarla profondamente , condurla dalla bestia all'uomo e dall'uomo a Dio , inaugurare una nuova epoca nella storia del mondo , fissare l'egira mistica dell'umanità . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Neppur coi filosofi ebbi fortuna : i migliori eran grammatici che a forza di afiìlare la falce facevan cader secca in terra la messe prima di mieterla e gli altri eran poeti fuori di strada , energumeni senza grazia che disegnavano giorno e notte , per immaginarie città celesti dove nessuno può vivere , lunghe alte e ricche facciate senza stanze dietro . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Niente fronzoli , niente enfasi , nessuna trina inutile , mai cattivo gusto o fiacchezza , — roba forte , ottenuta con poco , tutta disegno e rilievo , fatta di bronzo e di pietra e non di panna e di miele . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Con un sorriso spontaneo perché mutava lievemente il disegno delle guancie e della bocca ma anche la luce dell’occhio , ella gli stese la mano:
---------------
* Gli diedero subito tante di quelle prove ch’io avevo mentito che , per vendicarsi , (o forse per far vedere ch’egli sapeva disegnare) fece due mie caricature .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Domandai un pezzo di carta ed una matita e tentai di disegnare un individuo che veniva oppresso da un tavolino ribaltatoglisi addosso .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Del resto di quel disgraziato sotto al tavolino non si vedevano che le gambe , che avrebbero potuto somigliare a quelle di Guido se non le avessi storpiate ad arte , e lo spirito di vendetta non fosse intervenuto a peggiorare il mio disegno già tanto infantile .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
Guido rise sinceramente del mio disegno , ma poi osservò mitemente:
---------------
Ada prese i due disegni di Guido e disse di voler conservarli .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Essa volle che sul mio disegno mettessi la data del nostro fidanzamento perché voleva conservare anche lei quello sgorbio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Proprio per quel disegno tanto migliore del mio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
aggarbare
= verbo trans. disegnare la sagoma dei pezzi di costruzione che costituiscono le linee interne ed esterne dello scafo di una nave .
---------------
album
= quaderno o volume rilegato in cui si raccolgono fotografie , firme , francobolli , o anche versi , ricordi ecc . album da disegno , con fogli per disegnare album per dischi , raccoglitore a più buste per dischi confezione di uno o più dischi a 33 giri il disco o i dischi così confezionati
---------------
architetto
= colui che progetta , disegna , realizza edifici e altre grandi costruzioni architetto del paesaggio , specialista con competenze integrate di architettura , ingegneria e agronomia , che cura la progettazione di giardini , parchi o , più in generale , la ristrutturazione di ampi spazi verdi ideatore , creatore
---------------
architettura
= arte e tecnica del progettare , disegnare , realizzare edifici o altre grandi opere
---------------
assonometria
= nella geometria descrittiva e nel disegno tecnico , sistema grafico per rappresentare oggetti tridimensionali in modo che in una sola figura siano riunite le tre proiezioni ortogonali .
---------------
bandiera
= drappo di uno o più colori disposti a bande o secondo un disegno , attaccato a un'asta , simbolo di uno stato , un corpo militare , un'associazione , un partito e sim.
---------------
battispolvero
= , o battispolvere ,
= sacchetto di tessuto fino e rado , contenente gesso o polvere di carbone , usato dai disegnatori per spolverizzare il disegno
---------------
body painting
= sost. m. la decorazione di parti del corpo con disegni.
---------------
bozzare
= verbo trans. nell'arte del disegno , abbozzare.
---------------
bozzettista
= autore di bozzetti letterarichi crea o disegna cartelloni pubblicitari.
---------------
broccato
= stoffa di seta pesante , tessuta a brocchi , per lo più a disegni di rami e fiorami , usata per l'abbigliamento e l'arredamento
---------------
cad
= l'uso del computer nel disegno e nella progettazione architettonica e industriale
---------------
caffeomanzia
= arte di predire il futuro interpretando le figure disegnate da fondi di caffè rovesciati in una bacinella d'acqua.
---------------
calcatoio
= asticella con un'estremità arrotondata per calcare i disegni attrezzo a forma di bastone o di cilindro che si usa per spingere la carica esplosiva nel foro da mina bastone di legno a testa cilindrica per il caricamento delle artiglierie ad avancarica
---------------
carboncino
= bastoncino di carbone vegetale per disegnare
---------------
caricaturista
= colui che disegna caricature.
---------------
carolina
= tessuto di cotone stampato a piccoli disegni, usato spec. per grembiuli.
---------------
cartellonista
= colui che disegna cartelloni pubblicitari.
---------------
cartonista
= colui che crea, colui che disegna cartoni animati.
---------------
catenaria
= curva disegnata per effetto della gravità da un filo omogeneo flessibile e inestensibile sospeso ai due capi.
---------------
chiaroscuro
= tecnica della pittura e del disegno con la quale si dà rilievo a un'immagine col gioco di luce e ombra
---------------
china
= forma ellittica di inchiostro di china, tipo di inchiostro usato per disegnare
---------------
ciclostile
= ciclostilo, semplice macchina da stampa che riproduce in varie copie scritti o disegni preparati su un'apposita matrice.
