Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
lambaste
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
lambaste
= battere, picchiare, rimproverare, redarguire, stroncare,
---------------
Vocabulary and phrases
* Spesso anche , mettendo due critiche alle mani tra loro , le facevam battere l'una dall'altra ; o , esaminandole ben a fondo , riscontrandole attentamente , riuscivamo a scoprire e a mostrare che , così opposte in apparenza , eran però d'uno stesso genere , nascevan tutt'e due dal non badare ai fatti e ai principi su cui il giudizio doveva esser fondato ; e , messele , con loro gran sorpresa , insieme , le mandavamo insieme a spasso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Renzo era un giovine pacifico e alieno dal sangue , un giovine schietto e nemico d'ogni insidia ; ma , in que' momenti , il suo cuore non batteva che per l'omicidio , la sua mente non era occupata che a fantasticare un tradimento .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Bene , - continuò Agnese: - quello è una cima d'uomo ! Ho visto io più d'uno ch'era più impicciato che un pulcin nella stoppa , e non sapeva dove batter la testa , e , dopo essere stato un'ora a quattr'occhi col dottor Azzecca-garbugli (badate bene di non chiamarlo così !) , l'ho visto , dico , ridersene .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E voi , - disse poi ad Agnese , - raccontatemi cosa c'è ! - Mentre la buona donna faceva alla meglio la sua dolorosa relazione , il frate diventava di mille colori , e ora alzava gli occhi al cielo , ora batteva i piedi .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* - Battere un ambasciatore ! persona sacra ! Anche lei , padre , mi dirà se questa è azione da cavaliere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il conte duca , signori miei , - proseguiva il podestà , sempre col vento in poppa , e un po' maravigliato anche lui di non incontrar mai uno scoglio: - il conte duca è una volpe vecchia , parlando col dovuto rispetto , che farebbe perder la traccia a chi si sia: e , quando accenna a destra , si può esser sicuri che batterà a sinistra: ond'è che nessuno può mai vantarsi di conoscere i suoi disegni ; e quegli stessi che devon metterli in esecuzione , quegli stessi che scrivono i dispacci , non ne capiscon niente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Chi accorre , chi sguizza tra uomo e uomo , e se la batte ; il tumulto era grande , quando arriva un altro , che gli aveva veduti partire in fretta , e grida: - correte , figliuoli: ladri , o banditi che scappano con un pellegrino: son già fuori del paese: addosso ! addosso ! - A quest'avviso , senza aspettar gli ordini del capitano , si movono in massa , e giù alla rinfusa per la strada ; di mano in mano che l'esercito s'avanza , qualcheduno di quei della vanguardia rallenta il passo , si lascia sopravanzare , e si ficca nel corpo della battaglia: gli ultimi spingono innanzi: lo sciame confuso giunge finalmente al luogo indicato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Buon per lui questa volta , che ha trovato un amico , il quale , senza tanto strepito , senza tanto apparato , senza tante faccende , ha condotto l'aflare a buon porto , in un batter d'occhio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Mandò a dire a Gertrude che venisse da lui ; e aspettandola , si dispose a batter il ferro , mentre era caldo .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Questa rapida mutazione di stile fu cagionata da una pietra che , uscita dalle mani d'uno di que' buoni figliuoli , venne a batter nella fronte del capitano , sulla protuberanza sinistra della profondità metafisica .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* All'intorno era un batter di mani e di piedi , un frastono di mille grida di trionfo e d'imprecazione .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* C'era , proprio sul passo , un mucchio di gabellini , e , per rinforzo , anche de' micheletti spagnoli ; ma stavan tutti attenti verso il di fuori , per non lasciare entrar di quelli che , alla notizia d'una sommossa , v'accorrono , come i corvi al campo dove è stata data battaglia ; di maniera che Renzo , con un'aria indifferente , con gli occhi bassi , e con un andare così tra il viandante e uno che vada a spasso , uscì , senza che nessuno gli dicesse nulla ; ma il cuore di dentro faceva un gran battere .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Son lì sul Cordusio , vedon lì quel forno che fin da ieri , avevan voluto saccheggiare ; e cosa si faceva in quella bottega ? si distribuiva il pane agli avventori ; c'era de' cavalieri , e fior di cavalieri , a invigilare che tutto andasse bene ; e costoro (avevano il diavolo addosso vi dico , e poi c'era chi gli aizzava) , costoro , dentro come disperati ; piglia tu , che piglio anch'io: in un batter d'occhio , cavalieri , fornai , avventori , pani , banco , panche , madie , casse , sacchi , frulloni , crusca , farina , pasta , tutto sottosopra .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Fu in un batter d'occhio , vi dico: piglia piglia ; tutto ciò che c'era buono a qualcosa , fu preso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Sentiva la brezza notturna batter più rigida e maligna sulla fronte e sulle gote ; se la sentiva scorrer tra i panni e le carni , e raggrinzarle , e penetrar più acuta nelle ossa rotte dalla stanchezza , e spegnervi quell'ultimo rimasuglio di vigore .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Scese un po' sul pendìo , e , separando e diramando , con le mani e con le braccia , il prunaio , guardò giù , se qualche barchetta si movesse nel fiume , ascoltò se sentisse batter de' remi ; ma non vide né sentì nulla .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Tra questi pensieri , e disperando ormai d'attaccar sonno , e facendosegli il freddo sentir sempre più , a segno ch'era costretto ogni tanto a tremare e a battere i denti , sospirava la venuta del giorno , e misurava con impazienza il lento scorrer dell'ore .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E benché , dal punto dove stava a guardare , la non paresse più che una di quelle carrozzine che si dànno per balocco ai fanciulli , la riconobbe subito , e si sentì il cuore batter più forte .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E quando l'innominato , alla fine delle sue parole , alzò di nuovo quella mano imperiosa per accennar che se n'andassero , quatti quatti , come un branco di pecore , tutti insieme se la batterono .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Finalmente se n'andavano ; erano andati ; si sentiva da lontano morire il suono de' tamburi o delle trombe ; succedevano alcune ore d'una quiete spaventata ; e poi un nuovo maledetto batter di cassa , un nuovo maledetto suon di trombe , annunziava un'altra squadra .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Il tribunale e i decurioni , non sapendo dove battere il capo , pensaron di rivolgersi ai cappuccini , e supplicarono il padre commissario della provincia , il quale faceva le veci del provinciale , morto poco prima , acciò volesse dar loro de' soggetti abili a governare quel regno desolato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Fu spesso lì lì per mancare affatto di viveri , a segno di temere che ci s'avesse a morire anche di fame ; e più d'una volta , mentre non si sapeva più dove batter la testa per trovare il bisognevole , vennero a tempo abbondanti sussidi , per inaspettato dono di misericordia privata: ché , in mezzo allo stordimento generale , all'indifferenza per gli altri , nata dal continuo temer per sé , ci furono degli animi sempre desti alla carità , ce ne furon degli altri in cui la carità nacque al cessare d'ogni allegrezza terrena ; come , nella strage e nella fuga di molti a cui toccava di soprintendere e di provvedere , ce ne furono alcuni , sani sempre di corpo , e saldi di coraggio al loro posto: ci furon pure altri che , spinti dalla pietà , assunsero e sostennero virtuosamente le cure a cui non eran chiamati per impiego .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ma , non avendo voluto acconsentire , s'era trovato , in un batter d'occhio , nel medesimo luogo dove era stato preso .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Eran que' cadaveri , la più parte ignudi , alcuni mal involtati in qualche cencio , ammonticchiati , intrecciati insieme , come un gruppo di serpi che lentamente si svolgano al tepore della primavera ; ché , a ogni intoppo , a ogni scossa , si vedevan que' mucchi funesti tremolare e scompaginarsi bruttamente , e ciondolar teste , e chiome verginali arrovesciarsi , e braccia svincolarsi , e batter sulle rote , mostrando all'occhio già inorridito come un tale spettacolo poteva divenire più doloroso e più sconcio .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* E in un batter d'occhio , sono spariti , a cento per volta .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Respirava con pena; a ogni menomo rumore il cuore le balzava in petto e le batteva con tumultuosa repenza; una stanchezza greve la opprimeva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ora, appena tutt'e tre finiranno di sonare, l'ultima, la campanella piú piccola e piú argentina, batterà tre tocchi, timidi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E certe sere vedeva la moglie appoggiata alla ringhiera dell'ampio terrazzo della casa, alle cui mura veniva quasi a battere il mare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E aveva sorriso anche lei, riabbandonandosi sul letto, perché il cuore le batteva come volesse balzarle dal seno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Batte troppo...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il cuore gli batteva forte.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Silvia cominciò a poco a poco a dirsi stufa di questi modi del Verona, e al marito che, per scusarlo, tornava a battere su quel chiodo, ch'era stato cioè un grave danno per l'amico il ritiro dalla vita politica, rispondeva che questa non era una buona ragione pèrché egli venisse a sfogare in casa loro il malumore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Le morí subito dopo quel sorriso, assiderato dall'aspetto sconvolto e imbarazzato del dottor Vocalòpulo, che entrava ansante, come se fosse venuto di corsa, e batteva nervosamente le palpebre dietro le lenti molto forti da miope, che gli rimpiccolivano gli occhi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
capisci? capisci? E con una mano le batteva dolcemente la spalla, carezzandola, quasi ninnandola con quelle parole.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Tommasino? - Sfidato a duello? - Stupida, alla signorina Fanelli? - Confermato? - Senza spiegazioni? - E ha accettato la sfida? - Eh, perdio, schiaffeggiato! - E si batterà? - Domani, alla pistola.