Good navigation with NihilScio!  Facebook page
NihilScio     Home
 

  Educational search engine

Verbi e vocaboli Spagnolo
Italiano
Inglese

á    è     é    ì     í    ò
ó     ù    ú    ü    ñ    ç
sinonimi di
improvise
  Cerca  frasi:
Vocabulary and phrases
improvise
= improvvisare,
---------------
Vocabulary and phrases
improvvisare
= verbo transitivo , dire , comporre all'improvviso , senza alcuna preparazione precedente
---------------
* Ma le venne in mente che dipendeva da lei di trovare in loro degli amici ; e provò una gioia improvvisa .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Quel nome , quante volte l'aveva sentito ripetere con orrore in più d'una storia , in cui figurava sempre come in altre storie quello dell'orco ! E ora , al pensiero d'essere stata nel suo terribil potere , e d'essere sotto la sua guardia pietosa ; al pensiero d'una così orrenda sciagura , e d'una così improvvisa redenzione ; a considerare di chi era quel viso che aveva veduto burbero , poi commosso , poi umiliato , rimaneva come estatica , dicendo solo , ogni poco: - oh misericordia !
---------------
* L'innominato alzò la mano , come per mantener quel silenzio improvviso ; alzò la testa , che passava tutte quelle della brigata , e disse: - ascoltate tutti , e nessuno parli , se non è interrogato .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
* Ogni tanto , tra mezzo al ronzìo continuo di quella confusa moltitudine , si sentiva un borbottar di tuoni , profondo , come tronco , irresoluto ; né , tendendo l'orecchio , avreste saputo distinguere da che parte venisse ; o avreste potuto crederlo un correr lontano di carri , che si fermassero improvvisamente .(Manzoni-I Promessi sposi)
---------------
Anche lei alzò gli occhi a guardarlo, ma subito li richiuse, contraendo di nuovo il volto e restringendosi in sé, quasi colta da improvviso, vivissimo ribrezzo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Verso sera, improvvisamente, fu presa dalle doglie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Con le mani tra i capelli, si voltò a guardare verso la casa campestre; ma fu colpito negli occhi improvvisamente dall'ampia faccia pallida della Luna sorta appena dal folto degli olivi lassú; e rimase atterrito a mirarla, come se quella dal cielo avesse veduto e lo accusasse.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Maledetta! - urlò, con uno scatto improvviso, strappandosi dal capo il cappellaccio e lanciandolo contro la scimmia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Stesa finalmente la proposta, l'ingegnere Scelzi non seppe resistere al desiderio di conoscere il perché di quella risoluzione improvvisa, inattesa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Nessuno allora poté piú levar dal capo a Spatolino che quella morte improvvisa del notajo fosse la punizione di Dio sdegnato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un telegramma d'urgenza lo aveva richiamato a Montelusa per il padre colto da improvviso malore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un raffreddore, una costipazione, un attacco di gotta, un improvviso abbassamento di voce: - Visto che non piove...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora vedeva il nesso e la ragione di quella risoluzione improvvisa, e si sentí preso al laccio, a una terribile insidia, ch'egli stesso, senza saperlo, si era tesa quella mattina, inviando all'Orsani quell'ispettore della Compagnia d'Assicurazione, di cui era il medico.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A un tratto Faustino Perres vide l'abisso spalancarglisi davanti agli occhi sulla scena, e si recò le mani al volto, a un grido improvviso, acutissimo della Gàstina, che s'abbandonava tra le braccia di Sua Eminenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Fuori la Gàstina! Fuori la Gàstina! Ma come far presentare la Gàstina, che nel suo camerino si dibatteva ancora in una fierissima convulsione di nervi, tra la costernazione di quanti le stavano attorno a soccorrerla? Il capocomico dovette farsi al proscenio ad annunziare, dolentissimo, che l'acclamata attrice non poteva comparire a ringraziare l'eletto pubblico, perché quella scena, vissuta con tanta intensità, le aveva cagionato un improvviso malore, per cui anche la rappresentazione della commedia, quella sera, doveva essere purtroppo interrotta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma Faustino Perres, convinto pienamente che la ragione unica degli applausi di quella sera era stata l'intrusione improvvisa e violenta di un elemento estraneo, casuale, che invece di mandare a gambe all'aria, come avrebbe dovuto, la finzione dell'arte, s'era miracolosamente inserito in essa, conferendole lí per lí, nell'illusione del pubblico, l'evidenza d'una prodigiosa verità, ritirò la sua commedia, e non se ne parlò piú.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- La mia povera figliuola ha avuto la sciagura di perdere improvvisamente il fidanzato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ebbe l'impressione improvvisa di sentirsi come nuova fra tutte quelle cose nuove attorno.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
II Circa un mese dopo, mentre desinava con la sorella vedova e il nipote, Cristoforo Golisch improvvisamente stravolse gli occhi, storse la bocca, quasi per uno sbadiglio mancato; e il capo gli cadde sul petto e la faccia sul piatto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tre giorni dopo, quando alla Fiaschetteria Toscana si seppe del malore improvviso del Golisch, gli amici accorsi a visitarlo poterono avere un saggio pietoso di quella sua nuova lingua.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando però, dopo circa mezz'ora, Nannina era ritornata al suo lettuccio e le aveva spiegato che cosa le avevano fatto di là e mostrato il corpo tutto segnato, Raffaella improvvisamente aveva cangiato idea; ed ecco, fremeva d'impazienza, ora, aspettando l'arrivo degli studenti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Raffaella fu tentata di guardarselo il suo cuore, lí disegnato; ma, improvvisamente, non poté piú reggere; scoppiò in singhiozzi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si riscosse come punto da un improvviso ribrezzo per quella donna che aveva voluto morderlo velenosamente, cosí, per piacere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Sai tu dunque la strada, eh, Liri? Come mai? Come mai? La povera bestiola, sentendo la voce del padrone insolitamente carezzevole, fu presa da una subita gioja; gli si slanciò su le gambe, dimenandosi tutta; cominciò a smaniare con le zampette; s'allungò, guajolando; poi s'arrotolò per terra e, quasi fosse improvvisamente impazzita, si mise a girare, a girar di furia per l'androne; poi a spiccar salti addosso al padrone, addosso a Lulú, abbajando forte, ora, come se, in quel suo delirio d'affetto, in quell'accensione della istintiva fedeltà, volesse uniti quei due uomini, fra i quali non sapeva come spartire la sua gioja e la sua devozione.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
A un tratto però Liri s'arrestò, come per un fiuto improvviso: andò su la soglia del portone, vi si acculò un po', sospeso, inquieto, guardando nella via, con le due orecchie tese e la testina piegata da una parte, quindi spiccò la corsa precipitosamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E né le visite senza fine degli impiegati subalterni, che lo amavano come un padre, né le esortazioni del Verona, che gl'indicava la figliuola smarrita nella pena e costernata per lui, valsero a scuoterlo da quella specie d'annientamento in cui era caduto, quasi che il mistero cupo e crudo di quella morte improvvisa lo avesse circondato, diradandogli tutt'intorno la vita.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Cioè, ne escogitava, tra sé e sé, anche di arditissime, ma poi, bastava che la moglie nel vederlo diventar rosso rosso gli domandasse: - Che hai? Addio, gli sbollivano tutte! Faceva un viso da scemo e le rispondeva: - Che ho? Di ritorno dal viaggio di nozze, furono turbati da una triste notizia inattesa: il Motta, l'autore del loro matrimonio, era morto improvvisamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Dopo essersi rassegnate a tante gravi sciagure, alla rovina improvvisa e alla conseguente morte per crepacuore del padre, poi a quella della madre, e quindi a dover trarre profitto dei buoni studii compiuti per arricchire squisitamente la loro educazione signorile, s'erano anche rassegnate a rimaner zitelle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quasi quasi, dopo tanta vana e smaniosa attesa, quella richiesta cosí improvvisa e insperata le contrariava; le insospettiva.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Se non che, quando per la prima volta Spiro Tempini s'era accostato improvvisamente alle quattro Margheri, la scelta aveva potuto farla lui.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Un'emozione improvvisa, anche lieve, potrebbe riuscirgli fatale.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
"Quel bambino è morto, - pensava ora egli, - perché l'ha tenuto a battesimo colui, ch'era fra l'altro un jettatore." Immagini imprevedute, visioni strane, confuse, sensazioni fantastiche, improvvise, pensieri lucidi e precisi, si avvicendavano in lui, nel delirio intermittente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi, sentendo di non poter trattenere un empito improvviso di pianto, balzò in piedi e scappò via dalla camera.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tommaso Corsi si rizzò improvvisamente su un gomito e guardò fiso il dottore e il Cimetta che gli si facevano incontro.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- disse alla fine, improvvisamente smarrito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Poi, come colpito improvvisamente da un'idea, si tuffò giú tutto sott'acqua.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E intendeva forse significare con questo che, oltre i limiti della memoria, vi sono percezioni e azioni che ci rimangono ignote, perché veramente non sono piú nostre, ma di noi quali fummo in altro tempo, con pensieri e affetti già da un lungo oblío oscurati in noi, cancellati, spenti; ma che al richiamo improvviso d'una sensazione, sia sapore, sia colore o suono, possono ancora dar prova di vita, mostrando ancor vivo in noi un altro essere insospettato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando poi gli ritornava in dominio, riequilibrato, gli ritornava con certi strani dolori e guasti improvvisi, a un braccio, a una gamba, alla testa.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il ghigno gli si contorse subito in una smorfia, per un tiramento improvviso del dolore, ed egli vi applicò la mano sú, forte, a pugno chiuso.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma questa grandezza di chi è? È mia, caro professore! Perché è sentimento mio! E come potete dunque dire che l'uomo è piccolo, se ha in sé tanta grandezza? Un improvviso, curioso strido - zrí - ferí il silenzio succeduto vastissimo all'ultima domanda del Lamella.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Egli si sentí sommuovere tutto il fondo dell'essere alla rievocazione improvvisa di quel ricordo ed ebbe nei capelli, per la schiena, i brividi d'un intenerimento ineffabile.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Spesso lo aveva; ma pure talvolta quello sguardo gli si velava per la commozione improvvisa di qualche lontano ricordo; e allora quella velatura di gelo era come l'appannarsi dei vetri d'una finestra, per il caldo di dentro e il freddo di fuori.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Atterriti da quel traboccare improvviso sul letto, i due accorsero, per sollevarla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