---------------
cliché
= lastra metallica o di materiale plastico incisa con procedimenti fotochimici per la riproduzione tipografica di disegni e fotografie modello convenzionale, stereotipo
---------------
compasso
= strumento formato da due aste collegate a cerniera, usato per disegnare circonferenze o misurare distanze
---------------
computer art
= sost. f. corrente artistica contemporanea che utilizza tecniche grafiche computerizzate per la creazione di immagini, disegni o stampe fotografiche.
---------------
controminare
= verbo trans. fare lavoro di contromina cercare di impedire un disegno, un piano altrui.
---------------
controtagliato
= - un panno profilato e traforato secondo un determinato disegno.
---------------
costumista
= colui che disegna e prepara i costumi di scena teatrali, cinematografici o televisivi.
---------------
cretonne
= stoffa di cotone apprettata sul rovescio, stampata a colori e disegni vivaci.
---------------
damasco
= tessuto di seta di un solo colore ma di diversi filati - in cui il disegno - per lo più a fiorami - risalta sul fondo per contrasto di lucentezza .
---------------
decalcare
= verbo trans . riportare su carta o altra superficie liscia il calco di un disegno
---------------
digitalizzatore
= dispositivo di input costituito di una tavola e di una penna ottica - il quale consente di tracciare disegni che - opportunamente elaborati - possono essere memorizzati e trattati da un computer
---------------
disegnativo
= che concerne il disegno
---------------
disegnatore
= colui che disegna per professione
---------------
double-face
= - stoffa che non ha un vero rovescio - ma due diritti - ciascuno con un proprio disegno e colore
---------------
ductus
= il tracciato della scrittura a mano - il modo di scrivere - il disegno delle lettere
---------------
effige
= fem. sing. - effigie - figura - immagine - spec . di persona - dipinta - disegnata - scolpita o incisa. - plur.: effigi - effigie
---------------
effigie
= fem. sing. - effige - figura - immagine - spec . di persona - dipinta - disegnata - scolpita o incisa - plur.: effigi - effigie
---------------
figurinista
= colui che disegna figurini di moda - o costumi per gli spettacoli .
---------------
figurino
= disegno raffigurante l'immagine di una donna - o di uomo che indossa un modello d'abito
---------------
fiorato
= disegnato , stampato a fiori
---------------
flip book
= blocchetto di fogli su ognuno dei quali sono disegnate in successione le figure di un disegno animato
---------------
fotomeccanica
= tecnica che , mediante procedimenti fotografici , consente di riportare su matrici metalliche disegni e illustrazioni in modo da poterne ricavare copie a stampa .
---------------
fregiatore colui che applica , disegna , scolpisce fregi
---------------
frottage tecnica di disegno che consiste nel passare ripetutamente la matita su un foglio posto su una superficie rilevata .
---------------
fumettista
= chi crea - o disegna storie a fumetti colui che produce opere narrative di scarso valore , fumettistiche .
---------------
fumettistica
= l'arte , la tecnica del disegnare fumetti .
---------------
fumetto
= spec . racconto formato da una serie di disegni con brevi testi di raccordo e dialoghi quasi sempre inscritti in nuvolette che escono dalla bocca dei personaggi
---------------
fusaggine
= arbusto con foglie lanceolate e fiori verdastri in grappoli , detto comunemente berretta da prete fusaggine , carboncino tenero e compatto per disegnatori .
---------------
gabardine
= tessuto di lana o cotone a disegno diagonale
---------------
geroglifico
= o ieroglifico - aggettivo masc. sing. - di disegni o scrittura antica - sostantivo sing. masc. unità fondamentale del sistema dell'antica scrittura egiziana ,
---------------
ghirigoro
= ghirigogolo , intreccio bizzarro di linee curve tracciate senza un disegno preciso
---------------
girigogolo
= disegno ornamentale complicato e bizzarro
---------------
goffrare
= verbo trans. imprimere su tessuto , carta o altro materiale un disegno in rilievo , per mezzo della goffratrice
---------------
goffratrice
= particolare tipo di calandra , recante inciso sui cilindri un disegno che per pressione viene riprodotto in rilievo su un materiale sufficientemente cedevole .
---------------
goffrè
= - tessuto o carta con disegni in rilievo.
---------------
kefiyyah
= o kefiyyeh , riquadro di tela , di solito a disegni geometrici , che gli uomini di diverse popolazioni arabe portano sul capo in varia foggia , per lo più trattenuto da un doppio cordone chiuso a cerchio .
---------------
kleksografia
= disegno ottenuto piegando più volte un foglio con una macchia d'inchiostro .
---------------
ialografia
= antica arte di incidere disegni su lastre di vetro per poi stamparli .
---------------
ieroglifico
= o geroglifico - aggettivo masc. sing. - di disegni o scrittura antica - sostantivo sing. masc. unità fondamentale del sistema dell'antica scrittura egiziana ,
---------------
inchiostro - incostro ,
= sostanza liquida o anche in pasta , di colore e composizione chimica vari , usata per scrivere e disegnare o per stampare
---------------
infinestratura
= foglio di carta tagliato a guisa di cornice che si applica ai margini di un foglio manoscritto o di una pagina stampata logorati dall'uso , oppure a una fotografia o a un disegno da incorniciare .