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tommasino era stanco dell'inutile vita, stanco dell'ingombro di quella sua stupida carne, stanco della baja che tutti gli davano e che sarebbe diventata piú acerba e accanita se egli, dopo gli schiaffi, si fosse ricusato di battersi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E volle battersi alla pistola, la mattina appresso, all'alba, proprio là, nel recinto del Tir'a segno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Appena si mostrava per via, due, tre lo chiamavano forte: - Cavaliere! Signor sindaco! Tirava via di lungo; e un quarto, ecco, lo raggiungeva di corsa, gli batteva amichevolmente una mano su la spalla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora, lasciamo andare che - batti oggi e batti domani - a causa della bile che già comincia a muoverglisi dentro, l'homo judaeus prende a poco a poco a rinascere e a ricostituirsi in lui, senza ch'egli per altro voglia riconoscerlo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Venuta la notte di Natale, appena il signor Pietro Ambrini con la figlia e i nipotini e tutta la servitú si recarono in chiesa per la messa di mezzanotte, il signor Daniele Catellani entrò tutto fremente d'una gioja quasi pazzesca nella stanza del presepe: tolse via in fretta e furia i re Magi e i cammelli, le pecorelle e i somarelli, i pastorelli del cacio raviggiolo e dei panieri d'uova e delle fiscelle di ricotta - personaggi e offerte al buon Gesú, che il suo demonio non aveva stimato convenienti al Natale d'un anno di guerra come quello - e al loro posto mise piú propriamente, che cosa? niente, altri giocattoli: soldatini di stagno, ma tanti, ma tanti, eserciti di soldatini di stagno, d'ogni nazione, francesi e tedeschi, italiani e austriaci, russi e inglesi, serbi e rumeni, bulgari e turchi, belgi e americani e ungheresi e montenegrini, tutti coi fucili spianati contro la grotta di Bethlehem, e poi, e poi tanti cannoncini di piombo, intere batterie, d'ogni foggia, d'ogni dimensione, puntati anch'essi di sú, di giú, da ogni parte, tutti contro la grotta di Bethlehem, i quali avrebbero fatto veramente un nuovo e graziosissimo spettacolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il povero uccellino era venuto a batter le alucce ai vetri dell'antica finestra, quasi a chiedergli ajuto e ospitalità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah Dio mio, Momo, forse le notizie politiche non t'interessano piú? Non è possibile: erano ormai quasi tutta la tua vita e dobbiamo seguitare a fare come ogni sera, quando, dopo cena, il portinajo ti portava su il giornale e tu, leggendolo, a qualche notizia, battevi forte il pugno sulla tavola e io restavo perplesso tra i bicchieri che saltavano e i tuoi occhiacci che mi fissavano di sui cerchi delle lenti insellate sempre un po' a sghimbescio sul tuo naso grosso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Chi sa come si sarà abbrutito a furia di batter la testa contro le dure, stupide realtà quotidiane d'una meschina vita provinciale! Da compagno di scuola, egli mi ammirava; ma ora vuol essere ammirato lui da me, perché - buttati via i libri - s'è arricchito; mentr'io, là! potrò farmi giulebbare dal suocero dotto latinista, il quale, figuriamoci! mi farà scontare a sudore di sangue le tre lirette spese per il mio libro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nessuno lo salutava; solo il Colacci gigantesco gli s'accostò per battergli forte la mano su la spalla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Sciaramè diede un'ingollatina, poi rimase in mezzo alla camera a stirarsi il labbro e a battere le pàlpebre, stizzito, non sapeva bene se contro se stesso o contro Rorò o contro i Reduci.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gli parevano siffattamente strani e diversi da lui, che si meravigliava poi nel veder loro battere le pàlpebre, com'egli le batteva, e muovere le labbra, com'egli le moveva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Guardando, batteva di continuo le pàlpebre celerissimamente su gli occhietti cauti, neri, irrequieti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Carluccio, Dio mio, dov'è? Faustino! Faustino! E Bicetta? Con l'aria che batteva viva, da terra là sopra coperta e che si portava via il fumo della ciminiera tra il cordame dell'alberatura, nel chiarore aperto e fresco, tutto lampeggiante dei riflessi del sole al tramonto sul mare un po' mosso a ogni sollevarsi dei parasoli, quei tre benedetti ragazzi, che non erano stati mai su un piroscafo, parevano impazziti; si ficcavano tra la gente, da per tutto, tra le scale sul passavanti, le lapazze, i ponti di sbarco, sotto le lance; volevano veder tutto, e correvano davvero il rischio anche di precipitar giú in mare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E ora comincia a battere anche i denti, seguitando a stropicciarsi piú forte, senza saperlo, le gambe che gli ballano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E batteva forte, due volte, le mani.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora io, ricco, ma con qui dentro qualcosa che batte e che, per tua norma, si chiama cuore, prendo sua moglie, la ficco in un vagone di terza classe e la spedisco a Roma, balia del mio nipotino! Poteva avere centomila ragioni il signor Manfroni, ma aveva anche su uno zigomo un ridicolissimo porro, sul quale la moglie appuntava gelidamente uno sguardo quanto mai dispettoso, quando si vedeva costretta a sottomettersi a quelle ragioni.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E che cos'era allora questa che da undici anni lei, la signora Lèuca, viveva qua, in questa sua casa monda e schiva, con le discrete visite di tanto in tanto delle sue buone amiche del patronato di beneficenza e del dotto parroco di Sant'Agnese e di quel bravo signor Ildebrando l'organista? Non era vita questa che si godeva qua nella santa pace inalterabile, qua in tanta lindura d'ordine, in questo silenzio, tra il tic e tac lento e staccato della pendola grande che batte le ore e le mezz'ore con un suono languido e blando entro la cassa di vetro? II Alla parrocchia di Sant'Agnese è corsa a dar l'allarme come una colomba spaventata la vecchia signorina Trecke del patronato di beneficenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Come Cesara, però, senza muovere il capo, senza batter ciglio, levò appena una mano ad accennar la sua mamma lí distesa, dicendogli: - Vede, professore? - il professore ebbe uno scatto, e: - Sí, cara, sí! - le rispose con una concitazione quasi astiosa, che stordí la sua antica allieva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ah, per questa son brava ancora, forse! Ed entrando in quella classe, che maraviglie! Guarda! guarda! Le panche allineate, la cattedra, la lavagna, le carte geografiche alle pareti; e quel tanfo particolare della scuola! Volle sedere su una di quelle panche, e, poggiando i gomiti, con la testa tra le mani, sospirò: - Se sapessi che impressione mi fa! Varcata poi la soglia della cameretta di Mirina, altre maraviglie! Si mise a batter le mani: che nido di pace! beata solitudine! E, indicando il lettino di ferro, pulitino, con la sua brava coperta a "crocè" fatta in casa e il trasparente e la balza celeste, di mussolina rasata: - Chi sa che sogni vi fai! Dolci, puri! Ma disse che lei avrebbe pure avuto una gran paura a dormir sola in una cameretta cosí, con tutte quelle stanze vuote di là, delle classi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per non essere disturbato dal chiasso dei figliuoli, ha allogato lí un tavolinetto coi piedi mozzi; salta sulle passinate del palco, curvo per non battere il capo nella copertura del tetto che pende a capanna, e va a ficcare le gambe lunghe distese sotto quel tavolinetto, sedendo su un'assicella posta fra una trave e l'altra; e in quella bella posizione dura quattro e cinque ore, finché la moglie non viene a chiamarlo, o per qualche rara visita o perché già pronto in tavola; e allora - a levarti ti voglio! con quelle povere gambe che non se le sente piú, intormentite e informicolate da tante ore d'immobilità.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma io? Pensate ai vostri libri, voi; ma scusate: c'è un'intera popolazione che dovrebb'essere affidata alle vostre cure; la vedete morire con le pallottoline di quell'impostore in bocca, e non ve ne fate né scrupolo né rimorso? È obbligo vostro sacrosanto difenderla, questa popolazione, difenderla anche se non vuol esser difesa; difenderla contro la sua ignoranza e la sua pazzia! E non vi parlo di me! Batti oggi e batti domani, il farmacista ha strappato finalmente al dottor Calajò la promessa che farà una formale denunzia al Prefetto contro Piccaglione, perché gli sia interdetto l'esercizio abusivo della professione di medico.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Corri di qua, scappa di là, nello spavento non trovavano piú la buca per sguizzare e battersela; alla fine, una la imbroccò, e via le altre dietro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Batà aveva tratto un filo dal fascio su cui stava seduto, e tentava di batterlo con mano svogliata su gli scarponi ferrati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Asserragliata dentro, tenendosi stretta come a impedire che le membra le si staccassero dal tremore continuo, crescente, invincibile, mugolando anche lei, forsennata dal terrore, udí poco dopo gli úluli lunghi, fermi, del marito che si scontorceva fuori, là davanti la porta, in preda al male orrendo che gli veniva dalla luna, e contro la porta batteva il capo, i piedi, i ginocchi, le mani, e la graffiava, come se le unghie gli fossero diventate artigli, e sbuffava, quasi nell'esasperazione d'una bestiale fatica rabbiosa, quasi volesse sconficcarla, schiantarla, quella porta, e ora latrava, latrava, come se avesse un cane in corpo, e daccapo tornava a graffiare, sbruffando, ululando, e a battervi il capo, i ginocchi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Chi di noi tre, in tali condizioni, poteva aver animo da contraddire Stefano Traína e da difendere gli storni ch'egli ci dipingeva come una vera calamità per le campagne, peggio assai delle cavallette, vero flagello di Dio? Ma Stefano Traína era fatto cosí: parlando aveva bisogno di credere che qualcuno lo contraddicesse; e accalorandosi sempre piú, volle far sapere a noi tre poveri innocenti, che gli storni vanno a nugoli cosí fitti che, se passano davanti al sole, l'oscurano; se calano su un bosco d'olivi, in un batter d'occhio lo stèrminano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma l'uomo fece un gesto appunto come per allontanare quest'ombra e seguendo con gli occhi il movimento delle mani rosse che tiravano , piegavano e battevano la pasta bianca , riprese con calma: — Il ragazzo è bravo e la provvidenza lo aiuterà .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Abbandonò la lettera e corse giú , ma arrivata al portone si fermò ad ascoltare: il cuore le batteva come se i colpi arrivassero al petto .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Gente forte , era ! Adesso non resta che questo poderetto , ma è come il cuore che batte anche nel petto dei vecchi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Le parve che il fuoco si spegnesse e il sangue cessasse di batter violento nelle sue vene .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Infatti Noemi aveva lasciato cadere la viola in una valletta bianca della tela ; le batteva il cuore ; sí , indovinava .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Là dentro a quel palpito batteva il sangue di Giacinto , ed Efix sentiva voglia di piangere pensando a lui .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Efix seguiva una fila di paesane avvolte nelle loro tuniche grevi , e col vento che gli batteva sul petto sentiva qualche cosa di nuovo , di forte , penetrargli nel cuore .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Anche il cuore cessò di battere .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Il sole batteva sui tetti di schegge delle casette basse e umili come capanne , il vento del pomeriggio portava un odore di erbe aromatiche e qualche grido , qualche suono lontano .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Eppure egli ricordava quel riso , quel volto curvo su lui , quell'ombra e quella luce tremula intorno: e il cuore gli batteva , gli batteva , da spezzarsi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ed Efix sentiva avvicinarsi la morte , piano piano , come salisse tacita dal sentiero accompagnata da un corteggio di spiriti erranti , dal batter dei panni delle panas giú al fiume , dal lievesvolazzare delle anime innocenti tramutate in foglie , in fiori . . .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
I’ avevo sedici anni, egli diciannove: il cuor mio non batteva a male, ma batteva. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Ma Pasotti batteva impaziente il mazzo dei tarocchi sul tavolino e bisognò giuocare. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
l'ingegnere Ribera batteva due colpi discreti alla porta del signor Giacomo Puttini in Albogasio Superiore. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Venga giù Lei addirittura.» Il signor Giacomo cominciò a soffiare e battere le palpebre. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Altro tocco al sughero, altro anello più grosso; il sughero va pian piano sull'acqua, si ferma, il cuore del Biancòn batte a furia; il sughero cammina ancora per un piccol tratto, a fior d'acqua e sprofonda; zac! il Biancòn dà un colpo, la bacchetta si torce in arco tanto il filo è tirato da un peso occulto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ma l'ingegnere, alzato dalle carte il viso placido e sorridente, si mise a batter col dito, sotto il piano del tavolino, dei colpettini misteriosi che volevan dire: c'è la carta buona; e allora don Giuseppe, visto che il suo «négher» non era «güzz», cacciò un «malarbetto!» e buttò via le carte anche lui. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Vuole che Cavour mandi il duca di Genova e quindici o ventimila uomini a battersi per i turchi se non ha in pugno la guerra all'Austria? La signora crede che non passerà un anno.» Franco scosse i pugni in aria con un fremito di tutta la persona. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Si udì, nel silenzio che seguì quel bacio, un batter misurato di remi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