L'onta, la trepidazione per lo scandalo enorme furono tali e tanta la rabbia per quella ostinata, feroce iniquità, che Erminio Del Donzello si ridusse in pochi giorni in fin di vita, per un travaso di bile improvviso e tremendo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E gli occhi dei dieci uomini, anche quelli del prete, s'invetravano di lagrime, appena il pianto delle donne, sommesso, accennava di farsi piú affannoso per l'úrgere improvviso di pensieri, che facilmente essi indovinavano.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ma signor Cavaliere! - scongiurò di nuovo Dolcemàscolo a mani giunte, alterandosi però in volto improvvisamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Inconcepibile, dunque, veramente, quella ribellione in lui, se non come effetto d'una improvvisa alienazione mentale.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Smarrita, stordita, zia Michelina stava a domandarsi ancora che cosa dovesse capire, quando, improvvisamente, ecco Marruchino piombarle in casa, in licenza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- È appunto questo il guajo, cara comare! appunto questo! - Questo? Perché? Che dite? Il cognato, in luogo di rispondere, uscí in una domanda curiosa: - Vi siete mai guardata allo specchio, cara comare? Zia Michelina si sentí riassalire improvvisamente dall'orrore di quel primo sospetto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Invece, il desiderio improvviso e naturalissimo, il non tener conto di quel divieto e la morte erano conseguenza dell'eroismo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Un momento sublime, d'accordo! un'esaltazione improvvisa di tutte le energie piú nobili dello spirito, un subito insorgere e infiammarsi della volontà e del sentimento, per cui si crea o si compie un atto degno di ammirazione, e diciamo pur di gloria, anche se sfortunato.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Investita, spinta, trascinata da certi suoi furibondi impeti improvvisi, la poveretta fingeva di mettersi a frignare e, grattandosi con ambo le mani la fronte, gemeva: - Oh benedetto il nome del Signore, mi lasci pensare ai casi miei, signorina! La prendeva per donna Be', adesso, Cocò? No, non la prendeva per donna Be'.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Didí vi fissò gli occhi e pensò che il padre era, da anni, sotto la minaccia continua d'una morte improvvisa, potendo da un istante all'altro essere colto da un accesso del suo male cardiaco, per cui portava sempre con sé quella fiala.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Bada, Dora, che giú è stata notata la malattia improvvisa di questo signore, e ti prego di non dar nuova esca alla malignità della gente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Oh, il cielo era splendido e non c'era davvero pericolo che si rovesciasse uno di quegli acquazzoni improvvisi, cosí frequenti in montagna, a interromper la gita; né c'era alcuna probabilità di liberarsi prima di sera, con quel bravo signor Bortolo Raspi di Sarli, che pesava a dir poco un quintale e mezzo e a piedi era voluto venire, a piedi anche lui, vantandosi d'essere un gran camminatore, lui, e già cominciava a soffiare come un biacco e a far eco alla Generalessa, che s'era portato intanto il seggio a libriccino e dichiarava d'aver bisogno di sostare di tratto in tratto, lei, per non affaticarsi troppo il cuore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
eccolo! eccolo! E levando la fronte, si dava a improvvisare stranissime preghiere, che a quelli parevano evocazioni diaboliche e bestemmie.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma voglio riallacciare le fila proprio dal momento che il mondo per te si fece vano; dal momento che, sentendoti colpire improvvisamente dalla morte, a tavola, mentre si cenava, alla mia esclamazione: "Non è niente! non è niente!" rispondesti: - L'ora di dire addio.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Oh fosse la stessa! Allora sí, davvero, avrebbero sposato insieme! Una cupa invidia, una sorda gelosia feroce lo avevano preso di quel giovane cugino cosí bello e florido, per cui piena di promesse rimaneva la vita che a lui, ecco, veniva improvvisamente a mancare.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Due anni addietro, gli era piombata addosso da Napoli la famiglia d'un suo fratello, morto colà improvvisamente: la cognata, furia d'inferno, con sette figliuoli, il maggiore dei quali aveva appena undici anni.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Questa riduzione gli costò un cosí intenso sforzo intellettuale, che non avvertí nemmeno alla grandine, ai lampi, ai tuoni d'un violentissimo uragano che s'era improvvisamente rovesciato su Roma.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Venerina era cosí lieta e impaziente, quella mattina, di mostrare al fidanzato la loro nuova casetta già messa in ordine! Ma, poco dopo, quando il vaporetto finalmente si fu ormeggiato nel Molo e il Cleen poté scenderne, quella sua gioja fu improvvisamente turbata dalla stizza, udendo il saluto che gli altri marinaj rivolgevano, quasi miagolando, al suo fidanzato: - Bon cion! Bon cion! - Brutti imbecilli! - disse tra i denti, voltandosi a fulminarli con gli occhi.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Chi me li cucina? VIII Superato il primo impaccio, vivissimo, della improvvisa intrinsechezza piú che ogni altra intima, con un uomo che le pareva ancora quasi piovuto dal cielo, Venerina prese a proteggere e a condurre per mano, come un bambino, il marito incantato dagli spettacoli che gli offriva la campagna, quella natura per lui cosí strana e quasi violenta.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quando alla fine giunse alla sagrestia, si sentí improvvisamente come alienato da tutto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per improvvisa curiosità si mise allora a rovistare in esso e, nel riporre una giacca logora e stinta, le avvenne di tastare negli orli sotto il soppanno come un cartoncino, scivolato lí dalla tasca in petto sfondata; volle vedere che cosa fosse quella carta caduta lí chi sa da quanti anni e dimenticata; e cosí per caso Anna scoprí il ritratto della prima moglie del marito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tutti i ricordi scottanti, gli errori, i rimorsi della prima gioventú, improvvisamente, alla vista di quell'uomo, gli avevano fatto un tale impeto dentro, che n'era come stordito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ma no! Lasci l'isola d'Elba, caro Brei! Crede che un lezione di storia si possa improvvisare? E dunque segga! Cesarino Brei, pallido, timido, sedette; e il professore seguitò a guardarlo per un pezzo, contrariato, se non proprio stizzito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ora questa impressione era cresciuta fino a cagionargli uno stranissimo imbarazzo, allorché (molto tardi, veramente; ma Cesarino - si sa - aveva poca fantasia), per una conversazione tra due compagni di scuola, le prime infantili finzioni dell'anima gli erano cadute, scoprendogli improvvisamente certi vergognosi segreti della vita finora insospettati.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per quanto, nel vuoto orrendo in cui quella morte improvvisa lo gettava, sentisse prepotente il bisogno di sapere, non volle.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ed ecco, un improvviso convulso di lagrime lo assaliva al ricordo d'una sera che, andando al solito di furia per via, come un cieco, aveva inciampato in una donnaccia di strada la quale, subito, fingendo di pararlo, se l'era premuto al seno con tutte e due le braccia, costringendolo cosí a cogliere con le nari sulla carne viva, oscenamente, il profumo, quel profumo stesso della sua mamma; per cui s'era strappato da lei, mugolando, ed era fuggito via.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Venga qua, signor dottore, - saltò sú a dire Rocco Trupía improvvisamente, additando la porta della roba.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ah, che bollore improvviso alza il sangue del padre avventuroso nelle vene di lei! Al Ministero, il professore Corvara Amidei è relegato nella stanza degli scrivani, come correttore.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma che mai può essere accaduto a Satanina? Forse qualche improvvisa chiamata dalla balia di Dolfino? E sarebbe partita cosí, senza neppure avvertirlo al Ministero? Ridiscende la scala quant'è lunga, per domandare al portinajo qualche notizia; ne domanda anche ai bottegaj lí presso, alla servetta del pigionale che gli sta accanto: nessuno sa nulla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E quando, il giorno appresso, Cirinciò se ne partí da Borgetto, ingrugnato, funebre, rispondendo a mala pena ai saluti, tutti restarono a guardarsi tra loro, non sapendo comprendere la ragione di un mutamento cosí improvviso, e parecchi avanzarono il sospetto che fosse un imbroglione, un miserabile impostore venuto a mistificarli.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Tra gli occhi e le sopracciglia del signor Saverio s'impegnò una viva lotta: quelli volevano sbarrarsi per lo stordimento improvviso, e queste contemporaneamente aggrottarsi dalla rabbia.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Doveva rassegnarsi cosí, senza saperne nulla, piú nulla? Possibile? Come fosse morto un cagnolino! Oh povero innocente abbandonato, senza la mamma sua accanto, senza il padre, senza nessuno, morto lí, fra mani estranee, oh Dio! oh Dio! Ma chi si curava, ora, della sua pena? La padrona, anzi, era in collera con lei, per via del figlio, privato improvvisamente del latte, a soli sette mesi: e aveva ragione, sí, perché anche lei era mamma e non poteva darsi pensiero che del suo figliuolo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Quindi concluse improvvisamente: - Scusi, ha visitato la signora? Il Gelli negò col capo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Gli vide il volto contratto, come per un fitto spasimo improvviso, o per vivo ribrezzo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Parlo bene, eh? Mi par d'essere in campagna, quando m'esercitavo nell'oratoria, sperando d'esser promosso Pubblico Ministero, e imbussolavo i temi e poi mi mettevo a improvvisare ad alta voce, fra gli alberi: Signori della Corte, Signori Giurati...(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il proprietario, giovanotto ambizioso, che aveva dovuto interrompere gli studi universitarii per la morte improvvisa del padre, era affatto ignaro di commercio e attendeva piuttosto a ingraziarsi con servigi e favori gli animi dei suoi compaesani per essere eletto sindaco del Comune.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ma non aveva voluto manifestare cosí in prima alla madre il suo dubbio, per non farle nascere di improvviso foss'anche una tenue speranza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ebbene, se non gli era piú dato di consolare con questa speranza la madre, non avrebbe potuto almeno cercare con essa un gran conforto al povero superstite, cosí tremendamente colpito da quella nuova, improvvisa sciagura? Ed era salito al villino.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ci mancava ormai poco piú d'una settimana, quando a Lydia fu annunziata improvvisamente una visita del dottor Giunio Falci.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Si levò in piedi improvvisamente, come per un subito richiamo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
