NihilScio

  Home     Continua la ricerca sul web in siti selezionati:

www.nscio.com - ©2009-2010 Iuppiter 
Nihil Scio, Sed Unum Scio, Nihil Scire

  Educational search engine - Motore di ricerca tematico - contact


Indice Predicato nominale
  Il predicato è ciò che si dice del soggetto.
Si dice
verbale un predicato che esprime da solo e compiutamente l'azione compiuta dal soggetto o la sua condizione.
Si dice
nominale un predicato formato da una voce del verbo essere seguito da un aggettivo o un nome o da un pronome o da un'altra parte del discorso che sostituisca il nome.
La voce del verbo essere che unisce il soggetto con l'aggettivo, il nome, pronome ecc., si dice
copula, cioè "legame", il termine che segue si dice nome del predicato.
Esempi  
  Il cane è un animale domestico;
L'uomo è intelligente;
Partire è quasi morire,
Mario è amante dello sport
Verbi copulativi  
  Sono quei verbi che da soli non sono sufficienti a formare un predicato, ma devono essere completati da un nome del predicato. Hanno in pratica la funzione di copula.
Sono copulativi:
- le forme passive dei verbi eleggere, nominare, giudicare, riconoscere ecc..
   Es.: Sono stato riconosciuto idoneo al servizio militare.
- alcuni verbi intransitivi: sembrare, rimanere, parere, riuscire, nascere, morire, crescere ...:
    Es.: E' rimasto immobile.
In latino  
  In latino i verbi copulativi sono corrispondenti a quelli italiani:
eligor = sono eletto;
nominor= sono nominato;
ducor= sono considerato;
existimor= sono stimato;
putor= sono creduto;
dicor = sono detto;
videor = sembro;
maneo = resto;
evado = riesco;
fio = divento;
nascor = nasco;
morior = muio;
vivo = vivo.
Osservazioni  
  In latino non sempre si usano i verbi servili, che o vanno semplicemente soppressi o sono sostituiti da particolari costruzioni:
In latino non si usano i verbi fraseologici.
NS NihilScio www.nscio.com