«Mantova!» Franco udì senza batter ciglio il formidabile nome, sinonimo di segrete e di forche. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Uscendo dal sottoportico cavalcato dalla casa, Franco si udì sopra la testa uno strepito d'imposte, vide batter sulla faccia bianca della chiesa il lume della sua camera e si voltò a dir verso la finestra: «Manda a chiamar il medico, domattina! Addio!» Luisa non rispose. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ella gli fissava in viso gli occhi spalancati, non batteva palpebra. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Pareva che il Gilardoni e Luisa pensassero ad altro, che ascoltassero il batter delle onde ai muri dell'orto. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Se lo accogliesse Dio sa in quale altro modo imbarazzante? E se non lo volesse ricevere? Santo cielo, se non lo volesse ricevere? L'improvviso strepitar dei sedici zoccoli sopra un ciottolato gli fece battere il cuore. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
E un bacio, niente? E un altro, no? Allora bisogna proprio dire: Ombretta sdegnosa Del Missipipì, Non far la ritrosa E baciami qui.» Maria lo ascoltò come se udisse i versi per la prima volta; e poi, fuori a ridere, a saltare, a battere le mani. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Allora Luisa gli chiese di raccontarle il colloquio e stette ad ascoltarlo senza batter ciglio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Insomma, se la parte mia, quando scoppierà la guerra, non fosse di liberare la «süra Peppina» e di buttare ai cavedini il suo Carlascia, andrei volentieri a battermi insieme al dottore di Pellio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Tutti meno il Padovano, sempre; del quale va pur detto, a sua scusa, che patisce la fame, o quasi, per non vedere austriaci, e che quantunque bussi all'uscio de' quaranta si batterà meglio di qualche giovane che adesso si mangia un caiserlicchio a colazione e due a pranzo. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il rombo del tuono era continuo, radi goccioloni battevano qua e là sul granturco, colpi di vento stormivano per i gelsi, a intervalli, precorrendo i turbini della caronasca. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Raccolta in un solo pensiero, disprezzò la pioggia scrosciante che le batteva sul capo e sulle spalle, che la cingeva d'un torbido velo e di strepito. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Ogni tanto lo strepito del treno lo toglieva dal suo torpore suggerendogli l'idea di una corsa angosciosa, richiamando il suo cuore a correre, a batter così. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il professore voltava le spalle al lume che batteva sul viso di Luisa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il tavolino si moveva, ricominciò a batter colpi. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Il lume della candela batteva sui capelli, sulle braccia, sulle mani di lei. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
E rimasto perciò propriamente come uno che caschi dalle nuvole, l’altra sera, allorché, uscito sulla strada per abbassare la saracinesca, s’è vista addosso una grossa frotta di dimostranti, la quale, passando come un uragano, s’è avventata contro la sua bottega di orologiajo e gli ha fracassato in un batter d’occhio insegna, sporti, vetrina, ogni cosa.
---------------
il cuore da un pezzo non gli batte piú in regola; ha il cuore stanco, e spesso il capo così greve...(Pirandello - Berecche e la guerra)
---------------
La Reggia era chiusa. E parve alla creatura febrile che chiuso vi fosse il suo più profondo destino. Ella balzò a terra, anelante; e, simile alla figlia scacciata che ritorna in demenza, si pose a battere l'imposta coi due pugni chiusi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Un gran sobbalzo la distaccò dall'amante. E le sue pàlpebre gravi battevano per respingere la nube addensata, per riacquistare il lume, per distinguere il fantasma dalla presenza certa. Era ancóra l'imagine nello specchio? Era ancóra lo sguardo della follia negli occhi suoi divenuti estranei? Era il pallore stesso della sua perdizione quello? Ah, non credeva di poter essere tanto livida!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Il vento sta per cedere — disse Paolo. — Tenterò oggi di battere Edgard Howland nella durata, nella velocità e nell'altezza. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Posatoi rupestri del Mokattam, pregni di splendore come gli alabastri delle meschite, dove nel mattino gli avvoltoi fulvi s'indugiano al sole che dissecchi la rugiada su le lunghe remiganti disgiunte e curano i fusti teneri delle penne nascenti e a quando a quando starnazzano per esercitar le giunture e, nel sentire il soffio, di sùbito si gettano giù abbassandosi per un tratto di frombola senza batter l'ali e partono di primo volo e salgono al sommo e poi discendono col becco al vento e s'aggirano spiando tutta la contrada e si sospendono nell'aria immobili e poi risalgono e poi ridiscendono, senza mai batter l'ali! Specchi della Palude Mareotide, coperti d'ampie ninfee natanti che sorgono all'improvviso con uno strepito simile a quello dei cigni; e sono i pellicani dall'occhio scarlatto, i gravi pellicani dal sacco gutturale venato come le dàlie;(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Poi s'udì il galoppo dei cavalli accorrenti. Poi di sopra gli steccati la folla si rovesciò sul campo, avida di vedere il sangue, di guardare la carne lacera. Poi, su la folla che già ridivenuta selvaggia s'incalzava e si batteva per lo spettacolo atroce, stettero la colonna e la statua solitarie, due creature immortali dell'artefice efimero, che armavano di bellezza l'orgoglio invitto dell'uomo. Le ali di bronzo testimoniarono per le ali di lino. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Come i rottami furono rimossi, districate le sàrtie, sollevate le tele, apparve il corpo esanime dell'eroe. L'occipite aderiva alla massa del motore per modo che i sette cilindri irti d'alette gli facevano una sorta di raggiera spaventosa, lorda di terra e d'erba sanguigne. Gli occhi leonini erano aperti e fissi; la bocca era intatta e tranquilla, senza contrattura alcuna, senza traccia d'ambascia, coi suoi puri denti di giovine veltro nel fulvo della barba fine come lanugine. L'arteria della tempia, recisa da un filo d'acciaio con la nettezza d'un colpo di rasoio, versava un rivo purpureo che riempiva l'orecchio, il collo, la clavicola, le cellette sottostanti del radiatore contorto, un pugno semichiuso. Chinandosi un medico sul petto per ascoltare il cuore che non batteva più, sentì contro la guancia prona il fresco d'una foglia di rosa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Ah, orribile, troppo orribile! — lamentò Isabella Inghirami, tutta chiusa nel mantello e nel velo, stringendosi addosso a Vana che batteva i denti come nel ribrezzo della febbre. — Non s'arriva mai. Aldo, passa innanzi, passa, passa!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Vana, batti i denti?
---------------
— Ah, Vana, non battere i denti così!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Soffocatamente aveva parlato ella, sollevando il velo di sopra la faccia come di sopra a una piaga viva; ché la vita batteva in quel poco di nudità come là dove il male imperversa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
L'uomo cessò di sorreggerla; s'avanzò verso il fianco della salma; esitò. Ella rimase in piedi, rigida, udendo i colpi del suo cuore sotto le sue calcagna; e vedeva tra le labbra livide dell'esanime i denti piccoli e puri di fanciullo. Come la mano del compagno si levò tremante, ella lo guardò; e le parve che i due volti in quel punto avessero il medesimo pallore. E la paura del presagio la prese così forte ch'ella appena contenne l'impeto cieco di gettarsi sopra il superstite per trattenerlo con le sue braccia all'orlo dell'abisso. Udì sibilare la pialla, stridere la lima, battere il martello, con un'attenuazione di sogno, dietro la cortina stessa ch'ella aveva varcato nel vento dell'elica. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ovunque e sempre ella li ospitava e li provvedeva; ma se taluno di loro avesse voluto distaccarsene, avrebbe dovuto discendere nella strada spietata o tentare di battere alla porta odiosa col dubbio di non vederla aprire. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Non io le porterò questa volta; le porterà un'altra messaggera....» Cantando lontano un assiolo — dove? su le mura della Rocca vecchia? più lontano, laggiù, verso la Porta all'Arco? — Vana stava per rompere in pianto, contro il davanzale; quando udì qualcuno battere all'uscio della stanza. Sobbalzò. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Dove sono? dove sono? Gli amanti erano su la marina pisana, in una villa solitaria fra la pineta e la prateria salmastra. Una terrazza scialbata di calcina e lastricata di maiolica vi si sporgeva dal fianco verso il Tirreno, simile a quella sognata da Aldo nel Paradiso della principessa Estense, ove i sogni delle città brune e bionde colorano le lunette e presso Ulma che in arnese cavalca il Danubio azzurro è Algeri che porta un cipresso per piuma al suo turbante bianco. Ma così forte la batteva il sole che le ciocche nate al mattino su gli oleandri vi languivano già tinte di fulvo in sul mezzogiorno e riarse innanzi sera vi morivano. Soltanto lungo il muro maestro, dove s'apriva la porta, un tendaletto rigato come la gandura d'una Mzabita faceva ombra sul tappeto ricoperto di cuscini ove gli amanti passavano gran parte delle ore diurne e notturne accarezzandosi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Conosci gli amori di Leila e di Madschnun? Madschnun significa il Folle, folle in estasi di passione. Vuoi che ti chiami così? Una gazzella s'era impigliata nelle reti. Madschnun la vide, accorse, la coprì di baci, le medicò le ferite, la trasse dai lacci, la accarezzò dal capo ai piedi, perché lo sguardo di quei grandi occhi teneri gli suscitava l'imagine di Leila; e le diede la libertà. Ora l'ho io, proprio la stessa, ma trasfigurata in Vergine da un pittore senese che si chiama Priamo di Piero. Te la mostrerò. Guarda con gli stessi occhi con cui ella guardava Madschnun. Ha un collo lungo lungo, un viso fine fine, un mento stretto come il muso del suo tempo selvaggio, le mani come le mie, con le dita disgiunte. Ma certo mi vince in gambe; perché, se si alza dal trono, chi sa dove batte l'aureola, quell'aureola d'oro che è come la beatitudine che il cielo persiano le poneva un tempo fra le due corna in forma di piccola lira. E porta una veste orientale, rossa broccata a garofani d'oro, che dev'essere una veste di Leila. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Ah, non sapevi. Ora ti scandalizzi della mia sfrontatezza! Ma a che spettacoli non m'hai tu abituata, a che contatti, a che allusioni, a che linguaggio? Non t'ho servita di coperchio più d'una volta? Non ti sei eccitata sopra la mia ingenuità? Certo, in casa tua ho imparato a non aprire le porte senza battere e a non passare per quelle aperte senza tossire. A tutte le prudenze e a tutte le compiacenze tu m'hai abituata. Laggiù, a Mantova, non te ne ricordi?, per asciugarti la bocca giunsi ad offrirti il mio fazzoletto.... Non ti basta? No, non ti basta. M'avevi già costretta a farti da testimone e da avvisatrice perché Aldo non ti cogliesse. Pochi minuti dopo, ridevi, recitavi la tua commedia, assottigliavi la tua grazia per ferirmi. A un tratto m'attirasti, mi serrasti contro di te, giocasti con la mia pena, volesti sentirla viva sotto le tue unghie, palparla, irritarla.... Ah perversa, perversa!(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Laggiù, verso ponente, tra i dorsi nudi di marna e di mattaione, tra gli zolloni di tufo pieni di nicchi, su pei lastroni pietrosi, per le scappie d'alberese, per le sterpaie di tignàmica e di spigo selvatico, nelle ghiare, negli acquitrini, nelle genghe, Aldo Lunati e Paolo Tarsis cavalcavano in silenzio, attenti al terreno difficile, conducendo al passo i cavalli che di tratto in tratto affondavano nella creta sdrucciolavano nel galestro inciampicavano nello scarico. Per discendere i pendii franosi le buone bestie si lasciavano scivolare su le zampe anteriori tese strisciando con le natiche. Affrontavano le erte brevi e ripide con grandi falcate, come andando a una banchina cedevole: lo zoccolo si spiccava dalla pésta e la frana ruinava di sotto nel tempo medesimo. Già si coprivano di schiuma bianca, come dopo un galoppo severo, e i loro fianchi battevano. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Non lo racconteremo — assentì quegli, senza batter ciglio. — Ma la ghirlanda?