È una ragazzona rubiconda con gli occhiali, la figlia della signora Marzorati, soffocata da un gran seno, ma gonfio soltanto d'una certa allarmata ingenuità infantile che, di tratto in tratto investita, a sbuffi, da strani pensieri segreti o subitanee impressioni, le avvampa il viso, le riempie gli occhi di lagrime improvvise, perché teme di non esser piú creduta quella fanciullona che è.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Da molti anni, dopo molte e intricatissime meditazioni, credeva d'essere riuscito a darsi una spiegazione sufficiente di tutte le cose; a sistemarsi insomma il mondo per suo conto; e pian piano s'era messo a camminarci dentro, non molto sicuro, no, anzi con l'animo sempre un po' sospeso e pericolante, nell'aspettativa d'una qualche improvvisa violenza, che glielo buttasse all'aria tutt'a un tratto, sgarbatamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Questa notte, improvvisamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ah! - esclamò allora il Gori, rallegrandosi improvvisamente.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Diciamo improvvisato, - cercò d'attenuare il Migri.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Mi saprebbe dire di grazia dove sia andata a finire quella tal manica della mia marsina, che buttai all'aria poc'anzi? E ravvolgendosela, poco dopo, entro un giornale e andandosene via quatto quatto, si mise a considerare che, dopo tutto, egli doveva soltanto alla manica di quella marsina stretta la bella vittoria riportata quel giorno sul destino, perché, se quella marsina, con la manica scucita sotto l'ascella, non gli avesse suscitato tanta irritazione, egli, nella consueta ampiezza dei suoi comodi e logori abiti giornalieri, di fronte alla sciagura di quella morte improvvisa, si sarebbe abbandonato senz'altro, come un imbecille, alla commozione, a un inerte compianto della sorte infelice di quella povera fanciulla.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
- Ti chiuderai a chiave, m'immagino! A un tratto, allungando il collo per vedere con l'ajuto dell'occhialetto un ritrattino ingiallito, appeso alla parete, e notando che l'amica, improvvisamente accesa in volto, stava ritta davanti alla scrivania come se volesse appunto nascondere quel ritratto, sorrise e la minacciò col dito furbescamente: - Ah, mariolina! Anche tu? Lasciamelo vedere.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E lei, a quelle loro maraviglie, sorrideva e rispondeva che lei stessa non avrebbe piú saputo ripetere ciò che aveva potuto dire in iscuola per un caso imprevisto, d'un'ape entrata in classe, d'un geranio che improvvisamente s'era acceso nel sole sul davanzale della finestra.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Fissò gli occhi, improvvisamente accesi, e stette un po' come in ascolto.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
C'era la paura, ma c'era anche qualcos'altro, sotto, soffocato dalla paura per quel suo aspro, improvviso richiamo: qualcos'altro, per cui il tremito di tutta la bambina diveniva fremito.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Ed ecco che quell'omino, in risposta al suo sguardo, subito gli aveva strizzato un occhio, ammiccando con l'altro, improvvisamente acceso d'una furbizia davvero diabolica.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E lo scricchiolare delle foglie secche e gli stridi lontani degli scojattoli in fuga e degli uccelli ferivano i sensi divenuti acutissimi di quegli improvvisati esploratori notturni.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il Tranzi notò subito che questa, mentr'egli dichiarava il male (caso indubbio e irrimediabile d'embolia cerebrale), s'era messa a carezzare i capelli del giovinotto, del cuginetto che piangeva con la faccia affondata nel guanciale proprio accanto al capo della madre agonizzante, e se ne stizzí tanto, che improvvisamente s'interruppe per ordinare che, perdio, quel figliuolo se ne poteva andare a piangere di là.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
E di questo improvviso ripiombare su se stesso restava in prima sbalordito, a lisciarsi sul labbro i baffi scomposti, a stropicciarsi gli occhi miopi smarriti.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
La morte quasi improvvisa del professor De Vitti venne a strappare violentemente Marco Perla da quell'ibrido e atterrito stato d'animo.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Da un pezzo la zia notava in lui curiose assenze di memoria, strane smanie, improvvise tristezze; e lo vedeva dimagrire e fissarsi sempre piú in una ispida e squallida bruttezza.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Il dottore si fermò, a un pensiero sortogli improvviso: quello di tornare indietro, di correre a casa a prendere la giovane moglie (era sposo da sette mesi), per far godere anche a lei l'incanto di quella passeggiata.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Glielo ruppe improvvisamente il nuovo giardiniere, che si trovava lassú a sarchiare in un pratello.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Per fortuna si mosse avanti e cosí non poté notare l'alterazione improvvisa del volto del dottore, che lo seguí come un automa, con gli occhi attoniti, foschi, la bocca aperta, aperte le mani.(Pirandello - Novelle per un anno)
---------------
Una gran pace regnava su quel villaggio improvvisato , e le note della fisarmonica e le voci e le risate entro le capanne parevano lontane .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Raccolti entro una capanna , seduti per terra a gambe in croce intorno a una damigiana verso cui si volgevano come a un idolo , i poeti improvvisavano ottave pro e contro la guerra di Libia: eran parecchi e si davano il turno , e intorno a loro si accalcavano uomini e ragazzi: di tanto in tanto qualcuno si curvava per prendere di terra un bicchiere di vino .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Sentiva un improvviso amore per tutti .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Che hai ? Egli la guardava con occhi vivi , lucidi , ed era tale la sua gioia improvvisa che le rughe intorno agli occhi parevano raggi .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Anche la donna ebbe paura della solitudine e di quella morte improvvisa .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Allora , nel luogo tutto l'anno deserto , nei campi incolti e selvaggi , era come una improvvisa fioritura , un irrompere di vita e di gioia .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Intorno a lui la vita prendeva un aspetto nuovo: un'onda di gioia pareva invadere la casa quando arrivavadon Predu , ed erano timide risate di donna Ester , discussioni dei fidanzati , progetti , chiacchiere , improvvisi silenzi per rispetto al malato .( Grazia Deledda - Canne al vento)
---------------
Ignote gli erano e temute le noie improvvise.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
L’amicizia di tali uomini consolava d’ogni suo tedio Giovanni: il quale soleva paragonarla al prospetto di ridente pianura che appaia improvvisa dopo il salire di lunga via disastrosa.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Que’ due, ubriacati nella celia, vennero a questa di fare un paragone tra la signora Teodolinda e la cuoca sua, donna sui venticinque, dal viso tanto ingenuo e amorevole quanto l’altra impiastricciato e di finta; la voce agile ma lungamente vibrante, lunghi gli sguardi, candida la carnagione come di persona allevata negli agi, con certi rossori improvvisi che le donne agiate poco conoscono; patita come suole ragazza nubile oltre al desiderio suo; arguta nella bontà. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
L’anima da qualch’anno composta in riposo quasi verginale, e mezzo dimentica dei dolori cocenti, aveva ripresa l’antica freschezza; e ora il dolore tornando improvviso e più penetrante che mai, incrudeliva come in anima nuova. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Desideroso adesso de’ dolci colli e dell’armonia dell’idioma materno, ritornava alla sua mesta Bretagna, per ivi pensoso vivere e sconosciuto morire: anima compressa dai casi, ma non sì ch’a ogni tocco di nobile affetto aprendosi e rintegrandosi con improvvisi impeti, non provasse l’invitta, e seco stessa battagliante, forza sua.. (Tommaseo - Fede e bellezza)
---------------
Discendendo adagio a fianco di suo marito lo sdrucciolevole ciottolato del sentiero, le sorse improvvisa in mente la visione di un incontro futuro con la marchesa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
L'ingegnere era uscito a far i suoi soliti quattro passi fino alla piccola salita del Tavorell ch'egli chiamava scherzosamente il San Bernardo; e Franco, data un'occhiata alla luna che sfavillava allora fuor dal ciglio nero del Bisgnago e giù nell'ondular dell'acqua, si pose a improvvisar sul piano effusioni di dolore ideale, che andavan via per le finestre aperte sulla sonorità profonda del lago. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
La improvvisazione musicale gli riusciva meglio delle elaborate poesie perché il suo impetuoso sentire trovava nella musica una espressione più facile e piena, e gli scrupoli, le incertezze, le sfiducie che gli rendevano faticosissimo e lento il lavoro della parola, non tormentavano, al piano, la sua fantasia. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
La stessa base de' suoi calcoli improvvisamente crollò. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Se fosse venuto per loro? Se nelle cause di questa improvvisa venuta ci avesse parte il viaggio del professore a Lodi? Avrebbe voluto consultarsi col professore, dirgli di fermarsi fino a che i Pasotti fossero partiti; ma come parlargli poi senza che se ne avvedesse Franco? Intanto donna Ester prese congedo e il professore che aveva ottenuto il perdono della capricciosetta, perfidetta signorina, a patto di non domandare il paradiso, ebbe licenza di accompagnarla a casa. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
In giugno Maria ebbe il morbillo, in agosto lo zio Piero perdette quasi improvvisamente l'occhio sinistro e ne fu, per qualche tempo, molto turbato. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Indugiavano a obbedire ma un improvviso scroscio di pioggia, senza vento né tuoni, li pose in fuga. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
Balzò improvvisamente in piedi stringendosi le tempie fra le mani, piantò in viso al professore due occhi dove non erano lagrime ma invece una luce sinistra di corruccio. (Fogazzaro - Piccolo mondo antico)
---------------