---------------
inossare
= verbo tr. preparare la tavola da disegno con polvere d di osso -
---------------
litografia
= procedimento di stampa ottenuto in origine da una matrice di pietra calcarea finissima e poi anche da lastre di metalli porosi , soprattutto di zinco , sulle quali scritti e disegni vengono tracciati o trasportati con materiale grasso
---------------
lucidatoio
= apparecchio per ricalcare disegni .
---------------
lucidista
= colui che è addetto alla lucidatura di disegni .
---------------
macchiettista
= pittore, disegnatore di macchiette
---------------
manina
= diminutivo di mano - ditola 3 disegno di una mano con l'indice teso, utilizzato all'interno di un testo per porre in rilievo un passo particolarmente significativo.
---------------
marquisette
= tessuto a garza, trasparente e rado, con un disegno a pallini intessuti, usato spec. per tendaggi
---------------
matita
= strumento per scrivere, disegnare o colorare, costituito da un sottile cilindro di grafite impastata con argilla o di altro materiale colorante, per lo più contenuto in una guaina di legno
---------------
merletto
= guarnizione a piccole punte e generalmente a disegni traforati, fatta con filati diversi
---------------
microfilm
= pellicola di piccole dimensioni che ha particolare nitidezza di resa e che viene usata per fotografare, in piccolo formato, disegni, scritti, documenti ecc.
---------------
mimeografo
= apparecchio per riprodurre scritti o disegni incisi su una matrice di carta paraffinata.
---------------
modellista
= nell'industria e nell'artigianato, colui che idea, disegna e realizza i modelli degli oggetti da produrre
---------------
moletta
= cilindro d'acciaio, con il disegno in rilievo, usato per incidere il cilindro di rame con cui si realizza la stampa rotativa di tessuti
---------------
monotipo
= procedimento di stampa di un disegno eseguito con inchiostro apposito direttamente su lastra di rame o di zinco
---------------
mosaico
= musaico, tecnica di decorazione parietale o pavimentale consistente nell'accostare, secondo un determinato disegno, cubetti o frammenti colorati di pietra, vetro e sim.
---------------
ombreggiatura
= in disegno e in pittura , rappresentazione del rilievo mediante il chiaroscuro o il tratteggio , per ottenere un graduale variare dei toni .
---------------
palatogramma
= in fonetica sperimentale , disegno o fotografia rappresentante la volta palatale e il modo in cui la lingua vi si appoggia per articolare un suono .
---------------
pantografo
= strumento che serve a copiare disegni in varie scale di grandezza
---------------
papirografia
= tecnica di disegno che utilizza carta nera o bianca ritagliata e applicata su uno sfondo a contrasto o chiusa tra due vetri .
---------------
pareo
= indumento tahitiano , consistente in un grande rettangolo di tela , a disegni e colori molto vivaci , che si avvolge intorno al corpo
---------------
parquet
= pavimento di listelli o tasselli di legno uniti tra loro a formare disegni geometrici
---------------
particolarista
= nel disegno industriale , colui che è specializzato nella rappresentazione grafica di particolari
---------------
pentagrammato
= si dice della carta su cui sono disegnati o stampati i pentagrammi .
---------------
piano
= disegno rappresentante un oggetto o una struttura in proiezione su una superficie piana
---------------
pied-de-poule
= disegno a piccoli riquadri irregolari di due o più colori che ricordano la forma della zampa di gallina
---------------
pirografia
= tecnica che consiste nel disegnare , con una punta metallica arroventata , su cuoio , cartone , legno e sim .
---------------
pittografia
= forma primitiva di scrittura che consiste nel rappresentare idee e fatti per mezzo di disegni .
---------------
pittogramma
= ciascuno dei disegni usati in pittografia .
---------------
polifonia
= insieme simultaneo di più combinazioni di suoni , eseguite da voci o strumenti , che svolgono ciascuno un proprio disegno melodico distinto
---------------
poligrafia
= riproduzione in più copie di scritti , disegni ecc .
---------------
poligrafo
= apparecchio usato un tempo per la riproduzione in più copie di uno scritto , un disegno ecc .
---------------
pornografia
= trattazione o rappresentazione , in scritti , disegni , fotografie , spettacoli , di temi o soggetti osceni , fatta senza altro intento che quello di stimolare eroticamente i fruitori .
---------------
puntina
= diminutivo di punta - sorta di chiodo a gambo corto e sottile , con testa larga e piatta , usato dai disegnatori per fissare i fogli di carta
---------------
puntinato
= nel disegno , chiaroscuro ottenuto con una serie di puntini di cui si varia opportunamente la densità sul foglio
---------------
pupazzettista
= colui che disegna caricature , pupazzetti .
---------------
pupazzetto
= diminutivo di pupazzo - figurina umana disegnata e talvolta ritagliata
---------------
quadrellatura
= reticolato geometrico regolare che viene tracciato su una superficie sulla quale si voglia riprodurre un disegno .
---------------
quotatura
= nel disegno tecnico , operazione consistente nel segnare tutte le quote relative alle singole parti rappresentate .
---------------
ragno crociato, con un disegno bianco a forma di croce sul dorso ' non cavare un ragno da un buco, non concludere nulla. ,ragnetto, ragnettino, ragnino
---------------
ramages
= disegni di rami, foglie, fiori su carta o stoffa
---------------
ratinatura
= nell'industria tessile, operazione di finitura di tessuti a pelo lungo, consistente nell'arricciatura e nella piegatura del pelo per produrre speciali effetti di disegno.