---------------
Io ho vent'anni; e so troppe cose. Tu sei impietrato, sei scolpito, non ti muti più. La bestia orribile non si affaccerà all'improvviso fra la tua fronte e la tua gola». Ella batteva le palpebre come per cacciare l'imagine della faccia bestiale, dianzi veduta tra la fronte e la gola, del suo amore; che di continuo le si riformava in fondo alla pupilla. Quella ancóra la sconvolgeva, la inorridiva. Ma, se fosse riuscita a cancellarla, le sarebbe quasi parso di non soffrir più; perché in quel punto aveva l'illusione d'essersi liberata da tutto il resto. Era come se le avessero capovolta l'anima, come se fossero andate al fondo tutte le cose infeste che la strangolavano e fosse venuta nel luogo loro una parte preservata e lontana ove non aliasse se non l'aura dell'estrema pace. «Tutto è compiuto. Tutto è consumato». (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Andò alla finestra, l'aperse: la notte era stellata ma fredda su gli orti cupi di cipressi e di allori. Con gli occhi d'incorruttibile smalto salutò le giovani stelle nel cielo di primavera, riconobbe il Carro, le Guardie, le Pleiadi; mentre la mano sentiva battere la forza del cuore sotto il costato, cercando l'interstizio. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Senza sarcasmo, senz'amarezza, senza rancore ella parlava, e senza sorriso; ma con quella gravità rassegnata, pacata, e intenta. Egli non aveva fatto tanto sforzo quando in Luzon, stretto dalle catene e infiacchito dal digiuno, s'era proposto di fissare i suoi carnefici senza batter ciglio. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Seguitava a battere i denti. Nella stanza, con l'avanzar della notte, il calore diminuiva. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Era la donna discreta che, non udendo alcuna risposta al suo battere, aveva osato entrare per risvegliarla. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
— Dianzi, potevan essere circa le otto, abbiamo sentito sonare il Suo campanello e battere alla Sua porta con insistenza. Poco dopo, un uomo è salito su per le scale e con malo modo ha incominciato a battere alla nostra porta gridando: «Aprite! Siamo agenti di polizia. Questa donna non appartiene a questa casa? Aprite, o gettiamo giù l'uscio.» E seguitava a picchiare coi calci e coi pugni imbestiato. La mia padrona sbigottita non voleva che io aprissi. Allora mi son fatto al finestrino, e ho veduto giù per le scale appoggiata alla ringhiera una signora alta, snella, che m'è parso di riconoscere per quella ch'è solita venire qui da Lei. Un altro uomo era accanto alla signora, che sembrava impietrita. Al mio diniego, la guardia insisteva. Persuaso finalmente che noi non si voleva aprire e che la signora non apparteneva alla nostra casa, egli è disceso con l'altro e ha ripreso lo strepito qui alla Sua porta. Ho udito confusamente la signora disperarsi e dire con la voce soffocata: «Lasciatemi! Lasciatemi! Non sono quella.» Non potevo far nulla per soccorrerla perché Mrs. Culmer sbigottita m'impediva di uscire.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* Fuori c'erano tante cose da vedere: i prati, i monti, il cielo, la chiesa; Rirì se n'era andato da quel mondo grande che non era stato mai suo, se non in quel piccolo cavalluccio di cartapesta, che sentiva di colla, in quella barchetta con le vele stese, in quella trombetta di latta, in quel pagliaccetto che rideva e batteva i cembali a scatto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Lo vidi giocare, e forte: perdette tre colpi consecutivi: batteva ripetutamente le pàlpebre, forse per lo sforzo che gli costava la volontà di nascondere il turbamento. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– Scusi, signor Paleari, – gli obbiettai io, – un grand’uomo passeggia, cade, batte la testa, diventa scemo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
– Ma, santo Dio, perché vuol cadere e batter la testa, caro signor Meis?
---------------
* Prendiamo i vecchi che, senza bisogno di cadere e batter la testa, possono naturalmente diventare scemi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ebbene, che vuol dire? Lei vorrebbe provare con questo che, fiaccandosi il corpo, si raffievolisce anche l’anima, per dimostrar così che l’estinzione dell’uno importi l’estinzione dell’altra? Ma scusi! Immagini un po’ il caso contrario: di corpi estremamente estenuati in cui pur brilla potentissima la luce dell’anima: Giacomo Leopardi! e tanti vecchi come per esempio Sua Santità Leone XIII! E dunque? Ma immagini un pianoforte e un sonatore: a un certo punto, sonando, il pianoforte si scorda; un tasto non batte più; due, tre corde si spezzano; ebbene, sfido! con uno strumento così ridotto, il sonatore, per forza, pur essendo bravissimo, dovrà sonar male. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* lei dice bene; ma come vuole ch’io telegrafi, adesso? Io son solo! Io voglio battermi, ecco! battermi subito, domani stesso, se è possibile... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* m’aspetta ancora, aspetta che io rincasi; le avranno detto che sono andato in cerca di due padrini, per battermi col Bernaldez; non mi sente ancora rincasare, e teme e piange... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Mi s’annebbiava la vista, a pensarci, mi s’oscuravano il cielo e il mare, il sangue mi frizzava per le vene, il cuore mi batteva in tumulto. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* che fare? per quietarla, me l’adagiai sul petto e cominciai a batterle pian pianino una mano su le spallucce e a dondolarla passeggiando. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Mi alzai; gli battei una mano su la spalla per calmarlo e gli risposi, prima di tutto, ch’ero già stato a Oneglia, da mio fratello, e che perciò tutti, là, a quest’ora, mi sapevano vivo, e che domani, inevitabilmente, la notizia sarebbe arrivata a Miragno; poi:
---------------
* E lì sentivo il mio piccolo cuore di solitario che batteva con veemenza , come se stessi per far un non so che di male , per commettere un tradimento . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ma tutta questa caccia e raccolta non bastava : spesso mi veniva voglia o bisogno d' imparar qualcosa e non sapevo a che porta battere . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* « Questo commento non c'è : lo farò io ! » Ormai le imprese grandi non mi facevan battere il cuore e questo , rispetto all' enciclopedia suprema , era un lavoretto da nulla , che potevo finire comodamente , pensavo , in un paio d'anni . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Da una frase innocente , detta senza pensarci , ero capacissimo di tirar fuori tutte le più impensate conseguenze , le valutazioni implicite , le affermazioni nascoste e su queste battevo e incalzavo finché l' infelice non chiedeva grazia o fuggiva . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il mio cuore batteva troppo forte per quell' età e il canto insistente e patetico dei grilli sperduti nei campi quasi mi inteneriva . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* O un contadino o Dante — e via di mezzo tutti gli altri , fuori dai piedi gli uomini d'ingegno , gli uomini spiritosi , gli uomini abili e gli odiosi intellettuali ! Cosa siete voialtri dinanzi a un villanaccio sporco che batte il grano per darvi da mangiare o davanti a un poeta che spreme dall'anima sua quelle parole che fanno rabbrividire e pensare mille generazioni ? Cosa fate ? Parole e parole , mistificazioni e balocchi ! Per me la scelta è già fatta . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ma quando il poter fare fosse senza fatica , quando bastasse il conato di una volontà , il mormorio d'un comando , un rapido batter di ciglio per ottener l'obbedienza immediata e inimitata delle cose , dov'è più la gioia , dov'è la vittoria ? Forse , penso , è stata per me una gran fortuna ch'io non sia riuscito a indiarmi in quel materiale e cieco modo che pensavo . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Tutto volli provare : entrai nelle case dei poveri per raccogliere i loro atti di accusa ; mi soffermai accanto all'uomo che zappava , piallava o batteva per entrar nello spirito del suo lavoro , per indovinare la sua idea della felicità ; seguii gli sconosciuti attraverso le strade affollate per spiare la loro vita ; volli avvicinarmi ai signori eleganti e cortesi e tremai di freddo e di rabbia ne' loro salotti riscaldati ; m' intrattenni col cameriere e col facchino ; feci parlare i bambini e le loro mamme ; frequentai le chiese e mi sedetti accanto alle beghine vestite di nero che mormoravano alla Madonna le loro raccomandazioni puerili ; fui coi preti nelle canoniche e coi frati nei conventi ; bazzicai le scuole dei grandi scolari e gli studi dei pittori sconosciuti ; mi chinai sul mastro degli uomini di affari e mi affiatai cogli impiegati ; mi feci raccontare dalle puttane la loro vita ; e respirai l'aria grassa e puzzosa delle trattorie economiche e dei caffè di second'ordine per sentire i discorsi ed osservar le faccie di quelli che volevo redimere . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Anche l'umanità è dei violenti ed io non seppi né amarvi né battervi abbastanza . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Quello dello scrittore buffone , dello scrittore che scrive per divertir la gente , per far passare il tempo agli annoiati ed ai vagabondi , l'infame mestiere dell'uomo che da un gennaio all'altro inventa storie , fabbrica intrecci , cerca avventure , rinfresca ricordi , stende romanzi , improvvisa novelle e mette su commedie per far ridere , lacri mare e commovere chi lo paga e gli batte le mani . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Mentre i figli dell' uomo non hanno dove posare il capo , io ho una casa di cinque stanze , in un palazzo antico , vicino ai giardini sempre nuovi e vi — 254 — batte sopra il sole e vi son dentro buoni letti per dormire , larghe poltrone per sedere , piatti fondi per mangiare . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Sento sempre il sangue che batte a martello ai polsi e alle tempie ; ho ancora un ribollimento d' idee nella testa ; il pensiero non mi ha abbandonato : s'è fatto anzi più chiaro e risoluto . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il buon secentista ha voluto sul principio mettere in mostra la sua virtù ; ma poi , nel corso della narrazione , e talvolta per lunghi tratti , lo stile cammina ben più naturale e più piano .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Sì ; ma com'è dozzinale ! com'è sguaiato ! com'è scorretto ! Idiotismi lombardi a iosa , frasi della lingua adoperate a sproposito , grammatica arbitraria , periodi sgangherati .