S'era cementata nell'inferno dei battelli sottomarini, entro il chiuso scafo ove non è per l'uomo altro posto che il posto di manovra o di combattimento, tra i fumi dell'olio bruciato, tra i vapori della benzina, tra i miscugli d'idrogeno e d'ossigeno svolti dagli accumulatori elettrici, nel pericolo assiduo dello scoppio, nella tenebra improvvisa causata dal corto circuito, nella lotta costante dell'attenzione contro il tossico sonnifero dell'anidride carbonica, nel silenzio sostenuto per ore lunghe come giorni con l'occhio fiso ai quadranti indicatori, con l'orecchio teso al linguaggio metallico degli apparecchi di misura e di governo. Ben quivi entrambi avevano cominciato ad acquistare il senso della terza dimensione manovrando i timoni orizzontali e correggendo per innumerevoli esperienze l'instabilità nel verso dell'asse, che a ogni più lieve causa drizza lo scafo per prua fuori dell'acqua o lo piega a dar di becco nel fondo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E mi scrollo, e li do la mano, e ce ne andiamo per la nostra conquista liberi». Ma il compagno, oppresso da una improvvisa tristezza, non aveva voltato il capo. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Sono lontana, sono lontana! Un grande amore improvviso? Qualche volta l'amore si parte dall'estremità della terra, a piedi nudi, per portare una rosa. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli era animato da una ebrezza inconsueta, e da un sorriso ammirabile che temperava la sua energia e la sua malinconia. Sembrava che l'apparizione improvvisa di quella creatura sognata e sognante risvegliasse in lui una musica di gloria onde il mondo sorgeva splendido fervido libero come non mai. La sua diffidenza e il suo dispregio lo abbandonavano. Tutta la sua anima era avvolta intorno a una nuova fatalità e n'era rischiarata ma la nascondeva, come un velo ricco intorno a una lampada notturna. Qual genio aveva condotto verso di lui quella creatura ch'era la sorella della donna che il suo amico amava? in virtù di quale armonia segreta?
---------------
E il cielo viveva come la moltitudine, come quella ebro di maraviglia e di gioia, di superbia e di terrore, di violenza e d'infinito. Era uno di quei sublimi cieli d'Italia che rinnovano in un'ora le trasfigurazioni secolari degli artefici operate nelle volte dei palagi e nelle cupole dei templi, creano e distruggono tutte le imagini della grandezza, conciliano l'argentea voluttà del Veronese e la terribilità pietrosa del Buonarroto. Le nuvole erano un'architettura e una stirpe, una materia foggiata dallo statuario e dal fìgulo, una gerarchia di angeli, una genia di mostri, un paradiso di fiori. Sorgevano dai monti, si adeguavano alle colline, si laceravano alle cime dei pioppi. Simili a trombe d'acqua lattescente, vibravano di luce in sommo come le sensitive trasparenze degli esseri marini abitate dall'inquietudine di un fuoco spirtale. Simili alla carne giunonia nel punto della metamorfosi che ingannò il Lapite reso folle dal nettare, s'irradiavano d'un sangue improvviso; poi sùbito si coprivano di macchie smorticce come le squame caduche dalla pelle infetta di lebbra.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Lunella accompagnava col cenno del capo chiomoso la rimatrice improvvisa, mentre gli occhi cigliuti color di nocciòla le rimanevano serii e il sorriso le schiudeva appena appena la bella bocca imbronciata come quella di Antinoo. Aveva in mano un foglio di carta bianca, e dentro v'intagliava figure con un par di forbici sottili. Ella era seduta sul murello tondo che cerchiava il tronco del leccio patriarcale, nel giardino degli Inghirami; e Vana le stava da presso, inginocchiata su l'erba sparsa di piccole ghiande vaie, con lo sguardo fisso all'opera incantevole. Di là dal tetto del palagio, di là dai vecchi embrici chiazzati di gromma, sorgevano le torri fulve e bige di Volterra nell'ardore di luglio. I balestrucci a stormi tessevano e ritessevano l'azzurro tra il Duomo e la Rocca. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella lo guardava sbigottita, a quella improvvisa violenza. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Era il sospiro d'un'arietta, era il gorgheggio d'una di quelle antiche villanelle italiane che sembrano accompagnare il Cupìdo sbracato che danza su le serpi o la Grazia discinta che compone la ghirlanda con le mani trafitte. Era un arioso, era un lamento, una monodìa di Cristoforo Gluck, simile a una pura nudità dolorante nel suo proprio fulgore. Era una confessione improvvisa di Roberto Schumann in un rotto singhiozzo, in un grido irrevocabile, con una bocca severa, con uno sguardo forsennato. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Confessava a sé stesso il suo male. Riconosceva che l'alchìmia della menzogna tramutava anche il suo valore. Da quanti giorni aveva egli lasciato il suo compagno sul limitare del Buio? Eppure quanto già gli sembrava estraneo e distante il lungo periodo di vita comune, sostenuto dalla lealtà e dalla fedeltà, dall'eguaglianza e dalla sicurezza! In pochi giorni, come per una di quelle infezioni che si manifestano con una gran febbre improvvisa e rapidissime si diffondono per tutte le vene, il suo sentimento della convivenza s'era pervertito in acredine e in inquietudine, in angoscia e in terrore, in tirannide e in crudeltà. Allora egli era col suo compagno verso l'ignoto; ora egli era nell'ignoto contro la sua compagna, e questa contro lui, in un combattimento palese e coperto, di tutti gli attimi, per stabilire una signoria e un servaggio.(D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
E un cinguettare improvviso la sorprese. Si avvicinò alla finestra. E il cinguettìo era così vivo che pareva fosse dentro la stanza, di qua dal davanzale. Ancor più s'avvicinò, guardinga, con l'occhio teso, cercando d'indovinare l'origine del suono. Egli ora le vedeva il collo nudo, i capelli partiti su la nuca in due trecce attorte e fermate dalle forcine per modo che aderivano alla forma del piccolo capo. E uno straordinario turbamento lo vinceva allo spettacolo nuovo di quella vita che viveva dinanzi a lui testimone occulto. Desiderava ch'ella si volgesse; perché credeva che, sapendosi non guardata e sola, ella dovesse avere il suo volto di riposo con tutte le linee ricomposte e tranquille o il suo volto di Medusa pietrificante. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella gemette, s'arrestò, congiungendo le gambe in un'attitudine che rendeva al suo corpo tutta la sua divina lunghezza, falcando le reni, riversando il capo dalle trecce quasi disfatte. Il primo gemito fu di dolore, ma l'altro imitò quello ch'ella soleva quando il suo amico posava su lei la mano del possesso ed ella sentiva spandersi in tutte le vene il languore senza scampo. Il viso madido fra le ciocche lisce e dense aveva quella improvvisa maturità che in certi momenti l'assomigliava a una giovinezza troppo a lungo macerata nel fortore degli aromi e trascolorata nell'ombra dei cortinaggi. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Ella aveva disposto che la stanza di Lunella fosse attigua alla sua. E l'uscio comune era aperto. Ma non giungeva di quel sonno alcun segno, non s'udiva respiro. Tutto era silenzio nella villa murata. Per la finestra aperta saliva l'odore dei gelsomini, l'odore delle tuberose, l'umidore del grande vivaio. A quando a quando la ventarola gemeva sul colmigno, per un soffio improvviso, e seguiva il gemito quel lungo mugolìo che sempre ha il vento nella campagna di Volterra, come se si generasse dai sepolcreti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Involontariamente Paolo affrettava il passo, avanzando la guida che li conduceva. Un fumo denso candido caldo a un tratto li avviluppò, li accecò, li soffocò. Si arrestarono brancolando. Si presero per le mani, non più scorgendo il suolo dove posavano. Un fragore di vulcano rimbombava per tutta la pendice del monte. Colpi improvvisi di vento abbattevano i nugoli del vapore, li sparpagliavano, li spazzavano, scoprendo i bulicami bui, i cumuli di ceneraccio e di sassi, i getti d'acqua e di fango. I nugoli si riaddensavano, palpitavano intorno alle buche, si laceravano ai castelli di travi, alle gigantesche trivelle, ai tubi di ferro per ovunque diramati, ora proni ora irti, in intrichi rugginosi e ruggenti. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
Egli aveva creduto che, di là dalla miseria di quel risveglio improvviso nella stanza verde, non potesse la vita dargli nulla di peggio. Ma in tutto il passato nulla eguagliava d'atrocità quell'angoscia soffocata da quell'angustia, quegli impeti di soccorso troncati da quel novo strumento di tortura che avvicinava e separava a un tempo, che giocava con l'illusione della presenza e con la realità dello spazio. (D'Annunzio - Forse che sì forse che no)
---------------
* Soltanto Graziella stava presso l'uscio a mirare con occhi disfatti dal pianto il cadaverino, allorché, verso le undici, come in un vento improvviso su per la scala, tra gemiti e fruscìi d'abiti e singhiozzi rinnovati giù a pianterreno, Silvia, sorretta dal dottor Lais, fece per irrompere nella cameretta e subito s'arrestò poco oltre la soglia, levando le mani, come a ripararsi da quello spettacolo, e aprendo la bocca a un grido, a un altro, a un altro, che non poterono romperle dalla gola. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Intanto il Lais le parlava della malattia improvvisa, di quanto aveva fatto per salvarlo, e le raccontava che anche per il padre quella sciagura era stata uno schianto inatteso, perché la sera avanti egli era a teatro ad assistere al dramma di lei, senza sapere che il bambino fosse così gravemente malato. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* La sua morte quasi improvvisa fu la nostra rovina. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Dopo una delle solite scene con mia suocera e mia moglie, che ora, oppresso e fiaccato com’ero dalla doppia recente sciagura, mi cagionavano un disgusto intollerabile; non sapendo più resistere alla noia, anzi allo schifo di vivere a quel modo; miserabile, senza né probabilità né speranza di miglioramento, senza più il conforto che mi veniva dalla mia dolce bambina, senza alcun compenso, anche minimo, all’amarezza, allo squallore, all’orribile desolazione in cui ero piombato; per una risoluzione quasi improvvisa, ero fuggito dal paese, a piedi, con le cinquecento lire di Berto in tasca. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Poi cominciai a sentirmi come in uno stato d’ebbrezza estrosa curiosissima: agivo quasi automaticamente, per improvvise, incoscienti ispirazioni; puntavo, ogni volta, dopo gli altri, all’ultimo, là! e subito acquistavo la coscienza, la certezza che avrei vinto; e vincevo. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Caddi a sedere sul divano, sfinito; appoggiai il capo alla spalliera, per un bisogno improvviso, irresistibile, di dormire, di ristorarmi con un po’ di sonno. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* M’assaliva di tratto in tratto l’idea di quella mia libertà sconfinata, unica, e provavo una felicità improvvisa, così forte, che quasi mi ci smarrivo in un beato stupore; me la sentivo entrar nel petto con un respiro lunghissimo e largo, che mi sollevava tutto lo spirito. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Improvvisamente, mi vidi in una condizione assai speciosa. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Il signor Anselmo restò un tratto a guardare, come se improvvisamente gli fosse caduto un macigno innanzi ai piedi. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Improvvisamente mi vidi precipitare innanzi un groviglio di rissanti. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Scoppiò in lagrime, improvvisamente, la cara mammina. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Era un fuggevole sguardo, come il lampo d una grazia dolcissima; era un sorriso di commiserazione per la ridicola lusinga di quella povera donna; era qualche benevolo richiamo ch’ella mi accennava con gli occhi e con un lieve movimento del capo, se io eccedevo un po’, per il nostro spasso segreto, nel dar filo di speranza all’aquilone di colei che or si librava nei cieli della beatitudine, ora svariava per qualche mia stratta improvvisa e violenta. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Ma chi era quell’uomo con cui essa parlava? Che fosse arrivato da Napoli, improvvisamente, Terenzio Papiano?