---------------
rebus
= gioco enigmistico nel quale determinate lettere poste su figure di persone, animali o cose di una scenetta disegnata permettono di comporre una parola o una frase
---------------
restyling
= modifica del disegno di un prodotto industriale per migliorarne l'estetica, senza cambiamenti sostanziali alla sua funzionalità .
---------------
retare
= verbo trans. disegnare un reticolo sopra un'immagine per riprodurla nelle stesse dimensioni o in dimensioni diverse.
---------------
reticolato
= participio passato di reticolare , disegnato, fatto a forma di reticolo
---------------
ricalcatura
= il ricalcare, l'essere ricalcato , copia di un disegno ottenuta per ricalco
---------------
ridisegnare
= verbo trans. disegnare di nuovo.
---------------
righettato
= participio passato di righettare , disegnato a righe sottili
---------------
safì
= sciarpa di seta leggera , stampata a disegni vivacemente colorati , tipica dell'abbigliamento tradizionale indiano .
---------------
sangallo
= tipo di ricamo , con disegni traforati , eseguito a cordoncino ,
---------------
sanguigna
= sanguina , ocra di colore rossastro con cui si fanno pastelli per disegnare ,
---------------
scaccato
= fatto , disegnato a scacchi ,
---------------
scaccogramma
= disegno , in scala ridotta , di una scacchiera con la posizione degli scacchi a un determinato momento della partita .
---------------
scenografo
= chi disegna o realizza le scene .
---------------
schiccherare
= verbo transitivo scrivere o disegnare malamente ,
---------------
schiccheratura
= l'imbrattare fogli - scritto , disegno malfatto ,
---------------
scombiccherare
= verbo transitivo scarabocchiare , disegnare o scrivere in fretta e male .
---------------
serpiginoso
= infiammazione o ulcerazione che si estende con disegno sinuoso , tale da richiamare i movimenti del serpente .
---------------
sfumino
= cilindretto di carta arrotolata usato dai disegnatori per eseguire sfumature .
---------------
sfumo
= lo sfumare una figura disegnata a matita o a carboncino , passandovi sopra con lo sfumino , con un tessuto o con altro materiale ,
---------------
sgarzino
= piccolo raschietto con punta a lancia , usato dai disegnatori per cancellature su inchiostro di china e sim .
---------------
silografia
= o xilografia , procedimento di stampa di origine molto antica , usato sia per scritti sia per disegni , che si avvale come matrice di una tavoletta di legno duro sulla quale si intaglia , con sgorbie , appositi coltellini o altri attrezzi , l'immagine desiderata - la matrice incisa nel legno ,
---------------
sinopia
= varietà di ocra rossa - filo della sinopia , corda sottile che muratori e falegnami colorano di ocra rossa e poi tendono e fanno scattare sulle pareti o sulle tavole di legno per tracciarvi linee diritte , disegno preparatorio di un affresco , eseguito sull'intonaco .
---------------
squadra
= strumento a forma di triangolo rettangolo , adoperato per costruire o misurare angoli retti e per disegnare perpendicolari e parallele a una retta data ,
---------------
stampino
= stampo formina , 3 lastra sottile di cartone , plastica o metallo , su cui sono sagomati o traforati un disegno o una scritta e che , spennellata con colore o inchiostro , serve a riprodurre quei segni su una superficie , 4 punzone forato d'acciaio per fare buchi regol ,
---------------
stilista
= chi ha grande cura dello stile , in letteratura , in arte o nell'esercizio di uno sport , chi progetta e disegna la linea , le fogge delle collezioni di moda o di accessori .
---------------
striscione
= striscia grossa striscia di carta , tela o altro materiale pieghevole , recante scritte o disegni , che viene esposta in strade , piazze o altri luoghi frequentati dal pubblico , a fini pubblicitari , propagandistici o di semplice informazione , oppure innalzata in cortei e manifestazioni ,
---------------
stuoia
= tessuto di giunchi , canne , paglia o altro material, che si usa come tappeto , per riparare dal sole , per rivestire pareti o , ricoperto d'intonaco , per soffittare stanze ' tessuto a stuoia , con trama in rilievo ' punto stuoia , punto di ricamo che si esegue applicando al tessuto , con movimento dal basso in alto , una serie di gugliate di filo lunghe quanto lo richiede il disegno da realizzare , fissate ciascuna al ritorno mediante punti obliqui .
---------------
styling
= nel disegno industriale , linea , stile che caratterizza un prodotto o una serie omogenea di prodotti .
---------------
tappeto
= drappo di tessuto , per lo più di lana e di spessore piuttosto grosso , eseguito con tecnica particolare , ornato con disegni colorati , usato nell'arredamento per coprire pavimenti - tavoli
---------------
tartan
= tessuto di lana scozzese dal caratteristico disegno quadrettato a colori diversi .
---------------
tatuaggio
= disegno - pittura indelebile , che si esegue sulla pelle mediante iniezione di sostanze coloranti - scarificazione .
---------------
tavoliere
= tavolino da gioco su cui sono disegnati i riquadri per giocare a dama , a scacchi - coi dadi
---------------
tecnigrafo
= strumento usato nel disegno tecnico per tracciare rette parallele e perpendicolari
---------------
tiralinee
= strumento da disegno usato per tracciare linee in inchiostro .