(Manzoni-I Promessi Sposi)* E poi , qualche eleganza spagnola seminata qua e là ; e poi , ch'è peggio , ne' luoghi più terribili o più pietosi della storia , a ogni occasione d'eccitar maraviglia , o di far pensare , a tutti que' passi insomma che richiedono bensì un po' di rettorica , ma rettorica discreta , fine , di buon gusto , costui non manca mai di metterci di quella sua così fatta del proemio .(Manzoni-I Promessi Sposi)* E allora , accozzando , con un'abilità mirabile , le qualità più opposte , trova la maniera di riuscir rozzo insieme e affettato , nella stessa pagina , nello stesso periodo , nello stesso vocabolo .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ecco qui : declamazioni ampollose , composte a forza di solecismi pedestri , e da per tutto quella goffaggine ambiziosa , ch'è il proprio carattere degli scritti di quel secolo , in questo paese .(Manzoni-I Promessi Sposi)* In vero , non è cosa da presentare a lettori d'oggigiorno : son troppo ammaliziati , troppo disgustati di questo genere di stravaganze .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Meno male , che il buon pensiero m'è venuto sul principio di questo sciagurato lavoro : e me ne lavo le mani» .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Nell'atto però di chiudere lo scartafaccio , per riporlo , mi sapeva male che una storia così bella dovesse rimanersi tuttavia sconosciuta ; perché , in quanto storia , può essere che al lettore ne paia altrimenti , ma a me era parsa bella , come dico ; molto bella .(Manzoni-I Promessi Sposi)* «Perché non si potrebbe , pensai , prender la serie de' fatti da questo manoscritto , e rifarne la dicitura ?» Non essendosi presentato alcuna obiezion ragionevole , il partito fu subito abbracciato .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ed ecco l'origine del presente libro , esposta con un'ingenuità pari all'importanza del libro medesimo .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Taluni però di que' fatti , certi costumi descritti dal nostro autore , c'eran sembrati così nuovi , così strani , per non dir peggio , che , prima di prestargli fede , abbiam voluto interrogare altri testimoni ; e ci siam messi a frugar nelle memorie di quel tempo , per chiarirci se veramente il mondo camminasse allora a quel modo .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Una tale indagine dissipò tutti i nostri dubbi : a ogni passo ci abbattevamo in cose consimili , e in cose più forti : e , quello che ci parve più decisivo , abbiam perfino ritrovati alcuni personaggi , de' quali non avendo mai avuto notizia fuor che dal nostro manoscritto , eravamo in dubbio se fossero realmente esistiti .(Manzoni-I Promessi Sposi)* E , all'occorrenza , citeremo alcuna di quelle testimonianze , per procacciar fede alle cose , alle quali , per la loro stranezza , il lettore sarebbe più tentato di negarla .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ma , rifiutando come intollerabile la dicitura del nostro autore , che dicitura vi abbiam noi sostituita ? Qui sta il punto .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Chiunque , senza esser pregato , s'intromette a rifar l'opera altrui , s'espone a rendere uno stretto conto della sua , e ne contrae in certo modo l'obbligazione : è questa una regola di fatto e di diritto , alla quale non pretendiam punto di sottrarci .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Anzi , per conformarci ad essa di buon grado , avevam proposto di dar qui minutamente ragione del modo di scrivere da noi tenuto ; e , a questo fine , siamo andati , per tutto il tempo del lavoro , cercando d'indovinare le critiche possibili e contingenti , con intenzione di ribatterle tutte anticipatamente .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Né in questo sarebbe stata la difficoltà ; giacché (dobbiam dirlo a onor del vero) non ci si presentò alla mente una critica , che non le venisse insieme una risposta trionfante , di quelle risposte che , non dico risolvon le questioni , ma le mutano .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Spesso anche , mettendo due critiche alle mani tra loro , le facevam battere l'una dall'altra ; o , esaminandole ben a fondo , riscontrandole attentamente , riuscivamo a scoprire e a mostrare che , così opposte in apparenza , eran però d'uno stesso genere , nascevan tutt'e due dal non badare ai fatti e ai principi su cui il giudizio doveva esser fondato ; e , messele , con loro gran sorpresa , insieme , le mandavamo insieme a spasso .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Non ci sarebbe mai stato autore che provasse così ad evidenza d'aver fatto bene .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Ma che ? quando siamo stati al punto di raccapezzar tutte le dette obiezioni e risposte , per disporle con qualche ordine , misericordia ! venivano a fare un libro .(Manzoni-I Promessi Sposi)* Veduta la qual cosa , abbiam messo da parte il pensiero , per due ragioni che il lettore troverà certamente buone : la prima , che un libro impiegato a giustificarne un altro , anzi lo stile d'un altro , potrebbe parer cosa ridicola : la seconda , che di libri basta uno per volta , quando non è d'avanzo .(Manzoni-I Promessi Sposi)*
---------------
* Io invece battevo il pugno su un libro di medicina ed urlavo: «Le mignatte! Voglio le mignatte! Ed anche la camicia di forza!» .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
Furono cinque giorni e cinque notti terribili ed io ne sorvegliai le albe e i tramonti che significavano fine e principio e avvicinavano l’ora della mia libertà , la libertà di battermi di nuovo per il mio amore .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Avevo il sentimento curioso che affrettandomi avrei potuto meglio battermi per Ada , mentre poi m’accorsi con grande sorpresa che nessuno m’aspettava e che io nessuno aspettavo , e che non c’era niente da fare per me .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Per mettere al posto giusto le note , io devo battermi il tempo coi piedi e con la testa , ma addio disinvoltura , addio serenità , addio musica .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Anche la sua faccia era discreta , e pareva deforme solo causa quell’occhio che batteva una strada non sua .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Trovai Augusta che m’aspettava e che batteva i denti dal freddo avendo trascurata la stufa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Arrivai all’ufficio ben deciso di battermi per la mia idea anche per vendicarmi dell’insonnia sofferta .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Camminai verso casa mia con un passo deciso , a cui battevo il tempo mormorando: «Mai più! Mai più!» .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Vedendola tanto dolce e priva di rancore , si aumentarono da me i brividi fino a farmi battere i denti .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
* Battevo sempre i denti dal freddo , ma già sapevo di non aver la febbre e le impedii di chiamare il medico .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Razzature lunghe di verde e di viola lo svariavano con immensa preziosità . Ma dove il sole batteva a piombo uno scintillare di punte , uno sciame di mosche d'argento , un incrociarsi di lame di luce ,
---------------
abbacare
= verbo intr. bacchiare , battere
---------------
acciarino
= piccolo strumento d'acciaio che si batte sulla pietra focaia per accendere l'esca nelle armi da fuoco a pietra focaia
---------------
acculattare
= verbo trans. sollevare qualcuno per le braccia e le gambe e poi lasciarlo ricadere facendogli battere ripetutamente il sedere in terra o su una pietra .
---------------
actinomiceti o attinomiceti ,
= ordine di batteri schizomiceti , di forma bacillare o filamentosa sing . ogni batterio di tale ordine .
---------------
agglutinazione
= fenomeno per cui , in particolari condizioni , batteri , globuli rossi e altri componenti corpuscolari sospesi in un liquido si radunano in ammassi e precipitano fenomeno per cui a un tema invariato si aggiunge un affisso o altro elemento grammaticale .
---------------
ammagliare
= verbo trans. battere col maglio .
---------------
anatossina
= tossina batterica trattata in modo che perda la tossicità ma non il potere immunizzante
---------------
antibatterico
= farmaco che combatte o previene le affezioni batteriche .
---------------
antiplacca
= che impedisce la formazione della placca batterica sui denti
---------------
apripista
= sciatore incaricato di battere la pista prima di una gara mezzo cingolato munito anteriormente di una grossa lama di scavo per lo spianamento del terreno .
---------------
autotrofia
= la proprietà di alcuni batteri e dei vegetali provvisti di clorofilla di assorbire sostanze inorganiche trasformandole in organiche .
---------------
bacchettare
= verbo trans. battere con una bacchetta indumenti , tappeti ecc. , per scuoterne via la polvere vendere a poco prezzo.
---------------
bacillo
= genere di batteri a forma di bastoncino , diritto o ricurvo
---------------
bacio
= rivolto a tramontana , dove non batte il sol solo nella loc. a bacio , a tramontana.
---------------
bacterio
= batterio.
---------------
battente part. pres. di batter nei sign. del verbo pioggia battente , abbondante e violenta a tamburo battente , con rapidità e senza indugio
---------------
batter verbo trans. - qualsiasi sostanza in grado di distruggere i batteri.
---------------
batterico
= di batteri , relativo ai batteri
---------------
batteriofago
= particella di sostanza vivente di struttura simile ai virus , visibile solo all'ultramicroscopio , parassita di molti batteri e capace di distruggerli.
---------------
batteriolisi
= fenomeno di dissoluzione dei batteri provocato da particolari sostanze o da agenti chimici o fisici.
---------------
batteriolisina
= anticorpo capace di provocare la batteriolisi.
---------------
batteriolitico
= relativo alla batteriolisi
---------------
batteriologia
= parte della microbiologia che studia i batteri.
---------------
batteriologico
= che si riferisce alla batteriologia
---------------
batteriologo
= ogni malattia delle piante provocata da batteri.
---------------
batteriostatico
= - sostanza che impedisce la riproduzione dei batteri.
---------------
batterioterapia
= terapia basata sull'impiego di colture batteriche , vive o morte.
---------------
batteriotossina
= tossina di origine batterica.
---------------
batterista
= colui che suona la batteria.
---------------
battifalc attrezzo agricolo consistente in una piccola incudine , da conficcarsi nel terreno , su cui si batte con un martello la lama della falce per rifarle il filo.
---------------
battilano
= , o battilana ,
= operaio che batte e prepara la lana per l'imbottitura di materassi e cuscini
---------------
battilardo
= tagliere di legno per battere e tritare il lardo , la carne o altri cibi.
---------------
battimazza
= aiutante del fabbro , addetto a battere la mazza.