---------------
* Poi, come prendendo una risoluzione improvvisa, si voltò a guardarmi in faccia, mi porse una mano e mi domandò:
---------------
* Sissignore! Invasata da questo spirito, improvvisava sul pianoforte, fino a cader per terra, svenuta, in certi momenti. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* – Oh, ma paghiamo il dottor Ambrosini! – esclamai, fingendo di ricordarmi improvvisamente della nota e del servo che attendeva di là. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Notando il mio improvviso turbamento, Adriana era diventata pallidissima. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Pepita improvvisamente ruppe in un pianto strano, convulso, e cadde svenuta tra le braccia della signora Candida e di Papiano. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Mi vidi vacillar tutto all’intorno; sentii mancarmi le gambe al sorgere improvviso d’un sentimento oscuro, che mi comunicò un brivido dal capo alle piante. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
Dopo questa sfuriata, la conversazione diventò quasi diverbio e terminò improvvisamente con uno scoppio di risa sguaiate di tutti quegli ufficiali. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Restai, come abbagliato da una strana luce improvvisa. ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Sì: qualche stranezza, più d’una, l’avevo commessa in quegli ultimi giorni: quel pasticcio del furto, prima sospettato, poi improvvisamente smentito... ( Pirandello - Il fu Mattia Pascal )
---------------
* Si fermò improvvisamente e mi guardò, sconvolto:
---------------
«Allora, di colpo» dice il critico «un fiotto d’umanità invade questi personaggi, le marionette divengono improvvisamente creature di carne e di sangue, e parole che bruciano l’anima e straziano il cuore escono dalle loro labbra»
---------------
* Ed eccomi improvvisato astronomo e geologo e antropologo per riscrivere all'uso moderno la formazione della terra . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Conobbi insieme a loro anche un pittore misterioso e funereo , appassionato di Boecklin ; un violinista mezzo matto , improvvisatore furioso (sul piano) di marcie trionfali ; un compositore principiante , che andava perpetuamente in cerca di libretti , di lezioni di canto e di mogli altrui . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Ammucchiai fatti ; ricopiai cifre ; applicai teorie ; tentai generalizzazioni ; improvvisai scimmiescamente ipotesi e sistemi . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il mondo è dunque la mia rappresentazione — il mondo è l'anima mia — il mondo son io ! Che meravigliosa scoperta , quale improvvisa illuminazione ! Nessuna idea mi scosse e trasformò come questa . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Il parlare animoso , la facilità d' improvvisazione , la pratica della scherma dialettica , l'esperienza delle diverse filosofie , la sfacciataggine della mia erudizione bibliografica mi davano il più delle volte il sopravvento . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Di tratto in tratto , alzando gli occhi miopi dai fogli scritti , vedevo innanzi a me , in quel giuoco d' ombre scure e di chiari rossastri , le faccie attente dei miei compagni , le file disordinate del mio esercito , e mi pareva di leggere in alcuni occhi il fremito voglioso del sì e sentivo rombar nei miei orecchi i palpiti accelerati di venti , di trenta cuori e un soffio di simpatia calorosa veniva verso di me avvolgendomi tutto e mi commosse talmente che lOI le ultime frasi , che avevo scritte colle mie parole più armoniose e luminose nel freddo solitario di una mezzanotte d' inverno , mi usciron fuori come interrotte e soffocate da uno strano intenerimento improvviso . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Se discussione non e' era la facevo nascere apposta per improvvisar dilemmi e dar giù botte senza risparmio ; se la disputa era già avviata la storcevo e deviavo in modo da rimaner io — 131 — solo a rotear sillogismi e improperi contro tutti gli altri ; se un timido soprav\^eniva lo forzavo a parlare per coglierlo in fallo e metterlo in ridicolo ; se m' incontravo con un chiacchieratore ardito provavo un gusto indescrivibile a rintuzzare la sua tracotanza e a ridurlo al silenzio . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Quello dello scrittore buffone , dello scrittore che scrive per divertir la gente , per far passare il tempo agli annoiati ed ai vagabondi , l'infame mestiere dell'uomo che da un gennaio all'altro inventa storie , fabbrica intrecci , cerca avventure , rinfresca ricordi , stende romanzi , improvvisa novelle e mette su commedie per far ridere , lacri mare e commovere chi lo paga e gli batte le mani . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Io , invece , mi sfogo ed intendo lo sfogo coi più plebei e stomacosi sinonimi: intendo lo sputo che sale dal fondo della mia gola infiammata e che vola come per incanto in infinita spruzzaglia su tutti i visi eh' io sarei degno di schiaffeggiare — intendo il vomitare la bile che mi ha distillato dal sangue lo spettacolo della nostra vita — intendo lo scolar della marcia giù dalle bolle e dalle piaghe e dai bubboni della mia immorale personalità esposta al contagio dei più popolosi lazzeretti — intendo il rutto improvviso e tonante che vien dal profondò come il disprezzo . (G .Papini - Un uomo finito)
---------------
* Da mio padre è certo che nell’ultimo istante lucido della sua vita , il suo sentimento d’intelligenza fu originato da una sua improvvisa ispirazione religiosa , tant’è vero che s’indusse a parlarmene perché io gli avevo raccontato di essermi occupato delle origini del Cristianesimo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Improvvisamente si volse a me , sempre restando eretto sul busto:
---------------
Un giorno un improvviso acquazzone mi costrinse di rifugiarmi al Tergesteo .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Quel giorno , invece , restai ancora per qualche istante , incapace di aprir bocca , eppoi protestando un improvviso male di testa m’alzai per andarmene .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Per il momento prestai fede alle parole della signora e mi figurai che Ada potesse essere stupita e addolorata dalla mia improvvisa assenza .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Ardevo dal desiderio di assicurarmi che il dolce sorriso che vagava sulle labbra di Ada fosse mio e saltai nell’argomento di cui parlavano , improvvisando una storia di spiriti .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Nessun poeta avrebbe potuto improvvisare a rime obbligate meglio di me .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Guido , cortese e disinvolto (era proprio la disinvoltura quella ch’io più di tutto invidiavo agli altri) parlò ancora di quella storia ch’io avevo improvvisata e ch’egli prendeva sul serio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Una volta sola ci fu un vero errore: una specie di veterinario nelle cui mani m’ero posto , s’ostinò per lungo tempo ad attaccare il mio nervo sciatico coi suoi vescicanti e finì coll’essere beffato dal mio dolore che improvvisamente , durante una seduta , saltò dall’anca alla coppa , lungi perciò da ogni connessione col nervo sciatico .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Egli giaceva sulle proprie braccia incrociate dietro la testa , e sarebbe bastata una buona spinta improvvisa per metterlo senza rimedio fuori d’equilibrio .(I.Svevo - La coscienza di zeno)*
---------------
Mi ricordo che una sera , a Venezia , si passava in gondola per uno di quei canali dal silenzio profondo ad ogni tratto interrotto dalla luce e dal rumore di una via che su di esso improvvisamente s’apre .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Chi invece ne soffriva era Augusta che improvvisamente era accorsa .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Dopo un’esitazione , ottemperai al suo desiderio , e volentieri , perché la mia anima improvvisamente si riempì di Carla .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
Per gustare meglio il nuovo improvviso tepore che veniva dal cielo nel quale sembrava il sole avesse riacquistato da poco l’imperio , sedemmo su una banchina .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
* Senz’alcuna ragione , ad ogni istante , se la prendeva con me in scoppi di collera improvvisi .(I.Svevo - La coscienza di zeno)
---------------
abbiocco
= stanchezza improvvisa che induce uno stato di sonnolenza .
---------------
accecatore - acciecatore
= che , colui che accieca
= accecatoio ognuna delle lampade colorate poste all'esterno della ribalta che , accese improvvisamente , formano una barriera di luce , permettendo di cambiare le scene a sipario aperto senza che il pubblico veda .
---------------
accelerata
= accelerazione improvvisa deciso aumento di pressione sul pedale dell'acceleratore di un autoveicolo , o brusca rotazione della manopola di un motoveicolo , per provocare un rapido aumento di velocità l'aumento stesso .
---------------
acquata
= breve e improvviso rovescio di pioggia provvista di acqua dolce a bordo .
---------------
acquazzone
= pioggia improvvisa e impetuosa , di breve durata
---------------
aggredire
= verbo trans. assalire con violenza e improvvisamente
---------------
agguato
= attacco improvviso contro un nemico o un avversario preso alla sprovvista
---------------
antiblocco
= sistema di sicurezza che si applica alle ruote dei veicoli per impedire lo slittamento conseguente a una frenata improvvisa
---------------
apostrofe
= figura retorica che consiste nel rivolgere improvvisamente e concitatamente il discorso a persona o cosa personificata segno che indica l'elisione di una vocale , il troncamento di una sillaba , la soppressione del millesimo e del centesimo nelle date nei poligoni circoscrivibili a un cerchio è il raggio del cerchio stesso
---------------
apparire
= verbo intr. ,presentarsi alla vista improvvisamente , spuntare , mostrarsi chiaramente ,
---------------
arresto
= l'arrestare , l'arrestarsi arresto cardiaco , cessazione improvvisa dei battiti del cuore linea di arresto , limite su cui si debbono fermare i veicoli a un segnale di stop battuta d'arresto , pausa , sosta provvedimento limitativo della libertà personale
---------------
bagliore
= luce improvvisa che abbaglia
---------------
barbaglio
= bagliore improvviso
---------------
blitz
= azione militare o di polizia fulminea e improvvisa.
---------------
brillamento
= il brillare brillamento solare , aumento improvviso di luminosità in un punto della superficie solarel'esplodere delle mine.
---------------
bum
= inter. imita un rumore forte e improvviso , spec. quello di un'esplosione
---------------
butto
= getto d'acqua gemma , germoglio 3 di butto , di botto , improvvisamente
---------------
caldana