---------------
trasferello
= nome commerciale di formine di plastica che consentono di disegnare sulla carta , in maniera guidata , lettere o figure .
---------------
trasferibile
= che si può trasferire - che può essere ceduto
= lettera , cifra , disegno impresso su un supporto dal quale , con un semplice procedimento , può essere trasferito su un altro .
---------------
Verb: to map-mapped-mapped
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I map
you map
he/she/it maps
we map
you map
they map
Simple past
I mapped
you mapped
he/she/it mapped
we mapped
you mapped
they mapped
Simple past
I mapped
you mapped
he/she/it mapped
we mapped
you mapped
they mapped
Present perfect
I have mapped
you have mapped
he/she/it has mapped
we have mapped
you have mapped
they have mapped
Past perfect
I had mapped
you had mapped
he/she/it had mapped
we had mapped
you had mapped
they had mapped
Past perfect
I had mapped
you had mapped
he/she/it had mapped
we had mapped
you had mapped
they had mapped
Simple future
I I will map
you you will map
he/she/it he/she/it will map
we we will map
you I will map
they they will map
Future perfect
I will have mapped
you will have mapped
he/she/it will have mapped
we will have mapped
you will have mapped
they will have mapped
Present continuous
I am mapping
you are mapping
he/she/it is mapping
we are mapping
you are mapping
they are mapping
Past simple continuous
I was mapping
you were mapping
he/she/it was mapping
we were mapping
you were mapping
they were mapping
Future continuous
I will be mapping
you will be mapping
he/she/it will be mapping
we will be mapping
you will be mapping
they will be mapping
Future perfect continuous
I will have been mapping
you will have been mapping
he/she/it will have been mapping
we will have been mapping
you will have been mapping
they will have been mapping
Present perfect continuous
I have been mapping
you have been mapping
he/she/it has been mapping
we have been mapping
you have been mapping
they have been mapping
Past perfect continuous
I had been mapping
you had been mapping
he/she/it had been mapping
we had been mapping
you had been mapping
they had been mapping
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I map
That you map
That he/she/it map
That we map
That you map
That they map
Present perfect
That I have mapped
That you have mapped
That he/she/it have mapped
That we have mapped
That you have mapped
That they have mapped
Simple past
That I mapped
That you mapped
That he/she/it mapped
That we mapped
That you mapped
That they mapped
Past perfect
That I had mapped
That you had mapped
That he/she/it had mapped
That we had mapped
That you had mapped
That they had mapped
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would map
you would map
we would map
we would map
you would map
they would map
Past
I would have mapped
you would have mapped
he/she/it would have mapped
we would have mapped
you would have mapped
they would have mapped
Present continous
I would be mapping
you would be mapping
we would be mapping
we would be mapping
you would be mapping
they would be mapping
Past continous
I would have been mapping
you would have been mapping
he/she/it would have been mapping
we would have been mapping
you would have been mapping
they would have been mapping
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me map
map
let him map
let us map
map
let them map
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to map
Past
to have mapped
Present continous
to be mapping
Perfect continous
to have been mapping
Affermative - PARTICIPLE
Present
mapping
Past
mapped
Perfect
having mapped
Affermative - GERUND
Present
mapping
Past
having mapped
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am mapped
you are mapped
he/she/it is mapped
we are mapped
you are mapped
they are mapped
Past simple
I was mapped
you were mapped
he/she/it was mapped
we were mapped
you were mapped
they were mapped
Past simple
I was mapped
you were mapped
he/she/it was mapped
we were mapped
you were mapped
they were mapped
Present perfect
I have been mapped
you have been mapped
he/she/it has been mapped
we have been mapped
you have been mapped
they have been mapped
Past perfect
I had been mapped
you had been mapped
he/she/it had been mapped
we had been mapped
you had been mapped
they had been mapped
Past perfect
I had been mapped
you had been mapped
he/she/it had been mapped
we had been mapped
you had been mapped
they had been mapped
Future simple
I will be mapped
you will be mapped
he/she/it will be mapped
we will be mapped
you will be mapped
they will be mapped
Future perfect
I will have been mapped
you will have been mapped
he/she/it will have been mapped
we will have been mapped
you will have been mapped
they will have been mapped
Present continuous
I am being mapped
you are being mapped
he/she/it is being mapped
we are being mapped
you are being mapped
they are being mapped
Past simple continuous
I was being mapped
you were being mapped
he/she/it was being mapped
were being mapped
you were being mapped
they were being mapped
Future continuous
I will being mapped
you will being mapped
he/she/it will being mapped
we will being mapped
you will being mapped
they will being mapped
Future perfect continuous
I will have been mapped
you will have been mapped
he/she/it will have been mapped
we will have been mapped
you will have been mapped
they will have been mapped
Present perfect continuous
I have been mapped
you have been mapped
he/she/it has been mapped
we have been mapped
you have been mapped
they have been mapped
Past perfect continuous
I had been mapped
you had been mapped
he/she/it had been mapped
we had been mapped
you had been mapped
they had been mapped
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be mapped
That you be mapped
That he/she/it be mapped
That we be mapped
That you be mapped
That they be mapped
Present perfect
That I have been mapped
That you have been mapped
That he/she/it have been mapped
That we have been mapped