---------------
battimento
= il battere , il percuotere battimento di cuore , palpitazione , batticuore l'alternarsi periodico dell'intensità di un fenomeno
---------------
battipanni
= attrezzo di vimini o altro materiale , a forma di spatola con lungo manico , usato per battere panni , tappeti ecc. , e farne uscire la polvere.
---------------
battito
= il battere
---------------
battitor chi , durante la caccia , è incaricato di battere i cespugli e far rumore per stanare la selvaggina colui che batte il grano
---------------
battitura
= il battere battitura , scrittura eseguita con la macchina per scriverepercossa
---------------
battuta
= il batterecolpo dato sulla superficie di un corpo
---------------
battuto part. pass. di batter lavorato con percussione
---------------
biomassa
= la massa totale di tutti gli organismi presenti in un certo tempo in una data biocenosimateriale proteico prodotto da batteri e lieviti , usato come mangime animale
---------------
brucella
= genere di batteri comprendenti alcune specie che sono agenti patogeni della brucellosi.
---------------
bussare
= verbo intr. battere , picchiare
---------------
cannoniera
= piccola nave guardacoste armata con cannoni di piccolo e medio calibronelle fortezze e nelle murate delle vecchie navi da guerra con cannoni in batteria, apertura a cui si affacciava la bocca del cannone.
---------------
carie
= affezione infiammatoria dell'osso con rammollimento e distruzione del tessuto, dovuta ad agenti batterici
---------------
cefalosporina
= denominazione di un gruppo di antibiotici semisintetici ad ampio spettro di azione, efficaci nella terapia delle affezioni da batteri resistenti alle penicilline.
---------------
charleston
= ballo del genere ragtime, in voga negli anni '20strumento musicale a percussione con due piatti metallici, componente della batteria.
---------------
clorotetraciclina
= antibiotico ricavato dal fungo streptomyces aureofaciens, attivo contro molti batteri patogeni e contro alcuni virus
---------------
cocco
= batterio di forma tondeggiante.
---------------
colpire
= verbo trans. battere, percuotere, cogliere con uno o più colpi
---------------
compost
= prodotto ottenuto dalla degradazione batterica dei rifiuti solidi urbani e utilizzato in agricoltura come fertilizzante.
---------------
controbatteria
= fuoco d'artiglieria diretto a neutralizzare le batterie nemiche.
---------------
correggiato o coreggiato,
= attrezzo formato da due bastoni di legno uniti da una correggia, usato per battere i cereali e i legumi secchi.
---------------
denitrificazione
= decomposizione da nitrati a nitriti operata da speciali batteri .
---------------
difterite
= malattia infettiva ed epidemica - determinata da un batterio - che ha la sua più evidente manifestazione in una grave infiammazione delle mucose della gola e delle vie respiratorie .
---------------
diossina
= nome generico di composti organici policlorurati molto tossici impiegati nella produzione di coloranti - erbicidi - battericidi ecc .
---------------
diplococco
= nome generico di ogni batterio costituito da due cocchi appaiati .
---------------
enterobatteriacee
= famiglia di batteri saprofiti - capaci di decomporre materiali contenenti idrati di carbonio
---------------
fago
= batteriofago .
---------------
falciamento
= il falciare , l'essere falciato - tiro di falciamento , quello ottenuto spostando continuatamente la linea di tiro di una mitragliatrice , in modo da battere un ampio tratto di terreno .
---------------
ferrobatterio
= batterio che cresce in acque ricche di carbonato ferroso , favorendone l'ossidazione .
---------------
fissamaiuscole
= tasto che nella macchina per scrivere fissa il carrello nella posizione adatta per battere le lettere maiuscole - il tasto sulla tastiera del computer che consente di digitare le lettere maiuscole .
---------------
fustigare
= verbo trans .
= battere con la verga per punizione
---------------
gommosi
= fuoruscita patologica di sostanze mucillaginose dalle piante , dovuta all'azione di alcuni funghi e batteri , o in seguito a traumi subiti dalle piante stesse .
---------------
gram-negativo
= - batterio che , trattato con coloranti basici e immerso in alcol , non mantiene il colore fissato in precedenza
---------------
gram-positivo
= - batterio che , trattato con coloranti basici e immerso in alcol , mantiene il colore fissato in precedenza
---------------
impetigine
= infiammazione della cute determinata da batteri diversi , che si manifesta con piccole pustole e poi con croste che cadono senza lasciare cicatrice .
---------------
incappucciamento
= malattia del trifoglio provocata da batteri per cui le foglie assumono l'aspetto del cavolo cappuccio .
---------------
lisogenia
= integrazione del materiale genetico di un virus nel cromosoma di una cellula batterica , che può così venire disgregata .
---------------
lofotrico
= - batterio che presenta un'appendice costituita da un ciuffo di ciglia .
---------------
maglio
= macchina impiegata per la fucinatura a caldo e lo stampaggio di materiali metallici , costituita essenzialmente da una parte mobile che batte su una parte fissa su cui appoggia il pezzo in lavorazione
---------------
manfanile
= il bastone maggiore del correggiato per battere i cereali.
---------------
martello
= attrezzo che serve per battere colpi direttamente su un materiale o un utensile , costituito da un blocchetto metallico o di altro materiale , variamente sagomato e fissato a un manico per lo più di legno
---------------
mazzacoppia
= grossa mazza con cui si batte sopra il fioretto per fare manualmente i fori da mina.
---------------
mazzeranga o mazzaranga,
= attrezzo costituito da una piastra di legno o d'acciaio, munita di manico lungo, con cui si batte il terreno appena seminato per spianarlo e farvi aderire bene i semi
---------------
neomicina
= antibiotico affine alla streptomicina , con un largo spettro d'azione su varie forme batteriche .
---------------
nitrificante part . pres . di nitrificare
= si dice di batterio aerobio presente nel terreno e responsabile della nitrificazione .
---------------
obice
= pezzo di artiglieria capace di tiri a traiettoria curva , con caratteristiche costruttive e d'impiego che consentono di battere obiettivi molto lontani o coperti da ostacoli , come montagne o sim .
---------------
paratifo
= malattia infettiva simile al tifo ma meno grave , provocata da batteri dello stesso genere .
---------------
pasteurella
= genere di batteri parassiti dell'uomo , di altri mammiferi e degli uccelli .
---------------
pestare
= verbo trans . battere qualcosa con un attrezzo in modo da triturarla o ridurla in polvere
---------------
pestone
= grosso pestello di forma troncoconica che si usa soprattutto per battere e rassodare il terreno - pestata molto forte , data su un piede .
---------------
picchiare
= verbo trans . colpire , battere , percuotere
---------------
pneumococco
= microrganismo patogeno , principale agente delle polmoniti batteriche .
---------------
pullulare
= verbo intr . battere , palpitare , spec . riferito al cuore e alle arterie
---------------
realista
= colui che sostiene il sistema monarchico e in particolar modo la persona di un re ' essere più realista del re, chi si batte per una causa più del ragionevole e persino più di coloro che ne sono direttamente interessati.
---------------
rebbiare
= verbo trans. battere con i rebbi di una forca
---------------
ribattere
= verbo trans. battere di nuovo o ripetutamente
---------------
ribuzzare
= verbo trans. battere con il ribuzzo.
---------------
rickettsia
= genere di batteri patogeni cui appartiene l'agente del tifo esantematico.
---------------
rullante
= participio presente di rullare , nella batteria, tamburo con spirali metalliche che aumentano l'effetto di rullio.
---------------
salmonella
= genere di batteri patogeni per l'uomo e molti animali , responsabile di vari tipi d'infezione intestinale .
---------------
sanitizzante
= participio presente di sanitizzare - sostanza ad azione battericida usata per la sanitizzazione .
---------------
sanitizzazione
= operazione mediante la quale si sterilizza un impianto destinato all'industria alimentare o anche un prodotto , trattandoli con apposite sostanze battericide .
---------------
scamatare
= verbo transitivo battere i materassi , e anche gli abiti , con lo scamato .
---------------
scamato
= bacchetta per battere la lana o gli abiti .
---------------
scaramucciare
= verbo intransitivo battersi in una scaramuccia .
---------------
scotola
= larga stecca di legno con cui si batte il lino o la canapa per separare le fibre legnose dalle fibre tessili .
---------------
scotolare
= verbo transitivo battere il lino o la canapa per separare le fibre tessili da quelle legnose .
---------------
sfida
= invito a battersi in duello o a competere in gare sportive o altre prove ,
---------------
sgrugnare
= verbo transitivo colpire qualcuno sul grugno - sgrugnarsi
= verbo riflessivo battere , rompersi il grugno ,
---------------
solfobatteri
= classe di batteri schizomiceti che si sviluppano nelle acque termali contenenti idrogeno solforato - sing . ogni batterio appartenente a tale classe .
---------------
spinterogeno
= nei motori a scoppio con combustione interna ad accensione comandata , apparato che trasforma la corrente a bassa tensione del generatore o della batteria nella corrente ad alta tensione necessaria all'accensione ,
---------------
spirillo
= genere di batteri mobili , ciliati , a forma di spirale , con molte specie non patogene e una patogena che provoca la forma spirochetica del sodoku , nome generico di batteri relativamente rigidi a forma di spirale ,
---------------
spirocheta
= nome comune di un gruppo di microrganismi unicellulari a forma di spirale comprendente batteri e protozoi , di cui alcuni patogeni .
---------------
sprimacciare
= verbo transitivo battere o agitare un guanciale , un materasso , un piumino per renderlo più soffice , distribuendo in modo uniforme la lana o la piuma che lo riempie .
---------------
stafilococco
= genere di batteri caratterizzati dalla disposizione a grappolo .
---------------
stamburata
= il battere forte e a lungo il ,
---------------
streptococco
= batterio dalla forma tondeggiante che si dispone con gli altri in catena ,
---------------
streptomicete
= batterio impiegato nella produzione degli antibiotici .
---------------
stufatura
= operazione con la quale si uccide la crisalide del baco da seta prima che si trasformi in farfalla , sottoponendo i bozzoli a una corrente d'aria calda o all'azione del vapor acqueo , nella preparazione dei formaggi , operazione consistente nel mantenere la cagliata a una temperatura piuttosto alta , in modo che i batteri in essa contenuti prolifichino producendo enzimi che favoriscono la maturazione del formaggio .
---------------
suffragista
= del suffragismo
= seguace , sostenitore del movimento femminista che agli inizi del '900 si batteva per ottenere l'estensione del suffragio elettorale alle donne .
---------------
trasduzione
= il trasdurre , l'essere trasdotto (biol .) passaggio di materiale genetico da un batterio all'altro a opera di un batteriofago .