= improvvisa vampata di calore al visonei forni tradizionali, vano riscaldato sopra la volta del forno, dove si mette il pane a lievitare ora calda del giorno
---------------
capriccio
= voglia improvvisa e stravagante
---------------
caro
= prezzo alto dovuto a un rialzo improvviso
---------------
catastrofe
= evento disastroso e improvviso che determina il passaggio da una condizione di benessere a una di rovina e di miseria
---------------
catastrofismo
= teoria secondo la quale sia le grandi trasformazioni della superficie terrestre sia l'evoluzione delle forme di vita sono da ricondurre a improvvisi cataclismitendenza a prevedere catastrofi
---------------
chase
= nel jazz, improvvisazione alternata di due o più solisti.
---------------
collera
= sentimento di sdegno, spesso improvviso, che si manifesta con parole o atti violenti
---------------
conflagrare
= verbo intr. prendere fuoco improvvisamente
---------------
conflagrazione
= il conflagrare, l'effetto del conflagrare manifestazione improvvisa, esplosione violenta
---------------
contropiede
= nel gioco del calcio e in altri sport simili, azione controffensiva rapida e improvvisa di una squadra mentre quella avversaria si trova in attacco
---------------
convulsione
= violenta e improvvisa contrazione dei muscoli, di natura patologica
---------------
coup de foudre
= colpo di fulmine, amore improvviso.
---------------
criticume
= insieme di cattivi critici o di critici improvvisati.
---------------
divampare
= verbo intr . accendersi e ardere con fiamma grande e improvvisa
---------------
ecco
= indica l'avvicinarsi o il comparire improvviso di una persona o di una cosa
---------------
empito
= forza violenta - improvvisa e rovinosa
---------------
estemporaneo
= che è detto - scritto o attuato senza preparazione - improvvisando
---------------
fantasista
= artista di varietà in grado di prodursi , anche improvvisando , in numeri di recitazione , di canto , di ballo ecc . calciatore particolarmente abile nel dribbling e nella capacità di inventare giocate imprevedibili .
---------------
fitta
= dolore acuto , improvviso e di breve durata
---------------
flussione
= in medicina , afflusso di sangue improvviso in una parte del corpo , che provoca congestione
---------------
folata
= raffica improvvisa di vento
---------------
folgorazione
= effetto prodotto sull'organismo da una scarica elettrica intuizione improvvisa
---------------
fulmine
= scarica elettrica , accompagnata da rumore e radiazione luminosa , che si produce per una forte differenza di potenziale elettromagnetico tra una nube e la terra - o tra due nubi - fulmine a ciel sereno , fatto imprevisto e spiacevole - colpo di fulmine , innamoramento improvviso qualunque cosa che sia molto veloce , potente - o minacciosa
---------------
genicolato
= - un fusto che presenta nodi distinti o che cambia direzione improvvisamente
---------------
ghiribizzo
= idea improvvisa e stravagante
---------------
hot jazz
= stile proprio del primo jazz , caratterizzato da particolare espressività esecutiva e accentuata improvvisazione ritmica .
---------------
jam-session
= riunione estemporanea di un complesso di musicisti , spec . di jazz , che suonano improvvisando su un tema prestabilito .
---------------
impeto
= moto improvviso e violento di cosa o persona che investe con forza qualcosa o qualcuno
---------------
implodere
= collassare improvvisamente per aumento della pressione esterna rispetto a quella interna
---------------
impromptu
= improvviso .
---------------
improvisto
= improvvisto .
---------------
improvvisato
= participio passato di improvvisare
---------------
inopinato
= non previsto , improvviso , inatteso
---------------
insaccata
= colpo dato al sacco per pigiare ciò che vi è dentro - colpo , scossa che si riceve saltando a terra malamente o cavalcando senza assecondare il trotto del cavallo\n 3 il pigiarsi , l'ammucchiarsi l'uno sull'altro dei passeggeri di un veicolo per una frenata improvvisa o per una brusca accelerata\n 4 scossa subita dagli alberi quando le vele vengono rovesciate indietro dal vento .
---------------
interiezione
= parte invariabile del discorso che esprime un moto improvviso dell'animo , di meraviglia , dolore , gioia ecc .
---------------
irascibile
= che si lascia facilmente vincere dall'ira , che ha improvvisi scatti d'ira
---------------
lipotimia
= perdita improvvisa e transitoria della coscienza
---------------
malore
= improvviso male fisico, mancamento repentino, talora anche grave
---------------
mancamento
= improvviso malore che causa la perdita dei sensi
---------------
martellata
= colpo dato con un martello - disgrazia grave e improvvisa.
---------------
mazzata
= colpo di mazza - dolore intenso o danno grave che giunge improvviso
---------------
narcolessia
= condizione patologica caratterizzata da crisi improvvise di sonno , di durata molto variabile , che colgono il soggetto anche in piena attività .
---------------
nubifragio
= temporale improvviso e violento , con pioggia abbondante e raffiche di vento
---------------
parapiglia
= grande , improvvisa confusione di gente e di cose
---------------
raffica
= improvviso e violento colpo di vento
---------------
rallegrata
= salto improvviso del cavallo, quasi per esprimere allegria.
---------------
rannuvolata
= il rannuvolarsi improvviso del cielo.
---------------
raptus
= impulso improvviso e incontrollabile a compiere azioni violente
---------------
repente
= improvviso
---------------
ribaltone
= rovesciamento improvviso di un veicolo
---------------
sbalzo
= movimento brusco e improvviso\ ,
---------------
sbotto
= improvvisa e prorompente manifestazione di sentimenti , impulsi ecc . , fino a quel momento trattenuti ,
---------------
sbracciata
= movimento improvviso e violento del braccio .
---------------
scarto
= improvviso movimento laterale ,
---------------
sfaglio
= lo scarto delle carte nel gioco , scarto , balzo improvviso di un animale , del cavallo .
---------------
singhiozzo
= rapida inspirazione per improvvisa contrazione del diaframma , accompagnata da un suono particolare ,
---------------
sobbalzo
= movimento improvviso in direzione verticale - riferito a persona , piccolo balzo che scuote il corpo intero ,
---------------
soprassalto
= brusco e improvviso movimento ,
---------------
sortita
= uscita improvvisa e impetuosa di truppe da un luogo chius ,
---------------
sparire
= verbo intransitivo sottrarsi improvvisamente alla vista altrui ,
---------------
spavento
= paura violenta e improvvisa , causata dalla sensazione o dalla vista di un pericolo o di un danno ,
---------------
sprazzo
= getto d'acqua improvviso ,
---------------
stizza
= ira improvvisa e passeggera , provocata per lo più da impazienza e contrarietà rabbia ,
---------------
stornellatore
= chi canta , compone , improvvisa stornelli .
---------------
stratta
= tirata violenta e improvvisa ,
---------------
streaking
= breve corsa in un luogo pubblico di una persona improvvisamente denudatasi , come forma di contestazione e di protesta .
---------------
strizzone
= strizzata forte , dolore forte e improvviso - uno strizzone di fred ,
---------------
stupore
= meraviglia grande e improvvisa ,
---------------
subitaneo
= che avviene d'un tratto , improvvisamente , inaspettatamente ,
---------------
subito
= improvviso , repentino ,
---------------
sussulto
= piccolo balzo , trasalimento per una improvvisa emozione ,
---------------
temporale
= improvvisa perturbazione dell'atmosfera , a volte molto violenta , accompagnata da lampi , tuoni e scrosci di pioggia , frequente soprattutto in estate
---------------
tilt
= interruzione improvvisa di un circuito elettrico con conseguente blocco del meccanismo a esso connesso
---------------
trasalimento
= il trasalire - emozione , spavento improvviso .
---------------
Verb: to improvise-improvised-improvised
Ausiliar: to have - transitivo
Affermative - INDICATIVE
Present simple
I improvise
you improvise
he/she/it improvises
we improvise
you improvise
they improvise
Simple past
I improvised
you improvised
he/she/it improvised
we improvised
you improvised
they improvised
Simple past
I improvised
you improvised
he/she/it improvised
we improvised
you improvised
they improvised
Present perfect
I have improvised
you have improvised
he/she/it has improvised
we have improvised
you have improvised
they have improvised
Past perfect
I had improvised
you had improvised
he/she/it had improvised
we had improvised
you had improvised
they had improvised
Past perfect
I had improvised
you had improvised
he/she/it had improvised
we had improvised
you had improvised
they had improvised
Simple future
I I will improvise
you you will improvise
he/she/it he/she/it will improvise
we we will improvise
you I will improvise
they they will improvise
Future perfect
I will have improvised
you will have improvised
he/she/it will have improvised
we will have improvised
you will have improvised
they will have improvised
Present continuous
I am improvising
you are improvising
he/she/it is improvising
we are improvising
you are improvising
they are improvising
Past simple continuous
I was improvising
you were improvising
he/she/it was improvising
we were improvising
you were improvising
they were improvising
Future continuous
I will be improvising
you will be improvising
he/she/it will be improvising
we will be improvising
you will be improvising
they will be improvising
Future perfect continuous
I will have been improvising
you will have been improvising
he/she/it will have been improvising
we will have been improvising
you will have been improvising
they will have been improvising
Present perfect continuous
I have been improvising
you have been improvising
he/she/it has been improvising
we have been improvising
you have been improvising
they have been improvising
Past perfect continuous
I had been improvising
you had been improvising
he/she/it had been improvising
we had been improvising
you had been improvising
they had been improvising
Affermative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I improvise
That you improvise
That he/she/it improvise
That we improvise
That you improvise
That they improvise
Present perfect
That I have improvised
That you have improvised
That he/she/it have improvised
That we have improvised
That you have improvised
That they have improvised
Simple past
That I improvised
That you improvised
That he/she/it improvised
That we improvised
That you improvised
That they improvised
Past perfect
That I had improvised
That you had improvised
That he/she/it had improvised
That we had improvised
That you had improvised
That they had improvised
Affermative - CONDITIONAL
Present
I would improvise
you would improvise
we would improvise
we would improvise
you would improvise
they would improvise
Past
I would have improvised
you would have improvised
he/she/it would have improvised
we would have improvised
you would have improvised
they would have improvised
Present continous
I would be improvising
you would be improvising
we would be improvising
we would be improvising
you would be improvising
they would be improvising
Past continous
I would have been improvising
you would have been improvising
he/she/it would have been improvising
we would have been improvising
you would have been improvising
they would have been improvising
Affermative - IMPERATIVE
Present
let me improvise
improvise
let him improvise
let us improvise
improvise
let them improvise
 