That you have been mapped
That they have been mapped
Simple past
That I were mapped
That you were mapped
That he/she/it were mapped
That we were mapped
That you were mapped
That they were mapped
Past perfect
That I had been mapped
That you had been mapped
That he/she/it had been mapped
That we had been mapped
That you had been mapped
That they had been mapped
CONDITIONAL
Present
I would be mapped
you would be mapped
we would be mapped
we would be mapped
you would be mapped
they would be mapped
Past
I would have been mapped
you would have been mapped
he/she/it would have been mapped
we would have been mapped
you would have been mapped
they would have been mapped
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be mapped
Past
to have been mapped
PARTICIPLE
Present
being mapped
Past
mapped
Perfect
having been mapped
GERUND
Present
being mapped
Past
having been mapped
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not map
you do not map
he/she/it does not maps
we do not map
you do not map
they do not map
Simple past
I did not map
you did not map
he/she/it did not map
we did not map
you did not map
they did not map
Simple past
I did not map
you did not map
he/she/it did not map
we did not map
you did not map
they did not map
Present perfect
I have not mapped
you have not mapped
he/she/it has not mapped
we have not mapped
you have not mapped
they have not mapped
Past perfect
I had not mapped
you had not mapped
he/she/it had not mapped
we had not mapped
you had not mapped
they had not mapped
Past perfect
I had not mapped
you had not mapped
he/she/it had not mapped
we had not mapped
you had not mapped
they had not mapped
Simple future
I I will not map
you you will not map
he/she/it he/she/it will not map
we we will not map
you I will not map
they they will not map
Future perfect
I will not have mapped
you will not have mapped
he/she/it will not have mapped
we will not have mapped
you will not have mapped
they will not have mapped
Present continuous
I am not mapping
you are not mapping
he/she/it is not mapping
we are not mapping
you are not mapping
they are not mapping
Past simple continuous
I was not mapping
you were not mapping
he/she/it was not mapping
we were not mapping
you were not mapping
they were not mapping
Future continuous
I will not be mapping
you will not be mapping
he/she/it will not be mapping
we will not be mapping
you will not be mapping
they will not be mapping
Future perfect continuous
I will not have been mapping
you will not have been mapping
he/she/it will not have been mapping
we will not have been mapping
you will not have been mapping
they will not have been mapping
Present perfect continuous
I have not been mapping
you have not been mapping
he/she/it has not been mapping
we have not been mapping
you have not been mapping
they have not been mapping
Past perfect continuous
I had not been mapping
you had not been mapping
he/she/it had not been mapping
we had not been mapping
you had not been mapping
they had not been mapping
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not map
That you do not map
That he/she/it does not map
That we do not map
That you do not map
That they do not map
Present perfect
That I have not mapped
That you have not mapped
That he/she/it have not mapped
That we have not mapped
That you have not mapped
That they have not mapped
Simple past
That I did not map
That you did not map
That he/she/it did not map
That we did not map
That you did not map
That they did not map
Past perfect
That I had not mapped
That you had not mapped
That he/she/it had not mapped
That we had not mapped
That you had not mapped
That they had not mapped
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not map
you would not map
we would not map
we would not map
you would not map
they would not map
Past
I would not have mapped
you would not have mapped
he/she/it would not have mapped
we would not have mapped
you would not have mapped
they would not have mapped
Present continous
I would not be mapping
you would not be mapping
we would not be mapping
we would not be mapping
you would not be mapping
they would not be mapping
Past continous
I would not have been mapping
you would not have been mapping
he/she/it would not have been mapping
we would not have been mapping
you would not have been mapping
they would not have been mapping
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me map
do not map
do not let him map
do not let us map
do not map
do not let them map
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to map
Past
not to have mapped
Present continous
not to be mapping
Perfect continous
not to have been mapping
Negative - PARTICIPLE
Present
not mapping
Past
not mapped
Perfect
not having mapped
Negative - GERUND
Present
not mapping
Past
not having mapped
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I map ?
do you map ?
does she/he/it maps ?
do we map ?
do you map ?
do they map ?
Simple past
did I map ?
did you map ?
did she/he/it map ?
did we map ?
did you map ?
did they map ?
Simple past
did I map ?
did you map ?
did she/he/it map ?
did we map ?
did you map ?
did they map ?
Present perfect
have I mapped ?
have you mapped ?
has she/he/it mapped ?
have we mapped ?
have you mapped ?
have they mapped ?
Past perfect
had I mapped ?
had you mapped ?
had she/he/it mapped ?
had we mapped ?
had you mapped ?
had they mapped ?
Past perfect
had I mapped ?
had you mapped ?
had she/he/it mapped ?
had we mapped ?
had you mapped ?
had they mapped ?
Simple future
will I map ?
will you map ?
will she/he/it map ?
will we map ?
will I map ?
will they map ?
Future perfect
will I have mapped ?
will you have mapped ?
will she/he/it have mapped ?
will we have mapped ?
will you have mapped ?
will they have mapped ?
Present continuous
am I mapping ?
are you mapping ?
is she/he/it mapping ?
are we mapping ?
are you mapping ?
are they mapping ?
Past simple continuous
was I mapping ?
were you mapping ?
was she/he/it mapping ?
were we mapping ?
were you mapping ?
were they mapping ?