---------------
Verb: to lambaste-lambasted-lambasted
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I lambaste
you lambaste
he/she/it lambastes
we lambaste
you lambaste
they lambaste
Simple past
I lambasted
you lambasted
he/she/it lambasted
we lambasted
you lambasted
they lambasted
Simple past
I lambasted
you lambasted
he/she/it lambasted
we lambasted
you lambasted
they lambasted
Present perfect
I have lambasted
you have lambasted
he/she/it has lambasted
we have lambasted
you have lambasted
they have lambasted
Past perfect
I had lambasted
you had lambasted
he/she/it had lambasted
we had lambasted
you had lambasted
they had lambasted
Past perfect
I had lambasted
you had lambasted
he/she/it had lambasted
we had lambasted
you had lambasted
they had lambasted
Simple future
I I will lambaste
you you will lambaste
he/she/it he/she/it will lambaste
we we will lambaste
you I will lambaste
they they will lambaste
Future perfect
I will have lambasted
you will have lambasted
he/she/it will have lambasted
we will have lambasted
you will have lambasted
they will have lambasted
Present continuous
I am lambasting
you are lambasting
he/she/it is lambasting
we are lambasting
you are lambasting
they are lambasting
Past simple continuous
I was lambasting
you were lambasting
he/she/it was lambasting
we were lambasting
you were lambasting
they were lambasting
Future continuous
I will be lambasting
you will be lambasting
he/she/it will be lambasting
we will be lambasting
you will be lambasting
they will be lambasting
Future perfect continuous
I will have been lambasting
you will have been lambasting
he/she/it will have been lambasting
we will have been lambasting
you will have been lambasting
they will have been lambasting
Present perfect continuous
I have been lambasting
you have been lambasting
he/she/it has been lambasting
we have been lambasting
you have been lambasting
they have been lambasting
Past perfect continuous
I had been lambasting
you had been lambasting
he/she/it had been lambasting
we had been lambasting
you had been lambasting
they had been lambasting
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I lambaste
That you lambaste
That he/she/it lambaste
That we lambaste
That you lambaste
That they lambaste
Present perfect
That I have lambasted
That you have lambasted
That he/she/it have lambasted
That we have lambasted
That you have lambasted
That they have lambasted
Simple past
That I lambasted
That you lambasted
That he/she/it lambasted
That we lambasted
That you lambasted
That they lambasted
Past perfect
That I had lambasted
That you had lambasted
That he/she/it had lambasted
That we had lambasted
That you had lambasted
That they had lambasted
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would lambaste
you would lambaste
we would lambaste
we would lambaste
you would lambaste
they would lambaste
Past
I would have lambasted
you would have lambasted
he/she/it would have lambasted
we would have lambasted
you would have lambasted
they would have lambasted
Present continous
I would be lambasting
you would be lambasting
we would be lambasting
we would be lambasting
you would be lambasting
they would be lambasting
Past continous
I would have been lambasting
you would have been lambasting
he/she/it would have been lambasting
we would have been lambasting
you would have been lambasting
they would have been lambasting
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me lambaste
lambaste
let him lambaste
let us lambaste
lambaste
let them lambaste
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to lambaste
Past
to have lambasted
Present continous
to be lambasting
Perfect continous
to have been lambasting
Affermative - PARTICIPLE
Present
lambasting
Past
lambasted
Perfect
having lambasted
Affermative - GERUND
Present
lambasting
Past
having lambasted
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am lambasted
you are lambasted
he/she/it is lambasted
we are lambasted
you are lambasted
they are lambasted
Past simple
I was lambasted
you were lambasted
he/she/it was lambasted
we were lambasted
you were lambasted
they were lambasted
Past simple
I was lambasted
you were lambasted
he/she/it was lambasted
we were lambasted
you were lambasted
they were lambasted
Present perfect
I have been lambasted
you have been lambasted
he/she/it has been lambasted
we have been lambasted
you have been lambasted
they have been lambasted
Past perfect
I had been lambasted
you had been lambasted
he/she/it had been lambasted
we had been lambasted
you had been lambasted
they had been lambasted
Past perfect
I had been lambasted
you had been lambasted
he/she/it had been lambasted
we had been lambasted
you had been lambasted
they had been lambasted
Future simple
I will be lambasted
you will be lambasted
he/she/it will be lambasted
we will be lambasted
you will be lambasted
they will be lambasted
Future perfect
I will have been lambasted
you will have been lambasted
he/she/it will have been lambasted
we will have been lambasted
you will have been lambasted
they will have been lambasted
Present continuous
I am being lambasted
you are being lambasted
he/she/it is being lambasted
we are being lambasted
you are being lambasted
they are being lambasted
Past simple continuous
I was being lambasted
you were being lambasted
he/she/it was being lambasted
were being lambasted
you were being lambasted
they were being lambasted
Future continuous
I will being lambasted
you will being lambasted
he/she/it will being lambasted
we will being lambasted
you will being lambasted
they will being lambasted
Future perfect continuous
I will have been lambasted
you will have been lambasted
he/she/it will have been lambasted
we will have been lambasted
you will have been lambasted
they will have been lambasted
Present perfect continuous
I have been lambasted
you have been lambasted
he/she/it has been lambasted
we have been lambasted
you have been lambasted
they have been lambasted
Past perfect continuous
I had been lambasted
you had been lambasted
he/she/it had been lambasted
we had been lambasted
you had been lambasted
they had been lambasted
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be lambasted
That you be lambasted
That he/she/it be lambasted
That we be lambasted
That you be lambasted
That they be lambasted
Present perfect
That I have been lambasted
That you have been lambasted
That he/she/it have been lambasted
That we have been lambasted
That you have been lambasted
That they have been lambasted
Simple past
That I were lambasted
That you were lambasted
That he/she/it were lambasted
That we were lambasted
That you were lambasted
That they were lambasted
Past perfect
That I had been lambasted
That you had been lambasted
That he/she/it had been lambasted
That we had been lambasted
That you had been lambasted
That they had been lambasted
CONDITIONAL
Present
I would be lambasted
you would be lambasted
we would be lambasted
we would be lambasted
you would be lambasted
they would be lambasted
Past
I would have been lambasted
you would have been lambasted
he/she/it would have been lambasted
we would have been lambasted
you would have been lambasted
they would have been lambasted
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be lambasted
Past
to have been lambasted
PARTICIPLE
Present
being lambasted
Past
lambasted
Perfect
having been lambasted
GERUND
Present
being lambasted
Past
having been lambasted
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not lambaste
you do not lambaste
he/she/it does not lambastes
we do not lambaste
you do not lambaste
they do not lambaste
Simple past
I did not lambaste
you did not lambaste
he/she/it did not lambaste
we did not lambaste
you did not lambaste
they did not lambaste
Simple past
I did not lambaste
you did not lambaste
he/she/it did not lambaste
we did not lambaste
you did not lambaste
they did not lambaste
Present perfect
I have not lambasted
you have not lambasted
he/she/it has not lambasted
we have not lambasted
you have not lambasted
they have not lambasted
Past perfect
I had not lambasted
you had not lambasted
he/she/it had not lambasted
we had not lambasted
you had not lambasted
they had not lambasted
Past perfect
I had not lambasted
you had not lambasted
he/she/it had not lambasted
we had not lambasted
you had not lambasted
they had not lambasted
Simple future
I I will not lambaste
you you will not lambaste
he/she/it he/she/it will not lambaste
we we will not lambaste
you I will not lambaste
they they will not lambaste
Future perfect
I will not have lambasted
you will not have lambasted
he/she/it will not have lambasted
we will not have lambasted
you will not have lambasted
they will not have lambasted
Present continuous
I am not lambasting
you are not lambasting
he/she/it is not lambasting
we are not lambasting
you are not lambasting
they are not lambasting
Past simple continuous
I was not lambasting
you were not lambasting
he/she/it was not lambasting
we were not lambasting
you were not lambasting
they were not lambasting
Future continuous
I will not be lambasting
you will not be lambasting
he/she/it will not be lambasting
we will not be lambasting
you will not be lambasting
they will not be lambasting
Future perfect continuous
I will not have been lambasting
you will not have been lambasting
he/she/it will not have been lambasting
we will not have been lambasting
you will not have been lambasting
they will not have been lambasting
Present perfect continuous
I have not been lambasting
you have not been lambasting
he/she/it has not been lambasting
we have not been lambasting
you have not been lambasting
they have not been lambasting
Past perfect continuous
I had not been lambasting
you had not been lambasting
he/she/it had not been lambasting
we had not been lambasting
you had not been lambasting
they had not been lambasting
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not lambaste
That you do not lambaste
That he/she/it does not lambaste
That we do not lambaste
That you do not lambaste
That they do not lambaste
Present perfect
That I have not lambasted
That you have not lambasted
That he/she/it have not lambasted
That we have not lambasted
That you have not lambasted
That they have not lambasted
Simple past
That I did not lambaste
That you did not lambaste
That he/she/it did not lambaste
That we did not lambaste
That you did not lambaste
That they did not lambaste
Past perfect
That I had not lambasted
That you had not lambasted
That he/she/it had not lambasted
That we had not lambasted
That you had not lambasted
That they had not lambasted
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not lambaste
you would not lambaste
we would not lambaste
we would not lambaste
you would not lambaste
they would not lambaste
Past
I would not have lambasted
you would not have lambasted
he/she/it would not have lambasted
we would not have lambasted
you would not have lambasted
they would not have lambasted
Present continous
I would not be lambasting
you would not be lambasting
we would not be lambasting
we would not be lambasting
you would not be lambasting
they would not be lambasting
Past continous
I would not have been lambasting
you would not have been lambasting
he/she/it would not have been lambasting
we would not have been lambasting
you would not have been lambasting
they would not have been lambasting
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me lambaste
do not lambaste
do not let him lambaste
do not let us lambaste
do not lambaste
do not let them lambaste
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to lambaste
Past
not to have lambasted
Present continous
not to be lambasting
Perfect continous
not to have been lambasting
Negative - PARTICIPLE
Present
not lambasting
Past
not lambasted
Perfect
not having lambasted
Negative - GERUND
Present
not lambasting
Past
not having lambasted
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I lambaste ?
do you lambaste ?
does she/he/it lambastes ?
do we lambaste ?
do you lambaste ?
do they lambaste ?
Simple past
did I lambaste ?
did you lambaste ?
did she/he/it lambaste ?
did we lambaste ?
did you lambaste ?
did they lambaste ?
Simple past
did I lambaste ?
did you lambaste ?
did she/he/it lambaste ?
did we lambaste ?
did you lambaste ?
did they lambaste ?
Present perfect
have I lambasted ?
have you lambasted ?
has she/he/it lambasted ?
have we lambasted ?
have you lambasted ?
have they lambasted ?
Past perfect
had I lambasted ?
had you lambasted ?
had she/he/it lambasted ?
had we lambasted ?
had you lambasted ?
had they lambasted ?
Past perfect
had I lambasted ?
had you lambasted ?
had she/he/it lambasted ?
had we lambasted ?
had you lambasted ?
had they lambasted ?
Simple future
will I lambaste ?
will you lambaste ?
will she/he/it lambaste ?
will we lambaste ?
will I lambaste ?
will they lambaste ?
Future perfect
will I have lambasted ?
will you have lambasted ?
will she/he/it have lambasted ?
will we have lambasted ?
will you have lambasted ?
will they have lambasted ?