 
 
 
 
 
 
Affermative - INFINITIVE
Present
to improvise
Past
to have improvised
Present continous
to be improvising
Perfect continous
to have been improvising
Affermative - PARTICIPLE
Present
improvising
Past
improvised
Perfect
having improvised
Affermative - GERUND
Present
improvising
Past
having improvised
Passive - INDICATIVE
Present simple
I am improvised
you are improvised
he/she/it is improvised
we are improvised
you are improvised
they are improvised
Past simple
I was improvised
you were improvised
he/she/it was improvised
we were improvised
you were improvised
they were improvised
Past simple
I was improvised
you were improvised
he/she/it was improvised
we were improvised
you were improvised
they were improvised
Present perfect
I have been improvised
you have been improvised
he/she/it has been improvised
we have been improvised
you have been improvised
they have been improvised
Past perfect
I had been improvised
you had been improvised
he/she/it had been improvised
we had been improvised
you had been improvised
they had been improvised
Past perfect
I had been improvised
you had been improvised
he/she/it had been improvised
we had been improvised
you had been improvised
they had been improvised
Future simple
I will be improvised
you will be improvised
he/she/it will be improvised
we will be improvised
you will be improvised
they will be improvised
Future perfect
I will have been improvised
you will have been improvised
he/she/it will have been improvised
we will have been improvised
you will have been improvised
they will have been improvised
Present continuous
I am being improvised
you are being improvised
he/she/it is being improvised
we are being improvised
you are being improvised
they are being improvised
Past simple continuous
I was being improvised
you were being improvised
he/she/it was being improvised
were being improvised
you were being improvised
they were being improvised
Future continuous
I will being improvised
you will being improvised
he/she/it will being improvised
we will being improvised
you will being improvised
they will being improvised
Future perfect continuous
I will have been improvised
you will have been improvised
he/she/it will have been improvised
we will have been improvised
you will have been improvised
they will have been improvised
Present perfect continuous
I have been improvised
you have been improvised
he/she/it has been improvised
we have been improvised
you have been improvised
they have been improvised
Past perfect continuous
I had been improvised
you had been improvised
he/she/it had been improvised
we had been improvised
you had been improvised
they had been improvised
Passive - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I be improvised
That you be improvised
That he/she/it be improvised
That we be improvised
That you be improvised
That they be improvised
Present perfect
That I have been improvised
That you have been improvised
That he/she/it have been improvised
That we have been improvised
That you have been improvised
That they have been improvised
Simple past
That I were improvised
That you were improvised
That he/she/it were improvised
That we were improvised
That you were improvised
That they were improvised
Past perfect
That I had been improvised
That you had been improvised
That he/she/it had been improvised
That we had been improvised
That you had been improvised
That they had been improvised
CONDITIONAL
Present
I would be improvised
you would be improvised
we would be improvised
we would be improvised
you would be improvised
they would be improvised
Past
I would have been improvised
you would have been improvised
he/she/it would have been improvised
we would have been improvised
you would have been improvised
they would have been improvised
IMPERATIVE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
INFINITIVE
Present
to be improvised
Past
to have been improvised
PARTICIPLE
Present
being improvised
Past
improvised
Perfect
having been improvised
GERUND
Present
being improvised
Past
having been improvised
Negative - INDICATIVE
Present simple
I do not improvise
you do not improvise
he/she/it does not improvises
we do not improvise
you do not improvise
they do not improvise
Simple past
I did not improvise
you did not improvise
he/she/it did not improvise
we did not improvise
you did not improvise
they did not improvise
Simple past
I did not improvise
you did not improvise
he/she/it did not improvise
we did not improvise
you did not improvise
they did not improvise
Present perfect
I have not improvised
you have not improvised
he/she/it has not improvised
we have not improvised
you have not improvised
they have not improvised
Past perfect
I had not improvised
you had not improvised
he/she/it had not improvised
we had not improvised
you had not improvised
they had not improvised
Past perfect
I had not improvised
you had not improvised
he/she/it had not improvised
we had not improvised
you had not improvised
they had not improvised
Simple future
I I will not improvise
you you will not improvise
he/she/it he/she/it will not improvise
we we will not improvise
you I will not improvise
they they will not improvise
Future perfect
I will not have improvised
you will not have improvised
he/she/it will not have improvised
we will not have improvised
you will not have improvised
they will not have improvised
Present continuous
I am not improvising
you are not improvising
he/she/it is not improvising
we are not improvising
you are not improvising
they are not improvising
Past simple continuous
I was not improvising
you were not improvising
he/she/it was not improvising
we were not improvising
you were not improvising
they were not improvising
Future continuous
I will not be improvising
you will not be improvising
he/she/it will not be improvising
we will not be improvising
you will not be improvising
they will not be improvising
Future perfect continuous
I will not have been improvising
you will not have been improvising
he/she/it will not have been improvising
we will not have been improvising
you will not have been improvising
they will not have been improvising
Present perfect continuous
I have not been improvising
you have not been improvising
he/she/it has not been improvising
we have not been improvising
you have not been improvising
they have not been improvising
Past perfect continuous
I had not been improvising
you had not been improvising
he/she/it had not been improvising
we had not been improvising
you had not been improvising
they had not been improvising
Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That I do not improvise
That you do not improvise
That he/she/it does not improvise
That we do not improvise
That you do not improvise
That they do not improvise
Present perfect
That I have not improvised
That you have not improvised
That he/she/it have not improvised
That we have not improvised
That you have not improvised
That they have not improvised
Simple past
That I did not improvise
That you did not improvise
That he/she/it did not improvise
That we did not improvise
That you did not improvise
That they did not improvise
Past perfect
That I had not improvised
That you had not improvised
That he/she/it had not improvised
That we had not improvised
That you had not improvised
That they had not improvised
Negative - CONDITIONAL
Present
I would not improvise
you would not improvise
we would not improvise
we would not improvise
you would not improvise
they would not improvise
Past
I would not have improvised
you would not have improvised
he/she/it would not have improvised
we would not have improvised
you would not have improvised
they would not have improvised
Present continous
I would not be improvising
you would not be improvising
we would not be improvising
we would not be improvising
you would not be improvising
they would not be improvising
Past continous
I would not have been improvising
you would not have been improvising
he/she/it would not have been improvising
we would not have been improvising
you would not have been improvising
they would not have been improvising
Negative - IMPERATIVE
Present
do not let me improvise
do not improvise
do not let him improvise
do not let us improvise
do not improvise
do not let them improvise
 
 
 
 
 
 
 