Future continuous
will I be mapping ?
will you be mapping ?
will she/he/it be mapping ?
will we be mapping ?
will you be mapping ?
will they be mapping ?
Future perfect continuous
will I have been mapping ?
will you have been mapping ?
will she/he/it have been mapping ?
will we have been mapping ?
will you have been mapping ?
will they have been mapping ?
Present perfect continuous
have I been mapping ?
have you been mapping ?
has she/he/it been mapping ?
have we been mapping ?
have you been mapping ?
have they been mapping ?
Past perfect continuous
had I been mapping ?
had you been mapping ?
had she/he/it been mapping ?
had we been mapping ?
had you been mapping ?
had they been mapping ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I map ?
That do you map ?
That does she/he/it map ?
That do we map ?
That do you map ?
That do they map ?
Present perfect
That have I mapped ?
That have you mapped ?
That have she/he/it mapped ?
That have we mapped ?
That have you mapped ?
That have they mapped ?
Simple past
That did I map ?
That did you map ?
That did she/he/it map ?
That did we map ?
That did you map ?
That did they map ?
Past perfect
That had I mapped ?
That had you mapped ?
That had she/he/it mapped ?
That had we mapped ?
That had you mapped ?
That had they mapped ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I map ?
would you map ?
would she/he/it map ?
would we map ?
would you map ?
would they map ?
Past
would I have mapped?
would you have mapped?
would she/he/it have mapped?
would we have mapped?
would you have mapped?
would they have mapped?
Present continous
would I be mapping ?
would you be mapping ?
would she/he/it be mapping ?
would we be mapping ?
would you be mapping ?
would they be mapping ?
Past continous
would I have been mapping?
would you have been mapping?
would she/he/it have been mapping?
would we have been mapping?
would you have been mapping?
would they have been mapping?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not map ?
do you not map ?
does she/he/it not maps ?
do we not map ?
do you not map ?
do they not map ?
Simple past
did I not map ?
did you not map ?
did she/he/it not map ?
did we not map ?
did you not map ?
did they not map ?
Simple past
did I not map ?
did you not map ?
did she/he/it not map ?
did we not map ?
did you not map ?
did they not map ?
Present perfect
have I not mapped ?
have you not mapped ?
has she/he/it not mapped ?
have we not mapped ?
have you not mapped ?
have they not mapped ?
Past perfect
had I not mapped ?
had you not mapped ?
had she/he/it not mapped ?
had we not mapped ?
had you not mapped ?
had they not mapped ?
Past perfect
had I not mapped ?
had you not mapped ?
had she/he/it not mapped ?
had we not mapped ?
had you not mapped ?
had they not mapped ?
Simple future
will I not map ?
will you not map ?
will she/he/it not map ?
will we not map ?
will I not map ?
will they not map ?
Future perfect
will I not have mapped ?
will you not have mapped ?
will she/he/it not have mapped ?
will we not have mapped ?
will you not have mapped ?
will they not have mapped ?
Present continuous
am I not mapping ?
are you not mapping ?
is she/he/it not mapping ?
are we not mapping ?
are you not mapping ?
are they not mapping ?
Past simple continuous
was I not mapping ?
were you not mapping ?
was she/he/it not mapping ?
were we not mapping ?
were you not mapping ?
were they not mapping ?
Future continuous
will I not be mapping ?
will you not be mapping ?
will she/he/it not be mapping ?
will we not be mapping ?
will you not be mapping ?
will they not be mapping ?
Future perfect continuous
will I not have been mapping ?
will you not have been mapping ?
will she/he/it not have been mapping ?
will we not have been mapping ?
will you not have been mapping ?
will they not have been mapping ?
Present perfect continuous
have I not been mapping ?
have you not been mapping ?
has she/he/it not been mapping ?
have we not been mapping ?
have you not been mapping ?
have they not been mapping ?
Past perfect continuous
had I not been mapping ?
had you not been mapping ?
had she/he/it not been mapping ?
had we not been mapping ?
had you not been mapping ?
had they not been mapping ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not map ?
That do you not map ?
That does she/he/it not map ?
That do we not map ?
That do you not map ?
That do they not map ?
Present perfect
That have I not mapped ?
That have you not mapped ?
That have she/he/it not mapped ?
That have we not mapped ?
That have you not mapped ?
That have they not mapped ?
Simple past
That did I not map ?
That did you not map ?
That did she/he/it not map ?
That did we not map ?
That did you not map ?
That did they not map ?
Past perfect
That had I not mapped ?
That had you not mapped ?
That had she/he/it not mapped ?
That had we not mapped ?
That had you not mapped ?
That had they not mapped ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not map ?
would you not map ?
would she/he/it not map ?
would we not map ?
would you not map ?
would they not map ?
Past
would I not have mapped?
would you not have mapped?
would she/he/it not have mapped?
would we not have mapped?
would you not have mapped?
would they not have mapped?
Present continous
would I not be mapping ?
would you not be mapping ?
would she/he/it not be mapping ?
would we not be mapping ?
would you not be mapping ?
would they not be mapping ?