Present continuous
am I lambasting ?
are you lambasting ?
is she/he/it lambasting ?
are we lambasting ?
are you lambasting ?
are they lambasting ?
Past simple continuous
was I lambasting ?
were you lambasting ?
was she/he/it lambasting ?
were we lambasting ?
were you lambasting ?
were they lambasting ?
Future continuous
will I be lambasting ?
will you be lambasting ?
will she/he/it be lambasting ?
will we be lambasting ?
will you be lambasting ?
will they be lambasting ?
Future perfect continuous
will I have been lambasting ?
will you have been lambasting ?
will she/he/it have been lambasting ?
will we have been lambasting ?
will you have been lambasting ?
will they have been lambasting ?
Present perfect continuous
have I been lambasting ?
have you been lambasting ?
has she/he/it been lambasting ?
have we been lambasting ?
have you been lambasting ?
have they been lambasting ?
Past perfect continuous
had I been lambasting ?
had you been lambasting ?
had she/he/it been lambasting ?
had we been lambasting ?
had you been lambasting ?
had they been lambasting ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I lambaste ?
That do you lambaste ?
That does she/he/it lambaste ?
That do we lambaste ?
That do you lambaste ?
That do they lambaste ?
Present perfect
That have I lambasted ?
That have you lambasted ?
That have she/he/it lambasted ?
That have we lambasted ?
That have you lambasted ?
That have they lambasted ?
Simple past
That did I lambaste ?
That did you lambaste ?
That did she/he/it lambaste ?
That did we lambaste ?
That did you lambaste ?
That did they lambaste ?
Past perfect
That had I lambasted ?
That had you lambasted ?
That had she/he/it lambasted ?
That had we lambasted ?
That had you lambasted ?
That had they lambasted ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I lambaste ?
would you lambaste ?
would she/he/it lambaste ?
would we lambaste ?
would you lambaste ?
would they lambaste ?
Past
would I have lambasted?
would you have lambasted?
would she/he/it have lambasted?
would we have lambasted?
would you have lambasted?
would they have lambasted?
Present continous
would I be lambasting ?
would you be lambasting ?
would she/he/it be lambasting ?
would we be lambasting ?
would you be lambasting ?
would they be lambasting ?
Past continous
would I have been lambasting?
would you have been lambasting?
would she/he/it have been lambasting?
would we have been lambasting?
would you have been lambasting?
would they have been lambasting?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not lambaste ?
do you not lambaste ?
does she/he/it not lambastes ?
do we not lambaste ?
do you not lambaste ?
do they not lambaste ?
Simple past
did I not lambaste ?
did you not lambaste ?
did she/he/it not lambaste ?
did we not lambaste ?
did you not lambaste ?
did they not lambaste ?
Simple past
did I not lambaste ?
did you not lambaste ?
did she/he/it not lambaste ?
did we not lambaste ?
did you not lambaste ?
did they not lambaste ?
Present perfect
have I not lambasted ?
have you not lambasted ?
has she/he/it not lambasted ?
have we not lambasted ?
have you not lambasted ?
have they not lambasted ?
Past perfect
had I not lambasted ?
had you not lambasted ?
had she/he/it not lambasted ?
had we not lambasted ?
had you not lambasted ?
had they not lambasted ?
Past perfect
had I not lambasted ?
had you not lambasted ?
had she/he/it not lambasted ?
had we not lambasted ?
had you not lambasted ?
had they not lambasted ?
Simple future
will I not lambaste ?
will you not lambaste ?
will she/he/it not lambaste ?
will we not lambaste ?
will I not lambaste ?
will they not lambaste ?
Future perfect
will I not have lambasted ?
will you not have lambasted ?
will she/he/it not have lambasted ?
will we not have lambasted ?
will you not have lambasted ?
will they not have lambasted ?
Present continuous
am I not lambasting ?
are you not lambasting ?
is she/he/it not lambasting ?
are we not lambasting ?
are you not lambasting ?
are they not lambasting ?
Past simple continuous
was I not lambasting ?
were you not lambasting ?
was she/he/it not lambasting ?
were we not lambasting ?
were you not lambasting ?
were they not lambasting ?
Future continuous
will I not be lambasting ?
will you not be lambasting ?
will she/he/it not be lambasting ?
will we not be lambasting ?
will you not be lambasting ?
will they not be lambasting ?
Future perfect continuous
will I not have been lambasting ?
will you not have been lambasting ?
will she/he/it not have been lambasting ?
will we not have been lambasting ?
will you not have been lambasting ?
will they not have been lambasting ?
Present perfect continuous
have I not been lambasting ?
have you not been lambasting ?
has she/he/it not been lambasting ?
have we not been lambasting ?
have you not been lambasting ?
have they not been lambasting ?
Past perfect continuous
had I not been lambasting ?
had you not been lambasting ?
had she/he/it not been lambasting ?
had we not been lambasting ?
had you not been lambasting ?
had they not been lambasting ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not lambaste ?
That do you not lambaste ?
That does she/he/it not lambaste ?
That do we not lambaste ?
That do you not lambaste ?
That do they not lambaste ?
Present perfect
That have I not lambasted ?
That have you not lambasted ?
That have she/he/it not lambasted ?
That have we not lambasted ?
That have you not lambasted ?
That have they not lambasted ?
Simple past
That did I not lambaste ?
That did you not lambaste ?
That did she/he/it not lambaste ?
That did we not lambaste ?
That did you not lambaste ?
That did they not lambaste ?
Past perfect
That had I not lambasted ?
That had you not lambasted ?
That had she/he/it not lambasted ?
That had we not lambasted ?
That had you not lambasted ?
That had they not lambasted ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not lambaste ?
would you not lambaste ?
would she/he/it not lambaste ?
would we not lambaste ?
would you not lambaste ?
would they not lambaste ?
Past
would I not have lambasted?
would you not have lambasted?
would she/he/it not have lambasted?
would we not have lambasted?
would you not have lambasted?
would they not have lambasted?
Present continous
would I not be lambasting ?
would you not be lambasting ?
would she/he/it not be lambasting ?
would we not be lambasting ?
would you not be lambasting ?
would they not be lambasting ?
Past continous
would I not have been lambasting?
would you not have been lambasting?
would she/he/it not have been lambasting?
would we not have been lambasting?
would you not have been lambasting?
would they not have been lambasting?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:2 - battere
Ausiliare:avere transitivo/intransitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io batto
tu batti
egli batte
noi battiamo
voi battete
essi battono
Imperfetto
io battevo
tu battevi
egli batteva
noi battevamo
voi battevate
essi battevano
Passato remoto
io battei
tu battésti
egli batté
noi battémmo
voi battéste
essi battérono
Passato prossimo
io ho battuto
tu hai battuto
egli ha battuto
noi abbiamo battuto
voi avete battuto
essi hanno battuto
Trapassato prossimo
io avevo battuto
tu avevi battuto
egli aveva battuto
noi avevamo battuto
voi avevate battuto
essi avevano battuto
Trapassato remoto
io ebbi battuto
tu avesti battuto
egli ebbe battuto
noi avemmo battuto
voi eveste battuto
essi ebbero battuto
Futuro semplice
io batterò
tu batterai
egli batterà
noi batteremo
voi batterete
essi batteranno
Futuro anteriore
io avrò battuto
tu avrai battuto
egli avrà battuto
noi avremo battuto
voi avrete battuto
essi avranno battuto
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io batta
che tu batta
che egli batta
che noi battiamo
che voi battiate
che essi battano
Passato
che io abbia battuto
che tu abbia battuto
che egli abbia battuto
che noi abbiamo battuto
che voi abbiate battuto
che essi abbiano battuto
Imperfetto
che io battéssi
che tu battéssi
che egli battésse
che noi battéssimo
che voi battéste
che essi battéssero
Trapassato
che io avessi battuto
che tu avessi battuto
che egli avesse battuto
che noi avessimo battuto
che voi aveste battuto
che essi avessero battuto
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io batterei
tu batteresti
egli batterebbe
noi batteremmo
voi battereste
essi batterebbero
Passato
io avrei battuto
tu avresti battuto
egli avrebbe battuto
noi avremmo battuto
voi avreste battuto
essi avrebbero battuto
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
batti
batta
battiamo
battete
battano
Futuro
-
batterai
batterà
batteremo
batterete
batteranno
INFINITO - attivo
Presente
battere
Passato
avere battuto
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
battente
Passato
battuto
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
battendo
Passato
avendo battuto
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono battuto
tu sei battuto
egli é battuto
noi siamo battuti
voi siete battuti
essi sono battuti
Imperfetto
io ero battuto
tu eri battuto
egli era battuto
noi eravamo battuti
voi eravate battuti
essi erano battuti
Passato remoto
io fui battuto
tu fosti battuto
egli fu battuto
noi fummo battuti
voi foste battuti
essi furono battuti
Passato prossimo
io sono stato battuto
tu sei stato battuto
egli é stato battuto
noi siamo stati battuti
voi siete stati battuti
essi sono stati battuti
Trapassato prossimo
io ero stato battuto
tu eri stato battuto
egli era stato battuto
noi eravamo stati battuti
voi eravate stati battuti
essi erano statibattuti
Trapassato remoto
io fui stato battuto
tu fosti stato battuto
egli fu stato battuto
noi fummo stati battuti
voi foste stati battuti
essi furono stati battuti
Futuro semplice
io sarò battuto
tu sarai battuto
egli sarà battuto
noi saremo battuti
voi sarete battuti
essi saranno battuti
Futuro anteriore
io sarò stato battuto
tu sarai stato battuto
egli sarà stato battuto
noi saremo stati battuti
voi sarete stati battuti
essi saranno stati battuti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia battuto
che tu sia battuto
che egli sia battuto
che noi siamo battuti
che voi siate battuti
che essi siano battuti
Passato
che io sia stato battuto
che tu sia stato battuto
che egli sia stato battuto
che noi siamo stati battuti
che voi siate stati battuti
che essi siano stati battuti
Imperfetto
che io fossi battuto
che tu fossi battuto
che egli fosse battuto
che noi fossimo battuti
che voi foste battuti
che essi fossero battuti
Trapassato
che io fossi stato battuto
che tu fossi stato battuto
che egli fosse stato battuto
che noi fossimo stati battuti
che voi foste stati battuti
che essi fossero stati battuti
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei battuto
tu saresti battuto
egli sarebbe battuto
noi saremmo battuti
voi sareste battuti
essi sarebbero battuti
Passato
io sarei stato battuto
tu saresti stato battuto
egli sarebbe stato battuto
noi saremmo stati battuti
voi sareste stati battuti
essi sarebbero stati battuti
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii battuto
sia battuto
siamo battuti
siate battuti
siano battuti
Futuro
-
sarai battuto
sarà battuto
saremo battuti
sarete battuti
saranno battuti
INFINITO - passivo
Presente
essere battuto
Passato
essere stato battuto
 
 
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
battuto
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo battuto
Passato
essendo stato battuto