Negative - INFINITIVE
Present
not to improvise
Past
not to have improvised
Present continous
not to be improvising
Perfect continous
not to have been improvising
Negative - PARTICIPLE
Present
not improvising
Past
not improvised
Perfect
not having improvised
Negative - GERUND
Present
not improvising
Past
not having improvised
Interrogative - INDICATIVE
Present simple
do I improvise ?
do you improvise ?
does she/he/it improvises ?
do we improvise ?
do you improvise ?
do they improvise ?
Simple past
did I improvise ?
did you improvise ?
did she/he/it improvise ?
did we improvise ?
did you improvise ?
did they improvise ?
Simple past
did I improvise ?
did you improvise ?
did she/he/it improvise ?
did we improvise ?
did you improvise ?
did they improvise ?
Present perfect
have I improvised ?
have you improvised ?
has she/he/it improvised ?
have we improvised ?
have you improvised ?
have they improvised ?
Past perfect
had I improvised ?
had you improvised ?
had she/he/it improvised ?
had we improvised ?
had you improvised ?
had they improvised ?
Past perfect
had I improvised ?
had you improvised ?
had she/he/it improvised ?
had we improvised ?
had you improvised ?
had they improvised ?
Simple future
will I improvise ?
will you improvise ?
will she/he/it improvise ?
will we improvise ?
will I improvise ?
will they improvise ?
Future perfect
will I have improvised ?
will you have improvised ?
will she/he/it have improvised ?
will we have improvised ?
will you have improvised ?
will they have improvised ?
Present continuous
am I improvising ?
are you improvising ?
is she/he/it improvising ?
are we improvising ?
are you improvising ?
are they improvising ?
Past simple continuous
was I improvising ?
were you improvising ?
was she/he/it improvising ?
were we improvising ?
were you improvising ?
were they improvising ?
Future continuous
will I be improvising ?
will you be improvising ?
will she/he/it be improvising ?
will we be improvising ?
will you be improvising ?
will they be improvising ?
Future perfect continuous
will I have been improvising ?
will you have been improvising ?
will she/he/it have been improvising ?
will we have been improvising ?
will you have been improvising ?
will they have been improvising ?
Present perfect continuous
have I been improvising ?
have you been improvising ?
has she/he/it been improvising ?
have we been improvising ?
have you been improvising ?
have they been improvising ?
Past perfect continuous
had I been improvising ?
had you been improvising ?
had she/he/it been improvising ?
had we been improvising ?
had you been improvising ?
had they been improvising ?
Interrogative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I improvise ?
That do you improvise ?
That does she/he/it improvise ?
That do we improvise ?
That do you improvise ?
That do they improvise ?
Present perfect
That have I improvised ?
That have you improvised ?
That have she/he/it improvised ?
That have we improvised ?
That have you improvised ?
That have they improvised ?
Simple past
That did I improvise ?
That did you improvise ?
That did she/he/it improvise ?
That did we improvise ?
That did you improvise ?
That did they improvise ?
Past perfect
That had I improvised ?
That had you improvised ?
That had she/he/it improvised ?
That had we improvised ?
That had you improvised ?
That had they improvised ?
Interrogative - CONDITIONAL
Present
would I improvise ?
would you improvise ?
would she/he/it improvise ?
would we improvise ?
would you improvise ?
would they improvise ?
Past
would I have improvised?
would you have improvised?
would she/he/it have improvised?
would we have improvised?
would you have improvised?
would they have improvised?
Present continous
would I be improvising ?
would you be improvising ?
would she/he/it be improvising ?
would we be improvising ?
would you be improvising ?
would they be improvising ?
Past continous
would I have been improvising?
would you have been improvising?
would she/he/it have been improvising?
would we have been improvising?
would you have been improvising?
would they have been improvising?
Interrogative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Interrogative-Negative - INDICATIVE
Present simple
do I not improvise ?
do you not improvise ?
does she/he/it not improvises ?
do we not improvise ?
do you not improvise ?
do they not improvise ?
Simple past
did I not improvise ?
did you not improvise ?
did she/he/it not improvise ?
did we not improvise ?
did you not improvise ?
did they not improvise ?
Simple past
did I not improvise ?
did you not improvise ?
did she/he/it not improvise ?
did we not improvise ?
did you not improvise ?
did they not improvise ?
Present perfect
have I not improvised ?
have you not improvised ?
has she/he/it not improvised ?
have we not improvised ?
have you not improvised ?
have they not improvised ?
Past perfect
had I not improvised ?
had you not improvised ?
had she/he/it not improvised ?
had we not improvised ?
had you not improvised ?
had they not improvised ?
Past perfect
had I not improvised ?
had you not improvised ?
had she/he/it not improvised ?
had we not improvised ?
had you not improvised ?
had they not improvised ?
Simple future
will I not improvise ?
will you not improvise ?
will she/he/it not improvise ?
will we not improvise ?
will I not improvise ?
will they not improvise ?
Future perfect
will I not have improvised ?
will you not have improvised ?
will she/he/it not have improvised ?
will we not have improvised ?
will you not have improvised ?
will they not have improvised ?
Present continuous
am I not improvising ?
are you not improvising ?
is she/he/it not improvising ?
are we not improvising ?
are you not improvising ?
are they not improvising ?
Past simple continuous
was I not improvising ?
were you not improvising ?
was she/he/it not improvising ?
were we not improvising ?
were you not improvising ?
were they not improvising ?
Future continuous
will I not be improvising ?
will you not be improvising ?
will she/he/it not be improvising ?
will we not be improvising ?
will you not be improvising ?
will they not be improvising ?
Future perfect continuous
will I not have been improvising ?
will you not have been improvising ?
will she/he/it not have been improvising ?
will we not have been improvising ?
will you not have been improvising ?
will they not have been improvising ?
Present perfect continuous
have I not been improvising ?
have you not been improvising ?
has she/he/it not been improvising ?
have we not been improvising ?
have you not been improvising ?
have they not been improvising ?
Past perfect continuous
had I not been improvising ?
had you not been improvising ?
had she/he/it not been improvising ?
had we not been improvising ?
had you not been improvising ?
had they not been improvising ?
Interrogative-Negative - SUBJUNCTIVE
Present simple
That do I not improvise ?
That do you not improvise ?
That does she/he/it not improvise ?
That do we not improvise ?
That do you not improvise ?
That do they not improvise ?
Present perfect
That have I not improvised ?
That have you not improvised ?
That have she/he/it not improvised ?
That have we not improvised ?
That have you not improvised ?
That have they not improvised ?
Simple past
That did I not improvise ?
That did you not improvise ?
That did she/he/it not improvise ?
That did we not improvise ?
That did you not improvise ?
That did they not improvise ?
Past perfect
That had I not improvised ?
That had you not improvised ?
That had she/he/it not improvised ?
That had we not improvised ?
That had you not improvised ?
That had they not improvised ?
Interrogative-Negative - CONDITIONAL
Present
would I not improvise ?
would you not improvise ?
would she/he/it not improvise ?
would we not improvise ?
would you not improvise ?
would they not improvise ?
Past
would I not have improvised?
would you not have improvised?
would she/he/it not have improvised?
would we not have improvised?
would you not have improvised?
would they not have improvised?
Present continous
would I not be improvising ?
would you not be improvising ?
would she/he/it not be improvising ?
would we not be improvising ?
would you not be improvising ?
would they not be improvising ?
Past continous
would I not have been improvising?
would you not have been improvising?
would she/he/it not have been improvising?
would we not have been improvising?
would you not have been improvising?
would they not have been improvising?
Interrogative-Negative - IMPERATIVE
Present
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Coniugazione:1 - improvvisare
Ausiliare:avere transitivo
INDICATIVO - attivo
Presente
io improvviso
tu improvvisi
egli improvvisa
noi improvvisiamo
voi improvvisate
essi improvvisano
Imperfetto
io improvvisavo
tu improvvisavi
egli improvvisava
noi improvvisavamo
voi improvvisavate
essi improvvisavano
Passato remoto
io improvvisai
tu improvvisasti
egli improvvisò
noi improvvisammo
voi improvvisaste
essi improvvisarono
Passato prossimo
io ho improvvisato
tu hai improvvisato
egli ha improvvisato
noi abbiamo improvvisato
voi avete improvvisato
essi hanno improvvisato
Trapassato prossimo
io avevo improvvisato
tu avevi improvvisato
egli aveva improvvisato
noi avevamo improvvisato
voi avevate improvvisato
essi avevano improvvisato
Trapassato remoto
io ebbi improvvisato
tu avesti improvvisato
egli ebbe improvvisato
noi avemmo improvvisato
voi eveste improvvisato
essi ebbero improvvisato
Futuro semplice
io improvviserò
tu improvviserai
egli improvviserà
noi improvviseremo
voi improvviserete
essi improvviseranno
Futuro anteriore
io avrò improvvisato
tu avrai improvvisato
egli avrà improvvisato
noi avremo improvvisato
voi avrete improvvisato
essi avranno improvvisato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - attivo
Presente
che io improvvisi
che tu improvvisi
che egli improvvisi
che noi improvvisiamo
che voi improvvisiate
che essi improvvisino
Passato
che io abbia improvvisato
che tu abbia improvvisato
che egli abbia improvvisato
che noi abbiamo improvvisato
che voi abbiate improvvisato
che essi abbiano improvvisato
Imperfetto
che io improvvisassi
che tu improvvisassi
che egli improvvisasse
che noi improvvisassimo
che voi improvvisaste
che essi improvvisassero
Trapassato
che io avessi improvvisato
che tu avessi improvvisato
che egli avesse improvvisato
che noi avessimo improvvisato
che voi aveste improvvisato
che essi avessero improvvisato
CONDIZIONALE - attivo
Presente
io improvviserei
tu improvviseresti
egli improvviserebbe
noi improvviseremmo
voi improvvisereste
essi improvviserebbero
Passato
io avrei improvvisato
tu avresti improvvisato
egli avrebbe improvvisato
noi avremmo improvvisato
voi avreste improvvisato
essi avrebbero improvvisato
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - attivo
Presente
-
improvvisa
improvvisi
improvvisiamo
improvvisate
improvvisino
Futuro
-
improvviserai
improvviserà
improvviseremo
improvviserete
improvviseranno
INFINITO - attivo
Presente
improvvisare
Passato
avere improvvisato
 
 
PARTICIPIO - attivo
Presente
improvvisante
Passato
improvvisato
 
 
GERUNDIO - attivo
Presente
improvvisando
Passato
avendo improvvisato
INDICATIVO - passivo
Presente
io sono improvvisato
tu sei improvvisato
egli é improvvisato
noi siamo improvvisati
voi siete improvvisati
essi sono improvvisati
Imperfetto
io ero improvvisato
tu eri improvvisato
egli era improvvisato
noi eravamo improvvisati
voi eravate improvvisati
essi erano improvvisati
Passato remoto
io fui improvvisato
tu fosti improvvisato
egli fu improvvisato
noi fummo improvvisati
voi foste improvvisati
essi furono improvvisati
Passato prossimo
io sono stato improvvisato
tu sei stato improvvisato
egli é stato improvvisato
noi siamo stati improvvisati
voi siete stati improvvisati
essi sono stati improvvisati
Trapassato prossimo
io ero stato improvvisato
tu eri stato improvvisato
egli era stato improvvisato
noi eravamo stati improvvisati
voi eravate stati improvvisati
essi erano statiimprovvisati
Trapassato remoto
io fui stato improvvisato
tu fosti stato improvvisato
egli fu stato improvvisato
noi fummo stati improvvisati
voi foste stati improvvisati
essi furono stati improvvisati
Futuro semplice
io sarò improvvisato
tu sarai improvvisato
egli sarà improvvisato
noi saremo improvvisati
voi sarete improvvisati
essi saranno improvvisati
Futuro anteriore
io sarò stato improvvisato
tu sarai stato improvvisato
egli sarà stato improvvisato
noi saremo stati improvvisati
voi sarete stati improvvisati
essi saranno stati improvvisati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
CONGIUNTIVO - passivo
Presente
che io sia improvvisato
che tu sia improvvisato
che egli sia improvvisato
che noi siamo improvvisati
che voi siate improvvisati
che essi siano improvvisati
Passato
che io sia stato improvvisato
che tu sia stato improvvisato
che egli sia stato improvvisato
che noi siamo stati improvvisati
che voi siate stati improvvisati
che essi siano stati improvvisati
Imperfetto
che io fossi improvvisato
che tu fossi improvvisato
che egli fosse improvvisato
che noi fossimo improvvisati
che voi foste improvvisati
che essi fossero improvvisati
Trapassato
che io fossi stato improvvisato
che tu fossi stato improvvisato
che egli fosse stato improvvisato
che noi fossimo stati improvvisati
che voi foste stati improvvisati
che essi fossero stati improvvisati
CONDIZIONALE - passivo
Presente
io sarei improvvisato
tu saresti improvvisato
egli sarebbe improvvisato
noi saremmo improvvisati
voi sareste improvvisati
essi sarebbero improvvisati
Passato
io sarei stato improvvisato
tu saresti stato improvvisato
egli sarebbe stato improvvisato
noi saremmo stati improvvisati
voi sareste stati improvvisati
essi sarebbero stati improvvisati
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
IMPERATIVO - passivo
Presente
-
sii improvvisato
sia improvvisato
siamo improvvisati
siate improvvisati
siano improvvisati
Futuro
-
sarai improvvisato
sarà improvvisato
saremo improvvisati
sarete improvvisati
saranno improvvisati
INFINITO - passivo
Presente
essere improvvisato
Passato
essere stato improvvisato
 
 
PARTICIPIO - passivo
Presente
-
Passato
improvvisato
 
 
GERUNDIO - passivo
Presente
essendo improvvisato
Passato
essendo stato improvvisato