Past continous
would I not have been mapping?
would you not have been mapping?
would she/he/it not have been mapping?
would we not have been mapping?
would you not have been mapping?
would they not have been mapping?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - disegnare una carta geografica
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io disegno
tu disegni
egli disegna
noi disegniamo
voi disegnate
essi disegnano
Imperfetto
io disegnavo
tu disegnavi
egli disegnava
noi disegnavamo
voi disegnavate
essi disegnavano
Passato remoto
io disegnai
tu disegnasti
egli disegnò
noi disegnammo
voi disegnaste
essi disegnarono
Passato prossimo
io ho disegnato
tu hai disegnato
egli ha disegnato
noi abbiamo disegnato
voi avete disegnato
essi hanno disegnato
Trapassato prossimo
io avevo disegnato
tu avevi disegnato
egli aveva disegnato
noi avevamo disegnato
voi avevate disegnato
essi avevano disegnato
Trapassato remoto
io ebbi disegnato
tu avesti disegnato
egli ebbe disegnato
noi avemmo disegnato
voi eveste disegnato
essi ebbero disegnato
Futuro semplice
io disegnerò
tu disegnerai
egli disegnerà
noi disegneremo
voi disegnerete
essi disegneranno
Futuro anteriore
io avrò disegnato
tu avrai disegnato
egli avrà disegnato
noi avremo disegnato
voi avrete disegnato
essi avranno disegnato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io disegni
che tu disegni
che egli disegni
che noi disegniamo
che voi disegniate
che essi disegnino
Passato
che io abbia disegnato
che tu abbia disegnato
che egli abbia disegnato
che noi abbiamo disegnato
che voi abbiate disegnato
che essi abbiano disegnato
Imperfetto
che io disegnassi
che tu disegnassi
che egli disegnasse
che noi disegnassimo
che voi disegnaste
che essi disegnassero
Trapassato
che io avessi disegnato
che tu avessi disegnato
che egli avesse disegnato
che noi avessimo disegnato
che voi aveste disegnato
che essi avessero disegnato
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io disegnerei
tu disegneresti
egli disegnerebbe
noi disegneremmo
voi disegnereste
essi disegnerebbero
Passato
io avrei disegnato
tu avresti disegnato
egli avrebbe disegnato
noi avremmo disegnato
voi avreste disegnato
essi avrebbero disegnato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
disegna
disegni
disegniamo
disegnate
disegnino
Futuro
-
disegnerai
disegnerà
disegneremo
disegnerete
disegneranno
INFINITO - attivo
Presente
disegnare
Passato
avere disegnato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
disegnante
Passato
disegnato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
disegnando
Passato
avendo disegnato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono disegnato
tu sei disegnato
egli é disegnato
noi siamo disegnati
voi siete disegnati
essi sono disegnati
Imperfetto
io ero disegnato
tu eri disegnato
egli era disegnato
noi eravamo disegnati
voi eravate disegnati
essi erano disegnati
Passato remoto
io fui disegnato
tu fosti disegnato
egli fu disegnato
noi fummo disegnati
voi foste disegnati
essi furono disegnati
Passato prossimo
io sono stato disegnato
tu sei stato disegnato
egli é stato disegnato
noi siamo stati disegnati
voi siete stati disegnati
essi sono stati disegnati
Trapassato prossimo
io ero stato disegnato
tu eri stato disegnato
egli era stato disegnato
noi eravamo stati disegnati
voi eravate stati disegnati
essi erano statidisegnati
Trapassato remoto
io fui stato disegnato
tu fosti stato disegnato
egli fu stato disegnato
noi fummo stati disegnati
voi foste stati disegnati
essi furono stati disegnati
Futuro semplice
io sarò disegnato
tu sarai disegnato
egli sarà disegnato
noi saremo disegnati
voi sarete disegnati
essi saranno disegnati
Futuro anteriore
io sarò stato disegnato
tu sarai stato disegnato
egli sarà stato disegnato
noi saremo stati disegnati
voi sarete stati disegnati
essi saranno stati disegnati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia disegnato
che tu sia disegnato
che egli sia disegnato
che noi siamo disegnati
che voi siate disegnati
che essi siano disegnati
Passato
che io sia stato disegnato
che tu sia stato disegnato
che egli sia stato disegnato
che noi siamo stati disegnati
che voi siate stati disegnati
che essi siano stati disegnati
Imperfetto
che io fossi disegnato
che tu fossi disegnato
che egli fosse disegnato
che noi fossimo disegnati
che voi foste disegnati
che essi fossero disegnati
Trapassato
che io fossi stato disegnato
che tu fossi stato disegnato
che egli fosse stato disegnato
che noi fossimo stati disegnati
che voi foste stati disegnati
che essi fossero stati disegnati
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei disegnato
tu saresti disegnato
egli sarebbe disegnato
noi saremmo disegnati
voi sareste disegnati
essi sarebbero disegnati
Passato
io sarei stato disegnato
tu saresti stato disegnato
egli sarebbe stato disegnato
noi saremmo stati disegnati
voi sareste stati disegnati
essi sarebbero stati disegnati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii disegnato
sia disegnato
siamo disegnati
siate disegnati
siano disegnati
Futuro
-
sarai disegnato
sarà disegnato
saremo disegnati
sarete disegnati
saranno disegnati
INFINITO - passivo
Presente
essere disegnato
Passato
essere stato disegnato
 
 
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
disegnato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo disegnato
Passato
essendo stato disegnato